Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 GIORNO DELLA MEMORIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 3164
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: GIORNO DELLA MEMORIA   Ven Feb 03, 2017 12:53 am

Promemoria primo messaggio :

3 FEBBRAIO, 1998
Un aereo militare pilotato da due militari americani in vena di spericolatezza, in disprezzo ad ogni regolamento di volo, trancia con la deriva il cavo portante della funivia del Cermis, val di Fiamme.
La cabina precipita al suolo, il carrello soprastante agisce come un maglio spappolando tutti gli occupanti,20civili innocenti.
L America guidata dal democratico e liberale Clinton fa finta di nulla,tende ad insabbiare le indagini,riporta in patria i due piloti assassini, simula un processo militare che si conclude nel 1999 con l assoluzione dei due responsabili,proprio nell anno in cui sempre il democratico liberale Clinton fa bombardare Belgrado per decine di giorni, causando centinaia di morti tra civili, donne e bambini.
Un risarcimento simbolico ai parenti delle vittime ed in regalo la Baraldini chiudono una vicenda di una gravità senza precedenti..
Ma nulla e nessuno di questo evento,né di molti altri,a scuola mai parla.

Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
balanzoneXXI



Messaggi : 1359
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 1:19 am

seasparrow ha scritto:
milioni di morti fatti dal nazifascismo: morti di serie A

milioni di morti fatti dal comunismo: morti di serie Z

con l'occasione ad esempio

eccidio di Katyn

http://www.corriere.it/esteri/10_aprile_10/eccidio-Katyn-vittime-stalin_f8dce62a-4480-11df-a179-00144f02aabe.shtml  

Bravo, hai scoperto l' acqua calda: Stalin era cattivo, anzi era molto cattivo.

Presumo che secondo l' ottimo Masaniello questo allegerisca le colpe dei nazisti, i quali in fondo volevano salvare l' Europa e il mondo dal pericolo comunista, e pazienza se qualche ebreo per una serie di malintesi ci e' andato di mezzo, che poi , a dirla tutta, un po' se l' era andata a cercare.

Bravi, continuate cosi'!
Anzi, perche' per la prossima Giornata Della Memoria non organizzate nelle vostre scuole una bella contromanifestazione, dove potrete confutare le " verita' " del regime giudoplutocomunista sulla cosiddetta Shoah e sulla lotta dei cosiddetti "partigiani"?

Coraggio ( quel coraggio che secondo l' ottimo populista partenopeo difettava ai partigiani), che', tutto sommato, in una scuola romana volevano organizzare "il gran ballo del fascismo".Al di la' di certe ritualta' stucchevoli ,le viscere del popolo stanno gorgogliando in un modo carezzevole pei nostalgici.

Poveri noi!
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3164
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 8:35 am

Veramente ne io e nessuno della mia famiglia siamo o eravamo nazisti.
I partigiani si sono macchiati di orrendi crimini. Gli americani dopo la liberazione hanno fatto fatica a disarmarli e a far cessare esecuzioni sommarie di innocenti colpevoli solo di essere parenti fascisti.
La brigata Garibaldi si distinse per il massacro dei partigiani della Osoppo.
Gli eccidi nazisti furono provocati da vili atti di guerriglia, completamente inutili,partigiani.
Per la strage di via rasella ,in cui morì anche un ragazzino,ci furono processi nel dopoguerra.
La mia famiglia ha vissuto la violenza di sta gente. punto .
Veramente l ormai anziano balanzone non ricorda quanto io in molti post abbia espresso ammirazione e stima per gli ebrei.
Direi proprio che dandomi del nazista sei fuori strada
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 9:09 am

Ah, ecco, l'unica cosa che mancava: il disclaimer "guarda che anch'io c'ho gli amici ebrei" : - )
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3164
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 9:29 am

Non ho amici ebrei.
avendo tu una laurea, ti inviterei a partecipare alla conversazione in maniera pertinente. Si parla di crimini commessi dai partigiani. Se hai qualcosa di intelligente da dire dillo, altrimenti evita uscite di pessima comicita più adatte a ragazzini di 13 anni
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 10:01 am

Masaniè, la seconda guerra mondiale, oltre ad essere seconda ed oltre ad essere mondiale, era una guerra.

Le guerre bisogna evitarle tutte le volte che è possibile, e quando non è possibile bisogna combatterle avendo un solo mantra ed una sola stella polare: il fine giustifica i mezzi, il fine è vincere, non partecipare.

Poichè la guerra è la cosa peggiore che si possa fare, le modalità della guerra non possono prevedere limiti di sorta; non si vincono le guerre con il rispetto e l'amore.

In guerra non esistono bravi e cattivi, esistono vinti e vincitori.

I partigiani hanno vinto ? Dunque i partigiani sono bravi, tutti gli omicidi che hanno fatto erano a fin di bene; fattene una ragione.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3164
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 10:46 am

Hanno vinto gli americani,russi ed inglesi. Non i parmigiani
Tornare in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 1359
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 12:21 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Masaniè, la seconda guerra mondiale, oltre ad essere seconda ed oltre ad essere mondiale, era una guerra.

Le guerre bisogna evitarle tutte le volte che è possibile, e quando non è possibile bisogna combatterle avendo un solo mantra ed una sola stella polare: il fine giustifica i mezzi, il fine è vincere, non partecipare.

Poichè la guerra è la cosa peggiore che si possa fare, le modalità della guerra non possono prevedere limiti di sorta; non si vincono le guerre con il rispetto e l'amore.

In guerra non esistono bravi e cattivi, esistono vinti e vincitori.

I partigiani hanno vinto ? Dunque i partigiani sono bravi, tutti gli omicidi che hanno fatto erano a fin di bene; fattene una ragione.

Ti sei proprio masaniellizzato, ohibo'.


Oppure agisce su di te il richiamo della foresta, cioe' della Krupp?

Affermi che in guerra non esistono bravi e cattivi, ma vincitori e vinti.Suppongo che per te sia indifferente che abbiano vinto gli uni piuttosto che gli altri.

Dici che le guerre non si vincono con il rispetto e l' amore , che il fine giustificai mezzi.

Ti ricordo che questo thread riguarda il giorno della Memoria, che il prode Masaniello ha in uggia.

Era proprio necessario massacrare milioni di ebrei e di slavi per vincere la guerra?Molti storici affermano che semmai e' stato controproducente.

Nella primavera del 1944 i nazisti sprecarono preziose risorse per organizzare la deportazione degli ebrei ungheresi, fino a quel momento risparmiat dal regime di Horty.Ogni oncia di carbone era preziosa, ma 800.000 ebrei da massacrare erano un boccone troppo prelibato per quel pugno di degenerati che gente come Krupp e Rommel aveva
messo incautamente al potere.

Eppure una logica , per quanto aberrante, c' era: essendo perduta la guerra, bisognava sbrigarsi a massacrare il maggior numero di ebrei possibile.

Di questo si occupa la giornata della Memoria, non di ribadire quanto fossero bravi i partigiani.

Continua a dare corda al camerata.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 12:32 pm

balanzoneXXI ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Masaniè, la seconda guerra mondiale, oltre ad essere seconda ed oltre ad essere mondiale, era una guerra.

Le guerre bisogna evitarle tutte le volte che è possibile, e quando non è possibile bisogna combatterle avendo un solo mantra ed una sola stella polare: il fine giustifica i mezzi, il fine è vincere, non partecipare.

Poichè la guerra è la cosa peggiore che si possa fare, le modalità della guerra non possono prevedere limiti di sorta; non si vincono le guerre con il rispetto e l'amore.

In guerra non esistono bravi e cattivi, esistono vinti e vincitori.

I partigiani hanno vinto ? Dunque i partigiani sono bravi, tutti gli omicidi che hanno fatto erano a fin di bene; fattene una ragione.

Ti sei proprio  masaniellizzato, ohibo'.


Oppure agisce su di te il richiamo della foresta, cioe' della Krupp?

Affermi che in guerra non esistono bravi e cattivi, ma vincitori e vinti.Suppongo che per te sia indifferente che abbiano vinto gli uni piuttosto che gli  altri.

Dici che le guerre non si vincono con il rispetto e l' amore , che il fine giustificai mezzi.

Ti ricordo che questo thread riguarda il giorno della Memoria, che il prode Masaniello ha in uggia.

Era proprio necessario massacrare milioni di ebrei e di slavi per vincere la guerra?Molti storici affermano che semmai e' stato  controproducente.

Nella primavera del 1944  i nazisti sprecarono preziose risorse per organizzare la deportazione degli ebrei ungheresi, fino a quel momento risparmiat dal regime di Horty.Ogni oncia di carbone era preziosa, ma 800.000 ebrei da massacrare erano un boccone troppo prelibato per quel  pugno  di degenerati che gente come Krupp e Rommel aveva
messo incautamente al potere.

Eppure una logica , per quanto aberrante, c' era: essendo perduta la guerra, bisognava sbrigarsi a massacrare il maggior numero di ebrei possibile.

Di questo si occupa la giornata della Memoria, non di  ribadire quanto fossero bravi i partigiani.

Continua a dare corda al camerata.
Hai frainteso completamente.

Entrambe le parti che affrontano una guerra ritengono di essere in ragione; forse una parte ha ragione e l'altra torto o forse hanno torto entrambe; per dirlo bisognerebbe avere una morale universale alla quale riferirsi e non c'è; ma al di la di queste elucubrazioni filosofiche, dopo essere partiti da una situazione in cui i due contendenti RITENGONO di aver ragione, si arriva alla situazione in cui uno ha vinto ed uno ha perso; chi ha vinto riscrive le regole e di conseguenza lui ha ragione e l'altro ha torto.

In assenza di una morale universale la ragione ed il torto si misurano con le regole (dei vincitori).

Il mio era solo pragmatismo.

Tra parentesi, i tedeschi hanno perso e (quasi) tutti noi siamo convintamente contro lo sterminio degli ebrei; se avessero vinto avremmo le stesse convinzioni ?

Le convinzioni possono essere costruite nella maggior parte degli esseri umani attraverso una meticolosa azione di plagio giovanile.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3164
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 12:39 pm

Scarsa comprensione del testo. Il post era stato aperto in un ottica di ricordare eventi della storia,anche più recenti,importanti per la formazione e e la cultura degli studenti.
Lo studente martellato di insistenti e truci dati filmati,interventi di esperti ovviamente a pagamento, dalla seconda elementare alla maturità si un unico argomento rimane un ignorante,se poi ignora cosa l Italia ha vissuto a partire dal 1945.
Sai che molti partigiani prima del 43, per convenienza, erano convinti fascisti? Gli stessi che nel 38 applaudevano incantati il fuhrer in visita a Roma Napoli Firenze. .sai che molti coraggiosi eroi della resistenza massacrarono civili nei Balcani tra il 40 e il 43, prima di cambiare bandiera, allearsi con i titini e met
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 12:45 pm

Masaniello ha scritto:
Sai che molti partigiani prima del 43, per convenienza, erano convinti fascisti? Gli stessi che nel 38 applaudevano incantati il fuhrer in visita a Roma Napoli Firenze. .sai che molti coraggiosi eroi della resistenza massacrarono civili nei Balcani tra il 40 e il 43, prima di cambiare bandiera, allearsi con i titini e met

Si vede che qualche anno di guerra gli ha aperto gli occhi. Capita, quando sei cresciuto bombardato di quanto è grande testa pelata.

Che settant'anni dopo non si sia capito ancora da quale parte fosse il torto invece è incomprensibile.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3164
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 12:49 pm

Il torto fu di testa pelata e baffetto, cioè di chi dichiarò guerra .non di meno il comportamento italiano, butta la pietra nascondi la mano,fu vergognoso.
Lo dice Masaniello? No Masaniello riporta per certa un esperienza familiare. Lo dicono molti storici, vedasi puntate di RAI storia.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 3:23 pm

Facciamocene una ragione: il motivo per cui negli anni venti e trenta la maggior parte degli italiani era fascista (intendo anche PRIMA che il fascismo assumesse una struttura dittatoriale, con il partito unico, l'obbligo di tesseramento esteso a quasi tutti, e le repressioni violente dei dissidenti... e quando ancora non si sapeva che in seguito sarebbe diventato un marchio infamante) è esattamente lo stesso identico motivo per cui negli anni sessanta e settanta la maggior parte degli italiani era per la DC, o per cui negli anni novanta la maggior parte degli italiani era per Berlusconi, o per cui fino all'altro ieri la maggioranza degli italiani appoggiava Renzi:

ovvero, che la scelta di schierarsi con chi ha più potere in quel momento, con chi è più popolare in quel momento e con chi dichiara di rappresentare gli interessi "mainstream" della normalità della gente comune, è la scelta più comoda, più rassicurante e meno impegnativa.

Poi immagino che moltissimi, dopo la guerra, si siano anche vergognati di aver appoggiato il fascismo in passato, e abbiano preferito negare o minimizzare la cosa... ma appunto non erano certo i militanti fascisti convinti, ma tutti quelli che lo appoggiavano solo per conformismo, che erano la maggioranza.
Tornare in alto Andare in basso
Online
seasparrow



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: GIORNO DELLA MEMORIA   Dom Feb 26, 2017 9:43 pm

ci sono scuole dove si parla dei campi di lavoro/tortura/morte comunisti?

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Urla_del_silenzio

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Killing_fields

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Gulag
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
GIORNO DELLA MEMORIA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» Giornata della memoria
» Il giorno piu bello della nostra vita!!!
» informazioni pratiche su costi e procedure della PMA (magari a qualcuno servono)
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: