Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 fa quel che può, quel che non può non fa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: fa quel che può, quel che non può non fa   Mar Dic 27, 2016 12:10 pm

Rai Educational del 20/08/2010 "TV buona maestra" la lezione di Alberto Manzi

https://www.youtube.com/watch?v=gKQ7GbworSw
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 866
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Ven Dic 30, 2016 2:42 pm

Ovvero sei politico per tutti, giusto? Hanno rovinato la scuola, lui, la Montessori prima, Don Milani dopo e tutta la genia del sessantotto, hanno eliminato il merito, per cui il giudizio è sempre quello con cui è intitolato questo post.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Ven Dic 30, 2016 5:21 pm

Scuola70 ha scritto:
Ovvero sei politico per tutti, giusto?

Stiamo parlando di scuole elementari. Il voto (almeno nei primi anni) fotografa la realtà familiare e non il "merito" dei bambini. Mettiamolo, va bene, ma diamogli l'importanza che merita (nessuna? limitata? marginale?). Credo che Manzi si riferisse all'obbligo di compilare dei giudizi analitici sulla personalità dei suoi alunni: “ Non è mio dovere parlare della vita del ragazzo, della sua partecipazione individuale della scuola (eventualmente dovrei dire io quanto sono stato capace di farlo partecipare o meno a questa vita); non è mio dovere (e non rientra nelle mie capacità analitiche) dare un giudizio relativo al comportamento psicologico dell’alunno. Credo sia mio diritto, oltre che mio dovere, in difesa dei fanciulli stessi, di non compilare delle schede che risulterebbero false”.

Citazione :
Hanno rovinato la scuola, lui,

sicuro sicuro? A me risulta che abbia aiutato un milione di italiani a prendere la licenza elementare, a leggere e a scrivere

Citazione :
la Montessori prima,

Beh, se ti piace la scuola com'era prima della Montessori, sei ridotto parecchio ma parecchio male

Citazione :
Don Milani dopo

vabbé, ormai sparare su don Milani è un passatempo che costa poco. Ma dire che don Milani era per il sei politico non si può sentire. La sua scuola era dieci volte più dura di quella di Pierino

Citazione :
e tutta la genia del sessantotto,

dal sessantotto sono passati quasi cinquant'anni. Se la scuola di oggi ci fa schifo sarebbe il caso di non dare sempre la colpa a quelli che sono venuti prima di noi, e a rimboccarci le maniche.

Citazione :
hanno eliminato il merito, per cui il giudizio è sempre quello con cui è intitolato questo post.

Ah! il merito nella scuola! Se puoi darmene una definizione, forse possiamo essere anche d'accordo.
E comunque, chi ha il coraggio delle sue idee e paga per questo (quattro mesi senza stipendio, pare), ha tutto il mio rispetto
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Ven Dic 30, 2016 10:34 pm

Ma che pallet. ..ma che patetica balla quella che i voti alti li hanno i figli di genitori agiati ed istruiti...
Ma nella storia quante persone geniali che hanno raggiunto le massime vette della istruzioni e della scienza arrivavano da famiglie poverissime ed analfabeta?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Ven Dic 30, 2016 10:43 pm

basta che siano maschi e va tutto bene
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Ven Dic 30, 2016 11:28 pm

"Oggi i bambini hanno più problemi di quelli che avevamo noi"
MA VERGOGNATI!CHE UNA VOLTA SI ANDAVA A SCUOLA CAMMINANDO SOTTO LA NEVE O IL SOLE A PIEDI E SI PORTAVA LA LEGNA DA METTERE NELLA STUFA IN CLASSE. .
ridicolo.patetico
Oggi che problemi hanno?hanno l iPhone 6invece del 7?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Ven Dic 30, 2016 11:51 pm

geo&geo ha scritto:
Scuola70 ha scritto:
Ovvero sei politico per tutti, giusto?

Stiamo parlando di scuole elementari. Il voto (almeno nei primi anni) fotografa la realtà familiare e non il "merito" dei bambini.

Il voto "fotografa la realtà familiare e non il "merito" dei bambini" solo quando agli insegnanti (per pigrizia, per conformismo o per quieto vivere), fa comodo così.

L'insegnante PROFESSIONALE, anche alle elementari, dovrebbe avere tutti gli strumenti di discernimento cognitivo e di coscienza etica per saper distinguere il contributo autonomo del bambino all'impegno specifico richiesto, dal generico effetto dell'influenza familiare, e dovrebbe essere capace di mettere il voto giusto al bambino e non alla famiglia.

Per esempio, mi pare ovvio che quegli insegnanti che non solo tollerano, ma addirittura RACCOMANDANO che i bambini siano seguiti giorno per giorno a casa e che facciano i compiti insieme ai genitori, finiranno col mettere il voto ai genitori e non ai figli. Ma dove sta scritto che questa debba essere la norma?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 8:55 am

Premesso che nascere in una famiglia ricca o povera, colta o ignorante è una di quelle ingiustizie alle quali la scuola non può porre rimedio, credo che al di là di chi fa i compiti ci sia una bella differenza tra avere genitori che usano i congiuntivi e leggono dei libri e genitori che si esprimono a parolacce e non leggono (con tutte le sfumature intermedie). E soprattutto tra avere genitori che danno un valore alla scuola e genitori che non lo danno.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 9:12 am

I genitori che non danno valore alla scuola possono benissimo, allo scattare dei (purtroppo) 16 anni,ritirarli da scuola e tenerli nella loro caverna al caldo, ben venga!
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 9:15 am

La scuola di oggi, quella del successo formativo garantito e certificato, è in un certo senso più classista di quella di quarant'anni fa...
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 9:42 am

paniscus_2.0 ha scritto:

Il voto "fotografa la realtà familiare e non il "merito" dei bambini" solo quando agli insegnanti (per pigrizia, per conformismo o per quieto vivere), fa comodo così.
Dissento fortemente, anche se oggi le cose possono essere, anzi sono, molto diverse.
I tempi in cui insegnava il maestro Manzi sono quelli in cui andavo a scuola io. Ricordo che in prima elementare ero seduta tra due gemelle, già ripetenti e che poi sono state nuovamente bocciate in seconda.
Figlie di genitori analfabeti, a casa parlavano solo dialetto. Alla fine della quinta elementare hanno smesso con la scuola. Una delle due è sposata e la figlia si è diplomata bene, senza problemi. L'altra è suora missionaria, ha imparato l'indi, fa la spola tra Roma e l'India. A parlare con loro nessuno direbbe che alla scuola elementare abbiano avuto problemi.

@Masaniello
Ma davvero quando andavi a scuola a piedi, sotto la neve o il sole, ti portavi la legna da mettere nella stufa in classe? Allora di anni nei hai 69, non 39. Usavi anche il calamaio?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 9:46 am

In ogni caso, non vedo perché si debba pretendere dalla scuola il compito di annullare magicamente tutte le infinite diversità delle comunità umane, diversità nelle quali spesso non rientrano soltanto (spiacevoli) dislivelli di vantaggio e svantaggio socioeconomico... ma anche e soprattutto differenze di mentalità e stile di vita, in cui non penso nemmeno che sia giusto che la scuola entri nel merito e faccia delle scale di giudizio su quale sia migliore o peggiore, o che ne scelga alcuni come obiettivi ideali e pretenda di riportare tutti gli altri a quel modello.

Tanto per fare il solito esempio antipatico, io posso pensare sinceramente che crescere in una famiglia di religiosi bigotti sia culturalmente svantaggioso rispetto a crescere in una famiglia laica e pluralista, ma in tal caso che ci si dovrebbe fare? Sminuire davanti al ragazzino le convinzioni religiose dei genitori? Tentare di smontarle? Ma col cavolo! E lo stesso valga per qualsiasi abitudine di vita che noi, dall'alto della nostra finezza culturale (scherzo, ovviamente!) possiamo considerare coatta, sciattona e "inferiore", tipo la famiglia di ultrà di calcio, di maniaci delle armi, o di astrologi antroposofici!

Che ci piaccia o no, anche le famiglie che si ispirano a stili di vita completamente diversi dai nostri hanno il diritto di educare i figli come meglio credono e di trasmettere ai figli il proprio esempio.
Nel caso più generale, se ci sono famiglie (magari onestissime e civilissime) che non danno importanza alla cultura e allo studio, e che allevano figli in quel clima... beh, dispiace, ma che possiamo farci?

Possiamo provare a seminare (indirettamente) nel figlio qualche spunto in più, diverso da quelli che gli arrivano in casa, sperando che autonomamente gli faccia scattare qualche molla di curiosità, ma non possiamo certo permetterci di INDOTTRINARLO, mettendogli in testa che i valori della cultura scolastica e libresca sono migliori di quelli ricevuti in famiglia. Magari gli scatterebbe anche la reazione negativa di vergognarsi dei propri genitori... oppure al contrario, proprio per evitare di doversi vergognare dei propri genitori, si chiuderebbe a riccio in difesa delle sue abitudini di vita familiari, rifiutando gli stimoli proposti dalla scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 9:52 am

Allora.intanto ne ho 38. Si parlava di scuola di una volta.
Io andavo a scuola impennando con la saltafossi. A volte veniva mio zio con il Califfone o mio padre a prendermi.in quest ultimo caso mi metteva sul tubo della bici
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 10:05 am

@melia ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

Il voto "fotografa la realtà familiare e non il "merito" dei bambini" solo quando agli insegnanti (per pigrizia, per conformismo o per quieto vivere), fa comodo così.
Dissento fortemente, anche se oggi le cose possono essere, anzi sono, molto diverse.
I tempi in cui insegnava il maestro Manzi sono quelli in cui andavo a scuola io.

Appunto, penso che le cose siano molto diverse. Oggi, a seguito della cultura di massa, della televisione e dei media, e di parecchi decenni di scolarizzazione più diffusa, le situazioni come quella che hai descritto tu sono scomparse.

Ad esempio, non credo che esistano più bambini in età scolare che abbiano genitori analfabeti, perché non esistono trentenni o quarantenni che non siano mai stati a scuola (anche tra gli immigrati stranieri di origine più semplice, sono rarissimi), e non esistono famiglie in cui NON SI CONOSCE l'italiano corrente perché si parla solo il dialetto. Magari famiglie in cui si parla solo il dialetto esistono, ma non vuol dire che non conoscano anche l'italiano, perché lo sentono tutti i giorni dalla televisione, dalla radio e dalle pubblicità. Non sarà italiano letterario, ma lo conoscono. Oltretutto è anche aumentato il livello di burocratizzazione della società, quindi tutti sono abituati a firmare documenti scritti e a utilizzare linguaggio formale quando serve... sarà sicuramente vero che esiste chi ci riesce meglio e chi peggio, ma l'uso quotidiano di linguaggio "pubblico", sia scritto che parlato, esiste eccome. Insomma, mi pare che le famiglie di tutte le possibili classi sociali facciano vite abbastanza più SIMILI tra di loro di quando non fosse 50 anni fa, e possano avere più riferimenti comuni.

E comunque non si stava parlando delle motivaizoni in sé delle differenze socioculturali, si stava parlando del funzionamento dell'istruzione scolastica e del fatto di mettere il voto. E rimango convinta di quello che ho detto, un insegnante professionale dovrebbe avere gli strumenti per mettere un voto più equo possibile, valutando l'effettivo impegno e gli effettivi progressi del bambino che siano davvero farina del suo sacco, e separandoli dall'inevitabile effetto del condizionamento familiare.
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 10:16 am

Concordo.
Volevo solo mettere in guardia tra la differenza di chi oggi non vorrebbe esprimere alcun tipo di giudizio e la ribellione del maestro Manzi all'emissione dei giudizi. Sono epoche diverse e, per molti versi, lontanissime.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1384
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: fa quel che può, quel che non può non fa   Sab Dic 31, 2016 11:17 am

ushikawa ha scritto:
La scuola di oggi, quella del successo formativo garantito e certificato, è in un certo senso più classista di quella di quarant'anni fa...

Io lo dico sempre; non solo e' piu' classista, sotto la melassa pseudodemocratica che la ricopre, ma funziona pure peggio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
fa quel che può, quel che non può non fa
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» è successo quello che più temevo....
» quel romanticone di mio marito...come finire una cena in poesia

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: