Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Cedolino Gennaio
Oggi alle 1:02 am Da bread&butter

» Retorica lacrimosa...
Oggi alle 12:06 am Da Lenar_

» Legge 107 e smantellamento
Oggi alle 12:05 am Da bourbaki

» sostegno e spezzoni
Ieri alle 11:54 pm Da sempreconfusa1

» Previsione classi di concorso - province
Ieri alle 11:52 pm Da precario21

» Permessi per motivi di salute
Ieri alle 11:52 pm Da milla 2

» diploma itp seconda fascia
Ieri alle 11:52 pm Da AlbertoDelBasso

» Mobilità ogni 3 anni??????
Ieri alle 11:46 pm Da bourbaki

» Permesso non retribuito
Ieri alle 11:24 pm Da sempreconfusa1

Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sciopero del 17 Marzooooo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
bog



Messaggi : 1949
Data d'iscrizione : 26.02.15

MessaggioTitolo: Sciopero del 17 Marzooooo   Dom Mar 12, 2017 4:40 pm

Promemoria primo messaggio :

Le caxxate che hanno contribuito a rendere la classe docente un insieme di molluschi
Motivi assolutamente ingiustificabili per non partecipare agli scioperi:
• Non sciopero perché non è uno sciopero unitario
• Non sciopero perché a scuola mia non sciopera nessuno (Non sciopero perché nella mia scuola sarei solo io a scioperare)
• Non sciopero perché il venerdì entro a mezzogiorno
• Non sciopero perché lo sciopero ormai è superato
• Non sciopero per principio
• Non sciopero per non dare problemi alla scuola
• Non sciopero perché ho già partecipato a tanti scioperi e ho già dato
• È già tanto che ho partecipato allo sciopero del 5 maggio 2015
• Non sciopero perché ormai tanto la “buona scuola” è legge
• Non sciopero perché ormai sono di ruolo
• Non posso scioperare perché sono precaria/o
• Non sciopero perché tra poco andrò in pensione
• Non posso scioperare perché quel giorno ho fissato un compito in classe
• Non sciopero perché il preside si arrabbia
• Non sciopero perché quel giorno ci sarà il Collegio dei docenti
• Non sciopero perché quel giorno avrò una riunione di dipartimento
• Non sciopero perché tanto quel giorno ci sarà l’assemblea d’Istituto
• Non sciopero perché devo interrogare
• Non sciopero perché altrimenti non riesco a finire il programma
• Non sciopero perché non voglio regalare soldi allo Stato

Lo sciopero è l’unica arma che abbiamo!!!!
Se non scioperi non hai diritto di lamentarti!
Sciopero generale della scuola contro le 8 deleghe
e contro la L.107/2015!!!
Il 17 marzo è un dovere etico e civile scioperare e scendere in piazza a manifestare il nostro dissenso alle politiche scolastiche di risparmio e di destrutturazione della categoria dei docenti e alla distruzione delle attuali e future generazioni: non facciamoci rubare il futuro!
Il 17 marzo alle 9:30 tutti al MIUR – Viale Trastevere, Roma
SCIOPERO GENERALE DEL SINDACALISMO DI BASE
(militanti e combattenti a difesa della scuola pubblica)
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ushikawa

avatar

Messaggi : 3696
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 7:26 am

Lo sciopero del 17 marzo è stato un flop, con partecipazione inferiore del 3% su base nazionale e non superiore al 10-15% nelle grandi città.

Io ho partecipato; l'ho fatto principalmente per testimonianza, perché almeno si sappia che quel tal docente, che sarei io, insieme ad altri non è contento in questo caso delle deleghe alla legge 107, che peggiorerebbero ulteriormente la scuola in due comparti fondamentali (sostegno e infanzia).

Lasciatemi la libertà di spendere 80 euro per poter dire che io non sono d'accordo, per poter dire, in futuro, che io non ero d'accordo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 1:16 pm

Nemmeno io sono d'accordo, e lo dico adesso e lo dirò in futuro, ma non credo proprio che per "dimostrare di non essere d'accordo" sia obbligatorio pagare un pedaggio di 80 euro (che peraltro rimarranno proprio in tasca all'ente politico che si vuole contestare, facendogli quindi un favore in termini di risparmio e di taglio di risorse, e non certo creandogli un danno).

Scusa se insisto, ma quello che mi stona è proprio la concezione dello sciopero come qualcosa che serve solo per "far vedere che non si è d'accordo". Ripeto, in questo specifico frangente storico e politico, al governo NON FREGA NIENTE di contare chi è d'accordo e chi no, e quindi lo sciopero è del tutto inefficace ai fini delle rivendicazioni e delle conquiste effettive. Lo sciopero dovrebbe essere un'arma di pressione concreta verso la controparte, non un rituale simbolico che serve solo a gratificare la coscienza di chi lo fa.

Se poi c'è qualcuno che lo prende in questi termini, ossia per sentirsi "moralmente a posto" per aver dimostrato di essere così idealista da rinunciare a una giornata di stipendio solo per principio, senza nessun effetto concreto in contropartita, ok, può farlo. Ma allora tanto vale sostituirlo con rituali di rinuncia di stampo religioso (tipo la giornata di digiuno, il pellegrinaggio a piedi scalzi, o roba del genere) o altre forme di ascetismo personale. L'efficacia è la stessa.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20600
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 2:50 pm

ushikawa ha scritto:
Lo sciopero del 17 marzo è stato un flop, con partecipazione inferiore del 3% su base nazionale e non superiore al 10-15% nelle grandi città.

Io ho partecipato; l'ho fatto principalmente per testimonianza, perché almeno si sappia che quel tal docente, che sarei io, insieme ad altri non è contento in questo caso delle deleghe alla legge 107, che peggiorerebbero ulteriormente la scuola in due comparti fondamentali (sostegno e infanzia).

Lasciatemi la libertà di spendere 80 euro per poter dire che io non sono d'accordo, per poter dire, in futuro, che io non ero d'accordo.
Se io fossi al posto di Gentiloni direi: non si può mettere tutti d'accordo, se le deleghe incontrano il favore del 97% dei docenti italiani significa che sono delle buone deleghe; avanti così sulla strada delle riforme.

E se fossi Renzi chioserei #avanti così sulla strada delle riforme.

Penso che bisognerebbe proclamare solo gli scioperi per i quali si ha una ragionevole aspettativa di riuscita.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 3:09 pm

Citazione :
Penso che bisognerebbe proclamare solo gli scioperi per i quali si ha una ragionevole aspettativa di riuscita.


Per proclamare uno sciopero che abbia qualche aspettativa di riuscita, bisognerebbe prendere a modello qualche esempio di sciopero degli anni passati che abbia avuto davvero qualche forma di riuscita, e imitare le impostazioni di quello.

Mi indicheresti quale è stato, negli ultimi 30 anni, uno sciopero della scuola che ha avuto il sia pur minimo EFFETTO di riuscita?

Per "effetto di riuscita" non intendo una grande adesione numerica, ma proprio qualche effetto concreto vero, ossia l'essere riusciti a strappare qualche conquista effettiva in più nella contrattazione di lavoro, o nella modifica delle norme contro le quali si proetstava. 

Gli scioperi di massa del maggio 2015, che superò il 65% di adesioni, o dell'ottobre 2008 che si avvicinò al 60%, non valgono come esempi, perché appunto non hanno ottenuto NIENTE: le rivendicazioni non sono state ascoltate, e i piani del governo in carica sono ugualmente andati avanti come uno schiacciasassi, ignorando completamente l'esistenza dello sciopero.

Il fatto che uno sciopero riscuota un'adesione altissima, ma poi non ottenga niente lo stesso, non è un indizio di "riuscita", anzi è esattamente il contrario: anzi, gli scioperi considerati di "grande successo" solo perché li hanno fatti in tanti, ma che non hanno comunque ottenuto niente, sono proprio quelli che dimostrano maggiormente l'inefficacia dello sciopero, e non certo il contrario.

Forse l'ultimo in assoluto che ha ottenuto qualcosa è stato il blocco a oltranza degli scrutini a metà degli anni ottanta... ma appunto era PIU' di 30 anni fa, e immediatamente dopo la cosa fu pagata con una modifica della legge che imponeva drastiche limitazioni al diritto di sciopero, per assicurarsi che una cosa del genere (cioè, l'unica EFFICACE) non si ripetesse mai più.

Per cui, quali sarebbero gli scioperi "con ragionevole aspettativa di riuscita"?

Se esistono, giuro che li faccio tutti!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 3:13 pm

lo sciopero contro le 24 ore di Profumo?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20600
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 3:28 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Citazione :
Penso che bisognerebbe proclamare solo gli scioperi per i quali si ha una ragionevole aspettativa di riuscita.


Per proclamare uno sciopero che abbia qualche aspettativa di riuscita, bisognerebbe prendere a modello qualche esempio di sciopero degli anni passati che abbia avuto davvero qualche forma di riuscita, e imitare le impostazioni di quello.

Mi indicheresti quale è stato, negli ultimi 30 anni, uno sciopero della scuola che ha avuto il sia pur minimo EFFETTO di riuscita?

Per "effetto di riuscita" non intendo una grande adesione numerica, ma proprio qualche effetto concreto vero, ossia l'essere riusciti a strappare qualche conquista effettiva in più nella contrattazione di lavoro, o nella modifica delle norme contro le quali si proetstava. 
Lo sciopero riesce quando ha grande adesione, non quando ha effetto di modificare la volontà della controparte.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 3:37 pm

geo&geo ha scritto:
lo sciopero contro le 24 ore di Profumo?

... e infatti stai citando uno dei pochissimi casi in cui la protesta non consisteva affatto in uno SCIOPERO classico (cioè, ci si assenta dal lavoro per un solo giorno rinunciando alla giornata di stipendio, e poi ci si piange addosso perché non ci hanno ascoltato), ma in una significativa opera sistematica, durata parecchi mesi, di affossamento di attività "collaterali" della scuola (non obbligatorie ma date per scontate nella prassi) senza dover formalmente ricorrere allo sciopero.

Io ricordo che in quell'occasione un'alta percentuale di insegnanti, pur senza scioperare in modo classico, per un anno intero rifiutò di accollarsi gli incarichi di coordinatore, di funzione strumentale, di accompagnare le classi in gita, di tenere corsi di recupero fuori orario, e di fare qualsiasi cosa che non fosse obbligatoria per la singola persona. Mi ricordo un caso veramente  trionfale in cui si riuscì a portare all'esame una quinta senza che esistesse nessuno con la qualifica di "coordinatore", ma completando regolarmente tutti gli obblighi collegiali previsti, e senza che la classe ne ricevesse danni di alcun genere (e dimostrando quindi che il coordinatore non serve a nulla). 

Non mi sembra proprio la stessa strategia della "giornata di sciopero per far vedere quanti siamo".

E riflettiamo tristemente un attimo: oggi, a distanza di POCHISSIMI anni, quanti farebbero la stessa cosa?

Quanti accetterebbero il rischio di ritrovarsi in una scuola in cui nessuno, per tutto l'anno, vuole fare il tutor per l'alternanza scuola-lavoro, nessuno vuole fare il referente di istituto per i casi di dsa e bes, nessuno vuole fare sostituzioni occasionali, e nessuno vuole fare corsi di recupero?

E si tratta di quattro anni fa, non trenta.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 3:41 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Lo sciopero riesce quando ha grande adesione, non quando ha effetto di modificare la volontà della controparte.

Ah, giuro che questa mi giunge nuova: in base a che cosa quello sciopero è considerato "riuscito"? 

E' "riuscito" a fare che cosa, esattamente?

A lasciare nelle casse del ministero le quote di stipendio quotidiano di quattrocentomila dipendenti invece che di soli diecimila?

All'anima della grande vittoria ideale...

A me sembra esattamente il contrario:

ossia, se facciamo sciopero in quattro gatti e non veniamo ascoltati, ok, è irrilevante...

...ma se facciamo sciopero in quattrocentomila gatti e non veniamo ascoltati lo stesso, è proprio una prova concreta del nostro fallimento, e non certo della nostra riuscita.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 4:08 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
geo&geo ha scritto:
lo sciopero contro le 24 ore di Profumo?

... e infatti stai citando uno dei pochissimi casi in cui la protesta non consisteva affatto in uno SCIOPERO classico (cioè, ci si assenta dal lavoro per un solo giorno rinunciando alla giornata di stipendio, e poi ci si piange addosso perché non ci hanno ascoltato), ma in una significativa opera sistematica, durata parecchi mesi, di affossamento di attività "collaterali" della scuola (non obbligatorie ma date per scontate nella prassi) senza dover formalmente ricorrere allo sciopero.

(...)

E riflettiamo tristemente un attimo: oggi, a distanza di POCHISSIMI anni, quanti farebbero la stessa cosa?

Ci si muove compatti quando il problema è molto sentito.
Si potrebbe anche pensare che negli ultimi quattro anni non ci siano stati problemi ugualmente rilevanti.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20600
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 4:11 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Lo sciopero riesce quando ha grande adesione, non quando ha effetto di modificare la volontà della controparte.

Ah, giuro che questa mi giunge nuova: in base a che cosa quello sciopero è considerato "riuscito"? 

E' "riuscito" a fare che cosa, esattamente?

A lasciare nelle casse del ministero le quote di stipendio quotidiano di quattrocentomila dipendenti invece che di soli diecimila?

All'anima della grande vittoria ideale...

A me sembra esattamente il contrario:

ossia, se facciamo sciopero in quattro gatti e non veniamo ascoltati, ok, è irrilevante...

...ma se facciamo sciopero in quattrocentomila gatti e non veniamo ascoltati lo stesso, è proprio una prova concreta del nostro fallimento, e non certo della nostra riuscita.
Non ho parlato di vittoria, quello è il livello successivo; ho parlato di riuscita dello sciopero.

Tu confondi lo strumento di lotta detto sciopero con la lotta stessa.

Quando fai un toast se non lo bruci il toast è riuscito; ti ha tolto la fame ? Immagino di no, io ne mangio almeno 6 (se mangio solo quelli).

Qui parliamo di un toast bruciato, un toast che certifica la tua inettitudine a cucinare (non sa cucinare neanche un toast), ovvero uno sciopero in cui solo 4 gatti hanno mostrato contrarietà alle deleghe.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20600
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 4:21 pm

geo&geo ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
geo&geo ha scritto:
lo sciopero contro le 24 ore di Profumo?

... e infatti stai citando uno dei pochissimi casi in cui la protesta non consisteva affatto in uno SCIOPERO classico (cioè, ci si assenta dal lavoro per un solo giorno rinunciando alla giornata di stipendio, e poi ci si piange addosso perché non ci hanno ascoltato), ma in una significativa opera sistematica, durata parecchi mesi, di affossamento di attività "collaterali" della scuola (non obbligatorie ma date per scontate nella prassi) senza dover formalmente ricorrere allo sciopero.

(...)

E riflettiamo tristemente un attimo: oggi, a distanza di POCHISSIMI anni, quanti farebbero la stessa cosa?

Ci si muove compatti quando il problema è molto sentito.
Si potrebbe anche pensare che negli ultimi quattro anni non ci siano stati problemi ugualmente rilevanti.
Se andiamo al nocciolo della questione, le azioni del governo si muovono in due direzioni sostanziali:

la modifica delle modalità didattiche che hanno influenza sulla qualità dell'istruzione

la modifica dei diritti contrattuali che hanno influenza sulla vita dei docenti.

Una norma che istituisce l'alternanza scuola lavoro, anche fatta rubando ore alla didattica, una norma che modifica i criteri di ammissione all'esame di stato, e tutte le cose simili, ci disturberanno, certo, ma tutto sommato non valgono 80 €; sono gli studenti e le famiglie che se la prendono nel biiiip non noi, quindi perchè dovremmo scioperare noi ? Se si facesse uno sciopero generale di tutti i lavoratori io che sono padre e che diventerò nonno posso partecipare, se devo scioperare io solo perchè appartenente al comparto scuola francamente me ne sbatto.

Una norma che mi fa lavorare 24 ore invece danneggia solo me e solo io posso essere allettato dallo scioperare; tocca a me lottare, non certo agli altri.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 4:41 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Non ho parlato di vittoria, quello è il livello successivo; ho parlato di riuscita dello sciopero.

Tu confondi lo strumento di lotta detto sciopero con la lotta stessa.

E a che serve uno strumento di lotta se non ha nessuna efficacia nel contribuire alla lotta?

Se uno impiega tempo, energie, fatica e materiali comprati di tasca propria, per costruire artigianalmente uno strumento (che sia un'arma, una bicicletta, una zappa o un orologio) che al primo utilizzo si spacca e si rivela inutilizzabile... lo consideri uno strumento RIUSCITO?

Boh, giuro che non capisco.

A meno che l'interpretazione non sia proprio quella ipotizzavo io: ossia che la valutazione della cosiddetta "riuscita" dello strumento sia basata solo sull'autogratificazione psicologica di chi ci ha creduto, e non sulla sua efficacia.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Sab Mar 25, 2017 5:05 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Se andiamo al nocciolo della questione, le azioni del governo si muovono in due direzioni sostanziali:
la modifica delle modalità didattiche che hanno influenza sulla qualità dell'istruzione
la modifica dei diritti contrattuali che hanno influenza sulla vita dei docenti.

Una norma che istituisce l'alternanza scuola lavoro, anche fatta rubando ore alla didattica, una norma che modifica i criteri di ammissione all'esame di stato, e tutte le cose simili, ci disturberanno, certo, ma tutto sommato non valgono 80 €; sono gli studenti e le famiglie che se la prendono nel biiiip non noi, quindi perchè dovremmo scioperare noi ?

E invece qua si sta dicendo che si dovrebbe scioperare proprio per quello (pur sapendo che non si otterrà niente e che ci si rimetterà solo la giornata di stipendio), INVECE di adottare le tecniche di protesta alternative allo sciopero che hanno dimostrato di funzionare meglio e di costarci di meno, in una situazione in cui erano direttamente minacciati i diritti contrattuali.

Come si spiega?

Quando c'era da combattere contro l'aumento dell'orario di lavoro (quindi, interesse diretto dei docenti) si sono rivelate VINCENTI proprio le strategie diverse dallo sciopero, in cui non si perdevano giornate di stipendio, non ci si rimetteva niente, si continuava a lavorare tranquillamente come al solito (anzi, molto più rilassati perché non ci si sentiva in dovere di fare sforzi in più), e si poteva continuare la protesta a oltranza per parecchi mesi fino a che non ha funzionato abbastanza.

Com si spiega che adesso, in cui l'interesse diretto dei docenti è coinvolto ancora meno, nessuno suggerisca di fare una cosa del genere, e l'unica proposta che viene considerata accettabile è quella di fare lo sciopero di un giorno, facendosi togliere la giornata di stipendio, sapendo che non si otterrà niente, e rigorosamente in maniera tale che a partire dall'indomani non se lo ricoordi nessuno?

Non sarebbe molto più intelligente adottare la tecnica che ci costa meno e che ha funzionato di più?


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Dom Mar 26, 2017 11:40 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3696
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Dom Mar 26, 2017 8:17 am

Io sarei anche d'accordo sull'adottare tecniche di protesta alternative allo sciopero, però nella situazione attuale mi sembra poco realistico. Gli scioperi indetti dai sindacati non funzionano perché non sono unitari: ogni sigla si fa il proprio scioperetto e, sostanzialmente, i sindacati confederali boicottano quelli del sindacalismo di base e viceversa. Ne è un esempio lo sciopero dell'8 marzo, indetto dalle principali sigle su tematiche di genere e non su rivendicazioni scolastiche o contrattuali, ma indetto proprio per contrastare una potenziale unità ed impedire il successo dello sciopero contro le deleghe del 17 marzo, previsto da prima dello sciopero rosa.
Lo stesso avverrebbe per le iniziative di protesta alternative, dai flashmob al blocco delle attività extra (gite, progetti ecc.), se non c'è preventivamente un minimo di coordinamento tra le sigle. Una protesta del genere può funzionare solo se è unitaria e visibile, se giornali e telegiornali mainstream ne parlano. E per ottenere questi risultati occorre un coordinamento molto forte tra le varie iniziative, coordinamento che si fa di tutto per impedire.
Purtroppo da molti anni il sindacalismo di un tipo e dell'altro nei fatti non fa che avallare le scelte dei vari governi, il più delle volte scellerate, e non abbiamo una reale possibilità di sciopero perché grazie all'accordo tra governo e sindacati di diversi anni fa per legge non sono possibili forme di sciopero realmente efficaci, come il blocco degli scrutini.
Tornare in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1064
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Dom Mar 26, 2017 2:10 pm

Le modalità di protesta contro le 24 ore di profumo riuscirono anche perchè ebbero una sponda politica; vi ricordate cosa disse Bersani?

http://www.corriere.it/cronache/12_ottobre_21/scuola-bersani-protesta_3e5071e0-1b89-11e2-9e30-c7f8ca4c8ace.shtml

Purtroppo poi quel pd si trasformò a causa di un nuovo segretario democristiano della prov di Firenze che invece di "difendere" il suo elettorato tradizionale (la scuola votava da sempre a sinistra), preferì flirtare con i banchieri, il mondo della finanza, i Marchionne e gli industriali in generale... Ma questa è un'altra storia (purtroppo)
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Dom Mar 26, 2017 2:35 pm

Ok, ma se si parte dal presupposto che, per poter esercitare qualsiasi forma di protesta, bisogna prima chiedere il permesso a qualche politico, o accertarsi di avere qualche politico già a favore, allora è perfettamente inutile anche solo cominciare... e soprattutto è ancora più inutile fare lo scioperello di un giorno solo, che si sa già in partenza che non otterrà niente, e che ha esclusivamente fini di autogratificazione psicologica per chi lo fa.
Tornare in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1064
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Dom Mar 26, 2017 2:44 pm

È il contrario: prima una determinata categoria protesta, e poi il partito di riferimento di quella categoria interviene.
Lo "scioperello"di un giorno fallisce proprio perché è di un giorno: e se dallo sciopero del 5 Maggio noi docenti non fossimo rientrati a scuola fino a giugno bloccando/ritardando gli scrutini? Sicura che avrebbero continuato come se nulla fosse? Il problema siamo noi docenti, disposti a tutto per il quieto vivere (basta leggere certi interventi qui sul forum)... figurarsi a perdere un mese di stipendio!


Ultima modifica di Filosofo80 il Dom Mar 26, 2017 4:25 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 11258
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Dom Mar 26, 2017 2:58 pm

@Filosofo80, condivido in toto.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Dom Mar 26, 2017 4:25 pm

per filosofo: guarda che lo sciopero a oltranza per diverse settimane non si può fare, NON perché siamo noi ad essere vigliacchi e attaccati al quieto vivere, ma perché è stato reso illegale da parecchi anni (con la connivenza esplicita dei sindacati) e quindi nessun sindacato lo proclama più e nessun lavoratore può farlo, perché rischierebbe la denuncia penale, il carcere o comunque il licenziamento.

Se fosse possibile, io lo farei eccome, anche a costo di tirare la cinghia economicamente in maniera brutta, per qualche mese.

Non lo faccio perché non si può, NON perché non ho voglia io.

Come diceva quello.... si le cose nun le sai, SALLE!
Tornare in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1064
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: Sciopero del 17 Marzooooo   Dom Mar 26, 2017 5:46 pm

Quindi ci sarebbero un milione di docenti da arrestare? Ma per favore... logico che se lo fa una sparuta minoranza non ottiene nulla, ma se lo avessero fatto un milione di docenti? Sai come si dice? A brigante, brigante e mezzo!
Tornare in alto Andare in basso
 
Sciopero del 17 Marzooooo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: