Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 verifiche DSA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
puer2



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 05.11.14

MessaggioTitolo: verifiche DSA   Dom Mar 12, 2017 10:23 pm

Promemoria primo messaggio :

Tenendo in considerazione il PDP (quindi misure dispensative e compensative), se un docente ritiene che un DSA sia in grado di farla, può somministrargli la verifica identica a quella degli altri? Grazie
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 9280
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:26 am

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Se nel pdp c'è scritto verifiche ridotte, se con l'alunno avete valutato che si può provare a farle complete e se poi la cosa non funziona.................. non penalizzerai l'alunno per non aver completato la verifica ma valuterai la correttezza degli esercizi fatti.


Un piccolo promemoria:

che ce l'abbia fatta o meno la volta successiva si deve tenere in conto il pdp e anche ciò che hai stabilito con l'alunno.

E la volta ancora successiva ugualmente


Se ce la fa una volta non è detto che ce la faccia tutte le volte.  
"Ciò che hai stabilito con l'alunno" presuppone che l'alunno sia in grado di stabilire qualcosa, ovvero che sia grande, maturo, intelligente e determinato a sufficienza.

Se si vuole rispettare la necessità di riduzione delle verifiche non si dà una verifica ugualmente lunga per poi correggere fin dove arriva, perchè potrebbe arrivare a scrivere il nome e quello forse è giusto; bisogna decidere prima cosa modificare e poi si valuta tutto quello fa e che non fa nella verifica modificata.

Esempio chiarificatore: verifica standard 10 esercizi, ne fai 5 prendi 5; verifica taroccata con solo 8 esercizi, ne fai 4 prendi 5.

Con il tuo metodo dai la verifica da 10, fai 2 esercizi bene e prendi 10; col cazzo !

Perchè darle, quindi?

Nelle verifiche già ridotte in partenza anche se gli altri hanno 6 esercizi e il dsa 3, se i tre esercizi sono fatti bene, lo dai il 10 o no?

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 18467
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:30 am

Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Se nel pdp c'è scritto verifiche ridotte, se con l'alunno avete valutato che si può provare a farle complete e se poi la cosa non funziona.................. non penalizzerai l'alunno per non aver completato la verifica ma valuterai la correttezza degli esercizi fatti.


Un piccolo promemoria:

che ce l'abbia fatta o meno la volta successiva si deve tenere in conto il pdp e anche ciò che hai stabilito con l'alunno.

E la volta ancora successiva ugualmente


Se ce la fa una volta non è detto che ce la faccia tutte le volte.  
"Ciò che hai stabilito con l'alunno" presuppone che l'alunno sia in grado di stabilire qualcosa, ovvero che sia grande, maturo, intelligente e determinato a sufficienza.

Se si vuole rispettare la necessità di riduzione delle verifiche non si dà una verifica ugualmente lunga per poi correggere fin dove arriva, perchè potrebbe arrivare a scrivere il nome e quello forse è giusto; bisogna decidere prima cosa modificare e poi si valuta tutto quello fa e che non fa nella verifica modificata.

Esempio chiarificatore: verifica standard 10 esercizi, ne fai 5 prendi 5; verifica taroccata con solo 8 esercizi, ne fai 4 prendi 5.

Con il tuo metodo dai la verifica da 10, fai 2 esercizi bene e prendi 10; col cazzo !

Perchè darle, quindi?

Nelle verifiche già ridotte in partenza anche se gli altri hanno 6 esercizi e il dsa 3, se i tre esercizi sono fatti bene, lo dai il 10 o no?

sulla mia verifica da 8 esercizi (invece di 10) il DSA che ne fa 8 prende 10 e quello che ne fa 4 prende 5.

Non si può dare una verifica da 10 esercizi e poi lasciare all'alunno la libertà di arrivare dove vuole, altrimenti arriva a scrivere solo il nome.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9280
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:39 am

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Se nel pdp c'è scritto verifiche ridotte, se con l'alunno avete valutato che si può provare a farle complete e se poi la cosa non funziona.................. non penalizzerai l'alunno per non aver completato la verifica ma valuterai la correttezza degli esercizi fatti.


Un piccolo promemoria:

che ce l'abbia fatta o meno la volta successiva si deve tenere in conto il pdp e anche ciò che hai stabilito con l'alunno.

E la volta ancora successiva ugualmente


Se ce la fa una volta non è detto che ce la faccia tutte le volte.  
"Ciò che hai stabilito con l'alunno" presuppone che l'alunno sia in grado di stabilire qualcosa, ovvero che sia grande, maturo, intelligente e determinato a sufficienza.

Se si vuole rispettare la necessità di riduzione delle verifiche non si dà una verifica ugualmente lunga per poi correggere fin dove arriva, perchè potrebbe arrivare a scrivere il nome e quello forse è giusto; bisogna decidere prima cosa modificare e poi si valuta tutto quello fa e che non fa nella verifica modificata.

Esempio chiarificatore: verifica standard 10 esercizi, ne fai 5 prendi 5; verifica taroccata con solo 8 esercizi, ne fai 4 prendi 5.

Con il tuo metodo dai la verifica da 10, fai 2 esercizi bene e prendi 10; col cazzo !

l'alunno è in grado di decidere qualcosa.
Quanto meno è in grado di sapere che il docente lavora insieme a lui per raggiungere un obbiettivo, che le cose non arrivano a sorpresa ma che sono concordate.

Stabilire con l'alunno significa:  senti, ho visto che hai acquisito un buon metodo nella prossima verifica ti metto tutti gli esercizi, che ne dici?  se ti stanchi troppo fai solo i primi,
se ti trovi in difficoltà ti segnerò quelli sui quali devi concentrarti,  se però ti rimane tempo e riesci a farli tutti è un bel successone che ci fa capire che il lavoro che stiamo facendo è quello giusto per compensare le difficoltà

Non si tratta di voto, avido, si tratta di trovare il modo di superare i problemi.


Ultima modifica di Ire il Lun Mar 13, 2017 11:40 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 18467
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:39 am

Ire ha scritto:
Infatti sono rimasta basita e mi limito nel leggere che la normativa non prevede che ci si accordi con l'alunno
Con l'alunno si possono prendere accordi ma solo dopo averne sentito la necessità ed aver valutato che sia sensato farlo; non si può ritenere di essere costretti a prendere un accordo.

Una maestra no può sentirsi vincolata all'opinione di un bimbo di 7 anni ! Un professore non può sentirsi vincolato all'opinione di un alunno di 22 anni pluriripetente perchè non ha voglia di fare un cazzo, anche se è DSA la sua volontà non vale nulla.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 18467
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:42 am

OK, dialogo sì, ma in un mondo di docenti che vivono tutte le pratiche come fossero normativa da seguire, sia chiaro che dialogo, accordo e diritto di veto sono tre cose diverse; sì solo al dialogo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9280
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:44 am

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Se nel pdp c'è scritto verifiche ridotte, se con l'alunno avete valutato che si può provare a farle complete e se poi la cosa non funziona.................. non penalizzerai l'alunno per non aver completato la verifica ma valuterai la correttezza degli esercizi fatti.


Un piccolo promemoria:

che ce l'abbia fatta o meno la volta successiva si deve tenere in conto il pdp e anche ciò che hai stabilito con l'alunno.

E la volta ancora successiva ugualmente


Se ce la fa una volta non è detto che ce la faccia tutte le volte.  
"Ciò che hai stabilito con l'alunno" presuppone che l'alunno sia in grado di stabilire qualcosa, ovvero che sia grande, maturo, intelligente e determinato a sufficienza.

Se si vuole rispettare la necessità di riduzione delle verifiche non si dà una verifica ugualmente lunga per poi correggere fin dove arriva, perchè potrebbe arrivare a scrivere il nome e quello forse è giusto; bisogna decidere prima cosa modificare e poi si valuta tutto quello fa e che non fa nella verifica modificata.

Esempio chiarificatore: verifica standard 10 esercizi, ne fai 5 prendi 5; verifica taroccata con solo 8 esercizi, ne fai 4 prendi 5.

Con il tuo metodo dai la verifica da 10, fai 2 esercizi bene e prendi 10; col cazzo !

Perchè darle, quindi?

Nelle verifiche già ridotte in partenza anche se gli altri hanno 6 esercizi e il dsa 3, se i tre esercizi sono fatti bene, lo dai il 10 o no?

sulla mia verifica da 8 esercizi (invece di 10) il DSA che ne fa 8 prende 10 e quello che ne fa 4 prende 5.

Non si può dare una verifica da 10 esercizi e poi lasciare all'alunno la libertà di arrivare dove vuole, altrimenti arriva a scrivere solo il nome.


Arriverà a scrivere solo il nome come detto prima: se il lavoro è finalizzato al voto sicuramente sì

se il lavoro è finalizzato alla compensazione, alla fiducia in se stesso, alla consapevolezza che affrontando i problemi si può trovare la soluzione...
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75

avatar

Messaggi : 4654
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:44 am

Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Se nel pdp c'è scritto verifiche ridotte, se con l'alunno avete valutato che si può provare a farle complete e se poi la cosa non funziona.................. non penalizzerai l'alunno per non aver completato la verifica ma valuterai la correttezza degli esercizi fatti.


Un piccolo promemoria:

che ce l'abbia fatta o meno la volta successiva si deve tenere in conto il pdp e anche ciò che hai stabilito con l'alunno.

E la volta ancora successiva ugualmente


Se ce la fa una volta non è detto che ce la faccia tutte le volte.  
"Ciò che hai stabilito con l'alunno" presuppone che l'alunno sia in grado di stabilire qualcosa, ovvero che sia grande, maturo, intelligente e determinato a sufficienza.

Se si vuole rispettare la necessità di riduzione delle verifiche non si dà una verifica ugualmente lunga per poi correggere fin dove arriva, perchè potrebbe arrivare a scrivere il nome e quello forse è giusto; bisogna decidere prima cosa modificare e poi si valuta tutto quello fa e che non fa nella verifica modificata.

Esempio chiarificatore: verifica standard 10 esercizi, ne fai 5 prendi 5; verifica taroccata con solo 8 esercizi, ne fai 4 prendi 5.

Con il tuo metodo dai la verifica da 10, fai 2 esercizi bene e prendi 10; col cazzo !

Perchè darle, quindi?

Nelle verifiche già ridotte in partenza anche se gli altri hanno 6 esercizi e il dsa 3, se i tre esercizi sono fatti bene, lo dai il 10 o no?

ovviamente no! i tre esercizi sono per la sufficienza. potrà prendere sette. o pensi che un ragazzo che fa gli obiettivi minimi prenda dieci ad un compito dimezzato?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9280
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:46 am

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Infatti sono rimasta basita e mi limito nel leggere che la normativa non prevede che ci si accordi con l'alunno
Con l'alunno si possono prendere accordi ma solo dopo averne sentito la necessità ed aver valutato che sia sensato farlo; non si può ritenere di essere costretti a prendere un accordo.

Una maestra no può sentirsi vincolata all'opinione di un bimbo di 7 anni ! Un professore non può sentirsi vincolato all'opinione di un alunno di 22 anni pluriripetente perchè non ha voglia di fare un cazzo, anche se è DSA la sua volontà non vale nulla.


Se non si prendono accordi si rispetta il pdp
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75

avatar

Messaggi : 4654
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:48 am

Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Se nel pdp c'è scritto verifiche ridotte, se con l'alunno avete valutato che si può provare a farle complete e se poi la cosa non funziona.................. non penalizzerai l'alunno per non aver completato la verifica ma valuterai la correttezza degli esercizi fatti.


Un piccolo promemoria:

che ce l'abbia fatta o meno la volta successiva si deve tenere in conto il pdp e anche ciò che hai stabilito con l'alunno.

E la volta ancora successiva ugualmente


Se ce la fa una volta non è detto che ce la faccia tutte le volte.  
"Ciò che hai stabilito con l'alunno" presuppone che l'alunno sia in grado di stabilire qualcosa, ovvero che sia grande, maturo, intelligente e determinato a sufficienza.

Se si vuole rispettare la necessità di riduzione delle verifiche non si dà una verifica ugualmente lunga per poi correggere fin dove arriva, perchè potrebbe arrivare a scrivere il nome e quello forse è giusto; bisogna decidere prima cosa modificare e poi si valuta tutto quello fa e che non fa nella verifica modificata.

Esempio chiarificatore: verifica standard 10 esercizi, ne fai 5 prendi 5; verifica taroccata con solo 8 esercizi, ne fai 4 prendi 5.

Con il tuo metodo dai la verifica da 10, fai 2 esercizi bene e prendi 10; col cazzo !

Perchè darle, quindi?

Nelle verifiche già ridotte in partenza anche se gli altri hanno 6 esercizi e il dsa 3, se i tre esercizi sono fatti bene, lo dai il 10 o no?

sulla mia verifica da 8 esercizi (invece di 10) il DSA che ne fa 8 prende 10 e quello che ne fa 4 prende 5.

Non si può dare una verifica da 10 esercizi e poi lasciare all'alunno la libertà di arrivare dove vuole, altrimenti arriva a scrivere solo il nome.


Arriverà a scrivere solo il nome come detto prima:  se il lavoro è finalizzato al voto sicuramente sì

se il lavoro è finalizzato alla compensazione, alla fiducia in se stesso, alla consapevolezza che affrontando i problemi si può trovare la soluzione...
....allora farà bene il compito e prenderà un buon voto, se le cose le sa e le sa fare. come tutti gli altri.
Tornare in alto Andare in basso
Online
rita 76

avatar

Messaggi : 6025
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 11:54 am

avidodinformazioni ha scritto:
OK, dialogo sì, ma in un mondo di docenti che vivono tutte le pratiche come fossero normativa da seguire, sia chiaro che dialogo, accordo e diritto di veto sono tre cose diverse; sì solo al dialogo.

io ho semplicemente detto come interpreto la normativa visto che ognuno la interpreta a modo suo e mi riferisco al discorso o meno del sostegno (deduzione mia e non della DS che continuo a ritenere molto competente)

ovviamente, nella pratica, anch' io mi adatto allo studente (ed al suo PDP) che mi trovo davanti
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 18467
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 12:18 pm

carla75 ha scritto:
ovviamente no! i tre esercizi sono per la sufficienza. potrà prendere sette. o pensi che un ragazzo che fa gli obiettivi minimi prenda dieci ad un compito dimezzato?
Il compito non è dimezzato, è dimezzato il numero di esercizi.

Se ritieni che non si possa ridurre il numero di esercizi a lui fai fare due mezzi compiti in due giorni diversi.

Per i DSA gli obiettivi sono identici ai normodotati, gli obiettivi minimi riguardano i disabili.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8123
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 12:40 pm

Ire ha scritto:

Arriverà a scrivere solo il nome come detto prima:  se il lavoro è finalizzato al voto sicuramente sì

se il lavoro è finalizzato alla compensazione, alla fiducia in se stesso, alla consapevolezza che affrontando i problemi si può trovare la soluzione...


Ire, ti svelerò un segreto: la stragrande maggioranza degli studenti, sia quelli con dsa che quelli senza, studiano solo per il voto. O comunque studiano QUASI soltanto per il voto.

E non perchè siano cialtroni, lazzeroni o altre qualità negative, ma proprio perché fa parte della loro natura di adolescenti, che vivono la scuola solo come un automatismo che si deve accettare per obbligo, e non certo come una luminosa opportunità di sviluppo personale...

Poi ci sarà una componente individuale più o meno forte di curiosità, di ricerca della soddisfazione personale, di quello che ti pare, ma comunque è inevitabile che nella maggioranza dei casi l'unico obiettivo immediatamente comprensibile, e immediatamente perseguito, sia quello del voto.

Davvero non lo sapevi?
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4654
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 2:08 pm

avidodinformazioni ha scritto:
carla75 ha scritto:
ovviamente no! i tre esercizi sono per la sufficienza. potrà prendere sette. o pensi che un ragazzo che fa gli obiettivi minimi prenda dieci ad un compito dimezzato?
Il compito non è dimezzato, è dimezzato il numero di esercizi.

Se ritieni che non si possa ridurre il numero di esercizi a lui fai fare due mezzi compiti in due giorni diversi.

Per i DSA gli obiettivi sono identici ai normodotati, gli obiettivi minimi riguardano i disabili.
veramente la risposta era per Ire.
se ho un alunno dsa in classe ovviamente non metto metà esercizi sul compito. posso toglierne un paio su 10. quindi concordo con te. se ne tolgola metà vuol dire che sto accertando solo una parte degli obiettivi, ed e' quindi ovvio che non puo' essere un compito da 10. poichè ire afferma (non io) e non solo lei, che i dsa perseguono gli obiettivi minimi, metà compito dovrebbe attestarsi sulla sufficienza. fatto tutto bene sarà un sette, ma mai un 10
Tornare in alto Andare in basso
Online
carla75

avatar

Messaggi : 4654
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 2:19 pm

io invece noto un'altra difficoltà degli studenti con dsa in questi ultimi periodi. poichè si parte dal presupposto lo studente dsa debba:
- fare meno esercizi,
- non imparare a memoria le regole,
- usare tabelle, formulari e calcolatrice per ogni singolo passaggio,
- non copiare alla lavagna,
- fare esercizi meno complessi
- essere interrogato per ultimo e solo su singoli argomenti....

lo studente arriva al compito con furgone doblò di materiale, con due bachi occupati e, per ora che trova la formula che gli serve, la regola da applicare, la calcolatrice in mezzo al faldone di ustica, si perde completamente e consegna quasi in bianco il compito.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 18467
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 2:32 pm

carla75 ha scritto:
io invece noto un'altra difficoltà degli studenti con dsa in questi ultimi periodi. poichè si parte dal presupposto lo studente dsa debba:
- fare meno esercizi,
- non imparare a memoria le regole,
- usare tabelle, formulari e calcolatrice per ogni singolo passaggio,
- non copiare alla lavagna,
- fare esercizi meno complessi
- essere interrogato per ultimo e solo su singoli argomenti....

lo studente arriva al compito con furgone doblò di materiale, con due bachi occupati e, per ora che trova la formula che gli serve, la regola da applicare, la calcolatrice in mezzo al faldone di ustica, si perde completamente e consegna quasi in bianco il compito.  
possa se gli necessita.

Si spera che non gli servano tutte queste cose contemporaneamente.

Prendiamo ad esempio il "fare meno esercizi": se è lento ed affaticabile dovrà fare meno esercizi; imparerà lo stesso ? Ma nemmeno per sogno, tuttavia imporgli di fare gli stessi compiti che devono fare gli altri e che lui NON PUO' fare è un inutile accanimento.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8123
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 2:36 pm

Ok, ma se la conclusione inevitabile è che lui non possa fare tutti i compiti che possono fare gli altri perché proprio non ci arriva, vuol dire che il suo problema non è un dsa, ma un vero e proprio difetto cognitivo... si arriverà una buona volta all'onestà di riconoscerlo?????
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 18467
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 2:41 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ok, ma se la conclusione inevitabile è che lui non possa fare tutti i compiti che possono fare gli altri perché proprio non ci arriva, vuol dire che il suo problema non è un dsa, ma un vero e proprio difetto cognitivo... si arriverà una buona volta all'onestà di riconoscerlo?????
io parlavo di lentezza ed affaticamento, comunque il DSA è un problema cognitivo, una disabilità; lieve, circoscritta, non troppo invalidante, ma è disabilità; l'ho sempre sostenuto.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 6025
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : Casa mia

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 2:46 pm

carla75 ha scritto:
lo studente arriva al compito con furgone doblò di materiale, con due bachi occupati e, per ora che trova la formula che gli serve, la regola da applicare, la calcolatrice in mezzo al faldone di ustica, si perde completamente e consegna quasi in bianco il compito.

ovvio che questo modo non va bene... questo è un modo solo per dare la possibilità al ragazzo DSA di arrivare alla sufficienza ma è certamente il modo sbagliato...

io non capisco perchè, una volta che non si vedono i risultati in quanto questo non funziona, ci si ostini nel continuare in questa direzione...

da noi non esiste una cosa del genere
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 2918
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 2:49 pm

Ire ha scritto:


Arriverà a scrivere solo il nome come detto prima:  se il lavoro è finalizzato al voto sicuramente sì

se il lavoro è finalizzato alla compensazione, alla fiducia in se stesso, alla consapevolezza che affrontando i problemi si può trovare la soluzione...

Bisogna mettersi in testa che la finalità della legge 170 è il diritto allo studio, e quindi all'apprendimento, anche per gli alunni con disturbi specifici certificati, che potranno raggiungere gli stessi obiettivi didattici degli altri con qualche strumento compensativo e qualche piccola dispensa; tra le finalità della 170 invece non ci sono affatto cose come compensazione, fiducia in sé stesso, consapevolezza che affrontando i problemi ecc. ecc.

Queste sono sovrastrutture ideologiche al testo della legge che non aiutano né gli alunni, né i docenti ad aiutare gli alunni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ghirettina

avatar

Messaggi : 618
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Lun Mar 13, 2017 8:16 pm

Ci sono casi e casi. Il dsa certificato di questo ciclo ha grossi problemi nella produzione orale e scritta in italiano ed in materie che richiedono narrazione, in matematica è fra i migliori ed io mai mi sono sognata di fare per lui una verifica ridotta. Manca  in lui tutta la parte metacognitiva del perchè arrivi a fare una cosa piuttosto che un altra, pur sapendo operare la procedura corretta. Pochissima la capacità di spiegare la teoria, ovvero se deve definire le rette parallele o incidenti si trova in difficoltà, ma MAI si sbaglia nel differenziarle in un compito scritto.

Personalmente, dato l'alto numero di bes, dsa, non italofoni del gruppo classe, ho imparato a dare le verifiche a due livelli, il primo che è appunto competenze minime e livello da sufficienza, la seconda, meno strutturata e più complessa per il resto. Lavoro doppio vero, ma produttivo.
Tornare in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1445
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Mar Mar 14, 2017 7:46 pm

ushikawa ha scritto:
x rita: la sostituzione di un test a risposta aperta con uno a risposta chiusa (crocette) di fatto è una facilitazione o riduzione del compito, cosa che può legittimamente essere decisa dal consiglio di classe (anche se in molti casi questo non va nell'interesse dell'alunno)


Mi è appunto arrivata una certificazione fresca fresca che dice che l'alunno (primo anno secondaria di 2° grado) deve fare verifiche esclusivamente con risposte chiuse a scelta multipla e non deve scrivere.
Di fatto l'alunno non potrà mai raggiungere gli obiettivi minimi della disciplina non soltanto per la produzione scritta, ma probabilmente per l'orale. (detto tra noi è da 2, non sa nemmeno il programma del primo anno di secondaria inferiore)

Nonostante questa certificazione, lo studente continuerà a prendere insufficienze gravi. Posso semplificare quanto è umanamente possibile, ma se lo studente non sa fare lo scritto più banale, come arriverà agli obiettivi minimi per la lingua straniera all'orale?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 2918
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Mar Mar 14, 2017 8:30 pm

la certificazione non può dire all'insegnante cosa deve o non deve fare. E' una prassi del tutto impropria e mai abbastanza stigmatizzata.

Non conosco nel dettaglio la normativa e le prassi per le lingue, ma so che di solito per gli alunni con dsa viene previsto un trattamento diverso, anche molto semplificato, durante tutto il percorso scolastico.
Tornare in alto Andare in basso
Online
@melia

avatar

Messaggi : 1396
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Mar Mar 14, 2017 8:40 pm

Questa storia dei questionari a risposta multipla mi lascia sempre molto perplessa: l'unico mio studente DSA certificato aveva molta difficoltà con i quesiti a risposta multipla di matematica, preferiva gli esercizi. I suoi risultati erano alla pari con quelli della classe nei compiti con esercizi e problemi, ma nettamente più bassi nei test a risposta multipla. Poi il ragazzo era studioso e quindi il problema si risolveva semplicemente con una interrogazione.
Tornare in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1445
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Mar Mar 14, 2017 9:11 pm

ushikawa ha scritto:
la certificazione non può dire all'insegnante cosa deve o non deve fare. E' una prassi del tutto impropria e mai abbastanza stigmatizzata.

Non conosco nel dettaglio la normativa e le prassi per le lingue, ma so che di solito per gli alunni con dsa viene previsto un trattamento diverso, anche molto semplificato, durante tutto il percorso scolastico.

Sì, ma gli obiettivi minimi li dovrebbe raggiungere. Poi sappiamo che non li raggiungono nemmeno i non DSA, ma formalmente un DSA dovrebbe almeno arrivare agli obiettivi minimi con tutte le agevolazioni del caso.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8123
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: verifiche DSA   Mar Mar 14, 2017 9:35 pm

@melia ha scritto:
Questa storia dei questionari a risposta multipla mi lascia sempre molto perplessa: l'unico mio studente DSA certificato aveva molta difficoltà con i quesiti a risposta multipla di matematica, preferiva gli esercizi. I suoi risultati erano alla pari con quelli della classe nei compiti con esercizi e problemi, ma nettamente più bassi nei test a risposta multipla.

In tali casi (che ho conosciuto anch'io), se la famiglia pretende a tutti i costi i test a risposta multipla "perché gliel'ha detto lo specialista", è facilissimo sbrogliare la situazione: si comincia ad accontentarli e a fare come chiedono loro, e il risultato sarà che cominceranno a fioccare i 3 e i 4 (e il test a crocette ha anche il vantaggio di NON POTER essere contestato nel merito dei criteri adottati per la valutazione, perché il numero di risposte corrette e di risposte sbagliate è oggettivo e parla da solo). Dopo un paio di tentativi del genere, vedrete che le pretese si ridimensionano.

Incidentalmente, per amelia: come è possibile che in tutta la tua carriera di insegnamento tu abbia avuto un UNICO studente certificato con dsa? Nella mia esperienza, nei licei ce ne sono almeno uno o due per classe, e nei tecnici e professionali molti di più...
Tornare in alto Andare in basso
 
verifiche DSA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» VERIFICHE dei conti correnti

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: