Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 5360
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Ven Nov 04, 2016 10:58 pm

http://www.repubblica.it/scuola/2016/11/03/news/scuole_paritarie_aiuti_dal_governo-151238945/?ref=HRER2-1

Mi disinteresso dell'ennesimo balzello dell'ennesimo governo, di cui si è discusso.
Vi propongo, con una punta di malizia, un altro tema. Perché sono diminuite le iscrizioni?
Crisi economica? Certamente avrà influito, ma con il finanziamento pubblico le rette delle paritarie sono ormai largamente accessibili a tanti. Non ci sarà di mezzo anche il fatto che il diplomificio a pagamento non serve più tanto? Che ormai si sa che TUTTA la scuola pubblica offre a buon mercato promozioni e diplomi? Non avremo fatto una buona opera di marketing e rubato la fetta di mercato di quelli che cercano la promozione facile alle paritarie?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Ven Nov 04, 2016 11:00 pm

Beh, mi pare ovvio: perché mai comprarsi il diploma (immeritato) a pagamento nella scuola privata, se anche quella pubblica lo garantisce (ugualmente immeritato) anche gratis?

L'unica cosa che non mi torna è perché mai la scuola privata che rischia di chiudere per mancanza di iscritti debba avere il diritto al sostegno economico dello stato... mentre la scuola pubblica che rischia di chiudere per mancanza di iscritti la lasciano chiudere senza problemi, pensando che "evidentemente se lo merita".
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Sab Nov 05, 2016 6:17 am

la domanda è retorica, la considerazione condivisibile.
Mettiamoci pure che, se l'intento è sfangarla, la retta di una paritaria costa più di farsi fare una certificazione, che non si nega a nessuno, neanche da parte degli enti accreditati.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Sab Nov 05, 2016 8:41 am

Al di fuori delle polemiche e del sarcasmo, io credo sinceramente che oggi, la maggioranza delle famiglie che scelgono la scuola paritaria (intendo le scuole paritarie minimamente decenti, quelle che funzionano come scuole VERE anche se non eccellenti) lo faccia soprattutto per un malinteso senso di rassicurazione all'idea di mandare il figlio in un "ambientino protetto", dalle dinamiche facilmente prevedibili.

Poi, le diverse accezioni in cui si può declinare il concetto di "ambientino protetto" sono infinite, magari c'è la famiglia di leghisti identitari che pensa che l'ambientino protetto sia quello dove non ci sono figli di immigrati, quella di cattolici devoti che pensa che l'ambientino protetto sia quello dove si recitano le preghiere in classe tutte le mattine e non c'è nesusno che non fa religione, o la famiglia di efficientisti industriosi che pensa che l'ambientino protetto sia quello dove non ci sono scioperi, non ci sono assembee sindacali e non ci sono balletti imprevedibili di supplenti. Poi magari ci sono quelli che ce li mandano perché la scuola è esteticamente più graziosa, ha un bel giardino con le aiuole curate e i vasi di fiorellini alle finestre e le pareti integralmente ritinteggiate di colori pastello tutti gli anni, e quelli che (specialmente nei piccoli centri di provincia) ce li mandano per ragioni affettive, perché ci sono andati anche loro da piccoli, o perché ci vanno i figli degli amici, o perché conoscono personalmente qualcuno che ci lavora. E parlo soprattutto di materne ed elementari, che costituiscono la maggior parte del parco delle scuole paritarie attuali.

Tutte esigenze psicologiche personali, alcune perfettamente ragionevoli e altre meno, ma che comunque non hanno niente a che fare con la qualità della didattica.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 270
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Sab Nov 05, 2016 8:54 am

Direi che la conclusione è ovvia. Non serve più pagare per avere la promozione assicurata. .garantita ormai senza sforzo anche dalle statali a costo quasi zero
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 993
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Sab Nov 05, 2016 9:39 am

paniscus_2.0 ha scritto:

Poi, le diverse accezioni in cui si può declinare il concetto di "ambientino protetto" sono infinite.
Hai dimenticato quella che alla paritaria, molto spesso, è possibile lasciare il figlio a scuola anche al pomeriggio perché c'è l'area doposcuola, dove fanno i compiti e magari qualche attività extra.
Alla media paritaria più vicina a casa mia puoi lasciare il figlio a scuola alle 7.30, ma ci può arrivare tranquillamente anche con il bus di linea, e ritirarlo alle 16 o alle 18, a seconda se chiedi solo il doposcuola o altre attività: conversazione in lingua straniera, sport, musica.

Poi per la scuola dell'infanzia un fattore determinante è anche la distanza da casa, in un comune di 33 kmq, attraversato da due statali, dove ci sono 7 plessi di scuola elementare, ma solo due materne statali, le altre 5 sono paritarie, è abbastanza comune che la maggior parte si affidi alla scuola dell'infanzia raggiungibile a piedi che, in 5 casi su 7, è la paritaria.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5360
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Sab Nov 05, 2016 11:21 am

Ai tempi in cui frequentavo il liceo (un normalissimo classico di una zona di semiperiferia, non un liceo paludato del centro storico), esisteva quello che noi chiamavamo "la nostra succursale", un liceo di preti della stessa zona che si accaparrava ogni anno bocciati e ripetenti "da sdoganare" e regolarmente sdoganati, e permetteva acrobatici "due anni in uno".
Il sospetto è che se questa scuola dovesse oggi campare dei bocciati della statale farebbe la fame, e infatti pare che la faccia. Rimangono in piedi nuove strutture con indirizzi ultraprofessionali che raccolgono un'utenza, passatemi il termine, da scuola serale, in cui non devi nemmeno comprarti i libri e frequentare regolarmente, ambientacci più che ambientini. Quelli dove assumono neolaureati disposti a farsi sputare in faccia per 500 euro e un po' di punteggio.
Ci sono poi quei quattro di tradizione, che non dovrebbero soffrire la crisi.
Lo stesso discorso non vale per la scuola dell'infanzia o la primaria, dal momento che nessuno è interessato a iscrivere i propri bambini dove faranno il minimo indispensabile, e che, salvo quando vengono favorite dalla mancanza di una pubblica come dice @amelia, ma per certi versi anche in quei casi, non devono accaparrarsi quello che capita o i respinti altrui ma competere realmente, il che certo si può fare sulle classi poco numerose e la "salubrità dell'aria" ma anche sulla sperimentazione di nicchia e molto richiesta, e infatti le steineriane o le montessoriane sono tutte private.
Non parliamo dei nidi per cui valgono regole diverse e molto dipende dai posti disponibili nella statale
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Sab Nov 05, 2016 12:13 pm

lucetta10 ha scritto:
Ai tempi in cui frequentavo il liceo (un normalissimo classico di una zona di semiperiferia, non un liceo paludato del centro storico), esisteva quello che noi chiamavamo "la nostra succursale", un liceo di preti della stessa zona che si accaparrava ogni anno bocciati e ripetenti "da sdoganare" e regolarmente sdoganati, e permetteva acrobatici "due anni in uno".
Il sospetto è che se questa scuola dovesse oggi campare dei bocciati della statale farebbe la fame, e infatti pare che la faccia. Rimangono in piedi nuove strutture con indirizzi ultraprofessionali che raccolgono un'utenza, passatemi il termine, da scuola serale, in cui non devi nemmeno comprarti i libri e frequentare regolarmente, ambientacci più che ambientini. Quelli dove assumono neolaureati disposti a farsi sputare in faccia per 500 euro e un po' di punteggio.

Ma queste che fanno due anni in uno o che tengono corsi di formazione professionale per adulti, sono davvero paritarie? Di solito no, poi magari si appoggiano a un'altra scuola privata leggermente meno indecorosa che invece la parificazione ce l'ha, e spediscono in massa i loro allievi a fare gli esami lì...

Quanto alle sperimentazioni di nicchia per alternativi... beh, le steineriane la parificazione non ce l'hanno di sicuro.
E per fortuna  : - )

Che poi alla materna rimanga un concetto molto relativo, può essere, perché non è scuola dell'obbligo e non rilascia titoli, e quindi che sia paritaria o no al genitore non gliene importa nulla, basta che il servizio offerto dalla scuola gli piaccia. Ma già alle elementari i fastidi burocratici ci sono, il bambino in età di obbligo scolastico che va alla scuola privata non parificata non risulta iscritto da nessuna parte, la famiglia deve fare una (falsa) dichiarazione di educazione parentale libera, e poi il bambino deve sostenere un esame di idoneità esterno... anche la famiglia più svenevolmente fricchettona si scoraggia : - )


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Sab Nov 05, 2016 12:50 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Sab Nov 05, 2016 12:36 pm

@melia ha scritto:
Poi per la scuola dell'infanzia un fattore determinante è anche la distanza da casa, in un comune di 33 kmq, attraversato da due statali, dove ci sono 7 plessi di scuola elementare, ma solo due materne statali, le altre 5 sono paritarie, è abbastanza comune che la maggior parte si affidi alla scuola dell'infanzia raggiungibile a piedi che, in 5 casi su 7, è la paritaria.

Ok, ma in tal caso non mi pare che si tratti dello stesso genere di scuole paritarie che devono piangere miseria perché rischiano di chiudere per scarsità di iscritti. La loro utenza tipica sul territorio locale ce l'avranno sempre... anche perché, in genere, non hanno rette gravose, essendo le "discendenti" di una vecchia tradizione di piccoli asili parrocchiali di paese, che funzionavano un po' come società di mutuo soccorso e che sono sempre stati combinati in maniera da costare poco. In casi del genere, capisco benissimo che la famiglia preferisca la paritaria sotto casa su cui gravita anche tutta la vita relazionale del vicinato, piuttosto che costringere il bambino a farsi ogni volta 20 minuti in macchina per andare alla scuola statale in un quartiere dove non conosce nessuno.

Poi, magari, rischiano di chiudere semplicemente perché la popolazione di età infantile è diminuita e tutte quelle scuole sono diventate troppe per quel territorio, ma in questo caso il calo di iscrizioni lo soffrono anche le scuole pubbliche, mica solo le paritarie.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Sab Nov 05, 2016 2:25 pm

lucetta10 ha scritto:
http://www.repubblica.it/scuola/2016/11/03/news/scuole_paritarie_aiuti_dal_governo-151238945/?ref=HRER2-1

Mi disinteresso dell'ennesimo balzello dell'ennesimo governo, di cui si è discusso.
Vi propongo, con una punta di malizia, un altro tema. Perché sono diminuite le iscrizioni?
Crisi economica? Certamente avrà influito, ma con il finanziamento pubblico le rette delle paritarie sono ormai largamente accessibili a tanti. Non ci sarà di mezzo anche il fatto che il diplomificio a pagamento non serve più tanto? Che ormai si sa che TUTTA la scuola pubblica offre a buon mercato promozioni e diplomi? Non avremo fatto una buona opera di marketing e rubato la fetta di mercato di quelli che cercano la promozione facile alle paritarie?
L'ho sempre detto ! Lavorando nei professionali mi sono sempre chiesto perchè andare a comprare quello che puoi ottenere in regalo ?
Tornare in alto Andare in basso
serpina



Messaggi : 504
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Lun Nov 07, 2016 10:31 am

certamente è vero che la scuola pubblica negli ultimi dieci anni ha inseguito la privata sulla via del promuovificio, quindi non c'è quasi più ragione di comprare un diploma che puoi avere gratis. per quanto riguarda specificamente le superiori però concordo con paniscus: i genitori scelgono le private perchè ritengono che lì i figli saranno più "seguiti" e controllati (tutor personale, colloqui continui ecc) e soprattutto non avranno in classe stranieri, disabili, bulli e altri compagni problematici. nella mia provincia, che è ricchissima di scuole private, quelle in crisi sono quelle che non hanno saputo tenere sufficientemente alla larga i "ragazzi problematici". le scuole veramente elitarie (tipo quelle dell'opus dei) non hanno la minima flessione nelle iscrizioni.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Lun Nov 07, 2016 2:03 pm

serpina ha scritto:
le scuole veramente elitarie (tipo quelle dell'opus dei) non hanno la minima flessione nelle iscrizioni.

Ma quelle veramente elitarie non sono nemmeno le stesse che fanno tanta scena piagnucolosa pretendendo le agevolazioni economiche dello stato, proprio perché VOGLIONO rimanere elitarie. Se accedervi diventasse "più facile" anche per gli appartenenti a gruppi sociali diversi, verrebbero a perdere tutto l'appeal che hanno ancora sui membri dell'elite...

E comunque, quelle non è neanche detto che siano dei diplomifici facili in cui il viziatello ricco e scemo si becca facilmente voti alti solo perché il babbo paga. Quelle sono anche scuole dove le famiglie delle elite mandano i figli perché possano prepararsi a professioni q*zzute, carriere da squali, essere ammessi alle università più selettive, e roba del genere.

Magari, anche in caso di alunno viziato, scemo e raccomandatissimo, ci penseranno due volte prima di entrare in conflitto grave con il cliente influente, ma non credo che in quegli ambientini ci sia un'atmosfera di scuola facile e compiacente al servizio personale dell'utenza... anzi, penso proprio che sia incoraggiato anche un certo clima di competitività degli studenti tra di loro, a livelli abbastanza malsani. Per cui, dal punto di vista strettamente didattico, non saranno scuole di particolare eccellenza, ma comunque confrontabili con una scuola statale di livello discreto.
Tornare in alto Andare in basso
serpina



Messaggi : 504
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Mar Nov 08, 2016 7:46 am

a dire il vero le scuole dell'opus hanno come unico obiettivo quello di consentire ai figli delle famiglie opus di frequentare altri figli di famiglie opus o simpatizzanti in modo che non si mescolino al volgo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Mar Nov 08, 2016 2:13 pm

serpina ha scritto:
a dire il vero le scuole dell'opus hanno come unico obiettivo quello di consentire ai figli delle famiglie opus di frequentare altri figli di famiglie opus o simpatizzanti in modo che non si mescolino al volgo.

Il che è appunto una forma ESTREMA di quello che dicevo io, ossia della ricerca ossessiva dell' "ambiente protetto", e si ritorna allo stesso punto: la maggior parte delle famiglie che scelgono la scuola privata, lo fa soprattutto con l'intenzione di tenere il figlio il più possibile lontano dal confronto con la naturale pluralità della società, e di garantirgli la frequentazione di un ambiente in cui quasi tutti hanno impostazioni, abitudini e stili di vita uguali ai propri.

Poi ne esiste la forma più blanda e quella più accanita, ma alla fine il principio è quello...
Tornare in alto Andare in basso
Daria16



Messaggi : 258
Data d'iscrizione : 29.02.16

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Mer Nov 09, 2016 12:34 pm

.... secondo queste interpretazioni (tutte corrette a mio avviso), quali sarebbero state le motivazioni del premier, nell'iscrivere i figli ad una privata?
Tornare in alto Andare in basso
serpina



Messaggi : 504
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Mer Nov 09, 2016 12:43 pm

mi risulta che i figli del premier frequentino la scuola pubblica (anche sul forum tempo fa era girata la voce bufalina che fossero nelle private, non so perchè)
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Gio Nov 10, 2016 4:28 pm

serpina ha scritto:
mi risulta che i figli del premier frequentino la scuola pubblica (anche sul forum tempo fa era girata la voce bufalina che fossero nelle private, non so perchè)

Il figlio più grande frequenta un normale liceo statale di Firenze, gli altri due non lo so...
Tornare in alto Andare in basso
antalia



Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 26.09.16

MessaggioOggetto: Re: Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?    Gio Nov 10, 2016 4:35 pm

per forza, ma se oramai un diploma lo prendi senza spendere l'occhio della testa in una scuola pubblica, diventata un diplomificio o giù di lì....chi è quel genitore che fa un simile investimento?

un tempo alle paritarie si iscrivevano i ragazzi che avevano difficoltà, erano meno abili, reduci da bocciature, perché si riteneva fossero più abbordabili...ma ora, con appiattimento dei livelli perfino nei licei, riduzione dei programmi, l'istituzione dei BES ( in cui rientrano tutte le tipologie che prima sarebbero state bocciate!), ma ditemi chi in questi tempi di crisi, si mette a spendere una bella cifra per quel pezzo di carta che non si nega a nessuno?
Tornare in alto Andare in basso
 
Paritaria in crisi: colpa della scuola pubblica?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La scuola pubblica diventa privata.
» Contratti sul sito della scuola
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» colloqui individuali con i genitori
» nomina coatta alla gestione del sitoweb della scuola

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: