Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Alunni esagitati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
mercadante



Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 08.09.14

MessaggioOggetto: Alunni esagitati   Mar Nov 22, 2016 9:15 am

Promemoria primo messaggio :

Ho fatto sostituzione in una classe non mia e un alunno mi ha chiesto di poter andare in bagno. Dopo 10 minuti non era ancora rientrato in classe e solo allora alcuni suoi compagni di classe mi hanno detto che è solito fare cosi e che l'anno precedente qualche volta invece di andare in bagno si era allontanato dalla scuola. Il docente cosa può rischiare, penalmente, nel caso in cui un alunno esca dalla scuola durante la sua ora di lezione? Come fare se l'alunno esce dalla classe senza chiedere il permesso e si rifiuta di rientrare? A certi individui le note, l'essere convocati dal preside, le sospensioni non fanno più nè caldo né freddo, purtroppo. Avete qualche consiglio per interagire in modo positivo\costruttivo con questo genere di persone? A parte casi limite come questo, si sente spesso dare la colpa all'insegnante, che pur essendo molto preparato, propone lezioni noiose e che non cattura l'interesse degli alunni. Dove sta scritto che tutti gli argomenti e le modalità didattiche devono essere interessanti e coinvolgenti? A mio parere è importante invece che gli studenti tornino ad abituarsi all'ascolto, alla concentrazione, all'autocontrollo, anche prolungati, e a prestare attenzione anche ad argomenti che appaiono meno interessanti. D'altra parte è normale che non tutti possano essere interessati a tutto. Che ne pensate?


Ultima modifica di mercadante il Mar Nov 22, 2016 9:31 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Marechiaro



Messaggi : 650
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Nov 24, 2016 3:03 pm

Diciamo che un conto è uno sbadiglio e un altro il saltare per la classe o lanciarsi vicendevolmente gli oggetti durante la spiegazione..il primo è comprensibile, i secondi no, a prescindere da tutta la noia di questo mondo.
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Nov 24, 2016 3:37 pm

Marechiaro ha scritto:
Diciamo che un conto è uno sbadiglio e un altro il saltare per la classe o lanciarsi vicendevolmente gli oggetti durante la spiegazione..il primo è comprensibile, i secondi no, a prescindere da tutta la noia di questo mondo.

saltare sui banchi, ovviamente, no ma quanto resisteranno a stare immobili perché attenti in quei casi è molto difficile? Ovvio (si fa per dire) che chiacchierano, giocano a nomi città e cose, si guardano il diario, ecc. e magari, nella migliore delle ipotesi, si fanno i compiti per casa delle altre materie. Insomma, tutto ciò è comprensibile
Tornare in alto Andare in basso
Online
Maryangel



Messaggi : 2902
Data d'iscrizione : 16.02.13

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Nov 24, 2016 6:01 pm

Ritornando al tema proposto: alunni esagitati e quindi non dormienti o disinteressati...
Chiedo, a chi è un "esperto" della gestione delle classi, quale consiglio può darci nel caso in cui ci si trovi a fare una supplenza in una classe dove ci sono 4/5 bambini che hanno un comportamento irrispettoso, maleducato e violento nei confronti dei compagni.
Il docente prevalente (terza classe scuola primaria), uomo, "vecchio stampo", gestisce la classe con autorità e severità. Gli altri docenti del team si sgolano per poter fare lezione. I supplenti che entrano in classe escono dopo un'ora con i capelli dritti perché non riescono a tenere questi bambini seduti un minuto.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Ven Nov 25, 2016 9:05 am

boston ha scritto:
mercadante ha scritto:
Ho fatto sostituzione in una classe non mia e un alunno mi ha chiesto di poter andare in bagno. Dopo 10 minuti non era ancora rientrato in classe e solo allora alcuni suoi compagni di classe mi hanno detto che è solito fare cosi e che l'anno precedente qualche volta invece di andare in bagno si era allontanato dalla scuola. Il docente cosa può rischiare, penalmente, nel caso in cui un alunno esca dalla scuola durante la sua ora di lezione? Come fare se l'alunno esce dalla classe senza chiedere il permesso e si rifiuta di rientrare? A certi individui le note, l'essere convocati dal preside, le sospensioni non fanno più nè caldo né freddo, purtroppo. Avete qualche consiglio  per interagire in modo positivo\costruttivo con questo genere di persone? A parte casi limite come questo, si sente spesso dare la colpa all'insegnante, che pur essendo molto preparato, propone lezioni noiose e che non cattura l'interesse degli alunni. Dove sta scritto che tutti gli argomenti e le modalità didattiche devono essere interessanti e coinvolgenti? A mio parere è importante invece che gli studenti tornino ad abituarsi all'ascolto, alla concentrazione, all'autocontrollo, anche prolungati, e a prestare attenzione anche ad argomenti che appaiono meno interessanti. D'altra parte è normale che non tutti possano essere interessati a tutto. Che ne pensate?

Se non rientra dopo 10 minuti al massimo scrivi sul registro e stop.
Per quanto riguarda la noia di certe lezioni invece io capisco bene chi si distrae . Restare concentrati un'ora quando un insegnante parla di un argomento noioso con un tono monocorde è impossibile. Ci sono insegnanti mortalmente noiosi che ti fanno calare la palpebra dopo 5minuti. Indipendentemente da ciò che dicono, non sanno parlare. Non sanno accattivarsi l'ascolto, non sanno usare la parola, modularla, fare pause, usare toni ascendenti, stimolare l'ascolto, incuriosirlo. Trasmettere un contenuto richiede la capacità di saper catturare l'ascolto, in fondo l'insegnamento è prevalentemente questo, mica fare lezioni pallose solo perché sei preparato. Se ci sai dare rendi interessante persino una lezione di matematica, materia notoriamente ostica e noiosa per i non appassionati  (io personalmente non ho mai capito un cavolo né mai studiato finché non ho avuto la fortuna di avere un prof in quarta liceo che sapeva davvero insegnare e non mi faceva distrarre e dormire dopo 5 minuti). Un miracolo.

Toni ascendenti.....


Ma certo, andiamo tutti all' actor studio ,pagandoci le lezioni con il ricco bonus governativo. Secondo i sapientoni del miur e certi superprof il docente deve essere un istrione carismatico che trasforma la lezione di matematica in un' esperienza voluttuaria o fa andare i teenager in brodo di giuggiole spiegando Plotino.E se parla della Divina Commedia deve farlo come Benigni.Ancora nessuno mi ha spiegato perche' un simile portento dovrebbe fare l' insegnante (soprattutto in Italia) invece di dedicarsi ad occupazioni piu' remunerative, come la politica o almeno l' illusionismo.
Tornare in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Ven Nov 25, 2016 5:57 pm

Maryangel ha scritto:
Ritornando al tema proposto: alunni esagitati e quindi non dormienti o disinteressati...
Chiedo, a chi è un "esperto" della gestione delle classi, quale consiglio può darci nel caso in cui ci si trovi a fare una supplenza in una classe dove ci sono 4/5 bambini che hanno un comportamento irrispettoso, maleducato e violento nei confronti dei compagni.
...

Pare che sia molto utile far strappare le pagine introduttive del libro di letteratura
Tornare in alto Andare in basso
hypernova



Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Ven Nov 25, 2016 10:35 pm

Per la questione dell'alunno che esce senza permesso io ho utilizzato la tecnica della nota sul registro seguita da discorso in privato con lo studente. Quando lo ha rifatto gli ho abbassato il voto di una verifica e ho rifatto il discorsetto. Poi gli ho promesso (davanti a i suoi amici) come premio, che se smetteva di uscire senza permesso gli facevo passare una lezione Intera sul wc... Ha smesso!
Non ho mai capito effettivamente di chi sia la responsabilità quando lo studente è in bagno, tuttavia ho visto un articolo su OS che citava un caso di studente che scivola in bagno in cui hanno incolpato il prof. Assurdo!!!
Sulla questione noia, so di essere in controtendenza, ma io la ritengo fortemente educativa. Ovviamente non sto dicendo che a scuola ci si deve solo annoiare, ma il fatto di essere capaci di rimanere in silenzio, ascoltando qualcosa che non piace, insegna la tolleranza. I ragazzi esagitati sono ragazzi intolleranti, solitamente figli di genitori che tendono ad imporre la propria visione del mondo agli altri.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Ven Nov 25, 2016 11:02 pm

hypernova ha scritto:
Per la questione dell'alunno che esce senza permesso io ho utilizzato la tecnica della nota sul registro seguita da discorso in privato con lo studente. Quando lo ha rifatto gli ho abbassato il voto di una verifica e ho rifatto il discorsetto. Poi gli ho promesso (davanti a i suoi amici) come premio,  che se smetteva di uscire senza permesso gli facevo passare una lezione Intera sul wc... Ha smesso
Mi spiace ma gli accadimenti personali non fanno testo. Un simile comportamento da parte tua, in un'altra scuola, poteva comportare problemi con il DS e con alcuni colleghi buonisti per vocazione. Se non addirittura una denuncia da parte dei genitori.
Tornare in alto Andare in basso
hypernova



Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Ven Nov 25, 2016 11:57 pm

Denuncia per cosa?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Sab Nov 26, 2016 1:53 am

hypernova ha scritto:
Denuncia per cosa?
Abbassare il voto della verifica=falso in atto pubblico

Non denunciare l'allontanamento da scuola = mancata sorveglianza e accollamento del rischio di quanto poteva succedere.

Ai miei alunni degli anni scorsi dicevo che allontanarsi da scuola senza permesso era la cosa peggiore che potessero fare, anche peggio di rubare o farsi le canne nei bagni.
Tornare in alto Andare in basso
hypernova



Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Sab Nov 26, 2016 11:34 am

Nel mio caso non si è allontanato dalla scuola, è andato in bagno senza chiedere il permesso.
Per quanto riguarda il voto abbassato nella verifica non avrebbero potuto contestare nulla in quanto da noi non si può mettere meno di 4, per cui i voti devono essere gonfiati e il voto abbassato ci stava tutto.
In alternativa avrei dato un compito di punizione da fare o l'avrei interrogato appena tornava dal bagno, i sistemi per mettere un brutto voto o per dare fastidio ci sono.
Poi è vero che ci sono quelli che se ne fregano di tutto, da noi uno ha mandato a fan... Il DS.
Tornare in alto Andare in basso
antalia



Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 26.09.16

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 11:07 am


il docente non deve essere un istrione, ma di certo un buon comunicatore e trasmettere la passione per la disciplina che insegna! ciò che differenzia il docente che lascia il segno da quello che finita la scuola rimuovi dalla tua mente è il carisma....qualcosa di innato che è legato anche al carattere e che, non tutti hanno!

molti colleghi, troppo legati alla scuola che fu,non si rendono conto che i tempi sono cambiati e che le strategie didattiche basate esclusivamente sulla lezione frontale, con studenti immobili come statue senza interazione sono fallimentari e impensabili.
il coinvolgimento dei ragazzi è indispensabile, soprattutto in un momento in cui sono bombardati di messaggi e stimoli, ma non riescono a coglierne alcuni.

condivido in pieno il discorso sul saper intermediare con pause, modulare la voce, creare empatia con la classe, proporre tematiche più avvincenti o che risveglino la loro attenzione!

vedermi davanti una classe amorfa che non dà segni di vita e appare inespressiva ( magari ognuno pensa ai fatti suoi ), mentre io monologo, non so quanto sia produttivo, una volta catturata l'attenzione, saranno anche loro a chiederti qualcosa e a diventare più interattivi!

insegnare non è presentare dei contenuti, ho conosciuto tanti colleghi preparatissimi ma che non arrivavano agli alunni perchè poco carismatici, incisivi, autorevoli e non ultimo soporiferi e noiosi!

Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 11:23 am

antalia ha scritto:

il docente non deve essere un istrione, ma di certo un buon comunicatore e trasmettere la passione per la disciplina che insegna! ciò che differenzia il docente che lascia il segno da quello che finita la scuola rimuovi dalla tua mente è il carisma....qualcosa di innato che è legato anche al carattere e che, non tutti hanno!

molti colleghi, troppo legati alla scuola che fu,non si rendono conto che i tempi sono cambiati e che le strategie didattiche basate esclusivamente sulla lezione frontale, con studenti immobili come statue senza interazione sono fallimentari e impensabili.
il coinvolgimento dei ragazzi è indispensabile, soprattutto in un momento in cui sono bombardati di messaggi e stimoli, ma non riescono a coglierne alcuni.

condivido in pieno il discorso sul saper intermediare con pause, modulare la voce, creare empatia con la classe, proporre tematiche più avvincenti o che risveglino la loro attenzione!

vedermi davanti una classe amorfa che non dà segni di vita e appare inespressiva ( magari ognuno pensa ai fatti suoi ), mentre io monologo, non so quanto sia produttivo, una volta catturata l'attenzione, saranno anche loro a chiederti qualcosa e a diventare più interattivi!

insegnare non è presentare dei contenuti, ho conosciuto tanti colleghi preparatissimi ma che non arrivavano agli alunni perchè poco carismatici, incisivi, autorevoli e  non ultimo soporiferi e noiosi!

Ma davvero? Pensa che io, dopo 40 anni di insegnamento, insegnavo come il primo giorno...
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 12:59 pm

antalia ha scritto:

il docente non deve essere un istrione, ma di certo un buon comunicatore e trasmettere la passione per la disciplina che insegna! ciò che differenzia il docente che lascia il segno da quello che finita la scuola rimuovi dalla tua mente è il carisma....qualcosa di innato che è legato anche al carattere e che, non tutti hanno!

molti colleghi, troppo legati alla scuola che fu,non si rendono conto che i tempi sono cambiati e che le strategie didattiche basate esclusivamente sulla lezione frontale, con studenti immobili come statue senza interazione sono fallimentari e impensabili.
il coinvolgimento dei ragazzi è indispensabile, soprattutto in un momento in cui sono bombardati di messaggi e stimoli, ma non riescono a coglierne alcuni.

condivido in pieno il discorso sul saper intermediare con pause, modulare la voce, creare empatia con la classe, proporre tematiche più avvincenti o che risveglino la loro attenzione!

vedermi davanti una classe amorfa che non dà segni di vita e appare inespressiva ( magari ognuno pensa ai fatti suoi ), mentre io monologo, non so quanto sia produttivo, una volta catturata l'attenzione, saranno anche loro a chiederti qualcosa e a diventare più interattivi!

insegnare non è presentare dei contenuti, ho conosciuto tanti colleghi preparatissimi ma che non arrivavano agli alunni perchè poco carismatici, incisivi, autorevoli e  non ultimo soporiferi e noiosi!


Bel discorsetto , buono per certi barbosissimi matusa che ancora si ostinano ad usare la vituperabile lezione frontale per inculcare nelle tenere menti le equazioni di terzo grado o il genitivo assoluto , quando lo sanno tutti che il latino si puo' si deve imparare con Paperino, per tacer dei manga.(birota motoria)
Tornare in alto Andare in basso
antalia



Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 26.09.16

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 2:44 pm


mai sostenuto l'inutilità della lezione frontale, semplicemente da sola non serve ed è un retaggio di un passato lontano....

a scuola non esistono solo il latino o le equazioni, ma molte altre discipline, cercare di rendere accattivante un argomento o una disciplina ostica non mi pare una tragedia...il rischio è che stiano anche in religioso silenzio ad ascoltare , ma non recepiscano un fico secco di quanto gli venga proposto, alla fine, il prof avrà espletato il suo compito, ma l'obiettivo didattico non è raggiunto!
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 2:46 pm

h
antalia ha scritto:

il docente deve essere un buon comunicatore e trasmettere la passione per la disciplina che insegna! ciò che differenzia il docente che lascia il segno da quello che finita la scuola rimuovi dalla tua mente è il carisma....qualcosa di innato che è legato anche al carattere e che, non tutti hanno!

il coinvolgimento dei ragazzi è indispensabile, soprattutto in un momento in cui sono bombardati di messaggi e stimoli, ma non riescono a coglierne alcuni.

condivido in pieno il discorso sul saper intermediare con pause, modulare la voce, creare empatia con la classe, proporre tematiche più avvincenti o che risveglino la loro attenzione!

insegnare non è presentare dei contenuti, ho conosciuto tanti colleghi preparatissimi ma che non arrivavano agli alunni perchè poco carismatici, incisivi, autorevoli e  non ultimo soporiferi e noiosi!




Quoto in toto! Il coinvolgimento degli alunni è fondamentale e per coinvolgerli e fare loro amare la disciplina è importante avere una buona relazione con loro, accontentandoli quando possibile. Io ho visto che tutte le volte che sono andata loro incontro ho avuto poi dei risvolti positivi. Lo scorso anno, ma anche degli anni precedenti, ho dato i compiti per le vacanze di natale qualche lezione prima dell' inizio delle vacanze perché qualcuno andava via prima. Mi è capitato di sentirmi dire "prof, io ho già fatto i compiti per le vacanze" e me li hanno pure mostrati. Anche ora mi capita che qualcuno faccia cose di più che io non chiedo. Ovviamente, non dico nulla ai colleghi ma la soddisfazione interiore è immensa. Insomma, tutto sta nel far piacere la disciplina; se sono motivati apprendono in maniera più efficace
Tornare in alto Andare in basso
Online
antalia



Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 26.09.16

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 2:51 pm

il vero problema è appunto c'è chi per 40 anni è rimasto uguale senza mai mettere in discussione se stesso o capire l'evoluzione dei tempi!
anche questa chiusura mentale di tanti non è positiva....fermo restando la totale convinzione che oggi si dedichi troppo tempo a una tale profusione di attività più ludiche che didattiche e su questo non ci piove, ma i tempi son cambiati e non si può fingere non sia così!
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 3:01 pm

antalia ha scritto:
il vero problema è appunto c'è chi per 40 anni è rimasto uguale senza mai mettere in discussione se stesso  o capire l'evoluzione dei tempi!
anche questa chiusura mentale di tanti non è positiva....fermo restando la totale convinzione che oggi si dedichi troppo tempo a una tale profusione di attività più ludiche che didattiche e su questo non ci piove, ma i tempi son cambiati e non si può fingere non sia così!

concordo su tutto, in modo particolare sul fatto di mettersi in discussione. L' anno scorso ho avuto problemi con la tutor perché convinta di volermi formare e non si rendeva conto che io non riuscivo a lavorare serenamente perché mi stava col fiato sul collo. E si è pure chiesta cosa avesse dovuto fare di più quando avrebbe dovuto fare molto di meno. Per carità, tutti sbagliamo ma se non ci miglioramo moriamo come siamo nati? Per fortuna non sono tutti così e c' è anche chi si rende conto da solo che sbaglia.
Come dici giustamente tu tanti colleghi sono chiusi mentalmente e sono convinti di essere nel giusto. In questi casi c' è poco da fare e se hanno problemi con le classi prima o poi questi problemi ritornano. Cmq la ristrettezza mentale non dipende dall' età nel senso che conosco anche gente giovane particolarmente ottusa mentalmente. È questo è un problema enorme che ricade anche sugli alunni, ovviamente
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 3:17 pm

Ci risiamo con la storia della mutazione genetica di massa e con i ragazzi che sono tanto ontologicamente diversi da quelli del passato, da aver irreversibilmente perso qualsiasi capacità di fare cose che potevano essere tranquillamente richieste a noi, che (chi più chi meno) ci riuscivamo?

Se questi ragazzi hanno perso capacità di fare cose che per noi erano normali (ad esempio, quella di studiare a casa, o quella di comportarsi civilmente in classe senza schiamazzare e senza disturbare ANCHE se la lezione non è il massimo dell'appassionante e del divertente), è semplicemente perché si è smesso di chiedergliele, o comunque si è smesso di pretenderle seriamente, e quindi sanno che, le facciano o non le facciano, non cambia nulla e se la sfangano lo stesso.

Non è che i ragazzi abbiano attraversato una profondissima mutazione strutturale, si sono semplicemente adagiati su una comoda abitudine acquisita.

Basterebbe sradicare questa abitudine, ossia ricominciare con regolarità a pretendere tali comportamenti civili e costruttivi, con conseguenze negative per chi non si adegua, e miracolosamente quelle "capacità atrofizzate" le riacquisterebbero anche loro.
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 4:20 pm

è vero che "si è smesso di pretenderle seriamente" ma è anche vero che loro sono attratti da tutto ciò che è esterno alla scuola: corsi vari, partite, ecc. La scuola che prima era l' unico, o quasi, impegno pomeridiano e, quindi, di fondamentale importanza, ora è passata in secondo piano tanto che alcuni ragazzi svolgono i compiti dopo altre attività. In ogni caso, uno dei problemi fondamentali è che se una volta la famiglia era dalla parte della scuola, ora è in prevalenza dalla parte del figlio e si lamenta per un voto basso, una nota, i troppi compiti, ecc. Come dici, giustamente tu, sanno di essere promossi (parlo per la scuola dell' obbligo) ugualmente e fanno il minimo sforzo (se e quando lo fanno). "sdradicare quest' abitudine" non è facile quando vi sono delle direttive che indicano di muoversi nella direzione opposta
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 4:26 pm

rita ha scritto:
è  vero che "si è smesso di pretenderle seriamente" ma è anche vero che loro sono attratti da tutto ciò che è esterno alla scuola:

Ma perché, invece 30 o 40 anni fa non era così?

I ragazzini, tutti innamorati pazzi della scuola e sprezzanti di altri interessi perchè entusiasti di mettere lo studio al primissimo posto?

E dai, non regge proprio!
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 4:37 pm

30 o 40 anni fa gli interessi prioritari ed i valori erano altri. è cambiato il modo di pensare e questo soprattutto nelle famiglie che ora accontentano i figli in tutto e per tutto; una volta i genitori si imponevano con tanti NO; ora, invece, dicono sempre di SI a tutto o quasi..
Tornare in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 5:46 pm

rita ha scritto:
30 o 40 anni fa gli interessi prioritari ed i valori erano altri. è cambiato il modo di pensare e questo soprattutto nelle famiglie che ora accontentano i figli in tutto e per tutto; una volta i genitori si imponevano con tanti NO; ora, invece, dicono sempre di SI a tutto o quasi..
Il problema più grande è che gli stessi docenti non sanno dire più no e Rita e Antalia ne sono la prova. Ma veramente credete che una parte di insegnanti, gli unici tra l'altro che fanno continui corsi di formazione e aggiornamento, sia rimasta fossilizzata? Quando dico che sono stato 40 nella scuola significa che in tutti questi anni sono stato sempre parte attiva dei cambiamenti didattico-metodologici che la società richiedeva. Le idee che voi promulgate sono l'ABC dell'insegnamento. È' come sentire dire ad un veterano della guerra, da un giovane cadetto dell'Accademia militare, come ci si comporta in battaglia.
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 5:49 pm

giobbe ha scritto:
rita ha scritto:
30 o 40 anni fa gli interessi prioritari ed i valori erano altri. è cambiato il modo di pensare e questo soprattutto nelle famiglie che ora accontentano i figli in tutto e per tutto; una volta i genitori si imponevano con tanti NO; ora, invece, dicono sempre di SI a tutto o quasi..
Il problema più grande è che gli stessi docenti non sanno dire più no e Rita e Antalia ne sono la prova. Ma veramente credete che una parte di insegnanti, gli unici tra l'altro che fanno continui corsi di formazione e aggiornamento, sia rimasta fossilizzata? Quando dico che sono stato 40 nella scuola significa che in tutti questi anni sono stato sempre parte attiva dei cambiamenti didattico-metodoligici che la società richiedeva. Le idee che voi promulgate sono l'ABC dell'insegnamento. È' come sentire dire ad un veterano della guerra, da un giovane cadetto dell'Accademia militare, come ci si comporta in battaglia.


io li dico i NO; quando posso accontentarli perché non farlo? "Quando posso" NON significa "sempre". In ogni caso a me interessano i risultati. Ce li ho? E allora sono a posto!


Ultima modifica di rita il Gio Dic 01, 2016 5:51 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 5:51 pm

rita ha scritto:
giobbe ha scritto:
rita ha scritto:
30 o 40 anni fa gli interessi prioritari ed i valori erano altri. è cambiato il modo di pensare e questo soprattutto nelle famiglie che ora accontentano i figli in tutto e per tutto; una volta i genitori si imponevano con tanti NO; ora, invece, dicono sempre di SI a tutto o quasi..
Il problema più grande è che gli stessi docenti non sanno dire più no e Rita e Antalia ne sono la prova. Ma veramente credete che una parte di insegnanti, gli unici tra l'altro che fanno continui corsi di formazione e aggiornamento, sia rimasta fossilizzata? Quando dico che sono stato 40 nella scuola significa che in tutti questi anni sono stato sempre parte attiva dei cambiamenti didattico-metodoligici che la società richiedeva. Le idee che voi promulgate sono l'ABC dell'insegnamento. È' come sentire dire ad un veterano della guerra, da un giovane cadetto dell'Accademia militare, come ci si comporta in battaglia.


io li dico i NO; quando posso accontentarli perché non farlo? "Quando posso" non significa sempre. In ogni caso a me interessano i risultati. Ce li ho? E allora sono a posto!
Beh, anche questo dipende dai risultati che vuoi ottenere...
Tornare in alto Andare in basso
rita



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Re: Alunni esagitati   Gio Dic 01, 2016 5:57 pm

[quote="giobbe"]
rita ha scritto:
giobbe ha scritto:
rita ha scritto:
30 o 40 anni fa gli interessi prioritari ed i valori erano altri. è cambiato il modo di pensare e questo soprattutto nelle famiglie che ora accontentano i figli in tutto e per tutto; una volta i genitori si imponevano con tanti NO; ora, invece, dicono sempre di SI a tutto o quasi..
Il problema più grande è che gli stessi docenti non sanno dire più no e Rita e Antalia ne sono la prova. Ma veramente credete che una parte di insegnanti, gli unici tra l'altro che fanno continui corsi di formazione e aggiornamento, sia rimasta fossilizzata? Quando dico che sono stato 40 nella scuola significa che in tutti questi anni sono stato sempre parte attiva dei cambiamenti didattico-metodoligici che la società richiedeva. Le idee che voi promulgate sono l'ABC dell'insegnamento. È' come sentire dire ad un veterano della guerra, da un giovane cadetto dell'Accademia militare, come ci si comporta in battaglia.


io li dico i NO; quando posso accontentarli perché non farlo? "Quando posso" non
significa sempre. In ogni caso a me interessano i risultati. Ce li ho? E allora sono a posto!
Beh, anche questo dipende dai risultati che vuoi ottenere.. [quote]

io non mi lamento mai che i miei alunni non studino neanche quando do da studiare qualcosa (oltre gli esercizi). Studiano la disciplina volentieri? Apprendono quello che devono e che è previsto nel piano annuale? Ed io considero già questi dei risultati!
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Alunni esagitati
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
» alunni in difficoltà economiche
» Vigilanza alunni uscita scuole medie
» alunni con BES

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: