Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Tullio De Mauro

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
franco71



Messaggi : 928
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioOggetto: Tullio De Mauro   Gio Gen 05, 2017 1:55 pm

http://www.huffingtonpost.it/2017/01/05/morte-di-tullio-de-mauro-contro-buona-scuola-e-analfabetizzazione_n_13969510.html

Un intellettuale, a mio modesto parere, che ha contribuito tanto al miglioramento del "pianeta" scuola.
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4571
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Gio Gen 05, 2017 8:32 pm

Poco apprezzato come Ministro secondo me. Cmq un grande intellettuale.e una brava persona.
Tornare in alto Andare in basso
Beebe



Messaggi : 344
Data d'iscrizione : 19.06.16

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Gio Gen 05, 2017 10:46 pm

Concordo in pieno con Carla.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2761
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 12:43 pm

Anche lui ha provato a proporre la propria riforma; docenti e sindacati gli hanno stoppato l'idea del "quizzone", forse giustamente. Non ha avuto tempo per fare danni come ministro. Massimo rispetto come intellettuale e come linguista.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 2:24 pm

Le sue idee sulla lingua e sulla scuola, dagli anni '70 con le Tesi Giscel, hanno impresso una svolta radicale e contribuito in modo sostanziale a abbattere l'analfabetismo, ancora oggi imprescindibile per chi come noi si occupa di educazione linguistica
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 2:52 pm

L'idea di un' educazione linguistica ha come prerequisito la capacità di utilizzare bene la lingua ed è quindi una questione prettamente didattica.
Tullio De Mauro ha avuto il merito di aver approfondito la questione, mettendo anche il dito sulla piaga dell'analfabetismo funzionale.
Ha però avuto il torto di aver avuto come compagni di viaggio personaggi che non vogliono un'"educazione linguistica democratica", ma bensì il successo formativo garantito, che è una cosa ben diversa.
Davanti a uno studente che ha difficoltà a capire quello che legge oggi si conclude, con troppa facilità, che è dislessico, senza andare a vedere se i suoi problemi hanno una radice altrove.
Questa è la scuola della legge 107, ma è anche la scuola della riforma Berlinguer, riforma che il prof. De Mauro ha sostenuto e difeso, anche nel breve periodo in cui è stato ministro della pubblica istruzione.
Nell'ultimo periodo della sua vita ha espresso forti perplessità sulla "buona scuola". Forse si era reso conto dell'errore fatto a suo tempo.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 2:59 pm

La questione non l'ha "approfondita" De Mauro. Prima delle tesi Giscel la questione, basilare e oggi addirittura (mi auguro) ovvia, semplicemente non esisteva, e in Italia c'erano il 70 e più % di analfabeti. Col successo formativo garantito, De Mauro non c'entra niente (a ben vedere non c'entra nemmeno la 107...), c'entrano moltissimo gli insegnanti (ma non sia mai che si faccia autocritica, meglio rinchiuderci nella torre eburnea della commiserazione...), ma mi sembrava strano che nessuno avesse ancora fatto di tutta l'erba un fascio
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:07 pm

lucetta10 ha scritto:
La questione non l'ha "approfondita" De Mauro. Prima delle tesi Giscel la questione, basilare e oggi addirittura (mi auguro) ovvia, semplicemente non esisteva, e in Italia c'erano il 70 e più % di analfabeti. Col successo formativo garantito, De Mauro non c'entra niente (a ben vedere non c'entra nemmeno la 107...), ma mi sembrava strano che nessuno avesse ancora fatto di tutta l'erba un fascio

Se vogliamo dirla tutta, la questione dell'educazione linguistica l'aveva posta anche don Milani, ovviamente non con un approccio da linguista (ma non è questo il punto).

Per il resto, trovo surreale che si sostenga che De Mauro non abbia nulla a che fare con un certo sentire psico-pedagogico. Ho buona memoria, e il MINISTRO de Mauro che difendeva la riforma Berlinguer lo ricordo molto bene.

Se puoi vuoi sostenere che la riforma Berlinguer non c'entri nulla con la piega che ha preso la scuola italiana, fai pure.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:10 pm

comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
La questione non l'ha "approfondita" De Mauro. Prima delle tesi Giscel la questione, basilare e oggi addirittura (mi auguro) ovvia, semplicemente non esisteva, e in Italia c'erano il 70 e più % di analfabeti. Col successo formativo garantito, De Mauro non c'entra niente (a ben vedere non c'entra nemmeno la 107...), ma mi sembrava strano che nessuno avesse ancora fatto di tutta l'erba un fascio

Se vogliamo dirla tutta, la questione dell'educazione linguistica l'aveva posta anche don Milani, ovviamente non con un approccio da linguista (ma non è questo il punto).

Per il resto, trovo surreale che si sostenga che De Mauro non abbia nulla a che fare con un certo sentire psico-pedagogico. Ho buona memoria, e il MINISTRO de Mauro che difendeva la riforma Berlinguer lo ricordo molto bene.

Se puoi vuoi sostenere che la riforma Berlinguer non c'entri nulla con la piega che ha preso la scuola italiana, fai pure.


Beh... direi che le dici tesi per l'educazione linguistica abbiano il loro fondamento nella linguistica, ma se non è questo il punto, indicacelo pure tu che hai un occhio sempre molto attento e libero da pregiudizi, e soprattutto una visione molto dialettica delle questioni.
Se poi hai buona memoria: bene così! Mi pare una dimostrazione perfino più fondata di altre che ho letto.
Sarebbe certo più gradito che ci indicassi i passi in cui De Mauro si mostra affine al sentire psicopedagogico che richiede il successo formativo garantito... a me non risulta, ma magari mi è sfuggito.
Della riforma Berlinguer non si sta parlando, mi pare. Almeno stando al titolo della discussione, che dovrebbe concentrarsi su De Mauro
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:20 pm

lucetta10 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
La questione non l'ha "approfondita" De Mauro. Prima delle tesi Giscel la questione, basilare e oggi addirittura (mi auguro) ovvia, semplicemente non esisteva, e in Italia c'erano il 70 e più % di analfabeti. Col successo formativo garantito, De Mauro non c'entra niente (a ben vedere non c'entra nemmeno la 107...), ma mi sembrava strano che nessuno avesse ancora fatto di tutta l'erba un fascio

Se vogliamo dirla tutta, la questione dell'educazione linguistica l'aveva posta anche don Milani, ovviamente non con un approccio da linguista (ma non è questo il punto).

Per il resto, trovo surreale che si sostenga che De Mauro non abbia nulla a che fare con un certo sentire psico-pedagogico. Ho buona memoria, e il MINISTRO de Mauro che difendeva la riforma Berlinguer lo ricordo molto bene.

Se puoi vuoi sostenere che la riforma Berlinguer non c'entri nulla con la piega che ha preso la scuola italiana, fai pure.


Beh... direi che le dici tesi per l'educazione linguistica abbiano il loro fondamento nella linguistica, ma se non è questo il punto, indicacelo pure tu che hai un occhio sempre molto attento e libero da pregiudizi, e soprattutto una visione molto dialettica delle questioni.
Se poi hai buona memoria: bene così! Mi pare una dimostrazione perfino più fondata di altre che ho letto.
Sarebbe certo più gradito che ci indicassi i passi in cui De Mauro si mostra affine al sentire psicopedagogico che richiede il successo formativo garantito... a me non risulta, ma magari mi è sfuggito

Ribadisco: ho buona memoria.

http://www.repubblica.it/online/scuola_universita/lacrime/lacrime/lacrime.html

Penso sia superfluo ricordare che quella che De mauro chiamava "la mia riforma", era in realtà la riforma portata avanti dal suo predecessore Luigi Berlinguer, riforma che evidentemente il professore condivideva.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:22 pm

comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
La questione non l'ha "approfondita" De Mauro. Prima delle tesi Giscel la questione, basilare e oggi addirittura (mi auguro) ovvia, semplicemente non esisteva, e in Italia c'erano il 70 e più % di analfabeti. Col successo formativo garantito, De Mauro non c'entra niente (a ben vedere non c'entra nemmeno la 107...), ma mi sembrava strano che nessuno avesse ancora fatto di tutta l'erba un fascio

Se vogliamo dirla tutta, la questione dell'educazione linguistica l'aveva posta anche don Milani, ovviamente non con un approccio da linguista (ma non è questo il punto).

Per il resto, trovo surreale che si sostenga che De Mauro non abbia nulla a che fare con un certo sentire psico-pedagogico. Ho buona memoria, e il MINISTRO de Mauro che difendeva la riforma Berlinguer lo ricordo molto bene.

Se puoi vuoi sostenere che la riforma Berlinguer non c'entri nulla con la piega che ha preso la scuola italiana, fai pure.


Beh... direi che le dici tesi per l'educazione linguistica abbiano il loro fondamento nella linguistica, ma se non è questo il punto, indicacelo pure tu che hai un occhio sempre molto attento e libero da pregiudizi, e soprattutto una visione molto dialettica delle questioni.
Se poi hai buona memoria: bene così! Mi pare una dimostrazione perfino più fondata di altre che ho letto.
Sarebbe certo più gradito che ci indicassi i passi in cui De Mauro si mostra affine al sentire psicopedagogico che richiede il successo formativo garantito... a me non risulta, ma magari mi è sfuggito

Ribadisco: ho buona memoria.

http://www.repubblica.it/online/scuola_universita/lacrime/lacrime/lacrime.html

Penso sia superfluo ricordare che quella che De mauro chiamava "la mia riforma", era in realtà la riforma portata avanti dal suo predecessore Luigi Berlinguer che evidentemente il professore condivideva.

Non mi è chiaro il senso del link, comunque... de mauro, emulo di Berlinguer, sosteneva il successo formativo garantito: ma stai dicendo veramente?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:27 pm

lucetta10 ha scritto:

Non mi è chiaro il senso del link, comunque... de mauro, emulo di Berlinguer, sosteneva il successo formativo garantito: ma stai dicendo veramente?

De Mauro ha sostenuto e difeso la riforma Berlinguer. Questo è un dato di fatto.

Se poi tu non ricordi in cosa consisteva quella riforma e quali fossero i principi ispiratori, non posso farci nulla.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:32 pm

comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non mi è chiaro il senso del link, comunque... de mauro, emulo di Berlinguer, sosteneva il successo formativo garantito: ma stai dicendo veramente?

De Mauro ha sostenuto e difeso la riforma Berlinguer. Questo è un dato di fatto.

Se poi tu non ricordi in cosa consisteva quella riforma e quali fossero i principi ispiratori, non posso farci nulla.


Tutto si tiene: il segreto sta nella proprietà transitiva
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17947
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:35 pm

comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non mi è chiaro il senso del link, comunque... de mauro, emulo di Berlinguer, sosteneva il successo formativo garantito: ma stai dicendo veramente?

De Mauro ha sostenuto e difeso la riforma Berlinguer. Questo è un dato di fatto.

Se poi tu non ricordi in cosa consisteva quella riforma e quali fossero i principi ispiratori, non posso farci nulla.
Mi risulta che De Mauro abbia affermato qualcosa come "i ragazzi più bravi devono sostenere quelli meno bravi nello studio".

Detta così sembra splendida, per chi conosce la scuola (evidentemente non De Mauro) è una puttanata di prima grandezza: i ragazzi più bravi patiscono la presenza dei fancazzisti in ogni classe di ogni scuola di ogni ordine e grado; i ragazzi più bravi dovrebbero essere liberati dalle palle al piede per poter volare.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:38 pm

avidodinformazioni ha scritto:
comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non mi è chiaro il senso del link, comunque... de mauro, emulo di Berlinguer, sosteneva il successo formativo garantito: ma stai dicendo veramente?

De Mauro ha sostenuto e difeso la riforma Berlinguer. Questo è un dato di fatto.

Se poi tu non ricordi in cosa consisteva quella riforma e quali fossero i principi ispiratori, non posso farci nulla.
Mi risulta che De Mauro abbia affermato qualcosa come "i ragazzi più bravi devono sostenere quelli meno bravi nello studio".

Detta così sembra splendida, per chi conosce la scuola (evidentemente non De Mauro) è una puttanata di prima grandezza: i ragazzi più bravi patiscono la presenza dei fancazzisti in ogni classe di ogni scuola di ogni ordine e grado; i ragazzi più bravi dovrebbero essere liberati dalle palle al piede per poter volare.


A me pare che una volta abbia perfino detto che i cappelli a cono sono brutti! Ora siamo all'aneddotica: bene!
Che poi De Mauro non conoscesse la scuola fa abbastanza ridere
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2761
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:41 pm

Per essere onesti, il pensiero di De Mauro sulla buona scuola;

http://temi.repubblica.it/micromega-online/de-mauro-%E2%80%9Cla-buona-scuola-da-bocciare-e-non-chiamatela-riforma%E2%80%A6%E2%80%9D/
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17947
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:44 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non mi è chiaro il senso del link, comunque... de mauro, emulo di Berlinguer, sosteneva il successo formativo garantito: ma stai dicendo veramente?

De Mauro ha sostenuto e difeso la riforma Berlinguer. Questo è un dato di fatto.

Se poi tu non ricordi in cosa consisteva quella riforma e quali fossero i principi ispiratori, non posso farci nulla.
Mi risulta che De Mauro abbia affermato qualcosa come "i ragazzi più bravi devono sostenere quelli meno bravi nello studio".

Detta così sembra splendida, per chi conosce la scuola (evidentemente non De Mauro) è una puttanata di prima grandezza: i ragazzi più bravi patiscono la presenza dei fancazzisti in ogni classe di ogni scuola di ogni ordine e grado; i ragazzi più bravi dovrebbero essere liberati dalle palle al piede per poter volare.


A me pare che una volta abbia perfino detto che i cappelli a cono sono brutti! Ora siamo all'aneddotica: bene!
Che poi De Mauro non conoscesse la scuola fa abbastanza ridere
Chi conosce il miglior liceo classico di Roma non conosce la scuola; se lo chiamano a fare il DS di quel liceo OK, se lo chiamano a fare il ministro di tutte le scuole allora mi preoccupo.
Se da ministro emette ordinanze o imposta politiche pensando ai suoi alunni di liceo classico temo che le altre scuole possano chiudere o convertirsi (come avviene abitualmente) in oratori e centri sportivi.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:48 pm

Tullio De Mauro era uno studioso di prima grandezza, ha scritto cose fondamentali per la scuola, e il fatto che si stia qui a giudicarlo in base all'assenso o dissenso a questa o quella riforma o che lo si banalizzi in una affermazione estemporanea tratta da chissà quale contesto, la dice lunga sugli insegnanti e sullo scollamento che esiste tra il mondo della scuola e quello della ricerca e dell'elaborazione teorica (qualcosa che non c'era prima, e infatti le tesi Giscel furono redatte da studiosi e insegnanti!).
E poi mi si dica ancora che non serve l'aggiornamento e che basta la chiacchierata con la collega anziana! Chiudiamoci ancora di più nella nostra torre, sempre più burocrati e polemisti, sempre meno intellettuali
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:50 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non mi è chiaro il senso del link, comunque... de mauro, emulo di Berlinguer, sosteneva il successo formativo garantito: ma stai dicendo veramente?

De Mauro ha sostenuto e difeso la riforma Berlinguer. Questo è un dato di fatto.

Se poi tu non ricordi in cosa consisteva quella riforma e quali fossero i principi ispiratori, non posso farci nulla.
Mi risulta che De Mauro abbia affermato qualcosa come "i ragazzi più bravi devono sostenere quelli meno bravi nello studio".

Detta così sembra splendida, per chi conosce la scuola (evidentemente non De Mauro) è una puttanata di prima grandezza: i ragazzi più bravi patiscono la presenza dei fancazzisti in ogni classe di ogni scuola di ogni ordine e grado; i ragazzi più bravi dovrebbero essere liberati dalle palle al piede per poter volare.


A me pare che una volta abbia perfino detto che i cappelli a cono sono brutti! Ora siamo all'aneddotica: bene!
Che poi De Mauro non conoscesse la scuola fa abbastanza ridere
Chi conosce il miglior liceo classico di Roma non conosce la scuola; se lo chiamano a fare il DS di quel liceo OK, se lo chiamano a fare il ministro di tutte le scuole allora mi preoccupo.
Se da ministro emette ordinanze o imposta politiche pensando ai suoi alunni di liceo classico temo che le altre scuole possano chiudere o convertirsi (come avviene abitualmente) in oratori e centri sportivi.

... e questo sarebbe il cuore dell'educazione linguistica democratica! Ma cosa dici, almeno sai di cosa parli? De Mauro ha sostenuto esattamente il contrario
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:51 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Detta così sembra splendida, per chi conosce la scuola (evidentemente non De Mauro)

Nella primavera del 2000 il centro sinistra, consapevole che il nome di Berlinguer era oramai improponibile, decise di affidare il ministero della pubblica istruzione a un intellettuale di riconosciuta fama quale Tullio De Mauro.

Francamente non so perché il professore accettò di difendere una simile riforma.

Forse non conosceva bene la concreta realtà scolastica.

Forse sperava di realizzare un compromesso che gli avrebbe consentito di portare avanti alcuni suoi cavalli di battaglia.

Fatto sta che De Mauro difese con una certa veemenza la riforma, anche perché le critiche dell'opposizione di allora (Forza italia, AN, Lega e ccd/cdu) si ponevano più come un ricordo nostalgico della vecchia scuola che come critiche di merito all'ideologia pedagogica che ispirava la riforma.
Contro costoro De Mauro aveva buon gioco, in effetti era difficile sostenere la difesa di una scuola che risolveva qualsiasi problema semplicemente bocciando.
Peccato che in questo modo si stava aprendo le porte a una scuola che risolve qualsiasi problema semplicemente promuovendo.
Che poi questa ideologia sia trasversale alle forze politiche lo si è capito negli anni successivi. Ma questa è un'altra storia.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:53 pm

comp_xt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Detta così sembra splendida, per chi conosce la scuola (evidentemente non De Mauro)

Nella primavera del 2000 il centro sinistra, consapevole che il nome di Berlinguer era oramai improponibile, decise di affidare il ministero della pubblica istruzione a un intellettuale di riconosciuta fama quale Tullio De Mauro.

Francamente non so perché il professore accettò di difendere una simile riforma.

Forse non conosceva bene la concreta realtà scolastica.

Forse sperava di realizzare un compromesso che gli avrebbe consentito di portare avanti alcuni suoi cavalli di battaglia.

Fatto sta che De Mauro difese con una certa veemenza la riforma, anche perché le critiche dell'opposizione di allora (Forza italia, AN, Lega e ccd/cdu) si ponevano più come un ricordo nostalgico della vecchia scuola che come critiche di merito all'ideologia pedagogica che ispirava la riforma.
Contro costoro De Mauro aveva buon gioco, in effetti era difficile sostenere la difesa di una scuola che risolveva qualsiasi problema semplicemente bocciando.
Peccato che in questo modo si stava aprendo le porte a una scuola che risolve qualsiasi problema semplicemente promuovendo.
Che poi questa ideologia sia trasversale alle forze politiche lo si è capito negli anni successivi. Ma questa è un'altra storia.


La posizione berlinguerocentrica era già chiara.

Ancora una volta, che siano le riforme a promuovere e non gli insegnanti è sicuramente molto rassicurante, effettivamente ho visto molti delegati del MIUR agli scrutini e pochi colleghi piagnoni con la promozione facile...
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 3:57 pm

lucetta10 ha scritto:
che lo si banalizzi in una affermazione estemporanea tratta da chissà quale contesto

Tullio De Mauro è stato ministro dall'aprile del 2000 al giugno del 2001.
Quelle che tu chiami "affermazioni estemporanee" o "assenso alla riforma" sono in realtà atti politici fatti da UN MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ed è francamente fastidioso che tu insista a volerle degradare come chiacchiere da bar.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 4:02 pm

lucetta10 ha scritto:

Ancora una volta, che siano le riforme a promuovere e non gli insegnanti è sicuramente molto rassicurante, effettivamente ho visto molti delegati del MIUR agli scrutini e pochi colleghi piagnoni con la promozione facile...

Le riforme pongono le condizioni giuridiche affinché gli insegnanti che non si adeguano al nuovo corso subiscano delle ritorsioni.
Non fare finta di non saperlo.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 7:54 pm

Se ancora qualcuno avesse qualche dubbio sull'adesione del prof. De Mauro a determinate posizioni pedagogiche:

https://www.youtube.com/watch?v=WWRC4qRvPG4



Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6016
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Tullio De Mauro   Ven Gen 06, 2017 8:50 pm

comp_xt ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
che lo si banalizzi in una affermazione estemporanea tratta da chissà quale contesto

Tullio De Mauro è stato ministro dall'aprile del 2000 al giugno del 2001.
Quelle che tu chiami "affermazioni estemporanee" o "assenso alla riforma" sono in realtà atti politici fatti da UN MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ed è francamente fastidioso che tu insista a volerle degradare come chiacchiere da bar.


... evidentemente non mi riferivo a te, ma alla frase riferita da avido.
Che le tue contestazioni siano da bar invece, o quanto meno di poco spessore intellettuale, superficiali e banalizzanti, concordo
Tornare in alto Andare in basso
 
Tullio De Mauro
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» mauro biglino e il "dio alieno" della bibbia
» Mauro Repetto. Parliamone un po'.

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: