Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Insegnante licenziata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Insegnante licenziata   Sab Gen 14, 2017 7:32 am

Promemoria primo messaggio :

Siccome non trovo il thread dove se ne era discusso ne apro un altro.

Ho appena sentito alla radio che è stata licenziata la docente di Venezia che aveva offeso i migranti su Facebook
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
tellina

avatar

Messaggi : 8279
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 10:34 am

Verba volant
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 10:36 am

paniscus_2.0 ha scritto:
geo&geo ha scritto:
quindi se un insegnante fuori di testa scrivesse ripetutamente sul suo profilo facebook pubblico che è sensato buttarsi con un camion sulla folla per raggiungere un qualsiasi c@**o di obiettivo politico, tu come stato italiano non avresti niente da obiettare. Non impediresti a quella persona, che ha espresso pubblicamente un'idea violenta ed aberrante (secondo i principi dello stato italiano) di entrare in classe ad insegnare a degli adolescenti

Io ho veramente molto da obiettare sul fatto che sia diventato tanto normale dare un'importanza spropositata alle scemenze scritte su facebook, questo sì.

Ma quando le stesse scemenze si dicevano al bar (e comunque, almeno nelle comunità ristrette, era abbastanza normale che venissero a saperlo TUTTI, di chi aveva detto la scemenza al bar) c'era tutta sta preoccupazione sociale drammatica?

bravissima!!!

è vero che un conto è dirle e un altro conto è scriverle ma anche la parola può essere utilizzata come diffamazione con relativa successiva documentazione.

quindi non capisco, come te, perchè su facebook no e al bar sì. mahhh
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 10:37 am

tellina ha scritto:
Verba volant

se si trovano dei testimoni che lo mettono per iscritto o delle prove che attestano quanto detto, "verba NON volant"!!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 10:44 am

tellina ha scritto:
Ho ancora le mie personali perplessità  ma Rita mi sa che ha ragione per quanto riguarda la qualifica di pubblico ufficiale,  cito:
Codice:
     gli insegnanti delle scuole pubbliche (v., da ultimo, Cass. n. 15367/2014 che ha ribadito la qualità di pubblico ufficiale per l'insegnante di scuola media nell'esercizio delle sue funzioni non circoscritto alla tenuta delle lezioni, ma esteso "alle connesse attività preparatorie, contestuali e successive, ivi compresi gli incontri dei genitori degli allievi" riconoscendo tutti gli elementi del reato di oltraggio a pubblico ufficiale a carico di un genitore).
Fonte: La nozione di "pubblico ufficiale"
(www.StudioCataldi.it)
Ricordo la storia della docente porno star o cubista ma non ne ricordo la fine.. .

anche il controllore dei biglietti sul mezzo pubblico (treno, autobus, ecc.) è un pubblico ufficiale e lì (cioè sul mezzo pubblico) lui ha il dovere e il diritto di chiedere i biglietti e io in quanto pubblico cittadino ho il dovere di mostrarglielo e, quindi, non ho nessun diritto di rifiutarmi; infatti, se lo facessi, mi prenderei le relative sanzioni.

ma se lui mi mostrasse il tesserino di controllore lontano dai mezzi e non sui mezzi e mi chiedesse il biglietto, io avrei/ho il diritto di rifiutarmi e se lui insistesse io potrei benissimo dire "no, perchè siamo fuori dal contesto specifico" e, quindi, potrei io prendere tutti i provvedimenti necessari tipo andare dal suo superiore a lamentarmi, ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Online
sconcertato_1



Messaggi : 551
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 10:59 am

Paolo Santaniello ha scritto:
Per quanto riprovevole sia esprimere su facebook opinioni razziste, il mio senso civico mi impone di difendere l'insegnante che lo ha fatto.
A quanto mi risulta non lo ha fatto mentre era in servizio, o come parte del suo mestiere; non ha quindi proposto il suo "razzismo" come una lezione, ma come una semplice opinione espressa da un cittadino (o da un lavoratore se preferite). Opinione che avrebbe dovuto essere censurata da facebook se violava le condizioni d'uso del social network ma che comunque rappresenta una libera espressione del proprio pensiero.
L'articolo UNO dello statuto dei lavoratori sancisce che la sola espressione di opinione da parte di un lavoratore non può costargli il posto. Men che meno se non ha rilevanza penale.

Quoto.

Per quanto le frasi siano non condivisibil sono state espresse  in luogo privato e non risulta alcuna propaganda durante le lezioni.

Purtroppo non ci siamo ancora liberati da certi metodi di stampo stalinista che prevedono l'emarginazione, anche professionale, di chi la pensa diversamente.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 11:06 am

rita 76 ha scritto:

anche il controllore dei biglietti sul mezzo pubblico (treno, autobus, ecc.) è un pubblico ufficiale e lì (cioè sul mezzo pubblico) lui ha il dovere e il diritto di chiedere i biglietti e io in quanto pubblico cittadino ho il dovere di mostrarglielo e, quindi, non ho nessun diritto di rifiutarmi; infatti, se lo facessi, mi prenderei le relative sanzioni.

qual è la probabilità che un adolescente prenda ad esempio di vita il controllore del treno?
nessuna?  il controllore razzista e violento se la vedrà solo con la legge, se commette un reato.
qual è la probabilità che un adolescente prenda come esempio - nel bene o nel male - uno dei suoi insegnanti? nessuna? bassa?, media? diversa comunque da zero? l'insegnante razzista e violento non può esprimere in modo pubblico le sue idee razziste e violente, se le tiene per sé o le dice ai suoi amici al bar, oppure smette di insegnare e va a fare un lavoro in cui avrà a che fare solo con adulti e non con persone in formazione. Io l'avrei trasferita in un cpia con alta percentuale di adulti stranieri.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 11:12 am

geo&geo ha scritto:
rita 76 ha scritto:

anche il controllore dei biglietti sul mezzo pubblico (treno, autobus, ecc.) è un pubblico ufficiale e lì (cioè sul mezzo pubblico) lui ha il dovere e il diritto di chiedere i biglietti e io in quanto pubblico cittadino ho il dovere di mostrarglielo e, quindi, non ho nessun diritto di rifiutarmi; infatti, se lo facessi, mi prenderei le relative sanzioni.

Io l'avrei trasferita in un cpia con alta percentuale di adulti stranieri.

beh, saresti stato buono! :-)
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 11:16 am

geo&geo ha scritto:
rita 76 ha scritto:

anche il controllore dei biglietti sul mezzo pubblico (treno, autobus, ecc.) è un pubblico ufficiale e lì (cioè sul mezzo pubblico) lui ha il dovere e il diritto di chiedere i biglietti e io in quanto pubblico cittadino ho il dovere di mostrarglielo e, quindi, non ho nessun diritto di rifiutarmi; infatti, se lo facessi, mi prenderei le relative sanzioni.

qual è la probabilità che un adolescente prenda ad esempio di vita il controllore del treno?
nessuna?  il controllore razzista e violento se la vedrà solo con la legge, se commette un reato.
qual è la probabilità che un adolescente prenda come esempio - nel bene o nel male - uno dei suoi insegnanti? nessuna? bassa?, media? diversa comunque da zero? l'insegnante razzista e violento non può esprimere in modo pubblico le sue idee razziste e violente, se le tiene per sé o le dice ai suoi amici al bar, oppure smette di insegnare e va a fare un lavoro in cui avrà a che fare solo con adulti e non con persone in formazione. Io l'avrei trasferita in un cpia con alta percentuale di adulti stranieri.

allora, quanti 'capi' predicano bene e razzolano male (trad. it.: parlano bene ed agiscono male)? che esempi danno ai loro dipendenti?

è vero che gli alunni sono minorenni e, quindi, si devono ancora formare, ma anche per gli adulti avere CATTIVI esempi come 'capi' (direttori, ecc.) nel mondo del lavoro non è il massimo.

cmq, concordo che con i ragazzini sia più GRAVE per quanto questa collega lo abbia fatto fuori dalla scuola. Con questo non voglio dire che quando lo fanno i capi con i loro dipendenti non lo sia

e, cmq, un adulto è sempre un adulto dal quale il ragazzino spesso prende esempio. ovvio, che dall' insegnante ne prende di più.

quante volte i ragazzini dicono parolacce perchè le sentono FUORI dalla scuola? davvero tante. Non prendono esempio in questi casi? certo, che lo prendono!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 2178
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 12:07 pm

Fuori dalla scuola i ragazzini prendono esempio da chi gli pare.
Non ci sto, come docente, che io abbia MENO libertà espressiva di un altro cittadino, NEL MIO TEMPO LIBERO, solo in quanto docente.
La coscienza è coscienza... in orario di servizio devi comportarti in un certo modo perchè fa parte del tuo lavoro, ma fuori da quell'orario fai quello che vuoi, negli stessi limiti e diritti e doveri di tutti gli altri. Non ho firmato nessun contratto che vincola la mia vita o le mie idee.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7795
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 12:30 pm

Con lo stesso criterio, si vorrebbe sostenere che l'insegnante NON PUO' condurre attività sociali o politiche in nessuna organizzazione visibile che abbia una qualsiasi impronta "ideologizzata"?

Non può essere iscritto a un partito, o a un'associazione che può essere riconoscibile come "di parte" (quindi nemmeno a una serie infinita di associazioni di volontariato indipendenti che però un sacco di altra gente, a torto o a ragione, considera "di parte", tipo Emergency, Amnesty International, Greenpeace, il CICAP, l'UAAR o la LAV, o magari anche il Movimento per la Vita o le Dame di San Vincenzo, sempre che esistano ancora)? 

Non può scrivere su un giornale o su una rivista legati a tali associazioni, o su un sito web (e allora, per coerenza nemmeno sul bollettino della parrocchia), non può presentare un intervento a un convegno, non può far parte di un comitato referendario, fare attivismo a un tavolino in piazza, o tantomeno candidarsi a un'elezione, perché altrimenti gli studenti vengono a scoprire da che parte ideologica sta, e questo sarebbe un male, perché l'insegnante deve essere completamente imparziale su tutto e completamente privo di opinioni e preferenze personali?

Ma scherziamo?!
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 12:37 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Fuori dalla scuola i ragazzini prendono esempio da chi gli pare.
Non ci sto, come docente, che io abbia MENO libertà espressiva di un altro cittadino, NEL MIO TEMPO LIBERO, solo in quanto docente.
La coscienza è coscienza... in orario di servizio devi comportarti in un certo modo perchè fa parte del tuo lavoro, ma fuori da quell'orario fai quello che vuoi, negli stessi limiti e diritti e doveri di tutti gli altri. Non ho firmato nessun contratto che vincola la mia vita o le mie idee.

il problema è che se lo fa un insegnante , in qualunque posto (facebook compreso), viene ritenuto uno scandalo; se lo fa un vigile NON viene ritenuto tale.

che, poi, non ci si trovi d' accordo, è un altro discorso
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 12:52 pm

Parliamoci chiaro, se la docente in questione avesse commentato un fatto di cronaca scrivendo frasi del tipo:

"Ma quale carcere per i pedofili? Bisognerebbe torturarli e poi legare loro una pietra al collo e gettarli in alto mare"


pensate forse che la storia sarebbe finita col licenziamento della docente?

Eppure si tratta pur sempre di frasi nelle quali si chiede di punire dei criminali con pene non previste dalla legge e vietate dalle convenzioni internazionali a cui lo stato italiano ha aderito.

È evidente pertanto che questa docente ha toccato l'argomento sbagliato.
Lei ha sicuramente le sue colpe, perché comunque i toni utilizzati sono beceri, volgari, violenti e moralmente inaccettabili. L'impressione però è che, più che la condotta della docente, si voglia sanzionare ogni deviazione dalla "morale di stato" sui migranti.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7795
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 2:32 pm

comp_xt ha scritto:
L'impressione però è che, più che la condotta della docente, si voglia sanzionare ogni deviazione dalla "morale di stato" sui migranti.

Perché, esiste una "morale alternativa" sui migranti, diversa da quella "di stato", che giustifica la posizione secondo cui persone qualsiasi, che non hanno commesso nessun crimine e non hanno fatto del male a nessuno, "dovrebbero essere buttate tutte in mare" o dovrebbero essere ammazzati tutti fin da bambini"?

Se la signora si fosse limitata a dire "me ne strafrego dell'accoglienza dei migranti e mi augurerei che fossero rimandati tutti al loro paese", non le sarebbe successo niente. L'apologia di omicidio o di genocidio di massa mi sembra un'altra cosa.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7795
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 2:33 pm

comp_xt ha scritto:
Eppure si tratta pur sempre di frasi nelle quali si chiede di punire dei criminali con pene non previste dalla legge e vietate dalle convenzioni internazionali a cui lo stato italiano ha aderito.
Essere migranti è un crimine?
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 2:44 pm

Anche se avesse  scritto  le stesse cose che ha scritto su fb per i migranti , per chiunque  altro,  ma italiano,  non le sarebbe  successo  niente
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 2:48 pm

È grave quello che ha scritto indipendentemente se si trattava di migranti o meno.

Resto dell' idea che tanti altri lo fanno e non succede niente oltre che lei non lo ha fatto a scuola
Tornare in alto Andare in basso
Online
geo&geo



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 2:52 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Con lo stesso criterio, si vorrebbe sostenere che l'insegnante NON PUO' condurre attività sociali o politiche in nessuna organizzazione visibile che abbia una qualsiasi impronta "ideologizzata"?

Non può essere iscritto a un partito, o a un'associazione che può essere riconoscibile come "di parte" (quindi nemmeno a una serie infinita di associazioni di volontariato indipendenti che però un sacco di altra gente, a torto o a ragione, considera "di parte", tipo Emergency, Amnesty International, Greenpeace, il CICAP, l'UAAR o la LAV, o magari anche il Movimento per la Vita o le Dame di San Vincenzo, sempre che esistano ancora)? 

Non può scrivere su un giornale o su una rivista legati a tali associazioni, o su un sito web (e allora, per coerenza nemmeno sul bollettino della parrocchia), non può presentare un intervento a un convegno, non può far parte di un comitato referendario, fare attivismo a un tavolino in piazza, o tantomeno candidarsi a un'elezione, perché altrimenti gli studenti vengono a scoprire da che parte ideologica sta, e questo sarebbe un male, perché l'insegnante deve essere completamente imparziale su tutto e completamente privo di opinioni e preferenze personali?

Ma scherziamo?!

ovviamente no
ma stiamo parlando di "opinioni" contrarie ai valori che stanno alla base della nostra repubblica, i valori della dichiarazione universale dei diritti dell'Uomo.
Un paragone più calzante sarebbe l'insegnante degli anni di piombo, che nel suo tempo libero incita a gambizzare qualche borghese nemico del popolo. Lo teniamo in classe? Fuori subito, più velocemente possibile.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 3:02 pm

geo&geo ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Con lo stesso criterio, si vorrebbe sostenere che l'insegnante NON PUO' condurre attività sociali o politiche in nessuna organizzazione visibile che abbia una qualsiasi impronta "ideologizzata"?

Non può essere iscritto a un partito, o a un'associazione che può essere riconoscibile come "di parte" (quindi nemmeno a una serie infinita di associazioni di volontariato indipendenti che però un sacco di altra gente, a torto o a ragione, considera "di parte", tipo Emergency, Amnesty International, Greenpeace, il CICAP, l'UAAR o la LAV, o magari anche il Movimento per la Vita o le Dame di San Vincenzo, sempre che esistano ancora)? 

Non può scrivere su un giornale o su una rivista legati a tali associazioni, o su un sito web (e allora, per coerenza nemmeno sul bollettino della parrocchia), non può presentare un intervento a un convegno, non può far parte di un comitato referendario, fare attivismo a un tavolino in piazza, o tantomeno candidarsi a un'elezione, perché altrimenti gli studenti vengono a scoprire da che parte ideologica sta, e questo sarebbe un male, perché l'insegnante deve essere completamente imparziale su tutto e completamente privo di opinioni e preferenze personali?

Ma scherziamo?!

Un paragone più calzante sarebbe l'insegnante degli anni di piombo, che nel suo tempo libero incita a gambizzare qualche borghese nemico del popolo. Lo teniamo in classe? Fuori subito, più velocemente possibile.

e perchè dobbiamo tenere in classe, nelle scuole e in tutti gli ambienti di lavoro pubblici e privati gente che tratta male, offende, umilia, incitando anche con il COMPORTAMENTO e non solo con le parole ad azioni dannose verso gli altri, migranti e NON, che siano? perchè non vengono licenziati all' istante?


Ultima modifica di rita 76 il Dom Gen 15, 2017 3:05 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
sconcertato_1



Messaggi : 551
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 3:05 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
L'impressione però è che, più che la condotta della docente, si voglia sanzionare ogni deviazione dalla "morale di stato" sui migranti.

Perché, esiste una "morale alternativa" sui migranti, diversa da quella "di stato", che giustifica la posizione secondo cui persone qualsiasi, che non hanno commesso nessun crimine e non hanno fatto del male a nessuno, "dovrebbero essere buttate tutte in mare" o dovrebbero essere ammazzati tutti fin da bambini"?

Se la signora si fosse limitata a dire "me ne strafrego dell'accoglienza dei migranti e mi augurerei che fossero rimandati tutti al loro paese", non le sarebbe successo niente. L'apologia di omicidio o di genocidio di massa mi sembra un'altra cosa.

L'unica morale di stato oggi esistente è di natura pecuniaria. Migrante=denaro. Questa è l'equazione fondamentale del momento.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 3:08 pm

sconcertato_1 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
L'impressione però è che, più che la condotta della docente, si voglia sanzionare ogni deviazione dalla "morale di stato" sui migranti.

Perché, esiste una "morale alternativa" sui migranti, diversa da quella "di stato", che giustifica la posizione secondo cui persone qualsiasi, che non hanno commesso nessun crimine e non hanno fatto del male a nessuno, "dovrebbero essere buttate tutte in mare" o dovrebbero essere ammazzati tutti fin da bambini"?

Se la signora si fosse limitata a dire "me ne strafrego dell'accoglienza dei migranti e mi augurerei che fossero rimandati tutti al loro paese", non le sarebbe successo niente. L'apologia di omicidio o di genocidio di massa mi sembra un'altra cosa.

L'unica morale di stato oggi esistente è di natura pecuniaria. Migrante=denaro. Questa è l'equazione fondamentale del momento.

ah, ecco; quindi noi che non siamo migranti e non portiamo denaro possiamo essere offesi perchè a chi ci offende non succede niente.

quindi, noi , non abbiamo una dignità. ma per favore....

gli uomini sono tutti uguali, di qualunque popolo, razza, nazione, ecc. essi siano
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 3:22 pm

sconcertato_1 ha scritto:


L'unica morale di stato oggi esistente è di natura pecuniaria. Migrante=denaro. Questa è l'equazione fondamentale del momento.

Appunto.

Ma siccome le morali di stato sono per natura ipocrite, questo non si può dire e non si può nemmeno consentire che lo si dica.

Non si può dire che esistono delle finte onlus che lucrano sull'accoglienza dei migranti.

Non si può dire che solo una percentuale trascurabile dei migranti può vantare lo status di profugo, mentre la stragrande maggioranza è costituita da persone che cercano (legittimamente dal loro punto di vista) semplicemente una vita migliore.

Non si può dire che è assurdo pensare di poter accogliere in Europa tutti coloro che vorrebbero venire.

Non si può dire che l'immissione in Europa di un numero enorme di immigrati disponibili a lavorare per pochi spiccioli risponde al preciso disegno di abbassare il costo del lavoro.

Ufficialmente bisogna dire che tutti quei migranti stanno fuggendo da guerre o da crudeli regimi dittatoriali e che è un dovere morale accoglierli.

Lungi da me voler difendere le frasi scritte dalla collega, quello è solo razzismo becero.

Devo però rilevare l'evidente sproporzione fra la gravità dell'accaduto e la sanzione che le è stata comminata.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1245
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 3:33 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
L'impressione però è che, più che la condotta della docente, si voglia sanzionare ogni deviazione dalla "morale di stato" sui migranti.

Perché, esiste una "morale alternativa" sui migranti, diversa da quella "di stato", che giustifica la posizione secondo cui persone qualsiasi, che non hanno commesso nessun crimine e non hanno fatto del male a nessuno, "dovrebbero essere buttate tutte in mare" o dovrebbero essere ammazzati tutti fin da bambini"?

Se la signora si fosse limitata a dire "me ne strafrego dell'accoglienza dei migranti e mi augurerei che fossero rimandati tutti al loro paese", non le sarebbe successo niente. L'apologia di omicidio o di genocidio di massa mi sembra un'altra cosa.

paniscus, mi sembra di aver esposto il mio pensiero in maniera abbastanza chiara.

Io non ho difeso quello che ha scritto la collega.

Ho solo affermato che se avesse, ad esempio, auspicato la tortura e l'uccisione dei pedofili (pratiche vietate dalla Costituzione italiana), molto probabilmente nessuno avrebbe montato questo scandalo.

E sai perché?

Perché quello dei migranti è un tema caldo, in cui si cerca di far credere al popolo che a venire da noi siano solo profughi in fuga da conflitti o da feroci dittature.
Così non è.
Sui migranti lucrano diversi italiani e sui migranti si basa la volontà di ridurre il costo del lavoro in Europa.
Le frasi di quella docente, per quanto animate esclusivamente da un razzismo becero e inqualificabile, sono pericolose perché possono portare a riflessioni più serie, riflessioni che mettono in pericolo la dottrina del "sono tutti profughi - è nostro dovere morale accoglierli tutti".
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2178
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 4:13 pm

Io sono per il "sono tutti profughi, è nostro dovere accoglierli tutti" (ci ho tolto solo il "morale" che sostiuirei con un "costituzionale" alla luce dell'articolo 10) , ma anche quella della volontà di ridurre il costo del lavoro in Europa è una teoria interessante, andrebbe approfondita. Qualche fonte per chi volesse documentarsi?

A parte questo dibattito, restano legittime le opinioni di tutti, ripeto: se uno non è d'accordo basta discutere. E' irritante fare i conti con un padrone che pretende di avere la verità assoluta su un certo argomento e che licenzia chi dice il contrario...
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 4:55 pm

comp_xt ha scritto:

Non si può dire che esistono delle finte onlus che lucrano sull'accoglienza dei migranti.

Non si può dire che solo una percentuale trascurabile dei migranti può vantare lo status di profugo, mentre la stragrande maggioranza è costituita da persone che cercano (legittimamente dal loro punto di vista) semplicemente una vita migliore.

Non si può dire che è assurdo pensare di poter accogliere in Europa tutti coloro che vorrebbero venire.

Non si può dire che l'immissione in Europa di un numero enorme di immigrati disponibili a lavorare per pochi spiccioli risponde al preciso disegno di abbassare il costo del lavoro.

Ufficialmente bisogna dire che tutti quei migranti stanno fuggendo da guerre o da crudeli regimi dittatoriali e che è un dovere morale accoglierli.
Lungi da me voler difendere le frasi scritte dalla collega, quello è solo razzismo becero.
Devo però rilevare l'evidente sproporzione fra la gravità dell'accaduto e la sanzione che le è stata comminata.

Certo che si può dire tutto quello che hai scritto sopra, e infatti ci sono molti che lo dicono
Chi non è d'accordo discute nel merito, punto per punto, sui social o qui o in Parlamento, o a scuola, se viene affrontato l'argomento per esempio in una assemblea. Nessuno viene censurato, nessuno viene allontanato, Salvini lo dice su tutti i telegiornale e i talkshow e ci prende anche un sacco di voti.
Però non si può dire che sarebbe meglio risolvere il problema degli immigrati ammazzandoli tutti. Non si può dire che i mussulmani sono criminali. Non si può augurarsi che vengano bruciati tutti (bruciati tutti! poi arriva il rincoglionito che butta davvero la benzina e dà fuoco, e tutti a dire che è un malato di mente). Tutto questo non è consentito dalla legge, non è consentito dalla nostra Costituzione (tutti a difenderla, il 4 dicembre, eh), non è consentito dalla dichiarazione universale dei diritti dell'Uomo che l'Italia ha firmato.
Sulla sproporzione tra colpa e sanzione: questa è già stata trasferita una volta, è stata sospesa per due mesi per un altro episodio, ce la dobbiamo tenere in classe ancora? E se tra i suoi studenti ci fosse un figlio di immigrati arrivati in Italia con un barcone: deve stare tranquillo? Si sentirà giudicato in modo equo da una che avrebbe preferito vederlo morto piuttosto che in classe?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5079
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Insegnante licenziata   Dom Gen 15, 2017 6:11 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
L'apologia di omicidio o di genocidio di massa mi sembra un'altra cosa.

Ma no, sono opinioni ...
Tornare in alto Andare in basso
 
Insegnante licenziata
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?
» Corsiste con la Crystal Nails

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: