Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 La nuova Ministra Fedeli

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: La nuova Ministra Fedeli   Lun Dic 12, 2016 6:47 pm

Promemoria primo messaggio :

Chi è? Che fa?
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1140
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Sab Dic 17, 2016 5:52 pm

@paniscus_2.0 mi riferivo a quest affermazione: "Non sarebbe stato più sensato metterci un laureato/laureata del PD che , magari, in questi anni si era occupato/a dei problemi della scuola???" ...la puglisi è laureata e in questi anni si è occupata di scuola, essendo (purtroppo) la responsabile scuola del PD
Torna in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Sab Dic 17, 2016 6:41 pm

ma che vergogna.....non è possibile che abbiamo un ministro dell'Istruzione che non ha nemmeno la maturità
Torna in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 731
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Sab Dic 17, 2016 8:47 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
eragon ha scritto:
1)Esistono dei criteri oggettivi per misurare le performance di una scuola...vi sono società private che fanno questo di mestiere. Se ci fosse la volontà politica per farlo si farebbe,

Questo auspicio è assolutamente da delirio... e trovo vergognoso che un insegnante di scuola pubblica lo consideri come un modello virtuoso augurabile.

eragon ha scritto:
2)Non è assolutamente vero che le scuola dove si boccia poco, dove non si danno insufficienze, dove non si rimandino gli allievi siano le scuola "più gettonate". Almeno nella mia provincia, ma credo sia un fatto che abbia assunto rilevanza nazionale, il boom delle iscrizioni le fanno i licei, forse perchè sono oramai le uniche poche scuola in cui i genitori mandano i figli sapendo che "studieranno davvero"?

Aggiornati: nei licei si boccia molto meno che nei tecnici e nei professionali più infami... innanzi tutto, perché si ha molta più paura dei ricorsi, e poi perché l'orda dei colleghi mammisti-buonisti-inclusivi che SI IDENTIFICANO personalmente con le famiglie degli allievi e si sbracciano per aiutarli perché li considerano tutti propri figli o propri nipoti, è molto più scatenata.

Quindi, se anche fosse vero che "il boom delle iscrizioni li fanno i licei", sarebbe per il motivo esattamente opposto rispetto a qeullo che pensi tu: perché al liceo ti coccolano, ti proteggono, ti sommergono di aiutini, di sconti e di abbracci, mentre in certi tecnici o professionali ti boccerebbero senza pietà.

Davvero non lo sapevi?   Sapévilo!       : -)

Vergognoso cosa? Che ci sia un criterio oggettivo di valutazione degli apprendimenti e dei risultati conseguiti da una scuola? Prima parli di autoreferenzialità, poi quando ti si propone la soluzione inorridisci?
Si, credo che se il dirigente sceglie la squadra allora il dirigente, come accade nel calcio (uso il linguaggio Renziano), quando la squadra va male paga il "selezionatore". E per vedere se la squadra va male voglio dei criteri oggettivi e voglio tanto di società specializzate esterne o attraverso strumenti oggettivi e non raggirabili.
Io trovo vergognoso che tu possa inorridire così tanto all'idea che i processi e i risultati dell'azione di insegnamento-apprendimento vengano valutati!!!
Sulla tua ipotesi del piffero dei liceali coccolati, be limitati alla tua esperienza di vita, nei licei dove ho insegnato li bocciavamo eccome e non avevamo tutta questa paura dei ricorsi...dovresti aggiornarti tu o aprire maggiormente i tuoi orizzonti conoscitivi. Al contrario, nei tecnici e nei professionali dove ho insegnato, spesso non bocciavamo proprio perchè "ultima spiaggia", ovvero dopo di noi c'era solo da mandarli in strada.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Sab Dic 17, 2016 9:11 pm

eragon ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
eragon ha scritto:
1)Esistono dei criteri oggettivi per misurare le performance di una scuola...vi sono società private che fanno questo di mestiere. Se ci fosse la volontà politica per farlo si farebbe,

Questo auspicio è assolutamente da delirio... e trovo vergognoso che un insegnante di scuola pubblica lo consideri come un modello virtuoso augurabile.

eragon ha scritto:
2)Non è assolutamente vero che le scuola dove si boccia poco, dove non si danno insufficienze, dove non si rimandino gli allievi siano le scuola "più gettonate". Almeno nella mia provincia, ma credo sia un fatto che abbia assunto rilevanza nazionale, il boom delle iscrizioni le fanno i licei, forse perchè sono oramai le uniche poche scuola in cui i genitori mandano i figli sapendo che "studieranno davvero"?

Aggiornati: nei licei si boccia molto meno che nei tecnici e nei professionali più infami... innanzi tutto, perché si ha molta più paura dei ricorsi, e poi perché l'orda dei colleghi mammisti-buonisti-inclusivi che SI IDENTIFICANO personalmente con le famiglie degli allievi e si sbracciano per aiutarli perché li considerano tutti propri figli o propri nipoti, è molto più scatenata.

Quindi, se anche fosse vero che "il boom delle iscrizioni li fanno i licei", sarebbe per il motivo esattamente opposto rispetto a qeullo che pensi tu: perché al liceo ti coccolano, ti proteggono, ti sommergono di aiutini, di sconti e di abbracci, mentre in certi tecnici o professionali ti boccerebbero senza pietà.

Davvero non lo sapevi?   Sapévilo!       : -)

Vergognoso cosa? Che ci sia un criterio oggettivo di valutazione degli apprendimenti e dei risultati conseguiti da una scuola? Prima parli di autoreferenzialità, poi quando ti si propone la soluzione inorridisci?
Si, credo che se il dirigente sceglie la squadra allora il dirigente, come accade nel calcio (uso il linguaggio Renziano), quando la squadra va male paga il "selezionatore". E per vedere se la squadra va male voglio dei criteri oggettivi e voglio tanto di società specializzate esterne o attraverso strumenti oggettivi e non raggirabili.
Io trovo vergognoso che tu possa inorridire così tanto all'idea che i processi e i risultati dell'azione di insegnamento-apprendimento vengano valutati!!!
Sulla tua ipotesi del piffero dei liceali coccolati, be limitati alla tua esperienza di vita, nei licei dove ho insegnato li bocciavamo eccome e non avevamo tutta questa paura dei ricorsi...dovresti aggiornarti tu o aprire maggiormente i tuoi orizzonti conoscitivi. Al contrario, nei tecnici e nei professionali dove ho insegnato, spesso non bocciavamo proprio perchè "ultima spiaggia", ovvero dopo di noi c'era solo da mandarli in strada.

nella mia provincia, da quello che so, bocciano anche nei licei anche se di meno rispetto agli istituti tecnici e soprattutto a quelli professionali.

ho sentito dire che in alcune scuole, addirittura, le classi vengono dimezzate, soprattutto nel primo biennio.

so che lasciano la materia anche con la media del 5,5.

una volta ho saputo di una studentessa, (non ricordo che scuola frequentasse ma mi pare non fosse un liceo), che non si è presentata all' interrogazione programmata. Ha chiesto di recuperare ma l' insegnante si è rifiutata e le ha lasciato la materia.

capisco che la ragazza fosse alle superiori e non alle medie ma mi sembra esagerato, cmq, perchè l' insegnante avrebbe potuto dare un' altra possibilità.

boh, non so che dire...
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Sab Dic 17, 2016 10:27 pm

Posso sapere da dove arriva l'espressione "lasciare la materia" o "lasciare i compiti"?

Non mi sembra italiano corrente...

Per il resto: io ho lavorato sia nei licei che in certi tecnici dall'utenza molto critica, e assicuro di aver visto diplomare al liceo certi personaggi che all'agrario o al tecnico industriale non sarebbero mai arrivati in quinta, o ci sarebbero arrivati con due anni di ritardo! E sempre per gli stessi motivi, ossia che bocciare "non è opportuno", che "bocciandolo non lo aiutiamo", che "altrimenti si rischia di rovinargli l'autostima", o che "altrimenti ci renderemmo responsabili della possibilità di un abbandono scolastico".

Mai nessuno che dica la verità, ossia che in un liceo di ordinamento standard, dei quali ce ne sono cinque o sei in città e altrettanti nel circondario, si ha paura che le iscrizioni diminuiscano perché la gente va a cercarsi quello più facile e meno richiedente che sta a tre o quattro fermate di autobus di distanza, quindi bisogna dimostrare di essere una scuola facile e poco richiedente come quell'altra... mentre in un istituto tecnico o professionale di indirizzo molto specialistico, di cui ce n'è UNO SOLO in tutto la provincia, non si ha paura del calo di iscrizioni perché c'è poca concorrenza!
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Sab Dic 17, 2016 11:00 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Posso sapere da dove arriva l'espressione "lasciare la materia" o "lasciare i compiti"?

Non mi sembra italiano corrente...

Per il resto: io ho lavorato sia nei licei che in certi tecnici dall'utenza molto critica, e assicuro di aver visto diplomare al liceo certi personaggi che all'agrario o al tecnico industriale non sarebbero mai arrivati in quinta, o ci sarebbero arrivati con due anni di ritardo! E sempre per gli stessi motivi, ossia che bocciare "non è opportuno", che "bocciandolo non lo aiutiamo", che "altrimenti si rischia di rovinargli l'autostima", o che "altrimenti ci renderemmo responsabili della possibilità di un abbandono scolastico".

Mai nessuno che dica la verità, ossia che in un liceo di ordinamento standard, dei quali ce ne sono cinque o sei in città e altrettanti nel circondario, si ha paura che le iscrizioni diminuiscano perché la gente va a cercarsi quello più facile e meno richiedente che sta a tre o quattro fermate di autobus di distanza, quindi bisogna dimostrare di essere una scuola facile e poco richiedente come quell'altra... mentre in un istituto tecnico o professionale di indirizzo molto specialistico, di cui ce n'è UNO SOLO in tutto la provincia, non si ha paura del calo di iscrizioni perché c'è poca concorrenza!

il problema è proprio questo: si ha paura che i genitori trasferiscano i figli altrove, in scuole dove le bocciature sono meno frequenti
Torna in alto Andare in basso
michetta

avatar

Messaggi : 5003
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 9:56 am

Filosofo80 ha scritto:
...sono uno dei pochi a cui non interessa la storia della laurea/diploma ma interessa molto di più le sue idee sulla 107 (e sto cominciando a preoccuparmi tra l'altro)

ecco le sue idee sulla buona scuola (nella parte finale dell'intervista):
http://www.repubblica.it/scuola/2016/12/17/news/_ho_lavorato_una_vita_nel_sindacato_posso_fare_la_ministra_anche_senza_laurea_-154270891/
Torna in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9209
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 12:22 pm

mah...
un colpo al cerchio e una alla botte...
potere ai ds ma con criteri...legge da portare avanti ma con mega immissione in ruolo di maestre...
io francamente non vedo nemmeno così in negativo l'aver messo in quella posizione una persona che non si è mai occupata di scuola.
come dire...appunto...se chi se ne occupa quotidianamente ha partorito questo mezzo scempio...proviamo un esterno al problema, uno sguardo svincolato da consuetudini magari viziate dal "si è sempre fatto così andiamo avanti ecc".
ma non riesco a perdonarle l'aver raccontato/scritto panzane.
proprio non ci riesco.
e dire che umanamente so quanto possa pesare il non aver conseguito un titolo di studio...
mia madre, terza elementare, 75 anni, ancora oggi se le chiedono che scuole ha fatto ai suoi tempi...risponde "terza media". in automatico.
ma mia madre mica fa la ministra cribbio.
Torna in alto Andare in basso
miranda



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 30.08.10

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 12:28 pm

Non mi sembra che la ministra possa considerare un titolo valido al suo ruolo l'aver lavorato nel sindacato. A prescindere che era un sindacato tessile, quindi molto diverso da un sindacato scuola, personalmente ritengo che i sindacalisti abbiano ben poco da vantarsi negli ultimi 10 anni. Nella scuola hanno accettato le più assurde riforme, non hanno mai indetto manifestazioni tali che potessero mettere i governi con le spalle al muro per gli aumenti stipendiali e hanno lasciato che le categorie scuola fossero ridotte alla indigenza. Fanno sciopero solo i prefestivi, cosicché i genitori possano additare i docenti come vagabondi, difendono i singoli incapaci e lavativi, ma mai la categoria...Come avrete capito sono veramente schifata dai sindacati. Al momento sono un funzionario statale, quindi posso esprimere solo poche idee personali e spesso sotto nickname, ma aspetto con ansia la pensione (sono tra i pochi fortunati che hanno potuto riscattare tutto a poco prezzo e ho 42 anni di servizio senza aver raggiunto i 67 di età) per potermi muovere liberamente.
Torna in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9209
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 12:35 pm

e dopo...
miranda alla riscossaaaaaaaa
ehhehehe


effettivamente un sindacalista oggi dovrebbe dirlo sussurrando, con aria mesta e un tono quasi da vergogna.
ecco forse sarebbe stato meglio mentire negando d'aver fatto la sindacalista...
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1140
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 12:48 pm

È quello che penso anch'io tellina: se gli "esperti" di scuola hanno combinato tutti quei danni, magari una persona "ignorante" (nel senso che ignora) di scuola potrebbe andarci piano... per il resto sono d'accordo con Miranda,anche se per la 107 i sindacati hanno comunque protestato. Il problema è che non hanno più molto seguito...
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5980
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 2:22 pm

Ricapitolando, in principio la Fedeli era maestra d'asilo, poi ha avuto il distacco sindacale per 40 anni, poi è andata in pensione (credo di aver letto), poi ha avuto l'incarico come vicepresidente della Camera, poi come Ministro. Sarei curioso di sapere alla voce professione cosa le hanno indicato nella carta d'identità.
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 2:39 pm

royalstefano ha scritto:
Ricapitolando, in principio la Fedeli era maestra d'asilo, poi ha avuto il distacco sindacale per 40 anni, poi è andata in pensione (credo di aver letto), poi ha avuto l'incarico come vicepresidente della Camera, poi come Ministro. Sarei curioso di sapere alla voce professione cosa le hanno indicato nella carta d'identità.
Ci sarà scritto "no grazie".

E comunque di che ti lamenti ? Ha contribuito a creare occupazione: non si è presa nessun posto di lavoro per sé.
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5980
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 2:59 pm

Il distacco sindacale che orari fa? ci si autogestisce la giornata? settimana corta, rientri, rimborsi spese?
Torna in alto Andare in basso
voyeur



Messaggi : 48
Data d'iscrizione : 27.02.16

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 3:23 pm

Ho capito, voi preferite la gente con tre lauree.
Come Raffaele Marra.
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5980
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 3:37 pm

voyeur ha scritto:
Ho capito, voi preferite la gente con tre lauree.
Come Raffaele Marra.
No, ne basterebbe una "buona" (laurea). A proposito di titoli. per avere il distacco basta la licenza media presumo e magari il prescelto risulta essere anche il più titolato.
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1140
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 5:35 pm

Ho letto su tecnica della scuola che i sottosegretari all'istruzione saranno (secondo indiscrezioni) Faraone, Puglisi e Malpezzi... non ho nemmeno voglia di commentare.... Speriamo che siano solo voci...
http://m.tecnicadellascuola.it/item/26123-sottosegretari-al-miur-una-conferma-e-due-novita.html

Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 5:40 pm

Filosofo80 ha scritto:
Ho letto su tecnica della scuola che i sottosegretari all'istruzione saranno (secondo indiscrezioni) Faraone, Puglisi e Malpezzi... non ho nemmeno voglia di commentare.... Speriamo che siano solo voci...
Un governo la cui politica principale è la "continuità", dovendo sostituire un ministro è ragionevole che mantenga almeno i sottosegretari no ? Per questo considero ragionevole la conferma di Faraone; per il resto, sottosegretari tutti PD mi sembra strano.
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5952
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 5:47 pm

eragon ha scritto:

Vergognoso cosa? Che ci sia un criterio oggettivo di valutazione degli apprendimenti e dei risultati conseguiti da una scuola? Prima parli di autoreferenzialità, poi quando ti si propone la soluzione inorridisci?
Si, credo che se il dirigente sceglie la squadra allora il dirigente, come accade nel calcio (uso il linguaggio Renziano), quando la squadra va male paga il "selezionatore". E per vedere se la squadra va male voglio dei criteri oggettivi e voglio tanto di società specializzate esterne o attraverso strumenti oggettivi e non raggirabili.

I risultati del lavoro di un insegnante sono impalpabili e non di rado i frutti si vedono dopo qualche anno.

La scuola non è un'azienda. L'unico criterio oggettivo sono i test standardizzati, qualsiasi altro sistema di valutazione contiene una componente di soggettività. E quando dico "oggettivo", non intendo certo dire che sia corretto e funzionale.

Il DS non è il selezionatore di nulla, perché non è lui che assume.

Ma tu a scuola ci lavori? E da quanto?
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1140
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 6:55 pm

Hai ragione avido, che vuoi farci, io ci speravo (dammi pure dell'ingenuo).... Comunque ho capito l'andazzo... Vado a cercare i miei precedenti post con ciò che pensavo e penso della 107 e tutti gli annessi e connessi.... Ci metto meno a fare copia/incolla ;-)
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1140
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 7:01 pm

Hai ragione avido, che vuoi farci, io ci speravo (dammi pure dell'ingenuo).... Comunque ho capito l'andazzo... Vado a cercare i miei precedenti post con ciò che pensavo e penso della 107 e tutti gli annessi e connessi.... Ci metto meno a fare copia/incolla ;-)
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3243
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 9:26 pm

rita 76 ha scritto:
eragon ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
eragon ha scritto:
1)Esistono dei criteri oggettivi per misurare le performance di una scuola...vi sono società private che fanno questo di mestiere. Se ci fosse la volontà politica per farlo si farebbe,

Questo auspicio è assolutamente da delirio... e trovo vergognoso che un insegnante di scuola pubblica lo consideri come un modello virtuoso augurabile.

eragon ha scritto:
2)Non è assolutamente vero che le scuola dove si boccia poco, dove non si danno insufficienze, dove non si rimandino gli allievi siano le scuola "più gettonate". Almeno nella mia provincia, ma credo sia un fatto che abbia assunto rilevanza nazionale, il boom delle iscrizioni le fanno i licei, forse perchè sono oramai le uniche poche scuola in cui i genitori mandano i figli sapendo che "studieranno davvero"?

Aggiornati: nei licei si boccia molto meno che nei tecnici e nei professionali più infami... innanzi tutto, perché si ha molta più paura dei ricorsi, e poi perché l'orda dei colleghi mammisti-buonisti-inclusivi che SI IDENTIFICANO personalmente con le famiglie degli allievi e si sbracciano per aiutarli perché li considerano tutti propri figli o propri nipoti, è molto più scatenata.

Quindi, se anche fosse vero che "il boom delle iscrizioni li fanno i licei", sarebbe per il motivo esattamente opposto rispetto a qeullo che pensi tu: perché al liceo ti coccolano, ti proteggono, ti sommergono di aiutini, di sconti e di abbracci, mentre in certi tecnici o professionali ti boccerebbero senza pietà.

Davvero non lo sapevi?   Sapévilo!       : -)

Vergognoso cosa? Che ci sia un criterio oggettivo di valutazione degli apprendimenti e dei risultati conseguiti da una scuola? Prima parli di autoreferenzialità, poi quando ti si propone la soluzione inorridisci?
Si, credo che se il dirigente sceglie la squadra allora il dirigente, come accade nel calcio (uso il linguaggio Renziano), quando la squadra va male paga il "selezionatore". E per vedere se la squadra va male voglio dei criteri oggettivi e voglio tanto di società specializzate esterne o attraverso strumenti oggettivi e non raggirabili.
Io trovo vergognoso che tu possa inorridire così tanto all'idea che i processi e i risultati dell'azione di insegnamento-apprendimento vengano valutati!!!
Sulla tua ipotesi del piffero dei liceali coccolati, be limitati alla tua esperienza di vita, nei licei dove ho insegnato li bocciavamo eccome e non avevamo tutta questa paura dei ricorsi...dovresti aggiornarti tu o aprire maggiormente i tuoi orizzonti conoscitivi. Al contrario, nei tecnici e nei professionali dove ho insegnato, spesso non bocciavamo proprio perchè "ultima spiaggia", ovvero dopo di noi c'era solo da mandarli in strada.

nella mia provincia, da quello che so, bocciano anche nei licei anche se di meno rispetto agli istituti tecnici e soprattutto a quelli professionali.

ho sentito dire che in alcune scuole, addirittura, le classi vengono dimezzate, soprattutto nel primo biennio.

so che lasciano la materia anche con la media del 5,5.

una volta ho saputo di una studentessa, (non ricordo che scuola frequentasse ma mi pare non fosse un liceo), che non si è presentata all' interrogazione programmata. Ha chiesto di recuperare ma l' insegnante si è rifiutata e le ha lasciato la materia.

capisco che la ragazza fosse alle superiori e non alle medie ma mi sembra esagerato, cmq, perchè l' insegnante avrebbe potuto dare un' altra possibilità.

boh, non so che dire...


Anche io lascio la materia con una media di 5,5 in particolare se il trend è stato negativo. Per quanto riguarda l'interrogazione programmata, trovo che l'insegnante abbia fatto bene. La ragazza aveva assunto un impegno e non l'ha rispettato. L'unica giustificazione è una malattia reale con assenza di diversi giorni, in caso contrario non esiste una seconda opportunità.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 11:09 pm

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
eragon ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
eragon ha scritto:
1)Esistono dei criteri oggettivi per misurare le performance di una scuola...vi sono società private che fanno questo di mestiere. Se ci fosse la volontà politica per farlo si farebbe,

Questo auspicio è assolutamente da delirio... e trovo vergognoso che un insegnante di scuola pubblica lo consideri come un modello virtuoso augurabile.

eragon ha scritto:
2)Non è assolutamente vero che le scuola dove si boccia poco, dove non si danno insufficienze, dove non si rimandino gli allievi siano le scuola "più gettonate". Almeno nella mia provincia, ma credo sia un fatto che abbia assunto rilevanza nazionale, il boom delle iscrizioni le fanno i licei, forse perchè sono oramai le uniche poche scuola in cui i genitori mandano i figli sapendo che "studieranno davvero"?

Aggiornati: nei licei si boccia molto meno che nei tecnici e nei professionali più infami... innanzi tutto, perché si ha molta più paura dei ricorsi, e poi perché l'orda dei colleghi mammisti-buonisti-inclusivi che SI IDENTIFICANO personalmente con le famiglie degli allievi e si sbracciano per aiutarli perché li considerano tutti propri figli o propri nipoti, è molto più scatenata.

Quindi, se anche fosse vero che "il boom delle iscrizioni li fanno i licei", sarebbe per il motivo esattamente opposto rispetto a qeullo che pensi tu: perché al liceo ti coccolano, ti proteggono, ti sommergono di aiutini, di sconti e di abbracci, mentre in certi tecnici o professionali ti boccerebbero senza pietà.

Davvero non lo sapevi?   Sapévilo!       : -)

Vergognoso cosa? Che ci sia un criterio oggettivo di valutazione degli apprendimenti e dei risultati conseguiti da una scuola? Prima parli di autoreferenzialità, poi quando ti si propone la soluzione inorridisci?
Si, credo che se il dirigente sceglie la squadra allora il dirigente, come accade nel calcio (uso il linguaggio Renziano), quando la squadra va male paga il "selezionatore". E per vedere se la squadra va male voglio dei criteri oggettivi e voglio tanto di società specializzate esterne o attraverso strumenti oggettivi e non raggirabili.
Io trovo vergognoso che tu possa inorridire così tanto all'idea che i processi e i risultati dell'azione di insegnamento-apprendimento vengano valutati!!!
Sulla tua ipotesi del piffero dei liceali coccolati, be limitati alla tua esperienza di vita, nei licei dove ho insegnato li bocciavamo eccome e non avevamo tutta questa paura dei ricorsi...dovresti aggiornarti tu o aprire maggiormente i tuoi orizzonti conoscitivi. Al contrario, nei tecnici e nei professionali dove ho insegnato, spesso non bocciavamo proprio perchè "ultima spiaggia", ovvero dopo di noi c'era solo da mandarli in strada.

nella mia provincia, da quello che so, bocciano anche nei licei anche se di meno rispetto agli istituti tecnici e soprattutto a quelli professionali.

ho sentito dire che in alcune scuole, addirittura, le classi vengono dimezzate, soprattutto nel primo biennio.

so che lasciano la materia anche con la media del 5,5.

una volta ho saputo di una studentessa, (non ricordo che scuola frequentasse ma mi pare non fosse un liceo), che non si è presentata all' interrogazione programmata. Ha chiesto di recuperare ma l' insegnante si è rifiutata e le ha lasciato la materia.

capisco che la ragazza fosse alle superiori e non alle medie ma mi sembra esagerato, cmq, perchè l' insegnante avrebbe potuto dare un' altra possibilità.

boh, non so che dire...


Anche io lascio la materia con una media di 5,5 in particolare se il trend è stato negativo. Per quanto riguarda l'interrogazione programmata, trovo che l'insegnante abbia fatto bene. La ragazza aveva assunto un impegno e non l'ha rispettato. L'unica giustificazione è una malattia reale con assenza di diversi giorni, in caso contrario non esiste una seconda opportunità.

quando noi delle medie diciamo ai ragazzi che alle superiori non si scherza, loro non ci credono
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Dom Dic 18, 2016 11:11 pm

Filosofo80 ha scritto:
Hai ragione avido, che vuoi farci, io ci speravo (dammi pure dell'ingenuo).... Comunque ho capito l'andazzo... Vado a cercare i miei precedenti post con ciò che pensavo e penso della 107 e tutti gli annessi e connessi.... Ci metto meno a fare copia/incolla ;-)

giusto! perchè scrivere nuovamente quanto già scritto? :-)
Torna in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 1186
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioTitolo: Re: La nuova Ministra Fedeli   Lun Dic 19, 2016 9:06 am

http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/ministra-istruzione-ha-mentito/
Torna in alto Andare in basso
 
La nuova Ministra Fedeli
Torna in alto 
Pagina 12 di 14Vai alla pagina : Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14  Seguente
 Argomenti simili
-
» Krokodil, la nuova droga che divora il corpo
» ...la mia nuova strada verso un sogno
» Papa: nuova generazione di cattolici in politica
» Creazione nuova religione
» nuova pubblicità della nutella

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: