Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 L'ADHD è davvero una malattia?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: L'ADHD è davvero una malattia?   Mar Feb 28, 2017 9:06 pm

Secondo voi la sindrome da deficit di attenzione e iperattività è davvero una malattia? Il fondatore dell'ADHD, lo psichiatra Leon Eisenberg, sul letto di morte nel 2009 ha dichiarato: "L'ADHD è una malattia fittizia per supportare un trattamento farmacologico (Ritalin) terrificante: il ruolo genetico è stato decisamente sopravvalutato", quindi il fondatore dell'ADHD ha dichiarato che la patologia di fatto NON esiste!
In effetti, a pensarci, l'ADHD è una "patologia" solo se c'è un contesto sociale che la considera tale: ad esempio in una società molto primitiva  di cacciatori e di raccoglitori (tipo aborigeni in Australia), in cui non è richiesto l'apprendimento organizzato della lettura e della scrittura, l'ADHD non è un problema evidente, anzi, la tendenza dell'iperattivo a muoversi spesso sarebbe naturalmente soddisfatta. Invece, nel contesto attuale, tale caratteristica è quantomeno scomoda, invalidante, disfunzionale. Allora, mi domando: non è che la malattia è solo CREATA dalla società e dai suoi bisogni ma è soltanto una caratteristica che la natura prevede, e quindi non è patologica? Per me le vere malattie sono quelle che ti fanno stare male in qualsiasi situazione ti trovi, come il diabete e il cancro, non certo una caratteristica che cambiando l'ambiente può non essere fonte di sofferenza.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mar Feb 28, 2017 9:17 pm

Avrai anche ragione, ma se il bimbo ADHD non può trasferirsi nel neolitico o nella foresta amazzonica, se deve vivere nella nostra società, qualcosa è bene che faccia.

Cosa debba fare non lo so e non mi ci impegolo, del Ritalin ne ho sentito parlare, forse è il diavolo in molecola o forse no, certo è che non si può far finta che il problema non esista.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6249
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mar Feb 28, 2017 9:18 pm

se è per questo gli attacchi di epilessia di Alessandro Magno erano segno di divinità per i contemporanei, l'albinismo è sigillo del demonio per alcune società, secondo Lombroso il delinquente si vede dalle dimensioni del cranio.
E 1+1 farà realmente 2 o non è possibile un sistema di numerazione o una civiltà dei numeri in cui dia 4? Vogliamo continuare?
Bah...
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3529
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mar Feb 28, 2017 9:58 pm

sì e no
l'innatismo comunque fa molto comodo
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mar Feb 28, 2017 11:36 pm

Che cavolo vorrebbe dire il concetto di "fondatore dell'ADHD"?

Le malattie o i disturbi si FONDANO?

A me sembra tanto un pezzo di propaganda di scientology maldestramente tradotto in italiano con un software automatico...

Per quanto riguarda lo spauracchio del Ritalin, non so come sia la situazione negli Stati Uniti, ma in Italia è sempre stata una soluzione RARISSIMA e gestita solo da pochissimi centri di neuropsichiatria ultraspecializzati, e non è mai stato vero che qualunque medico potesse prescriverlo liberamente senza controllo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3529
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 6:10 am

In Italia, almeno fino a pochi anni fa, non si sapeva che i bambini vivaci fossero "malati di ADHD" e il trattamento curativo era a base di ceffoni e coccole, non di psicofarmaci.
E' anche per questo che la percentuale di diagnosi di ADHD da noi è sempre stata molto bassa, praticamente nulla solo una ventina di anni fa.
La risposta non è la chimica, è la relazione, la cultura.
Tornare in alto Andare in basso
francesco3



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 9:35 am

Siete dei medici? Il fatto che per una malattia non sia stata stabiita una causa precisa non vuol dire che la malattia non esista.Invito tutti a visitare il sito dell' istituto superiore di sanità.
Non so che percentuale di diagnosi ci fosse in Italia 20 anni fa.Sicuramente in Italia 30 anni fa era già ben noto l'effetto di sostanze amfetaminiche sui bamini iperattivi.
Purtroppo ancora oggi in Italia molte persone non considerano le malattie psichatriche delle vere malattie.Come in molti disturbi pschiatrici (non solo veramente) ,la risposta è mista: la chimica,la relazione,la cultura.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 3:41 pm

Francesco3, il concetto di malattia mentale è molto relativo ed è socialmente mutevole, infatti chi è che stabilisce che cosa è malato e lo differenzia da ciò che è sano? La SOCIETA' che cambia in continuazione! Ma se hai un male fisico, ad esempio un tumore maligno o una malattia genetica che non ti fa funzionare a dovere l'organismo, non c'è società che tenga, è un male obiettivo, sarai malato anche su un'isola deserta, la vedi la differenza? Ti faccio un esempio lampante: una persona come San Francesco nel Medioevo è stata considerata come un santo, ma ora potrebbe essere tranquillamente vista come un matto. San Francesco,Gesù, Maometto, Teresa d'Avila, Giovanna d'Arco, erano quindi tutti matti? Per molti versi sono stati eccezionali, dotati anche di forza interiore e di carisma, non credi che riempiendoli di Valium tale originalità sarebbe stata distrutta?
I più grandi geni del passato non erano affatto normali, Newton sembra soffrisse di fasi maniaco- depressive anche gravi, per Kant si sospetta avesse la sindrome di Asperger (autismo in pratica), ma chi non ti dice che siano state anche queste deviazioni dalla norma a contribuire alla genialità?
Inoltre gli psicofarmaci sono DROGHE, ma allora a che titolo condanniamo certe droghe e invece consideriamo positivamente altre?  Anche qui tutto è relativo, molti grandi artisti del passato come Baudelaire si drogavano con l'oppio, sicuramente è sbagliato, ma puoi escludere che anche grazie alla droga abbiano prodotte le opere eccezionali che noi ancora studiamo e ammiriamo? Gli sciamani di molte religione animiste fanno uso di stupefacenti, ma chi non ti dice che sia proprio la droga ad avvicinarli davvero ad una dimensione che a noi è negata? Ciò che è bollato come "disturbato" può anche essere buono e geniale e la nozione stessa di "malattia mentale" varia a seconda delle epoche in cui si vive.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5581
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 4:27 pm

Eisenberg disse che era una malattia "fabbricata", sulla base dei suoi studi, in cui si facevano alcune ipotesi, parzialmente suffragate da qualche dato.

E' evidente che il metodo scientifico, in mano a gente di settori che non siano matematica, fisica e chimica, viene frainteso, manipolato o distorto fino a potere confermare qualsiasi cosa e il suo contrario.
Tornare in alto Andare in basso
Online
alessia giulia



Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 5:47 pm

io, prima di iniziare a insegnare, avevo i tuoi stessi dubbi sull'adhd e sull'uso del ritalin. ora che insegno, che ho in ogni classe un paio di bes, uno o più disabili più o meno gravi e alunni adhd, comincio ad apprezzare i momenti di relativa calma in cui riesco a svolgere il mio mestiere.
vivo nella città di uno di quei centri superspecializzati e ogni anno ho due o tre alunni sotto ritalin. aggiungo che la mia città è meta di veri e propri viaggi della speranza da parte di genitori che non sanno più che fare e dei propri figli.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 6:36 pm

Ed io se permetti rimango delle mie posizioni, secondo me si tratta solo di voler "drogare" i ragazzi "difficili" per la convenienza di tenerli buoni ed inoffensivi, ma non c'è alcuna cura vera, perché non c'è la malattia, io la vedo così e ti chiedo rispetto per la mia opinione. Ho avuto anch'io alunni con certificazioni ADHD, ma se riesci a interessarli ad un argomento in qualche modo il problema in quel momento almeno non c'è, e non è certo merito del Ritalin. Perché alla fine tutto si riduce a quello, se questi soggetti "problematici" si sentono coinvolti e accettati non dico che ogni problema svanisce, ma viene stemperato di parecchio ed alla fine non sono poi così diversi da altri soggetti considerati solo più vivaci di altri. Se invece percepiscono che tu li rifiuti,che li consideri una rogna, puoi darli vagonate di Ritalin ma non c'è molecola che tenga! Sai come agisce il Ritalin almeno? Te lo dico: aumenta artificialmente le concentrazioni di dopamina nei neuroni.Il problema è che non c'è assolutamente nessuna prova che chi ha l'ADHD abbia scarsa dopamina nelle sue sinapsi e allora perché dargli qualcosa di cui magari non hanno nessun bisogno? La modifica artificiale della chimica cerebrale è sempre un rischio anche quando c'è un problema vero, c'è il rischio della dipendenza, di effetti paradossi (agitazione invece di concentrazione ad esempio), ma se addirittura non c'è una prova secondo me si tratta quasi di considerare il soggetto come una cavia per sperimentazione psichiatrica.
Tornare in alto Andare in basso
francesco3



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 6:42 pm

Le malattie mentali sono sempre esistite e sempre esisteranno.La differenza è che ora ci sono psichiatri e neurologi.Non so come venivano considerati ai loro tempi S.Francesco,Maometto,ecc..Nell' antichità schizofrenici ed epilettici venivano considerati posseduti dal demonio.
Cosa vuol dire che kant fosse un asperger?Newton era bipolare?E con ciò? Anche volendo ritenere che genialità e malattia siano legate tra loro,non vuol dire che la malattia non esista e non debba essere trattata.
Che significa che un malato di tumore o di diabete rimane malato anche su un'isola deserta?
Uno schizofrenico,un depresso,un soggetto con disturbo bipolare rimane malato anche su un'isola deserta.
Perchè gli psicofarmaci sono droghe?
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 7:04 pm

@Francesco3 :Certo che sono droghe, sono sostanze psicotrope non prodotte naturalmente dall'organismo, ma frutto di immissione esterna, quindi di fatto droghe. Altrimenti avremmo il Valium o il Ritalin che viene prodotto naturalmente dai neuroni, ma ciò non accade. La genialità e la "malattia" possono essere anche legate tra loro? Ma in quel caso la malattia non sarebbe poi così un MALE, se produrrebbe il genio, ma solo una caratteristica dell'individuo con pro e contro, mentre qualsiasi malattia autentica anche la più banale è sempre e solo un male, anche se ho un semplice raffreddore non ho benefici di sorta.
Ora ti chiedo e tu rispondimi: Hai una prova, anche solo una, che l'ADHD o la depressione sia causata da un basso livello di neurotrasmettitori, ad esempio di deficit  di dopamina o serotonina? Quella prova non c'è affatto, non è mai stata data, ciò che accade nella chimica cerebrale è in gran parte sconosciuto, quindi dare psicofarmaci è come somministrare insulina ad un soggetto che potrebbe non essere diabetico, infatti ci sono tanti depressi che sono in "cura" da anni e che addirittura sono stati indotti a comportamenti aggressivi o a suicidio dagli antidepressivi che avrebbero dovuto curarli.


Ultima modifica di Scuola70 il Mer Mar 01, 2017 7:05 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
francesco3



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 7:05 pm

Scuola, il fatto è che in molti soggetti il ritalin funziona.La stessa cosa vale per molti farmaci del sistema nervoso centrale,cioè si usano perchè funzionano.Anche se sono note le azioni farmacologiche degli antidepressivi,il meccanismo per cui funzionano nella depressione non è del tutto chiaro.Funzionano e si usano.
Purtroppo al giorno d'oggi si sa ancora molto poco delle cause delle malattie mentali e in generale delle malattie del sistema nervoso centrale .
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 7:08 pm

Non è vero che funzionano sempre nella depressione, anzi, ci sono un sacco di persone che sono in cura da anni senza beneficio, ed altri sono stati indotti addirittura al suicidio o a comportamenti aggressivi dai farmaci stessi, altri hanno visto rallentare le loro funzioni intellettive riducendosi quasi a zombie per le benzodiazepine, questo non è curare, ma solo spegnere, alterare, rendere dipendenti e quindi alla fine schiavi di una molecola.
Tornare in alto Andare in basso
francesco3



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 7:24 pm

NOn funzionano in tutti, funzionano in molti.In alcuni pazienti funziona la combinazione di farmaci e pscicoterapia.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 7:35 pm

Ripeto, io resto della mia convinzione secondo cui la psichiatria non è una vera scienza, sono anzi se proprio lo vuoi sapere sono un sostenitore dell'antipsichiatria, quella branca della psichiatria che nega la possibilità di applicare le categorie di "malato" e "sano" ad una realtà complessa come la mente.
Il concetto di malattia mentale si basa su un presupposto non dimostrato, cioé che la mente dei cosiddetti normali sia in grado di elaborare una visione VERA della realtà, a cui si contrappone la visione FALSA dei malati, ma chi l'ha detto che è davvero così? Si tratta solo di punti di visti relativi, se ci pensi anche la realtà che vediamo è solo una costruzione illusoria per molti versi della nostra mente, ad esempio i colori, i suoni, gli odori NON esistono in natura, non esiste il colore o il suono ma solo la vibrazione di energia (di per sé né rossa, nè blu...) che è "percepita" come colore, ma è illusione. Quindi se già la mente ti illude, come fai a dire che il cervello di chi vede il Colosseo è "normale" e quello di chi vede l'Arcangelo Gabriele è "malato"?
Tornare in alto Andare in basso
francesco3



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 7:42 pm

La tua è filosofia,non medicina.
Tornare in alto Andare in basso
luna7



Messaggi : 144
Data d'iscrizione : 23.02.16

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 8:16 pm

si ma il problema resta...
non si puo' esulare comunque il soggetto dal contesto in cui vive...società , cultura, relazioni...
la realtà , nelle scuole primarie in cui mi sono capitati questi casi, è che con loro in classe si faceva una fatica tremenda...o non si faceva addirittura lezione.
uno è stato certificato alla scuola secondaria

Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 8:23 pm

A suo tempo mi aveva colpito questo video
(del Ritalin parla dal minuto 3:40 fino al minuto 5:20)
https://www.youtube.com/watch?v=zDZFcDGpL4U
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Mer Mar 01, 2017 8:49 pm

Scusate se mi ripeto: ma secondo voi esiste davvero un problema sociale di massa di abuso del Ritalin in Italia? Quanti ragazzi che prendono il Ritalin avete conosciuto? Io personalmente nemmeno uno!

Anzi l'unico caso che ho conosciuto, in maniera indiretta, tramite un forum di genitori e non di scuola, riguardava un ragazzino con problemi psichiatrici gravissimi (non certo di semplice "vivacità", ma di oggettiva impossibilità a fare una vita scolastica e sociale serena, per lui stesso) che due o tre volte all'anno veniva portato a fare controlli in un centro specialistico lontanissimo dalla sua provincia, che era uno dei pochissimi enti italiani autorizzati a somministrare quel tipo di terapie. E ovviamente ci veniva portato per scelta della famiglia, e non certo per richiesta della scuola.

L'idea del Ritalin distribuito a man bassa da qualsiasi medico di base solo perché il bambino "è troppo vivace" e "disturba gli altri" (o addirittura su richiesta dalla scuola, il che è del tutto demenziale), almeno in Italia, è sempre stata una bufala.
Tornare in alto Andare in basso
Online
francesco3



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Gio Mar 02, 2017 7:57 am

Giusto ,Paniscus.Infatti è un farmaco sottoposto a controllo e che richiede ricetta MMR.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Gio Mar 02, 2017 2:23 pm

Scuola70 ha scritto:
Ripeto, io resto della mia convinzione secondo cui la psichiatria non è una vera scienza, sono anzi se proprio lo vuoi sapere sono un sostenitore dell'antipsichiatria, quella branca della psichiatria che nega la possibilità di applicare le categorie di "malato" e "sano" ad una realtà complessa come la mente.
Il concetto di malattia mentale si basa su un presupposto non dimostrato, cioé che la mente dei cosiddetti normali sia in grado di elaborare una visione VERA della realtà, a cui si contrappone la visione FALSA dei malati, ma chi l'ha detto che è davvero così? Si tratta solo di punti di visti relativi, se ci pensi anche la realtà che vediamo è solo una costruzione illusoria per molti versi della nostra mente, ad esempio i colori, i suoni, gli odori NON esistono in natura, non esiste il colore o il suono ma solo la vibrazione di energia (di per sé né rossa, nè blu...) che è "percepita" come colore, ma è illusione. Quindi se già la mente ti illude, come fai a dire che il cervello di chi vede il Colosseo è "normale" e quello di chi vede l'Arcangelo Gabriele è "malato"?
La condizione di malattia e sanità è relativa alla condizione di normalità.

Ci sono tante persone con la pelle nera e tante con la pelle molto più chiara, quindi nè le une nè le altre sono malate; gli albini sono malati: sono pochi ed hanno problemi col sole.

Tranne i ciechi (che sono malati) tutti vedono il colosseo: chi vede il colosseo è sano
Pochissime persone vedono l'Arcangelo Gabriele e se gli chiedi di descrivere cosa sta facendo tutte vedono cose diverse: sono tutti malati (incurabili).
Tornare in alto Andare in basso
avvocatodeldiavolo



Messaggi : 1116
Data d'iscrizione : 22.01.12

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Ven Mar 03, 2017 12:06 am

Scuola70 ha scritto:
Ripeto, io resto della mia convinzione secondo cui la psichiatria non è una vera scienza, sono anzi se proprio lo vuoi sapere sono un sostenitore dell'antipsichiatria, quella branca della psichiatria che nega la possibilità di applicare le categorie di "malato" e "sano" ad una realtà complessa come la mente.
Il concetto di malattia mentale si basa su un presupposto non dimostrato, cioé che la mente dei cosiddetti normali sia in grado di elaborare una visione VERA della realtà, a cui si contrappone la visione FALSA dei malati, ma chi l'ha detto che è davvero così? Si tratta solo di punti di visti relativi, se ci pensi anche la realtà che vediamo è solo una costruzione illusoria per molti versi della nostra mente, ad esempio i colori, i suoni, gli odori NON esistono in natura, non esiste il colore o il suono ma solo la vibrazione di energia (di per sé né rossa, nè blu...) che è "percepita" come colore, ma è illusione. Quindi se già la mente ti illude, come fai a dire che il cervello di chi vede il Colosseo è "normale" e quello di chi vede l'Arcangelo Gabriele è "malato"?

Poi il giorno che la finisci preda di depressione o ansia o attacchi di panico ti curerai con un paio di tisane alla lavanda...
Tornare in alto Andare in basso
Online
francesco3



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: L'ADHD è davvero una malattia?   Ven Mar 03, 2017 9:24 am

Scuola,sai cosa significa avere un parente schizofrenico? Magari uno di quelli che non risponde ai trattamenti?
Ho conosciuto persone che si sono lanciate dalla finestra perchè volevano volare credendosi uccelli e ho sentito anche di peggio.
NON sto scherzando.
Tornare in alto Andare in basso
 
L'ADHD è davvero una malattia?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» sos malattia o ferie???
» Malattia e psicologia: i credenti sopravvivono di più rispetto agli atei.
» quando l'aspetto delle unghie indica una malattia
» malattia di Gaucher
» MALATTIA O FERIE?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: