Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Dom Apr 16, 2017 10:04 pm

Promemoria primo messaggio :

Spezzo una discussione molto interessante iniziata in "Diventare ingegneri ecc..".

Vi chiedo di tornare brufolosi, spaesati e pieni di entusiasmo e di rivivere i vostri 13 anni; in base a cosa faceste la scelta della scuola superiore? I miei motivi furono:

1) Vicinanza della scuola da casa mia: ciò mi avrebbe permesso di evitare di essere accompagnato a scuola dai miei genitori ma di andarci da solo.
2) Presenza di ragazze (ma questa fu una delusione perchè per 5 anni non mi badarono di striscio).
3) Materie che mi piacevano, almeno da quel pochissimo che ne sapevo (si sta parlando di un socio psico pedagogico).
4) Assenza di bulletti (scuola quasi esclusivamente femminile).
5) Campetto da calcio e palestra interna (che delusione però quando vidi gli orridi attrezzi anni '50 e non le panche con i dischi di ghisa!).
6) Nulla osta dei miei genitori (che non era poco).
7) Incoraggiamrnto dei miei docenti delle medie, che mi sconsigliarono all'unisono di fare il classico (che fiducia avevano in me!) come in origine pensai.

Tutto sommato scelsi la cosa giusta.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 6:11 pm

Paniscus, un figlio può avere anche in mente altre alternative ma le altre alternative devono essere accettabili in base ai miei criteri: ambiente sociale discreto e formazione generale buona, che consenta di scegliere qualsiasi facoltà, quando avrà l'età per sapere veramente cosa vuol fare nella vita. Allora sì, la scelta spetterà a lui. Se, in base ai desideri momentanei di un tredicenne, gli lascio percorrere una strada con uno sbocco univoco o con un livello troppo basso, non sarà più veramente libero di scegliere una volta diventato adulto.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 6:16 pm

chicca70 ha scritto:
Avresti piantato delle grane e poi? Avresti fatto quello che volevi?

Avremmo contrattato, discusso, loro avrebbero messo dei veti, io ne avrei messi degli altri. Avrebbero smosso amici, parenti, colleghi e preti (a quel tempo avevano ancora qualche potere su di me). Avrebbero messo alla prova le mie motivazioni, e messo a mia disposizione tutta la loro esperienza di prof. Ma se alla fine veramente non avessi voluto andare al liceo, non mi avrebbero obbligato.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5566
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 6:31 pm

Interesse per la scienza, in particolare per la fisica, e per la matematica fin da piccolo. Che andavo al liceo scientifico era una certezza.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 6:56 pm

geo&geo ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Avresti piantato delle grane e poi? Avresti fatto quello che volevi?

Avremmo contrattato, discusso, loro avrebbero messo dei veti, io ne avrei messi degli altri. Avrebbero smosso amici, parenti, colleghi e preti (a quel tempo avevano ancora qualche potere su di me). Avrebbero messo alla prova le mie motivazioni, e messo a mia disposizione tutta la loro esperienza di prof. Ma se alla fine veramente non avessi voluto andare al liceo, non mi avrebbero obbligato.

Io non avrei smosso nulla. Se non è contata l'influenza sin dall'infanzia, se non conta il convincimento esplicito, allora la discussione si chiude e si fa come dico io. Non vorrei ritrovarmi un diplomato in scultura o un analfabeta con diploma dell'alberghiero. Per il bene del bambino, mica per il mio.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 7:15 pm

chicca70 ha scritto:
Non vorrei ritrovarmi un diplomato in scultura o un analfabeta con diploma dell'alberghiero. Per il bene del bambino, mica per il mio.

Dedicato a chi deve scegliere la sua strada (o quella del figlio):

Se non puoi essere un pino sulla cima della collina,
sii un arbusto nella valle ma sii
il miglior piccolo arbusto sulla sponda del ruscello;
sii un cespuglio, se non puoi essere un albero.
Se non puoi essere un cespuglio, sii un ciuffo d’erba
e rendi più bella una strada maestra;
se non puoi essere un luccio, sii un pesce persico,
ma il pesce persico più vivace del lago!
Non possiamo essere tutti capitani, dobbiamo essere equipaggio,
c’è qualcosa da fare per tutti qui,
ci sono grandi compiti da svolgere e ce ne sono di più piccoli
e il compito che devi svolgere tu è il più vicino a te.
Se non puoi essere una strada maestra, sii un sentiero.
Se non puoi essere il sole, sii una stella(*).
Non è con le dimensioni che vinci o perdi
sii il meglio di qualunque cosa tu sia.
D. Malloch, Be the best of whatever you are, trad. di N. Marini


(*) vabbè, si vede che non ha fatto lo scientifico...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 7:23 pm

chicca70 ha scritto:
Nel tuo caso hai potuto fare quello che volevi perché sostanzialmente coincideva con la volontà dei tuoi, anche mio figlio crede di aver deciso.

La mia interpretazione è esattamente al contrario: sei TU che credi di essere stata tanto abile a imporre la tua volontà a tuo figlio, quando invece hai avuto gioco facilissimo a riuscirci, perché tuo figlio comunque era d'accordo e non aveva niente da obiettare. Se sei riuscita a relizzare quello che volevi, è perché sei stata tu ad avere una notevole fortuna a non trovarti nessun conflitto sulla strada... non è che tu debba vantarti di essere stata tanto brava da vincere tutti i conflitti semplicemente con una parola o con un'occhiata, ma devi solo dichiararti fortunata per non aver avuto nessun conflitto da affrontare.

Spero (per te) che tu non ti sia trovata nella stessa situazione su altre scelte più problematiche e più controverse, perché ti assicuro che i figli, le imposizioni e le manipolazioni autoritarie, se le ricordano e non le perdonano, nemmeno a distanza di decenni.

Io ho la tua stessa età e ho una madre di 75 anni, che 30 o 40 anni fa ragionava esattamente come te, e che era convintissima che fosse legittimo, anzi DOVEROSO, scavalcare sempre la volontà dei figli, manipolarli, vessarli e umiliarli "per il loro bene", e perché poi in futuro avrebbro riconosciuto che aveva ragione lei e l'avrebbero ringraziata di averlo fatto.

Per fortuna, ma per fortuna, non si è mai permessa di interferire nelle mie scelte di studi (anche perchè, almeno, erano appoggiate da mio padre), ma ti assicuro che su mille altre cose si è sempre compiaciuta di farmi pesare decisioni sue che non condividevo, e di manipolarmi e colpevolizzarmi in maniera angosciante perché le accettassi, solo per la paura di essere disapprovata.

Il risultato è che oggi, praticamente, quasi non ci parlo... cioè, ci parlo, sì, ma solo di argomenti pratici, organizzativi, di cose da fare, di aiuti domestici reciproci, di spesa, di cucina, di bambini a dormire dai nonni, ma non certo di sentimenti e di confidenze private.

E soprattutto, il risultato è che, dopo aver consapevolmente "decostruito" tutta la sua azione ultradecennale di manipolazione... non mi è rimasto praticamente NULLA di ciò che ha creduto di trasmettermi (tranne pochi casi di esempio personale di certi suoi atteggiamenti che mi piacevano, ma che arrivava appunto dall'apprezzamento diretto dell'esempio che vedevo praticare verso il mondo esterno, e non certo dall'indottrinamento "educativo" fatto apposta verso di me).

E che per tutta la mia vita adulta ho quasi sempre fatto il contrario di quello che lei ha tentato di inculcarmi, stando benissimo così, e senza il minimo senso di colpa.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Cozza

avatar

Messaggi : 9005
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 8:05 pm

mi permetto, chicca70 non me ne vorrà...spero, mi permetto di ricordare a tutti i genitori all'ascolto di non prendere come oro colato il sistema educativo di chicca...non fatelo se non siete chicca...e se non avete un figlio come chicca, ma davvero...seriamente eh...
ho sotto agli occhi casi simili...con risultati decisamente opposti.
genitori presenti, attenti, pronti e certi davvero di fare il" bene migliore possibile" per il proprio figlio...convintissimi di dover prendere le decisioni per lui "ancora così piccino ed immaturo".
Ma il sistema non sempre funziona.
anzi...in qualche caso, come avete ben sottolineato, si ottiene l'effetto contrario...
e magari, orrore orrore, ci si ritrova con un figlio diplomato in decorazione (presente!)...o magari al conservatorio...omg...magari pure peggio...qualche sartino tipo Valentino o qualche spignattante come Cracco...
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 8:11 pm

Beh si.se prendiamo come Cracco l esempio del diplomato alla alberghiero, l ottimismo è il sale della vita
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 8:26 pm

tellina ha scritto:
Ma il sistema non sempre funziona.
anzi...in qualche caso, come avete ben sottolineato, si ottiene l'effetto contrario...

concordo: a pretendere troppo o ad imporsi eccessivamente spesso si ottiene l' effetto contrario
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3518
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 8:52 pm

in ogni cosa serve una misura
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 8:54 pm

ushikawa ha scritto:
in ogni cosa serve una misura

Giusto: ogni eccesso è difetto! :-)
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9005
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 9:10 pm

Masaniello ha scritto:
Beh si.se prendiamo come Cracco l esempio del diplomato alla alberghiero, l ottimismo è il sale della vita
Masanié... Siamo insegnanti: ottimisti per definizione!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 9:16 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
La mia interpretazione è esattamente al contrario: sei TU che credi di essere stata tanto abile a imporre la tua volontà a tuo figlio, quando invece hai avuto gioco facilissimo a riuscirci, perché tuo figlio comunque era d'accordo e non aveva niente da obiettare. Se sei riuscita a relizzare quello che volevi, è perché sei stata tu ad avere una notevole fortuna a non trovarti nessun conflitto sulla strada... non è che tu debba vantarti di essere stata tanto brava da vincere tutti i conflitti semplicemente con una parola o con un'occhiata, ma devi solo dichiararti fortunata per non aver avuto nessun conflitto da affrontare.
Magari la verità sta nel mezzo, magari ha lavorato su un legno tenero in maniera adeguata, nato adatto e successivamente ben plasmato.

La fortuna è di ritrovarsi per le mani un legno adatto, la bravura consiste nel saperlo plasmare fin da piccolo.

PS plasmare, non manipolare.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 9:47 pm

tellina ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Beh si.se prendiamo come Cracco l esempio del diplomato alla alberghiero, l ottimismo è il sale della vita
Masanié... Siamo insegnanti: ottimisti per definizione!

Per un Cracco e un Valentino ci sono migliaia di camerieri ed altrettante migliaia di aspiranti scultori nei call center. E questa è la realtà. Se ad un genitore va bene, buon per lui, a me no.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 9:51 pm

Guarda che anche tra quelli che hanno fatto il classico ce ne sono parecchi che devono accontentarsi di mestieri modesti e improvvisati, eh. Non è detto che sia colpa dei genitori che li hanno incoraggiati a fare il classico.
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 10:05 pm

tellina ha scritto:
mi permetto, chicca70 non me ne vorrà...spero, mi permetto di ricordare a tutti i genitori all'ascolto di non prendere come oro colato il sistema educativo di chicca...non fatelo se non siete chicca...e se non avete un figlio come chicca, ma davvero...seriamente eh...
ho sotto agli occhi casi simili...con risultati decisamente opposti.
genitori presenti, attenti, pronti e certi davvero di fare il" bene migliore possibile" per il proprio figlio...convintissimi di dover prendere le decisioni per lui "ancora così piccino ed immaturo".
Ma il sistema non sempre funziona.
anzi...in qualche caso, come avete ben sottolineato, si ottiene l'effetto contrario...
e magari, orrore orrore, ci si ritrova con un figlio diplomato in decorazione (presente!)...o magari al conservatorio...omg...magari pure peggio...qualche sartino tipo Valentino o qualche spignattante come Cracco...

Invece questo metodo educativo è consigliabile per tutti. Bisogna però essere disposti ad impegnarsi nell'attuarlo, anche con sacrifici personali. Il "fai come dico e non come faccio" non funziona. Funziona l'esempio, per plasmare/ manipolare nella direzione voluta. In questo modo l'obbligo scatta solo in casi estremi. Un esempio. Non voglio che mio figlio perda tempo con lo smartphone, come tanti miei alunni, quindi non gliel'ho mai comprato. Io lo possiedo ma non lo utilizzo mai davanti a lui. La stessa cosa per la televisione. Si guarda pochissimo e non c'è l'abitudine di tenerla sempre accesa come fanno molti. La regola, non formalizzata, vale per me, per mio marito, e vale per lui. Nessuno ha profili social, nessuno fuma, nessuno beve una goccia di alcool, nessuno usa giochi elettronici. Mio figlio è cresciuto vedendomi studiare, cosa che faccio tuttora, per lui è diventato normale. E così, tranquillamente, si è inserita la questione della scuola. Se ci fosse stato bisogno di obbligare, lo avrei fatto, ma non ce n'è è stato bisogno.
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9005
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 10:15 pm

È così impegnativa la tua vita... Senza tregua, senza uno sgarro, senza uno... Sbraco. 
No no fidati...non è uno stile di vita adatto a tutti. Proprio no. 
Funziona perfettamente con te, con voi... E va benissimo così.
Tornare in alto Andare in basso
piperitapatty85



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mer Apr 19, 2017 6:54 am

Al termine della scuola media l'utilissimo consiglio orientativo recitava "qualunque tipo di liceo", nonostante fossi una capra in matematica. Probabilmente i miei insegnanti hanno confidato nel mio buonsenso, infatti ho evitato accuratamente lo scientifico e mi sono iscritta al classico sperimentale linguistico perché, essendo una gran chiacchierona, mi intrigavano le tre lingue (non scherzo!) e la prospettiva di viaggiare. È stata una scuola impegnativa, venivamo guardati con disprezzo dai classicisti che uscivano da scuola mooolto prima di noi in quanto "un liceo così impegnativo doveva dare l'opportunità di avere un quadro orario leggero per permetter loro di studiare a casa". Poco importava che noi avessimo latino e storia dell'arte per i cinque anni, le tre lingue straniere con relativa letteratura, storia e filosofia. Comunque sia sceglierei di nuovo la mia scuola, se esistesse ancora; purtroppo il linguistico "light" di oggi non mi piace. La sceglierei ancora nonostante la mia "grande fuga pianificata" dalla matematica, che non capivo, mi abbia portato a fare al liceo due anni di fisica e chimica e tre di biologia e scienze della terra.
Tornare in alto Andare in basso
 
Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 Argomenti simili
-
» Informazioni su vari centri (Spagna e Praga)
» Le attrezzature Quali ci vogliono?
» articolo interessante ...su quali alterazioni ungueali è possibile ricostruire ...
» quali pannolini prendere?????
» Quali sono i vostri film preferiti

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: