Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado

Andare in basso 
AutoreMessaggio
serena



Messaggi : 2069
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Dom Apr 09, 2017 5:36 pm

Colleghi, premetto che è la prima volta che mi trovo in questa situazione. Vi spiego: come docente di sostegno, mi è stato affidato un alunno con problemi di udito per 18 ore settimanali in una classe terza della scuola secondaria di primo grado. La madre dell'alunno ha chiesto che l'allievo fosse "fermato" nella scuola secondaria di primo grado, cioè chiede al Consiglio di classe che l'allievo non venga ammesso all'esame finale. Secondo lei, l'alunno è ancora immaturo ed è un bene fargli "ripetere" la classe terza.
Cosa ne pensate? Che consigli mi date per affrontare questa situazione da docente di sostegno dell'alunno in questione? Grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9167
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Dom Apr 09, 2017 6:16 pm

uh benvenuta nel mio mondo...collega!
http://www.orizzontescuolaforum.net/t136083p25-terza-media-caso-grave

quindi dopo averti fatto leggere le varie meditazioni scaturite dallo stesso tuo problema...più nella forma che nella sostanza...ti chiedo:
tu, il cdc, cosa vuole realmente fare riguardo il percorso scolastico di questo ragazzino?

personalmente quando si tratta di ragazzini certificati alle medie, ma ben inseriti a scuola, non solo nel gruppo classe...ragazzini che effettivamente stanno facendo un percorso scolastico positivo che magari richiede solo più tempo dei canonini tre anni...se i genitori richiedono in maniera esplicita un anno in più alle medie...son favorevolissima.
ma pensando soprattutto al bene del ragazzo...e al contesto della classe in cui verrà inserito nell'anno successivo.
in soldoni...questo ragazzino a scuola alle medie...ci vive bene o no? viene volentieri a scuola? l'anno prossimo eventualmente da bocciato, troverebbe buona parte dei docenti che già ha conosciuto quest'anno?
Tornare in alto Andare in basso
serena



Messaggi : 2069
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Dom Apr 09, 2017 6:36 pm

Sì, tellina, in sostanza il ragazzo sta facendo un percorso scolastico che richiede più tempo dei canonici 3 anni...
Grazie per i tuoi utilissimi consigli!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Gio Apr 13, 2017 8:42 pm

Ma il ragazzo ha solo problemi sensoriali o ha anche un ritardo mentale?
Tornare in alto Andare in basso
serena



Messaggi : 2069
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Sab Apr 15, 2017 5:39 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma il ragazzo ha solo problemi sensoriali o ha anche un ritardo mentale?

Il ragazzo ha una protesi acustica e non ha un ritardo mentale ma ha problemi comportamentali, è immaturo rispetto alla sua età (14 anni), tende ad alzare la voce per un nonnulla e diventa molto aggressivo (lancia quello che si trova in mano, si innervosisce e urla) ... Cosa ne pensi, paniscus, riguardo la decisione del Consiglio di Classe di non ammetterlo all'esame conclusivo della classe terza della scuola secondaria di primo grado?
Tornare in alto Andare in basso
Stefania Biancani



Messaggi : 3630
Data d'iscrizione : 01.07.16

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Sab Apr 15, 2017 7:36 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma il ragazzo ha solo problemi sensoriali o ha anche un ritardo mentale?

Mi permetto di intervenire come madre quasi "esperta" dell'argomento.

Ho scoperto recentemente, entrando in contatto con famiglie di ragazzi ipoacusici con impianti o protesi, che, anche in presenza di intelligenze brillanti, a scuola, e in particolar modo alle superiori, prima o poi incontrano tutti grandi difficoltà. E non è affatto scontato che un liceo sia per loro più "difficile" di un istituto tecnico, dove si affrontano linguaggi tecnici ricchi di nomenclatura.

Non entro nel merito della bocciatura di questo ragazzino, che andrà ovviamente discussa, quanto sul fatto che la "fatica" dei sordi/ipoacusici possa non essere così evidente. Ripeto, è stata una scoperta anche per me come genitore, perché apparentemente non sembra ed è facile scambiare per indolenza adolescenziale l'atteggiamento di rinuncia, quando invece a quella - naturalmente presente nei ragazzi - si aggiunge una maggiore difficoltà non solo espressiva (dipende), ma soprattutto di comprensione (caratteristica questa molto, molto meno evidente).

Insomma, non basta dire "il ragazzo è intelligente, è una fase di crescita, ce la può fare", ma occorre valutare caso per caso, possibilmente con un'eccellente consulenza audiologica (il genitore potrà chiedere un consiglio al medico che ha protesizzato il bambino).
Oggi, grazie alla tecnologia sempre più sviluppata, i sordomuti, coloro cioè che si esprimono attraverso la gestualità, sono in numero sempre minore. I sordi di oggi, quelli che hanno avuto la fortuna di ottenere la diagnosi da piccoli, parlano e sentono. Ma, anche se apparentemente nascoste, le difficoltà ci sono, eccome. L'audiologo potrà essere un valido consulente per la famiglia (ed eventualmente il neuropsichiatra).
Tornare in alto Andare in basso
Online
Stefania Biancani



Messaggi : 3630
Data d'iscrizione : 01.07.16

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Sab Apr 15, 2017 7:39 pm

serena ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma il ragazzo ha solo problemi sensoriali o ha anche un ritardo mentale?

Il ragazzo ha una protesi acustica e non ha un ritardo mentale ma ha problemi comportamentali, è immaturo rispetto alla sua età (14 anni), tende ad alzare la voce per un nonnulla e diventa molto aggressivo (lancia quello che si trova in mano, si innervosisce e urla) ...   Cosa ne pensi, paniscus, riguardo la decisione del Consiglio di Classe di non ammetterlo all'esame conclusivo della classe terza della scuola secondaria di primo grado?

Una sola protesi acustica = impianto cocleare = sordità profonda ?

Com'è la situazione di rumore nella classe?
Tornare in alto Andare in basso
Online
serena



Messaggi : 2069
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Dom Apr 16, 2017 11:34 am

Stefania Biancani ha scritto:
serena ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma il ragazzo ha solo problemi sensoriali o ha anche un ritardo mentale?

Il ragazzo ha una protesi acustica e non ha un ritardo mentale ma ha problemi comportamentali, è immaturo rispetto alla sua età (14 anni), tende ad alzare la voce per un nonnulla e diventa molto aggressivo (lancia quello che si trova in mano, si innervosisce e urla) ...   Cosa ne pensi, paniscus, riguardo la decisione del Consiglio di Classe di non ammetterlo all'esame conclusivo della classe terza della scuola secondaria di primo grado?

Una sola protesi acustica = impianto cocleare = sordità profonda ?

Com'è la situazione di rumore nella classe?

La classe è abbastanza rumorosa e caotica, non si lavora bene in quella classe...
Tornare in alto Andare in basso
serena



Messaggi : 2069
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Dom Apr 16, 2017 11:35 am

Stefania Biancani ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma il ragazzo ha solo problemi sensoriali o ha anche un ritardo mentale?

Mi permetto di intervenire come madre quasi "esperta" dell'argomento.

Ho scoperto recentemente, entrando in contatto con famiglie di ragazzi ipoacusici con impianti o protesi, che, anche in presenza di intelligenze brillanti, a scuola, e in particolar modo alle superiori, prima o poi incontrano tutti grandi difficoltà. E non è affatto scontato che un liceo sia per loro più "difficile" di un istituto tecnico, dove si affrontano linguaggi tecnici ricchi di nomenclatura.

Non entro nel merito della bocciatura di questo ragazzino, che andrà ovviamente discussa, quanto sul fatto che la "fatica" dei sordi/ipoacusici possa non essere così evidente. Ripeto, è stata una scoperta anche per me come genitore, perché apparentemente non sembra ed è facile scambiare per indolenza adolescenziale l'atteggiamento di rinuncia, quando invece a quella - naturalmente presente nei ragazzi - si aggiunge una maggiore difficoltà non solo espressiva (dipende), ma soprattutto di comprensione (caratteristica questa molto, molto meno evidente).

Insomma, non basta dire "il ragazzo è intelligente, è una fase di crescita, ce la può fare", ma occorre valutare caso per caso, possibilmente con un'eccellente consulenza audiologica (il genitore potrà chiedere un consiglio al medico che ha protesizzato il bambino).
Oggi, grazie alla tecnologia sempre più sviluppata, i sordomuti, coloro cioè che si esprimono attraverso la gestualità, sono in numero sempre minore. I sordi di oggi, quelli che hanno avuto la fortuna di ottenere la diagnosi da piccoli, parlano e sentono. Ma, anche se apparentemente nascoste, le difficoltà ci sono, eccome. L'audiologo potrà essere un valido consulente per la famiglia (ed eventualmente il neuropsichiatra).

Grazie, Stefania, per la tua utilissima "consulenza"!
Tornare in alto Andare in basso
Stefania Biancani



Messaggi : 3630
Data d'iscrizione : 01.07.16

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Dom Apr 16, 2017 12:42 pm

serena ha scritto:
Stefania Biancani ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma il ragazzo ha solo problemi sensoriali o ha anche un ritardo mentale?

Mi permetto di intervenire come madre quasi "esperta" dell'argomento.

Ho scoperto recentemente, entrando in contatto con famiglie di ragazzi ipoacusici con impianti o protesi, che, anche in presenza di intelligenze brillanti, a scuola, e in particolar modo alle superiori, prima o poi incontrano tutti grandi difficoltà. E non è affatto scontato che un liceo sia per loro più "difficile" di un istituto tecnico, dove si affrontano linguaggi tecnici ricchi di nomenclatura.

Non entro nel merito della bocciatura di questo ragazzino, che andrà ovviamente discussa, quanto sul fatto che la "fatica" dei sordi/ipoacusici possa non essere così evidente. Ripeto, è stata una scoperta anche per me come genitore, perché apparentemente non sembra ed è facile scambiare per indolenza adolescenziale l'atteggiamento di rinuncia, quando invece a quella - naturalmente presente nei ragazzi - si aggiunge una maggiore difficoltà non solo espressiva (dipende), ma soprattutto di comprensione (caratteristica questa molto, molto meno evidente).

Insomma, non basta dire "il ragazzo è intelligente, è una fase di crescita, ce la può fare", ma occorre valutare caso per caso, possibilmente con un'eccellente consulenza audiologica (il genitore potrà chiedere un consiglio al medico che ha protesizzato il bambino).
Oggi, grazie alla tecnologia sempre più sviluppata, i sordomuti, coloro cioè che si esprimono attraverso la gestualità, sono in numero sempre minore. I sordi di oggi, quelli che hanno avuto la fortuna di ottenere la diagnosi da piccoli, parlano e sentono. Ma, anche se apparentemente nascoste, le difficoltà ci sono, eccome. L'audiologo potrà essere un valido consulente per la famiglia (ed eventualmente il neuropsichiatra).

Grazie, Stefania, per la tua utilissima "consulenza"!

Figurati! Un caro augurio di buon lavoro e di buona Pasqua!
Tornare in alto Andare in basso
Online
serena



Messaggi : 2069
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Lun Mag 01, 2017 6:38 pm

Colleghi, riguardo la specifica situazione dell'allievo che ho ampiamente descritto nei miei precedenti post, vi chiedo: una volta che, dopo aver sentito il parere del Consiglio di classe, si stabilisce la non ammissione dell'allievo all'esame conclusivo della scuola secondaria di primo grado, io come docente di sostegno, oltre a fare la relazione finale riguardante la non ammissione dell'alunno all'esame conclusivo e a presenziare agli scrutini, quali altri adempimenti devo fare?
È la prima volta che da docente di sostegno mi trovo nella situazione di dover non ammettere all'esame conclusivo l'alunno che mi è stato affidato.
Grazie per le informazioni e i consigli che vorrete darmi.
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9167
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado    Lun Mag 01, 2017 9:06 pm

A parte esser comunque presente a tutti gli orali di classe sarai a disposizione per eventuale sorveglianza durante gli scritti. 
Quello lo stabilisce chi organizza gli esami esponendo  calendario di presenze
Tornare in alto Andare in basso
 
Allievo disabile non ammesso all'esame conclusivo scuola secondaria di primo grado
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» L'allievo supera sempre il maestro
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» esame urine e.......

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: