Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Per i docenti di Storia e Lettere

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Per i docenti di Storia e Lettere   Sab Gen 07, 2017 5:38 pm

Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Sab Gen 07, 2017 6:57 pm

Mi è capitato in una scuola in cui ho lavorato in passato e la collega di storia e filosofia mi ha spiegato che per loro era normale così (io naturalmente ero l'insegnante di italiano, quindi sul fatto che io dovessi valutarli non c'erano dubbi). Personalmente condivido le tue perplessità, ma se è una prassi consolidata dell'istituto forse ti conviene adeguarti.
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Sab Gen 07, 2017 7:00 pm

Non sono di Lettere, ma, quando insegnavo ai geometri facevo la trigonometria in parallelo con il docente di Topografia. Preparavamo un compito, lui lo correggeva e lo valutava. Mi passava la prova e anch'io la correggevo e la valutavo. I voti erano simili anche se non sempre perfettamente uguali, perché gli obiettivi disciplinari erano leggermente diversi. La prova era, comunque, valutata in entrambe le discipline. Ovviamente gli studenti lo sapevano fin dall'inizio.

Il problema è: gli studenti sapevano che la prova sarebbe stata valutata in entrambe le discipline? Se sì, non vedo dove stia il problema.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Sab Gen 07, 2017 7:34 pm

Penso che questo tipo di collaborazione sia auspicabile, purtroppo rara. Io utilizzerei quei voti come voto orale, visto che non potrai classificare tu le verifiche.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Sab Gen 07, 2017 8:18 pm

chicca70 ha scritto:
Penso che questo tipo di collaborazione sia auspicabile, purtroppo rara. Io utilizzerei quei voti come voto orale, visto che non potrai classificare tu le verifiche.

Potrebbe essere una buona idea questa...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19925
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Sab Gen 07, 2017 9:22 pm

precario_acciaio. ha scritto:
Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?
Io farei una valutazione differenziata; estremizzo: "L'ascoperta della Merica è avvenuta nel 1492" storia 10 italiano 4; "La scoperta dell'America è avvenuta nel 1592" storia 4 italiano 10; ecc
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3266
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Sab Gen 07, 2017 10:28 pm

Balle. È probabile che ci fossero sbarcati i vikinghi ancora prima.
e poi scoprire cosa? Abitavano già grandi civiltà in centro e sud America e pellerossa al nord.
Scoprire si scopre un isola deserta mai vista da alcuno.non un continente già abitato..e poi sto genovese, che pensava di essere nelle indie. ..
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19925
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 1:32 am

Masaniello ha scritto:
Balle.  È probabile che ci fossero sbarcati i vikinghi ancora prima.
e poi scoprire cosa? Abitavano già grandi civiltà in centro e sud America e pellerossa al nord.
Scoprire si scopre un isola deserta mai vista da alcuno.non un continente già abitato..e poi sto genovese, che pensava di essere nelle indie. ..
La regola fondamentale delle scoperte è che devono essere comunicate, se te le tieni per te non valgono; vichinghi e nativi americani hanno comunicato qualcosa ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 9:20 am

Masaniè, se proprio vuoi fare il ganzo, aggiornati: adesso c'è qualcuno che dice che anche i vichinghi hanno scoperto l'acqua calda (anzi, l'acqua fredda, vista la latitudine), perché pure i FENICI erano arrivati ai Caraibi duemila anni prima...  : - )
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 9:48 am

precario_acciaio. ha scritto:
Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?

io non condivido il fatto che abbia dovuto preparare tu tutti e 4 i temi storici e che lei li abbia corretti perché secondo me tu li dovresti valutare secondo i tuoi criteri

insomma, o si preparano insieme e li correggono insieme mettendo un voto diverso a seconda dei vari criteri stabiliti oppure , per il futuro, si potrebbe far fare due temi con la stessa consegna, stabilita in accordo con la collega, valutando con criteri diversi e come meglio si ritiene opportuno. Perché, scusa, ma come fai a mettere un voto su un compito che non hai neanche corretto?

a questo punto, concordo con Avido, io, al tuo posto, mi leggerei i temi visto che li ha corretti già la collega e li valuterei differentemente a seconda degli obiettivi da raggiungere che mi sono prefissata


Ultima modifica di rita 76 il Dom Gen 08, 2017 10:24 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 10:18 am

rita 76 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?

io non condivido il fatto che abbia dovuto preparare tu tutti e 4 i temi storici e che lei li abbia corretti perché a, questo punto, li dovresti valutare tenendo conto dei tuoi criteri e non dei suoi.

insomma, o li preparavate e li correggevate insieme oppure ognuno li valuta come meglio ritiene opportuno.

quindi, concordo con Avido, nel valutare differentemente lo stesso tema a seconda degli obiettivi da raggiungere che vi siete prefissati

I criteri erano li avevamo elaborati assieme, assegnare le voci alle griglie lo ha fatto lei; sto ancora pensandoci...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 10:30 am

precario_acciaio. ha scritto:
rita 76 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?

io non condivido il fatto che abbia dovuto preparare tu tutti e 4 i temi storici e che lei li abbia corretti perché a, questo punto, li dovresti valutare tenendo conto dei tuoi criteri e non dei suoi.

insomma, o li preparavate e li correggevate insieme oppure ognuno li valuta come meglio ritiene opportuno.

quindi, concordo con Avido, nel valutare differentemente lo stesso tema a seconda degli obiettivi da raggiungere che vi siete prefissati

I criteri erano li avevamo elaborati assieme, assegnare le voci alle griglie lo ha fatto lei; sto ancora pensandoci...

ho capito ma per te un criterio potrebbe essere stato rispettato sufficientemente e per lei no tipo l' ampiezza/lunghezza e l' originalità del contenuto o la capacità critica. Quindi, lo stesso tema che per te vale 6, per lei potrebbe valere 7 e ciò potrebbe succedere perchè il tema non è come un' operazione di matematica dove non si discute che 2 x 2 = 4; in altre parole un tema è soggettivo mentre le operazioni/espressioni/funzioni, ecc. di matematica sono oggettive. questo mio discorso vale in generale; ora, tu scrivi che ti trovi d' accordo con le valutazioni della tua collega, cosa che mi sembra strana proprio per quanto appena spiegato. Quindi, posso capire che ci si trova d' accordo per qualche valutazione, ma non per tutte per quanto riguarda i temi, ovviamente!


Ultima modifica di rita 76 il Dom Gen 08, 2017 10:39 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 10:39 am

rita 76 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?

io non condivido il fatto che abbia dovuto preparare tu tutti e 4 i temi storici e che lei li abbia corretti perché secondo me tu li dovresti valutare secondo i tuoi criteri

insomma, o si preparano insieme e li correggono insieme mettendo un voto diverso a seconda dei vari criteri stabiliti oppure , per il futuro, si potrebbe far fare due temi con la stessa consegna, stabilita in accordo con la collega, valutando con criteri diversi e come meglio si ritiene opportuno. Perché, scusa, ma come fai a mettere un voto su un compito che non hai neanche corretto?

a questo punto, concordo con Avido, io, al tuo posto, mi leggerei i temi visto che li ha corretti già la collega e li valuterei differentemente a seconda degli obiettivi da raggiungere che mi sono prefissata

Ma perché rifare un lavoro già fatto?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 10:42 am

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?

io non condivido il fatto che abbia dovuto preparare tu tutti e 4 i temi storici e che lei li abbia corretti perché secondo me tu li dovresti valutare secondo i tuoi criteri

insomma, o si preparano insieme e li correggono insieme mettendo un voto diverso a seconda dei vari criteri stabiliti oppure , per il futuro, si potrebbe far fare due temi con la stessa consegna, stabilita in accordo con la collega, valutando con criteri diversi e come meglio si ritiene opportuno. Perché, scusa, ma come fai a mettere un voto su un compito che non hai neanche corretto?

a questo punto, concordo con Avido, io, al tuo posto, mi leggerei i temi visto che li ha corretti già la collega e li valuterei differentemente a seconda degli obiettivi da raggiungere che mi sono prefissata

Ma perché rifare un lavoro già fatto?

stavolta no, visto che ormai i ragazzi sanno una cosa e non si possono cambiare le carte in tavola all' ultimo minuto. Ma per le prossime volte si potrebbe somministrare la stessa consegna puntando, magari, ad aspetti diversi con relativa valutazione visto che si tratta di due discipline diverse; insomma, in uno si potrebbe analizzare l' aspetto storico e nell' altro quello linguistico-letterario
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 10:48 am

il discorso che fanno i suoi colleghi è un discorso di comodità nel senso che conviene ad entrambi di colleghi perché così si ha un numero maggiore di voti con il minimo sforzo ma lui stesso si rende conto che non è giusto e, secondo me, ha pienamente ragione!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 10:53 am

se proprio si vuole far fare un unico tema si potrebbe chiedere lo stesso argomento sotto vari punti di vista e si potrebbero mettere i due voti sullo stesso tema di modo che i ragazzi facciano il minimo sforzo e che ogni collega abbia quello da lui chiesto. Magari, per gli anni successivi, si potrebbe chiedere di unire le ore di modo che i ragazzi abbiano più tempo continuino il tema nella stessa giornata.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 11:08 am

precario_acciaio. ha scritto:
rita 76 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?

io non condivido il fatto che abbia dovuto preparare tu tutti e 4 i temi storici e che lei li abbia corretti perché a, questo punto, li dovresti valutare tenendo conto dei tuoi criteri e non dei suoi.

insomma, o li preparavate e li correggevate insieme oppure ognuno li valuta come meglio ritiene opportuno.

quindi, concordo con Avido, nel valutare differentemente lo stesso tema a seconda degli obiettivi da raggiungere che vi siete prefissati

I criteri erano li avevamo elaborati assieme, assegnare le voci alle griglie lo ha fatto lei; sto ancora pensandoci...

ed è proprio questo il punto: ci devono essere criteri diversi per le varie discipline o, meglio, qualcuno può anche coincidere ma non tutti, altrimenti perché lo stesso argomento viene sviluppato in discipline diverse???
Tornare in alto Andare in basso
Antinoo1977



Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 04.07.13

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 4:57 pm

L'anno scorso avevo preparato, assieme all'insegnante di italiano, il saggio breve di scienze. Abbiamo utilizzato il voto in entrambe le materie, però avevamo anche fatto assieme anche la correzione: ci siamo trovati più volte di pomeriggio a scuola e abbiamo corretto le prove come durante la maturità. 
Nel tuo caso, visto che i compiti li ha già corretti e valutati la collega di italiano (che comunque dovrebbe avere anche buone competenze storiche), perché non riguardi i compiti, confrontandoli con le griglie già compilate dalla collega, giusto per verificare se i le valutazioni sono in linea con quelle che avresti dato tu? Probabilmente verificherai che per lo più i voti coincidono e solo in alcuni casi potrebbero divergere di mezzo voto in più o in meno e potresti discuterne con la collega. 
Personalmente non sono troppo d'accordo (anche se ne capisco le ragioni) sui voti differenziati: la prova era un tema storico, che richiede la capacità di applicare contemporaneamente competenze sia di storia, che di italiano.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19925
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 7:01 pm

Antinoo1977 ha scritto:
L'anno scorso avevo preparato, assieme all'insegnante di italiano, il saggio breve di scienze. Abbiamo utilizzato il voto in entrambe le materie, però avevamo anche fatto assieme anche la correzione: ci siamo trovati più volte di pomeriggio a scuola e abbiamo corretto le prove come durante la maturità. 
Nel tuo caso, visto che i compiti li ha già corretti e valutati la collega di italiano (che comunque dovrebbe avere anche buone competenze storiche), perché non riguardi i compiti, confrontandoli con le griglie già compilate dalla collega, giusto per verificare se i le valutazioni sono in linea con quelle che avresti dato tu? Probabilmente verificherai che per lo più i voti coincidono e solo in alcuni casi potrebbero divergere di mezzo voto in più o in meno e potresti discuterne con la collega. 
Personalmente non sono troppo d'accordo (anche se ne capisco le ragioni) sui voti differenziati: la prova era un tema storico, che richiede la capacità di applicare contemporaneamente competenze sia di storia, che di italiano.
Ma se uno studente scrive da cani e prende il votaccio per colpe linguistiche, qualora fosse al limite (ma sopra il limite fino a quel momento) con scienze poi viene rimandato di italiano, di scienze o di entrambe ?

Perchè per seguire le mode vi volete fare del male ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Antinoo1977



Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 04.07.13

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 7:53 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Antinoo1977 ha scritto:
L'anno scorso avevo preparato, assieme all'insegnante di italiano, il saggio breve di scienze. Abbiamo utilizzato il voto in entrambe le materie, però avevamo anche fatto assieme anche la correzione: ci siamo trovati più volte di pomeriggio a scuola e abbiamo corretto le prove come durante la maturità. 
Nel tuo caso, visto che i compiti li ha già corretti e valutati la collega di italiano (che comunque dovrebbe avere anche buone competenze storiche), perché non riguardi i compiti, confrontandoli con le griglie già compilate dalla collega, giusto per verificare se i le valutazioni sono in linea con quelle che avresti dato tu? Probabilmente verificherai che per lo più i voti coincidono e solo in alcuni casi potrebbero divergere di mezzo voto in più o in meno e potresti discuterne con la collega. 
Personalmente non sono troppo d'accordo (anche se ne capisco le ragioni) sui voti differenziati: la prova era un tema storico, che richiede la capacità di applicare contemporaneamente competenze sia di storia, che di italiano.
Ma se uno studente scrive da cani e prende il votaccio per colpe linguistiche, qualora fosse al limite (ma sopra il limite fino a quel momento) con scienze poi viene rimandato di italiano, di scienze o di entrambe ?

Perchè per seguire le mode vi volete fare del male ?
Per quanto riguarda il mio esempio, la prova non è stata fatta alla fine dell'A.S., per cui un eventuale studente insufficiente avrebbe avuto tutto il tempo di recuperare. Io personalmente ho sempre fatto in modo di avere un numero di voti adeguato entro metà maggio, in modo tale che nelle ultime settimane di scuola resti solo da definire le situazioni incerte. Non farei mai una prova a pochi giorni dalla fine dell'A.S. (e nemmeno del primo quadrimestre/trimestre), perché ritengo che ad uno studente debba sempre essere concessa la possibilità di recuperare in corso d'anno. Detto ciò, esistono varie tipologie di prove e ognuna ha le sue peculiarità e le sue competenze da verificare, come ho detto un saggio breve scientifico (nel mio caso) prevede competenze sia di scienze, che d'italiano ed entrambe concorrono alla sua valutazione. 
Relativamente al caso descritto nel topic, farei inoltre notare che:
1) Siamo a gennaio, per cui se uno studente prendesse un votaccio e proprio per quello la sua media scendesse sotto il 6 non verrebbe rimandato: se è in vigore il quadrimestre, avrà tutto questo mese per rimediare, se invece è in vigore il trimestre, nella peggiore delle ipotesi avrà 5 nel primo quadrimestre, ma personalmente, non avendogli consegnato la prova in tempo per permettere un eventuale recupero, io metterei la sufficienza.
2) Storia viene insegnata assieme a filosofia nel triennio dei Licei: ho seri dubbi che uno studente arrivi in terza (minimo) liceo scrivendo da cani e non credo che si possa affrontare materie come storia e filosofia non avendo competenze linguistiche di base sufficienti.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6249
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 9:37 pm

avidodinformazioni ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Buonasera, chiedo un consiglio.
Con la collega di lettere ho preparato 4 temi storici per la classe che abbiamo in comune; la collega li ha corretti; mi trovo d'accordo con le sue valutazioni.
Il problema è che sono indeciso se utilizzare le sue valutazioni o no: i miei colleghi lo fanno, a me non sembra una prassi totalmente corretta perchè comunque un solo compito pesa per due materie.

Cosa ne pensate?
Io farei una valutazione differenziata; estremizzo: "L'ascoperta della Merica è avvenuta nel 1492" storia 10 italiano 4; "La scoperta dell'America è avvenuta nel 1592" storia 4 italiano 10; ecc


Pessimo esempio: in un tema storico non valutiamo la forma ma solo il contenuto? Anomalo: nemmeno ai concorsi pubblici si fa...
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Dom Gen 08, 2017 9:53 pm

Contenuti e forma devono essere valutati sia che il voto riguardi italiano sia che riguardi storia o scienze. Anche se questo purtroppo per alcuni studenti è arduo da accettare. Italiano è la lingua di insegnamento di tutte le discipline (salvo lingua straniera e materia clil) quindi la correttezza formale conta sempre, così come la capacità di argomentare.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Lun Gen 09, 2017 6:03 pm

chicca70 ha scritto:
Contenuti e forma devono essere valutati sia che il voto riguardi italiano sia che riguardi storia o scienze. Anche se questo purtroppo per alcuni studenti è arduo da accettare. Italiano è la lingua di insegnamento di tutte le discipline (salvo lingua straniera e materia clil) quindi la correttezza formale conta sempre, così come la capacità di argomentare.

ma infatti, come si fa a valutare il contenuto se il tema è scritto in una forma non comprensibile??? boh, io non capisco
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Lun Gen 09, 2017 7:37 pm

Antinoo1977 ha scritto:
2) Storia viene insegnata assieme a filosofia nel triennio dei Licei: ho seri dubbi che uno studente arrivi in terza (minimo) liceo scrivendo da cani e non credo che si possa affrontare materie come storia e filosofia non avendo competenze linguistiche di base sufficienti.

Tu ci lavori davvero, nei licei?

Oppure NON ci lavori, magari sei abituato ai tecnici e professionali, e quindi vivi nel mito incontrollato che gli studenti del liceo siano eccezionalmente più competenti dei tuoi, proprio perché non li conosci?

Io non insegno lettere, ma anche nelle relazioni di laboratorio o nelle domande teoriche di fisica trovo cose raccapriccianti, al triennio superiore di un liceo. Dalla variazione di flusso magnetico che causa l'INSURREZIONE di una corrente nel circuito, al raggio luminoso che dentro al vetro si RIFRAE,  per non parlare di certi capolavori di ortografia spicciola, le H, gli accenti, gli apostrofi, le doppie, e minutaglie del genere. La sequenza dei modi e tempi verbali, almeno in parte, si salva, ma solo perché siamo in Toscana... appena si attraversa l'Ombrone verso sud o lo spartiacque degli appennini verso nord, frasi come "Newton credeva che la luce era fatta di particelle e che non poteva essere un'onda" sono all'ordine del giorno, e adesso cominciano a farsi vive anche qua, appunto.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19925
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Per i docenti di Storia e Lettere   Lun Gen 09, 2017 7:46 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Antinoo1977 ha scritto:
2) Storia viene insegnata assieme a filosofia nel triennio dei Licei: ho seri dubbi che uno studente arrivi in terza (minimo) liceo scrivendo da cani e non credo che si possa affrontare materie come storia e filosofia non avendo competenze linguistiche di base sufficienti.

Tu ci lavori davvero, nei licei?

Oppure NON ci lavori, magari sei abituato ai tecnici e professionali, e quindi vivi nel mito incontrollato che gli studenti del liceo siano eccezionalmente più competenti dei tuoi, proprio perché non li conosci?

Io non insegno lettere, ma anche nelle relazioni di laboratorio o nelle domande teoriche di fisica trovo cose raccapriccianti, al triennio superiore di un liceo. Dalla variazione di flusso magnetico che causa l'INSURREZIONE di una corrente nel circuito, al raggio luminoso che dentro al vetro si RIFRAE,  per non parlare di certi capolavori di ortografia spicciola, le H, gli accenti, gli apostrofi, le doppie, e minutaglie del genere. La sequenza dei modi e tempi verbali, almeno in parte, si salva, ma solo perché siamo in Toscana... appena si attraversa l'Ombrone verso sud o lo spartiacque degli appennini verso nord, frasi come "Newton credeva che la luce era fatta di particelle e che non poteva essere un'onda" sono all'ordine del giorno, e adesso cominciano a farsi vive anche qua, appunto.
Che dici ? A sud c'è il sole
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Per i docenti di Storia e Lettere
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» storia dell'ateismo
» vi racconto una storia ...
» la storia di Gesù è vera o no?
» I migliori album della storia del rock
» storia e usi del crocifisso da parte dei cristiani

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: