Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Comportamenti razzisti a scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
nakamura



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Comportamenti razzisti a scuola   Mer Mar 15, 2017 8:38 pm

Promemoria primo messaggio :

Lavoro alle medie.
Capita spesso di imbattersi in ragazzi che assumono atteggiamenti razzisti. Niente di eclatante: battutine, risatine, osservazioni poco felici fatte con l'unico scopo di creare imbarazzo.
Spessissimo la colpa non è dei ragazzi che si limitano ad imitare i genitori. Spessissimo la colpa non è nemmeno dei genitori, che sono semplicemente persone ignoranti. Però il problema esiste e crea non poche difficoltà agli alunni di origine straniera.

Quali strategie utilizzate e quali vi sono parse proficue?

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ludmilla72



Messaggi : 549
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 4:58 pm

nakamura ha scritto:


Quali strategie utilizzate e quali vi sono parse proficue?


Conosco un'unica strategia: il dialogo. I ragazzi razzisti lo sono perché assorbono queste idee dalle loro famiglie o dall'ambiente che li circonda. Il razzismo si annida soprattutto là dove è più forte la guerra fra poveri e spesso si nutre di informazioni sbagliate o deformate. Bisogna che la scuola sia più forte di questi condizionamenti e quindi occorre parlare e convincere con argomenti inoppugnabili.

I miei ragazzi chiamano "negro" il ragazzo venezuelano e quello marocchino, anche se sono amici; capiscono però che, conoscendosi e frequentandosi giorno per giorno, le "differenze" si attenuano o scompaiono.

Riflettiamo sul fatto che i nostri alunni trascorrono molto tempo in nostra compagnia e cerchiamo di utilizzarlo non solo per insegnare, ma anche per educare.

P.S. Non ho mai creduto nell'utilità dei cartelloni!
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 794
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 4:59 pm

La parola "vendetta" è stata pesantemente connotata in senso negativo, contrapponendola a giustizia, ma a mio modo di vedere la distinzione è molto sottile.  In fondo che cosa fa lo Stato, quando punisce, se non VENDICARE la vittima e la società che è stata offesa dal criminale? Io posso sostituire il termine giustizia con "vendetta" e la sostanza non cambierebbe tanto, poiché si tratta sempre della riparazione di un torto. Chiamiamolo pure risarcimento invece di vendetta, ma la sostanza è la stessa.
Inoltre a ben guardare io credo che un omicidio non possa essere mai (e dico proprio MAI...) risarcito e sanato del tutto se non con la perdita della vita del colpevole, poiché rispetto ad un morto il criminale, sia pur redento, ha sempre un privilegio in più che il defunto non può più avere, cioè la vita. Esaminiamo ora il concetto di "valore della vita umana". Io ho una concezione diversa da quella universalmente accettata, basata sul fatto che ogni persona ha gli stessi diritti e lo stesso valore delle altre. Spiego perché. Innazitutto, la teoria dei diritti umani si basa su una tautologia senza senso logico, secondo cui la vita umana ha un altissimo valore solo in quanto è.......UMANA!
Chi l'ha detto che il fatto di essere umana sia sinonimo di migliore?  Alcuni dicono che questo valore dipenda dal fatto che l'uomo ha la ragione, ma tante volte la ragione è usata per il male e quindi il suo valore è negato, macchiato. Altri dicono che il valore dipenda dalle emozioni provate dall'uomo, ma anche qui esistono sentimenti negativi e comunque ci sono differenze tra persone e la morale non può basarsi quindi sul sentimento. E poi i sentimenti li provano anche gli animali, io vedo anche nella teoria dei diritti umani la presunzione dell'uomo che vuole sentirsi superiore, vedo il narcisismo tipico delle teorie antropocentriche.
Io credo, come i filosofi esistenzialisti (Heidegger per esempio) che il valore non derivi dall'essenza (il fatto di essere "umano"), ma dal progetto su cui si basa l'esistenza: se io fondo l'esistenza su un progetto cattivo, come fa il criminale, ecco che io ho negato il mio valore, mi sono macchiato, e quindi ho sicuramente meno dignità di un'altra persona che ha vissuto per il bene degli altri. Il valore si costruisce strada facendo, non li si ha solo per il fatto di avere 46 cromosomi nel corredo genetico!
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3093
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 6:32 pm

Non sono d'accordo col connotare del sentimento di vendetta la legittima reazione di uno Stato verso chi infrange le regole alla base della civile convivenza. La funzione della pena è preventiva, restitutiva e rieducativa..la vendetta si addice a legislazioni arcaiche come il codice di Hammurabi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7820
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 6:36 pm

Scuola70 ha scritto:
Inoltre a ben guardare io credo che un omicidio non possa essere mai (e dico proprio MAI...) risarcito e sanato del tutto se non con la perdita della vita del colpevole,


Quindi tu escludi che, anche nella categoria delle vittime, ci possano anche essere persone che NON la pensano così.... e che ad esempio, se avessero perso una persona cara a causa di un crimine, non ricaverebbero nessuna consolazione e nessun sollievo dall'uccisione del colpevole?
Tornare in alto Andare in basso
Online
geo&geo



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 6:43 pm

Scuola70 ha scritto:
La parola "vendetta" è stata pesantemente connotata in senso negativo, contrapponendola a giustizia, ma a mio modo di vedere la distinzione è molto sottile.  In fondo che cosa fa lo Stato, quando punisce, se non VENDICARE la vittima e la società che è stata offesa dal criminale? Io posso sostituire il termine giustizia con "vendetta" e la sostanza non cambierebbe tanto, poiché si tratta sempre della riparazione di un torto. Chiamiamolo pure risarcimento invece di vendetta, ma la sostanza è la stessa.

E' esattamente il contrario. La legge cerca di arginare il nostro istinto animale che chiederebbe la vendetta, La sostanza non è per niente la stessa, se permetti. Sono secoli di cultura e di civiltà che ci separano dalla legge del taglione, dalle faide, dall'occhio per occhio.

Scuola70 ha scritto:
Chi l'ha detto che il fatto di essere umana sia sinonimo di migliore?  Alcuni dicono che questo valore dipenda dal fatto che l'uomo ha la ragione, ma tante volte la ragione è usata per il male e quindi il suo valore è negato, macchiato. Altri dicono che il valore dipenda dalle emozioni provate dall'uomo, ma anche qui esistono sentimenti negativi e comunque ci sono differenze tra persone e la morale non può basarsi quindi sul sentimento. E poi i sentimenti li provano anche gli animali, io vedo anche nella teoria dei diritti umani la presunzione dell'uomo che vuole sentirsi superiore, vedo il narcisismo tipico delle teorie antropocentriche.
Io credo, come i filosofi esistenzialisti (Heidegger per esempio) che il valore non derivi dall'essenza (il fatto di essere "umano"), ma dal progetto su cui si basa l'esistenza: se io fondo l'esistenza su un progetto cattivo, come fa il criminale, ecco che io ho negato il mio valore, mi sono macchiato, e quindi ho sicuramente meno dignità di un'altra persona che ha vissuto per il bene degli altri. Il valore si costruisce strada facendo, non li si ha solo per il fatto di avere 46 cromosomi nel corredo genetico!

I filosofi hanno un difetto, se traduci in leggi universali il loro altissimo e profondissimo pensiero ti ritrovi nella cacca. Chi decide quale progetto ha valore? Quale progetto di vita ha dignità umana, quali individui meritano tutti i diritti, quali no, quali sostituire con animali che provano dei bei (?) sentimenti?

E poi, tanto per mettere i puntini sulle i, la dichiarazione universale dei diritti dell'Uomo include ovviamente anche chi - di cromosomi - ce ne ha 47
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1599
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 7:32 pm

Una cosa è sicura:la cultura generale di molti insegnanti è scadentissima.
Quindi ci sono secoli che ci separano dalle faide..
Le due guerre di mafia in Sicilia, la guerra di mafia in Calabria, il codice barbaricino in vigore in barbagia e zone adiacenti fino agli anni 90,che prevedeva il diritto di restituire il torto subito allora di che secoli sono?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7820
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 7:38 pm

Masaniello ha scritto:
Una cosa è sicura:la cultura generale di molti insegnanti è scadentissima.

E la tua mi sembra ampiamente sotto la media.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 1599
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 7:48 pm

Calunnie gratuite. ..
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9083
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 8:39 pm

Masaniello ha scritto:
Calunnie gratuite. ..

sono calunnie solo quelle che non corrispondono al vero.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Masaniello



Messaggi : 1599
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Gio Mar 16, 2017 8:42 pm

Questo post buonisti e banali sono terreno di caccia preferito di ire.
Lascio spazio; )
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 17282
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 12:03 am

Masaniello ha scritto:
Un po come in Kosovo. Attacchi continui degli albanesi contro i serbi. Pristina ha dovuto essere abbandonata dai serbi,non gli è mai stato concesso di rientrare nelle loro case.

Infatti in Italia (e nel resto d'Europa) c'è una gran quantità di rifugiati serbi. I Kosovari invece se la godono a Pristina.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2184
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 6:55 am

Masaniello ha scritto:
Una cosa è sicura:la cultura generale di molti insegnanti è scadentissima.
Parla per te. Il qualunquismo dei "docenti che sono tutti ignoranti" è tipico di chi è il più ignorante di tutti, chi di calunnia gratuita colpisce, di calunnia gratuita perisce.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 7:51 am

Masaniello ha scritto:
Una cosa è sicura:la cultura generale di molti insegnanti è scadentissima.
Quindi ci sono secoli che ci separano dalle faide..
Le due guerre di mafia in Sicilia, la guerra di mafia in Calabria, il codice barbaricino in vigore in barbagia e zone adiacenti fino agli anni 90,che prevedeva il diritto di restituire il torto subito allora di che secoli sono?

Io pensavo all'illuminismo, a Verri, a Beccaria... Ma hai ragione tu: sono stato troppo ottimista. Quella che ho chiamato cultura e civiltà, probabilmente, è solo una verniciatura molto sottile e sempre a rischio di essere cancellata da quello che ci sta sotto. Anche per questo è molto importante l'istruzione, la discussione razionale, la conoscenza dei princìpi che stanno alla base della nostra convivenza.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7820
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 8:21 am

fradacla ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Un po come in Kosovo. Attacchi continui degli albanesi contro i serbi. Pristina ha dovuto essere abbandonata dai serbi,non gli è mai stato concesso di rientrare nelle loro case.

Infatti in Italia (e nel resto d'Europa) c'è una gran quantità di rifugiati serbi. I Kosovari invece se la godono a Pristina.

Rifugiati serbi veri e propri non lo so, ma effetti in Italia, a quell'epoca, arrivò un'enorme massa di rifugiati di origine rom (che al loro paese non facevano quella che noi chiameremmo "vita da zingari", ma erano stanziali e lavoravano), che erano stati cacciati via dai kosovari di etnia albanese perché accusati di stare dalla parte dei serbi...
Tornare in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 942
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 9:14 am

Paolo Santaniello ha scritto:
Dire che gli uomini sono tutti uguali sarà di certo una banalità, ma va detta proprio perchè per troppi non è affatto scontato.
Comunque rispetto a un'affermazione così "banale", ma al tempo stesso così importante, sei d'accordo o no? Non si può evitare questa domanda, a meno che non la si ignori (e in questo consiste, come dicevo prima, l'essere ignorante).
Con quell'articolo 1 della dichiarazione universale dei diritti umani si può essere d'accordo oppure no. Io sono d'accordo, e tu?

Mi pare evidente che un tizio ossessionato da mori , femministe, omosessuali e rom non ci creda.La cosa tragica, pero', non e' che non ci creda una macchietta nostalgica, ma che i governanti del pianeta di codesti principi se ne infischino, alcuni francamente ("dittature"), altri copertamente ("democrazie").
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 17282
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 9:55 am

paniscus_2.0 ha scritto:
fradacla ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Un po come in Kosovo. Attacchi continui degli albanesi contro i serbi. Pristina ha dovuto essere abbandonata dai serbi,non gli è mai stato concesso di rientrare nelle loro case.

Infatti in Italia (e nel resto d'Europa) c'è una gran quantità di rifugiati serbi. I Kosovari invece se la godono a Pristina.

Rifugiati serbi veri e propri non lo so, ma effetti in Italia, a quell'epoca, arrivò un'enorme massa di rifugiati di origine rom (che al loro paese non facevano quella che noi chiameremmo "vita da zingari", ma erano stanziali e lavoravano), che erano stati cacciati via dai kosovari di etnia albanese perché accusati di stare dalla parte dei serbi...

Forse non mi sono spiegata.
Ho avuto come alunni ragazzini kosovari, non serbi; l'impresa che ha ristrutturato la mia casa aveva operai kosovari, non serbi; i pastori che ho visto sorvegliare le pecore nei pascoli tra Abruzzo e Molise erano kosovari e macedoni, non serbi. Parlo di gente arrivata una quindicina di anni fa.

E' indubbio che i Balcani siano un caso di scuola; quasi certamente carnefici e vittime non sono stati divisi da una linea netta; ma dipingere (come fa Masaniello) i Serbi come esuli dalla loro terra è decisamente una distorsione della storia.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 7820
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 10:14 am

E infatti io non ho detto che ci fossero masse di profughi serbi, ho detto che anche i kosovari, quanto a pulizie etniche, non hanno scherzato, tutto lì.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 50633
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 11:26 am

fradacla ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
fradacla ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Un po come in Kosovo. Attacchi continui degli albanesi contro i serbi. Pristina ha dovuto essere abbandonata dai serbi,non gli è mai stato concesso di rientrare nelle loro case.

Infatti in Italia (e nel resto d'Europa) c'è una gran quantità di rifugiati serbi. I Kosovari invece se la godono a Pristina.

Rifugiati serbi veri e propri non lo so, ma effetti in Italia, a quell'epoca, arrivò un'enorme massa di rifugiati di origine rom (che al loro paese non facevano quella che noi chiameremmo "vita da zingari", ma erano stanziali e lavoravano), che erano stati cacciati via dai kosovari di etnia albanese perché accusati di stare dalla parte dei serbi...

Forse non mi sono spiegata.
Ho avuto come alunni ragazzini kosovari, non serbi; l'impresa che ha  ristrutturato la mia casa aveva operai kosovari, non serbi; i pastori che ho visto sorvegliare le pecore nei pascoli tra Abruzzo e Molise erano kosovari e macedoni, non serbi. Parlo di gente arrivata una quindicina di anni fa.

E' indubbio che i Balcani siano un caso di scuola; quasi certamente carnefici e vittime non sono stati divisi da una linea netta; ma dipingere (come fa Masaniello) i Serbi come esuli dalla loro terra è decisamente una distorsione della storia.  

Io invece ho avuto in ugual misura alunni serbi e alunni kosovari. Per quanto ne so, non erano profughi, ma figli di migranti per ragioni economiche (nessuno mi ha mai parlato di bombe, pulizia etnica...). Probabilmente dipende anche dal fatto che viviamo in due zone d'Italia diverse.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1599
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 2:10 pm

Mancano due all appello dei responsabili dei massacri :
I croati (il ponte di Mostar l hanno bombardato loro)
L amico Clinton, responsabile della morte di centinaia di civili serbi durante i bombardamenti su Belgrado
Tornare in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 5:10 pm

ludmilla72 ha scritto:
nakamura ha scritto:


Quali strategie utilizzate e quali vi sono parse proficue?


Conosco un'unica strategia: il dialogo. I ragazzi razzisti lo sono perché assorbono queste idee dalle loro famiglie o dall'ambiente che li circonda. Il razzismo si annida soprattutto là dove è più forte la guerra fra poveri e spesso si nutre di informazioni sbagliate o deformate. Bisogna che la scuola sia più forte di questi condizionamenti e quindi occorre parlare e convincere con argomenti inoppugnabili.

I miei ragazzi chiamano "negro" il ragazzo venezuelano e quello marocchino, anche se sono amici; capiscono però che, conoscendosi e frequentandosi giorno per giorno, le "differenze" si attenuano o scompaiono.

Riflettiamo sul fatto che i nostri alunni trascorrono molto tempo in nostra compagnia e cerchiamo di utilizzarlo non solo per insegnare, ma anche per educare.

P.S. Non ho mai creduto nell'utilità dei cartelloni!

Sono d'accordo.
Sono d'accordo anche sui cartelloni (?)


Tornare in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 253
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 5:14 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Gli uomini nascono tutti uguali in dignità e diritti; sono dotati di ragione e coscienza e operano gli uni verso gli altri in un atteggiamento di fratellanza.
Basta insegnare questo... non è difficile. Se poi gli alunni non riescono a impararlo perchè i loro genitori gli insegnano il contrario, allora lo si spiega anche ai genitori.
Non è questione di "buonismo" o di bontà d'animo. Io credo in quello spirito della fratellanza e dell'uguaglianza che ho citato non perchè sono buono, ma perchè sono istruito. Viceversa chi è razzista non lo fa per cattiveria, ma perchè è ignorante.
Quindi si, è un problema di scuola: la scuola ha il dovere di tirare fuori le persone dall'ignoranza e renderle più istruite; solo per questo (e non per ragioni ideologiche o sentimentali) è nostro dovere combattere il razzismo.

Sono d'accordo.
Mi sembra che siamo d'accordo che la colpa non è dei ragazzi ma della diffusa ignoranza e il dialogo può aiutare a combattere pregiudizi ed idee più o meno strampalate.

Che comportamenti adotti/adottate per tutelare chi è vittima di questi atteggiamenti?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3093
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 5:30 pm

geo&geo ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Una cosa è sicura:la cultura generale di molti insegnanti è scadentissima.
Quindi ci sono secoli che ci separano dalle faide..
Le due guerre di mafia in Sicilia, la guerra di mafia in Calabria, il codice barbaricino in vigore in barbagia e zone adiacenti fino agli anni 90,che prevedeva il diritto di restituire il torto subito allora di che secoli sono?

Io pensavo all'illuminismo, a Verri, a Beccaria... Ma hai ragione tu: sono stato troppo ottimista. Quella che ho chiamato cultura e civiltà, probabilmente, è solo una verniciatura molto sottile e sempre a rischio di essere cancellata da quello che ci sta sotto. Anche per questo è molto importante l'istruzione, la discussione razionale, la conoscenza dei princìpi che stanno alla base della nostra convivenza.
Condivido pienamente: anch'io pensavo a quegli stessi nomi, eccellenze dell'illuminismo italiano.
L'attualità delle tematiche e delle soluzioni proposte da Beccaria è davvero impressionante: infatti sosteneva che il deterrente alla commissione dei delitti non fosse la crudeltà delle pene ma la certezza del castigo. Credo infatti che l'incertezza che deriva da troppe situazioni d'impunità cui assistiamo oggi,sia la causa della destabilizzazione del sistema democratico basato sul rispetto delle regole.
Le regole dovrebbero essere poche, chiare e sempre applicate perché solo la certezza dell'esecuzione delle sanzioni previste può fungere da argine al tentativo di violarne il contenuto.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 1599
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 5:48 pm

Esatto.e poi bisognerebbe sconfiggere la fame nel mondo...e basta guerre...
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 794
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 6:02 pm

Se il castigo è certo ma è oltremodo mite il criminale ti ride in faccia, se ad esempio è sicuro che viene punito solo con 2 anni di carcere per una rapina, la pena sarà ridicola. Se poi si aggiunge che in quei due anni sarà anche certo che in carcere avrà lo psicologo, parteciperà a partite da calcetto, avrà una cella piena di confort e bella spaziosa, magari sarà pure contento di finire in carcere, il carcere diventerà una specie di albergo a tre stelle se non di lusso.
E' invece la durezza della pena ad essere deterrente, nemmeno la durata, ma il suo essere accompagnata da sofferenza, pena= DOLORE, è questo il significato stesso del termine, e siccome nessuno sano di mente vuole soffrire, ecco che la durezza della pena è il vero deterrente, altroché Beccaria e simili.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5094
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Comportamenti razzisti a scuola   Ven Mar 17, 2017 6:44 pm

Scuola70 ha scritto:
... avrà una cella piena di confort e bella spaziosa ...

Immagino tu stia parlando in via ipotetica, senza alcun riferimento ale condizioni delle carceri italiane.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Comportamenti razzisti a scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)
» Fa cantare "Faccetta Nera" e "Giovinezza" a SCUOLA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: