Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Diagnosi discalculia "curiosa"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11, 12, 13  Seguente
AutoreMessaggio
AndreaOdi



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 31.07.12

MessaggioOggetto: Diagnosi discalculia "curiosa"   Gio Nov 10, 2016 5:34 pm

Promemoria primo messaggio :

Ho letto, di recente, una diagnosi in cui si dice che una certa studentessa non è in grado di distinguere le unità dalle decine, dalle centinaia etc (parliamo di un liceo), per cui i numeri 1100, 110, 1001000 sono sostanzialmente la stessa cosa.

La strategia compensativa suggerita, quindi, è la solita: basarsi più sul contenuto che sulla forma, non tenere conto degli errori di calcolo etc.

Domanda:
ma se la scuola, per prima, non deve tenere conto di tali errori, come farà l'allieva a migliorarsi? Chi le dice che sono ERRORI, che possono avere un impatto sulla sua vita futura? Chi glielo spiega?
Come farà a capire che un milione di euro è diverso da mille euro? Come farà a compilare un assegno o a controllare la correttezza dell'accredito dello stipendio sul suo conto corrente?

Se la scuola, per prima, suggerisce che tali errori vanno trascurati, sono "intrinseci", sono una "caratteristica" insormontabile della sua persona, cosa ne sarà di tale ragazza e tale donna? Pagherà 45 euro per un pacchetto di sigarette da 4,5 euro? Per tutta la vita?

Tutto ciò non ha alcun senso, IMHO.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 11:31 am

Citazione :
Ma cambiamo domanda; nella remota eventualità in cui Veronesi si sia comprato il diploma perchè incapace di fare 2+2, nell'ipotesi in cui abbia tenuto un comportamento originariamente delinquenziale per ottenere quanto giustamente gli veniva precluso, l'Italia sarebbe stata migliore con un Veronesi pastore di capre ?



Non risponde nessuno?

Una risposta secca, per favore
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 11:57 am

Ire ha scritto:
Citazione :
Ma cambiamo domanda; nella remota eventualità in cui Veronesi si sia comprato il diploma perchè incapace di fare 2+2, nell'ipotesi in cui abbia tenuto un comportamento originariamente delinquenziale per ottenere quanto giustamente gli veniva precluso, l'Italia sarebbe stata migliore con un Veronesi pastore di capre ?



Non risponde nessuno?

Una risposta secca, per favore

La mia risposta non sarà secca ma articolata.

L'esistenza di persone geniali nel loro settore che disprezzano e ignorano gli altri campi del sapere e della cultura è un mito totalmente privo di fondamento fomentato da chi vuole giustificare il diritto all'ignoranza (e infatti questa è la posizione di certa psico-pedagogia).
Il caso più classico è quello di Einstein, che viene falsamente fatto passare per un  fisico geniale che disprezzava e ignorava tutto ciò che non avesse a che fare con la scienza. Basterebbe leggere gli scritti di Einstein per capire quanto sia falso questo luogo comune.
In realtà questi geni possono mostrare insofferenza per dei metodi di insegnamento pensati per persone normali, ma non disprezzano la cultura e quindi, in qualche maniera, fanno in modo di non essere ignoranti nei campi che esulano dalla disciplina di cui sono specialisti.
Tornare in alto Andare in basso
Bequadro



Messaggi : 216
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 12:23 pm

Tra l'altro, Einstein suonava (bene) il violino.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 12:56 pm

allora la tua risposta è:  no.

(ci sono situazioni in cui non è possibile inserire i se e i ma e bisogna schierarsi o non la si finisce più)

La mia conseguente è:   meno male che abbiamo lavorato per il riconoscimento normato di queste diversità non invalidanti.

Faremo sempre fatica ma alla fine dovrà essere il docente a cedere purtroppo suo malgrado. Ma pazienza.  La vita continua oltre la scuola e sarà lì che il nostro campione veronesi senza logaritmi dimostrerà il proprio valore.

Che logaritmo equivalga a cultura mi fa un po' ridere
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:02 pm

http://www.televisionando.it/articolo/la-classe-degli-asini-il-film-tv-su-rai-1-il-14-novembre-2016-anticipazioni/121067/

Ire come la Incontrada?

Sì, logaritmo equivale a cultura. Si può vivere benissimo senza conoscere i logaritmi, come si può vivere benissimo senza sapere chi fosse Michelangelo o Einstein o Fabrizio Frizzi. Ma non mi venire a raccontare che sapere una cosa in più sia inutile: allora torniamo tutti all'età della pietra.
Non immagini quante cose siano governate dai logaritmi, ad esempio il volume del tuo televisore, o la crescita demografica...

cultura
cul·tù·ra/
sostantivo femminile
1.
Quanto concorre alla formazione dell'individuo sul piano intellettuale e morale e all'acquisizione della consapevolezza del ruolo che gli compete nella società; più com., il patrimonio delle cognizioni e delle esperienze acquisite tramite lo studio, ai fini di una specifica preparazione in uno o più campi del sapere: farsi una c.; un uomo di grande c.; avere una solida c. musicale, storica, letteraria.
2.
In senso antropologico, il complesso delle manifestazioni della vita materiale, sociale e spirituale di un popolo o di un gruppo etnico, in relazione alle varie fasi di un processo evolutivo o ai diversi periodi storici o alle condizioni ambientali.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:07 pm

Ire ha scritto:

Che logaritmo equivalga a cultura mi fa un po' ridere

Non avevo alcun dubbio sulla limitatezza dei tuoi orizzonti culturali.
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 97
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:16 pm

Ire ha scritto:
Che logaritmo equivalga a cultura mi fa un po' ridere

certo che no: ma nelle IN ci sono i logaritmi (percentuali, piano cartesiano, calcolo letterale, funzioni, disequazioni, sistemi... mettici qui quel che vuoi), quindi li insegno e registro chi li ha imparati o no. altrimenti, che le IN vengano cambiate o che, addirittura, venga abolito in toto l'insegnamento della matematica

IMHO si continuano a confondere i piani

  • nella vita la ragazza potrà ignorare l'uso delle percentuali? certo che sì (poi possiamo anche empaticamente discutere se sarà una vita difficile o felice...)


  • a scuola la ragazza potrà ignorare l'uso delle percentuali? certo che no, perchè la scuola è organizzata in modo che alla fine del percorso c'è una verifica sull'apprendimento: usa le tavole, la calcolatrice, gli schemi, i work flow, il mago Otelma, ma alla fine, risolvi il problema
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:24 pm

Mi immagino che elettore possa essere uno che non sappia cosa sono le percentuali... "per il 2017 programmiamo una crescita dell' 1,2%".., Che vuol dire? Boh? Ma è una cosa buona o cattiva? Ma chi se ne frega, lo voto perché ha una bella parlantina... Ah... ha preso il 29%? E che vuol dire?

Comunque si trova sempre un amico disposto a farti usare il suo logaritmo.
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 97
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:48 pm

AndreaOdi ha scritto:
i numeri 1100, 110, 1001000 sono sostanzialmente la stessa cosa [...]  basarsi più sul contenuto che sulla forma, non tenere conto degli errori di calcolo etc.

una provocazione: 100 alunni della scuola vanno in gita, sul primo pullman sale il 52% degli alunni. Quanti alunni salgono sul primo pullman?

se l'alunna, per errori procedurali o di calcolo, al posto di calcolare 100*52/100 esegue 100*100/52 (cioè 192,3)
risponde: sul primo pullman salgono 192 persone, voi cosa fate?
a) è un errore procedurale/di calcolo
b) è un errore GRAVE: fa salire sul pullman più alunni di quanti sono i partecipanti alla gita e non attua alcun controllo DI REALTA'

quel che è certo è che l'alunna non ha capito nulla


Ultima modifica di cha il Sab Nov 12, 2016 1:49 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:49 pm

Bequadro ha scritto:
Tra l'altro, Einstein suonava (bene) il violino.

Detta personalmente da un altro premio Nobel:

"Einstein, disguised as Robin Hood, with his memories in a trunk,
passed this way an hour ago with his friend, a jealous monk.
Now he looked so immaculately frightful as he bummed a cigarette,
and he when off sniffing drainpipes, and reciting the alphabet.
You would not think to look at him, but he was famous long ago
for playing the electric violin on Desolation Row"
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:52 pm

Ire ha scritto:
allora la tua risposta è:  no.
No, la sua risposta è "è impossibile che accada, stiamo parlando di pure fantasie; se uno è bravo è bravo in tutto".

Non sono d'accordo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:57 pm

Ire ha scritto:
Che logaritmo equivalga a cultura mi fa un po' ridere
Crocifiggerei i Crociani !

Battute a parte, se ce la menano che le abitudini enogastronomiche sono cultura locale, escludere i logaritmi dalla cultura umana mi sembra improponibile.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:57 pm

Ire ha scritto:
Faremo sempre fatica ma alla fine dovrà essere il docente a cedere purtroppo suo malgrado. Ma pazienza.  La vita continua oltre la scuola e sarà lì che il nostro campione veronesi senza logaritmi dimostrerà il proprio valore.

Cioè, è morto da nemmeno una settimana, ed è stato già arruolato d'ufficio nella "lista dei dislessici famosi", da Carlo Magno a Leonardo da Vinci, a Galileo e a Mozart?

Si attendono con ansia notizie sulla diagnosi ultraterrena di DSA per Leonard Cohen, e magari anche per Dario Fo, che nell'ultimo mese se l'era ancora scampata.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 1:59 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
allora la tua risposta è:  no.
No, la sua risposta è "è impossibile che accada, stiamo parlando di pure fantasie; se uno è bravo è bravo in tutto".

Non sono d'accordo.
visto che c'era la richiesta precisa di una risposta secca....

comunque condivido
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:03 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Che logaritmo equivalga a cultura mi fa un po' ridere
Crocifiggerei i Crociani !

Battute a parte, se ce la menano che le abitudini enogastronomiche sono cultura locale, escludere i logaritmi dalla cultura umana mi sembra improponibile.
boh, sai, in queste cose mi rigirate come volete, data la mia conclamata e riconosciuta ignoranza!

Non so nemmeno cosa volevi dire.

E non so nemmeno a quale corrente filosofica si possa far risalire ciò che sto per dire  (forse solo a beata minchiaggine)

Non sei colto se sai fare i logaritmi.  Sei colto se sai che esistono e che servono a qualcosa.. il resto è manovalanza.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:04 pm

cha ha scritto:
AndreaOdi ha scritto:
i numeri 1100, 110, 1001000 sono sostanzialmente la stessa cosa [...]  basarsi più sul contenuto che sulla forma, non tenere conto degli errori di calcolo etc.

una provocazione: 100 alunni della scuola vanno in gita, sul primo pullman sale il 52% degli alunni. Quanti alunni salgono sul primo pullman?

se l'alunna, per errori procedurali o di calcolo, al posto di calcolare 100*52/100 esegue 100*100/52 (cioè 192,3)
risponde: sul primo pullman salgono 192 persone, voi cosa fate?
a) è un errore procedurale/di calcolo
b) è un errore GRAVE: fa salire sul pullman più alunni di quanti sono i partecipanti alla gita e non attua alcun controllo DI REALTA'

quel che è certo è che l'alunna non ha capito nulla
Lo sai che non stai parlando di fantascienza ? L'anno scorso ho presentato un problema di questo tenore ad una seconda scienze applicate (di una scuolaccia in verità) ed è venuto fuori che per tradurre delle pagine 3 persone ci mettessero più tempo di quanto ci metteva una persona (la più veloce) da sola.

Qui si entra nella jungla delle competenze: gli alunni vedono la matematica come un'accozzaglia di numeri, tutti con pari dignità, non colgono cosa sia realistico e cosa non lo sia; non colgono l'applicabilità a fatti di vita e di lavoro delle conoscenze abilità e capacità personali che la matematica richiede.

Questo temo sia solo colpa nostra; lo studente fancazzista crocetta a caso, non sistematicamente la risposta sbagliata.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:08 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ire ha scritto:
Faremo sempre fatica ma alla fine dovrà essere il docente a cedere purtroppo suo malgrado. Ma pazienza.  La vita continua oltre la scuola e sarà lì che il nostro campione veronesi senza logaritmi dimostrerà il proprio valore.

Cioè, è morto da nemmeno una settimana, ed è stato già arruolato d'ufficio nella "lista dei dislessici famosi", da Carlo Magno a Leonardo da Vinci, a Galileo e a Mozart?

Si attendono con ansia notizie sulla diagnosi ultraterrena di DSA per Leonard Cohen, e magari anche per Dario Fo, che nell'ultimo mese se l'era ancora scampata.
A scanso di equivoci, io ho solo fatto l'ipotesi che potesse non essere bravo in matematica; non ho alcun elemento per sostenerlo, ho dipinto solo uno scenario che ritengo plausibile, non probabile, non vero.

Magari era più bravo di me.
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 97
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:13 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Lo sai che non stai parlando di fantascienza ?.
certo che lo so

avidodinformazioni ha scritto:
Questo temo sia solo colpa nostra.
questo non credo... ammettiamo pure che in 5 anni di elementari e 3 di medie *nessuno* degli insegnanti precedenti abbia fatto notare che è indispensabile controllare la plausibilità della risposta, una volta sviscerato in classe e risolto il problema si insegna anche quest'ultimo passaggio
non ho idea di come possa un discalculico sostenere: 192 me l'ha detto la calcolatrice. data la buona fede dell'alunno e il suo impegno (altrimenti abbiamo a che fare con un farabutto e/o fancazzista che vanno trattati come tali) in questo caso sospetterei un ritardo cognitivo
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:13 pm

Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Che logaritmo equivalga a cultura mi fa un po' ridere
Crocifiggerei i Crociani !

Battute a parte, se ce la menano che le abitudini enogastronomiche sono cultura locale, escludere i logaritmi dalla cultura umana mi sembra improponibile.
boh, sai, in queste cose mi rigirate come volete, data la mia conclamata e riconosciuta ignoranza!

Non so nemmeno cosa volevi dire.

E non so nemmeno a quale corrente filosofica si possa far risalire ciò che sto per dire  (forse solo a beata minchiaggine)

Non sei colto se sai fare i logaritmi.  Sei colto se sai che esistono e che servono a qualcosa.. il resto è manovalanza.
I logaritmi e la loro effettiva (e non ipotetica) manipolazione sono cultura, magari settoriale, come è cultura saper suonare Per Elisa; anche riconoscere Per Elisa è cultura, ma di più basso livello.

In caso contrario Michelangelo era un manovale che si intendeva di sculture.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:17 pm

sì comprendo.

si aprirebbe il discorso su cosa sia cultura.

Passo
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:26 pm

cha ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Lo sai che non stai parlando di fantascienza ?.
certo che lo so

avidodinformazioni ha scritto:
Questo temo sia solo colpa nostra.
questo non credo... ammettiamo pure che in 5 anni di elementari e 3 di medie *nessuno* degli insegnanti precedenti abbia fatto notare che è indispensabile controllare la plausibilità della risposta, una volta sviscerato in classe e risolto il problema si insegna anche quest'ultimo passaggio
non ho idea di come possa un discalculico sostenere: 192 me l'ha detto la calcolatrice. data la buona fede dell'alunno e il suo impegno (altrimenti abbiamo a che fare con un farabutto e/o fancazzista che vanno trattati come tali) in questo caso sospetterei un ritardo cognitivo
Non penso che la cosa si riduca a quello che hai scritto.

Nella mia scuola attuale ho avuto modo di confrontarmi con una docente di matematica sulla difficoltà delle verifiche proposte; io lì sono nuovo, vengo da ovili e avendo dato voti molto alti ad una (buona) classe mi chiedevo se la mia verifica non fosse stata troppo facile. Lei mi mostrò la sua, che conteneva sostanzialmente espressioni più lunghe, dichiarando che però era stata una verifica disastrosa che avrebbe dovuto innescare delle azioni di recupero.

Le espressioni più lunghe, se svolte correttamente, sono certamente indice di maggior bravura, non direi mai il contrario.
Tuttavia se le operazioni ed i meccanismi coinvolti nell'espressione corta sono gli stessi allora la differenza tra le due è che se l'allievo produce "un errore al decimetro di produzione matematica scritta" un' espressione lunga sicuramente conterrà un errore, come lo conterranno 3 espressioni corte, ma nel secondo caso abbiamo due esercizi perfetti su 3.

L'espressione lunga non indaga su quanto è stato appreso ma su quanta concentrazione si riesce a mantenere; nella migliore delle ipotesi indaga sulla quantità di esercizi che si sono fatti a casa e sulla qualità dell'automatismo acquisita, non sull'acquisizione di quanto serve per fare poi i passi successivi.

E' l'approccio di chi vede nell'esercizio di matematica il fine e non il mezzo; è l'approccio di chi ama la matematica ovvero del 5 % della popolazione.

Io penso che il 5 % della popolazione abbia il dovere di rispettare il restante 95 % che vede nella matematica un utile strumento di vita e che guarda con fastidio alle espressioni che non stanno in una riga di testo, visto che normalmente nella vita non si presentano (e non parlo di situazioni di nicchia che sono appannaggio solo delle menti migliori).
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:32 pm

cha ha scritto:
AndreaOdi ha scritto:
i numeri 1100, 110, 1001000 sono sostanzialmente la stessa cosa [...]  basarsi più sul contenuto che sulla forma, non tenere conto degli errori di calcolo etc.

una provocazione: 100 alunni della scuola vanno in gita, sul primo pullman sale il 52% degli alunni. Quanti alunni salgono sul primo pullman?

se l'alunna, per errori procedurali o di calcolo, al posto di calcolare 100*52/100 esegue 100*100/52 (cioè 192,3)
risponde: sul primo pullman salgono 192 persone, voi cosa fate?
a) è un errore procedurale/di calcolo
b) è un errore GRAVE: fa salire sul pullman più alunni di quanti sono i partecipanti alla gita e non attua alcun controllo DI REALTA'

Farsi venire in prima battuta il risultato 192 è solo un errore procedurale.

NON ACCORGERSI dell'assurdità del risultato e quindi consegnarlo così, come se niente fosse, INVECE di rifarlo, è un grave errore di concetto che non merita nessuna attenuante, indipendentemente dal dsa e da qualsiasi strumento compensativo utilizzato.

Che poi, scusa se insisto, ma sei pure eccezionalmente ottimista a pensare che almeno arrotondino all'unità intera. Un numero significativo di studenti (e non solo quelli con dsa, ma anche altri) avrebbero lasciato il valore 192,3 senza porsi il problema che il numero di persone deve essere intero. Anzi, avrebbero insistito sul fatto che "più decimali ci si lasciano, più è preciso".
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 97
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:33 pm

avidodinformazioni ha scritto:
cha ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Lo sai che non stai parlando di fantascienza ?.
certo che lo so

avidodinformazioni ha scritto:
Questo temo sia solo colpa nostra.
questo non credo... ammettiamo pure che in 5 anni di elementari e 3 di medie *nessuno* degli insegnanti precedenti abbia fatto notare che è indispensabile controllare la plausibilità della risposta, una volta sviscerato in classe e risolto il problema si insegna anche quest'ultimo passaggio
non ho idea di come possa un discalculico sostenere: 192 me l'ha detto la calcolatrice. data la buona fede dell'alunno e il suo impegno (altrimenti abbiamo a che fare con un farabutto e/o fancazzista che vanno trattati come tali) in questo caso sospetterei un ritardo cognitivo
Non penso che la cosa si riduca a quello che hai scritto.

Nella mia scuola attuale ho avuto modo di confrontarmi con una docente di matematica sulla difficoltà delle verifiche proposte; io lì sono nuovo, vengo da ovili e avendo dato voti molto alti ad una (buona) classe mi chiedevo se la mia verifica non fosse stata troppo facile. Lei mi mostrò la sua, che conteneva sostanzialmente espressioni più lunghe, dichiarando che però era stata una verifica disastrosa che avrebbe dovuto innescare delle azioni di recupero.

Le espressioni più lunghe, se svolte correttamente, sono certamente indice di maggior bravura, non direi mai il contrario.
Tuttavia se le operazioni ed i meccanismi coinvolti nell'espressione corta sono gli stessi allora la differenza tra le due è che se l'allievo produce "un errore al decimetro di produzione matematica scritta" un' espressione lunga sicuramente conterrà un errore, come lo conterranno 3 espressioni corte, ma nel secondo caso abbiamo due esercizi perfetti su 3.

L'espressione lunga non indaga su quanto è stato appreso ma su quanta concentrazione si riesce a mantenere; nella migliore delle ipotesi indaga sulla quantità di esercizi che si sono fatti a casa e sulla qualità dell'automatismo acquisita, non sull'acquisizione di quanto serve per fare poi i passi successivi.

E' l'approccio di chi vede nell'esercizio di matematica il fine e non il mezzo; è l'approccio di chi ama la matematica ovvero del 5 % della popolazione.

Io penso che il 5 % della popolazione abbia il dovere di rispettare il restante 95 % che vede nella matematica un utile strumento di vita e che guarda con fastidio alle espressioni che non stanno in una riga di testo, visto che normalmente nella vita non si presentano (e non parlo di situazioni di nicchia che sono appannaggio solo delle menti migliori).

sono totalmente d'accordo, ma restiamo nello zoo, per favore, dove la matematica non è neanche un utile strumento di vita e nella migliore delle ipotesi è vissuta dall'alunno in modo strumentale alla promozione

è ovvio che in altri contesti non solo ci sono espressioni "più lunghe" e/o "più complesse"... qui si stava parlando di "frazione come operatore in problemi reali diretti", concetti su cui, come paniscus ha ripetuto più volte, si ragiona dalla elementari e che farebbero supporre un ritardo cognitivo piuttosto che una discalculia
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 97
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:34 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Che poi, scusa se insisto, ma sei pure eccezionalmente ottimista a pensare che almeno arrotondino all'unità intera. Un numero significativo di studenti (e non solo quelli con dsa, ma anche altri) avrebbero lasciato il valore 192,3 senza porsi il problema che il numero di persone deve essere intero. Anzi, avrebbero insistito sul fatto che "più decimali ci si lasciano, più è preciso".

sì, certo... a me è venuto spontaneo parlare di 192 e non 192,3 studenti
non vorrei essere quel 0,3 studente...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Diagnosi discalculia "curiosa"   Sab Nov 12, 2016 2:38 pm

Un gruppo di alunni preso a caso (formazione delle classi non pilotata) non può contenere più di un imbecille per classe come media o più di 3 imbecilli come anomalia statistica; ci sono classi con metà degli alunni che non sta dietro alle percentuali; c'è qualcosa di più del ritardo mentale.
Tornare in alto Andare in basso
 
Diagnosi discalculia "curiosa"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 13Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11, 12, 13  Seguente
 Argomenti simili
-
» Diagnosi preimpianto
» Procreatec e diagnosi preimpianto
» Diagnosi pre-impianto chi di voi ha fatta e con quale risultato?
» vorrei condividere con voi queste informazioni - diagnosi preimpianto
» Discalculia

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: