Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Precedenza perdenti posto su mobilità volontaria
Oggi alle 12:44 am Da Dec

» Comincia il ritornello. ...3 mesi di ferie
Oggi alle 12:42 am Da Us3R

» Domanda tecnica: aumento ore spezzone ruolo
Oggi alle 12:39 am Da Dec

» Aggiornamento GI III fascia e CFU aggiuntivi
Oggi alle 12:33 am Da Dec

» Punteggio per III fascia
Oggi alle 12:29 am Da Dec

» Primi risultati suppletive: spagnolo Lombardia
Oggi alle 12:23 am Da RafTV

» Chi ha paura dei test?
Oggi alle 12:16 am Da Dec

» rientro a disposizione o in classe?
Oggi alle 12:06 am Da Us3R

» Ferie non di ruolo
Oggi alle 12:00 am Da fradacla

Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Novità, forse serie, sulla dislessia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 17958
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 5:15 pm

http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/biotech/2016/12/21/trovate-nel-cervello-le-radici-della-dislessia-_7281c315-642f-4a1c-bc59-e8749e75b3bc.html

"questo problema compare precocemente quando si impara a leggere e non è il risultato di diverse esperienze di apprendimento"
Tornare in alto Andare in basso
Bequadro



Messaggi : 250
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 6:49 pm

Mi fa piacere che tu ti senta rassicurato dall'evidenza della risonanza magnetica, io però mi sento inquieta pensando alle future risonanze somministrate a tre anni e all'inevitabile diatriba innatista con annessa individuazione di qualche "provvidenziale" farmaco... provvidenziale soprattutto per chi lo produce e lo commercializza.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1601
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 7:08 pm

In Italia qualsiasi cosa viene vista come un possibile business. Dalla ricerca, alla ricostruzione, e di ovviamente ai disturbi veri o presunti della apprendimento. .
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 2762
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 7:48 pm

bah... primo, come bequadro, temo ogni forma di innatismo e di riduzione della mente a chimica... secondo sono molto scettico sul fatto che una fotografia interna dell'attività cerebrale sia molto di più di una fotografia, cioè qualcosa che mostra, ma non spiega. Cioè è del tutto logico che se c'è qualcosa che non va come previsto nel comportamento visibile all'esterno debba esserci anche una traccia fisiologica interna di processi diversi dal normale.
La componente genetica probabilmente c'è, ma come al solito c'è anche la componente legata all'esperienza. Non è da escludere che certe aree del cervello possano essere "allenate" e rese più plastiche sin dalla più tenera età da attività apparentemente poco affini alla lettura, e che magari la dislessia sia il risultato della carenza di questo genere di attività motorie, relazionali, procedurali, di coordinazione.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5096
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 8:35 pm

Non ho mai sentito parlare di farmaci per il cervello.
Tornare in alto Andare in basso
Bequadro



Messaggi : 250
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 8:38 pm

Gli psicofarmaci agiscono, appunto, nel cervello.
Tornare in alto Andare in basso
precario_acciaio.



Messaggi : 767
Data d'iscrizione : 26.08.16

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 9:07 pm

mac67 ha scritto:
Non ho mai sentito parlare di farmaci per il cervello.

Ah no?! O_o
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17958
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 9:48 pm

ushikawa ha scritto:
come bequadro, temo ogni forma di innatismo e di riduzione della mente a chimica...
Anch'io temo l'egoismo, ma l'egoismo c'è; prendendone atto lo si patisce di meno, ignorandolo ed affidandosi illimitatamente agli altri lo subisci di più.

Per questo motivo la questione non è "vorrei che fosse innato o acquisito ?" ma "è innato o acquisito ?".

Io non so rispondere ma a quanto pare qualche ricerca comincia a scegliere una direzione precisa.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7824
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Ven Dic 23, 2016 10:28 pm

Quindi, se l'ipotesi si rivelasse corretta, diventerebbe finalmente PIU' FACILE distinguere i dislessici veri da quelli che non sono affatto dislessici ma leggono male o scrivono male per tutt'altre ragioni (ignoranza, distrazione, disinteresse, mancanza di abitudine all'esercizio, insegnamenti sbagliati in età precoce, e quant'altro), e che però adesso ricevono ugualmente la stessa certificazione di DSA dei dislessici veri?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2762
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 6:42 am

Io continuo a non credere alla portata di questa scoperta, e faccio un esempio: se insospettiti dal comportamento irregolare di un'automobile facessimo una termografia al suo motore e scoprissimo che sta andando a tre cilindri, ancora non sapremmo perché, per quale altro problema sta andando a tre cilindri, se è un problema di alimentazione, di accensione oppure meccanico. E una persona non è un'auto, non abbiamo le chiavi inglesi per smontarla e rimontarla, intervenire e vedere perché non va; e i perché per le persone sono fondamentali, le persone sono un po' più complesse di quanto non possa spiegare un modello di tipo meccanicistico.

Mi sembra un po' come quelle ricerche sulla neurochimica che ci dicono che alcune sensazioni di benessere sono legate all'ossitocina, come se la causa del mio benessere fosse l'ossitocina e non magari il momento piacevole che sto vivendo. Cioè, in definitiva, si scambia l'effetto organico con la causa.

E anche sull'innatismo avrei molto da ridire: il figlio di genitori obesi tenderà comunque alla pinguedine, ma probabilmente sarà a sua volta obeso se apprende in famiglia un certo modello culturale di alimentazione, sarà semplicemente paffuto se sfuggirà dall'imitazione adottando uno stile alimentare più normale.

Quindi in definitiva queste ricerche non spiegano un bel niente, niente che noi non sapessimo già, niente che non non siamo in grado di osservare nel lavoro quotidiano, specie alle elementari e alle medie. Un docente, o ancor meglio un team o un consiglio di classe, è perfettamente in grado, da sempre, di riconoscere un alunno un po' tardo, di distinguere quello che ci marcia da quello che non ci arriva, di applicare delle misure particolari.

A questa mia ultima affermazione noi docenti siamo i primi a non credere. Ecco perché invece di essere stati capaci di elaborare autonomamente una visione più inclusiva della didattica, abbiamo fatto di tutto per essere culturalmente soccombenti rispetto ai medici, agli scienziati, agli specialisti, agli esperti che invece dovremmo essere noi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17958
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 12:52 pm

ushikawa ha scritto:
un team o un consiglio di classe, è perfettamente in grado, da sempre, di riconoscere un alunno un po' tardo, di distinguere quello che ci marcia da quello che non ci arriva, di applicare delle misure particolari.

A questa mia ultima affermazione noi docenti siamo i primi a non credere.
Se scrivi le parole in grassetto io sono il primo a non credere.

Lo sai che la mano sinistra era la mano del demonio ? Quante teste di cazzo, pardon, "docenti", costringevano gli alunni a scrivere con la destra e pretendevano che lo facessero bene ?

I docenti degni di questo nome e non dell'appellativo "teste di cazzo" da un po' di tempo a questa parte sono in grado spesso di riconoscere chi ha problemi da chi ci marcia, questo è vero; non è ancora vero che tutti mettano il ragazzo in condizione di esprimere il massimo del suo potenziale; in ambito dislessia esistono ancora insegnanti che assegnano da studiare da pag tot a pag tot che è la cosa più antidislessica che possa esistere.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17958
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 12:57 pm

ushikawa ha scritto:
Io continuo a non credere alla portata di questa scoperta, e faccio un esempio:.....
Se vuoi fare un esempio con l'automobile fallo bene: è stato scoperto che esiste il baricentro e questo spiega finalmente perchè i SUV (alti) in curva hanno una maggiore tendenza a ribaltarsi rispetto alle auto sportive (basse).
Chi, da ora in poi, pretenda di affrontare una curva col SUV alla stessa velocità con cui l'affronta con l'auto sportiva è un pirla e va cacciato dalla scuola, pardon, gli va tolta la patente; non esiste modo di porre rimedio al baricentro alto; non serve a nulla esercitarsi alla guida, bisogna andare più piano; il SUV potrà essere usato per parcheggiare sui marciapiedi (attività nella quale le macchine sportive sono deficitarie), non per correre in curva.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5221
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 1:02 pm

avidodinformazioni ha scritto:
ushikawa ha scritto:
un team o un consiglio di classe, è perfettamente in grado, da sempre, di riconoscere un alunno un po' tardo, di distinguere quello che ci marcia da quello che non ci arriva, di applicare delle misure particolari.

A questa mia ultima affermazione noi docenti siamo i primi a non credere.
Se scrivi le parole in grassetto io sono il primo a non credere.

Lo sai che la mano sinistra era la mano del demonio ? Quante teste di cazzo, pardon, "docenti", costringevano gli alunni a scrivere con la destra e pretendevano che lo facessero bene ?

I docenti degni di questo nome e non dell'appellativo "teste di cazzo" da un po' di tempo a questa parte sono in grado spesso di riconoscere chi ha problemi da chi ci marcia, questo è vero; non è ancora vero che tutti mettano il ragazzo in condizione di esprimere il massimo del suo potenziale; in ambito dislessia esistono
ancora insegnanti che assegnano da studiare da pag tot a pag tot che è la cosa più antidislessica che possa esistere.

secondo me questi insegnanti o, meglio, queste "teste di caxxo", che danno ai dislessici tanto da studiare non sanno neanche cosa sia la dislessia o, se lo sanno, se ne fregano perché preparare altro materiale da distribuire per far svolgere a casa richiede tempo e fatica
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5221
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 1:47 pm

Ecco cosa ho trovato

http://www.ipasvibo.it/2016/dislessia-il-corto-animato-che-spiega-cosa-prova-un-bambino.html

Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 794
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 2:07 pm

Non è vero che la mente non è riducibile a chimica, poiché essa in fondo che cos'è? Un insieme di impulsi elettrici supportati da reazioni chimiche, quando parliamo di pensieri e di sentimenti stiamo riferendoci a questo, non ad altro. E diventa aleatorio, secondo me, parlare di una realtà diversa da questa, perché gli elettroni e le sostanze chimiche che compongono la mente sono le stesse che si trovano in tutta la natura, l'uomo non è fatto di una materia diversa ed aliena, la materia è la stessa ed è sottoposta alle stesse identiche regole di tutta la natura.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2762
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 2:29 pm

Scuola70, la mente funziona attraverso la chimica ma non è determinata dalla chimica...
E' un po' come pensare di descrivere una persona attraverso il suo peso, la percentuale di acqua, la massa muscolare, la massa grassa... ma per quello basta una buona bilancia, non serve intelligenza. Mi sembrano cose talmente evidenti, forse abbiamo letture diverse.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1601
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 2:45 pm

La scienza medica non è ancora in grado di descrivere in maniera esaustiva il funzionamento del cervello. Quindi la articolo ha ben poco di sensazionale.
Gli ultimi decenni hanno visto enormi progressi nel campo della chirurgia e diagnostica, che altro non sono che applicazioni di ingegneria e scienza dei materiali.
La medicina pura arranca, basta andare da dieci dottori diversi per lo stesso malessere, diagnosticheranno dieci cose diverse con 10 cure diverse.
Tumori, traumi cerebrali, malattie cardiache,malattie degenerative sono incurabili oggi come 30 anni fa,checché ne dicano i grandi dottoroni in TV.
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 5221
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 2:51 pm

Nei libri/guide dell' insegnante ci sono anche le verifiche per DSA. Ma , almeno per la mia disciplina, ci sono sempre e solo quelle per i disgrafici e meno quelle per i dislessici.

Mi spiego meglio: i dislessici dovrebbero pensare ed apprendere soprattutto tramite le immagini ma le verifiche non sono mai basate in questo modo. Perché, secondo me (ma magari mi sbaglio e se così fosse mi piacerebbe sapere la vostra opinione a riguardo), dovrebbero esserci due verifiche differenziate: una per i dislessici ed una per i disgrafici.

Ora, è ovvio che questo richiede molto tempo e, quindi, da un lato va bene così perché non ci si può mettere a preparare tutto, ma dall' altro mi chiedo perché nelle verifiche per i DSA che comprendono anche i dislessici non ci siano le immagini o, cmq, perché ce ne siano molto poche.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2762
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 3:20 pm

"i dislessici dovrebbero pensare ed apprendere soprattutto tramite le immagini"
e questa da dove viene? Ah già, dal pensiero comune per il quale la dislessia va assecondata.

Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5221
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 3:34 pm

http://www.dislessia-metodo.com/dislessico/

Ecco da dove viene.

Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2762
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 3:42 pm

Masaniello ha scritto:
La scienza medica non è ancora in grado di descrivere in maniera esaustiva il funzionamento del cervello. Quindi la articolo ha ben poco di sensazionale.
Gli ultimi decenni hanno visto enormi progressi nel campo della chirurgia e diagnostica, che altro non sono che applicazioni di ingegneria e scienza dei materiali.
La medicina pura arranca, basta andare da dieci dottori diversi per lo stesso malessere, diagnosticheranno dieci cose diverse con 10 cure diverse.
Tumori, traumi cerebrali, malattie cardiache,malattie degenerative sono incurabili oggi come 30 anni fa,checché ne dicano i grandi dottoroni in TV.

Posso essere d'accordo sulla prima parte del discorso, non sulla seconda: 30 anni fa di tumore si moriva, oggi in moltissimi casi si guarisce oppure si vive decentemente per 10 o 20 anni più di prima.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2762
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 3:45 pm

rita 76 ha scritto:
http://www.dislessia-metodo.com/dislessico/

Ecco da dove viene.


A parte l'opinione piuttosto discutibile per cui i dislessici siano persone particolarmente sensibili e geniali, mi pare che questo metodo consista sostanzialmente nell'assecondare la dislessia, aggirandone i limiti. Personalmente non credo in questo approccio.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9083
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 3:51 pm

ushikawa ha scritto:
"i dislessici dovrebbero pensare ed apprendere soprattutto tramite le immagini"
e questa da dove viene? Ah già, dal pensiero comune per il quale la dislessia va assecondata.



però i dislessici sanno anche parlare
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
rita 76

avatar

Messaggi : 5221
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 3:57 pm

ushikawa ha scritto:
rita 76 ha scritto:
http://www.dislessia-metodo.com/dislessico/

Ecco da dove viene.


A parte l'opinione piuttosto discutibile per cui i dislessici siano persone particolarmente sensibili e geniali, mi pare che questo metodo consista sostanzialmente nell'assecondare la dislessia, aggirandone i limiti. Personalmente non credo in questo approccio.

infatti, io non mi sono espressa sulla loro eventuale genialità e/o sensibilità.

Io mi sono espressa sull' apprendimento tramite immagini. Un dislessico dovrebbe leggere parole, frasi, testi il meno possibile. Le immagini che possono essere prese dai libri , ecc ma anche dalla realtà circostante (mappe geografiche, ecc.) possono facilitare il suo apprendimento. Ovviamente, tutto dipende dalla 'gravità' dei singoli casi.

Generalmente, neanch'io , cmq, utilizzerei SOLO le immagini o le mappe concettuali per i dislessici. Qualche parola, qualche BREVE testo può benissimo essere letto dai ragazzi con questa problematica


Ultima modifica di rita 76 il Sab Dic 24, 2016 4:09 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5221
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Novità, forse serie, sulla dislessia   Sab Dic 24, 2016 4:08 pm

Ire ha scritto:
ushikawa ha scritto:
"i dislessici dovrebbero pensare ed apprendere soprattutto tramite le immagini"
e questa da dove viene? Ah già, dal pensiero comune per il quale la dislessia va assecondata.



però i dislessici sanno anche parlare

Esattamente. Una volta ho chiesto ad un ragazzo dislessico un argomento con la cartina geografica davanti; io gli ho posto delle domande e lui ha risposto.

In quel caso il suo "testo" era la cartina geografica che è stata utilizzata come strumento facilitatore per l' interrogazione in cui lui ha 'parlato' (perché in questo non aveva alcuna difficoltà) senza la lettura di frasi/testi
Tornare in alto Andare in basso
 
Novità, forse serie, sulla dislessia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 8Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Paleoantropologia - novità
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» Ragazze ricordate lo speciale sulla fecondazione che era in onda su Sky?
» fatta eco.... forse ce la faccio!
» Giudizio sulla scuola...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: