Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 3:06 pm

http://www.orizzontescuola.it/perche-studiare-il-latino-e-il-grecooggi/
Dopo un'introduzione al sapore di rava e di fava (fino a "Eschilo, Persiani, 241 s.") nella quale si sostiene che una volta si parlava latino (Wow), iniziano i fuochi artificiali.

"lo studio del testo antico promuove e affina le capacità di indagine critica, che è il prerequisito per ogni attività scientifica." come la sosteniamo questa importante verità ? L'ha detto Umberto Eco.
Tutto qui ? Si badi, Eco non ha detto "il latino ed il greco più di altro promuovono...." ha detto che promuovono punto e basta.
Il lavoro fa arricchire; pulire cessi è un lavoro se uno vuole arricchirsi deve pulire tanti cessi.
No professoressa Basta, il lavoro fa arricchire, vero, ma pulire cessi non è il modo migliore per arricchirsi; ci sono altre attività più remunerative, come ci sono altre attività che si rivelano essere più propedeutiche per le scienze.
Non sono in grado di dimostrarlo, ma sono convinto che 10 ore (settimanali) di matematica e 10 ore di fisica siano più propedeutiche che 5+5+5+5 ore di mate, fisica, latino e greco.

"Una cultura umanistica intesa come metodologia, come spirito logico e filosofico è cruciale nel mondo d’oggi" come lo si afferma ? Non è dato saperlo, rilancio: "non esistono più le mezze stagioni".

"Adriano Olivetti, agli albori dei computer, preferiva assumere dei bravi laureati in filosofia o in lettere piuttosto che degli ingegneri". Dunque i computer Olivetti erano progettati da filosofi ? Professoressa Basta mi ha strappato una risata, grazie.

"Se procederemo con metodologia storica, ..... potremo anche misurare il cammino compiuto in oltre due millenni, potremo valutare la rivoluzione epocale compiuta da Chi ha affermato che tutti gli uomini sono uguali perché Figli di Dio, da Chi ha salvato l’adultera invitando chi non ha peccato a scagliare la prima pietra, da Chi ha invitato alla civiltà dell’amore e del perdono. E capiremo infine perché la civiltà europea riconosce come sue radici la civiltà greco-romana e quella giudaico-cristiana." Ora capisco perchè Dio ha fatto crocifiggere suo figlio dai romani: i romani parlavano latino, se l'avesse fatto crocifiggere ai cinesi il messaggio non si sarebbe compreso.
Il suo latino la fa arrivare fin qui ? Felice di non aver fatto latino.

"Gli alunni del Liceo Classico “Mignosi” hanno seguito con interesse e attenzione il messaggio della Prof.ssa Basta, che ha iniziato con gli studenti un dialogo prezioso per la loro formazione culturale e umana. Il Prof. Salvatore Vizzini, già alunno della Prof.ssa Basta, e attualmente Docente di Latino e Greco presso il Mignosi, ha concluso l’incontro sottolineando la passione e l’impegno professionale della Relatrice" Ma la professoressa Basta ha la barba ? Perchè mi sembra tanto un'insaponata !
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1913
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 3:48 pm

Però Avido credo che ti sfugga qualcosa su chi era Adriano Olivetti, che assumeva sì gli ingegneri, ma anche gli uomini di cultura. Almeno per un periodo le sue aziende cercavano di produrre innovazione in tutti i campi e non solo in quello strettamente tecnologico.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 3:53 pm

ushikawa ha scritto:
Però Avido credo che ti sfugga qualcosa su chi era Adriano Olivetti, che assumeva sì gli ingegneri, ma anche gli uomini di cultura. Almeno per un periodo le sue aziende cercavano di produrre innovazione in tutti i campi e non solo in quello strettamente tecnologico.

lapsus?
Gli ingegneri sono uomini di cultura (e le ingegnere sono donne di cultura)
Forse la frase completa era: "assumeva sì gli ingegneri, ma anche gli uomini di cultura umanistica" ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 3:53 pm

ushikawa ha scritto:
Però Avido credo che ti sfugga qualcosa su chi era Adriano Olivetti, che assumeva sì gli ingegneri, ma anche gli uomini di cultura. Almeno per un periodo le sue aziende cercavano di produrre innovazione in tutti i campi e non solo in quello strettamente tecnologico.
Dunque "preferiva assumere" va letto come "assumeva 100 ingegneri e 10 letterati, ma quando assumeva i letterati lo faceva con più gioia" ?
Tornare in alto Andare in basso
Daria16



Messaggi : 263
Data d'iscrizione : 29.02.16

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 4:10 pm

avidodinformazioni ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Però Avido credo che ti sfugga qualcosa su chi era Adriano Olivetti, che assumeva sì gli ingegneri, ma anche gli uomini di cultura. Almeno per un periodo le sue aziende cercavano di produrre innovazione in tutti i campi e non solo in quello strettamente tecnologico.
Dunque "preferiva assumere" va letto come "assumeva 100 ingegneri e 10 letterati, ma quando assumeva i letterati lo faceva con più gioia" ?

no, magari lo faceva con scopi diversi, semplicemente.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 288
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 4:36 pm

Gli albori dell informatica erano i progettisti di Enigma,e la controparte, i matematici polacchi e quelli che svilupparono la Bomba elettromeccanica a Bletchery Park. Alan Turing in testa.
Erano quelli che sviluppano calcolatori per risolvere le equazioni differenziali della balistica dei cannoni montati sulle navi.quelli che sviluppavano i computer integratori che dai dati delle piattaforme inerziale guidavano i primi missili ICBM.
NESSUNO dei sopraccitati era un filosofo.
Werner von Braun non era un filosofo..
Che l Olivetti assumesse laureati in filosofia non lo metto in dubbio,nelle aziende non ci sono solo ingegneri. Ma cosa c entrano i calcolatori?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 4:36 pm

Daria16 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Però Avido credo che ti sfugga qualcosa su chi era Adriano Olivetti, che assumeva sì gli ingegneri, ma anche gli uomini di cultura. Almeno per un periodo le sue aziende cercavano di produrre innovazione in tutti i campi e non solo in quello strettamente tecnologico.
Dunque "preferiva assumere" va letto come "assumeva 100 ingegneri e 10 letterati, ma quando assumeva i letterati lo faceva con più gioia" ?

no, magari lo faceva con scopi diversi, semplicemente.
"preferire" se non è inventato significherà qualcosa no ?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 5:55 pm

Quello che forse non si capisce (o non si vuole capire) è che ai tempi in cui la nostra scuola superiore era un'eccellenza ammirata in tutto il mondo, gli ingegneri e gli scienziati che erano passati attraverso essa, potevano vantare anche una cultura umanistica di ottimo livello.
Per cui, sicuramente il latino, il greco e la filosofia non sono mai stati un ostacolo per lo studio universitario delle discipline scientifiche e ingegneristiche.
Personalmente sono anche dell'idea che una buona formazione umanistica fornisca, in termini di forma mentis, un valido ausilio per approcciarsi agli studi scientifici o ingegneristici.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 288
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 6:05 pm

Se non erro,ai tempi di olivetti solo con il liceo potevi iscriverti alla università. .il che spiega tutto
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 6:12 pm

Che una buona formazione umanistica possa essere auspicabile è indubbio.

Che possa essere utile non è dimostrato, ma è plausibile.

Che possa essere propedeutica, utile, magari necessaria alla carriera scientifica non è dimostrato e non è ragionevole, quindi chi fa marketing in favore del latino e del greco farebbe bene a tralasciare quelle argomentazioni.

Nella pubblicità normale se dici "l'acqua del latino fa fare plin plin" nessuno ti rompe le balle, nella pubblicità comparativa se dici "l'acqua del latino fa fare più plin plin dell'acqua della matematica ed della fisica" allora qualcuno si ribella.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 6:30 pm

Masaniello ha scritto:
Se non erro,ai tempi di olivetti solo con il liceo potevi iscriverti alla università. .il che spiega tutto

Questo è vero solo in parte.
L'accesso all'università era completamente libero solo per i diplomati del classico e quasi libero per quelli dello scientifico.
Questo non significa però che esistesse una preclusione totale per i diplomati dei tecnici, i quali potevano iscriversi liberamente a taluni corsi di laurea strettamente legati al diploma conseguito (es. col diploma di ragioniere si poteva fare economia e commercio, con quello di perito agrario in agraria) o iscriversi a certe altre facoltà previo superamento di un esame di ammissione.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Mer Nov 30, 2016 6:47 pm

Ho trovato qualche riferimento legislativo più preciso.

La riforma Gentile prevedeva che:

I licenziati dalle scuole quinquennali dell'ordine superiore possono accedere: i licenziati dal Liceo classico: alle Facoltà di lettere e filosofia, di giurisprudenza, di scienze politiche, senza esame; e a tutte le altre Facoltà tranne quella di magistero da cui sono esclusi, con esame integrativo; i licenziati dal Liceo scientifico: alle Facoltà di giurisprudenza, di scienze politiche, di economia e commercio con esame integrativo; a tutte le altre Facoltà - tranne quelle di lettere e filosofia e di magistero, da cui sono esclusi - senza esami; i licenziati dall'Istituto magistrale: alla Facoltà di magistero, previo esame di concorso, ed inoltre alla Facoltà di economia e commercio per la laurea in lingue e letterature straniere, senza esami; i licenziati dall'Istituto tecnico commerciale: alle Facoltà di economia e commercio e di scienze statistiche demografiche e attuariali, senza esami; alla Facoltà di scienze politiche, con esame integrativo. I licenziati dagli Istituti professionali quadriennali, dopo un quinquennio dal conseguimento della licenza, dalla Scuola media e con esame d'integrazione, possono accedere: i periti agrari: alla Facoltà di agraria e inoltre alla Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali per le lauree in scienze naturali e scienze biologiche;


Il Regio Decreto 1592 del 1933 (testo unico delle leggi sull'istruzione superiore) prevedeva, all'articolo 143:

Coloro che hanno superato l'esame di maturità classica possono essere iscritti presso
tutte le Facoltà e Scuole.
Coloro che hanno superato l'esame di maturità scientifica ed i giovani che hanno
conseguito il diploma del liceo tecnico "Moorat Raphae" di Venezia possono essere iscritti
presso ogni Facoltà, eccezion fatta per le Facoltà di giurisprudenza e di lettere e filosofia.Coloro, peraltro, che hanno superato l'esame di maturità nei licei scientifici italiani
all'estero e nel regio Istituto d'istruzione media di Bengasi possono essere iscritti in tutte le
Facoltà; ed uguale diritto compete ai giovani delle Isole italiane dell'Egeo, che hanno
superato l'esame di maturità scientifica nelle Regie scuole medie di Rodi.
Coloro che hanno superato l'esame di maturità artistica possono essere iscritti alle Facoltà
di architettura.
Coloro che hanno conseguito il diploma di abilitazione per i provenienti dagli Istituti tecnici
agrari possono essere iscritti alle Facoltà di agraria, previo esame di cultura generale, da
sostenersi con le norme che saranno indicate per regolamento.
Coloro che ha nno conseguito il diploma di abilitazione per i provenienti dagli Istituti tecnici
agrari, industriali, nautici, commerciali e per geometri possono essere iscritti alla Facoltà di
scienze economiche e commerciali.



Con la legge 686 del 1961 venne previsto quanto segue:

Possono iscriversi:
   alle  Facolta'  di  scienze  agrarie:  i diplomati degli Istituti
tecnici agrari e per geometri;
   alle  Facolta'  di  scienze  matematiche,  fisiche  e naturali: i
diplomati  degli  Istituti tecnici industriali, nautici, agrari e per
geometri;
   alle Facolta' di economia e commercio: i diplomati degli Istituti
tecnici commerciali e per geometri, industriali, nautici e agrari;
   alle  Facolta'  di  lingue  e letterature straniere dell'Istituto
universitario di Venezia e all'Istituto superiore orientale di Napoli
per  la  laurea  in  lingue,  letterature  e  istituzioni dell'Europa
orientale   e   per  quella  in  lingue,  letterature  e  istituzioni
dell'Europa  occidentale:  i diplomati degli istituti tecnici di ogni
tipo,  compresi  gli Istituti tecnici femminili, nonche' le diplomate
della scuola di Magistero professionale per la donna;
   alle  Facolta'  di ingegneria: i diplomati degli Istituti tecnici
industriali, nautici, e per geometri;
   alle  Facolta' di scienze statistiche, demografiche e attuariali:
i  diplomati  degli  Istituti  tecnici  commerciali  e  per geometri,
agrari, industriali e nautici;
   all'istituto  universitario  navale  di Napoli: i diplomati degli
Istituti  tecnici  nautici,  industriali,  agrari,  commerciali e per
geometri.


Nel 1968 infine ci fu la liberalizzazione degli accessi alle facoltà universitarie e venne introdotto l'anno integrativo negli istituto magistrali.
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 1134
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 7:02 am

ushikawa ha scritto:
Pero' Avido credo che ti sfugga qualcosa su chi e' stato Adriano Olivetti, che assumeva oltre gli ingegneri anche uomini di cultura umanistica. Almeno per un periodo le sue aziende hanno cercato di produrre innovazione in tutti i campi e non solo in quello strettamente tecnologico.
mi aggiungo anche io: la storia della Olivetti e' stata qualcosa di grandioso (per spiegare perche' e' finita serve un libro non e' possibile in poche righe)
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 8:41 am

avidodinformazioni ha scritto:
Che una buona formazione umanistica possa essere auspicabile è indubbio.

Che possa essere utile non è dimostrato, ma è plausibile.

Che possa essere propedeutica, utile, magari necessaria alla carriera scientifica non è dimostrato e non è ragionevole, quindi chi fa marketing in favore del latino e del greco farebbe bene a tralasciare quelle argomentazioni.

Nella pubblicità normale se dici "l'acqua del latino fa fare plin plin" nessuno ti rompe le balle, nella pubblicità comparativa se dici "l'acqua del latino fa fare più plin plin dell'acqua della matematica ed della fisica" allora qualcuno si ribella.

Prima domanda: tu hai fatto latino e puoi dare un'opinione sulla tua formazione?

Non esiste paragone su chi fa latino e chi non lo fa, chi viene preparato meglio... o peggio nei vari ambiti, sono scelte. Tu non l'hai fatta. Pazienza. Non succede nulla. Lascialo fare a chi vuole ed è  in grado di farlo. Tanto in definitiva sia gli uni che gli altri vanno avanti comunque.
Tornare in alto Andare in basso
Tornado



Messaggi : 534
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 12:45 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Che una buona formazione umanistica possa essere auspicabile è indubbio.

Che possa essere utile non è dimostrato, ma è plausibile.

Che possa essere propedeutica, utile, magari necessaria alla carriera scientifica non è dimostrato e non è ragionevole, quindi chi fa marketing in favore del latino e del greco farebbe bene a tralasciare quelle argomentazioni.

Nella pubblicità normale se dici "l'acqua del latino fa fare plin plin" nessuno ti rompe le balle, nella pubblicità comparativa se dici "l'acqua del latino fa fare più plin plin dell'acqua della matematica ed della fisica" allora qualcuno si ribella.
ma cosa c'entra?
Tu sei in grado di dimostrare che invece la formazione non umanistica (quale sarebbe?) è utile?
Per fare cosa poi?
se da ragazzo ti mettevano 3 in latino, non significa che non serva, così come il greco.
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta



Messaggi : 347
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 1:21 pm

Pare che il latino logori chi non lo sa.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 2:58 pm

Davide ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Che una buona formazione umanistica possa essere auspicabile è indubbio.

Che possa essere utile non è dimostrato, ma è plausibile.

Che possa essere propedeutica, utile, magari necessaria alla carriera scientifica non è dimostrato e non è ragionevole, quindi chi fa marketing in favore del latino e del greco farebbe bene a tralasciare quelle argomentazioni.

Nella pubblicità normale se dici "l'acqua del latino fa fare plin plin" nessuno ti rompe le balle, nella pubblicità comparativa se dici "l'acqua del latino fa fare più plin plin dell'acqua della matematica ed della fisica" allora qualcuno si ribella.

Prima domanda: tu hai fatto latino e puoi dare un'opinione sulla tua formazione?

Non esiste paragone su chi fa latino e chi non lo fa, chi viene preparato meglio... o peggio nei vari ambiti, sono scelte. Tu non l'hai fatta. Pazienza. Non succede nulla. Lascialo fare a chi vuole ed è  in grado di farlo. Tanto in definitiva sia gli uni che gli altri vanno avanti comunque.
Se la professoressa Basta non ha mai fatto scienza (e tecnica) possiamo zittirla come vorresti fare tu con me e dirgli "sei scienziata tu ? Ed allora che cazzo ne sai di cosa serva per diventare scienziati ed ingegneri ?"

Possiamo ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 3:01 pm

Cloretta ha scritto:
Pare che il latino logori chi non lo sa.
La mia è filantropia, io ho a cuore il futuro dei ragazzi e vorrei che scegliessero latino e greco solo se consapevoli di cosa riceveranno; non voglio che li si illuda come farebbe un qualunque imbonitore da quattro soldi che parla bene del latino solo per conservare il proprio posto di lavoro (al liceo).
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 3:03 pm

Tornado ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Che una buona formazione umanistica possa essere auspicabile è indubbio.

Che possa essere utile non è dimostrato, ma è plausibile.

Che possa essere propedeutica, utile, magari necessaria alla carriera scientifica non è dimostrato e non è ragionevole, quindi chi fa marketing in favore del latino e del greco farebbe bene a tralasciare quelle argomentazioni.

Nella pubblicità normale se dici "l'acqua del latino fa fare plin plin" nessuno ti rompe le balle, nella pubblicità comparativa se dici "l'acqua del latino fa fare più plin plin dell'acqua della matematica ed della fisica" allora qualcuno si ribella.
ma cosa c'entra?
Tu sei in grado di dimostrare che invece la formazione non umanistica (quale sarebbe?) è sia utile?
Per fare cosa poi?
se da ragazzo ti mettevano 3 in latino, non significa che non serva, così come il greco.
mai preso un'insufficienza di latino in vita mia.

No, non sono in grado di dimostrare che la formazione non umanistica sia utile; non sono in grado di dimostrare che le scienze e le tecnologie servano a qualcosa; sono un coglione.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 3:14 pm

Cloretta ha scritto:
Pare che il latino logori chi non lo sa.

Non solo.

Don Milani il latino lo conosceva molto bene, come del resto tutti i sacerdoti che hanno fatto il seminario prima del Concilio Vaticano II.
Allo stesso modo conoscevano bene il latino coloro che in parlamento votarono per la sua cancellazione dalla scuola media.
Anche Luigi Berlinguer a suo tempo studiò bene il latino, questo però non gli impedito di affermare, da ministro della pubblica istruzione, che il liceo classico "corrompe i giovani".

La polemica pertanto è puramente ideologica e si articola su due fronti distinti che però convergono su una stessa idea: abolire lo studio del latino anche nella scuola superiore:

Al primo gruppo appartengono coloro che un tempo sostenevano il sei politico e che oggi pretendono il "successo formativo garantito", al secondo i cultori della "scuola azienda" e del "sapere utile".

Bollando il latino come materia inutile si fanno contenti i cultori di questi due punti di vista che, a dispetto dell'apparente diversità, riescono benissimo a convivere nella scuola dell'autonomia.

Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 3:23 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Cloretta ha scritto:
Pare che il latino logori chi non lo sa.
La mia è filantropia, io ho a cuore il futuro dei ragazzi e vorrei che scegliessero latino e greco solo se consapevoli di cosa riceveranno; non voglio che li si illuda come farebbe un qualunque imbonitore da quattro soldi che parla bene del latino solo per conservare il proprio posto di lavoro (al liceo).

E quindi, siccome la scuola italiana è piena di studenti che non capiscono un tubo di matematica, dovremmo rendere facoltativa anche questa materia in nome di un malinteso senso di filantropia?

Il problema non è quello di essere consapevoli o meno, ma quello di mettersi in testa che certe materie necessitano di un diverso approccio allo studio.

Molti studenti si iscrivono a un istituto tecnico a indirizzo informatico convinti che fare informatica significhi saper usare word, power point e qualche programma per montare video.

In terza si trovano poi a fare programmazione e non capiscono più un'acca.

Sono stati ingannati?

No, semplicemente pensavano di vincere facile.

Per imparare a usare power point basta "smanettare", per imparare a programmare bisogna fermarsi, pensare, riflettere, studiare, astrarre...
Questa è la differenza.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 3:49 pm

comp_xt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Cloretta ha scritto:
Pare che il latino logori chi non lo sa.
La mia è filantropia, io ho a cuore il futuro dei ragazzi e vorrei che scegliessero latino e greco solo se consapevoli di cosa riceveranno; non voglio che li si illuda come farebbe un qualunque imbonitore da quattro soldi che parla bene del latino solo per conservare il proprio posto di lavoro (al liceo).

E quindi, siccome la scuola italiana è piena di studenti che non capiscono un tubo di matematica, dovremmo rendere facoltativa anche questa materia in nome di un malinteso senso di filantropia?

Il problema non è quello di essere consapevoli o meno, ma quello di mettersi in testa che certe materie necessitano di un diverso approccio allo studio.

Molti studenti si iscrivono a un istituto tecnico a indirizzo informatico convinti che fare informatica significhi saper usare word, power point e qualche programma per montare video.

In terza si trovano poi a fare programmazione e non capiscono più un'acca.

Sono stati ingannati?

No, semplicemente pensavano di vincere facile.

Per imparare a usare power point basta "smanettare", per imparare a programmare bisogna fermarsi, pensare, riflettere, studiare, astrarre...
Questa è la differenza.
Scegliere il latino in maniera consapevole significa dire: voglio leggere gli antichi testi senza intermediari, voglio apprezzare le poesie latine che tradotte non rendono, voglio lavorare tra le antichità e voglio poter leggere quello che c'è scritto sopra, amo le lingue, tutte le lingue, e voglio imparare le origini della nostra e di quelle vicine alla nostra.

Questa è cosa buona e giusta.

Farsi imbonire sul latino significa credere a chi ti dice che 3 ore di latino ti fanno diventare più intelligente di 3 ore di tedesco, o di 3 ore di matematica o di 3 ore di "C"; credere a chi ti dice che se vuoi fare scienza ai massimi livelli non potrai farlo senza conoscere il latino; credere a chi ti dice che se vuoi lavorare alla Microsoft o alla Apple (le Olivetti di oggi) è meglio che sul curriculum tu scriva di aver studiato latino.

Questa è truffa.

Quanto alla matematica, alle scienze ed alle tecnologie, eccetto la matematica queste sono tutte già facoltative, basta non scegliere determinati percorsi di studio.
La matematica è invece obbligatoria, ad un livello alto un po' ovunque e mi sono già espresso più volte a riguardo: non dovrebbe essere così, non ovunque.

Quanti articoli leggi su OS del tenore "studiare matematica fa diventare alti e biondi, studiare elettronica fa leggere il pensiero, studiare fisica permette di teletrasportarsi" ?
Io ne ho letti molti del tenore "con il latino vi assumono di più, con il latino diventate più intelligenti, senza latino non sarete mai persone speciali".

Lo so, dire che l'acqua Rocchetta disseta come le altre acque (vero e basta) non fa vendere, dire che depura (vero ma tendenzioso) sì

Dire che il latino è bello e per qualcuno utile non attira iscritti, dire che ti trasformerà in meglio, più di ogni altra disciplina invece qualche ingenuo lo attira.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 4:34 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Scegliere il latino in maniera consapevole significa dire: voglio leggere gli antichi testi senza intermediari, voglio apprezzare le poesie latine che tradotte non rendono, voglio lavorare tra le antichità e voglio poter leggere quello che c'è scritto sopra, amo le lingue, tutte le lingue, e voglio imparare le origini della nostra e di quelle vicine alla nostra.

Questa è cosa buona e giusta.

Farsi imbonire sul latino significa credere a chi ti dice che 3 ore di latino ti fanno diventare più intelligente di 3 ore di tedesco, o di 3 ore di matematica o di 3 ore di "C"; credere a chi ti dice che se vuoi fare scienza ai massimi livelli non potrai farlo senza conoscere il latino; credere a chi ti dice che se vuoi lavorare alla Microsoft o alla Apple (le Olivetti di oggi) è meglio che sul curriculum tu scriva di aver studiato latino.

Questa è truffa.

Quanto alla matematica, alle scienze ed alle tecnologie, eccetto la matematica queste sono tutte già facoltative, basta non scegliere determinati percorsi di studio.
La matematica è invece obbligatoria, ad un livello alto un po' ovunque e mi sono già espresso più volte a riguardo: non dovrebbe essere così, non ovunque.

Quanti articoli leggi su OS del tenore "studiare matematica fa diventare alti e biondi, studiare elettronica fa leggere il pensiero, studiare fisica permette di teletrasportarsi" ?
Io ne ho letti molti del tenore "con il latino vi assumono di più, con il latino diventate più intelligenti, senza latino non sarete mai persone speciali".

Lo so, dire che l'acqua Rocchetta disseta come le altre acque (vero e basta) non fa vendere, dire che depura (vero ma tendenzioso) sì

Dire che il latino è bello e per qualcuno utile non attira iscritti, dire che ti trasformerà in meglio, più di ogni altra disciplina invece qualche ingenuo lo attira.

Avido, la scuola italiana è piena di specchietti per le allodole e, sinceramente, non mi pare che il latino non sia la disciplina più gettonata in tal senso.

Tanto per fare un esempio: https://www.jobijoba.it/consigli-lavoro/rassegna-web/droni-costruiti-a-scuola

Sai qual è invece il problema?

È il fatto che i docenti di latino abbassano gli obiettivi essendo consapevoli che se calcano troppo la mano il 90% dei loro studenti finirebbe per iscriversi alle scienze applicate, al linguistico o allo sportivo.

In molte scuole al triennio non si traduce quasi più e si fa letteratura latina su testi tradotti in lingua italiana.

Al biennio si tira a campare.

Sento colleghi del biennio dire cose del tipo: "Ha grosse difficoltà nello scritto, ma quando lo interrogo all'orale prende anche otto perché studia le regole. Per questo gli do globalmente sei".

o, ancora peggio, "Quando lo interrogato sapeva le regole ma poi, siccome è dsa, si dimentica presto di quello che ha studiato per cui il giorno della verifica scritta aveva rimosso tutto".

Ma porca miseria, a che serve conoscere a memoria le declinazioni, i verbi e le regole della sintassi latina se poi non si è in grado di tradurre una versione?
E che senso ha studiare una cosa se poi non rimane nulla in testa?
Tornare in alto Andare in basso
bourbaki



Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 26.07.14

MessaggioOggetto: Re: Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta   Gio Dic 01, 2016 6:33 pm

Due considerazioni: la prima è che suggerirei ai colleghi di greco e latino, delle quali ho la più profonda stima, di smetterla di svilire e banalizzare le loro stesse materie e di recuperare il rigore che era proprio dello studio delle lingue classiche, invece di lanciarsi in improbabili marchette da imbonitori televisivi. La seconda sinché alcuni personaggi, che non ritengo per nulla rappresentativi di una categoria di insegnanti, continueranno a parlare del latino, del greco, o di qualunque altra materia, in termini propedeutici allo studio di altre materie ne certificheranno inconsapevolmente l'inferiorità e otterranno risultati opposti a quelli voluti.
Tornare in alto Andare in basso
 
Come tacere ? Il latino ed il greco sembra siano alla frutta
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» A volte, come oggi, mi sembra di vivere un sogno
» tanti auguri ciocco-latino
» mi sembra di vivere la vita di un' altra
» A volte mi sembra tutto cosi' irreale....
» LAZIO - ROMA - EUROPEAN HOSPITAL - Scheda

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: