Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 la maestra down

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: la maestra down   Mar Gen 17, 2017 7:51 pm

Promemoria primo messaggio :

http://colibrimagazine.it/sociale-e-servizi/disabilita/camille-la-maestra-down-educa-bimbi-dellasilo/
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 4:40 pm

comp_xt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Io penso che fare l'insegnante di scuola materna sia intrattenere i bambini con attività intelligenti e non insegnare, non in senso stretto.

Un tempo i maestri e le maestre impiegavano tutto il primo trimestre della prima elementare a fare attività di "pregrafismo".

Oggi no, perché sono state fatte alla scuola materna che, pur non essendo scuola dell'obbligo, è oramai frequentata da quasi tutti i bambini fra i 3 e i 5 anni.

Alla scuola materna, pur in un contesto didattico prevalentemente ludico dovuto all'età, impara a stare seduto quando impegnato in un'attività, impara le prime regole di convivenza in una comunità, sviluppa la motricità fine, sviluppa le abilità logiche e via dicendo.

InfattI. Quella è una età delicata, dove si creano le basi per una proficua attività di apprendimento negli anni futuri.

Le competenze che si sviluppano sono tante e tutte importantissime. È altresi importante avere persone altamente competenti per  "diagnosticare" a quell'età un evebtuale deficit del bimbo. Senza contare l'importanza nell'avere persone adulte che abbiano ottime capacità di vigilanza e prontezza di intervento nelle innumerevoli situazioni chw si vengono a creare.

Io non affiderei mai mio figlio ad una maestra down, con tutto il rispetto.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 4:59 pm

Quello che si deve fare alla materna è formare la persona dal punto di vista relazionale. I bambini devono imparare fondamentalmente a socializzare
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19863
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 7:11 pm

comp_xt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Io penso che fare l'insegnante di scuola materna sia intrattenere i bambini con attività intelligenti e non insegnare, non in senso stretto.

Un tempo i maestri e le maestre impiegavano tutto il primo trimestre della prima elementare a fare attività di "pregrafismo".

Oggi no, perché sono state fatte alla scuola materna che, pur non essendo scuola dell'obbligo, è oramai frequentata da quasi tutti i bambini fra i 3 e i 5 anni.

Alla scuola materna, pur in un contesto didattico prevalentemente ludico dovuto all'età, impara a stare seduto quando impegnato in un'attività, impara le prime regole di convivenza in una comunità, sviluppa la motricità fine, sviluppa le abilità logiche e via dicendo.
Impara o imparerebbe ?

Alla materna 3enni, 4enni e 5enni convivono; tu vuoi dire che i 5enni imparano a stare seduti e zitti mentre gli altri giocano ? Sono scettico.

Quanto al pregrafismo, sono le aste ? Sarà perchè non si fa più pregrafismo che scrivono come scrivono ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19863
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 7:12 pm

Per rispetto a tutti coloro che scrivono male mi autocazzio: Avido, tu su chi scrive a cazzo devi solo stare zitto !
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 2403
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 7:27 pm

Sintesi cinica: la maestra dell'infanzia down va benissimo, visto che deve fare solo babysitting (se non vi piace la parola sostituela con "educazione relazionale"), per istruire (dalle elementari in poi) invece ci vuole un insegnante normodotato.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 7:37 pm

rita 76 ha scritto:
Quello  che  si deve fare alla materna è  formare la persona dal punto di vista relazionale. I bambini devono imparare fondamentalmente a socializzare

Direi che è molto i più. Spero che tu non sia insegnante scuola dell'infanzia.

Profilo maestra scuola imfanzia:
<Il suo compito è quello di favorire lo sviluppo di competenze cognitive, affettive e sociali nei bambini, oltre a favorire una progressiva conquista dell’autonomia e lo sviluppo delle abilità sensoriali, percettive, linguistiche e intellettive attraverso la realizzazione di attività individuali o di gruppo.
Molto importante è anche l’elaborazione dei piani personalizzati delle attività educative in cui sono indicati i percorsi ed i progressi educativi raggiunti, i modi ed i tempi dell’apprendimento, gli interessi e le attitudini di ogni bambino.
L’insegnante deve saper osservare i comportamenti dei bambini, interpretare i loro bisogni e valutare l’efficacia degli interventi attivati>>
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 7:50 pm

sconcertato_1 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Quello  che  si deve fare alla materna è  formare la persona dal punto di vista relazionale. I bambini devono imparare fondamentalmente a socializzare

Direi che è molto i più. Spero che tu non sia insegnante scuola dell'infanzia.

No, no, non insegno all' infanzia
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19863
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 7:58 pm

sconcertato_1 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Quello  che  si deve fare alla materna è  formare la persona dal punto di vista relazionale. I bambini devono imparare fondamentalmente a socializzare

Direi che è molto i più. Spero che tu non sia insegnante scuola dell'infanzia.

Profilo maestra scuola imfanzia:
<Il suo compito è quello di favorire lo sviluppo di competenze cognitive, affettive e sociali nei bambini, oltre a favorire una progressiva conquista dell’autonomia e lo sviluppo delle abilità sensoriali, percettive, linguistiche e intellettive attraverso la realizzazione di attività individuali o di gruppo.
Molto importante è anche l’elaborazione dei piani personalizzati delle attività educative in cui sono indicati i percorsi ed i progressi educativi raggiunti, i modi ed i tempi dell’apprendimento, gli interessi e le attitudini di ogni bambino.
L’insegnante deve saper osservare i comportamenti dei bambini, interpretare i loro bisogni e valutare l’efficacia degli interventi attivati>>
Lei stava dicendo quello che deve fare per davvero, non quello che si deve scrivere che è stato fatto.

Ricorda sempre che quel che si scrive vale se viene letto e se modifica i comportamenti di qualcuno, altrimenti è carta straccia; "Molto importante è anche l’elaborazione dei piani personalizzati delle attività educative in cui sono indicati i percorsi ed i progressi educativi raggiunti, i modi ed i tempi dell’apprendimento, gli interessi e le attitudini di ogni bambino."; chi se la legge questa relazione e che ci fa ?

Poi "favorire lo sviluppo di competenze cognitive, affettive e sociali nei bambini, oltre a favorire una progressiva conquista dell’autonomia e lo sviluppo delle abilità sensoriali, percettive, linguistiche e intellettive" significa che devono stimolare amicizie (come ha detto rita) favorire l'uso dei sensi (perchè altrimenti ? diventano ciechi, sordi ecc ?) sviluppare le competenze cognitive (quali sono ?), linguistiche (gli parlano, wow !) ed intellettive (chi ha scritto ste cose non è andato all'asilo ?)
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 9:35 pm

Tellina ha posto una domanda:"chi manderebbe i propri bambini da una maestra down? "
Risposta "gli stessi che predicano la superfiga e radical chic accoglienza ai falsi profughi senza se e senza ma, m a mai e poi mai farebbero dormire il .marcantonio congolese in casa propria ne lo mabterrebbero .ma fa così piacere seguire le mode del momento e dire che la Italia ha il dovere di accogliere. .
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3514
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 9:59 pm

basta con queste maestre down negli alberghi a cinque stelle con i cellulari di lusso
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8561
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 10:05 pm

per masaniello: guarda che l'etnia o la cittadinanza non c'entrano niente.

Non mi risulta che quella ragazza down fosse una migrante o una profuga.

Semmai, il problema è un altro; ossia, quanti di quei genitori che pretendono strumenti compensativi e dispensativi come se piovesse, per i propri figli che hanno una qualsiasi difficoltà scolastica (anche se non riconducibile a un vero handicap e nemmeno a un vero DSA), e che quindi pretendono per i propri figli facilitazioni a oltranza e qualifiche regalate anche senza nessuna competenza vera...

...poi sono gli stessi che si scandalizzerebbero e si indignerebbero perché i loro figli sono seguiti da insegnanti o operatori sociali che a loro volta hanno ottenuto diplomi, lauree e qualifiche regalate anche senza nessuna competenza vera, attraverso strumenti compensativi e dispensativi come se piovesse?
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 10:29 pm

Il senso del mio intervento era:IPOCRISIA DILAGANTE.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19863
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Mer Gen 18, 2017 10:31 pm

Io il profugo in casa non lo prenderei, ma la maestra Down per mio figlio non mi creerebbe problemi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3514
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 7:34 am

Neanche a me creerebbe problemi. Mia figlia ha avuto all'asilo nido comunale un paio di educatrici con problemi di assenze e di depressione: magari ci fosse stata la maestra down.
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9003
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 7:43 am

Ushi però qui si arriva al delirio: siccome sappiamo che c'è di peggio è che può esserci sempre di peggio.. . Rivalutiamo qualsiasi livello intermedio.
Sappiamo benissimo tutti come ci siano tanti, troppi colleghi che per problemi personali, anche serissimi, sarebbe meglio facessero altro...
Quindi benvenga una compagna di giochi, adulta, in affiancamento al normale corpo docente (trovando quindi altra definizione) ... Solo non facciamone norma ma che rimanga eccezione senza creare così illusioni o aspettative poco concrete...
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3514
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 8:12 am

immagino che sarà sempre affiancata da qualcuno e immagino anche che l'educatrice down darà il suo contributo. Del resto anche in Francia ci sarà qualcosa di simile al "rapporto frontale", per cui neanche là un'educatrice potrà trovarsi totalmente da sola con i bambini.  Per quanto le persone con sindrome di down abbiano difficoltà e capacità molto variabili da individuo a individuo è notorio che generalmente la capacità di fronteggiare lo stress, le situazioni impreviste e la fatica siano ridotte; chi ne ha conosciuta qualcuna di queste persone, però, sa della loro dolcezza, del loro ottimismo e della loro grande vitalità, con cui possono compensare altre carenze oggettive. Inoltre, a quanto se ne sa, la buona Camille ha un diploma di educatrice, esattamente come la nostra ministra.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 12:01 pm

avidodinformazioni ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Quello  che  si deve fare alla materna è  formare la persona dal punto di vista relazionale. I bambini devono imparare fondamentalmente a socializzare

Direi che è molto i più. Spero che tu non sia insegnante scuola dell'infanzia.

Profilo maestra scuola imfanzia:
<Il suo compito è quello di favorire lo sviluppo di competenze cognitive, affettive e sociali nei bambini, oltre a favorire una progressiva conquista dell’autonomia e lo sviluppo delle abilità sensoriali, percettive, linguistiche e intellettive attraverso la realizzazione di attività individuali o di gruppo.
Molto importante è anche l’elaborazione dei piani personalizzati delle attività educative in cui sono indicati i percorsi ed i progressi educativi raggiunti, i modi ed i tempi dell’apprendimento, gli interessi e le attitudini di ogni bambino.
L’insegnante deve saper osservare i comportamenti dei bambini, interpretare i loro bisogni e valutare l’efficacia degli interventi attivati>>
Lei stava dicendo quello che deve fare per davvero, non quello che si deve scrivere che è stato fatto.

Ricorda sempre che quel che si scrive vale se viene letto e se modifica i comportamenti di qualcuno, altrimenti è carta straccia; "Molto importante è anche l’elaborazione dei piani personalizzati delle attività educative in cui sono indicati i percorsi ed i progressi educativi raggiunti, i modi ed i tempi dell’apprendimento, gli interessi e le attitudini di ogni bambino."; chi se la legge questa relazione e che ci fa ?

Poi "favorire lo sviluppo di competenze cognitive, affettive e sociali nei bambini, oltre a favorire una progressiva conquista dell’autonomia e lo sviluppo delle abilità sensoriali, percettive, linguistiche e intellettive" significa che devono stimolare amicizie (come ha detto rita) favorire l'uso dei sensi (perchè altrimenti ? diventano ciechi, sordi ecc ?) sviluppare le competenze cognitive (quali sono ?), linguistiche (gli parlano, wow !) ed intellettive (chi ha scritto ste cose non è andato all'asilo ?)

Per fortuna non sei insegnante della scuola dell'infanzia. Anche se, ahimè, temo che la scuola materna abbondI di pseudoinsegnanti con la tua scarsa preparazione pedagogica. Sara' per questo che molte famiglie devono arrangiarsi da sole, quando possono.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 12:07 pm

ushikawa ha scritto:
immagino che sarà sempre affiancata da qualcuno e immagino anche che l'educatrice down darà il suo contributo. Del resto anche in Francia ci sarà qualcosa di simile al "rapporto frontale", per cui neanche là un'educatrice potrà trovarsi totalmente da sola con i bambini.  Per quanto le persone con sindrome di down abbiano difficoltà e capacità molto variabili da individuo a individuo è notorio che generalmente la capacità di fronteggiare lo stress, le situazioni impreviste e la fatica siano ridotte; chi ne ha conosciuta qualcuna di queste persone, però, sa della loro dolcezza, del loro ottimismo e della loro grande vitalità, con cui possono compensare altre carenze oggettive. Inoltre, a quanto se ne sa, la buona Camille ha un diploma di educatrice, esattamente come la nostra ministra.



Si, adesso mettiamo l'insegnante di sostegno a sostengno dell'insegnante.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9799
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 12:17 pm

perchè, sarebbe una cosa così differente da quello che succede ora in centinaia di classi italiane?

Insegnante di sostegno in aiuto alla curricolare invece che all'alunno avente diritto?

A parte la leggera polemica (che però non parte da dati inesistenti)
nell'articolo postato si legge che Camille è stata inserita nella scuola da una equipe che supervisiona il progetto.

La fantasia galoppa sempre ma mantenendo un po' i piedi per terra siamo di fornte ad una educatrice con sindrome di down che lavora in una materna insieme ad altri. Immagino che anche i francesi ci tengano alla sicurezza dei propri bambini e che questa ragazza si occupi di ciò di cui si può occupare.

Qualche tempo fa girava un video che la riprende nel lavoro: stava seduta in terra circondata dai bimbi e leggeva con loro una storia. Intorno c'erano altre persone.

Ma dove è il problema. Perchè ci si fissa sulle parole e ci si costruisce sopra la storia della vita e della giustizia?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19863
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 2:24 pm

sconcertato_1 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Quello  che  si deve fare alla materna è  formare la persona dal punto di vista relazionale. I bambini devono imparare fondamentalmente a socializzare

Direi che è molto i più. Spero che tu non sia insegnante scuola dell'infanzia.

Profilo maestra scuola imfanzia:
<Il suo compito è quello di favorire lo sviluppo di competenze cognitive, affettive e sociali nei bambini, oltre a favorire una progressiva conquista dell’autonomia e lo sviluppo delle abilità sensoriali, percettive, linguistiche e intellettive attraverso la realizzazione di attività individuali o di gruppo.
Molto importante è anche l’elaborazione dei piani personalizzati delle attività educative in cui sono indicati i percorsi ed i progressi educativi raggiunti, i modi ed i tempi dell’apprendimento, gli interessi e le attitudini di ogni bambino.
L’insegnante deve saper osservare i comportamenti dei bambini, interpretare i loro bisogni e valutare l’efficacia degli interventi attivati>>
Lei stava dicendo quello che deve fare per davvero, non quello che si deve scrivere che è stato fatto.

Ricorda sempre che quel che si scrive vale se viene letto e se modifica i comportamenti di qualcuno, altrimenti è carta straccia; "Molto importante è anche l’elaborazione dei piani personalizzati delle attività educative in cui sono indicati i percorsi ed i progressi educativi raggiunti, i modi ed i tempi dell’apprendimento, gli interessi e le attitudini di ogni bambino."; chi se la legge questa relazione e che ci fa ?

Poi "favorire lo sviluppo di competenze cognitive, affettive e sociali nei bambini, oltre a favorire una progressiva conquista dell’autonomia e lo sviluppo delle abilità sensoriali, percettive, linguistiche e intellettive" significa che devono stimolare amicizie (come ha detto rita) favorire l'uso dei sensi (perchè altrimenti ? diventano ciechi, sordi ecc ?) sviluppare le competenze cognitive (quali sono ?), linguistiche (gli parlano, wow !) ed intellettive (chi ha scritto ste cose non è andato all'asilo ?)

Per fortuna non sei insegnante della scuola dell'infanzia. Anche se, ahimè, temo che la scuola materna abbondI di pseudoinsegnanti con la tua scarsa preparazione pedagogica. Sara' per questo che molte famiglie devono arrangiarsi da sole, quando possono.
Invece di parlarmi di fantomatica preparazione pedagogica, cogli lo spunto e rispondi, così ci impari a tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3210
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 2:26 pm

È anche possibile mettere un insegnante di sostegno a sostegno dell insegnante di sostegno che fa sostegno ad un alunno con sostegno. .le strutture reticolari dei ponti funzionano cosi
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1552
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 2:37 pm

A me pare che molti di coloro che sono intervenuti in questa discussione abbiano un'idea distorta riguardo al profilo professionale del docente di scuola dell'infanzia.

Ad ogni modo, se vogliamo parlare di un inserimento lavorativo protetto, non c'è nulla di male a lasciare che una persona con ritardo mentale lavori con i bambini, a patto però che sia affiancata da qualcuno che non ha problemi mentali.

Se però si vuole sostenere che il ritardo mentale non è un problema perché tanto alla scuola dell'infanzia si fa solo intrattenimento e socializzazione e che quindi una maestra down possa gestire la classe/sezione da sola, mi dispiace ma evidentemente non si ha ben chiaro che cosa si faccia in questo tipo di scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9003
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 2:51 pm

comp_xt ha scritto:

Se però  si vuole sostenere che il ritardo mentale non è un problema perché tanto alla scuola dell'infanzia si fa solo intrattenimento e socializzazione e che quindi una maestra down possa gestire la classe/sezione da sola, mi dispiace ma evidentemente non si ha ben chiaro che cosa si faccia in questo tipo di scuola.
Più che altro direi non sia ben chiaro il concetto di responsabilità nei confronti dei minori. ..
Ma tutto sommato direi che almeno qui dentro sia un falso problema.
Tutti hanno sottolineato come sia impossibile considerarla e farla lavorare come "maestra" a tutti gli effetti... Ma si sa.. Per i giornalisti dipingerla mentre, sola, gestisce venti bambini dell'asilo è evidentemente più scenograficamente appagante.
Il problema è che noi leggiamo, prendiamo con le pinze la notizia e valutiamo immaginando il non detto e il non scritto... Qualcuno invece fuori dal mondo scuola si scandalizzerá o si illuderá, posizioni entrambe umanamente comprensibili.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 4:16 pm

Ire ha scritto:
perchè,  sarebbe una cosa così differente da quello che succede ora in centinaia di classi italiane?


Se con questa frase si vuole insinuare che centinaia di insegnanti italiani abbiano bisogno di sostegno allora è meglio rispedire al mittente tale offesa gratuita e diffamatoria.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3514
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: la maestra down   Gio Gen 19, 2017 4:18 pm

Il 90% delle cose che si fanno in una scuola dell'infanzia può essere gestita sul momento da una persona con deficit cognitivo, se ci sa fare con i bambini; certo non la programmazione e certo non la sorveglianza, se non c'è la presenza contemporanea di una persona pienamente responsabile anche dal punto di vista civile e penale.
Ridotta la notizia alla sua essenza, senza sensazionalismi, mi pare che la maggior parte delle obiezioni possano cadere.
Tornare in alto Andare in basso
 
la maestra down
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» [articolo] Lezione di sesso troppo esplicita
» la maestra della materna mi consiglia il neuro psichiatra

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: