Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Qualcuno rimpiange il giorno libero??

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Sab Nov 05, 2016 4:36 pm

Promemoria primo messaggio :

Io! Con le scuole chiuse il sabato non abbiamo più quel fatidico ed utilissimo giorno libero infrasettimanale, e siamo ormai costretti ad utilizzare come giorno di riposo o vacanza il sabato e la domenica con tutte le conseguenze : code, traffico,confusione...
Rimpiango i miei martedì o mercoledì liberi,che talvolta uno si concedeva per una giornata al mare a fine maggio, con spiagge semi deserte e niente coda al ritorno. Oppure un pomeriggio invernale alle terme di pre saint didier nella pace infrasettimanale. .
No,per me è stata una fregatura la chiusura delle scuole il sabato..didatticamente un fallimento con i rientri pomeridiani di alunni stanchi o incontenibili, e niente più pausa infrasettimanale. ..io tornerei indietro. ...
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:02 am

Galadriel ha scritto:
mac67 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Se si pensa davvero che il problema stia solo nelle verifiche scritte da correggere, francamente, penso che ormai siamo tutti nella stessa barca, e che gli insegnanti di TUTTE le materie siano incasinati allo stesso modo, compresi quelli di materie tradizionalmente considerate "solo orali". Ma quando mai un insegnante di storia dell'arte o di filosofia può permettersi davvero di non fare compiti scritti? Considerando che ha solo due ore a settimana, o al massimo tre, magari in classi di 30 persone, se dovesse mettere tutti i voti con verifiche orali passerebbe l'intero tempo di lezione a non fare altro che interrogare e non insegnerebbe nulla!

Buona parte dei miei colleghi di storia e filosofia hanno solo verifiche orali.

Da qui poi passiamo ai colleghi di ginnastica e vai che l'interesse del post sale.
Ho avuto insegnanti di storia e filosofia che dedicavano anche ogni minuto dell'estate al lavoro per la scuola, perché studiavano, si aggiornavano, ecc. Se hai colleghi o hai avuto docenti peggiori, mi spiace.
Bello come ogni volta che si parla di qualsiasi cosa il punto sia sparare addosso ad altri colleghi a caso.

Volete per forza farmi dire cose che non ho detto. Ho semplicemente detto che i miei colleghi di storia e filosofia hanno tempo libero in abbondanza, non fanno verifiche scritte. Questo non implica fare un cattivo lavoro (se poi qualcuno ha la coda di paglia e si sente tirato in causa, io non c'entro). Ho anche scritto che se io insegnassi in un alberghiero avrei molto tempo libero, perché avrei un carico di lavoro al di fuori delle ore di lezione molto ridotto.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:04 am

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:

Buona parte dei miei colleghi di storia e filosofia hanno solo verifiche orali.

A prescindere dalle polemiche sulla quantità di lavoro da fare, mi chiedo davvero COME FACCIANO a mettere insieme un numero sufficiente di voti in tal modo. Cioè come si faccia a fare almeno tre interrogazioni a quadrimestre in una classe di 25 persone avendo tre ore alla settimana (anzi, a scienze applicate ne hanno solo due). Vuol dire che fanno interrogazioni fasulle, con quattro o cinque studenti interrogati tutti insieme in coro e un'unica domandina sciapa per ciascuno?...

Se è per questo, ho visto anche 6 alunni seduti attorno alla cattedra mentre il docente fa colazione. Ma questo è un caso a parte.
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 1903
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:10 am

mac67 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:

Buona parte dei miei colleghi di storia e filosofia hanno solo verifiche orali.

A prescindere dalle polemiche sulla quantità di lavoro da fare, mi chiedo davvero COME FACCIANO a mettere insieme un numero sufficiente di voti in tal modo. Cioè come si faccia a fare almeno tre interrogazioni a quadrimestre in una classe di 25 persone avendo tre ore alla settimana (anzi, a scienze applicate ne hanno solo due). Vuol dire che fanno interrogazioni fasulle, con quattro o cinque studenti interrogati tutti insieme in coro e un'unica domandina sciapa per ciascuno?...

Se è per questo, ho visto anche 6 alunni seduti attorno alla cattedra mentre il docente fa colazione. Ma questo è un caso a parte.

io, fino a qualche tempo fa,  non pensavo che esistesse gente così e che arrivasse fino a punto ma ora mi sto rendono conto che purtroppo esiste anche questa categoria di persone
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:24 am

Ho sempre fatto, da studentessa, e visto fare da collega (per ora solo sul sostegno) verifiche scritte di filosofia e storia. Non so se sia dovuto alla terza prova degli esami, o semplicemente al fatto che con classi di 25-28 alunni se non fai gli scritti, con due ore di storia alla settimana, passi ogni minuto utile a fare interrogazioni.
Poi ci sarà pure chi fa colazione in classe, ma direi che è proprio un caso a parte non esemplificativo di nessun tipo di docente. Almeno mi auguro.
Tornare in alto Andare in basso
precario_acciaio.



Messaggi : 333
Data d'iscrizione : 26.08.16

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:27 am

mac67 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
mac67 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma voi avete tutto 'sto tempo libero DAVVERO, da potervi permettere di dedicare il fine settimana a mostre, musei e gite fuori porta? La gente normale il giorno libero (che sia di sabato o che sia un altro giorno qualunque) lo dedica a rimettersi in pari con le faccende domestiche, le commissioni, la spesa e le attività organizzative varie, che non può materialmente svolgere negli altri giorni!

Perché tu insegni matematica e fisica in un liceo scientifico.

I miei colleghi di storia e filosofia hanno tempo libero in abbondanza, per esempio.

Vediamo di portare rispetto per il lavoro degli altri

Perché, ho detto che non lavorano? Ho detto che hanno tempo libero in abbondanza ed è vero. Quando anche loro avranno 30-35 compiti all'anno da preparare e correggere, ne avranno meno. Anch'io ne avrei di più se andassi a insegnare in un alberghiero.

Non sai di cosa stai parlando. Non è possibile fare solo orali con il programma che dobbiamo fare noi a meno che i tuoi colleghi non facciano orali da 3 minuti, nessuno di noi fa solo orali, vedi di rispettare il lavoro altrui.
Tornare in alto Andare in basso
precario_acciaio.



Messaggi : 333
Data d'iscrizione : 26.08.16

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:29 am

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:

Buona parte dei miei colleghi di storia e filosofia hanno solo verifiche orali.

A prescindere dalle polemiche sulla quantità di lavoro da fare, mi chiedo davvero COME FACCIANO a mettere insieme un numero sufficiente di voti in tal modo. Cioè come si faccia a fare almeno tre interrogazioni a quadrimestre in una classe di 25 persone avendo tre ore alla settimana (anzi, a scienze applicate ne hanno solo due). Vuol dire che fanno interrogazioni fasulle, con quattro o cinque studenti interrogati tutti insieme in coro e un'unica domandina sciapa per ciascuno?...

Non lo fanno, già ne parlammo lungamente, siamo tutti costretti a fare un orale (almeno nelle classi di 30) e più scritti per singolo quadrimestre.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6114
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:35 am

mac67 ha scritto:
Volete per forza farmi dire cose che non ho detto. Ho semplicemente detto che i miei colleghi di storia e filosofia hanno tempo libero in abbondanza, non fanno verifiche scritte. Questo non implica fare un cattivo lavoro (se poi qualcuno ha la coda di paglia e si sente tirato in causa, io non c'entro). Ho anche scritto che se io insegnassi in un alberghiero avrei molto tempo libero, perché avrei un carico di lavoro al di fuori delle ore di lezione molto ridotto.

Per la verità quello che non riesco proprio a capire è questa associazione diretta tra l'avere molto tempo libero e il solo fatto di "non fare verifiche scritte", il cui peso in termini di TEMPI materiali credo che sia ampiamente sopravvalutato. Non capisco perché la mitica "correzione dei compiti" debba essere considerata praticamente l'unico impegno lavorativo al di fuori dell'aula, che dovrebbe fare un'enorme differenza tra chi poveretto è obbligato alle verifiche scritte e chi invece ha la fortuna di poter fare valutazioni solo orali.

Nella mia esperienza, io ho sempre un sacco di lavoro per la scuola da fare a casa, fuori dall'orario di lezione, ma, nel complesso di questo lavoro, non mi sembra che la correzione delle verifiche scritte ne costituisca una parte tanto maggioritaria. Probabilmente per le materie umanistiche è diverso, ma per me la correzione degli scritti è velocissima, magari impiego di più a prepararli, ma comunque di sicuro il grosso del tempo va via per altre cose che non c'entrano niente con le verifiche. Ad esempio, a cercare materiale per preparare le lezioni, a scrivere dispense e presentazioni varie, e a mettere insieme raccolte di esercizi da dare agli alunni (oltre ovviamente alla fuffa burocratica, ai verbali, le programmazioni e l'aggiornamento del registro, che però sono impegni che tutti hanno allo stesso modo, qualsiasi materia insegnino e qualsiasi tipo di verifiche facciano).

Io non ci trovo tutta 'sta vessazione gravosa nel dover corrreggere uno scritto in più. Anzi, preferisco di gran lunga correggere uno scritto in più che farmi venire il latte alle ginocchia con un giro in più di interrogazioni orali, che personalmente considero una perdita di tempo molto più inutile e insostenibile, con l'ulteriore aggravante che in tal modo il tempo lo perdono anche gli studenti in orario di lezione, e non solo io!

Quanto al fatto che "se insegnassi matematica all'alberghiero avresti molto più tempo libero", beh, non ne sono convinta, perché comunque avendo poche ore avresti più classi, probabilmente più numerose, in media con più casi problematici da differenziare e personalizzare, e quindi la correzione delle verifiche scritte sarebbe un massacro peggiore di adesso. Certo, ti andrebbe via meno tempo per la preparazione delle lezioni e la ricerca degli approfondimenti, quello sì, ma se si stava parlando dell'impegno per la correzione delle verifiche, non vedo grossi vantaggi.
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:44 am

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Volete per forza farmi dire cose che non ho detto. Ho semplicemente detto che i miei colleghi di storia e filosofia hanno tempo libero in abbondanza, non fanno verifiche scritte. Questo non implica fare un cattivo lavoro (se poi qualcuno ha la coda di paglia e si sente tirato in causa, io non c'entro). Ho anche scritto che se io insegnassi in un alberghiero avrei molto tempo libero, perché avrei un carico di lavoro al di fuori delle ore di lezione molto ridotto.

Per la verità quello che non riesco proprio a capire è questa associazione diretta tra l'avere molto tempo libero e il solo fatto di "non fare verifiche scritte", il cui peso in termini di TEMPI materiali credo che sia ampiamente sopravvalutato. Non capisco perché la mitica "correzione dei compiti" debba essere considerata praticamente l'unico impegno lavorativo al di fuori dell'aula, che dovrebbe fare un'enorme differenza tra chi poveretto è obbligato alle verifiche scritte e chi invece ha la fortuna di poter fare valutazioni solo orali.

Nella mia esperienza, io ho sempre un sacco di lavoro per la scuola da fare a casa, fuori dall'orario di lezione, ma, nel complesso di questo lavoro, non mi sembra che la correzione delle verifiche scritte ne costituisca una parte tanto maggioritaria. Probabilmente per le materie umanistiche è diverso, ma per me la correzione degli scritti è velocissima, magari impiego di più a prepararli, ma comunque di sicuro il grosso del tempo va via a cercare materiale per preparare le lezioni, a scrivere dispense e presentazioni varie, e a mettere insieme raccolte di esercizi da dare agli alunni (oltre ovviamente alla fuffa burocratica, ai verbali, le programmazioni e l'aggiornamento del registro, che però sono impegni che tutti hanno allo stesso modo, qualsiasi materia insegnino e qualsiasi tipo di verifiche facciano).

Io non ci trovo tutta 'sta vessazione gravosa nel dover corrreggere uno scritto in più. Anzi, preferisco di gran lunga correggere uno scritto in più che farmi venire il latte alle ginocchia con un giro in più di interrogazioni orali, che personalmente considero una perdita di tempo molto più inutile e insostenibile, con l'ulteriore aggravante che in tal modo il tempo lo perdono anche gli studenti in orario di lezione, e non solo io!

Quanto al fatto che "se insegnassi matematica all'alberghiero avresti molto più tempo libero", beh, non ne sono convinta, perché comunque avendo poche ore avresti più classi, probabilmente più numerose, in media con più casi problematici da differenziare e personalizzare, e quindi la correzione delle verifiche scritte sarebbe un massacro peggiore di adesso. Certo, ti andrebbe via meno tempo per la preparazione delle lezioni e la ricerca degli approfondimenti, quello sì, ma se si stava parlando dell'impegno per la correzione delle verifiche, non vedo grossi vantaggi.

Concordo su praticamente tutto con paniscus...
Preparare le lezioni - su materia o su sostegno - per tanti studenti diversi, con diverse peculiarità, cercando di far arrivare qualcosa (il più possibile) a tutti/e, è quello che a me porta via più tempo. Poi dipende: in un liceo lavorerai sugli approfondimenti, in un professionale lavorerai di più sulla personalizzazione o semplificazione dei contenuti "ai fondamenti".
Varierà anche da persona a persona. Quando ho fatto il commissario esterno agli esami di Stato ho lavorato un sacco per capire come interrogarli, che chiedergli allo scritto, probabilmente anche per poca esperienza precedente.
Ma questo, devo dire, è un lavoro che prende molto tempo ma mi piace tanto.
Le scartoffie burocratiche o le "programmazioni" mi sono più pesanti. Per non parlare dei Pei che dovrebbero essere tanto importanti ma si traducono in pagine di discorsi che poi nessuno legge tranne te. Preferisco dedicare tempo alla correzione delle verifiche.
Detto questo, non intendo lamentarmi perché alla fine questo lavoro l'ho scelto e fortemente voluto.
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 1903
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 10:56 am

in generale preparare le lezioni porta via tempo, di meno alle medie e di più alle superiori, e se si vuole andare oltre il libro di testo e preparare qualcosa di nuovo il tempo che bisogna dedicarci aumenta notevolmente.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6114
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 11:01 am

rita 76 ha scritto:
in generale preparare le lezioni porta via tempo,  di meno alle medie e di più alle superiori, e se si vuole andare oltre il libro di testo e preparare qualcosa di nuovo il tempo che bisogna dedicarci aumenta notevolmente.  

Ok, e questo appunto cosa c'entra con il fatto di avere verifiche scritte o no?
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 1903
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 11:40 am

non c' entra infatti. è solo che siccome qualcuno ha fatto un intervento sul tempo di preparazione delle tezioni io ho semplicemente detto la mia opinione anche se io ho parlato in generale e lui si riferiva "a tanti studenti diversi". tutto qua
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 11:43 am

paniscus_2.0 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
in generale preparare le lezioni porta via tempo,  di meno alle medie e di più alle superiori, e se si vuole andare oltre il libro di testo e preparare qualcosa di nuovo il tempo che bisogna dedicarci aumenta notevolmente.  

Ok, e questo appunto cosa c'entra con il fatto di avere verifiche scritte o no?

Nulla, mi dispiace se anche io sono intervenuta in tema ma mi sono sentita (immotivatamente) "attaccata" sul tema "voi che fate solo orali" (ma non era forse l'intento di mac).
Preparare e poi correggere verifiche porta via tempo. Preparare le lezioni porta via tempo.
Poi "porta via" non è neppure l'espressione che userei: è parte integrante del nostro lavoro, che appunto, non si riduce a 18 ore. Quelle sono le ore in classe, non quelle di lavoro totale. E va bene che sia così.
Mi risparmierei volentieri le ore di discussione sul Rav e piano di miglioramento ecc., soprattutto perché alla fine della fiera non vedo "migliorare" un granché. Ma si va oltre.

Comunque, per stare sul tema originario del topic: mai avuto il sabato libero ;-)
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6114
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 11:54 am

Il massimo sono quei colleghi (di qualsiasi materia, scritta o orale) che si professano contrarissimi alla settimana corta per gli studenti perché controproducente didatticamente, e che però loro, personalmente, il diritto al sabato libero ce l'hanno sempre tutti gli anni, e guai a chi glielo mette in dubbio...
Tornare in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 402
Data d'iscrizione : 21.04.16

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 12:13 pm

anche questo paniscus è vero, io mai avuto in 10 anni il sabato libero , alcuni colleghi senza motivazione lo ottengono da 10 anni. Va bè, non mi importa, tanto più che il giorno libero è solo una concessione che ormai pensiamo sia un diritto, prima o poi ci toglieranno anche quello. Intanto questo è l'ultimo anno che ci pagano la maturità, dal prossimo neanche più quella!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 12:46 pm

precario_acciaio. ha scritto:


Non sai di cosa stai parlando. Non è possibile fare solo orali con il programma che dobbiamo fare noi a meno che i tuoi colleghi non facciano orali da 3 minuti, nessuno di noi fa solo orali, vedi di rispettare il lavoro altrui.

Veramente i miei colleghi io li conosco, caso mai sei tu che non sai di che cosa sto parlando. Per il resto, mi sono spiegato in lingua italiana. Se non capisci o non vuoi capire, il problema non è mio.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 12:52 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Per la verità quello che non riesco proprio a capire è questa associazione diretta tra l'avere molto tempo libero e il solo fatto di "non fare verifiche scritte", il cui peso in termini di TEMPI materiali credo che sia ampiamente sopravvalutato. Non capisco perché la mitica "correzione dei compiti" debba essere considerata praticamente l'unico impegno lavorativo al di fuori dell'aula, che dovrebbe fare un'enorme differenza tra chi poveretto è obbligato alle verifiche scritte e chi invece ha la fortuna di poter fare valutazioni solo orali.

Nella mia esperienza, io ho sempre un sacco di lavoro per la scuola da fare a casa, fuori dall'orario di lezione, ma, nel complesso di questo lavoro, non mi sembra che la correzione delle verifiche scritte ne costituisca una parte tanto maggioritaria. Probabilmente per le materie umanistiche è diverso, ma per me la correzione degli scritti è velocissima, magari impiego di più a prepararli, ma comunque di sicuro il grosso del tempo va via per altre cose che non c'entrano niente con le verifiche. Ad esempio, a cercare materiale per preparare le lezioni, a scrivere dispense e presentazioni varie, e a mettere insieme raccolte di esercizi da dare agli alunni (oltre ovviamente alla fuffa burocratica, ai verbali, le programmazioni e l'aggiornamento del registro, che però sono impegni che tutti hanno allo stesso modo, qualsiasi materia insegnino e qualsiasi tipo di verifiche facciano).

Io non ci trovo tutta 'sta vessazione gravosa nel dover corrreggere uno scritto in più. Anzi, preferisco di gran lunga correggere uno scritto in più che farmi venire il latte alle ginocchia con un giro in più di interrogazioni orali, che personalmente considero una perdita di tempo molto più inutile e insostenibile, con l'ulteriore aggravante che in tal modo il tempo lo perdono anche gli studenti in orario di lezione, e non solo io!

Quanto al fatto che "se insegnassi matematica all'alberghiero avresti molto più tempo libero", beh, non ne sono convinta, perché comunque avendo poche ore avresti più classi, probabilmente più numerose, in media con più casi problematici da differenziare e personalizzare, e quindi la correzione delle verifiche scritte sarebbe un massacro peggiore di adesso. Certo, ti andrebbe via meno tempo per la preparazione delle lezioni e la ricerca degli approfondimenti, quello sì, ma se si stava parlando dell'impegno per la correzione delle verifiche, non vedo grossi vantaggi.

Fino a due anni fa sarei stato in buona parte d'accordo con te, avevo un archivio di prove a cui attingere. Ma con il nuovo esame e le nuove prove (di matematica e di fisica) quelle prove o non vanno bene o richiedono aggiustamenti.

Ad ogni modo, due conti: ho circa 30-35 verifiche scritte all'anno. Mettici un pomeriggio per ciascuna per la correzione, un pomeriggio per ciascuna per la preparazione (e mi sono tenuto basso) e siamo a 60-70 pomeriggi. E non conto le relazioni degli esperimenti di fisica del primo biennio. Ti pare poco?

All'alberghiero al più lascerei compiti fatti da esercizi, di complessità notevolmente inferiori a quelli dello scientifico. Userei persino test a risposta multipla. Il guadagno di tempo sarebbe notevole.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25577
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 1:35 pm

donadoni ha scritto:
anche questo paniscus è vero, io mai avuto in 10 anni il sabato libero , alcuni colleghi senza motivazione  lo ottengono da 10 anni. Va bè, non mi importa, tanto più che il giorno libero è solo una concessione che ormai pensiamo sia un diritto, prima o poi ci toglieranno anche quello. Intanto questo è l'ultimo anno che ci pagano la maturità, dal prossimo neanche più quella!!!!!


Hai dimenticato che andremo a scuola anche ad agosto, che verrà detratto dallo stipendio un obolo per utilizzo del suolo pubblico e che saremo obbligati a portare da casa le merende per i nostri alunni.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1602
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 2:15 pm

La questione verifiche e' diversissima da materia a materia. Correggere le verifiche di italiano di 4 o 5 colonne (saggi brevi o analisi del testo) porta via molto più tempo che correggere compiti di storia o di latino. In un pomeriggio riesco a finire un pacco intero di versioni ma solo 7-8 saggi brevi. I compiti di storia o di letteratura latina, modello terza prova, con tre domande da 10 righe ciascuna, rappresentano una via di mezzo. Forse ad altri la correzione non pesa, a me pesa infinitamente di più della preparazione delle lezioni, attività molto più stimolante.
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 4:26 pm

Sì anche per me la correzione dei temi e delle verifiche è un'attività che porta via molto tempo e molto noiosa. Preferisco di gran lunga preparare lezioni o attività particolari da proporre in classe.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6114
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 4:39 pm

mac67 ha scritto:
All'alberghiero al più lascerei compiti fatti da esercizi, di complessità notevolmente inferiori a quelli dello scientifico. Userei persino test a risposta multipla. Il guadagno di tempo sarebbe notevole.

Io impiego molto più tempo a preparare test a risposta multipla (ne faccio pochi, ma qualche volta faccio anche quelli) piuttosto che compiti con esercizi articolati. Inventarsi 10 o 20 domande, ognuna con 4 risposte possibili, e stando attentissimi che non ce ne sia nessuna contraddittoria e che delle 4 risposte ne sia buona rigorosamente una sola, il tutto moltiplicato per almeno due file, che diventano tre o quattro nelle classi di copiatori industriali, è MOLTO più gravoso che inventarsi un compito standard di problemi ed esercizi.

L'idea che il test a risposta multipla debba essere "banale", o che possa essere copincollato da una "guida dell'insegnante" della casa editrice e poi riciclato all'infinito, sempre uguale, per anni di seguito, proprio non l'ho mai capita...
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 1903
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 4:45 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
 All'alberghiero al più lascerei compiti fatti da esercizi, di complessità notevolmente inferiori a quelli dello scientifico. Userei persino test a risposta multipla. Il guadagno di tempo sarebbe notevole.

Io impiego molto più tempo a preparare test a risposta multipla (ne faccio pochi, ma qualche volta faccio anche quelli) piuttosto che compiti con esercizi articolati. Inventarsi 10 o 20 domande, ognuna con 4 risposte possibili, e stando attentissimi che non ce ne sia nessuna contraddittoria e che delle 4 risposte ne sia buona rigorosamente una sola, il tutto moltiplicato per almeno due file, che diventano tre o quattro nelle classi di copiatori industriali, è MOLTO più gravoso che inventarsi un compito standard di problemi ed esercizi.

L'idea che il test a risposta multipla debba essere "banale", o che possa essere copincollato da una "guida dell'insegnante" della casa editrice e poi riciclato all'infinito, sempre uguale, per anni di seguito, proprio non l'ho mai capita...

vero: a preparare il test a risposta multipla ci si impiega molto di più rispetto a un test con domande aperte ma ci si impiega molto meno tempo a correggerlo. tra l'altro, salvandolo e modificandolo in base alla classe e a quanto svolto, si può utilizzare anche negli anni successivi. inoltre non è detto che un test a risposta multipla sia più facile di uno con domande aperte
Tornare in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 402
Data d'iscrizione : 21.04.16

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 4:47 pm

gugu ho detto qualcosa che non condividi? io ho già colleghi che non hanno più il giorno libero! Dicesi per problemi di aggiustamento orario ( ?!) , e hanno già annunciato la nuova maturità con tutti interni....non mi sembra di aver detto niente di male.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 5:02 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
 All'alberghiero al più lascerei compiti fatti da esercizi, di complessità notevolmente inferiori a quelli dello scientifico. Userei persino test a risposta multipla. Il guadagno di tempo sarebbe notevole.

Io impiego molto più tempo a preparare test a risposta multipla (ne faccio pochi, ma qualche volta faccio anche quelli) piuttosto che compiti con esercizi articolati. Inventarsi 10 o 20 domande, ognuna con 4 risposte possibili, e stando attentissimi che non ce ne sia nessuna contraddittoria e che delle 4 risposte ne sia buona rigorosamente una sola, il tutto moltiplicato per almeno due file, che diventano tre o quattro nelle classi di copiatori industriali, è MOLTO più gravoso che inventarsi un compito standard di problemi ed esercizi.

L'idea che il test a risposta multipla debba essere "banale", o che possa essere copincollato da una "guida dell'insegnante" della casa editrice e poi riciclato all'infinito, sempre uguale, per anni di seguito, proprio non l'ho mai capita...

Se usi LaTeX, puoi mettere domande e risposte in file diversi e poi caricarli nel file principale. Massima flessibilità: l'ho usato per anni per fisica, dopo 2-3 anni avevo una batteria di domande e risposte per tutti gli argomenti, da comporre a piacere.
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 5:04 pm

Anche io ho colleghi che non hanno il giorno libero. Tra nomine "cadenzate" lungo un mese e mezzo, impiego su più scuole... non è detto che abbiate il giorno libero, ci ha detto il responsabile dell'orario.
A me è andata bene, mi hanno solo chiesto di non chiedere il sabato: e abitando abbastanza vicino alla scuola, mi è andato più che bene lasciare che lo chiedessero colleghi che magari vengono da altre regioni o hanno comunque altre necessità.


Sulla questione compiti: a me, per ora, non dispiace correggerli, anche se (per mancanza di esperienza forse) ci impiego molto tempo - parlo di compiti di storia.
Quando preparo questionari a risposta multipla ci impiego molto; quando adatto prove per i ragazzi con il sostegno, pure, ma è appunto anche questione che insegno da abbastanza poco.
Concordo che preparare le lezioni e gli approfondimenti è più stimolante: ma una correzione fatta bene - da riprendere in classe, ovviamente - mi pare importante.

In verità, per ora, pur con le molte cose che non mi piacciono, ciò che attiene la didattica e il lavoro con gli studenti mi entusiasma. Semmai ogni tanto vorrei qualcuno che andasse negli uffici del Comune per conto mio...
Tornare in alto Andare in basso
precario_acciaio.



Messaggi : 333
Data d'iscrizione : 26.08.16

MessaggioOggetto: Re: Qualcuno rimpiange il giorno libero??   Dom Nov 06, 2016 8:41 pm

mac67 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:


Non sai di cosa stai parlando. Non è possibile fare solo orali con il programma che dobbiamo fare noi a meno che i tuoi colleghi non facciano orali da 3 minuti, nessuno di noi fa solo orali, vedi di rispettare il lavoro altrui.

Veramente i miei colleghi io li conosco, caso mai sei tu che non sai di che cosa sto parlando. Per il resto, mi sono spiegato in lingua italiana. Se non capisci o non vuoi capire, il problema non è mio.

Senti, non ho tempo da perdere. I colleghi di Filosofia e Storia lavorano anche più di te nella correzione delle verifiche, non ti permettere di fare il maestrino; se pensi che lavorino meno di te vaglielo a dire di persona; per fortuna io ho dei colleghi di fisica dalla grande intelligenza e sensibilità e che non farebbero un discorso così ridicolo come il tuo. Chiudo.
Tornare in alto Andare in basso
 
Qualcuno rimpiange il giorno libero??
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» 104 e precedenza nella scelta del giorno libero
» infortunio invalidante nel giorno libero
» giorno libero
» ragazze non ce la faccio più scusate...ma ho bisogno di dirlo a qualcuno
» quesito del giorno

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: