Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Si può fare tanto per i musicisti disoccupati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 19926
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 2:50 pm

http://www.orizzontescuola.it/istituire-scuola-primaria-ad-indirizzo-musicale-e-coreutico-riformare-scuola-media-diffondere-liceo-musicale-si-puo-fare-tanto-per-la-musica-nella-scuola/

"Istituire scuola primaria ad indirizzo musicale e coreutico, riformare scuola media, diffondere Liceo musicale. Si può fare tanto per la musica nella scuola"

"· l’introduzione dell’insegnamento della musica come disciplina curriculare – affidata a docenti specializzati – in tutte le scuole di ogni ordine e grado, e in particolare nel biennio obbligatorio della scuola secondaria di secondo grado;"

Nulla da dire su tutte le rivendicazioni di tipo qualitativo, ma su quelle quantitative sì.

Non riescono a capacitarsi che il 99% della popolazione mondiale la musica la voglia ascoltare e non suonare ? Non lo capiscono che non se ne può imporre lo studio ai 14enni ?

Non lo capiscono che alle elementari ad indirizzo musicale si iscriverebbero non i bambini interessati allo studio della musica ma i figli dei genitori che vorrebbero i propri bambini interessati allo studio della musica ?

Abbiamo già il cancro delle scuole calcio che producono orde barbariche di fancazzisti illusi di diventare i futuri Balotelli (e si sa che Balotelli non ha avuto bisogno di studiare) salvo poi scoprire che diventeranno in massima parte dei falliti sia nel calcio (perchè non hanno la stoffa) sia nella scuola e quindi nella vita (perchè non hanno studiato).

Ora vogliamo scuole statali che illudano i bambini di diventare dei novelli artisti ?

Ditelo chiaro ! Dite "ho studiato musica, nessuno mi vuole pagare per suonare allora voglio insegnare, almeno 1400 € li porto a casa tutti i mesi, e se questo vuol dire illudere i giovani più ingenui pazienza, hanno solo da svegliarsi"
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 6249
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 3:07 pm

... e da dove trai queste certezze?

La mia è una scuola con attivo un indirizzo musicale, ogni anno dobbiamo fare selezioni drastiche perchè abbiamo sistematicamente almeno il triplo delle richieste di iscrizione.
Sono anni che chiediamo l'attivazione di una seconda sezione, ne avremmo i numeri ma l'USR non ne concede, a quanto pare, a nessuno. Mi risulta che lo stesso avvenga nelle altre scuole in cui ci sia l'indirizzo musicale. Per occupare musicisti basterebbe accogliere le richieste.
Nelle classi musicali si illudono i ragazzini di diventare musicisti nella misura in cui si illudono di diventare scienziati al liceo scientifico o di diventare atleti nelle ore di educazione fisica.

Sappiamo almeno di cosa parliamo? La media a indirizzo musicale ha tutte le normali discipline della scuola media, in più, ore pomeridiane di strumento e una attività di orchestra. Non direi che parliamo di roba tipo chorus line, per quanto possa affascinare l'immaginazione.  

Per la scuola primaria, trovo che la mancanza della musica tra le discipline sia da sanare. Trovo molto più senso, in quella fascia di età, in una sana educazione all'ascolto e allo strumento che non una storia e geografia (e parlo di mie discipline!), che sono fatte per cerebrolesi, a chiedere nel biennio se è nata prima nonna o mamma o se la penna è sopra il banco o sotto il banco.
Visto che la considero disciplina fondamentale, ovvio che la ritenga necessaria anche la biennio elle superiori, per le stesse ragioni (ma non si diceva altrove che dovremmo farci guidare dal nostro "patrimonio culturale"? La musica fa parte piena della nostra tradizione musicale, mi pare innegabile).

Per quello che vale (e non vale, siamo d'accordo), le scuole medie che si sono collocate in alto nel rilevamento della fondazione Agnelli (Dio mi fulmini perché ne faccio un argomento!) hanno tutte un indirizzo musicale.
Mi pare che ce ne sia abbastanza per considerarlo un modello positivo, che non vedo perché non diffondere
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9804
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 3:12 pm

non di solo pane vive l'uomo.

E non sono ironica.

Concordo con lucetta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19926
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 3:23 pm

lucetta10 ha scritto:
ma non si diceva altrove che dovremmo farci guidare dal nostro "patrimonio culturale"?
Le cazzate le scrivono anche altrove.

L'indirizzo musicale si fa extracurricolo ? Perfetto ! Se lo paghino e lo facciano fare fuori dalla scuola.

Mia nonna era bravissima all'uncinetto, non lo ha imparato a scuola, ne sono sicuro; la scuola non è l'unica agenzia formativa, non tutto quello che è formazione deve passare dalla scuola.

La tua scuola è molto richiesta perchè c'è grande interesse per la musica ? Sì, lo capisco, c'è sempre tanto interesse per il cazzeggio, persino quando è di buona qualità.

Comunque se tutto quello che hai scritto è vero la lettura non può essere che una: io genitore voglio che mio figlio studi musica, ma siccome un maestro costa molto allora voglio risparmiare e voglio che gliela insegnino a scuola.
Non si rendono conto che privatamente il maestro istruisce un paio di ragazzini per volta con grande efficacia, a scuola un orda di 25 strimpellatori fa chiasso ed impara 10 volte meno sebbene ad un costo 100 volte inferiore.

Ma uno che ha imparato 10 volte di meno che se ne fa delle 4 cavolate che ha appreso ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9804
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 3:27 pm

sei proprio un (cavolo di)  ing!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 6249
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 3:29 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
ma non si diceva altrove che dovremmo farci guidare dal nostro "patrimonio culturale"?
Le cazzate le scrivono anche altrove.

L'indirizzo musicale si fa extracurricolo ? Perfetto ! Se lo paghino e lo facciano fare fuori dalla scuola.

Mia nonna era bravissima all'uncinetto, non lo ha imparato a scuola, ne sono sicuro; la scuola non è l'unica agenzia formativa, non tutto quello che è formazione deve passare dalla scuola.

La tua scuola è molto richiesta perchè c'è grande interesse per la musica ? Sì, lo capisco, c'è sempre tanto interesse per il cazzeggio, persino quando è di buona qualità.

Comunque se tutto quello che hai scritto è vero la lettura non può essere che una: io genitore voglio che mio figlio studi musica, ma siccome un maestro costa molto allora voglio risparmiare e voglio che gliela insegnino a scuola.
Non si rendono conto che privatamente il maestro istruisce un paio di ragazzini per volta con grande efficacia, a scuola un orda di 25 strimpellatori fa chiasso ed impara 10 volte meno sebbene ad un costo 100 volte inferiore.

Ma uno che ha imparato 10 volte di meno che se ne fa delle 4 cavolate che ha appreso ?

Non ho detto che si fanno extracurricolo, non è così. Si fanno al pomeriggio, il che è diverso (e quando lo dovrebbero fare al mattino?). Che sia cazzeggio non direi visto che i ragazzi hanno più compiti, più lezioni (individuali quindi intensive, altro che quattro cavolate e maestri con due allievi: poca compagnia per cazzeggiare e altro argomento caduto), più discipline in cui vengono valutati, e non imparano 4 cavolate, almeno non meno di quelle che imparano nella lingua straniera, ma fanno solfeggio, lettura delle note, esecuzione.

Certo che se consideriamo la musica una disciplina ricreativa non esiste molto margine di discussione.
Potrei avere la stessa idea di una qualunque altra disciplina, matematica compresa (sacrilegio!), e non dovrei dimostrare nulla ma solo affermarlo aprioristicamente come stai facendo tu. Genitore, vuoi che tuo figlio faccia fisica? Pagagliela tu? Vuoi che faccia storia? Pagagliela tu... ognuno esprima le proprie preferenze!


Ultima modifica di lucetta10 il Ven Gen 13, 2017 3:32 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
Cozza

avatar

Messaggi : 9017
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 3:32 pm

Ehm... Avidodinformazioni... Guarda che anche alle medie il docente di strumento lavora con uno, massimo due ragazzini per volta...
Se poi vogliamo quindi parlare di costi... Facciamolo pure.
Nella mia media, musicale, molti dei bravissimi ragazzini che fanno strumento (flauto traverso, batteria, pianoforte e chitarra) non avrebbero le possibilità economiche per seguire questi corsi privatamente quindi vengono al pomeriggio, fuori orario scolastico oppure, se non fanno religione, utilizzano anche quell'ora per fare strumento.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6249
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 3:34 pm

tellina ha scritto:
Ehm... Avidodinformazioni... Guarda che anche alle medie il docente di strumento lavora con uno,  massimo due ragazzini per volta...
Se poi vogliamo quindi parlare di costi... Facciamolo pure.
Nella mia media,   musicale,  molti dei bravissimi ragazzini che fanno strumento (flauto traverso,  batteria,  pianoforte e chitarra)  non avrebbero le possibilità economiche per seguire questi corsi privatamente  quindi vengono al pomeriggio, fuori orario scolastico oppure,  se non fanno religione,  utilizzano anche quell'ora per fare strumento.


Avete la batteria? Bello! Da noi violino al posto della batteria.
Non parliamo poi dei fior di professionisti che insegnano strumento, non certo il maestrina di musica delle lezioni private!
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 4:00 pm

https://it.wikipedia.org/wiki/El_Sistema
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3266
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 4:20 pm

Quando a scuola si insegnava a leggere,scrivere e far di conto i geni separatamente studiavano musica e diventavano Pollini,Toscanini ecc.
Oggi nessun italiano eccelle in nulla,ne musica ne sport,nonostante le scuole cerchino di far eccellere tutti..
Il genio ci nasce, non ci diventa
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19926
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 5:01 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
ma non si diceva altrove che dovremmo farci guidare dal nostro "patrimonio culturale"?
Le cazzate le scrivono anche altrove.

L'indirizzo musicale si fa extracurricolo ? Perfetto ! Se lo paghino e lo facciano fare fuori dalla scuola.

Mia nonna era bravissima all'uncinetto, non lo ha imparato a scuola, ne sono sicuro; la scuola non è l'unica agenzia formativa, non tutto quello che è formazione deve passare dalla scuola.

La tua scuola è molto richiesta perchè c'è grande interesse per la musica ? Sì, lo capisco, c'è sempre tanto interesse per il cazzeggio, persino quando è di buona qualità.

Comunque se tutto quello che hai scritto è vero la lettura non può essere che una: io genitore voglio che mio figlio studi musica, ma siccome un maestro costa molto allora voglio risparmiare e voglio che gliela insegnino a scuola.
Non si rendono conto che privatamente il maestro istruisce un paio di ragazzini per volta con grande efficacia, a scuola un orda di 25 strimpellatori fa chiasso ed impara 10 volte meno sebbene ad un costo 100 volte inferiore.

Ma uno che ha imparato 10 volte di meno che se ne fa delle 4 cavolate che ha appreso ?

Non ho detto che si fanno extracurricolo, non è così. Si fanno al pomeriggio, il che è diverso (e quando lo dovrebbero fare al mattino?). Che sia cazzeggio non direi visto che i ragazzi hanno più compiti, più lezioni (individuali quindi intensive, altro che quattro cavolate e maestri con due allievi: poca compagnia per cazzeggiare e altro argomento caduto), più discipline in cui vengono valutati, e non imparano 4 cavolate, almeno non meno di quelle che imparano nella lingua straniera, ma fanno solfeggio, lettura delle note, esecuzione.

Certo che se consideriamo la musica una disciplina ricreativa non esiste molto margine di discussione.
Potrei avere la stessa idea di una qualunque altra disciplina, matematica compresa (sacrilegio!), e non dovrei dimostrare nulla ma solo affermarlo aprioristicamente come stai facendo tu. Genitore, vuoi che tuo figlio faccia fisica? Pagagliela tu? Vuoi che faccia storia? Pagagliela tu... ognuno esprima le proprie preferenze!
matematica ricreativa ? Sì è vero, quei pochi che non ambiscono a divertirsi calcolando disequazioni comunque si divertono a vederle calcolare.

Figliola, la matematica serve, se non fosse così si sarebbe estinta già da un po', ed è perchè serve che si violentano gli studenti a studiarla.

Non si può dire altrettanto della musica, anzi, si può dire il contrario: serve a poco ma è gradevole.

Immagino che al pomeriggio facciano un'ora di teoria tutti insieme e un'ora di pratica a gruppi (non posso credere che i gruppi siano di 2 o 3 alunni); su 3 anni ed a 34 settimane all'anno significa che dedicheranno allo strumento 100 ore (scarse) nel triennio: se non imparano solo 4 cavolate è perchè imparano 8 cavolate, ma comunque di cavolate si parla; lo studio di uno strumento è ben altra cosa.

L'articolo al quale ci riferiamo non parla semplicemente di medie ad indirizzo musicale ma di "introduzione dell’insegnamento della musica come disciplina curriculare – affidata a docenti specializzati – in tutte le scuole di ogni ordine e grado, e in particolare nel biennio obbligatorio della scuola secondaria di secondo grado" che non è esattamente una lezione pomeridiana a chi ne ha voglia.

Passi che ti faccio avvicinare al mondo musicale per consentirti di capire se quella è o non è la tua strada, e se lo è poi ti iscrivi al conservatorio e la musica la studi lì; diverso è che ti imponga di dedicare energie al produrre musica dalle elementari alla seconda superiore.

Frantumiamo i coglioni agli alunni di tutte le scuole di ogni ordine e grado costringendoli a leggere libri di narrativa che altrimenti non leggerebbero ed il risultato è che quando sfuggono alle nostre grinfie

1) vendono i libri che hanno comprato
2) non ne leggono più per il resto della vita
3) vendono a metà prezzo il bonus cultura che ottengono a 18 anni.

Si vuole replicare il successo educativo con la musica ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19926
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 5:04 pm

Ire ha scritto:
sei proprio un (cavolo di)  ing!
E tu una rosa di mamma.

Il vegetale sotto cui nasciamo ci condiziona per tutta la vita.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19926
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 5:07 pm

lucetta10 ha scritto:
tellina ha scritto:
Ehm... Avidodinformazioni... Guarda che anche alle medie il docente di strumento lavora con uno,  massimo due ragazzini per volta...
Se poi vogliamo quindi parlare di costi... Facciamolo pure.
Nella mia media,   musicale,  molti dei bravissimi ragazzini che fanno strumento (flauto traverso,  batteria,  pianoforte e chitarra)  non avrebbero le possibilità economiche per seguire questi corsi privatamente  quindi vengono al pomeriggio, fuori orario scolastico oppure,  se non fanno religione,  utilizzano anche quell'ora per fare strumento.


Avete la batteria? Bello! Da noi violino al posto della batteria.
Non parliamo poi dei fior di professionisti che insegnano strumento, non certo il maestrina di musica delle lezioni private!
Non so le le lezioni private le facciano degli strimpellatori, ma non posso credere che a scuola vengano questi qui

https://encrypted-tbn1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRiJ9-QKGhokvXbjGM2HtEYBx3FNvkZdidHQezK3sjBSchau4c
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19926
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 5:13 pm

mac67 ha scritto:
https://it.wikipedia.org/wiki/El_Sistema
"La maggior parte dei giovani musicisti del Sistema sono provenienti da situazioni economiche e sociali disagiate, e tramite la disciplina musicale e l'impegno hanno la possibilità di fuggire dalle logiche nichiliste dei barrios e dalla povertà. L'importanza di tale metodo non è dunque solo artistica, ma tramite esso la musica assume un significato di via primaria per la promozione ed il riscatto sociale e intellettuale."

Ho già letto di questa lodevole iniziativa, un musicista ha usato la musica per togliere dalla strada i ragazzi a rischio.

Che differenza c'è col mandarli a scuola calcio ? Oratorio ? Scout ? Scuola di comics ?

Secondo me anche se organizzassimo delle sessioni di sesso sicuro sarebbe comunque meglio che mandarli a spacciare e farsi spacciare; dunque ? Quali di queste attività dobbiamo introdurre a scuola dalla prima elementare fino alla seconda superiore ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 6249
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 5:22 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Immagino che al pomeriggio facciano un'ora di teoria tutti insieme e un'ora di pratica a gruppi (non posso credere che i gruppi siano di 2 o 3 alunni); su 3 anni ed a 34 settimane all'anno significa che dedicheranno allo strumento 100 ore (scarse) nel triennio: se non imparano solo 4 cavolate è perchè imparano 8 cavolate, ma comunque di cavolate si parla; lo studio di uno strumento è ben altra cosa.


immagini male, ma mi sono stancata: non sai di cosa parli e stai diventando surreale
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 5:32 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
https://it.wikipedia.org/wiki/El_Sistema
"La maggior parte dei giovani musicisti del Sistema sono provenienti da situazioni economiche e sociali disagiate, e tramite la disciplina musicale e l'impegno hanno la possibilità di fuggire dalle logiche nichiliste dei barrios e dalla povertà. L'importanza di tale metodo non è dunque solo artistica, ma tramite esso la musica assume un significato di via primaria per la promozione ed il riscatto sociale e intellettuale."

Ho già letto di questa lodevole iniziativa, un musicista ha usato la musica per togliere dalla strada i ragazzi a rischio.

Che differenza c'è col mandarli a scuola calcio ? Oratorio ? Scout ? Scuola di comics ?

La differenza è che è stato fatto, viene fatto tuttora e funziona. Forse non è esportabile, forse sì. Però è un fatto che in Venezuela funziona da anni, e non in qualche rione o per qualcuno, ma in tutta la nazione e per migliaia di ragazzi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19926
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 5:40 pm

mac67 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
https://it.wikipedia.org/wiki/El_Sistema
"La maggior parte dei giovani musicisti del Sistema sono provenienti da situazioni economiche e sociali disagiate, e tramite la disciplina musicale e l'impegno hanno la possibilità di fuggire dalle logiche nichiliste dei barrios e dalla povertà. L'importanza di tale metodo non è dunque solo artistica, ma tramite esso la musica assume un significato di via primaria per la promozione ed il riscatto sociale e intellettuale."

Ho già letto di questa lodevole iniziativa, un musicista ha usato la musica per togliere dalla strada i ragazzi a rischio.

Che differenza c'è col mandarli a scuola calcio ? Oratorio ? Scout ? Scuola di comics ?

La differenza è che è stato fatto, viene fatto tuttora e funziona. Forse non è esportabile, forse sì. Però è un fatto che in Venezuela funziona da anni, e non in qualche rione o per qualcuno, ma in tutta la nazione e per migliaia di ragazzi.
allora la differenza non c'è: in Italia milioni di ragazzi non vanno "per strada" grazie a calcio, oratorio e scout; ok le lezioni di sesso sicuro sono parti della mia fantasia malata, ma limitandoci alle prime 3 attività, non c'è motivo di integrarle a scuola e comunque non in via obbligatoria; in fin dei conti da noi non c'è un'emergenza educativa come in Venezuela, non in tutta Italia, non in tutti i quartieri.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 5:49 pm

tellina ha scritto:
Ehm... Avidodinformazioni... Guarda che anche alle medie il docente di strumento lavora con uno,  massimo due ragazzini per volta...
Se poi vogliamo quindi parlare di costi... Facciamolo pure.
Nella mia media,   musicale,  molti dei bravissimi ragazzini che fanno strumento (flauto traverso,  batteria,  pianoforte e chitarra)  non avrebbero le possibilità economiche per seguire questi corsi privatamente  quindi vengono al pomeriggio, fuori orario scolastico oppure,  se non fanno religione,  utilizzano anche quell'ora per fare
strumento.

Ho capito utilizzare un docente per due o tre alunni è un vero e proprio spreco
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 6:05 pm

Le graduatorie erano piene di docenti di musica che faticava a lavorare considerato il numero esiguo di ore per la musica
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6249
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 6:07 pm

rita 76 ha scritto:
Le graduatorie  erano piene di docenti di musica  che faticava a lavorare considerato  il  numero  esiguo di ore per la musica


Strumento è una graduatoria diversa e l'indirizzo musicale esiste da tanto tempo
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 6:15 pm

lucetta10 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Le graduatorie  erano piene di docenti di musica  che faticava a lavorare considerato  il  numero  esiguo di ore per la musica


Strumento è una graduatoria diversa e l'indirizzo musicale esiste da tanto tempo

Si lo so. Anche la mia scuola dello scorso anno è ad indirizzo musicale e non ti nascondo che ero seccata a vedere la situazione dei colleghi di indirizzo musicale che avevano due o tre alunni.

Lo stipendio è uguale ma non c' è paragone tra la mole di lavoro loro e la nostra
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 6:20 pm

Ma la volete capire che le graduatorie per insegnanti di STRUMENTO nei corsi a sperimentazione musicale non sono le stesse degli insegnanti di musica nel corso ordinario per tutti? Che c'entra la vera o presunta necessità di "far lavorare i docenti di musica"?

Anzi, semmai è diffusa proprio la polemica esattamente contraria, ossia che questi insegnanti di strumento, provenendo da un ambiente di professionismo molto specifico, ed essendo contemporaneamente impegnati con conservatori, concerti e scuole di musica private, sarebbero poco abituati alla dimensione didattica della scuola media pubblica, e poco adatti a comunicare coi ragazzini (nonostante siano quasi tutti giovanissimi a loro volta).

Mia figlia fa la seconda media in una classe a indirizzo musicale. Fanno tutto l'orario normale con tutte le ore curricolari delle materie ordinarie (COMPRESE le due ore di musica "generale" che avrebbero fatto comunque, non è che siano in alternativa), e in più fanno delle ore di pomeriggio, complessivamente circa tre ore alla settimana, di cui una individuale (ma veramente individuale, oppure occasionalmente a gruppetti di due o tre, in maniera da aumentare le ore di attività alcuni specifici periodi dell'anno, in preparazione a saggi ed esibizioni) e due di esercitazioni collettive di orchestra.

Nessuno è obbligato a iscriversi all'indirizzo musicale, ma ci si va per scelta.

Ma di che stiamo a parlare?
Tornare in alto Andare in basso
Rossana63



Messaggi : 361
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 6:25 pm

Cari colleghi musicisti, spiegare la valenza formativa della musica a chi la musica non l'ha mai fatta per davvero è impossibile.
Per laurearsi a pieni voti in qualsiasi materia ci vogliono bravura e impegno. Per diplomarsi in Conservatorio o in Accademia ci vogliono bravura, impegno e talento. Chiunque abbia sostenuto esami sia all'Università/Politecnico che in Conservatorio/Accademia può confermare che gli esami di carattere artistico sono molto più difficili, perché studiare allo stremo non è comunque sufficiente, ci vuole qualcosa in più.
Questo qualcosa in più trasmesso ai discenti permette loro di migliorare come persone e di aumentare le prestazioni anche in altre materie.
Inutile tentare di spiegare queste cose a chi non si rende conto di cosa voglia dire eseguire una Sonata del periodo classico, uno Studio trascendentale di Liszt piuttosto che comporre una Fuga.
Confondere l'educazione musicale, quella vera, con la creazione di pseudo-talenti da mostrare in piazza come scimmiette ammaestrate è tipico dell'italiano medio che, proprio perché non è educato in tal senso, non è in grado di capire ciò di cui stiamo parlando.
Non è il caso di prendersela, ci siamo abituati no?.
Continuiamo a combattere la nostra battaglia, consapevoli del fatto che proprio la nostra formazione ci salva dall'esprimere giudizi sterili e di cattivo gusto su persone e cose di cui ignoriamo la natura; la musica, dovrebbe essere studiata seriamente in ogni ciclo di istruzione e noi sappiamo il perché.
Continuiamo a lottare
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9804
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 6:29 pm

Onestamente anche io fatico a capire di cosa stiamo parlando.

Se la richiesta è l'insegnamento della musica (oltre alle altre discipline)  dove è il problema se la scuola dello Stato provvede?

Chi invidia l'insegnante di strumento per i pochi alunni che ha, poteva fare l'insegnante di strumento così avrebbe avuto ugualmente pochi alunni.

Ma sempre a criticare state?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 6:30 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Nessuno è obbligato a iscriversi all'indirizzo musicale, ma ci si va per scelta.

Ci mancherebbe pure l' obbligo!!!
Tornare in alto Andare in basso
 
Si può fare tanto per i musicisti disoccupati
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 6Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Per tutte le mamme in attesa: video su come fare il bagnetto, cambiare il pannolino...
» sono andata a fare shopping
» vediamo di fare il punto della situazione
» mi sa tanto che non ce l'ho fatta....
» per farvi fare una risata....

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: