Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Si può fare tanto per i musicisti disoccupati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 17947
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Ven Gen 13, 2017 1:50 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/istituire-scuola-primaria-ad-indirizzo-musicale-e-coreutico-riformare-scuola-media-diffondere-liceo-musicale-si-puo-fare-tanto-per-la-musica-nella-scuola/

"Istituire scuola primaria ad indirizzo musicale e coreutico, riformare scuola media, diffondere Liceo musicale. Si può fare tanto per la musica nella scuola"

"· l’introduzione dell’insegnamento della musica come disciplina curriculare – affidata a docenti specializzati – in tutte le scuole di ogni ordine e grado, e in particolare nel biennio obbligatorio della scuola secondaria di secondo grado;"

Nulla da dire su tutte le rivendicazioni di tipo qualitativo, ma su quelle quantitative sì.

Non riescono a capacitarsi che il 99% della popolazione mondiale la musica la voglia ascoltare e non suonare ? Non lo capiscono che non se ne può imporre lo studio ai 14enni ?

Non lo capiscono che alle elementari ad indirizzo musicale si iscriverebbero non i bambini interessati allo studio della musica ma i figli dei genitori che vorrebbero i propri bambini interessati allo studio della musica ?

Abbiamo già il cancro delle scuole calcio che producono orde barbariche di fancazzisti illusi di diventare i futuri Balotelli (e si sa che Balotelli non ha avuto bisogno di studiare) salvo poi scoprire che diventeranno in massima parte dei falliti sia nel calcio (perchè non hanno la stoffa) sia nella scuola e quindi nella vita (perchè non hanno studiato).

Ora vogliamo scuole statali che illudano i bambini di diventare dei novelli artisti ?

Ditelo chiaro ! Dite "ho studiato musica, nessuno mi vuole pagare per suonare allora voglio insegnare, almeno 1400 € li porto a casa tutti i mesi, e se questo vuol dire illudere i giovani più ingenui pazienza, hanno solo da svegliarsi"
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Sab Gen 14, 2017 9:03 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Io personalmente non me la sento di fare differenze di principio, in base al fatto che "la matematica e l'inglese sono necessari" mentre la musica no.
Premesso che non tutte le discipline siano importanti allo stesso modo, secondo me la matematica e l' inglese sono molto più necessari ed importanti della musica
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17947
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Sab Gen 14, 2017 9:53 pm

rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Io personalmente non me la sento di fare differenze di principio, in base al fatto che "la matematica e l'inglese sono necessari" mentre la musica no.
Premesso che non tutte le discipline siano importanti allo stesso modo, secondo me la matematica e l' inglese sono molto più necessari ed importanti della musica
Diciamo che trovano "più diffusa applicazione" così non ci danno addosso.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7819
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Sab Gen 14, 2017 9:59 pm

"secondo te" o "secondo me" possiamo dire tutto quello che ci pare, ma fino a che l'insegnamento di musica esiste ed è previsto, e i relativi insegnanti sono inquadrati come gli altri, non mi pare il caso di denigrarlo e di considerarlo un insegnamento di serie B solo sulla base di gusti personali. Perché, esattamente con la stessa identica logica, qualcun altro potrebbe dire che qualsiasi altra materia è inutile perché personalmente non gli piace o non gli interessa.

Fino a 20 o 30 anni fa si pensava la stessa cosa delle lingue straniere, appunto, che venivano considerate una materia "di nicchia" da riservare solo a quei quattro gatti che sono interessati per scelta. Adesso il pregiudizio è stato superato, ma SOLO sull'inglese (che comunque non è certo considerato importante per la sua valenza culturale ma solo per quella economica e commerciale), ma continua ancora a prosperare sulle altre lingue, considerate come una perdita di tempo che non serve a niente, "a meno" che uno non voglia proprio studiare lingue a livello professionale.

Oltretutto, anche la considerazione della musica come insegnamento "meno importante" ESISTE GIA', visto che nella maggior parte delle scuole superiori non si fa proprio, e che alle elementari e medie ha poche ore e pochissimo peso in termini di valutazione e di autorevolezza. Quindi, di che ci si sta a lamentare? Che anche quelle due ore sono troppe? E allora le due ore di arte? E le due ore di francese o di spagnolo?
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 17947
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Sab Gen 14, 2017 10:04 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
"secondo te" o "secondo me" possiamo dire tutto quello che ci pare, ma fino a che l'insegnamento di musica esiste ed è previsto, e i relativi insegnanti sono inquadrati come gli altri, non mi pare il caso di denigrarlo e di considerarlo un insegnamento di serie B solo sulla base di gusti personali. Perché, esattamente con la stessa identica logica, qualcun altro potrebbe dire che qualsiasi altra materia è inutile perché personalmente non gli piace o non gli interessa.

Fino a 20 o 30 anni fa si pensava la stessa cosa delle lingue straniere, appunto, che venivano considerate una materia "di nicchia" da riservare solo a quei quattro gatti che sono interessati per scelta. Adesso il pregiudizio è stato superato, ma SOLO sull'inglese (che comunque non è certo considerato importante per la sua valenza culturale ma solo per quella economica e commerciale), ma continua ancora a prosperare sulle altre lingue, considerate come una perdita di tempo che non serve a niente, "a meno" che uno non voglia proprio studiare lingue a livello professionale.

Oltretutto, anche la considerazione della musica come insegnamento "meno importante" ESISTE GIA', visto che nella maggior parte delle scuole superiori non si fa proprio, e che alle elementari e medie ha poche ore e pochissimo peso in termini di valutazione e di autorevolezza. Quindi, di che ci si sta a lamentare? Che anche quelle due ore sono troppe? E allora le due ore di arte? E le due ore di francese o di spagnolo?
L'hai letto l'articolo richiamato nel primo post ? Ci si sta a lamentare che vogliono triplicare le ore, vogliono inserire musica anche alle elementari e nel biennio delle superiori.

Ti sembra poco ? Ti sembra da ignorare ?
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 549
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Sab Gen 14, 2017 10:21 pm

chicca70 ha scritto:
A livello di ricezione la musica piace a tutti, o quasi, ma non tutti possono essere costretti a suonare uno strumento, attività per la quale si può anche non avere propensione.

Quindi, visto che io non ho mai avuto propensione per la matematica e l'ho sempre detestata più o meno per gli stessi motivi per cui tuo figlio odia il flauto, avrebbero dovuto esentarmi dallo studio della medesima?
Esistono persone irrimediabilmente stonate (mi viene in mente Franz Kafka, che proprio non "sentiva" la musica, tanto è vero che in tutta la sua opera non la s'incontra mai). Si tratta però di eccezioni: forse sono di più i dislessici e disgrafici, i quali non sono per questo esentati dallo studio dell'italiano.
A me sarebbe piaciuto studiarla meglio, la musica. Purtroppo ai miei tempi si solfeggiava noiosissimamente. Per fortuna però ci portavano anche a teatro e il "Don Carlo" (ascoltato in seconda media) è stato il colpo di fulmine che ha fatto di me una melomane.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7819
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Sab Gen 14, 2017 11:17 pm

ludmilla72 ha scritto:

Esistono persone irrimediabilmente stonate (mi viene in mente Franz Kafka, che proprio non "sentiva" la musica, tanto è vero che in tutta la sua opera non la s'incontra mai). Si tratta però di eccezioni: forse sono di più i dislessici e disgrafici, i quali non sono per questo esentati dallo studio dell'italiano.

Brano tratto dalla Autobiografia. 1809-1882  di Charles Darwin (in edizione italiana, Einaudi, 1962/2006, p. 42):


Citazione :

"[All’università] entrai anche in un gruppo di appassionati di musica, credo per mezzo del mio caro amico Herbert, che ebbe la lode nei corsi di matematica. La compagnia di questi due uomini e l’audizione delle loro esercitazioni musicali, mi educarono al gusto per la musica, tanto che spesso organizzavo le mie passeggiate in modo da poter ascoltare, nei giorni feriali, i canti nella cappella del King’s College.

Il godimento era tale che spesso sentivo un brivido corrermi per la schiena. Questo gusto non era certamene frutto di ostentazione, né di semplice imitazione, perché di solito mi recavo da solo al King’s College, e qualche volta pagavo i ragazzi del coro perché venissero a cantare nella mia stanza. Però sono privo di orecchio, al punto che non posso avvertire una stonatura o seguire il tempo e intonare un’aria correttamente; e perciò è un mistero come potessi gustare la musica.

I miei amici musicisti si accorsero ben presto delle mie condizioni e talvolta si divertivano a farmi un esame che consisteva nel controllare quante arie sapevo riconoscere, quando le suonavano un po’ più svelte o più lente del normale. Così suonato, il God save the King era un oscuro enigma per me."
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 2761
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 5:37 am

avidodinformazioni ha scritto:

L'hai letto l'articolo richiamato nel primo post ? Ci si sta a lamentare che vogliono triplicare le ore, vogliono inserire musica anche alle elementari e nel biennio delle superiori.

Ti sembra poco ? Ti sembra da ignorare ?

Alle elementari un vero insegnamento di musica (che oggi non c'è) sarebbe utile, anzi utilissimo.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 5:52 am

paniscus_2.0 ha scritto:
"secondo te" o "secondo me" possiamo dire tutto quello che ci pare, ma fino a che l'insegnamento di musica esiste ed è previsto, e i relativi insegnanti sono inquadrati come gli altri, non mi pare il caso di denigrarlo e di considerarlo un insegnamento di serie B solo sulla base di gusti personali. Perché, esattamente con la stessa identica logica, qualcun altro potrebbe dire che qualsiasi altra materia è inutile perché personalmente non gli piace o non gli interessa.

Ho sbagliato a dire che l' insegnamento della musica è meno importante di quello della matematica e dell' inglese. non era assolutamente mia intenzione denigrarlo tanto che io per prima dico ai ragazzi di studiare tutte le discipline in quanto sono importanti in egual modo. volevo solo dire che l' inglese e la matematica vengono più richiesti nei contesti quotidiani
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 5:55 am

ushikawa ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

L'hai letto l'articolo richiamato nel primo post ? Ci si sta a lamentare che vogliono triplicare le ore, vogliono inserire musica anche alle elementari e nel biennio delle superiori.

Ti sembra poco ? Ti sembra da ignorare ?

Alle elementari un vero insegnamento di musica (che oggi non c'è) sarebbe utile, anzi utilissimo.

ed invece in alcune scuole elementari c' è, in quanto la legge 107 prevede l' utilizzo del docente potenziatore di musica, arte e lingue anche alle elementari, ovviamente a seconda dei reali fabbisogni della scuola.

so di docenti di musica e di lingue delle medie utilizzati per alcune ore alle elementari. e questo dallo scorso anno, ovviamente, prima no
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 6:02 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Fino a 20 o 30 anni fa si pensava la stessa cosa delle lingue straniere, appunto, che venivano considerate una materia "di nicchia" da riservare solo a quei quattro gatti che sono interessati per scelta.

non è proprio così perchè 30 anni fa la lingua straniera era obbligatoria in tutte le scuole superiori (solo al classico si studiava fino al quinto ginnasio e, cmq, si studiava) mentre la musica no.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 6:06 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Oltretutto, anche la considerazione della musica come insegnamento "meno importante" ESISTE GIA'.

oggi la musica viene studiata solo al liceo  musicale e coreutico soprattutto nella sezione musicale e in nessun' altra scuola superiore. La stessa arte viene molto più studiata nel liceo artistico che ha molti più indirizzi con discipline specifiche (grafiche e pittoriche, laboratori artistici, ecc.) oltre alla stessa storia dell' arte che viene insegnata non solo in tutti gli indirizzi dei licei artistici ma anche al classico, scientifico, musicale, linguistico anche se non in tutte le scuole superiori viene insegnata per l' intero corso di studi e, cioè, tutti e cinque gli anni. e, cmq, trent' anni fa esisteva già il liceo artistico ma se in maniera più 'semplificata' mentre il liceo musicale non esisteva affatto
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 6:15 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Oltretutto, anche la considerazione della musica come insegnamento "meno importante" ESISTE GIA', visto che nella maggior parte delle scuole superiori non si fa proprio, e che alle elementari e medie ha poche ore e pochissimo peso in termini di valutazione e di autorevolezza. Quindi, di che ci si sta a lamentare? Che anche quelle due ore sono troppe? E allora le due ore di arte? E le due ore di francese o di spagnolo?

per carità, io non mi lamento assolutamente che le due ore di arte e musica siano troppe; io mi lamento del fatto che, proprio perchè hanno "poche ore e pochissimo peso in termini di valutazione e di autorevolezza", (anche se nel cdc il loro voto vale quanto quello degli altri), che essendo consapevoli di questo, alcuni se ne approfittano e non lavorano come dovrebbero operando in maniera non adeguata tipo fare sempre solo cantare e disegnare i ragazzi, ecc.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2761
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 6:52 am

rita 76 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

L'hai letto l'articolo richiamato nel primo post ? Ci si sta a lamentare che vogliono triplicare le ore, vogliono inserire musica anche alle elementari e nel biennio delle superiori.

Ti sembra poco ? Ti sembra da ignorare ?

Alle elementari un vero insegnamento di musica (che oggi non c'è) sarebbe utile, anzi utilissimo.

ed invece in alcune scuole elementari c' è, in quanto la legge 107 prevede l' utilizzo del docente potenziatore di musica, arte e lingue anche alle elementari, ovviamente a seconda dei reali fabbisogni della scuola.

so di docenti di musica e di lingue delle medie utilizzati per alcune ore alle elementari. e questo dallo scorso anno, ovviamente, prima no

C'è solo in alcune scuole --> non c'è
C'è un potenziamento --> non c'è
Un vero insegnamento --> un insegnamento sistematico, obbligatorio, previsto in ogni scuola, con cadenza settimanale, finalizzato alla prima alfabetizzazione musicale sia per l'ascolto che per la produzione.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7819
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 7:03 am

Ma comunque, alle elementari è sempre stata prevista eccome, da molto prima che ci fossero i potenziatori. E' vero che è affidata all'improvvisazione dell'insegnante "tuttologo" su cattedra comune, ma quello vale anche per tutte le altre materie. Cosa si vorrebbe? Cattedre tutte separate specializzate su ogni materia con 10 insegnanti per classe anche alle elementari?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 2761
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 7:06 am

invoco il mitico buon senso: visto che si sono assunti un sacco di potenziatori su musica, invece di far fare loro supplenze o sostegno in modo surrettizio o altre mansioni non meglio delineate, li si impieghi per fare un'ora settimanale di alfabetizzazione musicale alle elementari. Solo così potrà avere un senso l'educazione musicale delle medie, che altrimenti rischia di essere letteralmente l'ora del piffero.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 7:17 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma comunque, alle elementari è sempre stata prevista eccome, da molto prima che ci fossero i potenziatori.
verissimo!
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 7:22 am

ushikawa ha scritto:
invoco il mitico buon senso: visto che si sono assunti un sacco di potenziatori su musica, invece di far fare loro supplenze o sostegno in modo surrettizio o altre mansioni non meglio delineate, li si impieghi per fare un'ora settimanale di alfabetizzazione musicale alle elementari.

Capisco benissimo  il tuo  ragionamento e concordo. Invece di  utilizzare  il potenziatore per 18 ore come tappa buchi potrebbero fargli fare qualche ora in più  alle elementari  perché, parlandoci chiaramente, gli insegnanti elementari di musica non hanno la preparazione e la professionalità  dei colleghi delle medie che hanno  il titolo specifico
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 7:28 am

ushikawa ha scritto:
rita 76 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

L'hai letto l'articolo richiamato nel primo post ? Ci si sta a lamentare che vogliono triplicare le ore, vogliono inserire musica anche alle elementari e nel biennio delle superiori.

Ti sembra poco ? Ti sembra da ignorare ?

Alle elementari un vero insegnamento di musica (che oggi non c'è) sarebbe utile, anzi utilissimo.

ed invece in alcune scuole elementari c' è, in quanto la legge 107 prevede l' utilizzo del docente potenziatore di musica, arte e lingue anche alle elementari, ovviamente a seconda dei reali fabbisogni della scuola.

so di docenti di musica e di lingue delle medie utilizzati per alcune ore alle elementari. e questo dallo scorso anno, ovviamente, prima no

C'è solo in alcune scuole --> non c'è
C'è un potenziamento --> non c'è.

In qualche scuola al nord mi hanno detto che c' è e me lo hanno detto personalmente i colleghi che lo fanno e non capisco perché non dovrei crederci
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2761
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 8:39 am

"mi hanno detto" che "in qualche scuola" c'è --> non c'è
Anche a me "hanno detto" che "qualche docente" faccia flipped classroom; questo non significa che la cosa esista nella generalità dei casi.
La logica...
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2148
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 8:56 am

ushikawa ha scritto:
"mi hanno detto" che "in qualche scuola" c'è --> non c'è
Anche a me "hanno detto" che "qualche docente" faccia flipped classroom; questo non significa che la cosa esista nella generalità dei casi.
La logica...

A modena c'è.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17947
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 10:27 am

ushikawa ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

L'hai letto l'articolo richiamato nel primo post ? Ci si sta a lamentare che vogliono triplicare le ore, vogliono inserire musica anche alle elementari e nel biennio delle superiori.

Ti sembra poco ? Ti sembra da ignorare ?

Alle elementari un vero insegnamento di musica (che oggi non c'è) sarebbe utile, anzi utilissimo.
Spendi qualche parola in più, sostieni la tua tesi !

Quando andavo a scuola io (elementare) durante l'intervallo le bambine si mettevano in gruppetto e cantavano, i bambini giocavano a "ce l'hai"; la musica quindi, concordo con te, non deve stare lontana dalle elementari, ma non deve neanche diventare presenza ingombrante, deve essere facoltativa, perchè non mi risulta che le bambine siano poi diventate migliori dei bambini, c'erano quelle più brave e quelle più pirla; più brava di me (che non cantavo) c'era solo Paola.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7819
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 11:10 am

avidodinformazioni ha scritto:
Abbiamo già il cancro delle scuole calcio che producono orde barbariche di fancazzisti illusi di diventare i futuri Balotelli

Per fortuna, qua a Firenze, abbiamo il mitico "centro Storico Lebowski" che è tutta un'altra storia!

http://www.cslebowski.it/scuola-calcio/

Perdono quasi sempre, ma si divertono come pazzi!
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 5206
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 11:45 am

avidodinformazioni ha scritto:
ushikawa ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

L'hai letto l'articolo richiamato nel primo post ? Ci si sta a lamentare che vogliono triplicare le ore, vogliono inserire musica anche alle elementari e nel biennio delle superiori.

Ti sembra poco ? Ti sembra da ignorare ?

Alle elementari un vero insegnamento di musica (che oggi non c'è) sarebbe utile, anzi utilissimo.
Spendi qualche parola in più, sostieni la tua tesi !

Quando andavo a scuola io (elementare) durante l'intervallo le bambine si mettevano in gruppetto e cantavano, i bambini giocavano a "ce l'hai"; la musica quindi, concordo con te, non deve stare lontana dalle elementari, ma non deve neanche diventare presenza ingombrante, deve essere facoltativa, perchè non mi risulta che le bambine siano poi diventate migliori dei bambini, c'erano quelle più brave e quelle più pirla; più brava di me (che non cantavo) c'era solo Paola.

quando frequentavo io le elementari, i miei maestri (ne ho avuti più di uno) lasciavano pochissimo spazio alla musica e all' arte e si dedicavano per lo più all' italiano e alla matematica , anzi, pìù alla matematica che all' italiano
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17947
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 12:34 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Abbiamo già il cancro delle scuole calcio che producono orde barbariche di fancazzisti illusi di diventare i futuri Balotelli

Per fortuna, qua a Firenze, abbiamo il mitico "centro Storico Lebowski" che è tutta un'altra storia!

http://www.cslebowski.it/scuola-calcio/

Perdono quasi sempre, ma si divertono come pazzi!
Come è giusto che sia ! Lo sport deve prima di ogni cosa insegnare a perdere; quello che sto per scrivere sembra una pirlata, ma se interpretato nella giusta chiave .....

A vincere son capaci tutti, bisogna invece imparare a perdere.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1599
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Si può fare tanto per i musicisti disoccupati   Dom Gen 15, 2017 12:43 pm

Sono talmente campioni i giovani calciatori italiani che nelle squadre di serie a sono tutti stranieri..vale la pena investire nel calcio
Tornare in alto Andare in basso
 
Si può fare tanto per i musicisti disoccupati
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Per tutte le mamme in attesa: video su come fare il bagnetto, cambiare il pannolino...
» sono andata a fare shopping
» vediamo di fare il punto della situazione
» mi sa tanto che non ce l'ho fatta....
» per farvi fare una risata....

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: