Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 8:45 pm

Premetto che sono consapevole che il post verrà trascurato o che riceverò i soliti insulti dai cavalieri del politicamente corretto.
Poco mi interessa.
Dopo 7 anni di insegnamento ,escludendo ovviamente i professionali da dimenticare, in scuole come afm e licei scientifici, penso di poter affermare con tranquillità che la CURIOSITA PER LA SCIENZA E LA TECNICA non fanno parte della natura femminile.
NON STO DICENDO CHE LE RAGAZZE SONO MENO INTELLIGENTI,E NEMMENO CHE NON SIANO PORTATE PER MATEMATICA E LOGICA.
ma NON PROVANO CURIOSITA PER LE DISCIPLINE TECNICHE.
in un patetico comunicato di trenitalia, sulla onda delle mode del momento,e che trovate online, l Azienda lamenta che nella organico di manovratori e tecnici manutentori ci sono pochissime donne.
Incredibilmente trenitalia ha stabilito, in maniera discriminatoria, di riservare posti tecnici alle donne.
"Andremo nelle scuole medie e superiori a cercare future donne tecniche,stimolandole e interessandole alle materie tecniche!"
FATICA SPRECATA.
La mia esperienza di quest anno è emblematica:
Tre seconde,tre terze, una quarta LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE.fisica.
omogenea distribuzione tra maschi e femmine,omogenea distribuzione nei rendimenti.
Studiano maschi e femmine.
Ma APPENA LA LEZIONE volge su temi tecnici applicativi della teoria studiata, NON UNA RAGAZZA PARTECIPA E MI FA DOMANDE.
non tutti i ragazzi sono interessati e partecipano,ma CHI PARTECIPA È SOLO MASCHIO.
tematiche come la visione di un crash test, il funzionamento di un motore a combustione,un dirigibile in volo,il Tutor autostradale interessano ed incuriosiscono buona parte dei maschi.
Le ragazze ,anche quelle studiose, vanno in letargo.
Le vedo annoiate,passive,indifferenti a tutto.parliamo dell indirizzo SCIENZE APPLICATE.
magari alle superiori il mio prof ci avesse alleggerito ogni tanto la lezione con un video in classe!
Macché. Indifferenti a qualsiasi argomento.della serie DIMMI COSA IMPARARE E CHE ESERCIZI FARE,MA NON PENSARE ME NE FREGHI QUALCOSA DI TRENI,AUTO,CAMION,PONTI,AEREI,TURBINE.
finita la divagazione, in cui sono solo con i maschi,alcuni magari appassionati di formula uno o di modellismo e prodighi di domande, o al suono della campanella,le belle Addormentate si rianimano vivacemente potendo controllare whatsapp e chiacchierare con l amica.
NON SIAMO TUTTI UGUALI. È INUTILE INSISTERE.
ribadisco che intelligenza e curiosità non sono legati. Ci sono ragazze molto intelligenti, ma del tutto refrattarie alla scienza, come alunni limitati ma molto curiosi..
Rassegniamoci,possiamo fare sindache e ministre a tonnellate, m a non tecniche manutenzione locomotori. ..
Tornare in alto Andare in basso
Online
seasparrow



Messaggi : 2414
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 9:34 pm

statisticamente sono veramente poche pero' qualcuna c'e'
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 9:53 pm

Che siamo tutti uguali, in termini di interessi e talenti, non l'ha detto nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 9:57 pm

Per forza, essendo più intelligenti studiano Filosofia!

Naturalmente scherzo
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 2414
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 10:01 pm

seasparrow ha scritto:
statisticamente sono veramente poche pero' qualcuna c'e'
guarda MB339 2a parte: la ragazza (aiuto regista) al simulatore con un po' di aiuto va in volo senza problemi

https://m.youtube.com/user/simonevdv?gl=IT&hl=it
Tornare in alto Andare in basso
Online
ciaociao2



Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 31.01.11

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 10:14 pm

Il tema e' noto (alle donne?).

La spiegazione e' che la curiosita' si costruisce e che queste ragazzine hanno gia' ricevuto 15, 16, 17 anni di educazione "da femmine". Ad es.: il 95 o 99% dei maschi avra' ricevuto trenini in regalo da piccolo, contro lo 0% delle femmine.

(Non e' una risposta polemica e non rispondero' a nessun commento polemico).
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 10:45 pm

E se le bambine NON VOLESSERO il trenino? Libere da condizionamenti ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 10:56 pm

Ma che palle...
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Gio Gen 19, 2017 11:10 pm

Per fare un discorso scientificamente serio bisognerebbe spulciare qualche statistica sul numero di laureate nei settori tecnico-scientifici, aggiunta alla loro qualità espressa, perchè no,anche dalla loro visibilità pubblica. Se penso al nostro recentissimo italico "passato", mi viene istintivo pensare alla Gianotti (fisica) ed alla Cristoforetti (ingegnere). L'impressione dedotta solo dalla nostra singola esperienza (scuole secondarie) può essere fuorviante nel giudizio sull'interesse reale verso le discipline scientifiche. Già passando all'esperienza universitaria, personalmente, ho notato un'importante presenza femminile nella ricerca tecnico-scientifico, con ruoli importanti anche a livello dirigenziale. Stando al gioco delle impressioni, penso che, ammesso che siano meno curiose dei ragazzi, le ragazze, abbiano molto più metodo, e questo alla lunga, negli studi, aiuta altrettanto nel conseguire dei risultati.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1367
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 12:10 am

[quote=o"paniscus_2.0"]Ma che palle...[/quote]

Mi associo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 1367
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 12:12 am

Masaniello ha scritto:
Premetto che sono consapevole che il post verrà trascurato o che riceverò i soliti insulti dai cavalieri del politicamente corretto.
Poco mi interessa.
Dopo 7 anni di insegnamento  ,escludendo ovviamente i professionali da dimenticare, in scuole come afm e licei scientifici, penso di poter affermare con tranquillità che la CURIOSITA PER LA SCIENZA E LA TECNICA non fanno parte della natura femminile.
NON STO DICENDO CHE LE RAGAZZE SONO MENO INTELLIGENTI,E NEMMENO CHE NON SIANO PORTATE PER MATEMATICA E LOGICA.
ma NON PROVANO CURIOSITA PER LE DISCIPLINE TECNICHE.
in un patetico comunicato di trenitalia, sulla onda delle mode del momento,e che trovate online, l Azienda lamenta che nella organico di manovratori e tecnici manutentori ci sono pochissime donne.
Incredibilmente trenitalia ha stabilito, in maniera discriminatoria, di riservare posti tecnici alle donne.
"Andremo nelle scuole medie e superiori a cercare future donne tecniche,stimolandole e interessandole alle materie tecniche!"
FATICA SPRECATA.
La mia esperienza di quest anno è emblematica:
Tre seconde,tre terze, una quarta LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE.fisica.
omogenea distribuzione tra maschi e femmine,omogenea distribuzione nei rendimenti.
Studiano maschi e femmine.
Ma APPENA LA LEZIONE volge su temi tecnici applicativi della teoria studiata, NON UNA RAGAZZA PARTECIPA E MI FA DOMANDE.
non tutti i ragazzi sono interessati e partecipano,ma CHI PARTECIPA È SOLO MASCHIO.
tematiche come la visione di un crash test, il funzionamento di un motore a combustione,un dirigibile in volo,il Tutor autostradale interessano ed incuriosiscono buona parte dei maschi.
Le ragazze ,anche quelle studiose,  vanno in letargo.
Le vedo annoiate,passive,indifferenti a tutto.parliamo dell indirizzo SCIENZE APPLICATE.
magari alle superiori il mio prof ci avesse alleggerito ogni tanto la lezione con un video in classe!
Macché. Indifferenti a qualsiasi argomento.della serie DIMMI COSA IMPARARE E CHE ESERCIZI FARE,MA NON PENSARE ME NE FREGHI QUALCOSA DI TRENI,AUTO,CAMION,PONTI,AEREI,TURBINE.
finita la divagazione, in cui sono solo con i maschi,alcuni magari appassionati di formula uno o di modellismo e prodighi di domande, o al suono della campanella,le belle Addormentate si rianimano vivacemente potendo controllare whatsapp e chiacchierare con l amica.
NON SIAMO TUTTI UGUALI. È INUTILE INSISTERE.
ribadisco che intelligenza e curiosità non sono legati. Ci sono ragazze molto intelligenti, ma del tutto refrattarie alla scienza, come alunni limitati ma molto curiosi..
Rassegniamoci,possiamo fare sindache e ministre a tonnellate, m a non tecniche manutenzione locomotori. ..

E quindi?
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19844
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 12:45 am

Esatto; e quindi ?

Penso anch'io che tra le ragazze ci sia meno interesse verso la tecnica (non verso la scienza), e non sono convinto che sia una questione di educazione infantile, ma non capisco quale sia il problema.

E importante che ci siano sufficienti tecnici preparati, cosa abbiano fra le gambe non è di alcuna importanza; è importante che le ragazze abbiano le stesse opportunità dei ragazzi, che preferiscano coglierne un tipo piuttosto che un altro chi se ne frega.
E' importante che io abbia studenti interessati alle mie lezioni, che siano maschi o femmine non mi è mai interessato, tanto non la devono dare a me.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3498
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 6:33 am

Bianco, maschio, italiano, di mezz'età, interessato alle robe scientifiche.
Il perfetto cittadino per il perfetto str...ovveduto.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 8:38 am

franco71 ha scritto:
Per fare un discorso scientificamente serio bisognerebbe spulciare qualche statistica sul numero di laureate nei settori tecnico-scientifici, aggiunta alla loro qualità espressa, perchè no,anche dalla loro visibilità pubblica. Se penso al nostro recentissimo italico "passato", mi viene istintivo pensare alla Gianotti (fisica) ed alla Cristoforetti (ingegnere).

Eh, ma il nostro masaniello dice che quelle non contano perché il lavoro di ricerca che fanno è "inutile".
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 10:14 am

Il lavoro di ricerca è inutile FINO A CHE UN RISULTATO VIENE TROVATO.
un cane da tartufo che non trova mai tartufi non vale nulla.me li cerco da soli.
Un ricercatore che passa la sua vita stipendiata,senza arrivare a nulla,è inutile.
Per fortuna nelle aziende serie il settore ricerca porta a dei risultati o,in assenza degli stessi, l ambito specifico di ricerca viene abbandonato.
Nelle università ci si può permettere di ricercare il nulla senza che nessuno prima o poi chieda conto dei risultati.
Errata corrige. Preciso che lo scarso interesse è per la tecnica.
Consiglio di leggere l articolo di trenitalia ,che è la base delle mie considerazioni.
Ps. Sul livello professionale della cristoforetti andrei cauto
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 2402
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 2:08 pm

Non sono d'accordo.
Secondo me maschi e femmine possono avere o non avere lo stesso tipo di curiosità intellettuali per le scienze e la tecnica.
Fra i miei alunni (insegno matematica) non trovo significative differenze attitudinali.
Con tutta probabilità la causa della scarsissima minoranza di donne in quel genere di lavori è un'altra: il condizionamento sociale.
In altre parole, non si tratta di abilità o predisposizioni innate, bensì acquisite. Lo stesso discorso delle donne che non sanno guidare e degli uomini che non sanno stirare insomma... se vogliono tutti imparano a fare tutto, il problema è che nei primi anni di vita si viene instradati in un certo modo per ragioni "culturali"
Tornare in alto Andare in basso
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 4:00 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Non sono d'accordo.
Secondo me maschi e femmine possono avere o non avere lo stesso tipo di curiosità intellettuali per le scienze e la tecnica.
Fra i miei alunni (insegno matematica) non trovo significative differenze attitudinali.
Con tutta probabilità la causa della scarsissima minoranza di donne in quel genere di lavori è un'altra: il condizionamento sociale.
In altre parole, non si tratta di abilità o predisposizioni innate, bensì acquisite. Lo stesso discorso delle donne che non sanno guidare e degli uomini che non sanno stirare insomma... se vogliono tutti imparano a fare tutto, il problema è che nei primi anni di vita si viene instradati in un certo modo per ragioni "culturali"

Pienamente d'accordo.
Ricordo che durante una supplenza presso un istituto tecnico notai che in una delle classi la migliore, in tutte le materie, era una ragazza, peraltro molto carina (per sfatare un altro mito, bella=sciocca), e l'anno dopo la vidi sul giornale locale, premiata dal preside come migliore studentessa dell'istituto.
Al Nord Est sono parecchie le ragazze interessate ai vari indirizzi degli istituti tecnici. La tradizione è dura da cambiare, ma pian piano... Dipende molto, appunto, da come una persona viene educata, nelle grandi e nelle piccole cose.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 4:46 pm

Ma che palle sto condizionamento culturale. Ma che palle la gente che non legge i post prima di rispondere.
Ho affermato che non siano brave i matematica e portate per il ragionamento logico?
Ho parlato di CURIOSITÀ TECNICA,non attitudine alle materie scientifiche.
Esula dal rendimento scolastico.
La studentessa premiata dal presidente ora lavora in un laboratorio prove materiali o responsabile tecnico di impianti elettrici?
Penso di no.
Ho detto che da BAMBINE,LIBERE E SPENSIERATE, dovendo scegliere tra la bambola da pettinare o il trenino elettrico statisticamente preferiscono la bambola.
Il che non inficia l intelligenza.
IN UNA MIA CLASSE, L 80% DEI RAGAZZI AVEVA NOTATO CHE LE RUOTE DEI TRENI HANNO UN BORDINO INTERNO.
LE RAGAZZE IN STAZIONE NON GUARDANO LE RUOTE DEL TRENO.
questo il punto,anche se hanno tutti 9 a scuola.
O vogliamo comicamente pensare che oggi alle bambine si da obbligatoriamente in mano scopo e ago per rammentare?
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19844
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 4:51 pm

ushikawa ha scritto:
Bianco, maschio, italiano, di mezz'età, interessato alle robe scientifiche.
Il perfetto cittadino per il perfetto str...ovveduto.
Io sono beige
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 5:24 pm

Ushikawa pare quel disturbatore che andava a Fantastico a rompere le scatole a Pippo Baudo.
Quando crescerai?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3498
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 6:18 pm

ma quale disturbatore, Masaniello...
Quando esci dal campo prettamente scientifico-tecnico hai una visione delle cose gretta e limitata, che ti fa sentire minacciato per qualunque novità o apertura, dalle donne che abbandonano i fornelli e corrono sui razzi, ai negri, alle maestre down, alle coppie omo. Ti poni a prototipo del maschio ideale, ovviamente al di sopra delle donne, dei neri ecc (meno intelligenti), delegittimi qualunque cosa non si conformi a te e alle tue idee...
E' strano perché in campo tecnico-scientifico vale esattamente il contrario e ogni innovazione è il frutto di apertura mentale e di visioni alternative, tutto il contrario del conformismo d'antan che predichi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 6:18 pm

In generale, la bambina italiana non potrà scegliere fra trenino elettrico o bambola. Si ritroverà direttamente con la bambola in mano. O sarà portata direttamente al reparto giocattoli per bambina. Faccio difficoltà a vederla totalmente libera di scegliere i propri giocattoli. D'altra parte un bambino difficilmente potrà scegliere liberamente fra un trenino e una bambola "boccolosa", perché difficilmente sarà messo nella condizione di poterlo fare.
Quasi sicuramente una donna in Italia nemmeno viene considerata per lavori di un determinato tipo. Al momento, a dirla tutta, le donne sono in difficoltà anche in settori di lavoro non tipicamente maschili, dal momento che l'ipotesi di una maternità può mandare in panico il datore di lavoro. E diciamo pure che la legge non aiuta i datori di lavoro. Ma oggi come oggi è dura per tutti, non solo per le donne, sia chiaro. Diciamo che le donne, talvolta, non sempre, devono affrontare qualche pregiudizio in più.
In Italia siamo tutti bravi a cambiare le cose parole, ma nel concreto cambiare è difficilissimo. Certi atteggiamenti sono ben radicati nella nostra mentalità, e nemmeno ci accorgiamo di molte discriminazioni e pregiudizi. Quando poi si è educati e cresciuti in un certo modo è assai difficile cambiare.
Questo naturalmente è solo un punto di vista, credo sia normale che, su un argomento delicato che tocca la differenza di genere, i punti di vista siano diversi e non metto in dubbio che le allieve di Masaniello siano annoiate e poco incuriosite.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 6:50 pm

"La maternità è un nemico terribile che va estirpato.
D altronde la moda dilagante ha già sostituito per le giovani coppie alla moda e trendy ai bambini i cani e i gatti.
È una vergogna che una donna non possa diventare come marchionne per colpa di un moccioso.
Abbasso i figli,w la carriera. Tanto ci pensano i finti profughi a rimpinguare la popolazione italiana, sostituendolola."
Mentalità questa criminale e suicida,in voga già da tempo. Per me,gli ideatori di tale mentalità andrebbero rinchiusi a Spandau come i criminali di Norimberga. ..
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 7:32 pm

Masaniello ha scritto:
"La maternità è un nemico terribile che va estirpato.
D altronde la moda dilagante ha già sostituito per le giovani coppie alla moda e trendy ai bambini i cani e i gatti.

Io ho sia figli che gatti, ma non sono tanto giovane, fa punteggio?

Citazione :
È una vergogna che una donna non possa diventare come marchionne per colpa di un moccioso.

Per me è una vergogna che qualcuno possa diventare come Marchionne, che sia maschio o femmina non cambia nulla...
Tornare in alto Andare in basso
giorgio_d



Messaggi : 168
Data d'iscrizione : 02.09.14

MessaggioTitolo: Re: CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE   Ven Gen 20, 2017 7:43 pm

lo sai che nei paesi nordici dove le politiche relative alla parità sono tra le più sviluppate del mondo, si riscontra uno strano fenomeno, e cioe' che la maggior parte delle donne scelgono di studiare "cose da donne" mentre nei paesi islamici vi è un alto tasso di femmine che si laureano in ingegneria, robe meccaniche e cose da maschi? Come lo spiegate?
C'e' un video su youtube, di una studiosa di Cambridge che lo spiega molto bene, e dice che certe predisposizioni sono comunque innate nei generi, per quanto oggi si voglia far credere che sono solo culturalmente determinate. Se lo trovo lo posto

Swallow ha scritto:
In generale, la bambina italiana non potrà scegliere fra trenino elettrico o bambola. Si ritroverà direttamente con la bambola in mano. O sarà portata direttamente al reparto giocattoli per bambina. Faccio difficoltà a vederla totalmente libera di scegliere i propri giocattoli. D'altra parte un bambino difficilmente potrà scegliere liberamente fra un trenino e una bambola "boccolosa", perché difficilmente sarà messo nella condizione di poterlo fare.
Quasi sicuramente una donna in Italia nemmeno viene considerata per lavori di un determinato tipo. Al momento, a dirla tutta, le donne sono in difficoltà anche in settori di lavoro non tipicamente maschili, dal momento che l'ipotesi di una maternità può mandare in panico il datore di lavoro. E diciamo pure che la legge non aiuta i datori di lavoro. Ma oggi come oggi è dura per tutti, non solo per le donne, sia chiaro. Diciamo che le donne, talvolta, non sempre, devono affrontare qualche pregiudizio in più.
In Italia siamo tutti bravi a cambiare le cose parole, ma nel concreto cambiare è difficilissimo. Certi atteggiamenti sono ben radicati nella nostra mentalità, e nemmeno ci accorgiamo di molte discriminazioni e pregiudizi. Quando poi si è educati e cresciuti in un certo modo è assai difficile cambiare.
Questo naturalmente è solo un punto di vista, credo sia normale che, su un argomento delicato che tocca la differenza di genere, i punti di vista siano diversi e non metto in dubbio che le allieve di Masaniello siano annoiate e poco incuriosite.
Tornare in alto Andare in basso
 
CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Legge di Murphy ha una sua validità scientifica ?
» Esiste un genere musicale migliore di un altro?
» Test sulla curiosità...
» metodo sperimentale VS fede!
» Heinrich Himmler

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: