Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Consiglio: regali di natale ai propri alunni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Juventino77



Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 24.04.16

MessaggioTitolo: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Sab Dic 17, 2016 12:46 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve, chiedo scusa se posto questo topic qui ma non so dove metterlo perciò se i moderatori lo ritengono opportuno possono spostarlo dove lo ritengono utile dentro al forum, io insegno storia in classe seconda primaria e per tanto volevo chiedervi se si possono fare regali ai propri alunni o se c' è qualche legge che lo vieta, in quanto non vorrei essere frainteso ne dai miei alunni ne dai loro genitori ne dalla preside ne dalle colleghe ne dalle collaboratrici scolastiche ne da nessun altro,  e cosa mi consigliate di regalare loro e se voi lo avete fatto
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 9:58 am

Ire ha scritto:
insisto e vi infastidisco, lo so.

Ma giovannino, che non ha colpa, ci rimette per il casino generale così come noi ci rimettiamo anche senza colpa per qualsiasi cosa succeda intorno a noi.

Anche se due persone litigano in strada, e lo so è come sempre il mio modo estremo di portare esempi, noi ci rimettiamo: deve arrivare la polizia, che paghiamo noi, se poi si fanno male devono andare al ps, che paghiamo noi.........

Giovannino ci rimette, povero lui, e magari si arrabbia perchè ci rimette e comincia a parlare con quelli che fanno un po' meno casino degli altri e cerca di far loro notare l'inquinamento della situazione e magari, chissà, le cose potrebbero migliorare.  probabilmente no, ma se non si prova non lo si saprà mai.

la giustizia 'assoluta' non esiste (a parte il fatto il fatto che c' è poca giustizia in questo mondo) e ci sara sempre qualcuno che verrà punito ingiustamente; in ogni caso si cerca di fare
più giustizia possibile


Ultima modifica di rita 76 il Lun Dic 19, 2016 9:59 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 9:59 am

Qui a Torino, in periferia, c'è la raccolta differenziata e sono previste pesanti sanzioni se viene fatta male; nulla da dire.
Se nel cassonetto del condominio A viene trovato materiale inadeguato, in assenza di un colpevole viene multato tutto il condominio; io me ne fotto, tanto abito dove questo problema non c'è, ma se riguardasse me, se venissi multato per qualcosa che non ho fatto, farei fuoco e fiamme.
Primo il condominio non è una persona giuridica (e non lo è neanche la classe) quindi non è multabile
Secondo i condomini non ricevono alcuna notifica e non possono quindi mettere in atto nessuna azione di controllo (e la nota di classe riguarda anche gli assenti)
Terzo è l'ente di raccolta che ha il potere di individuare i trasgressori, può installare telecamere, sensori di movimento, radar, spettroscopi, basta che apra il portamonete; se non lo fa è colpa sua (ed il docente può stare più attento, filmare la classe, imporsi se ha le palle per farlo).
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 10:01 am

rita 76 ha scritto:
Ire ha scritto:
insisto e vi infastidisco, lo so.

Ma giovannino, che non ha colpa, ci rimette per il casino generale così come noi ci rimettiamo anche senza colpa per qualsiasi cosa succeda intorno a noi.

Anche se due persone litigano in strada, e lo so è come sempre il mio modo estremo di portare esempi, noi ci rimettiamo: deve arrivare la polizia, che paghiamo noi, se poi si fanno male devono andare al ps, che paghiamo noi.........

Giovannino ci rimette, povero lui, e magari si arrabbia perchè ci rimette e comincia a parlare con quelli che fanno un po' meno casino degli altri e cerca di far loro notare l'inquinamento della situazione e magari, chissà, le cose potrebbero migliorare.  probabilmente no, ma se non si prova non lo si saprà mai.

la giustizia 'assoluta' non esiste (a parte il fatto il fatto che c' è poca giustizia in questo mondo) e ci sara sempre qualcuno che verrà punito ingiustamente; in ogni caso si cerca di fare
più giustizia possibile
La nostra costituzione è garantista; giusto o sbagliato che sia si preferisce lasciare impunito il "cattivo" piuttosto che punire il "buono"; la nota di classe va in direzione opposta.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 10:04 am

rita 76 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
giustizia sommaria

esatto ma più di così non si può; la soluzione alternativa sarebbe quella di non metterla a nessuno ma già questa sarebbe un' ingiustizia perché chi la merita è giusto che la riceva/prenda
Come ho scritto sopra la cosa che faccio io è punirne uno (o più), il peggiore.

Se si riesce ad instaurare una gara a non essere il peggiore, diventano tutti splendidi.

Purtroppo non si riesce, ma questo è un altro discorso.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 11:24 am

avidodinformazioni ha scritto:
Qui a Torino, in periferia, c'è la raccolta differenziata e sono previste pesanti sanzioni se viene fatta male; nulla da dire.
Se nel cassonetto del condominio A viene trovato materiale inadeguato, in assenza di un colpevole viene multato tutto il condominio; io me ne fotto, tanto abito dove questo problema non c'è, ma se riguardasse me, se venissi multato per qualcosa che non ho fatto, farei fuoco e fiamme.
Primo il condominio non è una persona giuridica (e non lo è neanche la classe) quindi non è multabile
Secondo i condomini non ricevono alcuna notifica e non possono quindi mettere in atto nessuna azione di controllo (e la nota di classe riguarda anche gli assenti)
Terzo è l'ente di raccolta che ha il potere di individuare i trasgressori, può installare telecamere, sensori di movimento, radar, spettroscopi, basta che apra il portamonete; se non lo fa è colpa sua (ed il docente può stare più attento, filmare la classe, imporsi se ha le palle per farlo).
Questa situazione, che danneggia tutti, ha possibilità di essere corretta solo se ognuno si assume la responsabilità, anche, di non danneggiare gli altri.

La stessa cosa in classe, dove però tutti ricevono la notifica del danno e hanno concrete possibilità di limitare il compagno dannoso.

O quanto meno di lasciarlo fare da solo.   E se fa casino uno è molto meglio che se fanno casino tutti.   verso quell'uno sarà più semplice intervenire.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 11:31 am

Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Qui a Torino, in periferia, c'è la raccolta differenziata e sono previste pesanti sanzioni se viene fatta male; nulla da dire.
Se nel cassonetto del condominio A viene trovato materiale inadeguato, in assenza di un colpevole viene multato tutto il condominio; io me ne fotto, tanto abito dove questo problema non c'è, ma se riguardasse me, se venissi multato per qualcosa che non ho fatto, farei fuoco e fiamme.
Primo il condominio non è una persona giuridica (e non lo è neanche la classe) quindi non è multabile
Secondo i condomini non ricevono alcuna notifica e non possono quindi mettere in atto nessuna azione di controllo (e la nota di classe riguarda anche gli assenti)
Terzo è l'ente di raccolta che ha il potere di individuare i trasgressori, può installare telecamere, sensori di movimento, radar, spettroscopi, basta che apra il portamonete; se non lo fa è colpa sua (ed il docente può stare più attento, filmare la classe, imporsi se ha le palle per farlo).
Questa situazione, che danneggia tutti, ha possibilità di essere corretta solo se ognuno si assume la responsabilità, anche, di non danneggiare gli altri.

La stessa cosa in classe, dove però tutti ricevono la notifica del danno e hanno concrete possibilità di limitare il compagno dannoso.

O quanto meno di lasciarlo fare da solo.   E se fa casino uno è molto meglio che se fanno casino tutti.   verso quell'uno sarà più semplice intervenire.
Non stiamo parlando di una classe di angioletti con una mela marcia, stiamo parlando di una classe di 30 alunni (le classi ingestibili sono quelle più numerose) con 5 pezzi di merda, 5 fancazzisti che tendono a distrarsi, 10 ragazzi immaturi che si fanno prendere la mano, 5 bravi ragazzi con solida spina dorsale che però scelgono di farsi i fatti propri e lasciare al docente la possibilità di guadagnarsi lo stipendio (che loro non prendono) e 5 ragazzi introversi, bravissimi ma senza palle, che vivono nel terrore di essere bullizzati.

Tu metteresti la nota a tutti, anche agli ultimi 5.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 12:03 pm

a me non piace mai molto chi sceglie di farsi i fatti propri quando il suo intervento potrebbe forse cambiare qualcosa.

Tutti insieme qualcosa si fa e cinque non sono uno.  5 sono un gruppo difficilmente bullizzabile.

Per quanto io sia la prima a sostenere che le vittime vanno difese sono anche la prima, da sempre, a sostenere che non si va in paradiso a dispetto degli angeli.
le vittime possono essere difese se loro stesse fanno il primo, piccolissimo passo (e naturalmente siamo noi adulti che dobbiamo aiutarle a comprendere questo)
se stanno in disparte, se non alzano la mano dicendo: ho paura, nessuno può aiutarli.  E, lo ripeto, cinque persone che dicono che hanno paura sono cinque persone che si possono guardare in viso e dire: ma che cavolo, chi ci può fare del male?  E da qui a dire:  adesso basta ci siamo rotti di stare in questo casino... il passo è breve.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 12:35 pm

Ire ha scritto:
a me non piace mai molto chi sceglie di farsi i fatti propri quando il suo intervento potrebbe forse cambiare qualcosa.

Tutti insieme qualcosa si fa e cinque non sono uno.  5 sono un gruppo difficilmente bullizzabile.

Per quanto io sia la prima a sostenere che le vittime vanno difese sono anche la prima, da sempre, a sostenere che non si va in paradiso a dispetto degli angeli.
le vittime possono essere difese se loro stesse fanno il primo, piccolissimo passo (e naturalmente siamo noi adulti che dobbiamo aiutarle a comprendere questo)
se stanno in disparte, se non alzano la mano dicendo: ho paura, nessuno può aiutarli.  E, lo ripeto, cinque persone che dicono che hanno paura sono cinque persone che si possono guardare in viso e dire: ma che cavolo, chi ci può fare del male?  E da qui a dire:  adesso basta ci siamo rotti di stare in questo casino... il passo è breve.
Tutto in maniera rigorosamente non violenta; bellissime parole, ispirate ad un grand'uomo quale è stato Gandhi. Gandhi ha vinto e chiunque segua il suo esempio vedrà la propria causa vincere nella maniera più nobile possibile; non ho dubbi su questo (veramente) ma ...... con quanti morti ? Quanti pestaggi ? Quanti imprigionamenti ? Quante famiglie distrutte ?

Non insegnerò mai ai miei alunni a sacrificarsi per il bene superiore; al massimo gli insegnerò a pugnalare alle spalle i delinquenti, quando nessun poliziotto li vede.

Questo però nel secondo quadrimestre, per ora sono concentrato sui polinomi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 12:44 pm

No avido, non suggerisco affatto che non siano violenti (sì, a dire la verità, ma lo suggerisco a tutti)

consiglio che si guardino in viso quei 5 per ......

oppure che continuino a subire.  Ma in quel caso è giusto subiscano anche le note comunitarie.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 3:31 pm

Ire ha scritto:


le vittime possono essere difese se loro stesse fanno il primo, piccolissimo passo (e naturalmente siamo noi adulti che dobbiamo aiutarle a comprendere questo)
se stanno in disparte, se non alzano la mano dicendo: ho paura, nessuno può aiutarli. 


non è facile superare delle paure quando si ha ancora una certa immaturità causata anche dall' età. a volte capita che abbiano paura degli stessi compagni e di alcune possibili forme di bullismo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 3:42 pm

Non è facile no.  Assolutamente non lo è.
Ma non è impossibile.

E, davvero, devono solo fare il primo passo.  Quando sono si rendono conto che non sono soli tutto cambia.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57265
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Lun Dic 19, 2016 11:58 pm

avidodinformazioni ha scritto:
la nota di classe riguarda anche gli assenti

Non sono per niente d'accordo. Un assente non può ricevere una sanzione disciplinare come non può ricevere una valutazione, per ovvi motivi. Da quando c'è il registro elettronico, non è più possibile mettere una nota di classe. Bisogna metterla (anche uguale) ad ogni singolo alunno. Voglio sperare che anche il docente più sprovveduto e che non ha visto niente abbia l'accortezza di non metterla almeno agli assenti.
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9005
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mar Dic 20, 2016 7:52 am

Trovo inquietante la peraltro evidentemente necessaria sottolineatura di Dec...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mar Dic 20, 2016 8:16 am

tellina ha scritto:
Trovo inquietante la peraltro evidentemente necessaria sottolineatura di Dec...

mi era sfuggita quest' affermazione. mi ha meravigliato, Avido, in questo caso
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mar Dic 20, 2016 8:29 am

Non è che abbiamo un po' perso il senso del discorso?

In realtà, in concreto, a che e a chi servono le note?

Per come le vivo io le note servono a dare un richiamo ai ragazzi, a verbalizzare un comportamento scorretto, a segnalare il comportamento alla famiglia e a mantenere memoria documentale di comportamenti inadeguati che se diventano frequenti possono portare a sanzioni disciplinari più incisive.

Non servono ad altro.

E' chiaro che chi è assente la nota non la merita, ma il problema non sussiste:  la nota ha valore per la conseguenza che porta.  Chi, genitore o docente, darebbe conseguenza ad una nota verso un ragazzo assente?  Chi, docente, penalizzerebbe quei 5 ragazzi timorosi di cui parlava avido, anche se  sono capitati in mezzo (ripeto, a mio parere doverosamente)  ad una nota di classe?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mar Dic 20, 2016 11:06 am

Dec ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
la nota di classe riguarda anche gli assenti

Non sono per niente d'accordo. Un assente non può ricevere una sanzione disciplinare come non può ricevere una valutazione, per ovvi motivi. Da quando c'è il registro elettronico, non è più possibile mettere una nota di classe. Bisogna metterla (anche uguale) ad ogni singolo alunno. Voglio sperare che anche il docente più sprovveduto e che non ha visto niente abbia l'accortezza di non metterla almeno agli assenti.
Dunque approfondiamo:

Scrutinio finale, si sta decidendo il voto in condotta, che tra l'altro può incidere sul voto finale dell'esame di stato (in minimissima parte).
"Giovannino ha 12 note, una sua perchè è arrivato in ritardo diverse volte (magari dimenticandosi che lo accompagna papà e la nota è per il padre non per il figlio) ed 11 di classe, quindi propongo 8 e non 10".

Come si fa a sapere che Giovannino ha 11 note di casse ? Qualcuno ha un foglio Excel con le note di classe e le presenze ? Ovviamente no, si sono contate le note di classe (11) e si è aumentato il numero delle note personali a tutti allo stesso modo.

Certo questo con il registro elettronico può essere stato risolto, ma prima di affermarlo con certezza io verificherei TUTTI i registri elettronici in dotazione alle scuole.

Non vi piace l'eccezione "Giovannino era assente" ? Che ne dite di "Giovannino era in bagno" ? o di "Giovannino stava facendo un esercizio sul quaderno" ?

E se avessimo Giovannino alla lavagna interrogato, il prof che dà le spalle alla classe, la classe rumoreggia varie volte, il prof la richiama varie volte, la classe continua, il prof si rompe i coglioni e mette la nota a tutta la classe, anche a Giovannino che è interrogato (ed è presente).
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mar Dic 20, 2016 11:12 am

Ire ha scritto:
Chi, docente, penalizzerebbe quei 5 ragazzi timorosi di cui parlava avido, anche se  sono capitati in mezzo (ripeto, a mio parere doverosamente)  ad una nota di classe?
Naturalmente la nota di classe non mai ucciso nessuno, io sto benissimo e ne avrò preso una decina nella mia vita; il punto è che non uccide nessuno perchè le note stesse servono a poco, anche quando dovrebbero servire.

Raramente ho visto un ragazzo prendere una nota e trasformarsi da rompiscatole in mammoletta; mai ho visto una classe trasformarsi per una nota di classe.

Quanto a mettere nero su bianco che il docente non riesce a "tenere la classe" io ci penserei su due volte.
Tornare in alto Andare in basso
Online
giovanna onnis

avatar

Messaggi : 18834
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mar Dic 20, 2016 4:55 pm

Avido tutto ciò che dici dimostra chiaramente che le note di classe non servono a niente. Se nota deve essere messa va scritta, a parer mio, con nome e cognome degli studenti che si meritano di essere sanzionati.
Ti parla una che in 30 anni di servizio non ha mai utilizzato la nota se non in rarissimi casi che posso contare con le dita di una mano e si è trattato di note individuali
La nota alla classe serve a fare di tutta l'erba un fascio, coinvolgendo nella sanzione anche studenti che non lo meritano.
In che modo gli studenti che meritano la nota possono assumersi le loro responsabilità se nella "punizione" vengono coinvolti tutti?

Sono del parere che il docente che scrive una nota a carico di tutta la classe commetta un errore. Leggere nel registro di classe note del tipo "La classe con il suo comportamento impedisce il regolare svolgimento della lezione" lo trovo molto discutibile e potrebbe essere per il docente un'arma a doppio taglio a seconda di come la nota venga letta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mar Dic 20, 2016 7:44 pm

giovanna onnis ha scritto:
Avido tutto ciò che dici dimostra chiaramente che le note di classe non servono a niente. Se nota deve essere messa va scritta, a parer mio, con nome e cognome degli studenti che si meritano di essere sanzionati.
Ti parla una che in 30 anni di servizio non ha mai utilizzato la nota se non in rarissimi casi che posso contare con le dita di una mano e si è trattato di note individuali
La nota alla classe serve a fare di tutta l'erba un fascio, coinvolgendo nella sanzione anche studenti che non lo meritano.
In che modo gli studenti che meritano la nota possono assumersi le loro responsabilità se nella "punizione" vengono coinvolti tutti?

Sono del parere che il docente che scrive una nota a carico di tutta la classe commetta un errore. Leggere nel registro di classe note del tipo "La classe con il suo comportamento impedisce il regolare svolgimento della lezione" lo trovo molto discutibile e potrebbe essere per il docente un'arma a doppio taglio a seconda di come la nota venga letta

io, le note, le metto anche se non frequentemente e quando agisco in tal senso spero nella collaborazione della famiglia. solo in questo modo le note possono essere efficaci (mi riferisco a quelle individuali, ovviamente)

spesso, capita, però, che le famiglie invece di far emergere il valore educativo della nota, preferiscono passare direttamente alla punizione tipo non fare uscire i ragazzi per un tot di tempo, ecc. Personalmente non sono d' accordo con questo modo d' agire dei genitori che invece dovrebbero fare capire al figlio PERCHE' determinate azioni vanno o non vanno fatte

se si arriva al punto di mettere la nota è perchè il ragazzo non si è reso conto di essersi comportato e/o di aver agito in maniera non adeguata; da quì scaturisce la speranza nella famiglia che dovrebbe portare il figlio ad un cambiamento di atteggiamento nei confronti di chi lo circonda
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57265
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mer Dic 21, 2016 12:15 am

avidodinformazioni ha scritto:
Non vi piace l'eccezione "Giovannino era assente" ? Che ne dite di "Giovannino era in bagno" ? o di "Giovannino stava facendo un esercizio sul quaderno" ?

E se avessimo Giovannino alla lavagna interrogato, il prof che dà le spalle alla classe, la classe rumoreggia varie volte, il prof la richiama varie volte, la classe continua, il prof si rompe i coglioni e mette la nota a tutta la classe, anche a Giovannino che è interrogato (ed è presente).

Su questo hai sicuramente ragione.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57265
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mer Dic 21, 2016 12:22 am

giovanna onnis ha scritto:
Leggere nel registro di classe note del tipo "La classe con il suo comportamento impedisce il regolare svolgimento della lezione" lo trovo molto discutibile e potrebbe essere per il docente un'arma a doppio taglio a seconda di come la nota venga letta

Però sappiamo che queste situazioni esistono e che nella grande maggioranza dei casi non dipendono dall'insegnante; poi se qualcuno le vuole leggere così la colpa è negli occhi (e nella malafede) di chi legge e non nel fatto che l'insegnante ha scritto una cosa vera sul registro di classe. Teoricamente sono d'accordo con voi sul fatto che le note dovrebbero essere sempre individuali e non di classe, ma qui siamo arrivati subito alla conseguenza che sia meglio per l'insegnante nascondere la realtà per non essere accusato di essere lui che non sa tenere la classe. E questa omertà dettata dalla paura e che diventa impotenza mi sembra molto peggio che mettere una nota di classe.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mer Dic 21, 2016 7:50 am

Dec ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Leggere nel registro di classe note del tipo "La classe con il suo comportamento impedisce il regolare svolgimento della lezione" lo trovo molto discutibile e potrebbe essere per il docente un'arma a doppio taglio a seconda di come la nota venga letta

Però sappiamo che queste situazioni esistono e che nella grande maggioranza dei casi non dipendono dall'insegnante; poi se qualcuno le vuole leggere così la colpa è negli occhi (e nella malafede) di chi legge e non nel fatto che l'insegnante ha scritto una cosa vera sul registro di classe. Teoricamente sono d'accordo con voi sul fatto che le note dovrebbero essere sempre individuali e non di classe, ma qui siamo arrivati subito alla conseguenza che sia meglio per l'insegnante nascondere la realtà per non essere accusato di essere lui che non sa tenere la classe. E questa omertà dettata dalla paura e che diventa impotenza mi sembra molto peggio che mettere una nota di classe.


Sono d'accordo con te, Dec.  Senti cosa mi è successo un paio di settimane fa:  sono andata ad incontrare i docenti del collegio di una scuola per presentare una attività che l'associazione di cui faccio parte porta nelle classi.  In particolare una attività sul bullismo.

Ho fatto quello che dovevo fare e si sono aperte le cataratte del cielo:   hanno cominciato a raccontare ciò che succede in classe e i commenti tra di loro erano "ah, ma fanno così anche con voi?"  "ah, ma io credevo fosse solo con me"   "pensavo di essere io a non essere capace" "ah, anche nella tua classe?"  ..................

Si è creato un bel clima di condivisione ed empatia tra di loro e tanto entusiasmo per quello che andremo a fare.

Uscendo, tra me e me, consideravo proprio questo: i bambini creano problemi, tanti, sempre più difficili e sempre più spesso ma il fatto che non si riescano a risolvere è perchè non c'è assolutamente un lavoro di squadra.  Ciascuno prende atto dei problemi e................se li tiene per sè per paura di venir accusato di esserne la causa, si mette sulla difensiva e allora sì che arrivano i guai.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57265
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mer Dic 21, 2016 10:08 am

Mah, io credo che le cose più o meno si sappiano (gli insegnanti con cui hai parlato tu mi sembrano ancora più fuori dal mondo) perché quando si parla in sala professori con un minimo di sincerità le cose vengono fuori. Poi c'è sempre qualcuno che per tagliare corto e andarsene il prima possibile dice che non ha problemi e che con lui va tutto benissimo. Questo però è il primo livello: un conto è parlare informalmente, un altro è dirlo apertamente in consiglio di classe e farlo verbalizzare o dirlo chiaramente al dirigente. Io mi sono sempre chiesto a cosa servano i consigli di classe se non si parla di questo. Purtroppo c'è una grande ipocrisia sia da parte nostra (o di alcuni di noi) sia da parte dei dirigenti, che sanno benissimo come vanno le cose nelle classi perché i collaboratori scolastici, i genitori, gli altri insegnanti o gli alunni stessi vanno a riferire, ma fanno finta di non sapere, perché loro per primi non sanno come affrontare questi problemi e allora preferiscono nascondersi dietro la formula stereotipata del docente che non sa tenere le classi, che è troppo buono o al contrario troppo cattivo e per questo non si crea la giusta relazione con i discenti (è mai possibile che due "difetti" opposti producano lo stesso risultato?). Possibile che non sia mai colpa dell'altra parte? (e qui torniamo al discorso che facevamo l'altra volta sulla responsabilità personale anche dei ragazzi; io non parlo di bambini perché non ho esperienza con questa fascia di età).
Io ho grande stima di Giovanna, ma nella vita scolastica non sopporto la categoria degli insegnanti che "si vanta" di non mettere mai le note, come se fosse un merito e non invece nella maggior parte dei casi una forma di ipocrisia. Poi si arriva allo scrutinio e si vede che le note sono sempre di quei due-tre che invece le mettono, quando è evidente che i ragazzi sono gli stessi e che in linea di massima avranno gli stessi comportamenti con tutti. La nota disciplinare è uno degli strumenti a disposizione dell'insegnante e non vedo cosa ci sia di male ad usarla e perché sia considerato un merito non metterle. Sarebbe come se un insegnante si rifiutasse di mettere i voti. Se non le metti mai per principio, perché sei contrario all'uso di questo strumento, per me sei tu che vieni meno ai tuoi doveri e non chi le mette.
Un altro discorso è quello delle note individuali/di classe. Siamo d'accordo che la responsabilità disciplinare è personale e che quindi in un mondo perfetto la nota di classe non dovrebbe esistere, ma se ogni tanto scappa anche solo per segnalare un clima pesante che appunto impedisce il regolare svolgimento della lezione non vedo cosa ci sia da vergognarsi o da temere conseguenze per se stessi. Quel giorno la situazione era quella e far finta di niente è sicuramente peggio. Il discorso di Avido (colpire il peggiore o i peggiori per dare un esempio anche agli altri) lo condivido già di più, ma appunto non farei una tragedia se si alternano i due strumenti. Poi se in sede di scrutinio ci si confronta e si vede che Giovannino è sempre corretto e anche quel giorno probabilmente non c'entrava niente si può sempre non tenerne conto e dargli 10 in condotta lo stesso, ma anche qui invece si finisce per applicare discutibili criteri matematici (contare le note), immagino per non "perdere tempo" a discutere. E allora continuo a chiedermi: a cosa servono gli organi collegiali se non si ha mai il tempo o la voglia o la sincerità per parlarsi?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mer Dic 21, 2016 1:27 pm

Ire ha scritto:
Dec ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Leggere nel registro di classe note del tipo "La classe con il suo comportamento impedisce il regolare svolgimento della lezione" lo trovo molto discutibile e potrebbe essere per il docente un'arma a doppio taglio a seconda di come la nota venga letta

Però sappiamo che queste situazioni esistono e che nella grande maggioranza dei casi non dipendono dall'insegnante; poi se qualcuno le vuole leggere così la colpa è negli occhi (e nella malafede) di chi legge e non nel fatto che l'insegnante ha scritto una cosa vera sul registro di classe. Teoricamente sono d'accordo con voi sul fatto che le note dovrebbero essere sempre individuali e non di classe, ma qui siamo arrivati subito alla conseguenza che sia meglio per l'insegnante nascondere la realtà per non essere accusato di essere lui che non sa tenere la classe. E questa omertà dettata dalla paura e che diventa impotenza mi sembra molto peggio che mettere una nota di classe.


Sono d'accordo con te, Dec.  Senti cosa mi è successo un paio di settimane fa:  sono andata ad incontrare i docenti del collegio di una scuola per presentare una attività che l'associazione di cui faccio parte porta nelle classi.  In particolare una attività sul bullismo.

Ho fatto quello che dovevo fare e si sono aperte le cataratte del cielo:   hanno cominciato a raccontare ciò che succede in classe e i commenti tra di loro erano "ah, ma fanno così anche con voi?"  "ah, ma io credevo fosse solo con me"   "pensavo di essere io a non essere capace" "ah, anche nella tua classe?"  ..................

Si è creato un bel clima di condivisione ed empatia tra di loro e tanto entusiasmo per quello che andremo a fare.

Uscendo, tra me e me, consideravo proprio questo: i bambini creano problemi, tanti, sempre più difficili e sempre più spesso ma il fatto che non si riescano a risolvere è perchè non c'è assolutamente un lavoro di squadra.  Ciascuno prende atto dei problemi e................se li tiene per sè per paura di venir accusato di esserne la causa, si mette sulla difensiva e allora sì che arrivano i guai.

vero: ognuno pensa ai fatti propri, non vuole problemi e non collabora con i colleghi per trasformare il negativo in positivo,  cioè i punti deboli in punti forti
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Consiglio: regali di natale ai propri alunni    Mer Dic 21, 2016 1:34 pm

Dec ha scritto:
Mah, io credo che le cose più o meno si sappiano (gli insegnanti con cui hai parlato tu mi sembrano ancora più fuori dal mondo) perché quando si parla in sala professori con un minimo di sincerità le cose vengono fuori. Poi c'è sempre qualcuno che per tagliare corto e andarsene il prima possibile dice che non ha problemi e che con lui va tutto benissimo. Questo però è il primo livello: un conto è parlare informalmente, un altro è dirlo apertamente in consiglio di classe e farlo verbalizzare o dirlo chiaramente al dirigente. Io mi sono sempre chiesto a cosa servano i consigli di classe se non si parla di questo. Purtroppo c'è una grande ipocrisia sia da parte nostra (o di alcuni di noi) sia da parte dei dirigenti, che sanno benissimo come vanno le cose nelle classi perché i collaboratori scolastici, i genitori, gli altri insegnanti o gli alunni stessi vanno a riferire, ma fanno finta di non sapere, perché loro per primi non sanno come affrontare questi problemi e allora preferiscono nascondersi dietro la formula stereotipata del docente che non sa tenere le classi, che è troppo buono o al contrario troppo cattivo e per questo non si crea la giusta relazione con i discenti (è mai possibile che due "difetti" opposti producano lo stesso risultato?). Possibile che non sia mai colpa dell'altra parte? (e qui torniamo al discorso che facevamo l'altra volta sulla responsabilità personale anche dei ragazzi; io non parlo di bambini perché non ho esperienza con questa fascia di età).
Io ho grande stima di Giovanna, ma nella vita scolastica non sopporto la categoria degli insegnanti che "si vanta" di non mettere mai le note, come se fosse un merito e non invece nella maggior parte dei casi una forma di ipocrisia. Poi si arriva allo scrutinio e si vede che le note sono sempre di quei due-tre che invece le mettono, quando è evidente che i ragazzi sono gli stessi e che in linea di massima avranno gli stessi comportamenti con tutti. La nota disciplinare è uno degli strumenti a disposizione dell'insegnante e non vedo cosa ci sia di male ad usarla e perché sia considerato un merito non metterle. Sarebbe come se un insegnante si rifiutasse di mettere i voti. Se non le metti mai per principio, perché sei contrario all'uso di questo strumento, per me sei tu che vieni meno ai tuoi doveri e non chi le mette.
Un altro discorso è quello delle note individuali/di classe. Siamo d'accordo che la responsabilità disciplinare è personale e che quindi in un mondo perfetto la nota di classe non dovrebbe esistere, ma se ogni tanto scappa anche solo per segnalare un clima pesante che appunto impedisce il regolare svolgimento della lezione non vedo cosa ci sia da vergognarsi o da temere conseguenze per se stessi. Quel giorno la situazione era quella e far finta di niente è sicuramente peggio. Il discorso di Avido (colpire il peggiore o i peggiori per dare un esempio anche agli altri) lo condivido già di più, ma appunto non farei una tragedia se si alternano i due strumenti. Poi se in sede di scrutinio ci si confronta e si vede che Giovannino è sempre corretto e anche quel giorno probabilmente non c'entrava niente si può sempre non tenerne conto e dargli 10 in condotta lo stesso, ma anche qui invece si finisce per applicare discutibili criteri matematici (contare le note), immagino per non "perdere tempo" a discutere. E allora continuo a chiedermi: a cosa servono gli organi collegiali se non si ha mai il tempo o la voglia o la sincerità per parlarsi?

bisogna, cmq, ammettere che ci sono degli insegnanti che sono a part-time o che hanno poche ore in quella specifica scuola e, che, quindi, vengono a conoscenza di tante problematiche e di tante situazioni SOLO nei consigli di classe.

in ogni caso, ci sono anche quelli che se ne fregano ma, al contrario tuo, non penso siano così pochi. durante i momenti in cui ci si vede si preferisce parlare di altro perchè ognuno ha già i propri problemi e non ne vuole altri. Penso che generalmente succeda questo tranne che non succedano episodi di una certa 'gravità'
Tornare in alto Andare in basso
 
Consiglio: regali di natale ai propri alunni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» consiglio per regalo di battesimo
» regali di natale riciclati
» Fantasiosi regali di natale
» consiglio su regalino
» riconoscere i propri limiti

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: