Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Quando smettono di essere "bimbi"?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Little Bee



Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 21.08.16

MessaggioTitolo: Quando smettono di essere "bimbi"?   Lun Feb 06, 2017 2:26 pm

Promemoria primo messaggio :

L'anno scorso ero alle medie e diversi colleghi si rivolgevano ai ragazzini chiamandoli "bimbi". Ok, fino a qui ci può stare. Quest'anno però sono alle superiori e non è infrequente che, parlando di qualche studente, diverse colleghe se ne escano con frasi del tipo "Alessandro è un bravo bimbo" oppure "Martina è una bimba molto timida". Peccato cheAlessandro sia alto un metro e novanta, munito di pomo d'Adamo e barba, e che abbia compiuto diciotto anni. Seriamente, definendoli "bimbi" non li si autorizza a comportarsi come tali? Ho notato che anche la preside ha questo modo di fare, tant'è che a un collegio ha esordito con un "per me sono tutti bimbi, anche quelli di quinta".
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 2240
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Mer Feb 08, 2017 8:36 pm

...e sei sopravvissuta.incredibile!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8157
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Mer Feb 08, 2017 8:57 pm

Beh, almeno a te (giustamente) dava fastidio. Nelle generazioni ancora più vecchie, ci sono sempre state donne attempate e mai sposate che, quando venivano apostrofate genericamente come "signora", erano loro stesse che ci tenevano moltissimo a rimarcare di essere "signorine" e che preferivano essere chiamate così...
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 10:02 pm

chicca70 ha scritto:
Ogni parola è accettata se proviene da un insegnante con cui si va d'accordo e di cui si ha stima. Il termine utilizzato non è importante, è importante ciò che si dimostra con sguardo, comportamento, empatia.

Chiami 'bimbe' le tue alunne liceali, ti stava bene che il preside ti chiamasse bambina, e soprattutto dici la cazzata più grossa 'che il termine non è importante'. Le parole SONO importanti, veicolano messaggi, danno senso alle cose. Non sto neanche a spiegarti perché tanto è evidente che non capiresti. Per altro in una società di rincoglioniti come la nostra, di eterni bamboccioni che a 40 anni si fanno ancora rimboccare le coperte dalla mamma è perfettamente normale essere eternamente fanciulli. Da vomito proprio.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2482
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 10:26 pm

boston ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ogni parola è accettata se proviene da un insegnante con cui si va d'accordo e di cui si ha stima. Il termine utilizzato non è importante, è importante ciò che si dimostra con sguardo, comportamento, empatia.

Chiami 'bimbe' le tue alunne liceali, ti stava bene che il preside ti chiamasse bambina, e soprattutto dici la cazzata più grossa 'che il termine non è importante'. Le parole SONO importanti, veicolano messaggi, danno senso alle cose. Non sto neanche a spiegarti perché tanto è evidente che non capiresti. Per altro in una società di rincoglioniti come la nostra, di eterni bamboccioni che a 40 anni si fanno ancora rimboccare le coperte dalla mamma è perfettamente normale essere eternamente fanciulli. Da vomito proprio.

Le parole sono importanti ma hanno anche tante sfumature e, mi dispiace dirlo, chi si ferma alla definizione del vocabolario non ha un'intelligenza troppo sviluppata. Lo stesso termine può essere un'offesa o un complimento a seconda della situazione, del tono di voce, dell'espressione, della mimica, della persona che lo pronuncia.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3017
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 10:28 pm

è arrivato Cacini
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 7553
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : CASA MIA

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 10:37 pm

chicca70 ha scritto:
boston ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ogni parola è accettata se proviene da un insegnante con cui si va d'accordo e di cui si ha stima. Il termine utilizzato non è importante, è importante ciò che si dimostra con sguardo, comportamento, empatia.

Chiami 'bimbe' le tue alunne liceali, ti stava bene che il preside ti chiamasse bambina, e soprattutto dici la cazzata più grossa 'che il termine non è importante'. Le parole SONO importanti, veicolano messaggi, danno senso alle cose. Non sto neanche a spiegarti perché tanto è evidente che non capiresti. Per altro in una società di rincoglioniti come la nostra, di eterni bamboccioni che a 40 anni si fanno ancora rimboccare le coperte dalla mamma è perfettamente normale essere eternamente fanciulli. Da vomito proprio.

Le parole sono importanti ma hanno anche tante sfumature e, mi dispiace dirlo, chi si ferma alla definizione del vocabolario non ha un'intelligenza troppo sviluppata. Lo stesso termine può essere un'offesa o un complimento a seconda della situazione, del tono di voce, dell'espressione, della mimica, della persona che lo pronuncia.

certo ma c' è un dato di fatto: che al liceo non sono bimbi.

quindi, il tuo discorso può valere nel momento in cui definisci in tal modo una persona che conosci e che sai che non ci rimane male perchè se ne frega o lo prende come un complimento.

ma a scuola tu sei una docente che ha a che fare con tanti alunni e , quindi, con tante teste e tante sensibilità diverse per cui in mezzo a tanti ci sarà sicuramente chi ci rimarrà male
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 7553
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : CASA MIA

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 10:43 pm

tra l' altro, al liceo, si sentono già grandi perchè hanno il fidanzatino, sono più indipendenti, ecc.

e poi vengono chiamate "bimbe"?

io non ho parole
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 10:50 pm

chicca70 ha scritto:
boston ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ogni parola è accettata se proviene da un insegnante con cui si va d'accordo e di cui si ha stima. Il termine utilizzato non è importante, è importante ciò che si dimostra con sguardo, comportamento, empatia.

Chiami 'bimbe' le tue alunne liceali, ti stava bene che il preside ti chiamasse bambina, e soprattutto dici la cazzata più grossa 'che il termine non è importante'. Le parole SONO importanti, veicolano messaggi, danno senso alle cose. Non sto neanche a spiegarti perché tanto è evidente che non capiresti. Per altro in una società di rincoglioniti come la nostra, di eterni bamboccioni che a 40 anni si fanno ancora rimboccare le coperte dalla mamma è perfettamente normale essere eternamente fanciulli. Da vomito proprio.

Le parole sono importanti ma hanno anche tante sfumature e, mi dispiace dirlo, chi si ferma alla definizione del vocabolario non ha un'intelligenza troppo sviluppata. Lo stesso termine può essere un'offesa o un complimento a seconda della situazione, del tono di voce, dell'espressione, della mimica, della persona che lo pronuncia.

L'intelligenza poco sviluppata mi sembra la tua!!! Ti stiamo ripetendo tutti le stesse cose ma tu non capisci una mazza. Quoto Rita76 la penso esattamente così.
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 10:53 pm

rita 76 ha scritto:
tra l' altro, al liceo, si sentono già grandi perchè hanno il fidanzatino, sono più indipendenti, ecc.

e poi vengono chiamate "bimbe"?

io non ho parole

Io non sopporto neanche la parola 'fidanzatino'. Ho visto ragazze stare con ragazzi che più che 'fidanzatini' erano delle bestie che non ti dico ahhhaaaahh! Sarà che detesto i diminutivi e i vezzeggiativi.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 7553
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : CASA MIA

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 10:56 pm

boston ha scritto:
rita 76 ha scritto:
tra l' altro, al liceo, si sentono già grandi perchè hanno il fidanzatino, sono più indipendenti, ecc.

e poi vengono chiamate "bimbe"?

io non ho parole

Io non sopporto neanche la parola 'fidanzatino'. Ho visto ragazze stare con ragazzi che più che 'fidanzatini' erano delle bestie che non ti dico ahhhaaaahh! Sarà che detesto i diminutivi e i vezzeggiativi.

Si va beh, la parola "fidanzatino" in effetti la uso poco anch'io.  

Cmq penso si capisca il senso
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2482
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 11:48 pm

boston ha scritto:
chicca70 ha scritto:
boston ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ogni parola è accettata se proviene da un insegnante con cui si va d'accordo e di cui si ha stima. Il termine utilizzato non è importante, è importante ciò che si dimostra con sguardo, comportamento, empatia.

Chiami 'bimbe' le tue alunne liceali, ti stava bene che il preside ti chiamasse bambina, e soprattutto dici la cazzata più grossa 'che il termine non è importante'. Le parole SONO importanti, veicolano messaggi, danno senso alle cose. Non sto neanche a spiegarti perché tanto è evidente che non capiresti. Per altro in una società di rincoglioniti come la nostra, di eterni bamboccioni che a 40 anni si fanno ancora rimboccare le coperte dalla mamma è perfettamente normale essere eternamente fanciulli. Da vomito proprio.

Le parole sono importanti ma hanno anche tante sfumature e, mi dispiace dirlo, chi si ferma alla definizione del vocabolario non ha un'intelligenza troppo sviluppata. Lo stesso termine può essere un'offesa o un complimento a seconda della situazione, del tono di voce, dell'espressione, della mimica, della persona che lo pronuncia.

L'intelligenza poco sviluppata mi sembra la tua!!! Ti stiamo ripetendo tutti le stesse cose ma tu non capisci una mazza. Quoto Rita76 la penso esattamente così.

Gli stupidi al mondo sono tantissimi. Se ci si dovesse basare sul numero di chi esprime un'opinione... Mi dispiace per voi, che vivete certamente peggio di me, dovendo sempre soppesare tutto ciò che vi viene detto. Un preside mi chiama bambina ed io mi devo offendere? Ma non ci penso neanche! So l'età che ho e so che la parola rivoltami non va letta alla lettera, ma ha una sfumatura empatica e non descrittiva. Se un'alunna si offende perché dico "ciao bambine" è palesemente una bambina e, per di più, molto immatura.
Ma vivete serene! La propensione ad offendersi e ad arrabbiarsi per piccolezze è direttamente proporzionale alla frustrazione che si prova nella vita.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2482
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Gio Feb 09, 2017 11:51 pm

rita 76 ha scritto:
tra l' altro, al liceo, si sentono già grandi perchè hanno il fidanzatino, sono più indipendenti, ecc.

e poi vengono chiamate "bimbe"?

io non ho parole

Tra sentirsi grandi ed essere grandi c'è un oceano di mezzo. Anche mio figlio, a due anni, diceva di essere un "adultolo".
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 18898
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Ven Feb 10, 2017 12:44 am

Cosa c'è di più bello di un bimbo di 4 anni che dice "quando ero piccolo ...."
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 18898
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Ven Feb 10, 2017 12:47 am

rita 76 ha scritto:
boston ha scritto:
rita 76 ha scritto:
tra l' altro, al liceo, si sentono già grandi perchè hanno il fidanzatino, sono più indipendenti, ecc.

e poi vengono chiamate "bimbe"?

io non ho parole

Io non sopporto neanche la parola 'fidanzatino'. Ho visto ragazze stare con ragazzi che più che 'fidanzatini' erano delle bestie che non ti dico ahhhaaaahh! Sarà che detesto i diminutivi e i vezzeggiativi.

Si va beh, la parola "fidanzatino" in effetti la uso poco anch'io.  

Cmq penso si capisca il senso
fidanzatino è la parola usata di chi sente la necessità di sminuire il valore del legame, per qualsiasi ragione; dal papà che vorrebbe la figlia vergine alla mamma che sente scricchiolare il cordone ombellicale.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 7553
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : CASA MIA

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Ven Feb 10, 2017 6:32 am

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
tra l' altro, al liceo, si sentono già grandi perchè hanno il fidanzatino, sono più indipendenti, ecc.

e poi vengono chiamate "bimbe"?

io non ho parole

Tra sentirsi grandi ed essere grandi c'è un oceano di mezzo. Anche mio figlio, a due anni, diceva di essere un "adultolo".

certo; al liceo non sono grandi ma non sono neanche "bimbi" e se loro 'si sentono' grandi tu, tu chiamandoli "bimbi", annulli una loro 'sensazione' 'positiva'.

non ti rendi conto ma in effetti diminuisci il positivo per aumentare il negativo e, cioè, il sentirsi 'piccoli' perchè è proprio in questa direzione che si procede

che tuo figlio , a due anni diceva di essere un "adultolo" lo capisco benissimo, perchè tendeva a sentirsi grande ed era in senso positivo oltre al fatto che era lui stesso a sentirsi tale e non veniva chiamato in quel modo da nessuno. perchè un conto è che una cosa me la dica io, un altro conto è che me la dicano gli altri

guarda, c' è un' oggettività nelle cose (parole comprese): se io ti dico che sei bella, oggettivamente ti faccio un complimento anche se tu puoi benissimo pensare: "ma mi sta prendendo in giro?"

e la stessa cosa è quì: al liceo NON sono bimbi; io personalmente, definirei tali solo quelli della materna perchè già alle elementari li chiamerei bambini (e forse neanche)
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 7553
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : CASA MIA

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Ven Feb 10, 2017 6:41 am

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
tra l' altro, al liceo, si sentono già grandi perchè hanno il fidanzatino, sono più indipendenti, ecc.

e poi vengono chiamate "bimbe"?

io non ho parole

Tra sentirsi grandi ed essere grandi c'è un oceano di mezzo. Anche mio figlio, a due anni, diceva di essere un "adultolo".

tu sei libera di fare come meglio credi ma noi ti stiamo dando le nostre opinioni che sono 'contrarie' alle tue.

anche a me hanno fatto notare che intervengo anche troppo e forse anche a sproposito (che poi era vero fino ad un certo punto perchè non ho offeso nessuno) , però , siccome sbagliamo tutti nella vita, io mi sono detta che certi interventi me li potevo benissimo risparmiare (anche se c' è chi fa di molto peggio) e ora vedo di non intromettermi in alcuni post.

tu, invece, non ti poni il problema che tanti (e qualcuno ha detto "tutti"), ti stiamo dicendo che non va bene ma tu prosegui per la tua strada.

vedi tu cosa fare...
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2482
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Ven Feb 10, 2017 9:22 am

rita 76 ha scritto:


tu, invece, non ti poni il problema che tanti (e qualcuno ha detto "tutti"), ti stiamo dicendo che non va bene ma tu prosegui per la tua strada.

vedi tu cosa fare...

E da quando il pensiero di tanti è per forza migliore del pensiero di pochi? Non sono mica una pecora! Ragiono con la mia testa e la mia testa mi dice che vedere come una grande offesa la parola bambine è un'esimia stupidaggine.
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Ven Feb 10, 2017 2:41 pm

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:


tu, invece, non ti poni il problema che tanti (e qualcuno ha detto "tutti"), ti stiamo dicendo che non va bene ma tu prosegui per la tua strada.

vedi tu cosa fare...

E da quando il pensiero di tanti è per forza migliore del pensiero di pochi? Non sono mica una pecora! Ragiono con la mia testa e la mia testa mi dice che vedere come una grande offesa la parola bambine è un'esimia stupidaggine.

Ecco brava, ragiona con la tua testa ed evita di dare dell'imbecille a chi non la pensa come te. Per quanto mi riguarda non ho detto che il termine 'bambina' sia offensivo, ma personalmente lo trovo fuori luogo detto da un preside e/o da un'insegnante. Sono le tue alunne, non le tue figlie, a me sentir dire da un'insegnante 'le mie bimbe mi vogliono bene' mi fa venire l'orticaria perché mi dà l'idea di un'insegnante pseudo mamma chioccia perennemente pronta a infantilizzare la sua prole. Così come non esiste che un preside mi dica 'bambina' solo perché sono giovane. Non sei mio padre, o un amico più grande, sei il mio datore di lavoro, non è il contesto adatto per ispirare tenerezza e non chiami bambina una laureata che lavora anche se è giovane e inesperta. Non è offensivo ma fuori luogo. Così la penso io, così la pensano molti altri. Tu vai per la tua strada e usa i termini che vuoi, ma concedi agli altri di dire che 'bimbe' a ragazze del liceo davvero non si può sentire.
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Ven Feb 10, 2017 2:43 pm

avidodinformazioni ha scritto:
rita 76 ha scritto:
boston ha scritto:
rita 76 ha scritto:
tra l' altro, al liceo, si sentono già grandi perchè hanno il fidanzatino, sono più indipendenti, ecc.

e poi vengono chiamate "bimbe"?

io non ho parole

Io non sopporto neanche la parola 'fidanzatino'. Ho visto ragazze stare con ragazzi che più che 'fidanzatini' erano delle bestie che non ti dico ahhhaaaahh! Sarà che detesto i diminutivi e i vezzeggiativi.

Si va beh, la parola "fidanzatino" in effetti la uso poco anch'io.  

Cmq penso si capisca il senso
fidanzatino è la parola usata di chi sente la necessità di sminuire il valore del legame, per qualsiasi ragione; dal papà che vorrebbe la figlia vergine alla mamma che sente scricchiolare il cordone ombellicale.


Straquoto!!!!
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 7553
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : CASA MIA

MessaggioTitolo: Re: Quando smettono di essere "bimbi"?   Ven Feb 10, 2017 8:28 pm

boston ha scritto:
chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:


tu, invece, non ti poni il problema che tanti (e qualcuno ha detto "tutti"), ti stiamo dicendo che non va bene ma tu prosegui per la tua strada.

vedi tu cosa fare...

E da quando il pensiero di tanti è per forza migliore del pensiero di pochi? Non sono mica una pecora! Ragiono con la mia testa e la mia testa mi dice che vedere come una grande offesa la parola bambine è un'esimia stupidaggine.

Ecco brava, ragiona con la tua testa ed evita di dare dell'imbecille a chi non la pensa come te. Per quanto mi riguarda non ho detto che il termine 'bambina' sia offensivo, ma personalmente lo trovo fuori luogo detto da un preside e/o da un'insegnante. Sono le tue alunne, non le tue figlie, a me sentir dire da un'insegnante 'le mie bimbe mi vogliono bene' mi fa venire l'orticaria perché mi dà l'idea di un'insegnante pseudo mamma chioccia perennemente pronta a infantilizzare la sua prole. Così come non esiste che un preside mi dica 'bambina' solo perché sono giovane. Non sei mio padre, o un amico più grande, sei il mio datore di lavoro, non è il contesto adatto per ispirare tenerezza e non chiami bambina una laureata che lavora anche se è giovane e inesperta. Non è offensivo  ma fuori luogo. Così la penso io, così la pensano molti altri. Tu vai per la tua strada e usa i termini che vuoi, ma concedi agli altri di dire che 'bimbe' a ragazze del liceo davvero non si può sentire.

anch' io lo trovo fuori luogo e non solo detto da un ds ma anche dai colleghi.

con loro (ds e colleghi) ci dev' essere distacco perchè siamo in un luogo di lavoro. quindi, certe cose che vengono permesse nella vita privata non devono essere permesse nella vita professionale
Tornare in alto Andare in basso
 
Quando smettono di essere "bimbi"?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» Ma quando smettono di raddoppiare ste benedette beta?
» ma quando iniziano a parlare i bimbi?
» Quando iniziano a stare seduti
» ma quando si regolarizzano le poppate?
» quando iniziare a comprare x i nostri bimbi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: