Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Fedili e stem

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 3148
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Fedili e stem    Mar Mar 07, 2017 10:51 pm

Promemoria primo messaggio :

http://m.orizzontescuola.it/8-marzo-fedeli-lancia-le-studentesse-contano-domani-al-via-la-seconda-edizione-del-mese-delle-stem/

"L Italia è il Paese della Montalcini,una delle più grandi scienziate della storia" (cazzata. .tra l altro,si deve qualcosa a lei?non mi viene in mente nulla)
L Italia ha delle incredibili scienziate e ricercatrici (chi????nomi e cognomi,prego)
Ndr. L Italia è il Paese dove una sindacalista con la terza media, dichiarando il falso sul proprio titolo di studio,diventa ministro della istruzione )
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 8537
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 6:49 pm

Io non ho mai sopportato la festa della mamma (soprattutto se imposta a scuola come un rituale collettivo obbligatorio per tutti, in casa propria ognuno festeggia quello che gli pare), ma non certo per tenere conto delle famiglie con due padri, bensì perché non l'ho mai sopportata nemmeno 40 anni fa, quando nessuno immaginava che avrebbero potuto esserci le famiglie con due padri, e quando io in particolare ero ero ancora all'asilo o al primo anno di elementari, e quindi nemmeno sapevo che esistessero i gay... e ho continuato a non sopportarla nemmeno da adulta.

Per cui, se "si sta perdendo" la festa della mamma alle elementari, non posso che esserne contenta, indipendentemente dalle famiglie gay che non c'entrano nulla... ma perché l'ho sempre trovata una cosa insopportabilmente melensa, pretestuosa e ipocrita oltre ogni dire, che trasmette un messaggio sociale ed educativo che non condivido affatto. 

E lo stesso valga per la festa del papà, per san Valentino, per l'8 marzo, e per tutte quelle ricorrenze del tutto artificiali che sono diventate un obbligo sociale solo a fini pubblicitari e commerciali.

Giuro che nella mia famiglia è sempre stata un'usanza totalmente sconosciuta, sia quando io ero piccola e avrei dovuto festeggiare la mia mamma (che a sua volta non la condivideva affatto e che non ha mai voluto festeggiamenti di nessun tipo), né tantomeno quando sono diventata mamma io.

Ma la si vuole capire o no che NON SONO abitudini universali condivise da tutti?

Che ognuno è libero di celebrarle in casa propria, o con un gruppo di persone con cui le condivide, ma che esistono anche quelli indifferenti, o proprio contrari?

Perché deve pensarci la scuola di stato a imporle a tutti?

Vedo che finalmente stiamo arrivando, anche se con fatica e difficoltà, a riconoscere che l'imposizione a scuola di rituali tradizionali che abbiano una valenza religiosa, non è accettabile, con l'argomentazione che "ci sono anche quelli di altre religioni" (gli atei e gli agnostici non sono contemplati, e le "altre religioni" sono sempre considerate di serie B rispetto a quella "normale", ma comunque ci si sta arrivando): ecco, è possibile che questa sensibilità debba valere solo quando c'è di mezzo la religione (o la politica)... e che invece qualunque q*zzata conformistica, mediatica o commerciale debba essere data per scontata come se la condividessero tutti, tanto non può dare fastidio a nessuno perché non c'è di mezzo né la religione né la politica?

La festa della mamma dovrebbe essere bandita dalle scuole (quelle che non lo hanno fatto già), non perché ci sono le famiglie coi padri gay, ma perché è di per sé una pecionata becera e stucchevole, e perchè contribuisce a inculcare un'immagine delle madri e delle donne che non corrisponde al vero, e che fa danni tanto quanto i pregiudizi sessisti di masaniello.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Gio Mar 09, 2017 6:59 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 6:54 pm

Ire ha scritto:
Partivo da quello che diceva masaniello che a sentir lui va in classe a parlare di cosa pensa lui sui negri che arrivano in italia  

e quello che pensa lui sfiora il codice penale

Le iniziative che si fanno nelle scuole sono (o, lo so, dovrebbero essere) iniziative autorizzate non autonome del docente e questo sposta le cose.

Se non ti va di far sperimentare momenti di socializzazione,  se non ti va la sorveglianza sui minori forse hai sbagliato grado di scuola:  l'ambito universitario sarebbe privo di questi aspetti

La socializzazione e la civile convivenza sono cose che fanno parte della scuola per i minorenni, così come la sorveglianza sulla loro sicurezza.

Allora sarebbe più corretto dire che Masaniello non dovrebbe andare a dire sciocchezze in classe. Lasciaci fuori dalla faccenda, grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9789
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 7:06 pm

Masaniello e quelli come lui.

Mi piacerebbe tanto che fosse il solo ma ...............

E' chiaro che quello che siete lo mettete nel modo di insegnare ma è la solo cosa che potete fare:
insegnare a modo vostro. Non insegnare quello che pare a voi.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 8537
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 7:07 pm

Masaniello ha scritto:
"Fatti non foste a viver da disoccupati, ma per seguir ricerca e posto fisso "

Chissà come si spiega che un brillantissimo ingegnere con esperienza di ricerca applicativa nelle aziende private (che notoriamente sono le uniche a fare la ricerca vera) abbia mollato tutto e si sia ridotto ad accettare un posto fisso statale come insegnante, e per di più imbarcandosi sulla zattera del potenziamento?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8537
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 7:11 pm

mac67 ha scritto:
Ire ha scritto:
Partivo da quello che diceva masaniello che a sentir lui va in classe a parlare di cosa pensa lui sui negri che arrivano in italia  

e quello che pensa lui sfiora il codice penale

Le iniziative che si fanno nelle scuole sono (o, lo so, dovrebbero essere) iniziative autorizzate non autonome del docente e questo sposta le cose.

Se non ti va di far sperimentare momenti di socializzazione,  se non ti va la sorveglianza sui minori forse hai sbagliato grado di scuola:  l'ambito universitario sarebbe privo di questi aspetti

La socializzazione e la civile convivenza sono cose che fanno parte della scuola per i minorenni, così come la sorveglianza sulla loro sicurezza.

Allora sarebbe più corretto dire che Masaniello non dovrebbe andare a dire sciocchezze in classe. Lasciaci fuori dalla faccenda, grazie.


Ire, quindi tu sostieni che il compito principale dell'insegnante dovrebbe essere quello di sorvegliare gli alunni, di farli socializzare, e di obbedire a istruzioni identiche per tutti che arrivano dall'alto, senza potersi permettere una virgola di autonomia personale nell'organizzazione del proprio insegnamento?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9789
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 7:14 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Ire ha scritto:
Partivo da quello che diceva masaniello che a sentir lui va in classe a parlare di cosa pensa lui sui negri che arrivano in italia  

e quello che pensa lui sfiora il codice penale

Le iniziative che si fanno nelle scuole sono (o, lo so, dovrebbero essere) iniziative autorizzate non autonome del docente e questo sposta le cose.

Se non ti va di far sperimentare momenti di socializzazione,  se non ti va la sorveglianza sui minori forse hai sbagliato grado di scuola:  l'ambito universitario sarebbe privo di questi aspetti

La socializzazione e la civile convivenza sono cose che fanno parte della scuola per i minorenni, così come la sorveglianza sulla loro sicurezza.

Allora sarebbe più corretto dire che Masaniello non dovrebbe andare a dire sciocchezze in classe. Lasciaci fuori dalla faccenda, grazie.


Ire, quindi tu sostieni che il compito principale dell'insegnante dovrebbe essere quello di sorvegliare gli alunni, di farli socializzare, e di obbedire a istruzioni identiche per tutti che arrivano dall'alto, senza potersi permettere una virgola di autonomia personale nell'organizzazione del proprio insegnamento?


No
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 7:20 pm

avidodinformazioni ha scritto:
enricat ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
enricat ha scritto:
Mi scuso con Dec per aver insinuato una connivenza dei moderatori con le affermazioni di Masanielli e co., ma continuo a pensare che siano state scritte cose gravissime, come continuo a pensare che sia altrettanto grave confondere discrminazione con libertà di pensiero.
Masaniello non ha espresso pensieri non allineati ( che tra l'altro sono alineatissimi con il razzista medio) ma ha ripetutamente dato prove di razzismo e sessismo.
Il razzismo non è un'opinione legittima, è razzismo. È censura bloccare Masaniello? No, non lo è. Affermazioni come le sue circolano anche troppo, devono trovare spazio anche in un forum di insegnanti? Il razzismo deve trovare spazio qui sotto le mentite spoglie di libera opinione?



Concordo e pur comprendendo la tua posizione, Dec,  rimango anche io abbastanza sgomenta dal fatto che si accettino post con contenuti contrari ai Principi del nostro Stato.

Non potendo fare nulla nei confronti di un docente che porta sicuramente in classe la sua misogenia, la sua xenofobia, il suo disprezzo verso i giovani,  almeno che si eviti di dargli spazio per insultare chiunque a destra e a manca
Attenta che qualche decennio fa nello statuto albertino tra i principi fondamentali c'era che la donna era inferiore e non meritava di votare; avresti impedito ai docenti di allora di spendersi in favore delle donne ?

La democrazia ha un prezzo, la libertà pure; le vuoi ? Paga !

Ma volete capirlo che libertà d'espressione non significa libertà di dire qualsiasi cosa??? No, non posso dire in un forum pubblico che gli immigrati, i neri, i musulmani... son tutti criminali ruba lavoro che fanno la bella vita in Italia. Primo perchè non è vero, crepano in mare o nei cie e quelli che sopravvivono la bella vita non la fanno proprio, purtroppo. Secondo perchè è razzista. Libertà di opinione e dire cose razziste son due cose diverse. Se dici cose razziste sei razzista. Punto. E il razzismo qui non dovrebbe esserci.
Sbagliato, il razzismo qui dovrebbe essere (ed è) posizione di nicchia; la democrazia, la libertà, la deontologia professionale si palesano quando ad un razzista si contrappongono 3 o 4 antirazzisti (ripeto, in questo caso la parola giusta è xenofobo).

Qui è così.

come non ha detto Voltaire: http://aforismi.meglio.it/aforisma.htm?id=2645

Certo che non l'ha detto Voltaire. e sai perchè non ha detto quella frase? Perchè èuna stronzata.
Se non volete essere più definiti razzisti, smettete di esserlo. Studiate, informatevi, curatevi, passate più tempo con persone diverse invece che su questo forum, ad esempio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3148
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 8:19 pm

Ah guarda,se vuoi continuare a definirmi razzista sessista omofobo aracnofobo e compagnia bella..prosegui.
Mi è indifferente.
Per paniscus .i motivi per cui ho lasciato l industria li ho già esposti. Non ero un brillante ricercatore comunque . Preferivo di gran lunga lavorare in officina o nei capannoni manutenzione.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 8:24 pm

sconcertato_1 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Ricercatori statali=rifugium peccatorum.

Ma è possibile che OGNI santa volta che provi a usare una parola in una qualsiasi lingua straniera, sia moderna che estinta, non ne becchi mai una?

Se i termini difficili non li sai, non li usare, e ti risparmi una figuraccia in più, no?

Stavolta non è il caso di dire che è colpa del correttore automatico del cellulare, perché "rifugium" non esiste, né in italiano, né in latino, né (che io sappia) in altre lingue note...

Che noia, tutte pronte a fare le maestrine in questo forum.

per fortuna ogni tanto si vede qualcuno RAGIONEVOLE...

"chi è senza peccato scagli la prima pietra"... il problema è che spesso scaglia la prima pietra proprio chi di peccati ne ha TANTI (altri) tra cui quello di NON capire quello che l' altra persona vuole dire e, quindi, di criticare ciò che l' altro NON sta affatto dicendo.

io ho promesso a Dec di non reagire e lo faccio al contrario di altri che se ne fregano di quello che Dec dice di fare e non fare
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8537
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 8:29 pm

rita 76 ha scritto:
io ho promesso a Dec di non reagire e lo faccio al contrario di altri che se ne fregano di quello che Dec dice di fare e non fare

Ah, certo, come quei mostri cattivoni immorali e delinquenti che se ne fregano di quello che ordina il preside.

Vedo che la saga continua.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3148
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 8:31 pm

Riusciamo ad essere servili anche sui forum?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Gio Mar 09, 2017 8:42 pm

Ire ha scritto:
Masaniello e quelli come lui.

Mi piacerebbe tanto che fosse il solo ma ...............

E' chiaro che quello che siete lo mettete nel modo di insegnare  ma è la solo cosa che potete fare:
insegnare a modo vostro.  Non insegnare quello che pare a voi.

Approfitto per fare chiarezza sul tema e fornire qualche contenuto; la libertà di insegnamento non può naturalmente consentire di fare apologie di reato ma da nessuna parte è scritto che il docente non possa esprimere pareri su una determinata tematica; sarebbe il colmo se io, docente di Storia, presentassi i fatti pretendendo di restituire la piena oggettività; tale oggettività del fatto storico non esiste in sè, essendoci in questa materia una componente fortemente personale di chi scrive la storia (basta pensare alla scarsità di fonti sulla guerra del peloponneso).
Così come non esiste oggettività nel fatto storico non esiste l'oggettività nella didattica della Storia: l'insegnante quando espone i fatti, fornisce sempre la propria opinione in modo diretto o indiretto, anche solo nella scelta di alcuni argomenti a discapito di altri (scegliere di dedicare 4 ore alla Rivoluzione Francese a discapito delle guerre di Successione è già un'interpretazione latente del fatto storico).
Naturalmente tutto ciò vale anche per l'attualità: se io nelle ultime lezioni trattassi dell'immigrazione avrei il pieno diritto di mostrare ogni singolo aspetto del problema fornendo eventualmente la mia interpretazione dei fatti legata alla decisione della valorizzazione di parte delle fonti.


Ultima modifica di precario_acciaio. il Ven Mar 10, 2017 5:32 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Ven Mar 10, 2017 5:14 am

Ire ha scritto:
Masaniello e quelli come lui.

Mi piacerebbe tanto che fosse il solo ma ...............

E' chiaro che quello che siete lo mettete nel modo di insegnare  ma è la solo cosa che potete fare:
insegnare a modo vostro.  Non insegnare quello che pare a voi.

ti dico solo una cosa: tu sei un genitore e non puoi minimamente immaginare quello che significa insegnare e questo lo dico in generale oltre al fatto che uno può essere benissimo criticato sul forum ed essere apprezzato a scuola come il contrario.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57231
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Ven Mar 10, 2017 12:09 pm

Ire ha scritto:
Avido nessun docente può in classe esprimere le proprie idee. Può, all'interno di un progetto, far lavorare i ragazzi su alcune questioni,  può portare avanti un progetto preventivamente presentato in collegio o in consiglio di istituto che lo deve approvare affinchè sia trattato in modo condiviso da tutti e in linea con le leggi dello stato

Ma un docente non può andare in classe a dire che....
perchè gli alunni non sono lì per ascoltare quello
perchè potrebbero aver voglia di indirizzargli quel vaffà ma nella scuola non lo possono fare
perchè potrebbero indignarsi ed aver voglia di andarsene e non potrebbero farlo

Ci si esprime in libertà dove gli altri possono decidere in libertà di fermare ad ascoltarti o di non farlo ed andarsene.  A scuola questo non succede.  Quindi non ci si esprime in libertà su argomenti non attinenti la materia

Veramente sono proprio loro che ti chiedono ossessivamente come la pensi su determinati argomenti di attualità e con implicazioni politiche. E noi cerchiamo (quasi tutti) di svicolare, di parlare in modo generico (cosa non sempre facile), per evitare di offendere qualcuno o di avere problemi con qualche genitore o con il Ds. L'idea del professore che va in cattedra non per insegnare la propria materia ma per propagandare le proprie idee politiche, a parte casi isolati, è del tutto anacronistica e fuori della realtà.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8537
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Ven Mar 10, 2017 1:39 pm

Oltretutto, mi chiedo come sia materialmente possibile parlare in maniera efficace di qualsiasi argomento attinente al programma, che si conosce bene, che si è studiato e su cui si è riflettuto seriamente nel corso della propria vita, cancellando completamente qualsiasi influenza della propria rielaborazione personale, e non lasciando trasparire nessuna traccia del proprio pensiero.

Questo implicherebbe due cose:

- che l'insegnante debba essere una sorta di robot del tutto privo di inclinazioni individuali e che si limita a eseguire istruzioni automatiche che gli arrivano dall'alto (salvo poi che le stesse persone che pretendono questo, poi alla prima occasione sono anche pronte a pretendere dall'insegnante doti straodrinarie di sensibilità personale e di empatia sentimentale);

- e soprattutto, che di qualsiasi fatto che viene studiato, e di qualsiasi informazione o contenuto disciplinare che viene trasmesso, esista un'unica interpretazione accettabile che è la verità assoluta, e l'insegnante deve attenersi a quella, mentre tutto il resto sono solo "opinioni personali" e quindi devono essere bandite come la peste perchè rischiano di "influenzare" gli studenti (alla faccia dell'insegnare il senso critico e l'autonomia di pensiero).

Entrambe le tesi mi sembrano mostruose.

E contrariamente a quello che si pensa, la controversia non è limitata alla storia, alla filosofia e alle materie umanistiche (perché la gente impazzisce solo quando "c'è di mezzo la politica", o "c'è di mezzo la religione", tutta roba considerata appannaggio esclusivo delle materie umanistiche), ma può benissimo venire fuori anche durante una lezione di fisica o di chimica. Se mi chiedono cosa penso dell'omeopatia, dell'astrologia, o dell'agricoltura steineriana, non devo dirlo, perché potrei urtare la sensibilità di qualcuno, o essere accusata di volerlo condizionare? Ma siamo seri...
Tornare in alto Andare in basso
Online
geo&geo



Messaggi : 1088
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Ven Mar 10, 2017 1:55 pm

Non c'è solo la politica, la scienza o la religione, a volte c'è una miscela esplosiva di tutte e tre le cose... Per dire, c'era qualcunoinvisita che in classe parlava degli ufi.
Si potrebbe dire: il tuo diritto alla libertà di insegnamento finisce dove comincia il diritto all'apprendimento degli studenti...
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Ven Mar 10, 2017 2:25 pm

Ma naturalmente l'insegnamento non è neutro. Non potrebbe esserlo.

Questo però non significa che parlando di immigrazione posso dire in classe " prima gli italiani", perchè questo è razzismo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8537
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Ven Mar 10, 2017 2:39 pm

Basterebbe stabilire un minimo ragionevole di limitazione, nel senso che sia inaccettabile insegnare cose palesemente dimostrate false. Tipo, se un insegnante di storia insegna che lo sterminio degli ebrei non è mai avvenuto (quando invece ci sono prove schiaccianti che la cosa sia vera), non è accettabile, ma non perché "offende la sensibilità degli ebrei" o perché "va contro i valori democratici", bensì perché dice il falso. Allo stesso modo, se un insegnante di scienze dice che l'evoluzione biologica non è mai avvenuta, o che la Terra è piatta, non è accettabile, ma esattamente per lo stesso motivo di prima, ossia che dice q*zzate, non perché "tocca temi sensibili che potrebbero offendere la sensibilità di qualcuno o potrebbero interferire nelle scelte educative personali delle famiglie"...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3148
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Ven Mar 10, 2017 2:49 pm

Belle parole.
Peccato che nel mio caso porto dei dati.
I dati non sono razzisti. I dati non sono di prdestra e sinistra.
La domanda sulla capacità massima di accoglienza della minuscola penisola italiana se li pongono in tanti,anche a livello europeo.
Non sono ideologie. Sono imminente da gestire
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3482
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Ven Mar 10, 2017 3:40 pm

ma quali dati??? Il numero di articoli a tesi letti???
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9789
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Sab Mar 11, 2017 11:49 am

Dec ha scritto:
Ire ha scritto:
Avido nessun docente può in classe esprimere le proprie idee. Può, all'interno di un progetto, far lavorare i ragazzi su alcune questioni,  può portare avanti un progetto preventivamente presentato in collegio o in consiglio di istituto che lo deve approvare affinchè sia trattato in modo condiviso da tutti e in linea con le leggi dello stato

Ma un docente non può andare in classe a dire che....
perchè gli alunni non sono lì per ascoltare quello
perchè potrebbero aver voglia di indirizzargli quel vaffà ma nella scuola non lo possono fare
perchè potrebbero indignarsi ed aver voglia di andarsene e non potrebbero farlo

Ci si esprime in libertà dove gli altri possono decidere in libertà di fermare ad ascoltarti o di non farlo ed andarsene.  A scuola questo non succede.  Quindi non ci si esprime in libertà su argomenti non attinenti la materia

Veramente sono proprio loro che ti chiedono ossessivamente come la pensi su determinati argomenti di attualità e con implicazioni politiche. E noi cerchiamo (quasi tutti) di svicolare, di parlare in modo generico (cosa non sempre facile), per evitare di offendere qualcuno o di avere problemi con qualche genitore o con il Ds. L'idea del professore che va in cattedra non per insegnare la propria materia ma per propagandare le proprie idee politiche, a parte casi isolati, è del tutto anacronistica e fuori della realtà.

Comprendo.

Ma come la risolviamo con quei "quasi"?

Che fanno danni. Che per il luogo e la figura che rappresentano danno una sorta di "ufficialità" alle farneticazioni più disparate e, sentiamo, addirittura in contrasto con i Principi
della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani? Non è inaccettabile che ciò avvenga nella Scuola Pubblica?

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Masaniello



Messaggi : 3148
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Sab Mar 11, 2017 1:58 pm

Irene, sei dura di comprendonio.
La cosa mi dispiace.
Purtroppo quelle che chiami farneticazioni sono la realtà. Comunque insisti. .mi ricordi quei bambini che beccati con la mano nla marmellata negano sempre e comunque.
Dai, l infanzia è finita. Faresti figura migliore tacere. L abbiamo capito che chi non la pensa come te è un razzista nazista omofobo, claustrofobo, aracnofobo. Bene
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Sab Mar 11, 2017 6:44 pm

Ire ha scritto:

Comprendo.

Ma come la risolviamo con quei "quasi"?

Che fanno danni.  Che per il luogo e la figura che rappresentano danno una sorta di "ufficialità" alle farneticazioni più disparate e, sentiamo, addirittura in contrasto con i Principi
della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani?    Non è inaccettabile che ciò avvenga nella Scuola Pubblica?    


Avevo al liceo un prof comunista sovietico ortodosso. E' stato sicuramente la migliore arma di propaganda ... dell'occidente. Se qualcuno aveva dubbi, dopo avere sentito lui non ne aveva più: meglio dove eravamo che dove lui sperava di essere.

Tutto dipende da come ci si pone. E dubito che Masaniello sfoggi in classe doti oratorie e argomentazioni migliori di quelle che usa qui.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Sab Mar 11, 2017 6:54 pm

mac67 ha scritto:
Ire ha scritto:

Comprendo.

Ma come la risolviamo con quei "quasi"?

Che fanno danni.  Che per il luogo e la figura che rappresentano danno una sorta di "ufficialità" alle farneticazioni più disparate e, sentiamo, addirittura in contrasto con i Principi
della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani?    Non è inaccettabile che ciò avvenga nella Scuola Pubblica?    


Avevo al liceo un prof comunista sovietico ortodosso. E' stato sicuramente la migliore arma di propaganda ... dell'occidente. Se qualcuno aveva dubbi, dopo avere sentito lui non ne aveva più: meglio dove eravamo che dove lui sperava di essere.

Tutto dipende da come ci si pone. E dubito che Masaniello sfoggi in classe doti oratorie e argomentazioni migliori di quelle che usa qui.
Papa Ratzinger stendardo dell'ateismo; purtroppo è arrivato quest'altro ....
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57231
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Fedili e stem    Dom Mar 12, 2017 1:43 am

Ire ha scritto:
Dec ha scritto:
Ire ha scritto:
Avido nessun docente può in classe esprimere le proprie idee. Può, all'interno di un progetto, far lavorare i ragazzi su alcune questioni,  può portare avanti un progetto preventivamente presentato in collegio o in consiglio di istituto che lo deve approvare affinchè sia trattato in modo condiviso da tutti e in linea con le leggi dello stato

Ma un docente non può andare in classe a dire che....
perchè gli alunni non sono lì per ascoltare quello
perchè potrebbero aver voglia di indirizzargli quel vaffà ma nella scuola non lo possono fare
perchè potrebbero indignarsi ed aver voglia di andarsene e non potrebbero farlo

Ci si esprime in libertà dove gli altri possono decidere in libertà di fermare ad ascoltarti o di non farlo ed andarsene.  A scuola questo non succede.  Quindi non ci si esprime in libertà su argomenti non attinenti la materia

Veramente sono proprio loro che ti chiedono ossessivamente come la pensi su determinati argomenti di attualità e con implicazioni politiche. E noi cerchiamo (quasi tutti) di svicolare, di parlare in modo generico (cosa non sempre facile), per evitare di offendere qualcuno o di avere problemi con qualche genitore o con il Ds. L'idea del professore che va in cattedra non per insegnare la propria materia ma per propagandare le proprie idee politiche, a parte casi isolati, è del tutto anacronistica e fuori della realtà.

Comprendo.

Ma come la risolviamo con quei "quasi"?

Che fanno danni.  Che per il luogo e la figura che rappresentano danno una sorta di "ufficialità" alle farneticazioni più disparate e, sentiamo, addirittura in contrasto con i Principi
della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani?    Non è inaccettabile che ciò avvenga nella Scuola Pubblica?    


Certo che è inaccettabile. Per questi casi esistono i provvedimenti disciplinari. Però non credo che i ragazzi siano così manipolabili e così ingenui come tu li dipingi. Intanto per un insegnante che magari dice queste cose ce ne sono probabilmente altri nove che dicono l'esatto contrario e loro saranno in grado di decidere a chi credere e di formarsi una propria opinione personale. Poi ci sono le famiglie che inevitabilmente hanno un potere di condizionamento molto maggiore e che quindi possono fare molti più danni di un singolo insegnante (che al massimo potrà insegnare male o non insegnare affatto la sua materia - e questo è certamente grave - ma ben difficilmente può plagiare qualcuno). Per quanto riguarda la scuola, mi fanno molta più paura le scuole in cui tutti gli insegnanti hanno le stesse idee perché vengono selezionati proprio in base a queste idee (quella che viene definita eufemisticamente condivisione di una scelta educativa) e verrebbero subito licenziati se osassero dire qualcosa di diverso e guarda caso sono le stesse idee della famiglia che ha scelto quella scuola proprio per questo motivo: in questi casi davvero il bambino fino ad una certa età rischia di non sentire mai un'altra campana e di essere condizionato nella sua formazione. La scuola statale ha tanti difetti, ma non questo, almeno finché i dirigenti non avranno davvero la possibilità di scegliersi i docenti a propria immagine e somiglianza, come vorrebbe la legge 107.
Tornare in alto Andare in basso
 
Fedili e stem
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: