Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 non è possibile neanche cantare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: non è possibile neanche cantare   Lun Dic 26, 2016 7:55 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.giornaledibrescia.it/cm/2.183/brescia-e-hinterland?lista-articoli
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 5705
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 10:23 pm

rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Soluzione: facciamo cori cattolici e cori laici, così nessuno si offende
E perchè mai solo cori cattolici e cori laici?

Perchè non anche quelli musulmani, buddisti, indù, mazdeisti, wiccani, o ispirati allo Spaghettone Volante?

certo! Poi studiamo pure le loro lingue e così siamo a posto!

Ah! Perché adesso esiste una lingua dei buddisti e una dei musulmani! E quella dei cattolici quale sarebbe?
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 10:26 pm

lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Soluzione: facciamo cori cattolici e cori laici, così nessuno si offende
E perchè mai solo cori cattolici e cori laici?

Perchè non anche quelli musulmani, buddisti, indù, mazdeisti, wiccani, o ispirati allo Spaghettone Volante?

certo! Poi studiamo pure le loro lingue e così siamo a posto!

Ah! Perché adesso esiste una lingua dei buddisti e una dei musulmani! E quella dei cattolici quale sarebbe?

I buddisti e i musulmani come comunicano tra di loro? A gesti o non comunicano proprio?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 10:29 pm

Rita, ma ci sei o ci fai?

Prima che strilli che "non è giusto essere offensivi verso chi la pensa diversamente", ribadisco:

CI SEI O CI FAI?

Qui non c'entra affatto il pensiero, c'entra il semplice senso della realtà, e senso del ridicolo...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5705
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 10:57 pm

rita 76 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Soluzione: facciamo cori cattolici e cori laici, così nessuno si offende
E perchè mai solo cori cattolici e cori laici?

Perchè non anche quelli musulmani, buddisti, indù, mazdeisti, wiccani, o ispirati allo Spaghettone Volante?

certo! Poi studiamo pure le loro lingue e così siamo a posto!

Ah! Perché adesso esiste una lingua dei buddisti e una dei musulmani! E quella dei cattolici quale sarebbe?

I buddisti e i musulmani come comunicano tra di loro? A gesti o non comunicano proprio?


No, Certo!
Ovviamente comunicano in musulmanese e in buddese, come i cattolici in cattolichese e i protestanti in protestese
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 10:59 pm

lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Soluzione: facciamo cori cattolici e cori laici, così nessuno si offende
E perchè mai solo cori cattolici e cori laici?

Perchè non anche quelli musulmani, buddisti, indù, mazdeisti, wiccani, o ispirati allo Spaghettone Volante?

certo! Poi studiamo pure le loro lingue e così siamo a posto!

Ah! Perché adesso esiste una lingua dei buddisti e una dei musulmani! E quella dei cattolici quale sarebbe?

I buddisti e i musulmani come comunicano tra di loro? A gesti o non comunicano proprio?

No, Certo!
Ovviamente comunicano in musulmanese e in buddese, come i cattolici in cattolichese e i protestanti in protestese

queste nuove lingue le hai inventate tu.

Cmq abbiamo capito che i musulmani e i buddisti hanno la bocca solo per mangiare visto che non parlano!

tu, invece, parli una lingua perché non credi in nessuna religione. Tutto chiaro!


Ultima modifica di rita 76 il Mar Dic 27, 2016 11:02 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5705
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:01 pm

rita 76 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Soluzione: facciamo cori cattolici e cori laici, così nessuno si offende
E perchè mai solo cori cattolici e cori laici?

Perchè non anche quelli musulmani, buddisti, indù, mazdeisti, wiccani, o ispirati allo Spaghettone Volante?

certo! Poi studiamo pure le loro lingue e così siamo a posto!

Ah! Perché adesso esiste una lingua dei buddisti e una dei musulmani! E quella dei cattolici quale sarebbe?

I buddisti e i musulmani come comunicano tra di loro? A gesti o non comunicano proprio?

No, Certo!
Ovviamente comunicano in musulmanese e in buddese, come i cattolici in cattolichese e i protestanti in protestese

queste nuove lingue le hai inventate tu. Cmq abbiamo capito che i musulmani e i buddisti hanno la bocca solo per mangiare visto che non parlano!


Mi hai beccata! Sei troppo furba per me!
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:16 pm

lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Soluzione: facciamo cori cattolici e cori laici, così nessuno si offende
E perchè mai solo cori cattolici e cori laici?

Perchè non anche quelli musulmani, buddisti, indù, mazdeisti, wiccani, o ispirati allo Spaghettone Volante?

certo! Poi studiamo pure le loro lingue e così siamo a posto!

Ah! Perché adesso esiste una lingua dei buddisti e una dei musulmani! E quella dei cattolici quale sarebbe?

I buddisti e i musulmani come comunicano tra di loro? A gesti o non comunicano proprio?


No, Certo!
Ovviamente comunicano in musulmanese e in buddese, come i cattolici in cattolichese e i protestanti in protestese

cmq non ho capito perché i protestanti dovrebbero parlare il "protestese" e non il "protestantese" visto che non esistono entrambi ma verrebbe da inventarsi il secondo più che il primo
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 488
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:23 pm

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/15578594_1340869152629794_3289680734291078760_n.jpg?oh=09ebda404349a8c4d24ef70f61d928cd&oe=58F8DA79

Noi la tradizione ce l'abbiamo e ce la teniamo stretta: il giorno prima delle vacanze si apparecchia in sala insegnanti e si festeggia tutti insieme, docenti e studenti. Ognuno porta qualcosa, quello che può. Non c'è niente di confessionale o di religioso: è un modo di salutarsi in allegria!
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:28 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Rita, ma ci sei o ci fai?

Prima che strilli che "non è giusto essere offensivi verso chi la pensa diversamente", ribadisco:

CI SEI O CI FAI?

Qui non c'entra affatto il pensiero, c'entra il semplice senso della realtà, e senso del ridicolo...

anche io intendevo in senso ridicolo e mi pareva fosse ovvio ma evidentemente per qualcuno non lo è stato
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:31 pm

ludmilla72 ha scritto:
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/15578594_1340869152629794_3289680734291078760_n.jpg?oh=09ebda404349a8c4d24ef70f61d928cd&oe=58F8DA79

Noi la tradizione ce l'abbiamo e ce la teniamo stretta: il giorno prima delle vacanze si apparecchia in sala insegnanti e si festeggia tutti insieme, docenti e studenti. Ognuno porta qualcosa, quello che può. Non c'è niente di confessionale o di religioso: è un modo di salutarsi in allegria!

in tutte le scuole c' è chi crede e chi no ma il fatto di stare insieme, di chiacchierare e di ridere, insomma, di socializzare ancora di più, è sempre positivo
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:34 pm

ludmilla72 ha scritto:
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/15578594_1340869152629794_3289680734291078760_n.jpg?oh=09ebda404349a8c4d24ef70f61d928cd&oe=58F8DA79

Noi la tradizione ce l'abbiamo e ce la teniamo stretta: il giorno prima delle vacanze si apparecchia in sala insegnanti e si festeggia tutti insieme, docenti e studenti. Ognuno porta qualcosa, quello che può. Non c'è niente di confessionale o di religioso: è un modo di salutarsi in allegria!

in tante scuole dove sono stata ognuno , di tanto in tanto, portava qualcosa (torte, biscotti, cioccolatini, ecc.) e questo indipendentemente dalle tradizioni e, cioè, quando capitava. E tutto questo per socializzare ulteriormente
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:35 pm

Ma davvero ci sono insegnanti che trovano naturale esprimersi così?????

il trionfo assoluto dell'ottusità e della banalità estreme, impermeabili a qualsiasi spunto intelligente?
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:39 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma davvero ci sono insegnanti che trovano naturale esprimersi così?????

il trionfo assoluto dell'ottusità e della banalità estreme, impermeabili a qualsiasi spunto intelligente?

l' ottusità e la banalità sono soggettive; quello che per te può essere ottuso e banale per altri può benissimo non esserlo
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mar Dic 27, 2016 11:40 pm

Appunto.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2539
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mer Dic 28, 2016 7:05 am

°°
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 4400
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mer Dic 28, 2016 8:26 am

ushikawa ha scritto:
°°

ah ah! questa è bellissima!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2085
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mer Dic 28, 2016 9:11 am

lucetta10 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:

La cultura non è uguale per tutti, nè esiste quella di stato

...e invece si: altrimenti che ci sta a fare la scuola pubblica? E su cosa si costruirebbe uno "stato"?

Proprio alla luce di questo faccio notare che non mi risulta faccia parte della cultura della scuola italiana la messa cantata per tutti.
Se questo comporterà al scomparsa dei cori natalizi di voci bianche ce ne faremo una ragione, speriamo che qualcuno sollevi presto anche il grosso problema delle esecuzioni al flauto dolce

Scuola pubblica non significa cultura di stato.
La scuola deve dare gli strumenti, insegnare la lingua, la storia e altri aspetti fondamentali affinchè il cittadino futuro possa crearsi una cultura propria.

In tal senso la religione, l'architettura, e la musica sono tutte OGGETTO di studio, nel senso che vengono fatte conoscere nelle ore dedicate a quelle materie. Ma conoscere non vuol dire per forza condividere.
In storia si studia anche il fascismo, ma non per questo poi gli allievi di domenica vanno a fare una simulazione di adunata, per esempio.
In tal senso sono certo che se in qualche scuola si proponesse, come progetto musicale, di cantare qualche inno fascista il giorno dei Natali di Roma, più di uno si offenderebbe (e giustamente, perchè il fascismo oltre a non essere più di moda è anche tabù)!
Eppure anche il saluto romano, come pure il risorgimento anticlericale e l'illuminismo, o come l'antica magna grecia pagana, fanno tutte parte della "nostra cultura" nel senso che hanno contribuito a fare quello che siamo adesso, come stato e come popolo. Non per questo possiamo dire di essere fascisti, pagani, positivisti. Allo stesso modo non è giusto dire che siamo cristiani. Chi vuole lo è, chi non vuole no. Senza nulla togliere all'importanza storica e culturale del cristianesimo, che va studiata di per se.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5705
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mer Dic 28, 2016 10:32 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:

La cultura non è uguale per tutti, nè esiste quella di stato

...e invece si: altrimenti che ci sta a fare la scuola pubblica? E su cosa si costruirebbe uno "stato"?

Proprio alla luce di questo faccio notare che non mi risulta faccia parte della cultura della scuola italiana la messa cantata per tutti.
Se questo comporterà al scomparsa dei cori natalizi di voci bianche ce ne faremo una ragione, speriamo che qualcuno sollevi presto anche il grosso problema delle esecuzioni al flauto dolce

Scuola pubblica non significa cultura di stato.
La scuola deve dare gli strumenti, insegnare la lingua, la storia e altri aspetti fondamentali affinchè il cittadino futuro possa crearsi una cultura propria.

In tal senso la religione, l'architettura, e la musica sono tutte OGGETTO di studio, nel senso che vengono fatte conoscere nelle ore dedicate a quelle materie. Ma conoscere non vuol dire per forza condividere.
In storia si studia anche il fascismo, ma non per questo poi gli allievi di domenica vanno a fare una simulazione di adunata, per esempio.
In tal senso sono certo che se in qualche scuola si proponesse, come progetto musicale, di cantare qualche inno fascista il giorno dei Natali di Roma, più di uno si offenderebbe (e giustamente, perchè il fascismo oltre a non essere più di moda è anche tabù)!
Eppure anche il saluto romano, come pure il risorgimento anticlericale e l'illuminismo, o come l'antica magna grecia pagana, fanno tutte parte della "nostra cultura" nel senso che hanno contribuito a fare quello che siamo adesso, come stato e come popolo. Non per questo possiamo dire di essere fascisti, pagani, positivisti. Allo stesso modo non è giusto dire che siamo cristiani. Chi vuole lo è, chi non vuole no. Senza nulla togliere all'importanza storica e culturale del cristianesimo, che va studiata di per se.


E invece si studia il fascismo in chiave antifascista perché la nostra "cultura di stato" è antifascista, e non in altra chiave (nonostante taluni pensino sia possibile), così come si insegna che l'uomo viene dalla scimmia e non da Adamo e che in principio era il big bang, e così si insegnano molte altre cose, non certo guardandole dall'iperuranio, ma da un hic et nunc molto concreto. Non esiste altra possibilità, per i fatti culturali, che esprimerli da una posizione definita.
Ovvio che ognuno abbraccia la propria religione (perché la cultura di stato lo dice!), ma se si riconosce valore storico e culturale alla religione cristiana e l'importanza di studiarla, questo vale perché è componente della nostra "cultura di stato" e se così non fosse non ci sarebbero nemmeno laicismo, ateismo, anticlericalismo.
La scuola non è la piazza di Atene dove si va a declamare, ma l'ente di formazione dello stato che ha lo scopo di formare i suoi cittadini secondo un sistema condiviso: questo che piaccia o no!
Pensare che un docente della scuola pubblica non abbia dietro di sé un sistema culturale definito è una beata illusione e non toglie nulla alla libertà di insegnamento o al pluralismo, a riconoscerlo non si fa peccato.

La prima parte del tuo discorso è pericolosamente vicino a una apologia della didattica per competenze: attenzione alle insidie!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5705
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: non è possibile neanche cantare   Mer Dic 28, 2016 10:36 pm

rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma davvero ci sono insegnanti che trovano naturale esprimersi così?????

il trionfo assoluto dell'ottusità e della banalità estreme, impermeabili a qualsiasi spunto intelligente?

l' ottusità e la banalità sono soggettive; quello che per te può essere ottuso e banale per altri può benissimo non esserlo


Beh... soggettive... direi che senza l'evidenza non si può dare banalità invece!
Tornare in alto Andare in basso
 
non è possibile neanche cantare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Ma come è possibile che
» è possibile? un bambino di 10 anni???
» Fa cantare "Faccetta Nera" e "Giovinezza" a SCUOLA
» non è possibile...
» dal mio 10 pt vi racconto che....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: