Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Caso difficile...chi mi aiuta?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 21, 2016 3:41 pm

Salve a tutti...
Da poco più di una settimana ho iniziato una supplenza su sostegno.
Seguo tre ragazzine (scuola media), due delle quali sono abbastanza gestibili, mentre una è parecchio problematica e mi sta creando non poche noie anche perché senza che io le abbia fatto nulla o vi siano state particolari occasioni di scontro lei mi respinge, letteralmente, nel senso che a momenti quasi mi scaccia dal banco o comunque non mi vuole vicino. Però se è qualche altro collega a proporsi di aiutarla lei non rifiuta, anzi...
Sto cercando di avvicinarmi a lei il meno possibile per fare in modo che possa abituarsi alla mia presenza senza sentirsi a disagio, ma quando vedo che dà retta a tutti meno che a me non nego che mi assale lo sconforto, benché ovviamente non lo dia a vedere. La diagnosi parla di Dop, anche se a me a volte sembra solo il classico comportamento di chi è abituata ad averle tutte vinte e pensa di poter ripetere lo stesso schema anche a scuola.
Ringrazio in anticipo chiunque possa darmi qualche consiglio...
Tornare in alto Andare in basso
docente63



Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 11.06.13

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 21, 2016 4:21 pm

Non dici che classe è. Cmq la risposta è: la GELOSIA!!!
Non avvicinarti più a lei, dedicati spassionatamente a tutti tranne che a lei, siediti vicino agli altri, NON la degnare di uno sguardo, non devi neanche salutarla, saluta la classe ma non guardare lei. Porta fuori qualche gruppetto ma lei no.
Se va bene, tempo qualche settimana e si avvicinerà lei stessa.
Se va male, non preoccuparti: tu verbalizzi che la ragazzina rifiuta il sostegno, lo fai presente ai genitori quando gli parli, lo fai presente al Glh, chiarendo che tu farai quello che potrai per aiutarla "a distanza" consigliando i colleghi se serve, o predisponendo prove ad hoc se richiesto.
Sei a posto, non dipende da te. Non si può aiutare chi non si fa aiutare.
Tornare in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 21, 2016 4:37 pm

Ho dimenticato di specificare che le ragazzine che seguo appartengono a due classi diverse. Le prime due, quelle gestibili, frequentano una terza media. L'altra, quella "problematica", una prima. Per cui non so se possa trattarsi di "gelosia". Proverò comunque a seguire i tuoi consigli, e ovviamente ne parlerò in sede di Consiglio di Classe. Intanto grazie...
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 21, 2016 4:48 pm

Mica detto sia gelosia.. .
Molto probabilmente, Marechiaro Leggimi con serenità, molto probabilmente tu non le piaci.
Siamo umani... Mica possiamo star simpatici a tutti al primo colpo...
Se con altri colleghi non ha problemi... Manda avanti loro e sfruttali .. Aiuta i compagni facendole capire che, quando ti vorrà o le servirà aiuto in generale, tu ci sarai.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 21, 2016 4:59 pm

Sì, questo l'ho pensato anch'io, anche se a volte mi è parsa un po' una presa di posizione visto che si è impuntata praticamente sin dal primo giorno. Certo, è anche vero che simpatie e antipatie nascono a pelle e un ragazzino ovviamente non ha quei filtri che impediscono all'adulto di manifestare le proprie sensazioni con tanta  "sincerità". Speriamo sia soltanto una fase temporanea e che pian piano la sua diffidenza nei miei confronti si attenui...
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 21, 2016 9:51 pm

Non so se a quella età abbiano la consapevolezza di capire la figura dell'insegnante di sostegno. Detto meglio a volte alle superiori capita che il ragazzo, specie se lieve, rifiuti categoricamente il docente di sostegno proprio perché insegnanti dei "disabili" (provo a mettermi nella testa di questi ragazzini) e loro non vogliono essere considerati tali, mentre sono ben felice se é il docente curricolare ad avvicinarsi!
Tornare in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 21, 2016 9:57 pm

Può essere anche come dici tu eragon, però io sento che si tratta di qualcosa di "personale", addirittura più che rifiuto a volte avverto disprezzo e ovviamente non ne comprendo il motivo, non so come spiegarlo
Tornare in alto Andare in basso
docente63



Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 11.06.13

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Mer Nov 23, 2016 4:25 pm

Marechiaro credo hai letto male ... o forse mi sono spiegata male io?.... non è la gelosia il motivo, ma può essere la soluzione. Nel senso che devi stimolarla.
La causa è che tu sei "di sostegno" e magari a casa ha avuto un input negativo dai genitori che non accettano - tutto qua, mica è una cosa personale. Sai quante volte mi è capitato. Ci vuole molta pazienza. Non è che il docente di Sos è accettato sempre a braccia aperte; anzi...
Sicuramente i docenti che lei invece accetta, come dici tu, sono i curriculari, per cui non sfigura davanti ai compagni (e a se stessa) se si fa aiutare.
Tornare in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Mer Nov 23, 2016 5:48 pm

Avevo capito male io allora...
purtroppo penso proprio sia una cosa personale perché c'è un'altra docente di sostegno che la copre in altre ore e con la quale invece va d'amore e d'accordo, pensa che quando ci diamo il cambio e la collega le dice che deve andare con me si volta verso di lei lamentandosi "no, con lei no" sbuffando al mio indirizzo (e ripeto...non l'ho né rimproverata né punita né altro che possa avermi reso antipatica ai suoi occhi). I primi giorni ci rimanevo malissimo, così ho deciso di avvicinarmi il meno possibile. Il problema è che essendo comunque affidata anche a me non è che possa astenermi dal seguirla e aiutare soltanto il resto della classe, anche se non ti nego che la tentazione di mandarla a quel paese da quanto è indisponente è sempre in agguato, poi mi calmo pensando che in fondo in fondo non mi conosce ancora bene e quindi può essere sia questo il motivo...si deve abituare.
O forse davvero non le piaccio. Me ne farò una ragione, che ve devo dì...
Tornare in alto Andare in basso
russele



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Mer Nov 23, 2016 6:03 pm

Una settimana è davvero poco per una "bambina" di prima ad abituarsi. Mettiti nei sui panni. Cambio di scuola, compagni nuovi, professori che entrano ed escono. Se sei con lei da una settimana, è probabile che prima di te ci fosse un'altra. E questo è sempre un tradimento per questi ragazzi.
Non sono di sostegno ma ne ho in classe sempre tanti, ogni anno e spesso più di uno cambia nel corso dell'anno. Non c'è una ricetta ma pazienza, tempo.
Parla con la famiglia, innanzitutto. Se si tratta di quei genitori collaborativi, ti daranno loro qualche chiave di lettura per entrare in empatia con lei. E poi c'è chi completa l'orario con te. Rivolgiti alla collega per capire chi è questa bambina, cosa preferisce.
Ripeto, è spesso una questione di feeling, ma hai bisogno di tempo prima di dire che le stai antipatica. E tu sei adulta. gioca d'astuzia.
Tornare in alto Andare in basso
docente63



Messaggi : 781
Data d'iscrizione : 11.06.13

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Mer Nov 23, 2016 10:25 pm

Ebbi un'alunna per due anni che... per due anni mi rifiutò - mi sottoponeva solo a volte le cose da correggere proprio con sforzo e aria schifata, e appena poteva mi tirava frecciatine - era insopportabile.
Aveva problemi relazionali con la madre, di base, e tendeva a riproporre lo schema con me (ma certo non ne soffrivo come la madre
Adesso quando mi incontra per caso per strada mi fa larghi sorrisi adoranti, appena può si ferma pure per parlarmi.... Boh!!!
Anche con un'altra, ancora prima, che "mi rifiutava" è successo lo stesso.
Vai a capire cosa gli gira per la testa ...
Tornare in alto Andare in basso
PrimulaVera



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 02.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Gio Nov 24, 2016 4:01 pm

Quoto Eragon! Molti ragazzi non accettano la figura dell'insegnante di sostegno, perchè temono l'etichetta di "handicappato". Ricordiamoci sempre che i compagni sanno essere cattivissimi e così pure alcuni genitori. Esistono poi le antipatie a pelle, frequenti nei bambini e nel ritardo mentale ovvero nelle persone che hanno pochi filtri culturali. Fossi in te, non attuerei nessuna strategia, ma serei molto naturale e agirei come sostegno a tutta la classe. Le strategie sono percepite spesso come "bugie" da ragazzi, cioè da chi ha antenne sensibilissime e pochi filtri.
Tornare in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Gio Nov 24, 2016 9:42 pm

Per ora sto facendo proprio così...nessuna strategia ma cerco di essere di supporto per tutta la classe.
Comunque è vero, ci sono ancora molti pregiudizi nei confronti dell'insegnante di sostegno.
Grazie a tutti per le risposte
Tornare in alto Andare in basso
rita2



Messaggi : 2041
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Gio Nov 24, 2016 9:53 pm

tellina ha scritto:
Mica detto sia gelosia.. .
Molto probabilmente,  Marechiaro Leggimi con serenità,  molto probabilmente tu non le piaci.
Siamo umani... Mica  possiamo star simpatici a tutti al primo colpo...
Se con altri colleghi non ha problemi... Manda avanti loro e sfruttali .. Aiuta i compagni facendole capire che,  quando ti vorrà o le servirà aiuto in generale, tu ci sarai.

la simpatia è fondamentale per il buon andamento della relazione tra docenti ed allievi e, quindi, anche per l' apprendimento di questi ultimi; e questo succede ancora di più col sostegno quando la relazione individuale è più forte
Tornare in alto Andare in basso
Online
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Ven Nov 25, 2016 2:47 pm

Oggi ho provato ad avvicinarmi piano piano...prima ho aiutato i compagni e poi sono andata verso di lei.
Mi ha detto "spostati" in maniera brusca e mi ha dato un colpo sul braccio. Poco prima ha cercato di farmi lo sgambetto in modo da ridicolizzarmi (secondo lei) di fronte ai suoi amici.
Che si fa in questi casi?
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Ven Nov 25, 2016 3:00 pm

Mettila sul ridere.
Quando ti avvicini a lei spostati al volo con aria fintamente depressa ed esclama: ah no da te non vengo.. . Nontipiaccio sigh sigh... Andrò da altri.. .
Fai in modo che gli altri ti adorino (comprali con favori, suggerimenti, gentilezze.. .).
Vediamo quanto terrà duro.. .
Tornare in alto Andare in basso
Online
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Ven Nov 25, 2016 3:32 pm

Ok...proverò anche questa. A te son mai capitati casi simili?
Intanto grazie :-)
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Ven Nov 25, 2016 3:38 pm

No mai.
Io entro in classe e vengo immediatamente adorata!












Ma vaaaaaaaà
Ma certo che capita a tutti e mi è capitato.
In alcuni casi fila tutto liscio, in altri casi conosci i sorci verdi per nome, in alcuni casi, rari per fortuna, i sorci verdi ti chiamano "mamma".
A volte tutto si sistema... A Volte no.
Mettilo in conto, si sopravvive anche ai fallimenti.
L'importante è fare tutto il possibile.
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita2



Messaggi : 2041
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Ven Nov 25, 2016 3:40 pm

Marechiaro ha scritto:
Ok...proverò anche questa. A te son mai capitati casi simili?
Intanto grazie :-)

capita a tutti anche se non siamo sul sostegno. Generalmente si cerca di recuperare prima di tutto la relazione con l' intero gruppo classe o con il singolo allievo. Per te dovrebbe essere più facile in quanto puoi focalizzare di più la tua attenzione rispetto a noi che abbiamo da seguirne di più. Devi solo avere pazienza e costanza; ci vuole un po di tempo; non è tutto così immediato come sembra. Non perdere le speranze; anche se ci vogliono mesi vedrai che prima o poi ce la farai. Quell' alunna ti deve vedere come una a lei vicina o come un' "amica" cioè in senso positivo e non come una "nemica" cioè in senso negativo e secondo me il primo passo lo devi fare tu
Tornare in alto Andare in basso
Online
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Ven Nov 25, 2016 3:49 pm

Mmm fermiamoci un attimo, però altrimenti passo davvero per l'ingenua di turno.
Io sono sempre stata sulla materia, ho insegnato anche in istituti professionali diciamo non propriamente tranquilli per cui di classi e di elementi difficili ne so qualcosa...
Però che mi mettessero le mani addosso, ecco, questo mai.
Devo dire che la cosa mi destabilizza un po'...
Tornare in alto Andare in basso
PrimulaVera



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 02.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Sab Nov 26, 2016 6:47 pm

Nel sostegno ci vuole tanta, tantissima elasticità. Con questa alunna prova ad assumere un atteggiamento molto professionale, un pò distaccato. Non devi necessariamente fartela amica, lavora con tutti. Massima serenità e gentilezza, ma se ti risponde male o prova a toccarti .... minacciala di una nota. Esattamente come faresti con gli altri alunni. Se insiste, informa i genitori del comportamento scorretto in ambito scolastico.
Tornare in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 28, 2016 2:57 pm

Oggi siamo arrivati all'insulto. Dopo averla rimproverata perché non voleva ritornare al suo posto come tutti gli altri mi ha insultata pesantemente, ovvero non si è "limitata" ad un vaffa (che già è gravissimo). Scritta nota su registro e diario, ho convocato i genitori e avvertito gli altri colleghi che però a parte assentire e approvare il mio operato non hanno fatto altro. Giorni fa ha rivolto più o meno lo stesso insulto nei confronti di un'altra collega e non sono stati presi provvedimenti. Si lascia correre in nome dell'handicap.
Io però non ho alcuna intenzione di lasciar perdere perché questa ragazzina ci marcia alla grande...
Che si fa in questi casi?
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 1123
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 28, 2016 3:11 pm

Marechiaro ha scritto:
che si fa in questi casi?

la mia esperienza di classi difficili e': preparare schede di lezione

penso possa andare bene anche a te: devi aiutarla a scuola, non essere simpatica a tutti i costi

prepara una scheda da 2 pagine (1 foglio F/R) al giorno sulla/e materie a te assegnate

l'insieme delle tue schede sara' la prova del tuo lavoro di qualita'

le schede se lei le getta via puoi darle anche alla famiglia

mappe mentali chiare, semplici e se possibile colorate con le frecce di conseguenza logica: => a collegare i concetti

i colori se ci sono devono essere coerenti nel tempo (giallo chiaro e' sempre una idea, verde chiaro altrettanto e cosi' via)
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 1123
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 28, 2016 3:21 pm

Marechiaro ha scritto:

salve a tutti ... (descrizione del problema sos) ... ringrazio in anticipo chiunque possa darmi qualche consiglio...

stai usando i testi per didattica e metodo della collana Erickson sostegno?
Tornare in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Caso difficile...chi mi aiuta?   Lun Nov 28, 2016 8:25 pm

Io sono professionale. E non simpatica...la simpatia la riservo agli amici.
Credo che non sia stato afferrato il problema, comunque, che è relazionale in primis. Il mio aiuto lo rifiuta e fin qui ok, ma gli insulti anche no grazie. Per questo chiedevo come mi posso/devo muovere, non vorrei essere costretta a passare un anno infernale
Tornare in alto Andare in basso
 
Caso difficile...chi mi aiuta?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Una decisione davvero difficile.....
» Il caso Cesare Battisti
» transfert difficile
» Il caso e la necessità - Jacques Monod
» Il caso non esiste.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: