Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
seasparrow



Messaggi : 2452
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 12:25 pm

la classe normale si e' rifiutata di entrare in aula per farsi prendere a botte invece di studiare

da notare che sull'articolo la risposta prevista altro non e' che un giro di parole psicobuoniste prive di significato pratico

http://www.ilgiorno.it/sesto/cronaca/cinisello-scuola-bambino-1.2905049
Tornare in alto Andare in basso
Online
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 12:33 pm

e invece la tua proposta è...... ?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5581
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 12:35 pm

Il bambino non ha colpa, se è disabile.

Se i genitori degli altri bambini sono arrivati a tanto, avranno avuto le loro buone ragioni.

Come sempre, si scrivono leggi e poi si dice alle scuole "arrangiatevi".
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 12:40 pm

"È un fatto di cui si deve far carico tutta la classe – dice - tutta la scuola, tutta la comunità: assieme, senza chiasso, ci si deve mettere attorno a un tavolo per affrontare il problema e trovare la soluzione migliore. Nessuno può tirarsi indietro. Ognuno, nel proprio ruolo e con le proprie responsabilità, deve reagire in tempo".

Che responsabilità hanno le famiglie degli altri alunni ?

Io pago le tasse e per mio figlio voglio una scuola senza problemi perchè i soldi che pago sono senza problemi; io genitore non ho alcuna responsabilità, aspetto che mi risolvano il problema e se non lo fanno in tempi rapidi ritiro mio figlio.
Tornare in alto Andare in basso
René76



Messaggi : 295
Data d'iscrizione : 29.06.14

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 12:50 pm

Intanto parla di disagio psicologico e non di handicap.

Supponendo che sia un handicap è da chiedersi se questo renda lecito lo scaricare la responsabilità su tutta la scuola e la comunità, integrazione è un qualcosa di biunivoco e negli articoli finora letti a riguardo tutta la responsabilità invece viene scaricata addosso solo alla scuola.

Oppure ho notato solo io il fatto che non si fa cenno alcuno alla famiglia?

E si ritorna alla spina nel fianco della scuola: il rapporto con le famiglie, specie con quelle che hanno figli problematici e che rimangono sempre fuori dal quadro e dalla rappresentazione delle scuole.

La famiglia ha certificato il bambino? L'assenza di un riferimento a insegnante di sostegno mi lascia intuire di no, la famiglia assicura che fuori dall'orario scolastico il bambino sia seguito psicologicamente? La famiglia ha fatto fare visite per valutare l'assunzione di farmaci che permettano al bambino di gestire la violenza?

Oppure siamo alla solita equazione per cui una coppia fa figli per poi scaricare ogni responsabilità sulla società?

Leggendo mi sembra che si sia all'ultima opzione ovvero famiglia assente e responsabilità scaricate sulla scuola.

Tenendo sempre a mente che il personale scolastico deve fare il possibile per permettere al bambino di frequentare la scuola e di imparare a integrarsi, ma senza dimenticarsi quella relazione biunivoca di cui parlavo prima.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2411
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 1:12 pm

Se un bambino ha problemi tali da non poter stare insieme agli altri bambini, perchè violento etc.
allora il problema NON si affronta (nè tantomeno si risolve) mettendolo insieme agli altri bambini. Così si crea solo disagio.
Si può forse provare a formare una classe meno numerosa, in modo da poter seguire il disabile (da parte di un adulto, uno o più docenti di sostegno presenti nel 100% dell'orario) senza arrecare danno agli altri. Per risolvere i casi difficili bisogna spendere bei soldi, non belle parole. Le buone intenzioni e la buona volontà non bastano.
Tornare in alto Andare in basso
michetta

avatar

Messaggi : 4716
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 1:14 pm

René76 ha scritto:
Intanto parla di disagio psicologico e non di handicap.

Supponendo che sia un handicap è da chiedersi se questo renda lecito lo scaricare la responsabilità su tutta la scuola e la comunità, integrazione è un qualcosa di biunivoco e negli articoli finora letti a riguardo tutta la responsabilità invece viene scaricata addosso solo alla scuola.

Oppure ho notato solo io il fatto che non si fa cenno alcuno alla famiglia?

E si ritorna alla spina nel fianco della scuola: il rapporto con le famiglie, specie con quelle che hanno figli problematici e che rimangono sempre fuori dal quadro e dalla rappresentazione delle scuole.

La famiglia ha certificato il bambino? L'assenza di un riferimento a insegnante di sostegno mi lascia intuire di no, la famiglia assicura che fuori dall'orario scolastico il bambino sia seguito psicologicamente? La famiglia ha fatto fare visite per valutare l'assunzione di farmaci che permettano al bambino di gestire la violenza?

Oppure siamo alla solita equazione per cui una coppia fa figli per poi scaricare ogni responsabilità sulla società?

Leggendo mi sembra che si sia all'ultima opzione ovvero famiglia assente e responsabilità scaricate sulla scuola.

Tenendo sempre a mente che il personale scolastico deve fare il possibile per permettere al bambino di frequentare la scuola e di imparare a integrarsi, ma senza dimenticarsi quella relazione biunivoca di cui parlavo prima.

Nell'articolo:
Il bambino è stato certificato come disabile, anche grazie all’impegno di un gruppo di famiglie che si è imposto per ottenere il supporto di un’insegnante di sostegno. Il Comune è intervenuto con un suo educatore
Tornare in alto Andare in basso
Online
seasparrow



Messaggi : 2452
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 1:23 pm

geo&geo ha scritto:
e invece la tua proposta e'... ?
ovviamente un bambino cosi' sfortunato deve essere seguito per il bene della societa' prima anche della sua famiglia

la mia proposta e' che quelli normali possano studiare senza doversi difendere dalle botte
se questo puo' avvenire soltanto tirando fuori il bambino dalla classe e dando lavoro a qualche psicologo ed eventualmente ad un addetto alla sicurezza preso da un'agenzia privata ben venga per quelli che lavoreranno (e aggiungo: guadagnandosi veramente lo stipendio data la difficolta')

se mancano i soldi l'aeronautica militare puo' comprarsi un F35 di meno o quelli della marina militare possono gonfiarsi gli stipendi di meno rinunciando a qualche trasbordo programmato di clandestini/ profughi spacciato sui mezzi di disinformazione del regime come salvataggio in mare
Tornare in alto Andare in basso
Online
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 1:46 pm

Allora, io ho letto l'articolo e anche gli altri correlati, e non parla affatto esplicitamente di disabilità e di alunno con sostegno, è l'articolo più ambiguo che abbia mai letto. Si parla in altri articoli correlati di bambino "apparentemente socievole, ma soggetto ad improvvisi scoppi d'ira", il DS parla di caso "complesso". Ciò suscita in me molte ma molte perplessità, ma mi viene il sospetto che sia stato solo certificato per la convenienza delle famiglie coinvolte, altrimenti parlerebbero di alunno DISABILE, come accade in tantissimi altri articoli. Quindi bisogna chiarire:
A) Da che cosa sono causati i presunti "raptus" del bambino? Forse è preso di mira dai compagni che si sono accaniti contro di lui in un bullismo strisciante e il bambino è vittima invece di essere carnefice.
B) Qual è la diagnosi specifica? Non  è riportato, parliamo del nulla.
C) Se il bambino fosse solo caratteriale e non avesse alcun deficit cognitivo, giova al suo benessere psicologico fargli avere il sostegno? la risposta per me sinceramente è NO, perché lo farebbe sentire sbagliato, diverso, il sostegno giova solo alle famiglie, ma non al bambino, a cui potrebbe semmai giovare un percorso terapeutico esterno alla scuola con un neuropsichiatra infantile, ma non il sostegno. Lo dice anche Vittorino Andreoli in molti suoi libri, in cui afferma che molti suoi pazienti da piccoli erano stati affiancati da insegnanti di sostegno che li hanno fatti sentire appunto "malati" e quindi ciò ha provocato il loro crollo psichico definitivo. Perché in fondo, di grazia, che cosa curerebbe l'insegnante di sostegno? Un bel nulla, non è un medico, non darebbe certamente farmaci al bambino per gli accessi di violenza, non sarebbe forse neppure in grado di prevenirne gli accessi e anzi forse li aggraverebbe con qualche sua richiesta percepita in modo distorto, e se l'alunno è in grado di comprendere autonomamente non sarebbe nemmeno di supporto più di tanto per gli apprendimenti.
Tornare in alto Andare in basso
michetta

avatar

Messaggi : 4716
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 1:54 pm

Fin dalla prima gli alunni di questa classe si sono trovati a fare i conti con un loro compagno all’apparenza socievole, ma soggetto a improvvise crisi di violenza, durante le quali aggredisce i compagni, se la prende con gli insegnanti, quando non mette a soqquadro l’intera classe.
Incontrollabile, ma soprattutto ingestibile, ora che è più grandicello e forte, nemmeno l’insegnante di sostegno è più in grado di contenerlo e di riportarlo alla calma. E solamente l’educatore, messo a disposizione dal Comune, avrebbe un buon ascendente su di lui. Ma la sua presenza è di sole otto ore settimanali.

da: http://www.ilgiorno.it/sesto/cronaca/cinisello-scuola-1.2903038

-è evidente che l'esasperazione sia arrivata al limite, dato che la situazione si trascina da quasi tre anni
-mi pare di capire che la certificazione sia stata assegnata previa pressione delle famiglie degli alunni (e della scuola) e non per espressa volontà della famiglia dell'alunno in questione, quindi contare sulla collaborazione di quella famiglia parrebbe non offrire molte possibilità di incontro/confronto
- appare chiaro che se l'educatore è il solo "in grado di contenerlo" si potrebbero aumentare le ore e portarle da 8 all'intera copertura totale dell'orario scolastico (tolte ovviamente le ore già assegnate al sostegno)
- è chiaro che i compagni di classe abbiano diritto ad un ambiente sereno e che le loro famiglie lo pretendano
- è chiaro che l'alunno problematico abbia il diritto-dovere di frequentare la scuola, quella scuola, perché le differenziali non esistono più e deve stare lì
quindi occorrerebbe sapere come la scuola si è mossa con l'usp, l'ausl, gli enti locali e che insieme trovassero immediatamente una soluzione di copertura totale delle ore di frequenza, perché nessuno degli alunni debba continuare a vivere questa situazione


Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:00 pm

Come è possibile che l'insegnante di sostegno sia stato assegnato "su richiesta di un gruppo di altre famiglie", o addirittura che la CERTIFICAZIONE sia stata ottenuta "grazie all'impegno" delle famiglie degli altri? Le famiglie dei compagni possono avere voce in capitolo sulle diagnosi neuropsichiatriche?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:01 pm

Le scuole differenziali non erano male, anzi, erano la soluzione migliore. Non è vero che una scuola differenziale emargina, anzi, permette di seguire tali soggetti meglio, con personale qualificato con il risultato che stanno tutti meglio, sia il disabile sia i normodotati. Invece è proprio il contatto e il confronto con i normodotati ciò che genera la vera sofferenza ed emarginazione, è un male per tutti in un'ultima analisi.
Tornare in alto Andare in basso
michetta

avatar

Messaggi : 4716
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:05 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Come è possibile che l'insegnante di sostegno sia stato assegnato "su richiesta di un gruppo di altre famiglie", o addirittura che la CERTIFICAZIONE sia stata ottenuta "grazie all'impegno" delle famiglie degli altri? Le famiglie dei compagni possono avere voce in capitolo sulle diagnosi neuropsichiatriche?

penso si intenda che la famiglia non avesse intenzione di far certificare il figlio e che la pressione delle famiglie degli altri alunni abbia spinto la scuola ad avviare le procedure del caso per segnalare il bambino ed attivare l'iter
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:07 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Come è possibile che l'insegnante di sostegno sia stato assegnato "su richiesta di un gruppo di altre famiglie", o addirittura che la CERTIFICAZIONE sia stata ottenuta "grazie all'impegno" delle famiglie degli altri? Le famiglie dei compagni possono avere voce in capitolo sulle diagnosi neuropsichiatriche?

Non mi pare proprio...

La propria sì ma quella degli altri no.

cmq, poi guardo meglio la normativa
Tornare in alto Andare in basso
michetta

avatar

Messaggi : 4716
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:10 pm

Scuola70 ha scritto:
Le scuole differenziali non erano male, anzi, erano la soluzione migliore. Non è vero che una scuola differenziale emargina, anzi, permette di seguire tali soggetti meglio, con personale qualificato con il risultato che stanno tutti meglio, sia il disabile sia i normodotati. Invece è proprio il contatto e il confronto con i normodotati ciò che genera la vera sofferenza ed emarginazione, è un male per tutti in un'ultima analisi.

questo è un discorso che meriterebbe un approfondimento ulteriore
però si deve fare i conti con la situazione odierna e quella scuola è il posto in cui deve stare quel bambino
E' chiaro che occorre attivare tutte le risorse disponibili e se l'educatore è la persona che più sa comprendere, controllare ed interagire con quel bambino, mi pare che una prima soluzione la si possa trovare velocemente
Resta il fatto che non può essere considerata una soluzione definitiva, perché, come ha già detto un altro utente, parallelamente si dovranno muovere psicologici, terapeuti ecc. per esaminare più a fondo la reale problematica
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:11 pm

michetta ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Come è possibile che l'insegnante di sostegno sia stato assegnato "su richiesta di un gruppo di altre famiglie", o addirittura che la CERTIFICAZIONE sia stata ottenuta "grazie all'impegno" delle famiglie degli altri? Le famiglie dei compagni possono avere voce in capitolo sulle diagnosi neuropsichiatriche?

penso si intenda che la famiglia non avesse intenzione di far certificare il figlio e che la pressione delle famiglie degli altri alunni abbia spinto la scuola ad avviare le procedure del caso per segnalare il bambino ed attivare l'iter

Io so di casi in cui non è stato concesso il sostegno  perché la propria famiglia NON volesse sebbene la scuola avesse insistito. Cmq, non so se l' iter fosse partito o meno; so solo che questi ragazzi NON hanno avuto il sostegno in quanto la famiglia si è opposta

Per sapere se è legale e, cioè, se si potesse fare questo, bisognerebbe riguardare la normativa che in questo momento non ho sotto mano.


Ultima modifica di rita 76 il Dom Feb 19, 2017 2:14 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:14 pm

Le famiglie hanno semplicemente "rotto le scatole" al DS che ha fatto pressione sulla famiglia dell'alunno per farlo certificare, magari il certificatore era a conoscenza del caso essendo del posto (le voci girano) e dopo aver guardato il ragazzo per soli cinque minuti (in cui forse era calmissimo) ha certificato il disturbo. Semplice. Credete nella scientificità della psichiatria? Uhmm, io avrei molti ma molti dubbi in proposito, storicamente la psichiatria è nata proprio come strumento per mettere da parte chi era pericoloso per il sistema sociale, lo si certifica "malato" e siamo a posto. Certo, con il tempo la psichiatria si è evoluta, ma a mio modesto parere è la branca della medicina che meno ha scientificità rispetto a tutte le altre.


Ultima modifica di Scuola70 il Dom Feb 19, 2017 2:16 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9810
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:15 pm

Scuola70 ha scritto:
Le scuole differenziali non erano male, anzi, erano la soluzione migliore. Non è vero che una scuola differenziale emargina, anzi, permette di seguire tali soggetti meglio, con personale qualificato con il risultato che stanno tutti meglio, sia il disabile sia i normodotati. Invece è proprio il contatto e il confronto con i normodotati ciò che genera la vera sofferenza ed emarginazione, è un male per tutti in un'ultima analisi.

e quando finisce la scuola che succede?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:18 pm

Quando finisce la scuola il soggetto ha acquisito una relativa gamma di competenze che gli permettono di inserirsi nei limiti del possibile. Invece un soggetto come quello descritto sopra magari fa tre anni di medie facendo soffrire se stesso e gli altri, e dopo si ritrova comunque molto indietro senza un minimo di inserimento e anzi accumulando stress e rabbia.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9810
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:38 pm

I primi diciotto anni di vita in una società "pura" o i primi diciotto anni di vita in una società dove chiunque ha necessità di supporto.
senza la possibilità di relazione guidata, di collaborazione, di conoscenza poi, per incanto

ci si trova insieme, ci si conosce, ci si piace, si convive e ci si integra

mah
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:45 pm

Scuola70 ha scritto:
Le famiglie hanno semplicemente "rotto le scatole" al DS che ha fatto pressione sulla famiglia dell'alunno per farlo certificare.

Pensandoci bene questo può essere anche se il ds NON doveva "rompere le scatole " ma semplicemente informare la famiglia della "gravità " della situazione.

In ogni caso non penso che SENZA il consenso della propria famiglia la scuola potesse attivare la procedura per la richiesta dell' insegnante di sostegno.

Infatti è la famiglia a recarsi all' asl che fornisce la diagnosi funzionale e la certificazione. Queste vengono portate dalla famiglia alla scuola che, a seconda di quanto è scritto nella documentazione, chiede l' Insegnante di sostegno ed il relativo NUMERO di ore da attribuire al ragazzo. O, almeno, così mi pare di ricordare...

Quindi, le altre famiglie possono (anche se non devono) fare pressione sul ds ma la propria famiglia NON è obbligata ad accogliere la richiesta del ds che, ovviamente, non è scritta in quanto ILLEGALE. E, cmq, un conto è una RICHIESTA (di richiedere la certificazione), un altro conto è una COMUNICAZIONE (che gli altri genitori vorrebbero per lui il sostegno). In sostanza, la rottura di scatole del ds alla famiglia è ILLEGALE tanto che (sicuramente) sarà stata fatta verbalmente.

Con questo non dico che non capisco la situazione generale e delle altre famiglie; semplicemente non condivido la "rottura di scatole" delle altre famiglie al ds e la pressione del ds alla famiglia del ragazzo da certificare.

Si può semplicemente comunicare un problema, una necessità senza insistere
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 2:55 pm

Avevo appena scritto ieri un post sugli autistici violenti e sulle opportunità di farli seguire da centri appositi
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 3:00 pm

A me delle belle parole degli esperti frega nulla."bisogna far rete comune e bla bla "
Se in classe di mio figlio c è uno violento,ritiro mio figlio da quella classe.
Se mio figlio è violento ,lo ritiro dalla classe,lo tengo in castigo finché cambia,senza chiedere metodo magici agli psicologi.
Tutto molto semplice
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 3:04 pm

Scuola70 ha scritto:
Le famiglie hanno semplicemente "rotto le scatole" al DS che ha fatto pressione sulla famiglia dell'alunno per farlo certificare.

Secondo me le altre famiglie avrebbero dovuto mettere per iscritto il problema, il ds, con la relativa documentazione, avrebbe dovuto comunicare alla famiglia del ragazzo il problema e poi questa avrebbe dovuto decidere se tenere conto di quanto scritto e comunicato oppure no avviando o meno la procedura per l' attivazione.

Ma NON si può imporre a nessuno qualcosa facendo pressione.

Queste cose le sanno tutti; non bisogna diventare ds per saperle.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9810
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato   Dom Feb 19, 2017 3:05 pm

Masaniello ha scritto:
A me delle  belle parole degli esperti frega nulla."bisogna far rete comune e bla bla "
Se in classe di mio figlio c è uno violento,ritiro mio figlio da quella classe.
Se mio figlio è violento ,lo ritiro dalla classe,lo tengo in castigo finché cambia,senza chiedere metodo magici agli psicologi.
Tutto molto semplice

La vita è davvero ingiusta: toccano figli violenti a genitori che non capiscono nulla!

Toccasse a te non avresti un problema al mondo!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
buonismo scolastico oltre misura a Cinisello e ovvio risultato
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» La vita oltre la vita
» Indifferenza ipocrisia e falso buonismo
» ovodonazione oltre i 50 anni
» Qualche parola di conforto?
» Biscotti...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: