Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 5:11 pm

http://www.orizzontescuola.it/i-giovani-e-la-lettura-gesu-non-aveva-amici-e-nemmeno-una-famiglia-nocchetti-ribellatevi-alla-filosofia-del-mi-piacenon-mi-piace/

"si propone l’obiettivo di far riflettere sull’ipocrisia che circonda due valori da sempre considerati fondamentali nella nostra cultura , l’amicizia e la famiglia"

"In una società come la nostra , in cui sempre meno giovani decidono di sposarsi e crearsi una famiglia, non pensa che la lettura del suo libro possa ancor di più scoraggiarci dall’intraprendere un passo del genere?”. Immediata la risposta : “ Tra i tanti meriti del mio testo , annovererò anche questo, allora !"


Dunque mi sembra di capire che il bollino di garanzia di qualità che può imprimere un CD non ha poi tutto questo valore.
Famiglia ed amici sono fatti umani e quindi imperfetti, criticabili ed a volte dannosi, ma anche non famiglia e non amici sono fatti umani ugualmente critici; non è onesto confrontare una famiglia di merda con una buona coppia di single, si paragonino una buona famiglia con una buona coppia di single o una famiglia di merda con due single di merda !

Sminuire l'importanza di amici e famiglia davanti ad una platea di giovani secondo me è criminale.

Non tutti i cibi fanno male; meglio digiunare ? Ci sono docenti indecenti; chiudiamo le scuole ? Mein kampf era un libro; al rogo tutti i libri ?

Secondo me la scuola ed i collegi docenti dovrebbero aiutare i ragazzi a responsabilizzarsi, ed a mettere su famiglie sane e durevoli; dovrebbero aiutarli a stringere amicizie solidali; dovrebbero spiegare che i bimbi necessitano di una pluralità di figure di riferimento autorevoli, stabili e disponibili, e che quindi una buona famiglia sarà sempre meglio di due buoni single o peggio di un buon single.

Che dire, ho apprezzato solo questa frase:

"Nocchetti , il quale ha lamentato come la società di Internet abbia disabituato i giovani alla lettura e , dando l’illusione di sommergerli in un mare di notizie , abbia, in realtà, sottratto loro il fondamentale diritto alla vera informazione"

Piuttosto che leggere simili libri molto meglio farsi un selfie con un treno sullo sfondo.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1108
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 5:36 pm

Un ATTO CRIMINALE.! Attaccare i valori della famiglia,dei figli,della amicizia davanti ad una platea di giovani è un atto criminale.
Sicuramente pagato da qualcuno per legittimare abomini e gravi violenze contro i bambini e l infanzia come quello che si è legittimato in questo giorno con l adozione da parte di due egoisti gay di due bambini, AI quali è privato per sempre di poter dire "mamma" a qualcuno.
Nulla di nuovo. L ennesimo aborto ideologico di questa società marcia, pervertita, decadente.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8872
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:11 pm

Quel collegio ha scelto di presentare quel libro.

Il pensiero espresso nel testo non viola le leggi, non incita alla violenza, non lede i diritti umani..

E' un pensiero. Condivisibile o meno.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
precario_acciaio.



Messaggi : 611
Data d'iscrizione : 26.08.16

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:19 pm

avidodinformazioni ha scritto:
http://www.orizzontescuola.it/i-giovani-e-la-lettura-gesu-non-aveva-amici-e-nemmeno-una-famiglia-nocchetti-ribellatevi-alla-filosofia-del-mi-piacenon-mi-piace/

"si propone l’obiettivo di far riflettere sull’ipocrisia che circonda due valori da sempre considerati fondamentali nella nostra cultura , l’amicizia e la famiglia"

"In una società come la nostra , in cui sempre meno giovani decidono di sposarsi e crearsi una famiglia, non pensa che la lettura del suo libro possa ancor di più scoraggiarci dall’intraprendere un passo del genere?”. Immediata la risposta : “ Tra i tanti meriti del mio testo , annovererò anche questo, allora !"


Dunque mi sembra di capire che il bollino di garanzia di qualità che può imprimere un CD non ha poi tutto questo valore.
Famiglia ed amici sono fatti umani e quindi imperfetti, criticabili ed a volte dannosi, ma anche non famiglia e non amici sono fatti umani ugualmente critici; non è onesto confrontare una famiglia di merda con una buona coppia di single, si paragonino una buona famiglia con una buona coppia di single o una famiglia di merda con due single di merda !

Sminuire l'importanza di amici e famiglia davanti ad una platea di giovani secondo me è criminale.

Non tutti i cibi fanno male; meglio digiunare ? Ci sono docenti indecenti; chiudiamo le scuole ? Mein kampf era un libro; al rogo tutti i libri ?

Secondo me la scuola ed i collegi docenti dovrebbero aiutare i ragazzi a responsabilizzarsi, ed a mettere su famiglie sane e durevoli; dovrebbero aiutarli a stringere amicizie solidali; dovrebbero spiegare che i bimbi necessitano di una pluralità di figure di riferimento autorevoli, stabili e disponibili, e che quindi una buona famiglia sarà sempre meglio di due buoni single o peggio di un buon single.

Che dire, ho apprezzato solo questa frase:

"Nocchetti , il quale ha lamentato come la società di Internet abbia disabituato i giovani alla lettura e , dando l’illusione di sommergerli in un mare di notizie , abbia, in realtà, sottratto loro il fondamentale diritto alla vera informazione"

Piuttosto che leggere simili libri molto meglio farsi un selfie con un treno sullo sfondo.

Forse ho raggiunto un livello di cinismo totale, ma quando ho letto quell'articolo ho pensato solamente: il solito modo per proporre una conferenza alternativa alle lezioni e per questo più interessante nell'ottica dell'utenza; probabilmente non è così però a volte mi sorge il dubbio che faccia sempre più notizia e colpisca di più un'ora di dialogo con un autore che 66 ore preparate in ore e ore di impegno; con questo non entro nel merito dell'intervento e non critico affatto il contenuto, che trovo anzi sotto certi versi stimolante.


Ultima modifica di precario_acciaio. il Sab Mar 11, 2017 6:22 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 735
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:20 pm

Allora, esaminiamo questi valori. L'amicizia dà la felicità? La mia risposta è NO, e vi spiego le mie ragioni. Far dipendere la felicità dagli amici (in genere dagli altri) significa dipendere emotivamente da loro, perché un altro deve avere la capacità di farmi star male se cambia atteggiamento nei miei confronti? Tanto più la tua serenità dipende da un altro tanto meno ti appartiene davvero. Far dipendere la felicità dagli altri è il più grave errore secondo me. Quindi per me l'importanza dell'amicizia è molto sopravvalutata, io sto benissimo da solo, anzi, mi sento infinitamente più libero. Tanti sono mentalmente schiavi delle loro amicizie e si lasciano influenzare in vari modi da esse. L'amico alla fine ti usa, per sentirsi bene lui, per avere vantaggi e favori, ma alla fine tu sei solo un mezzo, non un fine, c'è sempre un "SE" che rovina tutto ("Ti sono amico SE ricevo questo", ecc.), che brutta parola è il "SE". Tutto si riduce ad un rapporto di dare e avere, ma a me non piace.
I figli danno la felicità? Vale lo stesso discorso di prima, i figli costano fatica, sacrifici, che non sempre sono ripagati, molte cose non le puoi fare liberamente se devi badare ai figli e poi magari non ti sono nemmeno grati per ciò che hai fatto per loro, diventano grandi, vogliono essere liberi,oggi fanno un sacco di errori più di ieri e magari devi pure rimetterci di tasca tua se combinano guai!
Mi dispiace, ma io la vedo così, e siccome ritengo l'ipocrisia il peggior vizio ecco che lo dico senza veli di sorta.


Ultima modifica di Scuola70 il Sab Mar 11, 2017 6:22 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 2543
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:22 pm

Non ho capito la tua coerenza, Ire: per te un docente non può fare nessuna presa di posizione personale, in classe, specie se si tratta di posizioni che non condividi, mentre un collegio docenti può decidere di invitare un tale ad esprimere pubblicamente opinioni che nulla hanno di scolastico e decisamente opinabili?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:30 pm

Scuola70 ha scritto:
Allora, esaminiamo questi valori. L'amicizia dà la felicità? La mia risposta è NO, e vi spiego le mie ragioni. Far dipendere la felicità dagli amici (in genere dagli altri) significa dipendere emotivamente da loro, perché un altro deve avere la capacità di farmi star male se cambia atteggiamento nei miei confronti? Tanto più la tua serenità dipende da un altro tanto meno ti appartiene davvero. Far dipendere la felicità dagli altri è il più grave errore secondo me. Quindi per me l'importanza dell'amicizia è molto sopravvalutata, io sto benissimo da solo, anzi, mi sento infinitamente più libero. Tanti sono mentalmente schiavi delle loro amicizie e si lasciano influenzare in vari modi da esse. L'amico alla fine ti usa, per sentirsi bene lui, per avere vantaggi e favori, ma alla fine tu sei solo un mezzo, non un fine, c'è sempre un "SE" che rovina tutto ("Ti sono amico SE ricevo questo", ecc.), che brutta parola è il "SE". Tutto si riduce ad un rapporto di dare e avere, ma a me non piace.
I figli danno la felicità? Vale lo stesso discorso di prima, i figli costano fatica, sacrifici, che non sempre sono ripagati, molte cose non le puoi fare liberamente se devi badare ai figli e poi magari non ti sono nemmeno grati per ciò che hai fatto per loro, diventano grandi, vogliono essere liberi,oggi fanno un sacco di errori più di ieri e magari devi pure rimetterci di tasca tua se combinano guai!
Mi dispiace, ma io la vedo così, e siccome ritengo l'ipocrisia il peggior vizio ecco che lo dico senza veli di sorta.
I soldi non danno la felicità; la povertà sì ?

Attenzione, non ho chiesto se un povero può essere felice, lo so che può, ma la sua felicità è strettamente legata alla sua povertà ? Se avesse la sfiga di trovare per strada un milione di € dovrebbe seriamente prendere in considerazione l'idea di suicidarsi ?

Ed un ricco tristissimo, se fosse interamente derubato tornerebbe a sorridere ?

Amici e famiglia sono mediamente più appetibili del vivere soli e reietti, poi in alcuni casi amici e famiglia è meglio perderli che trovarli, ma in molti più casi è meglio perdere che trovare l'isolamento.

L'uomo è un animale sociale, la donna di più.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8872
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:32 pm

@ Ushikawa,Invitare un tale ad esprimere opinioni che non hanno nulla di scolastico è una scelta condivisa dal collegio nell'ambito dell'offerta formativa.

Non è un personaggio solo che all'interno e nella protezione della classe senza che ci sia motivo di farlo  dice quell'accidenti che gli pare senza che qualcuno possa impedirgli di andare oltre.

Non credo sarebbe possibile in un contesto aperto come questa presentazione del libro che qualcuno arrivasse ad insulti del tipo  

Citazione :
egoisti gay di due bambini, AI quali è privato per sempre di poter dire "mamma" a qualcuno.
Nulla di nuovo. L ennesimo aborto ideologico di questa società marcia, pervertita, decadente.

credo non sarebbe evitabile in una classe chiusa.

E fa una enorme differenza


Ultima modifica di Ire il Sab Mar 11, 2017 6:32 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:32 pm

Ire ha scritto:
Quel collegio ha scelto di presentare quel libro.

Il pensiero espresso nel testo non viola le leggi, non incita alla violenza, non lede i diritti umani..

E' un pensiero.  Condivisibile o meno.
Manderei più volentieri mio figlio in una scuola dove c'è un misogino xenofobo come Masaniello che in una scuola con quella mandria di docenti.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8872
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:33 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Quel collegio ha scelto di presentare quel libro.

Il pensiero espresso nel testo non viola le leggi, non incita alla violenza, non lede i diritti umani..

E' un pensiero.  Condivisibile o meno.
Manderei più volentieri mio figlio in una scuola dove c'è un misogino xenofobo come Masaniello che in una scuola con quella mandria di docenti.

Per me invece diritti umani e legalità sono inviolabili
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:38 pm

Ire ha scritto:
insulti del tipo  

Citazione :
egoisti gay di due bambini, AI quali è privato per sempre di poter dire "mamma" a qualcuno.
Nulla di nuovo. L ennesimo aborto ideologico di questa società marcia, pervertita, decadente.
Insulto ?

In quella frase non c'è scritto che i gay sono egoisti, quello sarebbe un insulto.

In quella frase c'è scritto (non chiaramente), che due gay che si procurano un bambino mostrano il proprio egoismo.

Ovviamente l'egoismo è presente in tutte le categorie antropologiche, si manifesta in mille modi, ed è lecito ritenere che due uomini (o due donne) che rubano la figura materna (o paterna) ad un bimbo, e lo facciano per la propria soddisfazione, manifestino egoismo.

Una società che consente questo può anche essere considerata marcia e decadente (pervertita no).
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8872
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:41 pm

gay e società pervertita non ti suona un po' come un insulto?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Scuola70



Messaggi : 735
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:41 pm

Beh, Avido, consentimi di pensarla diversamente e di dirti che, nel mio caso, il bisogno di avere amici non è per nulla forte, anzi, ti ripeto che la solitudine non mi spaventa affatto e non la ritengo un male, ma un'occasione per stare con me stesso, per dedicarmi a ciò che mi piace. Secondo me la migliore compagnia è quella di se stessi. Affermazioni come "L'uomo è..." lasciano per me il tempo che trovano, poiché ogni persona è differente dall'altra, e quindi non esiste nemmeno una natura umana universale. Sono fatto così, e ritengo che questo mio modo di essere mi rende più libero, perché non fa dipendere la mia felicità dagli altri, ma solo da me stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:47 pm

Ire ha scritto:
gay e società pervertita non ti suona un po' come un insulto?
gay è un sostantivo (credo); finocchi pederasti, invertiti, froci ecc ecc sono insulti.

Pervertita è un insulto rivolto alla società che non condivido (l'ho detto).
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:50 pm

Scuola70 ha scritto:
Beh, Avido, consentimi di pensarla diversamente e di dirti che, nel mio caso, il bisogno di avere amici non è per nulla forte, anzi, ti ripeto che la solitudine non mi spaventa affatto e non la ritengo un male, ma un'occasione per stare con me stesso, per dedicarmi a ciò che mi piace. Secondo me la migliore compagnia è quella di se stessi. Affermazioni come "L'uomo è..." lasciano per me il tempo che trovano, poiché ogni persona è differente dall'altra, e quindi non esiste nemmeno una natura umana universale. Sono fatto così, e ritengo che questo mio modo di essere mi rende più libero, perché non fa dipendere la mia felicità dagli altri, ma solo da me stesso.
Santo cielo, ci mancherebbe che non te lo consentissi !

Anch'io sono un po' orso, però ho qualche amico (grazie anche a mia moglie) e ne sono contento.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8872
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 6:55 pm

Avido, l'ho visto che hai detto che non condividi  e ci credo.

Masaniello però l'ha scritto e ha usato quel termine in associazione a gay.

Società pervertita dopo aver parlato di gay è un insulto alle persone omosessuali o è sostenere che la società è pervertita a causa dei gay  che significa la stessa cosa.

E' un insulto che a scuola non vorrei fosse trasmesso
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
chicca70



Messaggi : 1959
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:01 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
insulti del tipo  

Citazione :
egoisti gay di due bambini, AI quali è privato per sempre di poter dire "mamma" a qualcuno.
Nulla di nuovo. L ennesimo aborto ideologico di questa società marcia, pervertita, decadente.
Insulto ?

In quella frase non c'è scritto che i gay sono egoisti, quello sarebbe un insulto.

In quella frase c'è scritto (non chiaramente), che due gay che si procurano un bambino mostrano il proprio egoismo.

Ovviamente l'egoismo è presente in tutte le categorie antropologiche, si manifesta in mille modi, ed è lecito ritenere che due uomini (o due donne) che rubano la figura materna (o paterna) ad un bimbo, e lo facciano per la propria soddisfazione, manifestino egoismo.

Una società che consente questo può anche essere considerata marcia e decadente (pervertita no).

E una coppia eterosessuale ha figli per motivi puramente altruisti? Ho visto di tutto: amiche che hanno fatto figli per "incastrare un uomo" ne ho diverse; altre donne/uomini li fanno perché ormai è ora e la famiglia fa pressioni. I figli nati nel tentativo di rinsaldare un matrimonio non si contano. Quelli nati per caso,pure. Mio figlio è nato non perché io volessi il suo bene ma per mia gratificazione. Anche questo è egoismo, nè più nè meno di quello di una coppia di omosessuali.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1108
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:02 pm

Tra le perversioni sessualità, le enciclopedie riportano l , omosessualità.
I gay e le lesbiche sono pervertiti.termine neutro.
A me non dispiace giocherellare un po con i piedi delle donne ,che considero sensuali.
Una vena di perversione ce l ho pure io.SONO podofilo?
Tuttavia Madre Natura non ha previsto, in milioni di anni di evoluzione e per nessuna specie vivente non unicellulare ,che due individui dello stesso sesso si riproducano.
In particolare non è possibile che la penetrazione nell ano dia alla luce un figlio.
Di questo gay e lesbiche dovrebbero prenderne atto. Superare egoisticamente questo limite,ORDINANDO UN UTERO IN AFFITTO COME UN AEROPLANINO SU AMAZON È UNA TRATTA VERGOGNOSA,EGOISTICA,CRUDELE E DISGUSTOSA DI ESSERI UMANI, CONSIDERATI MERCE E BENI DI CONSUMO E SUI QUALI SI COMPIE UNA VIOLENZA PER TUTTA LA VITA.
l intervento di questo tipo di cui al post va nel senso di giustificare ogni abominio,tanto dei bambini chi se ne fotte, mica un embrione impiantato si lamenta...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8872
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:06 pm

Masaniello ha scritto:
Tra le perversioni sessualità, le enciclopedie riportano l , omosessualità.
I gay e le lesbiche sono pervertiti.termine neutro.
A me non dispiace giocherellare un po con i piedi delle donne ,che considero sensuali.
Una vena di perversione ce l ho pure io.SONO podofilo?
Tuttavia Madre Natura non ha previsto, in milioni di anni di evoluzione e per nessuna specie vivente non unicellulare ,che due individui dello stesso sesso si riproducano.
In particolare non è possibile che la penetrazione  nell ano dia alla luce un figlio.
Di questo gay e lesbiche dovrebbero prenderne atto. Superare egoisticamente questo limite,ORDINANDO UN UTERO IN AFFITTO COME UN AEROPLANINO SU AMAZON È UNA TRATTA VERGOGNOSA,EGOISTICA,CRUDELE E DISGUSTOSA DI ESSERI UMANI, CONSIDERATI MERCE E BENI DI CONSUMO E SUI QUALI SI COMPIE UNA VIOLENZA PER TUTTA LA VITA.
l intervento di questo tipo di cui al post va nel senso di giustificare ogni abominio,tanto dei bambini chi se ne fotte, mica un embrione impiantato si lamenta...

davvero Avido preferiresti questo?

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Masaniello



Messaggi : 1108
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:07 pm

Chicca 70 ,tuo figlio ti chiama mamma.
Questa è una cosa meravigliosa e preziosa,un rito e un bisogno di ogni bimbo da secoli,millenni forse.
Il bambino arrivato come pacco postale dalla America, n ato da madre surrogata e spedito dietro corrispettivo economico per l egoismo di una coppia gay non potrà mai chiamare nessuno mamma. Questa è una violenza incredibile.
Notavo come un atto di immensa crudeltà come questo è tollerato da ire ,la stessa che invece considera un brutto voto a scuola o una punizione un ingiustificabile violenza per gli alunni
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 1108
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:08 pm

Ah ecco.quindi ire considera la utero in affitto e l acquisto di bambini da madri surrogate una cosa normale. .ma non ti vergogni????????
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:10 pm

chicca70 ha scritto:
E una coppia eterosessuale ha figli per motivi puramente altruisti? Ho visto di tutto: amiche che hanno fatto figli per "incastrare un uomo" ne ho diverse; altre donne/uomini li fanno perché ormai è ora e la famiglia fa pressioni. I figli nati nel tentativo di rinsaldare un matrimonio non si contano. Quelli nati per caso,pure. Mio figlio è nato non perché io volessi il suo bene ma per mia gratificazione. Anche questo è egoismo, nè più nè meno di quello di una coppia di omosessuali.
Certo, infatti ho scritto che l'egoismo è trasversale in tutte le categorie antropologiche e si manifesta in mille modi diversi.

Una di queste, non la peggiore, è il mettere al mondo un figlio prevedendo che non avrà una mamma (o un papà).
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:13 pm

Ire ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Tra le perversioni sessualità, le enciclopedie riportano l , omosessualità.
I gay e le lesbiche sono pervertiti.termine neutro.
A me non dispiace giocherellare un po con i piedi delle donne ,che considero sensuali.
Una vena di perversione ce l ho pure io.SONO podofilo?
Tuttavia Madre Natura non ha previsto, in milioni di anni di evoluzione e per nessuna specie vivente non unicellulare ,che due individui dello stesso sesso si riproducano.
In particolare non è possibile che la penetrazione  nell ano dia alla luce un figlio.
Di questo gay e lesbiche dovrebbero prenderne atto. Superare egoisticamente questo limite,ORDINANDO UN UTERO IN AFFITTO COME UN AEROPLANINO SU AMAZON È UNA TRATTA VERGOGNOSA,EGOISTICA,CRUDELE E DISGUSTOSA DI ESSERI UMANI, CONSIDERATI MERCE E BENI DI CONSUMO E SUI QUALI SI COMPIE UNA VIOLENZA PER TUTTA LA VITA.
l intervento di questo tipo di cui al post va nel senso di giustificare ogni abominio,tanto dei bambini chi se ne fotte, mica un embrione impiantato si lamenta...

davvero Avido preferiresti questo?
Preferire è una parola grossa; come ho detto la quantità ha la sua importanza; considero più grave un intero CD che propaganda idee un po' bislacche che un singolo docente che propaganda idee molto bislacche; un singolo docente si combatte più facilmente.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 17197
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:16 pm

Masaniello ha scritto:
Ah ecco.quindi ire considera la utero in affitto e l acquisto di bambini da madri surrogate una cosa normale. .ma non ti vergogni????????
Se al bambino che esce dall'utero in affitto viene offerta una vita piena e se l'utero si è offerto volontariamente, non ci trovo nulla di male.

Certo preferisco l'adozione, ma sappiamo che adottare non è semplice.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1108
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti   Sab Mar 11, 2017 7:20 pm

E l opinione del bambino conta, o conta solo la volontà degli adulti che giocano a monopoli con gli embrioni? ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Con Ire si discuteva di libertà d'insegnamento, di orientamenti didattici e di Collegio dei Docenti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» dubbio sull' insegnamento di certe materie a scuola
» William Blake
» Il topic per i credenti.
» L'ateo in Italia: libertá dall'impulso religioso o dogmatismo di senso inverso?
» Contenuti e limiti della libertà di coscienza e religione

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: