Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 alunno minorenne cacciato da scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
cinzia68



Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioTitolo: alunno minorenne cacciato da scuola   Lun Feb 13, 2017 12:53 pm

Promemoria primo messaggio :

buongiorno a tutti. Oggi mio nipote di 12 anni è stato cacciato da scuola. Mi spiego meglio. Il ragazzo non segue l'ora di religione fin dallo scorso anno. In prima media, non essendo la materia in questione nè alla prima nè all'ultima ora, veniva indirizzato in un'altra classe a non fare nulla anche perchè gli dicevano di non portarsi lo zaino. Quest'anno la materia in questione è alla prima ora e la madre, su indicazione della scuola, portava il figlio per le 9.30. Oggi per una serie di circostanze l'alunno si è presentato alle 8.30 e ha chiesto dove poteva sedersi per aspettare l'inizio dell'ora successiva. Il bidello ha chiamato il vicepreside che ha messo il ragazzino fuori dall'edificio dicendo che non poteva stare all'interno delle mura scolastiche in quanto i bidelli avrebbero dovuto vigilare su di lui. E' stato un caso che il ragazzo avesse il cellulare con il quale ha chiamato la madre raccontandole l'accaduto. Il genitore ha contattato la scuola e ha parlato con il vice il quale le ha detto che tanto fuori dall'edificio che poteva accadere? che ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 1:41 pm

Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Se un minore non figlio tuo entra in casa tua non hai alcun dovere verso di lui, come non hai doveri verso i bambini che incontri al supermercato e vedi piangere per aver perso la mamma.

Oltre il dovere può andare il dovere morale, ma questa è un'altra storia.

fatto sta che la scuola non è "casa"  
fatto sta che la scuola ha precisi doveri verso gli alunni iscritti quando questi si trovino presenti a scuola
(anche se non ci dovrebbero essere)


Non sono d'accordo: la scuola è responsabile quando i ragazzi dovrebbero esserci e non quando NON dovrebbero esserci.

Se un ragazzo chiede l' uscita anticipata la scuola ha l' obbligo di avvisare la famiglia che decide se è il caso di venirselo a prendere oppure no; in questo caso il ragazzo o sta a scuola o sta con la famiglia.

Ma se il ragazzo deve ancora entrare il discorso cambia completamente
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 2:14 pm

poniamo il caso in cui un alunno dovrebbe entrare a scuola alle 8 ed invece entra alle 8:10 SENZA giustificazione ed in quei 10 minuti si fa male, che responsabilità ha la scuola?

solo perchè il ragazzo avrebbe dovuto essere a scuola come sapevano i genitori ed invece NON lo era ed era in giro per le strade?

mah.. io certe cose non le capisco
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 2:21 pm

rita 76 ha scritto:
Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Se un minore non figlio tuo entra in casa tua non hai alcun dovere verso di lui, come non hai doveri verso i bambini che incontri al supermercato e vedi piangere per aver perso la mamma.

Oltre il dovere può andare il dovere morale, ma questa è un'altra storia.

fatto sta che la scuola non è "casa"  
fatto sta che la scuola ha precisi doveri verso gli alunni iscritti quando questi si trovino presenti a scuola
(anche se non ci dovrebbero essere)


Non sono d'accordo: la scuola è responsabile quando i ragazzi dovrebbero esserci e non quando NON dovrebbero esserci.

Se un ragazzo chiede l' uscita anticipata la scuola ha l' obbligo di avvisare la famiglia che decide se è il caso di venirselo a prendere oppure no; in questo caso il ragazzo o sta a scuola o sta con la famiglia.

Ma se il ragazzo deve ancora entrare il discorso cambia completamente

quindi, se ti fossi trovata nella situazione di dover decidere, anche tu avresti preso la decisione di mandarlo in strada, e l'avresti presa sicura di essere inattaccabile e di non avere alcuna responsabilità qualora al ragazzino fosse successo qualcosa?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 2:46 pm

Ire ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Se un minore non figlio tuo entra in casa tua non hai alcun dovere verso di lui, come non hai doveri verso i bambini che incontri al supermercato e vedi piangere per aver perso la mamma.

Oltre il dovere può andare il dovere morale, ma questa è un'altra storia.

fatto sta che la scuola non è "casa"  
fatto sta che la scuola ha precisi doveri verso gli alunni iscritti quando questi si trovino presenti a scuola
(anche se non ci dovrebbero essere)


Non sono d'accordo: la scuola è responsabile quando i ragazzi dovrebbero esserci e non quando NON dovrebbero esserci.

Se un ragazzo chiede l' uscita anticipata la scuola ha l' obbligo di avvisare la famiglia che decide se è il caso di venirselo a prendere oppure no; in questo caso il ragazzo o sta a scuola o sta con la famiglia.

Ma se il ragazzo deve ancora entrare il discorso cambia completamente

quindi, se ti fossi trovata nella situazione di dover decidere, anche tu avresti preso la decisione di mandarlo in strada, e l'avresti presa sicura di essere inattaccabile e di non avere alcuna responsabilità qualora al ragazzino fosse successo qualcosa?

allora, io, al posto del vicepreside, avrei fatto IMMEDIATAMENTE chiamare la famiglia da qualche collega o dal personale ATA  e , una volta rintracciati i genitori, avrei detto loro che PER QUELLA VOLTA avrei tenuto il ragazzo a scuola ma che questo non l' avrei fatto una seconda volta (ovviamente si parla di un' ora e non di 5 minuti anche se si tratta, cmq, di PIACERI in quanto non sono obblighi)

inoltre, APPENA POSSIBILE, avrei fatto per le famiglie una circolare da DETTARE e fare FIRMARE o avrei fatto mandare dalla segreteria delle email ricordando che la scuola è esente da ogni responsabilità FUORI dall' orario delle lezioni e, quindi, anche prima dell' inizio delle lezioni e, quindi, che non sarebbe stato permesso a NESSUNO di entrare prima dell' inizio del proprio orario di lezione.

se qualche ragazzo si fosse presentato DENTRO la scuola anche DOPO la circolare, avrei chiesto al personale ATA la motivazione per cui c' era qualcuno che non ci sarebbe dovuto essere; quindi, il personale ATA avrebbe dovuto rendermi conto di quanto NON fatto, cioè del fatto di non aver impedito l' entrata del ragazzo a scuola in orario extra-scolastico
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 3:40 pm

cinzia68 ha scritto:
Allora, la questione è questa: non esiste alcun accordo scritto tra i genitori e la scuola. Lo scorso anno (durante l'orario provvisorio) il ragazzo poteva entrare anche alla prima ora nonostante non facesse religione e lo "sistemavano" in un'altra classe per un'ora. In altre occasioni entrava direttamente alla seconda ora, e questo non per "capriccio", ma perchè così era stato detto A VOCE al genitore. Quest'ultimo ha creduto che anche per quest'a.s. la modalità fosse la stessa e non si è posto il problema. Comunque mai un minorenne deve essere lasciato all'esterno da solo dopo che è stato accolto a scuola.


a mio avviso la scuola ha SBAGLIATO a farlo entrare più volte alla seconda ora e, cmq, non è che perchè si fa un favore una volta bisogna farlo sempre...

anzi, ora che ci sto pensando, siccome c' erano già dei precedenti, per un anno la scuola ha tollerato (SBAGLIANDO) e poi, onde evitare che la cosa si ripetesse anche negli anni successivi, ha mandato via il ragazzo l' anno successivo e, cioè, questo.

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 5:25 pm

rita 76 ha scritto:
poniamo il caso in cui un alunno dovrebbe entrare a scuola alle 8 ed invece entra alle 8:10 SENZA giustificazione ed in quei 10 minuti si fa male, che responsabilità ha la scuola?

solo perchè il ragazzo avrebbe dovuto essere a scuola come sapevano i genitori ed invece NON lo era ed era in giro per le strade?

mah.. io certe cose non le capisco
Nessuno ha detto questo, conta se sei a scuola o no e non se dovresti esserci o no; finchè lo studente non entra non sono fatti che riguardano la scuola; l'importante è non farlo entrare, chiudere il cancello, fare in modo che trovi il cancello chiuso.

Al cancello teoricamente ci arriva col genitore e se non è così sono cavoli del genitore stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 5:28 pm

avidodinformazioni ha scritto:
rita 76 ha scritto:
poniamo il caso in cui un alunno dovrebbe entrare a scuola alle 8 ed invece entra alle 8:10 SENZA giustificazione ed in quei 10 minuti si fa male, che responsabilità ha la scuola?

solo perchè il ragazzo avrebbe dovuto essere a scuola come sapevano i genitori ed invece NON lo era ed era in giro per le strade?

mah.. io certe cose non le capisco
Nessuno ha detto questo, conta se sei a scuola o no e non se dovresti esserci o no; finchè lo studente non entra non sono fatti che riguardano la scuola; l'importante è non farlo entrare, chiudere il cancello, fare in modo che trovi il cancello chiuso.

Al cancello teoricamente ci arriva col genitore e se non è così sono cavoli del genitore stesso.

Sì ma una volta entrato quando non avrebbe dovuto, la scuola non ha sbagliato a mandarlo via..
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 6:09 pm

rita 76 ha scritto:
cinzia68 ha scritto:
Allora, la questione è questa: non esiste alcun accordo scritto tra i genitori e la scuola. Lo scorso anno (durante l'orario provvisorio) il ragazzo poteva entrare anche alla prima ora nonostante non facesse religione e lo "sistemavano" in un'altra classe per un'ora. In altre occasioni entrava direttamente alla seconda ora, e questo non per "capriccio", ma perchè così era stato detto A VOCE al genitore. Quest'ultimo ha creduto che anche per quest'a.s. la modalità fosse la stessa e non si è posto il problema. Comunque mai un minorenne deve essere lasciato all'esterno da solo dopo che è stato accolto a scuola.

a mio avviso la scuola ha SBAGLIATO a farlo entrare più volte alla seconda ora e, cmq, non è che perchè si fa un favore una volta bisogna farlo sempre...

anzi, ora che ci sto pensando, siccome c' erano già dei precedenti, per un anno la scuola ha tollerato (SBAGLIANDO) e poi, onde evitare che la cosa si ripetesse anche negli anni successivi, ha mandato via il ragazzo l' anno successivo e, cioè, questo.


Ma la famiglia prima tollera per un anno e mezzo una situazione continuativa di illegalità e di inadempienza come quella descritta, e poi si pone il problema solo perchè la situazione è cambiata?

Cosa vuol dire che il ragazzo a volte veniva fatto entrare alla prima ora e a volte alla seconda, così a caso, senza una regola, e senza sapere se venisse segnata la presenza o no? A me sembra un'irregolarità gravissima! Non ci si rende conto che il calcolo personalizzato delle ore di lezione per ogni singolo ragazzo è DIVERSO, a seconda che segua religione o alternativa, o che non segua nessuna delle due?

E infatti non è stato chiarito il punto più importante: che cosa c'era scritto sul modulo della scelta di alternativa alla religione, che non è un accordo che si prende a voce ma è un documento ufficiale FIRMATO dalla famiglia?

C'era scritto "attività didattica alternativa"? Bene, allora la famiglia avrebbe dovuto protestare molto prima perché questa non veniva attivata. Essere parcheggiato in un'altra classe a non fare nulla NON E' "attività didattica alternativa". L'attività alternativa ha un insegnante incaricato apposta, un programma e una valutazione formale in pagella (anche se non fa media), esattamente come la religione. Se la scuola consente alla famiglia di scegliere l'attività alternativa e poi non la offre, la scuola è gravemente in difetto, e la famiglia avrebbe dovuto accorgersene molto prima.

C'era scritto "studio individuale assistito" (alle superiori possono fare anche studio individuale libero non assistito, ma alle medie no)? Bene, più o meno è la stessa cosa. Essere parcheggiato in un'altra classe a non fare nulla NON E' "studio individuale assistito".

E soprattutto, in entrambi i casi precedenti, il ragazzo ha l'obbligo di entrare a scuola, perché quell'ora fa parte regolarmente del suo orario obbligatorio, non è un'ora libera facoltativa in cui, volta per volta, si può decidere si decide di entrare a scuola se si ha voglia, e se non si ha voglia no. Il ragazzo è obbligato a essere presente come per tutte le altre materie, e a portare la giustificazione se non viene, e la scuola è obbligata a organizzargli un'attività strutturata regolare.

C'era scritto invece "uscita dalla scuola"? Bene, allora in quel caso (se religione era alla prima ora), la famiglia doveva essere perfettamente consapevole fin dall'inizio che quell'ora non faceva proprio parte dell'orario scolastico del figlio, perché in quell'ora non era iscritto a nessun corso della scuola e nessuno era responsabile di lui. Al ragazzo non avrebbe MAI dovuto essere permesso di entrare alla prima ora, perché il suo orario non la prevedeva proprio.

Si sta dicendo che è stato consentito alla famiglia, per un anno e mezzo, di arrangiarsi in maniera informale senza aver firmato NULLA? Ma questo sarebbe gravissimo, il modulo della scelta è obbligatorio!

Oppure si sta dicendo che il ragazzo era stato fatto iscrivere a una delle attività che prevedono orario pieno in quell'ora (materia alternativa o studio assistito), e poi era stato detto sottobanco alla famiglia che poteva anche non mandarcelo, tanto si sapeva fin dall'inizio che la scuola non aveva intenzione di attivarle e quindi quell'iscrizione era solo una finta, e e in quell'ora non gli avrebbero fatto fare niente? E questa sarebbe ancora più brutta...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 2406
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 6:16 pm

Io comunque sceglierei sempre la materia alternativa.
Lo ripeto, fra le possibilità è secondo me la migliore.
E costringe la scuola ad ampliare l'offerta formativa!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 7:16 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
cinzia68 ha scritto:
Allora, la questione è questa: non esiste alcun accordo scritto tra i genitori e la scuola. Lo scorso anno (durante l'orario provvisorio) il ragazzo poteva entrare anche alla prima ora nonostante non facesse religione e lo "sistemavano" in un'altra classe per un'ora. In altre occasioni entrava direttamente alla seconda ora, e questo non per "capriccio", ma perchè così era stato detto A VOCE al genitore. Quest'ultimo ha creduto che anche per quest'a.s. la modalità fosse la stessa e non si è posto il problema. Comunque mai un minorenne deve essere lasciato all'esterno da solo dopo che è stato accolto a scuola.

a mio avviso la scuola ha SBAGLIATO a farlo entrare più volte alla seconda ora e, cmq, non è che perchè si fa un favore una volta bisogna farlo sempre...

anzi, ora che ci sto pensando, siccome c' erano già dei precedenti, per un anno la scuola ha tollerato (SBAGLIANDO) e poi, onde evitare che la cosa si ripetesse anche negli anni successivi, ha mandato via il ragazzo l' anno successivo e, cioè, questo.


Ma la famiglia prima tollera per un anno e mezzo una situazione continuativa di illegalità e di inadempienza come quella descritta, e poi si pone il problema solo perchè la situazione è cambiata?
Cosa vuol dire che il ragazzo a volte veniva fatto entrare alla prima ora e a volte alla seconda, così a caso, senza una regola, e senza sapere se venisse segnata la presenza o no? A me sembra un'irregolarità gravissima! Non ci si rende conto che il calcolo personalizzato delle ore di lezione per ogni singolo ragazzo è DIVERSO, a seconda che segua religione o alternativa, o che non segua nessuna delle due?
il ragazzo non doveva entrare neanche l' anno prima ma per GENTILE CONCESSIONE la scuola ha deciso di farlo entrare cmq

E infatti non è stato chiarito il punto più importante: che cosa c'era scritto sul modulo della scelta di alternativa alla religione, che non è un accordo che si prende a voce ma è un documento ufficiale FIRMATO dalla famiglia?
C'era scritto "attività didattica alternativa"? Bene, allora la famiglia avrebbe dovuto protestare molto prima perché questa non veniva attivata. Essere parcheggiato in un'altra classe a non fare nulla NON E' "attività didattica alternativa". L'attività alternativa ha un insegnante incaricato apposta, un programma e una valutazione formale in pagella (anche se non fa media), esattamente come la religione. Se la scuola consente alla famiglia di scegliere l'attività alternativa e poi non la offre, la scuola è gravemente in difetto, e la famiglia avrebbe dovuto accorgersene molto prima.
C'era scritto "studio individuale assistito" (alle superiori possono fare anche studio individuale libero non assistito, ma alle medie no)? Bene, più o meno è la stessa cosa. Essere parcheggiato in un'altra classe a non fare nulla NON E' "studio individuale assistito".
se il ragazzo non è entrato a scuola vuol dire, a logica (anche se in questo mondo la logica non esiste), che i genitori hanno scelto di NON fare religione come dice la circolare n 188 del 25/5/1989: "Nel rispetto della libertà di coscienza e della responsabilità educativa dei genitori, è garantito a ciascuno il diritto di scegliere se avvalersi o NON avvalersi di detto insegnamento."

E soprattutto, in entrambi i casi precedenti, il ragazzo ha l'obbligo di entrare a scuola, perché quell'ora fa parte regolarmente del suo orario obbligatorio, non è un'ora libera facoltativa in cui, volta per volta, si può decidere si decide di entrare a scuola se si ha voglia, e se non si ha voglia no. Il ragazzo è obbligato a essere presente come per tutte le altre materie, e a portare la giustificazione se non viene, e la scuola è obbligata a organizzargli un'attività strutturata regolare.
se avesse scelto l' ora alternativa sarebbe dovuto stare a scuola ma siccome per un anno intero, tranne che nelle situazioni di COMODO entrava alla seconda ora, lui doveva entrare alla seconda ora, lui NON ha scelto di fare nè religione nè alternativa

C'era scritto invece "uscita dalla scuola"? Bene, allora in quel caso (se religione era alla prima ora), la famiglia doveva essere perfettamente consapevole fin dall'inizio che quell'ora non faceva proprio parte dell'orario scolastico del figlio, perché in quell'ora non era iscritto a nessun corso della scuola e nessuno era responsabile di lui. Al ragazzo non avrebbe MAI dovuto essere permesso di entrare alla prima ora, perché il suo orario non la prevedeva proprio.
Si sta dicendo che è stato consentito alla famiglia, per un anno e mezzo, di arrangiarsi in maniera informale senza aver firmato NULLA? Ma questo sarebbe gravissimo, il modulo della scelta è obbligatorio!
non penso che ci fosse scritto così

Oppure si sta dicendo che il ragazzo era stato fatto iscrivere a una delle attività che prevedono orario pieno in quell'ora (materia alternativa o studio assistito), e poi era stato detto sottobanco alla famiglia che poteva anche non mandarcelo, tanto si sapeva fin dall'inizio che la scuola non aveva intenzione di attivarle e quindi quell'iscrizione era solo una finta, e e in quell'ora non gli avrebbero fatto fare niente? E questa sarebbe ancora più brutta...
nooo!!! lui si è avvalso della facoltà di NON scegliere nè l' una nè l' altra!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 7:34 pm

ecco la  FAQ n 17 del miur di "guida alla riforma", nella sezione scuola media:

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
17. Cos'è tenuto a fare l'istituto per i ragazzi che non seguono l'ora di religione?
Per la prima ed ultima ora i ragazzi entrano/escono prima/dopo, ma nelle ore intermedie?
Se la scuola non ha la possibilità di fornire attività alternative, è corretto che gli studenti stiano in un locale a loro destinato incustoditi o alla presenza di un addetto ATA (bidello)?
e se malauguratamente succedesse qualcosa (un infortunio accidentale, o una bravata) la responsabilità di chi sarebbe?
Può la scuola fornire nel modulo d'iscrizione per chi non frequenta l'ora di religione - sia di minorenni che di maggiorenni - l'opzione "restare a scuola senza assistenza"?

Da anni, in occasione delle iscrizioni, viene fornito alle famiglie degli alunni che non si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica il modulo E per la scelta alternativa.
Oltre alla possibilità di entrata ritardata o di uscita anticipata, la scelta può riguardare:
- attività integrative svolte dalla scuola,
- studio individuale assistito
- studio individuale non assistito.
Se la scelta è relativa allo studio individuale non assistito, ovviamente la responsabilità ricade sul genitore e sull’alunno che hanno sottoscritto quella opzione.
Negli altri casi, non è assolutamente possibile che gli alunni restino incustoditi o siano affidati alla vigilanza di personale Ata.
La scuola ha l’obbligo di assistere con personale docente questi alunni assicurando pari dignità di trattamento e di attenzione, come avviene per gli alunni che si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

quindi, quello che ha fatto la scuola, cioè il fatto di far entrare chi non fa religione alla seconda ora,  è LEGALE.

lo stesso discorso vale se manca qualche docente: il ds che decide di fare entrare le classi alla seconda ora se manca il docente della prima ora o che decide di fare uscire le classi un' ora prima quando manca il docente dell' ultima ora è legale, purchè si avvisi la famiglia PER ISCRITTO!!!

inoltre: siccome per lo studio non assistito la responsabilità ricade sui genitori, A MAGGIOR RAGIONE questo succede nei casi di entrata posticipata o di uscita anticipata
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 7:51 pm

rita 76 ha scritto:
Citazione :

se il ragazzo non è entrato a scuola vuol dire, a logica (anche se in questo mondo la logica non esiste), che i genitori hanno scelto di NON fare religione come dice la circolare n 188 del 25/5/1989: "Nel rispetto della libertà di coscienza e della responsabilità educativa dei genitori, è garantito a ciascuno il diritto di scegliere se avvalersi o NON avvalersi di detto insegnamento."

se avesse scelto l' ora alternativa sarebbe dovuto stare a scuola ma siccome per un anno intero, tranne che nelle situazioni di COMODO entrava alla seconda ora, lui doveva entrare alla seconda ora, lui NON ha scelto di fare nè religione nè alternativa


Rita, SVEGLIA!!!!!!, per l'amor del cielo!

Che il ragazzo avesse scelto di non fare religione, lo sappiamo GIA'!

Ho già detto chiaramente che la scelta se fare o non fare religione è una cosa, e la scelta su che cosa fare al posto di religione è un'altra! 

Una volta stabilito di non voler fare religione, c'è da riempire un altro modulo, in cui si dichiara cosa si sceglie di fare al posto di religione!

Non basta dire che "non si vuole fare né religione né alternativa", bisogna anche precisare se si vuole fare studio assistito o uscita dalla scuola, che comportano due obblighi di orario diversi per lo studente, e due impegni diversi di sorveglianza e di offerta educativa per la scuola.

NON SI PUO scegliere di "non fare né religione né alternativa" senza specificare altro (e oltretutto pretendendo di portare il figliolo quando fa comodo, a volte alla prima ora e a volte alla seconda, senza nessun impegno)!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 7:59 pm

in che senso per lo studio non assistito la responsabilità ricade sui genitori?

Rita!

Lo studio non assistito è studio autonomo non certo un momento di studio nel quale il ragazzo non ricade nella sorveglianza e tutela della scuola in quanto a sicurezza.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Paolo Santaniello



Messaggi : 2406
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 8:10 pm

"la scuola non ha la possibilità di fornire attività alternative" non esiste.
Tutti gli studenti hanno il diritto di scegliere l'attività alternativa. Esistono circolari che chiariscono perfettamente come ciò debba essere messo in pratica; le risorse della scuola hanno la priorità, ma in mancanza di quelle viene messo in campo un docente in più pagato dal tesoro.
In parole povere, la materia alternativa crea posti di lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 8:13 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Citazione :

se il ragazzo non è entrato a scuola vuol dire, a logica (anche se in questo mondo la logica non esiste), che i genitori hanno scelto di NON fare religione come dice la circolare n 188 del 25/5/1989: "Nel rispetto della libertà di coscienza e della responsabilità educativa dei genitori, è garantito a ciascuno il diritto di scegliere se avvalersi o NON avvalersi di detto insegnamento."

se avesse scelto l' ora alternativa sarebbe dovuto stare a scuola ma siccome per un anno intero, tranne che nelle situazioni di COMODO entrava alla seconda ora, lui doveva entrare alla seconda ora, lui NON ha scelto di fare nè religione nè alternativa


Rita, SVEGLIA!!!!!!, per l'amor del cielo!

Che il ragazzo avesse scelto di non fare religione, lo sappiamo GIA'!

Ho già detto chiaramente che la scelta se fare o non fare religione è una cosa, e la scelta su che cosa fare al posto di religione è un'altra! 

Una volta stabilito di non voler fare religione, c'è da riempire un altro modulo, in cui si dichiara cosa si sceglie di fare al posto di religione!

Non basta dire che "non si vuole fare né religione né alternativa", bisogna anche precisare se si vuole fare studio assistito o uscita dalla scuola, che comportano due obblighi di orario diversi per lo studente, e due impegni diversi di sorveglianza e di offerta educativa per la scuola.

NON SI PUO scegliere di "non fare né religione né alternativa" senza specificare altro (e oltretutto pretendendo di portare il figliolo quando fa comodo, a volte alla prima ora e a volte alla seconda, senza nessun impegno)!

ecco la circolare n 9 del 1991

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ALLEGATO C

Modulo integrativo per le scelte degli alunni che non si avvalgono dell'insegnamento della religione cattolica per l'anno scolastico 19... - 19...

Alunno ....................

La scelta operata all'atto dell'iscrizione ha effetto per l'intero anno scolastico cui si riferisce.

A) Attività didattiche formative .........................

B) Attività di studio e/o di ricerca individuali ...........................

C) Nessuna attività ..................................

(La scelta si esercita contrassegnando la voce che interessa).

.........................................

(1) Firma: Genitore o chi esercita la potestà per gli alunni delle scuole materne, elementari e medie (se minorenni)

......................................................

(1) Studente (se maggiorenne o comunque frequentante un istituto secondario superiore):

Data .................................

(1) Cancellare la voce che non si utilizza.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

quindi, bisogna specificare cosa si vuole fare (varie attività, ecc.) ma sicuramente NON bisogna specificare se si vuole entrare dopo o se si vuole uscire prima.

questo lo decide la scuola in base a quanto scritto nei moduli. sarà la scuola a decidere se mettere insieme quelli che non fanno religione e fare in modo che l' orario tenga conto anche di questo.

oltre al fatto che il miur ha fornito una circolare ma poi ogni scuola la fa diversa. e questo non solo per la religione ma per varie cose.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 8:15 pm

Ire ha scritto:
in che senso per lo studio non assistito la responsabilità ricade sui genitori?

Rita!

Lo studio non assistito è studio autonomo non certo un momento di studio nel quale il ragazzo non ricade nella sorveglianza e tutela della scuola in quanto a sicurezza.

E allora questa possibilità NON dovrebbe essere proprio contemplata: o studio assistito, oppure uscita da scuola.

Invece la legge prevede anche lo studio non assistito, almeno per le superiori.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 8:17 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
"la scuola non ha la possibilità di fornire attività alternative" non esiste.
Tutti gli studenti hanno il diritto di scegliere l'attività alternativa. Esistono circolari che chiariscono perfettamente come ciò debba essere messo in pratica; le risorse della scuola hanno la priorità, ma in mancanza di quelle viene messo in campo un docente in più pagato dal tesoro.
In parole povere, la materia alternativa crea posti di lavoro.


FAQ n 17 nella scuola media

http://archivio.pubblica.istruzione.it/comecambialascuola/faq.shtml
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 8:20 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ire ha scritto:
in che senso per lo studio non assistito la responsabilità ricade sui genitori?

Rita!

Lo studio non assistito è studio autonomo non certo un momento di studio nel quale il ragazzo non ricade nella sorveglianza e tutela della scuola in quanto a sicurezza.

E allora questa possibilità NON dovrebbe essere proprio contemplata: o studio assistito, oppure uscita da scuola.

Invece la legge prevede anche lo studio non assistito, almeno per le superiori.

infatti alle scuole medie lo studio non assistito NON è previsto o, almeno, che sappia io...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 8:22 pm

rita 76 ha scritto:

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ALLEGATO C

Modulo integrativo per le scelte degli alunni che non si avvalgono dell'insegnamento della religione cattolica per l'anno scolastico 19... - 19...

Alunno ....................

La scelta operata all'atto dell'iscrizione ha effetto per l'intero anno scolastico cui si riferisce.

A) Attività didattiche formative .........................

B) Attività di studio e/o di ricerca individuali ...........................

C) Nessuna attività ..................................



oltre al fatto che il miur ha fornito una circolare ma poi ogni scuola la fa diversa. e questo non solo per la religione ma per varie cose.


Guarda che quella che hai postato non è la circolare originaria del miur, ma appunto è una delle tante circolari modificate che le singole scuole mandano in giro (spesso contravvenendo alla legge).

La dicitura "nessuna attività", personalmente, non l'ho mai vista, è la prima volta che ne sento parlare.

Nel modulo originale del miur NON C'E' SCRITTO "nessuna attività", c'è scritto "uscita dalla scuola".

Il che vuol dire una cosa molto precisa, ossia che lo studente, in quell'ora, non solo "può" uscire, ma DEVE uscire, perchè la scuola non ha nessun impegno di responsabilità su di lui e nessuna copertura assicurativa che lo riguardi.

L'idea che la scuola possa scegliere liberamente se tenersi o meno a pascolare liberamente per un'ora dentro l'istituto quelli che in quell'ora non sono iscritti a nessun corso e non hanno nessun rapporto formale con la scuola è una mistificazione assoluta. E l'idea che i genitori possano scegliere liberamente se scaricarli alla scuola o meno, è ancora peggio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 8:26 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
rita 76 ha scritto:

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ALLEGATO C

Modulo integrativo per le scelte degli alunni che non si avvalgono dell'insegnamento della religione cattolica per l'anno scolastico 19... - 19...

Alunno ....................

La scelta operata all'atto dell'iscrizione ha effetto per l'intero anno scolastico cui si riferisce.

A) Attività didattiche formative .........................

B) Attività di studio e/o di ricerca individuali ...........................

C) Nessuna attività ..................................



oltre al fatto che il miur ha fornito una circolare ma poi ogni scuola la fa diversa. e questo non solo per la religione ma per varie cose.


Guarda che quella che hai postato non è la circolare originaria del miur, ma appunto è una delle tante circolari modificate che le singole scuole mandano in giro (spesso contravvenendo alla legge).

La dicitura "nessuna attività", personalmente, non l'ho mai vista, è la prima volta che ne sento parlare.

Nel modulo originale del miur NON C'E' SCRITTO "nessuna attività", c'è scritto "uscita dalla scuola".

Il che vuol dire una cosa molto precisa, ossia che lo studente, in quell'ora, non solo "può" uscire, ma DEVE uscire, perchè la scuola non ha nessun impegno di responsabilità su di lui e nessuna copertura assicurativa che lo riguardi.

L'idea che la scuola possa scegliere liberamente se tenersi o meno a pascolare liberamente per un'ora dentro l'istituto quelli che in quell'ora non sono iscritti a nessun corso e non hanno nessun rapporto formale con la scuola è una mistificazione assoluta. E l'idea che i genitori possano scegliere liberamente se scaricarli alla scuola o meno, è ancora peggio.

http://www.edscuola.it/archivio/norme/circolari/cm189_89.html
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 8:57 pm

per l' orario settimanale per le ore di adesione o non adesione alla religione c' è la circolare n 368 del 20 dicembre 1985

http://banner.orizzontescuola.it/1985%20-%20CM368.pdf

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
n 3: formazione dell' orario settimanale:

Premesso che l'orario settimanale complessivo delle lezioni deve essere definito in modo
da non determinare discriminazioni tra gli alunni, lo scuola organizza
l'insegnamento della religione cattolica, garantendo ad esso l'attribuzione, nel quadro
dell' orario settimanale delle lezioni, delle ore previste dagli ordinamenti didattici in
vigore.
La collocazione oraria di tali lezioni è effettuata dal capo di istituto, sulla base delle
proposte del Collegio dei docenti secondo il normale criterio di equilibrata distribuzione
delle diverse discipline nell' arco della giornata e della settimana, ne Il' ambito della
scuola e per ciascuna classe
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 9:03 pm

Stai parlando di una circolare del 1999.

Questo il modulo UFFICIALE del MIUR rilasciato nel 2014:

https://www.uaar.it/sites/default/files/webfm/all/ora_alternativa/cm51_14_all_c.pdf

C'è scritto chiaramente "non frequenza della scuola".


Non c'è scritto "può anche non fare nulla, ma i genitori possono parcheggiarlo a scuola lo stesso e la scuola deve sorvegliarlo lo stesso".
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 9:09 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Stai parlando di una circolare del 1999.

Questo il modulo UFFICIALE del MIUR rilasciato nel 2014:

https://www.uaar.it/sites/default/files/webfm/all/ora_alternativa/cm51_14_all_c.pdf

C'è scritto chiaramente "non frequenza della scuola".


Non c'è scritto "può anche non fare nulla, ma i genitori possono parcheggiarlo a scuola lo stesso e la scuola deve sorvegliarlo lo stesso".

più o meno siamo lì.

ma anche in questa circolare del MIUR non c' è l' opzione di entrata posticipata o uscita anticipata.

ed era quello che avevo detto io.

che poi, ogni scuola, abbia un modello proprio e ce lo voglia mettere è un altro discorso ma NON è obbligata. infatti, non c'è neanche in questa che hai linkato tu.

le leggi me le devo riguardare meglio ma io sono molto pratica e vado ad intuito.

in questo caso ho pensato subito che l' entrata posticipata e l' uscita anticipata sono questioni di ORGANIZZAZIONE INTERNA della scuola!!!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 9:19 pm

Rita, non sto dicendo che "non è obbligata", ma proprio che NON E' LEGITTIMO farlo.

Se la scuola modifica il modulo ministeriale, commette un abuso!

Se poi una singola scuola, in base alle proprie risorse di autonomia, decide di attivare un servizio di babysitteraggio senza impegno per chi non segue religione, può pure farlo, ma deve essere chiaro che si tratta di un servizio IN PIU' organizzato facoltativamente da quella scuola, non di un diritto riconosciuto a tutti per legge...
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: alunno minorenne cacciato da scuola   Mar Feb 14, 2017 9:26 pm

Oltretutto, non è vero che l'entrata posticipata e l'uscita anticipata sono una questione di organizzazione interna della scuola, ma esattamente il contrario, sono questioni che riguardano esclusivamente le famiglie. La famiglia sa che un certo giorno della settimana il figlio deve entrare alla seconda ora, o deve uscire un'ora prima, per tutto l'anno, quello è il suo orario, e la scuola non c'entra più niente.

Semmai l'unico caso in cui una componente delle gestione della cosa può ricadere sulla scuola starebbe nelle uscite-e-rientri, nel caso che l'ora di religione sia a metà mattinata, ma anche in questo caso non vedo grossi problemi: alle superiori i ragazzi possono tranquillamente uscire e rientrare, purché i genitori abbiano firmato la scelta per l'uscita; alle elementari e medie questa opzione è prevista SOLO se c'è qualcuno a riprenderseli e riportarli dopo un'ora (e quindi non la sceglierà quasi mai nessuno).

Se ai genitori non sta bene, che NON scelgano l'opzione di "uscita da scuola", ma chiedano l'attività alternativa o lo studio assistito, come è loro diritto.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
alunno minorenne cacciato da scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 6Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)
» Fa cantare "Faccetta Nera" e "Giovinezza" a SCUOLA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: