Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Dom Apr 16, 2017 10:04 pm

Promemoria primo messaggio :

Spezzo una discussione molto interessante iniziata in "Diventare ingegneri ecc..".

Vi chiedo di tornare brufolosi, spaesati e pieni di entusiasmo e di rivivere i vostri 13 anni; in base a cosa faceste la scelta della scuola superiore? I miei motivi furono:

1) Vicinanza della scuola da casa mia: ciò mi avrebbe permesso di evitare di essere accompagnato a scuola dai miei genitori ma di andarci da solo.
2) Presenza di ragazze (ma questa fu una delusione perchè per 5 anni non mi badarono di striscio).
3) Materie che mi piacevano, almeno da quel pochissimo che ne sapevo (si sta parlando di un socio psico pedagogico).
4) Assenza di bulletti (scuola quasi esclusivamente femminile).
5) Campetto da calcio e palestra interna (che delusione però quando vidi gli orridi attrezzi anni '50 e non le panche con i dischi di ghisa!).
6) Nulla osta dei miei genitori (che non era poco).
7) Incoraggiamrnto dei miei docenti delle medie, che mi sconsigliarono all'unisono di fare il classico (che fiducia avevano in me!) come in origine pensai.

Tutto sommato scelsi la cosa giusta.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ludmilla72



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Lun Apr 17, 2017 11:00 pm

chicca70 ha scritto:
Entrambe avevano frequentato il classico e poi si erano laureati in materie scientifiche e ritenevano che quel liceo desse la formazione migliore di base per affrontare qualsiasi tipo di studi.

Questa è una convinzione che risale agli anni Quaranta-Cinquanta. Direi che da allora è passata un po' di acqua sotto i ponti...
Io ritengo che il Liceo Classico dovrebbero farlo solamente gli aspiranti insegnanti di materie umanistiche, gli aspiranti archeologi o coloro che intendono lavorare nel settore dei beni culturali. Io ho studiato tanto Greco, Latino, Italiano, Storia e Filosofia, mentre ho ricevuto una preparazione scientifica assolutamente mediocre, con la quale mai e poi mai mi sarei permessa di avvicinarmi ad una facoltà scientifica. Quindi smettiamola di dire che il Liceo Classico apre tutte le porte: NON E' VERO!

Ho avuto, tra l'altro, molti compagni finiti al Classico perché i genitori pensavano che fosse una scuola d'élite: individui presuntuosi e dementi, senza uno straccio di passione, che hanno concluso mediocremente il ciclo di studi e poi per la maggior parte si sono iscritti a Giurisprudenza perché così voleva la famiglia. Non era affatto un ambiente stimolante: quello l'ho trovato all'Università.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Lun Apr 17, 2017 11:03 pm

Masaniello ha scritto:
Un agrario tosto mi giunge nuovo

Ci ho lavorato per parecchi anni.

Adesso, al liceo, vedo promuovere automaticamente con la massima facilità certi soggetti che all'agrario non si sarebbero mai diplomati o che si sarebbero diplomati con due anni di ritardo.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Lun Apr 17, 2017 11:07 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Lun Apr 17, 2017 11:04 pm

cha ha scritto:

pensa che nquando scrivo le soluzioni delle disequazioni di secondo grado, per indicare i valori esterni, non mi faccio scrupolo a citare Fonzie (quello di Happy days) quando usava i pollicioni ehiiii

... solo che loro NON sanno chi è Fonzie!

E hanno pure ragione, poveretti...

E comunque non mi pare un caso clamoroso da classi scarse: anche a me, al liceo scientifico, tocca usare espressioni come "ali" o "pancia" della parabola, per definire i valori esterni o interni. Per non parlare delle "code delle funzioni" per indicare le tendenze al limite per x che va a infinito, o dei mitici "dossi e cunette" per indicare i massimi e i minimi locali (nei casi peggiori, si arriva addirittura al "montarozzo"...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Lun Apr 17, 2017 11:20 pm

ludmilla72 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Entrambe avevano frequentato il classico e poi si erano laureati in materie scientifiche e ritenevano che quel liceo desse la formazione migliore di base per affrontare qualsiasi tipo di studi.

Questa è una convinzione che risale agli anni Quaranta-Cinquanta. Direi che da allora è passata un po' di acqua sotto i ponti...
Io ritengo che il Liceo Classico dovrebbero farlo solamente gli aspiranti insegnanti di materie umanistiche, gli aspiranti archeologi o coloro che intendono lavorare nel settore dei beni culturali. Io ho studiato tanto Greco, Latino, Italiano, Storia e Filosofia, mentre ho ricevuto una preparazione scientifica assolutamente mediocre, con la quale mai e poi mai mi sarei permessa di avvicinarmi ad una facoltà scientifica. Quindi smettiamola di dire che il Liceo Classico apre tutte le porte: NON E' VERO!

Ho avuto, tra l'altro, molti compagni finiti al Classico perché i genitori pensavano che fosse una scuola d'élite: individui presuntuosi e dementi, senza uno straccio di passione, che hanno concluso mediocremente il ciclo di studi e poi per la maggior parte si sono iscritti a Giurisprudenza perché così voleva la famiglia. Non era affatto un ambiente stimolante: quello l'ho trovato all'Università.

E' vero: anche ai miei tempi quelli che frequentavano il classico credevano di essere chissà chi mentre quelli che frequentavamo lo scientifico eravamo molto più alla mano...

Concordo anche che le materie scientifiche non venivano richieste come allo scientifico per non parlare della lingua straniera...


Ultima modifica di rita 76 il Lun Apr 17, 2017 11:22 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Lun Apr 17, 2017 11:21 pm

chicca7 ha scritto:
La stessa cosa hanno fatto i miei genitori con me: non mi hanno chiesto nulla e mi hanno iscritta al liceo classico.

E tu oggi considereresti normale iscrivere direttamente un figlio a una certa scuola, senza nemmeno parlargliene, e discuterne insieme?

Ho già detto come la penso: se hai potuto farlo, è perchè sapevi che era già convinto anche lui, quindi NON E' VERO che non l'avevi consultato e che la cosa non era stata discussa in casa. Evidentemente era stata discussa eccome, e al ragazzo andava bene così... solo che, per qualche motivo che non sappiamo, ti piace recitare il personaggio della mamma accentratrice tutta d'un pezzo che fa marciare la famiglia come una caserma e che impone le sue regole ferree senza discussione.

Non per fare la guastafeste, ma ti avverto fin da adesso che, con i secondi o terzi figli, anche i genitori più rigidi si sbracano in maniera plateale, anche se ci sono solo due o tre anni di differenza e i ragazzini sono praticamente cresciuti insieme... figuriamoci se ne sono passati molti di più!  : - )
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Lun Apr 17, 2017 11:45 pm

Non so in Toscana. Nel vercellese il 60% degli iscritti all agrario sono figli di quella casta privilegiata chiamata coltivatori diretti. Hanno già un posto nella azienda di famiglia, a scuola fanno una sega. un 20% sono ragazzi validi che vorranno fare veterinaria o scienze forestali, il restante 20% sono li per caso.
A parte settori di nicchia,oggi è quasi impossibile aprire dal nulla un attività AGRICOLa. Occorrono capitali enormi,ecco perché le cascine e allevamenti si tramandano di generazione quasi come una casta chiusa,sicuramente benestanti grazia a tecnologia, medicina e chimica che hanno reso redditizia l agricoltura (non certo per merito loro )
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Lun Apr 17, 2017 11:49 pm

In famiglia ho un diplomato all agrario.21 anni.
Non sa una parola di inglese,non sa usare un computer, ha la stessa cultura del nonno allevatore di 60 anni fa,cioè zero.non sa la composizione chimica di un semplice fertilizzante. ..
Mai studiato,sempre rimandato e promosso.
Ovviamente sa mungere, guidare il trattore,insomma sa fare tutto ciò che suo nonno sapeva fare con la terza elementare...
Utilità della scuola =0.

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 12:03 am

Masaniello ha scritto:
Mai studiato,sempre rimandato e promosso.

Guarda che anche i licei ne sono pieni, di questi casi.

Anzi, mi scuso se mi tocca ripetermi: quando ho lavorato all'agrario e al tecnico industriale, ho visto MOLTA più selettività e molto meno buonismo coccoloso di quello che si vede abitualmente nei licei. Le capre si bocciavano senza troppi complimenti e senza passare dal via... mentre al liceo c'è sempre qualcuno che tira di mezzo lo scrupolo, l'aiutino, l'appello sentimentale, la paura di scontentare la famiglia, il senso di colpa di "non aver fatto abbastanza per valorizzare l'alunno", e l'argomentazione che "bocciandolo non lo aiutiamo", e via dicendo. Confermo che al liceo vedo sistematicamente promuovere e diplomare soggetti in condizioni di impreparazione e inadeguatezza tali, che all'agrario o all'ITIS non li avremmo fatti arrivare in quinta...


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Mar Apr 18, 2017 12:12 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
cha



Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 12:06 am

paniscus_2.0 ha scritto:
cha ha scritto:

pensa che nquando scrivo le soluzioni delle disequazioni di secondo grado, per indicare i valori esterni, non mi faccio scrupolo a citare Fonzie (quello di Happy days) quando usava i pollicioni ehiiii

... solo che loro NON sanno chi è Fonzie!

E hanno pure ragione, poveretti...

E comunque non mi pare un caso clamoroso da classi scarse: anche a me, al liceo scientifico, tocca usare espressioni come "ali" o "pancia" della parabola, per definire i valori esterni o interni. Per non parlare delle "code delle funzioni" per indicare le tendenze al limite per x che va a infinito, o dei mitici "dossi e cunette" per indicare i massimi e i minimi locali (nei casi peggiori, si arriva addirittura al "montarozzo"...

allora ho speranza...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 12:07 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Mai studiato,sempre rimandato e promosso.

Guarda che anche i licei ne sono pieni, di questi casi.

Certo... ma meno dei tecnici e dei professionali dove le bocciature sono molto più frequenti
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19891
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 12:07 am

paniscus_2.0 ha scritto:
cha ha scritto:

pensa che nquando scrivo le soluzioni delle disequazioni di secondo grado, per indicare i valori esterni, non mi faccio scrupolo a citare Fonzie (quello di Happy days) quando usava i pollicioni ehiiii

... solo che loro NON sanno chi è Fonzie!

E hanno pure ragione, poveretti...

E comunque non mi pare un caso clamoroso da classi scarse: anche a me, al liceo scientifico, tocca usare espressioni come "ali" o "pancia" della parabola, per definire i valori esterni o interni. Per non parlare delle "code delle funzioni" per indicare le tendenze al limite per x che va a infinito, o dei mitici "dossi e cunette" per indicare i massimi e i minimi locali (nei casi peggiori, si arriva addirittura al "montarozzo"...
Devo dire la verità ? A me piace un sacco banalizzare: l'apparato sperimentale che serve per studiare le trasformazioni isobare, isocore, isoterme ed adiabatiche ? "La pentolaccia"
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 5:59 am

Simone_P ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Oltre a quelli banalmente pratici, scelsi un ITIS per tre motivi:

1) possibilità di tenermi aperta la possibilità di fare l'università (alla quale poi mi iscrissi) oppure di non farla e iniziare a lavorare
2) una certa insofferenza per il mondo classico
3) la speranza, mal riposta, che avrei potuto imparare a programmare (era l'epoca del commodore64, dei peek e dei poke e così via)

Ricordo che feci la scelta un po' a malincuore per la mancanza della filosofia, che infatti non ho mai potuto studiare, rispetto allo scientifico.

Ricordo anche, però, che ebbi professori mediamente buoni nelle varie discipline (ad eccezione di qualcuno di quelli delle materie tecniche di indirizzo e in inglese) e che arrivai alla maturità conoscendo e praticando la matematica a un livello superiore di quello che mi sarebbe stato poi richiesto negli esami di analisi 1 e 2.

Ricordo pure, però, che non avevo grosse affinità o interesse nei confronti dei miei compagni, mentre mi sentivo molto più a casa con la classe-comitiva di un mio amico che faceva il classico.

Ho una storia simile: alle medie ero tra i primi della classe sia nelle materie scientifico/matematiche che in quelle umanistiche, ma purtroppo un cane in disegno artistico. I prof mi consigliarono o il liceo scientifico o il classico; il secondo lo scartai per via di materie come greco e per la sua indole 'passatista' ed eccessivamente classicista (almeno ai miei occhi), mentre al momento dell'iscrizione tra scientifico e tecnologico optai per il secondo, proprio per il fatto di considerare l'opportunità di fermarmi prima dell'università (all'epoca i periti trovavano facilmente lavoro e con un po' di fortuna si poteva fare anche una discreta carriera). Non so se rifarei questa scelta, forse andrei direttamente allo scientifico (pur essendo l'ITI una scuola abbastanza buona, se fatta bene). Tra i difetti dell'ITI c'erano la carenza di ragazze (feci il biennio in una classe interamente maschile, orrore ! ), la mancanza di materie come filosofia e arte, e il fatto di considerarsi un po' come scuola "autoconclusiva" (quest'ultima cosa la soffrivo parecchio perchè ho sempre avuto una visione ampia del sapere). Tra i pregi  quelli di essere una scuola solida e che dava un approccio d'insieme alle problematiche tecnologiche.
All'Università poi optai per un corso di laurea scientifico puro (Chimica) e una città sufficientemente grande e movimentata (Bologna).

Beh mi fa piacere che qualcuno ha fatto un percorso per un tratto simile al mio!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 9:02 am

rita 76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Mai studiato,sempre rimandato e promosso.

Guarda che anche i licei ne sono pieni, di questi casi.

Certo... ma meno dei tecnici e dei professionali dove le bocciature sono molto più frequenti

Rita, rileggi bene lo scambio.

Masaniello non ha parlato di bocciature più frequenti, ha detto il contrario, ossia che in certi tecnici e professionali sarebbe facilissimo farsi promuovere anche senza studiare nulla.

E io ho detto che questo è facilissimo anche nei licei, anzi forse di più, perché ci sono meno materie (anche se in teoria più impegnative, ma comunque meno materie, meno ore di scuola, meno voti e meno impegni fitti con le verifiche) e più colleghi buonisti, mammisti e coccolosi che non concepiscono la bocciatura e fanno di tutto per salvare anche l'insostenibile.

Certo che le capre veramente gravi al liceo sarebbero bocciate (o in generale non ci vanno proprio, ma comunque le bocciano anche al tecnico): ma tutto quel pantano intermedio di studenti non drammatici ma mediocri, che hanno come unico obiettivo quello di tenersi a galla studiando il meno possibile, hanno MAGGIORI probabilità di riuscirci in un liceo che in un tecnico.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 9:20 am

@melia ha scritto:
Forse non conosci il "liceo sportivo", che in effetti si chiama "Liceo Scientifico, sezione sportiva", dove si fanno le materie dello Scientifico, ad esclusione di latino e disegno, con qualche ora in più di scienze al biennio, la seconda prova alla maturità sarà la stessa dello scientifico: matematica o fisica.
È vero che ci sono 5 ore di attività sportiva, ma non sono solo ore di palestra, e al triennio c'è anche diritto, secondo me grande escluso dalle materie formative degli altri licei.

Il problema non è affatto che si facciano "troppe ore di attività sportiva", contro le quali non ho niente, ma a quale livello si faccia il resto, anche se formalmente il programma è uguale...
Tornare in alto Andare in basso
Online
@melia

avatar

Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 9:46 am

La mia classe dello sportivo è ad un livello superiore di molte classi dello scientifico della stessa scuola. Magari ho preso la classe migliore, o, più semplicemente, siccome gli iscritti allo sportivo sono sempre in numero superiore alle classi che ci vengono concesse, c'è una selezione in ingresso basata soprattutto, ma non solo, sul voto in uscita dalla scuola media. L'indirizzo è spesso scelto da chi vorrebbe iscriversi a medicina.
In parte, comunque, hai ragione, perché è una guerra continua con il preside, lui sottolinea il fatto che si tratta di un liceo sportivo, mentre gli insegnanti gli sottolineano che prima di tutto è un liceo scientifico.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 10:07 am

@melia ha scritto:
più semplicemente, siccome gli iscritti allo sportivo sono sempre in numero superiore alle classi che ci vengono concesse, c'è una selezione in ingresso basata soprattutto, ma non solo, sul voto in uscita dalla scuola media.

Ah, ecco, grazie al cavolo... se paragoni una classe che che ha avuto una forte selezione in ingresso con una in cui si è potuto iscrivere chiunque senza nessuno sbarramento, non mi pare che le condizioni di confronto siano oggettive.

Magari nella tua scuola va a finire che le classi di liceo ordinario sono più scarse delle altre perché chi non è riuscito a entrare allo sportivo si accontenta dello scientifico ordinario come ripiego, e non il contrario.
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 10:31 am

ludmilla72 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Entrambe avevano frequentato il classico e poi si erano laureati in materie scientifiche e ritenevano che quel liceo desse la formazione migliore di base per affrontare qualsiasi tipo di studi.

Questa è una convinzione che risale agli anni Quaranta-Cinquanta. Direi che da allora è passata un po' di acqua sotto i ponti...
Io ritengo che il Liceo Classico dovrebbero farlo solamente gli aspiranti insegnanti di materie umanistiche, gli aspiranti archeologi o coloro che intendono lavorare nel settore dei beni culturali. Io ho studiato tanto Greco, Latino, Italiano, Storia e Filosofia, mentre ho ricevuto una preparazione scientifica assolutamente mediocre, con la quale mai e poi mai mi sarei permessa di avvicinarmi ad una facoltà scientifica. Quindi smettiamola di dire che il Liceo Classico apre tutte le porte: NON E' VERO!
.

La mia generazione non appartiene agli anni Cinquanta ma più della metà dei miei compagni di liceo si è successivamente laureata in materie scientifiche: matematica, medicina (soprattutto), ingegneria. Al contrario solo due laureate in lettere.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 10:40 am

Di questo si è già parlato più volte: nella nostra generazione, e ancora di più in quelle più vecchie, la maggior parte dei professionisti di livello alto (medici, economisti, avvocati, ma anche ingegneri, architetti e manager che hanno fatto carriera nelle aziende), venivano dal liceo classico perché l'appartenenza a  quelle categorie aveva una fortissima componente di appartenza sociale e di tradizione di famiglia.

Per cui, se tanti medici, ingegneri e dirigenti d'affari hanno fatto il classico, non è perché il classico fornisca chissà quale predisposizione particolare per quelle professioni, ma è perché i genitori che svolgevano quelle professioni o che avevano familiarità con gli ambienti di quelle professioni, e che si aspettavano con buona probabilità che i figli facessero altrettanto, mandavano i figli al classico.

Anche se li avessero mandati allo scientifico, la maggior parte di loro avrebbe poi esercitato quelle professioni lo stesso...


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Mar Apr 18, 2017 10:42 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
@melia

avatar

Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 10:41 am

chicca70 ha scritto:

La mia generazione non appartiene agli anni Cinquanta ma più della metà dei miei compagni di liceo si è successivamente laureata in materie scientifiche: matematica, medicina (soprattutto), ingegneria. Al contrario solo due laureate in lettere.
D'accordo, ma era pur sempre il Liceo Classico pre-riforma. Mi pare che con la riforma si sia un po' "smollacciato", come quasi tutti le scuole superiori.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 10:56 am

paniscus_2.0 ha scritto:
chicca7 ha scritto:
La stessa cosa hanno fatto i miei genitori con me: non mi hanno chiesto nulla e mi hanno iscritta al liceo classico.

E tu oggi considereresti normale iscrivere direttamente un figlio a una certa scuola, senza nemmeno parlargliene, e discuterne insieme?

Ho già detto come la penso: se hai potuto farlo, è perchè sapevi che era già convinto anche lui, quindi NON E' VERO che non l'avevi consultato e che la cosa non era stata discussa in casa. Evidentemente era stata discussa eccome, e al ragazzo andava bene così... solo che, per qualche motivo che non sappiamo, ti piace recitare il personaggio della mamma accentratrice tutta d'un pezzo che fa marciare la famiglia come una caserma e che impone le sue regole ferree senza discussione.

Non per fare la guastafeste, ma ti avverto fin da adesso che, con i secondi o terzi figli, anche i genitori più rigidi si sbracano in maniera plateale, anche se ci sono solo due o tre anni di differenza e i ragazzini sono praticamente cresciuti insieme... figuriamoci se ne sono passati molti di più!  : - )

Non l'ho consultato ad ampio spettro. La scelta era tra classico e scientifico. Questa duplice opzione era già chiara anni prima, quando gli dicevo che i bambini che vanno bene in matematica poi si iscrivono allo scientifico, quelli che vanno bene in italiano al classico. Tra le due possibilità avrebbe potuto scegliere liberamente, se avesse voluto, ma la propensione per le materie umanistiche era evidente, quindi la scelta è stata automatica.
Per la mia situazione familiare, io sono obbligata a far funzionare la casa come una caserma, visto che sono sola 5 giorni su 7 e talvolta per diversi mesi interi in caso di missioni all'estero.
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 11:05 am

@melia ha scritto:
chicca70 ha scritto:

La mia generazione non appartiene agli anni Cinquanta ma più della metà dei miei compagni di liceo si è successivamente laureata in materie scientifiche: matematica, medicina (soprattutto), ingegneria. Al contrario solo due laureate in lettere.
D'accordo, ma era pur sempre il Liceo Classico pre-riforma. Mi pare che con la riforma si sia un po' "smollacciato", come quasi tutti le scuole superiori.

Esistono licei classici e licei classici. Io vedo mio figlio che da due anni ha pressoché interrotto ogni attività extrascolastica e studia dalle 14 ad ora di cena e talvolta anche dopo. Le richieste sono molto superiori a quelle del liceo classico di provincia in cui ho insegnato qualche anno fa, e non soltanto per quanto riguarda le materie umanistiche.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 11:12 am

chicca70 ha scritto:
Non l'ho consultato ad ampio spettro. La scelta era tra classico e scientifico. Questa duplice opzione era già chiara anni prima, quando gli dicevo che i bambini che vanno bene in matematica poi si iscrivono allo scientifico, quelli che vanno bene in italiano al classico.

E quindi gli hai fatto credere che tutte le altre scuole, indiscriminatamente, sono fatte solo per raccogliere i poveracci che vanno male in quasi tutte le materie, e con cui i bambini bravi non devono avere nemmeno a che fare?

Boh, io non mi sarei MAI sognata di dare a un bambino una rappresentazione così distorta e fumettistica della realtà...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Sim_P



Messaggi : 823
Data d'iscrizione : 28.07.15

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 11:51 am

precario_acciaio. ha scritto:
Io vi insegno. Scienze applicate ritengo non abbia ancora trovato il suo profilo... corre il rischio di essere l'indirizzo di chi viene bocciato al tradizionale ma sulla carta è a mio avviso un indirizzo davvero "nuovo" e che va valorizzato maggiormente.

a mio modesto avviso potrebbe essere sulla carta la scuola migliore, ci sarebbero ancora da migliorare un po' l'utenza e operare su un ulteriore potenziamento e separazione disciplinare delle Scienze Naturali.
Ovviamente pesta un po' i piedi alle scuole che ci sono sempre state: tecnici e scientifici tradizionali.
Ma questo è un problema tipico dell'istruzione superiore italiana, tuttora irrisolto (ci sono stati molti anni precedenti della Sperimentazione Brocca che l'hanno dimostrato).
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 12:11 pm

Simone_P ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Io vi insegno. Scienze applicate ritengo non abbia ancora trovato il suo profilo... corre il rischio di essere l'indirizzo di chi viene bocciato al tradizionale ma sulla carta è a mio avviso un indirizzo davvero "nuovo" e che va valorizzato maggiormente.

a mio modesto avviso potrebbe essere sulla carta la scuola migliore, ci sarebbero ancora da migliorare un po' l'utenza .

La tua affermazione è contraddittoria in quanto la qualità dell'utenza è almeno il 90% della qualità di una scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?   Mar Apr 18, 2017 12:17 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Non l'ho consultato ad ampio spettro. La scelta era tra classico e scientifico. Questa duplice opzione era già chiara anni prima, quando gli dicevo che i bambini che vanno bene in matematica poi si iscrivono allo scientifico, quelli che vanno bene in italiano al classico.

E quindi gli hai fatto credere che tutte le altre scuole, indiscriminatamente, sono fatte solo per raccogliere i poveracci che vanno male in quasi tutte le materie, e con cui i bambini bravi non devono avere nemmeno a che fare?

Boh, io non mi sarei MAI sognata di dare a un bambino una rappresentazione così distorta e fumettistica della realtà...

Rappresentazione banalizzata sì, distorta no, tanto che lui stesso ha potuto verificarla. Alla fine delle medie, i suoi compagni di classe usciti con 9 o con 10 si sono iscritti TUTTI ad un liceo classico o scientifico. Nel mio liceo (scienze umane) i 10 delle medie non si iscrivono, si iscrivono i 7 e gli 8. Quando i tuoi figli termineranno la scuola media, vedrai che si ripresenterà una situazione simile.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Quali criteri adottasti per il liceo/tecnico/professionale?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Informazioni su vari centri (Spagna e Praga)
» Le attrezzature Quali ci vogliono?
» articolo interessante ...su quali alterazioni ungueali è possibile ricostruire ...
» quali pannolini prendere?????
» Quali sono i vostri film preferiti

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: