Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Compito in classe: norme legali su numero alunni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
creon79



Messaggi : 357
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Ven Dic 23, 2016 12:34 pm

Salve,
chiacchierando con la vicepreside, mi diceva che c'è una norma che prevede che non si possa svolgere un compito in classe se la metà + 1 degli alunni non è presente... al di là di varie considerazioni legate al buon senso, esiste una norma di questo tipo? Grazie
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17561
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Ven Dic 23, 2016 12:50 pm

Nessuno può dire "no" utilizzando una citazione, quindi dobbiamo presumere di no, sempre che qualcuno non ci smentisca citando una norma che dica "sì".

Per me è una leggenda metropolitana.

Tornare in alto Andare in basso
creon79



Messaggi : 357
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Ven Dic 23, 2016 1:20 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Nessuno può dire "no" utilizzando una citazione, quindi dobbiamo presumere di no, sempre che qualcuno non ci smentisca citando una norma che dica "sì".

Per me è una leggenda metropolitana.


Qualcuno mi diceva che era vero in passato... a dire il vero, ne sento parecchie di leggende metropolitane nel mondo della scuola
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7591
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Ven Dic 23, 2016 2:33 pm

Che ci credano gli studenti (o che facciano finta di crederci perché a loro fa comodo provare a chiedere di rinviare il compito), lo capisco, ma se lo dice una vicepreside stiamo veramente alla frutta...

Anzi, al moscerino della frutta  : - )
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 1634
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Dom Dic 25, 2016 8:35 pm

creon79 ha scritto:
la meta' + 1 degli alunni
questa regola restituisce per le classi con numero dispari di studenti anche un mezzo studente

tagliare in due uno studente come un panino e' ovviamente vietato dalla legge :-)
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 1634
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Dom Dic 25, 2016 9:03 pm

seasparrow ha scritto:
creon79 ha scritto:
la meta' + 1 degli alunni
questa regola restituisce per le classi con numero dispari di studenti anche un mezzo studente

tagliare in due uno studente come un panino e' ovviamente vietato dalla legge :-)
mi sono sbagliato anche io :-)
la meta' non deve essere FATTA deve essere calcolata :-)

dato che le classi con un numero dispari di studenti possono esistere e non mi risulta invece che esistono i mezzi studenti questa regola e' ambigua per le classi dispari :-)

esempio

31 studenti

31/2 = 15,5

il risultato e' 15+1 o 16+1 ?

della serie: l'ignoranza matematica e' ben rappresentata anche ad alti livelli
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1201
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Lun Dic 26, 2016 8:52 am

Tempo fa mi ero informata di che cosa significasse la metà più uno, che per un matematico ha un significato, ma da un punto di vista legale, pare, ne abbia un altro. Si trattava di una votazione in consiglio comunale. Mi hanno spiegato che dovevo fare così: prendere il totale, aggiungere 1, fare la metà e arrotondare, oppure fare direttamente la metà aggiungere 1 e troncare il risultato. Quindi, nel caso di classe da 30, la metà +1 è 16, nel caso di classe da 31 è ancora 16.

L'ignoranza matematica in politica è abissale.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7591
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Lun Dic 26, 2016 9:06 am

Ma comunque, NON E' VERO che non si possa fare un compito se non è presente la mitica "metà più uno": quindi, di che stiamo a parlare?  : - )
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17561
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Lun Dic 26, 2016 12:20 pm

@melia ha scritto:
Tempo fa mi ero informata di che cosa significasse la metà più uno, che per un matematico ha un significato, ma da un punto di vista legale, pare, ne abbia un altro. Si trattava di una votazione in consiglio comunale. Mi hanno spiegato che dovevo fare così: prendere il totale, aggiungere 1, fare la metà e arrotondare, oppure fare direttamente la metà aggiungere 1 e troncare il risultato. Quindi, nel caso di classe da 30, la metà +1 è 16, nel caso di classe da 31 è ancora 16.

L'ignoranza matematica in politica è abissale.
Metà +1 significa "oltre la metà"; è detto male ma è applicato bene, quindi non formalizziamoci.

PS sto correggendo un compito in cui una domanda è: Sia X l'insieme di tutti gli italiani. Suddividendo gli italiani in base alla regione in cui sono nati, si ottiene una partizione di X ?

La prima ragazza di cui ho corretto il compito mi ha risposto di no, giustificandolo con gli "italiani all'estero", figli di italiani e quindi loro stessi italiani, ma nati in nessuna regione d'Italia.
Ha ragione, ma era questo il senso della domanda ?
Io ho capito che lei ha capito e gli do il punto, ma siamo difronte ad un esempio in cui legge e matematica mostrano di non essere sovrapponibili.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2115
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Mer Dic 28, 2016 9:50 am

Potevi rispondere che all'anagrafe le regioni nel database sono 21, c'è anche la regione "estero".
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 512
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Gio Dic 29, 2016 6:52 pm

Molti anni fa il giorno stabilito per il compito in classe mi ritrovai in aula tre alunni. Il compito era già stato rimandato ed ero piuttosto arrabbiata. Il preside, persona degna di stima e che sapeva il fatto suo, mi invitò a svolgere ugualmente la prova. Da allora non mi sono più posta il problema. Se qualche alunno pone l'obiezione, cito il precedente ed il contestatore demorde.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17561
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Gio Dic 29, 2016 11:33 pm

ludmilla72 ha scritto:
Molti anni fa il giorno stabilito per il compito in classe mi ritrovai in aula tre alunni. Il compito era già stato rimandato ed ero piuttosto arrabbiata. Il preside, persona degna di stima e che sapeva il fatto suo, mi invitò a svolgere ugualmente la prova. Da allora non mi sono più posta il problema. Se qualche alunno pone l'obiezione, cito il precedente ed il contestatore demorde.
E gli altri ? Hai bruciato una verifica.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7591
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Gio Dic 29, 2016 11:36 pm

Perché mai "bruciata"?

Agli altri gliela fai fare più difficile (DI POCO, ma un po' più difficile), e si attaccano.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17561
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Gio Dic 29, 2016 11:44 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Perché mai "bruciata"?

Agli altri gliela fai fare più difficile (DI POCO, ma un po' più difficile), e si attaccano.
E le verifiche nascono sotto il cavolo o sotto le rose ? Io le mie le devo creare e sempre a coppie cazzo !
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 512
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Ven Dic 30, 2016 12:16 am

Di solito do uguali le tracce (o come diavolo si chiamano) degli articoli di giornale e dei temi, che effettivamente richiedono una lunga preparazione da parte mia. Compiti di storia e di letteratura invece tutti diversi, calibrati sul singolo alunno.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7591
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Ven Dic 30, 2016 10:38 am

avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Perché mai "bruciata"?

Agli altri gliela fai fare più difficile (DI POCO, ma un po' più difficile), e si attaccano.
E le verifiche nascono sotto il cavolo o sotto le rose ? Io le mie le devo creare e sempre a coppie cazzo !
Pure io, ovviamente.

Ma guarda che, dopo un po' di anni di esperienza, diventa facilissimo preparare le verifiche già in tre o quattro varianti fin dlal'inizio, invece che una o due! Nel senso di riuscire a prendere una versione già fatta e cambiare qualche dettaglio mirato, in maniera che vengano risultati completamente diversi ma ugualmente sensati. Io ormai è come se avessi il generatore automatico di verifiche (ovviamente, non per tutti gli argomenti, ma per la maggior parte sì!) Guarda che per la maggior parte dei problemi di fisica, basta impostare una riga su un foglio excel e verificare cosa succede cambiando un unico parametro alla volta: ci si accerta che il risultato non venga assurdo, e da una singola variante di quell'esercizio se ne producono immediatamente sei o sette, o potenzialmente anche di più.

Per alcuni argomenti di matematica è più dura, ma ce la possiamo fare tranquillamente: sono fierissima dei miei generatori (quasi) automatici di disequazioni goniometriche, di varianti di problemi di combinatoria e probabilità, di verifiche della continuità e derivabilità, di ricerca dei punti del teorema di Lagrange, e simili!

In particolare, ci sono classi quasi intere di copiatori industriali in serie e in parallelo, quindi il compito in molte più di due versioni sarebbe comunque utile anche per una sola sessione, anche se non ci fosse nessun assente che la deve recuperare. Il meglio di me lo do quando distribuisco normalmente il compito a due file, ma in ognuna delle due file ci sono piccole varianti nascoste, e agli studenti non viene detto prima.

In qualche caso, copiano lo stesso, e neanche si accorgono che il loro testo è diverso: il compagno più bravo ha detto quanto debbano tornare i risultati, e devono tornare così, contro qualsiasi evidenza; in altri casi, a gruppetti di copiatori scarsi, perdono un'infinità di tempo a cercare di suggerirsi tra di loro e a fare l'esercizio in collaborazione, poi quando mancano dieci minuti alla fine, qualcuno si rende conto con sgomento: "Ma era diveeersooooooo!", e lo dice pure ad alta voce!

Ovviamente non lo si può fare tutte le volte, altrimenti il mordente si perde, ma farlo una volta ogni tanto senza preavviso, il suo effetto ce l'ha  : - )

E soprattutto, una volta che la classe ha recepito bene il messaggio che a me non frega nulla di dover preparare un compito in più (ma anzi, faccio apposta a ostentare sprezzantemente che per me sia facilissimo e privo di qualsiasi sforzo, il che a volte è vero ma non proprio sempre), capiscono che non c'è speranza di prendermi per sfinimento solo perché non ho voglia di prepararli, e si adeguano...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4971
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Ven Dic 30, 2016 10:59 am

avidodinformazioni ha scritto:

PS sto correggendo un compito in cui una domanda è: Sia X l'insieme di tutti gli italiani. Suddividendo gli italiani in base alla regione in cui sono nati, si ottiene una partizione di X ?

La prima ragazza di cui ho corretto il compito mi ha risposto di no, giustificandolo con gli "italiani all'estero", figli di italiani e quindi loro stessi italiani, ma nati in nessuna regione d'Italia.
Ha ragione, ma era questo il senso della domanda ?
Io ho capito che lei ha capito e gli do il punto, ma siamo difronte ad un esempio in cui legge e matematica mostrano di non essere sovrapponibili.

Mi ricorda l'aneddoto "Come puoi misurare l'altezza di un grattacielo usando un barometro?" Risposta: "Misurando il tempo che impiega a cadere dal tetto".
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1201
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Compito in classe: norme legali su numero alunni   Ven Dic 30, 2016 6:02 pm

mac67 ha scritto:

Mi ricorda l'aneddoto "Come puoi misurare l'altezza di un grattacielo usando un barometro?" Risposta: "Misurando il tempo che impiega a cadere dal tetto".

C'era una risposta ancor più fantasiosa:
"Cerco il portinaio, e gli propongo di regalargli il barometro se mi recupera la planimetria del grattacielo".
Sembra che nei grattacieli, per questioni di sicurezza, in portineria debbano essere sempre custodite le planimetrie dell'immobile.
Tornare in alto Andare in basso
 
Compito in classe: norme legali su numero alunni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» NUMERO EMBRIONI CRIOCONSERVATI
» numero ovociti fecondati
» numero di lista d'attesa 2012
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» Valutazione dell'embrione prima del transfer

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: