Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
seasparrow



Messaggi : 1565
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Dom Gen 15, 2017 2:14 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.generazioniconnesse.it


Ultima modifica di seasparrow il Dom Mar 05, 2017 7:43 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 5:44 pm

Ire ha scritto:
I bambocci sono lì perchè alle volte sono utili:  ci sono bambini, ragazzi, classi nelle quali questi bambocci diventano veicolo indispensabile per stabilire la relazione tra adulto e loro.

Bene: io invece volevo dire proprio il contrario, ossia che a mio avviso i bambocci sono prevalentemente controproducenti, perché vengono percepiti dai ragazzi come delle caricature ridicole di ciò che gli adulti pensano di loro, e in cui loro non si riconoscono affatto. E questo non è un effetto "neutrale" (ossia, una cosa che al limite non funziona, ma che comunque non può fare danni), ma è un qualcosa che se non funziona può anche fare dei danni eccome...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17165
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 5:56 pm

Ire ha scritto:
Si parla di ragazzi e non riesco bene a capire come secondo voi possa essere paragonabile la loro esperienza e la vostra.
Concordo, non c'è paragone; e dire che qualcuno li chiama "nativi digitali"; se dire una cazzata costasse un centesimo .....
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8868
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 6:01 pm

ma nativo digitale non designa necessariamente un esperto in relazioni virtuali.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8868
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 6:08 pm

@avido, so che me ne pentirò, ma so che tutto sommato sei più fumo che arrosto su certi argomenti quindi lo faccio:

se hai voglia vai a leggerti la "carta di Roma" elaborata nel SID del 2016. Racconta un po' la vita dei nativi digitali.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 7:31 pm

Ire ha scritto:
@avido, so che me ne pentirò, ma so che tutto sommato sei più fumo che arrosto su certi argomenti quindi lo faccio:

se hai voglia vai a leggerti la "carta di Roma"  elaborata nel SID del 2016.   Racconta un po' la vita dei nativi digitali.

Ah, perché quella invece è tutto arrosto invece che fumo, no?
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 7:45 pm

Ah. Ci va la carta di Roma per capire la vita dei attivi digitali.
Io pensavo che bastasse quel poco che vediamo di loro in classe, ascoltare i genitori ai colloqui ed aprire un loro profilo Facebook. ..
Sta a vedere che la laurea in anticyber bullismo è davvero utile
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17165
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 7:59 pm

Ire ha scritto:
@avido, so che me ne pentirò, ma so che tutto sommato sei più fumo che arrosto su certi argomenti quindi lo faccio:

se hai voglia vai a leggerti la "carta di Roma"  elaborata nel SID del 2016.   Racconta un po' la vita dei nativi digitali.
http://www.azzurro.it/it/content/nella-carta-di-roma-25-impegni-concreti-un-internet-misura-di-bambino

Gli ho dato un occhiata, è molto focalizzato sullo sfruttamento dei minori ad opera degli adulti, che in Italia è fenomeno di nicchia.
Sono i ragazzi i primi carnefici e non mi pare che siano presenti azioni specifiche.

C'è poi la parte che vorrebbe impedire ai minori la fruizione della pornografia su internet; utopia, non riescono ad impedire la diffusione dei film clonati, nonostante ci sia dietro un giro di miliardi (che vuole impedirlo) e vorrebbero bloccare la pornografia che c'è un giro di miliardi che vuole consentirlo ?

Comunque la mia battuta sui nativi digitali significava che c'è gente che sostiene che i giovani siano maghi del PC ed invece questi sanno solo accenderlo a chattare, non sanno cosa dirsi, non sanno quali limiti porsi, non sanno come girano le informazioni, non sanno cosa rischiano ad installare software, non sanno che un messaggio mail può contenere software da installare; non sanno nulla.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2539
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 8:01 pm

ci hanno sfracassato i maroni con questa storia dei nativi digitali, che di digitale hanno solo l'incompetenza. Non è perché hanno imparato a diteggiare il touchscreen prima di scrivere (purtroppo) che abbiano chissà quali competenze tecniche e sociali nel mondo digitale, nè chissà quale diversità nei geni rispetto a noi vecchietti.
L'espressione nativi digitali è una minchiata celebrativa ad uso e consumo dei produttori di dispositivi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 8:37 pm

E allora che cavolo vuol dire "nativo digitale"?

E' solo un'espressione gergale cronologica?

Vuol dire semplicemente "nato dopo il 2000"?

O magari "nato dopo il 1995"?

O "nato dopo il 1992", che includerebbe un sacco di ADULTI fatti e finiti?

O eventualmente "nato dopo il 2005", per cui uno dei miei figli lo sarebbe e l'altro no?

Un ragazzino nato 13 anni fa in una comunità di indios dell'Amazzonia è un nativo digitale?

Una ragazza di 24 anni di un quartiere periferico urbano che ha solo la terza media, che si è sposata a 21 e adesso fa la casalinga e ha già un bambino e magari aspetta il secondo, ma che non ha mai avuto un computer in casa, e che usa lo smartphone solo per mandare le foto del bambino alla zia che abita lontano, è una nativa digitale?

Non mi risulta.

La parola "nativo" vorrebbe dire qualcosa del tipo di "madrelingua" o "abituato quotidianamente da sempre" a una certa cosa che rimane stabile.

Se questa cosa cambia in continuazione con una velocità estrema di anno in anno, mi pare evidente che i "nativi" non possano esistere.

Se uno era "nativo" di qualcosa che c'era cinque anni fa e adesso è abissalmente cambiata, non è più "nativo" della versione nuova, per principio...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8868
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 8:39 pm

Citazione :
Comunque la mia battuta sui nativi digitali significava che c'è gente che sostiene che i giovani siano maghi del PC ed invece questi sanno solo accenderlo a chattare, non sanno cosa dirsi, non sanno quali limiti porsi, non sanno come girano le informazioni, non sanno cosa rischiano ad installare software, non sanno che un messaggio mail può contenere software da installare; non sanno nulla

e la mia risposta ti dava ragione.

Se non che nativo digitale è semplicemente quello che vivono e si relazionano e si muovono con naturalezza sulla tecnologia. Mentre noi non nativi digitali usiamo la tecnologia sapendo di moverci in un mondo alternativo per loro il mondo è quello. Lì ci vivono.

Ma, esattamente come i loro coetanei di qualche anno fa che non avevano questa caratteristica, le regole di vita le devono apprendere. Noi spesso ci ostiniamo a fermarci al nostro mondo e nel loro non li accompagnamo.


E' vero che i 25 punti della carta di roma sono orientati alla protezione dei minori soprattutto da sfruttamento, pornografia e simili ma nella premessa c'è una interessantissima analisi di cosa sia la rete per loro.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8868
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 8:43 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ire ha scritto:
@avido, so che me ne pentirò, ma so che tutto sommato sei più fumo che arrosto su certi argomenti quindi lo faccio:

se hai voglia vai a leggerti la "carta di Roma"  elaborata nel SID del 2016.   Racconta un po' la vita dei nativi digitali.

Ah, perché quella invece è tutto arrosto invece che fumo, no?

I punti per ora sono fumosi. Si continua a lavorare, immagino che l'immininente SID porti qualcosa di meno aleatorio e più concreto nelle proposte.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 17165
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 9:05 pm

"Per i bambini e gli adolescenti di oggi gli spazi e gli strumenti della Rete - web, chat, social network, Instant Messaging – sono parte integrante dei processi comunicativi, di socializzazione, di conoscenza, di creatività ed espressione.

Le nuove tecnologie e Internet permeano la vita dei ragazzi e delle famiglie. Per i ragazzi come per gli adulti, internet influenza non solo i processi di costruzione dell’identità e di gestione dell’immagine di sé, ma anche la socializzazione e la ricerca di un partner, l’espressione della sessualità, l’elaborazione di una separazione da una persona cara. La rete incide su modi, tempi e contenuti delle conversazioni familiari, sta cambiando le priorità e le modalità educative, condiziona abitudini e scelte di ogni giorno: dagli acquisti online fino alle abitudini a tavola e ai ritmi sonno veglia. Internet ha toccato e cambiato ogni aspetto della vita moderna e questi cambiamenti sono assolutamente positivi. Allo stesso tempo, ha posto alcune sfide e in tutto il mondo oggi la sicurezza sul web è una priorità."


Per i bambini e gli adolescenti di oggi gli spazi e gli strumenti della Rete - web, chat, social network, Instant Messaging – sono parte integrante dei processi comunicativi, di socializzazione, di conoscenza, di creatività ed espressione.
Internet è parte della vita significa che c'è qualche altra parte; è quindi una questione di proporzioni; il problema è l'abuso di internet, come una volta c'era l'abuso della strada (inteso come luogo di gioco) e l'abuso dell'oratorio.
E' mai servita una legge sull'abuso dell'oratorio ? I ragazzi deviati sono sempre esistiti (anche deviati dall'oratorio) e la colpa è sempre stata dei genitori; servirebbe una legge sulla procreazione: sei un coglione ? Allora ti sterilizzo !

Le nuove tecnologie e Internet permeano la vita dei ragazzi e delle famiglie. Per i ragazzi come per gli adulti, internet influenza non solo i processi di costruzione dell’identità e di gestione dell’immagine di sé, ma anche la socializzazione e la ricerca di un partner, l’espressione della sessualità, l’elaborazione di una separazione da una persona cara.
Esattamente come l'oratorio o la strada, le buone o le cattive compagnie; un ragazzo abbandonato dai genitori davanti alla TV veniva su male come ora viene su male se abbandonato davanti al telefonino; un frequentatore di piazzette mal frequentate, diventava un teppistello, un ragazzo abbandonato in pasto ai preti diventava un fesso ecc ecc. Nulla di nuovo sotto il sole, i ragazzi hanno bisogno di solidi punti di riferimento; quali siano i punti di riferimento inadeguati (TV, gentaglia, preti) non ha importanza, comunque verrai su male, oggi spopola il telefonino.

La rete incide su modi, tempi e contenuti delle conversazioni familiari, sta cambiando le priorità e le modalità educative, condiziona abitudini e scelte di ogni giorno: dagli acquisti online fino alle abitudini a tavola e ai ritmi sonno veglia. Internet ha toccato e cambiato ogni aspetto della vita moderna e questi cambiamenti sono assolutamente positivi.
E' falso che internet incida sui modi, tempi e contenuti del dialogo in famiglia; il dialogo in famiglia è sempre stato scarso a causa delle differenze generazionali e dell'innata tendenza alla contestazione che gli adolescenti hanno; chi ha scritto quelle parole è rimasto al focolare; la luce elettrica ha sconvolto tutto ed è successo negli anni 50.
Curioso poi il periodo "e questi cambiamenti sono assolutamente positivi.".

No, il problema è un altro: la scomparsa del principio di autorità dei genitori, l'idea che il bambino debba crescere libero; la nascita di questa filosofia è degli anni 70, sempre più profonda, sempre più diffusa ed i giovani sono sempre più allo sbando; TV ed internet sono un fatto concomitante, contemporaneo; un incidente.

Se mio padre avesse avuto internet non ne avrebbe abusato, avrebbe pascolato le pecore dall'età di 5 anni così come ha fatto; se avesse tentato di passare i pomeriggi al telefonino invece di sorvegliare gli animali, le cinghiate gli avrebbero devastato il sedere.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 9:16 pm

Ire ha scritto:

Se non che nativo digitale è semplicemente quello che vivono e si relazionano e si muovono con naturalezza sulla tecnologia.  Mentre noi non nativi digitali usiamo la tecnologia sapendo di moverci in un mondo alternativo per loro il mondo è quello. 

E alllora la definizione è fuorviante e mistificatoria.

Perché il concetto di "muoversi con naturalezza" in un certo ambiente vuol dire CONOSCERLO ed esserne ESPERTI, non vuol dire semplicemente trovarselo davanti e brancolarci a caso.

Il concetto di "naturalezza" implica una familiarità e una padronanza con un certo ambito... non solo l'abitudine a sapere che c'è, senza averci capito niente.

La guida alpina "si muove con naturalezza" in alta montagna mentre io no (e infatti, se io andassi in alta montagna, avrei bisogno dell'aiuto della guida alpina che ci capisce molto più di me), proprio perché è esperta dell'ambiente e lo conosce bene.

E lo stesso valga per il barcaiolo sul delta del Po o per il ranger che accompagna vistite guidate nella savana del Kenya, perché magari lo facevano anche i loro padri, i loro nonni, o comunque perché loro stessi hanno dedicato una vita intera a conoscere bene quell'ambiente.

Qua si sta sostenendo che i cosidetti "nativi", ossia quelli capaci di muoversi con naturalezza in un certo ambiente...

...siano proprio quelle persone che non ne sono affatto esperte e che non ci hanno capito nulla, e che infatti hanno pure bisogno che le cose gliele spieghiamo noi, che invece NON siamo nativi come loro.

Ma non è un'evidente presa in giro?????
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17165
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mar Gen 17, 2017 10:31 pm

Mettiamola così: il termine nativo digitale è nella bocca di quella stragrande maggioarnza di adulti che in informatica vale 0 (ma mamma ad esempio); agli occhi di questi il bambino che spippola ii cellulare è un mostro; poi ci sono i pochi ragazzi bravi in informatica e poi ci sono gli adulti che l'informatica l'hanno costruita giorno per giorno.

Agli occhi degli ultimi i ragazzini spippolatori di cellulare appaiono per quello che sono: bambini che giocano.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8868
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 7:47 am

ieri mattina, classe iv primaria di una scuola estremamente disagiata, tanto che mi sono portata da casa le casse del pc.

Non mi ricordavo dove andasse lo spinotto dell'audio (nel verde o nel rosa?).
Lo chiedo sottovoce alla maestra e lei inforca gli occhiali, si sdraia a terra per cercare di leggere il simbolino.....non ci vede un accidenti esattamente come me
cincischiamo un po' poi lo chiedo ai bimbi:

bimbi, lo spinotto sul verde o sul rosa?

(la maestra mi dice, ma non lo sanno, figurati, non le abbiamo mai usate le casse)

Contemporaneamente, la classe, in coro: sul verde!


Questi sono i nativi digitali. Bambini di nove anni lo sanno quasi istintivamente.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa

avatar

Messaggi : 2539
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 7:55 am

la natività digitale secondo Ire... molto commovente.

Un po' come certi colleghi anziani che ti chiamano perché "tu sai accendere il computer".
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8868
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 8:03 am

Magari, invece di commuoverti, ushikawa, che comunque è sempre una bella sensazione la mattina presto, leggi qualcosa sui nativi digitali e confrontalo con i tuoi pregiudizi, forse ne scaturisce qualcosa di più rispondente alla connotazione.

Tra qualche anno le mie capacità cognitive divenute rigide mi faranno chiedere aiuto a chi saprà accendere il computer perchè non sarò in grado di comprendere le istruzioni.
per ora non è questo il problema:

io avrei dovuto guardare (e non ne avevo voglia, non ci vedevo perhcè lo spinotto era al buio)
loro, bambini di nove anni quindi non costantemente connessi, e soprattutto non al pc, quella informazione l'avevano in testa. Tutti. Per loro è quasi istinto, per noi è apprendimento.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8868
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 8:06 am

Se onestamente ti informi, ti accorgerai, ushikawa, che i nativi digitali non sono quei mostri che voi state evocando: bimbi in grado di vivere sulla rete conoscendone le regole e gli inghippi.

La vostra idea vi porta, giustamente, a ridere di chi parla di nativi digitali perchè in effetti nessuno nasce imparato. E state parlando da pagine e pagine di qualcosa che non è.

I nativi digitali sono altro.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa

avatar

Messaggi : 2539
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 9:03 am

cosa?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17165
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 3:30 pm

persone che vedono la rete come parte della vita e non come strumento per vivere meglio; è quanto affermato in quel documento.

Vero che è così ? Forse sì.

Giusto che sia così ? Secondo me no.

Quindi secondo me è gente che della vita non ha capito un cazzo. E qui subentra l'Ire pensiero: non ha capito un cazzo e noi dobbiamo spiegarglielo.

Non ha torto.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 8:01 pm

Ire, forse c'è un problema concettuale di cui non ti rendi conto: saper attaccare uno spinotto non è affatto un'abilità "digitale", è un'abilità genericamente "tecnologica", quello forse sì, ma la digitalità non c'entra niente. E tu evidentemente confondi, in maniera grossolana, il concetto di "digitalità" con quello molto più generico di "tecnologia".

Anche 30 anni fa era abbastanza normale che il bambino di nove anni sapesse collegare i cavetti del televisore o del giradischi con più disinvoltura dei genitori o dei nonni (se non altro perché il bambino, non avendo da lavorare e da badare a responsabilità quotidiane, aveva più tempo libero per usare quei dispositivi e li conosceva meglio degli adulti)... eppure i televisori e i giradischi di allora non erano per nulla "digitali".

Semmai l'unico paragone che può venirmi in mente è quello di saper inserire correttamente una pila con il polo positivo e il polo negativo nel verso giusto, o i cavetti della batteria in base al colore nero o rosso... ma appunto, la pila o il cavo elettrico, di per sé, non hanno niente di "digitale", può essere usata allo stesso modo sia per far funzionare un computer (che è effettivamente digitale) o un frullatore (che non lo è).

Il fatto che per te qualsiasi cosa tecnologica sia un mistero incomprensibile, NON VUOL DIRE che siano tutte uguali. E mi sembra proprio che tu rispecchi esattamente la descrizione fatta da avido, a proposito di chi, non sapendo nulla di tecnologia, considera dei maghi potentissimi tutti quelli che sappiano accendere un computer (ma anche accendere un ventilatore, che di digitale non ha niente). Non è questione di essere "nativi", è questione di abitudine quotidiana a fare certe cose piuttosto che altre, ma non c'entra niente l'età, può anche essere un'abitudine acquisita in età adulta, che alcuni hanno avuto occasione di acquisire e altri no. Se i bambini sanno qual è l'uscita giusta per il cavo delle casse e tu invece no, è perché loro (o meglio, alcuni di loro) sono abituati a usarle spesso, mentre tu no.

Ma questo non c'entra niente con la digitalizzazione, vale anche per il saper guidare il motorino... nessuno nasce come "nativo" della guida del motorino, no?

Tutti quelli che guidano il motorino l'hanno imparato da zero, quando erano già adolescenti o giovani adulti, mica esiste il guidatore di motorino "nativo"!

Eppure, ci sono persone adulte che hanno imparato da giovani e che poi hanno sempre continuato a usarlo tutti i giorni (e quelli sanno subito, istantaneamente, di istinto quale è la mossa da fare, come i ragazzini co il cavetto delle casse), e poi esistono anche persone della stessa età (come me) che hanno imparato da giovani, ma che poi non l'hanno più usato per 20 anni, e che quindi adesso sarebbero imbranate con un motorino esattamente quanto tu eri imbranata col cavetto.

Se io adesso dovessi avere difficoltà ad accendere un motorino, magari un mio alunno di 16 anni potrebbe spiegarmelo, ma non vuol dire che quello sia "nativo motorinista" perché è giovane, mentre io non sono "nativa" perchè sono più vecchia! I motorini c'erano anche 40 anni fa!

Fattene una ragione, se i ragazzini riconoscono l'uscita del cavetto mentre tu no, non è perché loro siano dei geni della tecnologia, ma è perché sei tu ad essere particolarmente più imbranata della media in quell'ambito! E l'essere digitali non c'entra niente!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7323
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 8:09 pm

E comunque, continuo a non capire dove stia il nesso logico secondo cui PIU' si è "nativi digitali", cioè si vive la rete con naturalezza, e PIU' si dovrebbe essere fragili, insicuri e incapaci di gestire il collegamento alla rete... 

...avendo quindi bisogno di farsi spiegare tutto su "come si dovrebbe vivere la naturalezza della rete", da parte di qualche soggetto più vecchio (che appunto, invece NON E' nativo digitale e che non ha mai vissuto la rete con naturalezza).
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17165
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 8:12 pm

Io che sono ing infilo il cavetto in un buco a caso, se la cuffia funziona lo lascio lì, altrimenti lo cambio; tanto la cuffia che va inserita in un'uscita non può rompersi se la inserisco in un ingresso; al massimo potrebbe succedere sbagliando col microfono (ma tranquilli, non succede neanche in quel caso).
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2539
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 8:31 pm

il daltonismo è una brutta bestia
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17165
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici    Mer Gen 18, 2017 10:00 pm

ushikawa ha scritto:
il daltonismo è una brutta bestia
le cuffie non hanno tutte lo spinotto verde che suggerisce di infilarlo nel buco verde.
Tornare in alto Andare in basso
 
abc della sicurezza della navigazione in Internet / introduzione ai reati informatici
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» USA: Sondaggio. Aumentano i "senza Dio".
» Buco nero supermassiccio ruota a metà della velocità della luce
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La settimana della passione (parlamentare)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: