Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Il dovere del martirio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 19935
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 10:17 am

http://www.orizzontescuola.it/sanzionato-dal-preside-perche-dava-voti-troppo-bassi-ma-il-giudice-lo-reintegra/

"è iniziata una guerra interna fatta di piccoli ritorsioni, finché non è finita in tribunale.

Qualche settimana fa è arrivata la sentenza del giudice del lavoro di Lecce, che ha annullato la sanzione disciplinare che il preside aveva inflitto al professore e ha anche condannato la scuola a pagare le spese legali, con conseguente danno erariale per l’Amministrazione Pubblica."

Dunque analizziamo i fatti: il docente aveva ragione ed il preside torto, sancito dalla sentenza che assumiamo come giusta fino a dimostrazione del contrario; per comportarsi bene il docente ha dovuto subire angherie continue ed ha rischiato (se le virgole non fossero state apposte correttamente) di perdere un sacco di soldi.

La domanda è: indipendentemente da quello che pensiate sulla funzione educativa del "rinforzo positivo" e da quello che pensiate sul concetto di "successo formativo garantito", qualora il docente pervenisse ad un conflitto di interessi ovvero "propria incolumità"-"interesse della nazione", ha il dovere di immolarsi ?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1556
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 11:03 am

avidodinformazioni ha scritto:

La domanda è: indipendentemente da quello che pensiate sulla funzione educativa del "rinforzo positivo" e da quello che pensiate sul concetto di "successo formativo garantito", qualora il docente pervenisse ad un conflitto di interessi ovvero "propria incolumità"-"interesse della nazione", ha il dovere di immolarsi ?

Il nostro collega dice il vero quando afferma che se gli studenti avessero il voto che meritano a passare sarebbero davvero in pochi.
Mi pare però che sbagli clamorosamente quando pretende di attribuire ai docenti tutta la responsabilità della situazione, quasi che quel quieto vivere o quella personale convenienza che portano a sollevare i voti non sia in realtà imposto da un sistema che sanziona o colpevolizza i docenti che valutano correttamente.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2410
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 11:10 am

Consiglio una strategia molto semplice (che anche io uso):
Mettere sempre il voto "giusto" secondo la propria coscienza professionale. Se il voto è troppo basso, non c'è bisogno di mettere voti più alti per accontentare utenza e/o capi.
Quando si arriva in consiglio di classe, il voto basso è solo una proposta; il consiglio lo può benissimo alzare se questa è la volontà della maggioranza. Accettare serenamente la decisione senza opporsi.

Che angherie e provvedimenti può mai prendere un preside? La proposta di voto del docente è incontestabile nel merito, ma può semplicemente essere superata dal voto collegiale del consiglio di classe, quindi che problema dà?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1556
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 11:30 am

Paolo Santaniello ha scritto:
Consiglio una strategia molto semplice (che anche io uso):
Mettere sempre il voto "giusto" secondo la propria coscienza professionale. Se il voto è troppo basso, non c'è bisogno di mettere voti più alti per accontentare utenza e/o capi.
Quando si arriva in consiglio di classe, il voto basso è solo una proposta; il consiglio lo può benissimo alzare se questa è la volontà della maggioranza. Accettare serenamente la decisione senza opporsi.

Che angherie e provvedimenti può mai prendere un preside? La proposta di voto del docente è incontestabile nel merito, ma può semplicemente essere superata dal voto collegiale del consiglio di classe, quindi che problema dà?

Il collega ha avuto rogne perché le valutazioni "giuste" date agli studenti nelle varie verifiche svolte nel corso dell'anno scolastico avevano scatenato le proteste dei genitori e avevano spinto il DS ad avviare un procedimento disciplinare.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19935
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 12:40 pm

comp_xt ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Consiglio una strategia molto semplice (che anche io uso):
Mettere sempre il voto "giusto" secondo la propria coscienza professionale. Se il voto è troppo basso, non c'è bisogno di mettere voti più alti per accontentare utenza e/o capi.
Quando si arriva in consiglio di classe, il voto basso è solo una proposta; il consiglio lo può benissimo alzare se questa è la volontà della maggioranza. Accettare serenamente la decisione senza opporsi.

Che angherie e provvedimenti può mai prendere un preside? La proposta di voto del docente è incontestabile nel merito, ma può semplicemente essere superata dal voto collegiale del consiglio di classe, quindi che problema dà?

Il collega ha avuto rogne perché le valutazioni "giuste" date agli studenti nelle varie verifiche svolte nel corso dell'anno scolastico  avevano scatenato le proteste dei genitori e avevano spinto il DS ad avviare un procedimento disciplinare.
Perchè i genitori non sono tutti consapevoli che a giugno tutto finisce a tarallucci e vino; molti di loro credono veramente che il figlio corra rischi e quando vedono il 6 credono veramente che abbia recuperato o che il prof si sia tenuto basso (per spronare) per dare a fine anno quel che veramente il figlio meritava.

Se basso vuol dire 3 uno poi si preoccupa.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1392
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 1:16 pm

comp_xt ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Consiglio una strategia molto semplice (che anche io uso):
Mettere sempre il voto "giusto" secondo la propria coscienza professionale. Se il voto è troppo basso, non c'è bisogno di mettere voti più alti per accontentare utenza e/o capi.
Quando si arriva in consiglio di classe, il voto basso è solo una proposta; il consiglio lo può benissimo alzare se questa è la volontà della maggioranza. Accettare serenamente la decisione senza opporsi.

Che angherie e provvedimenti può mai prendere un preside? La proposta di voto del docente è incontestabile nel merito, ma può semplicemente essere superata dal voto collegiale del consiglio di classe, quindi che problema dà?

Il collega ha avuto rogne perché le valutazioni "giuste" date agli studenti nelle varie verifiche svolte nel corso dell'anno scolastico  avevano scatenato le proteste dei genitori e avevano spinto il DS ad avviare un procedimento disciplinare.



Si', ma su quale base? In verita' la notizia e' troppo lacunosa.Se un dirigente mi appioppasse un provvedimento disciplinare perche' ho dato un voto troppo basso o troppo alto, non
mi limiterei ad agire a livello sindacale, ma lo denuncerei all' autorità giudiziaria.
Tornare in alto Andare in basso
Online
JaneEyre



Messaggi : 1689
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 1:24 pm

Il problema è che anche non volendosi immolare, si finisce per non sapere dove sbattere la testa in alcune classi. Ormai ho capito che nelle classi che proprio non imparano bisogna abbassare il livello. Attualmente le mie prime (secondaria di secondo grado) fanno verifiche che sarebbero facili per uno studente discreto di prima del primo grado, ma alcuni studenti sono comunque insufficienti.
In alcune scuole dall'utenza bassa ho visto colleghi di lingua portare in quinta studenti che non avevano imparato quasi nulla. Avevano un buon rapporto con le classi e non c'erano problemi disciplinari. E' una competenza illusionistica che ancora non ho acquisito.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1392
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 1:57 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Consiglio una strategia molto semplice (che anche io uso):
Mettere sempre il voto "giusto" secondo la propria coscienza professionale. Se il voto è troppo basso, non c'è bisogno di mettere voti più alti per accontentare utenza e/o capi.
Quando si arriva in consiglio di classe, il voto basso è solo una proposta; il consiglio lo può benissimo alzare se questa è la volontà della maggioranza. Accettare serenamente la decisione senza opporsi.

Che angherie e provvedimenti può mai prendere un preside? La proposta di voto del docente è incontestabile nel merito, ma può semplicemente essere superata dal voto collegiale del consiglio di classe, quindi che problema dà?

Tra Brunetta e Bona Sola, bisognerebbe capire fin dove arrivano i poteri del ds.Io sapevo che il Capo non può sanzionare direttamente il suo "sottoposto"per motivi attinenti alla didattica.Se ritiene un suo insegnante non adeguato sotto il profilo didattico ,deve richiedere l'intervento dell'ispettore.È davvero così?
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 1556
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 2:08 pm

balanzoneXXI ha scritto:


Si', ma su quale base? In verita' la notizia e' troppo lacunosa.Se un dirigente mi appioppasse  un provvedimento disciplinare perche' ho dato un voto troppo basso o troppo alto, non
mi limiterei ad agire a livello sindacale, ma lo denuncerei all' autorità giudiziaria.

Su quale base? L'articolo non approfondisce i dettagli, ma è chiaro che c'è stata una sentenza della magistratura che ha dichiarato illegittima la sanzione disciplinare.
Mi sembra strano che tu ti stupisca del fatto che vi siano DS che portano avanti procedimenti disciplinari privi di qualsiasi fondamento giuridico.
Anche io comunque non mi sarei limitato a rivolgermi al giudice del lavoro per l'annullamento della sanzione, perché in casi come questi devono interessare anche il giudice penale.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1556
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 2:15 pm

balanzoneXXI ha scritto:

Tra Brunetta e Bona Sola, bisognerebbe capire fin dove arrivano i poteri del ds.Io sapevo che il Capo non può sanzionare direttamente il suo "sottoposto"per motivi attinenti alla didattica.Se ritiene  un suo insegnante non  adeguato sotto il profilo didattico ,deve richiedere l'intervento dell'ispettore.È davvero così?

Ma infatti è così, solo che questi megalomani si limitano a inquadrare qualsiasi cosa non vada loro a genio come "atto non conforme alla responsabilità, ai doveri e alla correttezza inerenti alla funzione docente", che è un calderone generico dove, arrampicandosi sugli specchi, è possibile far ricadire tutto e il contrario di tutto.
È chiaro poi che ad un giudizio di merito dinnanzi al giudice i loro castelli d'aria crollano, il problema è che in un paese serio questi megalomani verrebbero sbattuti in galera e costretti a pagare di tasca per i danni causati all'Amministrazione e al lavoratore, da noi invece questi comportamenti passano in cavalleria.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2410
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 2:17 pm

balanzoneXXI ha scritto:

Tra Brunetta e Bona Sola, bisognerebbe capire fin dove arrivano i poteri del ds.Io sapevo che il Capo non può sanzionare direttamente il suo "sottoposto"per motivi attinenti alla didattica.Se ritiene  un suo insegnante non  adeguato sotto il profilo didattico ,deve richiedere l'intervento dell'ispettore.È davvero così?

Ma anch'io la so così: non puoi contestare i voti.
Infatti ha avuto ragione il docente.
Un preside intelligente non ci avrebbe nemmeno provato, tanto tutto si "ammorbidiva" in cdc.
Questo è stato un po' ingenuo.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1556
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 2:27 pm

Paolo Santaniello ha scritto:

Ma anch'io la so così: non puoi contestare i voti.
Infatti ha avuto ragione il docente.
Un preside intelligente non ci avrebbe nemmeno provato, tanto tutto si "ammorbidiva" in cdc.
Questo è stato un po' ingenuo.

Non è stato ingenuo.
Ha raggiunto i suoi obiettivi: ha rotto le palle al docente, lo ha denigrato come professionista, lo ha costretto a cambiare scuola, lo ha costretto a rivolgersi alla magistratura, gli ha fatto perdere tempo, soldi e salute, il tutto con un atto illegittimo per cui non pagherà mai (fra l'altro quel DS oggi è in pensione).
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3275
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 2:46 pm

Il docente, non a caso un ingegnere,dichiara razionalmente che "se dovessimo valutare seriamente ciò che imparano i ragazzi si promuoverebbe il 20%"
Sacre parole.gli altri a casa.mantenuti dai genitori i Neet che male fanno?
Tornare in alto Andare in basso
Online
hypernova

avatar

Messaggi : 473
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 2:47 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Quando si arriva in consiglio di classe, il voto basso è solo una proposta; il consiglio lo può benissimo alzare se questa è la volontà della maggioranza. Accettare serenamente la decisione senza opporsi.

Infatti, io pure faccio sempre così.

Quest'anno ho un DS che non si lascia minimamente mettere i piedi in testa dai genitori, ma l'anno scorso ho avuto una DS terribile, sembrava che c'era il KGB che ti inquisiva.


Ultima modifica di hypernova il Mar Apr 25, 2017 2:57 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1556
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 2:55 pm

Masaniello ha scritto:
Il docente, non a  caso un ingegnere,dichiara razionalmente (...)

Lo sostiene chiunque abbia una laurea che non sia in psicologia o in pedagogia e che svolga una professione differente da quella del dirigente scolastico o tecnico del Miur.
In tali casi la razionalità potrebbe essere sostituita dall'ideologia.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 3:07 pm

hypernova ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Quando si arriva in consiglio di classe, il voto basso è solo una proposta; il consiglio lo può benissimo alzare se questa è la volontà della maggioranza. Accettare serenamente la decisione senza opporsi.

Infatti, io pure faccio sempre così.

Quest'anno ho un DS che non si lascia minimamente mettere i piedi in testa dai genitori, ma l'anno scorso ho avuto una DS terribile, sembrava che c'era il KGB che ti inquisiva.

e nessuno (dei docenti e non solo) è scappato dalla scuola con la DS terribile???
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 3:09 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:

Tra Brunetta e Bona Sola, bisognerebbe capire fin dove arrivano i poteri del ds.Io sapevo che il Capo non può sanzionare direttamente il suo "sottoposto"per motivi attinenti alla didattica.Se ritiene  un suo insegnante non  adeguato sotto il profilo didattico ,deve richiedere l'intervento dell'ispettore.È davvero così?

Ma anch'io la so così: non puoi contestare i voti.
Infatti ha avuto ragione il docente.
Un preside intelligente non ci avrebbe nemmeno provato, tanto tutto si "ammorbidiva" in cdc.
Questo è stato un po' ingenuo.

infatti... poniamo il caso di un' interrogazione... a che titolo il DS cambia il voto del docente se non era presente all' interrogazione???
Tornare in alto Andare in basso
hypernova

avatar

Messaggi : 473
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 3:33 pm

rita 76 ha scritto:
e nessuno (dei docenti e non solo) è scappato dalla scuola con la DS terribile???

No perché nei paesi di montagna o ti adatti oppure devi spostarti di tanti km fra curve e tornanti, io venivo da fuori per cui le rispondevo a tono, ma mi mandava il medico fiscale anche solo per un giorno di malattia.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 4:05 pm

hypernova ha scritto:
rita 76 ha scritto:
e nessuno (dei docenti e non solo) è scappato dalla scuola con la DS terribile???

No perché nei paesi di montagna o ti adatti oppure devi spostarti di tanti km fra curve e tornanti, io venivo da fuori per cui le rispondevo a tono, ma mi mandava il medico fiscale anche solo per un giorno di malattia.

Pazzesco. Sei stata brava a resistere:-)
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1392
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 4:23 pm

comp_xt ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:

Ma anch'io la so così: non puoi contestare i voti.
Infatti ha avuto ragione il docente.
Un preside intelligente non ci avrebbe nemmeno provato, tanto tutto si "ammorbidiva" in cdc.
Questo è stato un po' ingenuo.

Non è stato ingenuo.
Ha raggiunto i suoi obiettivi: ha rotto le palle al docente, lo ha denigrato come professionista, lo ha costretto a cambiare scuola, lo ha costretto a rivolgersi alla magistratura, gli ha fatto perdere tempo, soldi e salute, il tutto con un atto illegittimo per cui non pagherà mai (fra l'altro quel DS oggi è in pensione).

Io sospetto che la motivazione "ufficiale" del provvedimento sia stata un'altra, ma che comunque il giudice non abbia abboccato.
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 1556
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 7:29 pm

balanzoneXXI ha scritto:


Io sospetto che la motivazione "ufficiale" del provvedimento sia stata un'altra, ma che comunque il giudice non abbia abboccato.

L'ho già scritto prima, in questi casi la prassi adottata dai DS è quella di contestare al docente di essersi reso responsabile di
"atti non conformi alla responsabilità, ai doveri e alla correttezza inerenti alla funzione docente".
In tribunale però si deve entrare nel merito dei fatti ed è ovvio che un giudice serio e intelligente non possa abboccare.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4290
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 7:50 pm

comp_xt ha scritto:

Il nostro collega dice il vero quando afferma che se gli studenti avessero il voto che meritano a passare sarebbero davvero in pochi.
Mi pare però che sbagli clamorosamente quando pretende di attribuire ai docenti tutta la responsabilità della situazione, quasi che quel quieto vivere o quella personale convenienza che portano a sollevare i voti non sia in realtà imposto da un sistema che sanziona o colpevolizza i docenti che valutano correttamente.
Il collega non sbaglia nemmeno nel secondo caso. Ci sono docenti (non pochi) che elargiscono voti gonfiati un pò per indole un pò per salvare se stessi da un'indagine sul loro operato durante l'anno...
E' vero che c'è un sistema imposto dall'alto ma quando si è tutti uniti e con la coscienza a posto il sistema va a farsi fottere. Vallo a trovare però un corpo docente così.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1392
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 9:30 pm

comp_xt ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:


Io sospetto che la motivazione "ufficiale" del provvedimento sia stata un'altra, ma che comunque il giudice non abbia abboccato.

L'ho già scritto prima, in questi casi la prassi adottata dai DS è quella di contestare al docente di essersi reso responsabile di
"atti non conformi alla responsabilità, ai doveri e alla correttezza inerenti alla funzione docente".
In tribunale però si deve entrare nel merito dei fatti ed è ovvio che un giudice serio e intelligente non possa abboccare.

Ma questa non è una motivazione!E' come se ti arrestassero dicendo che hai fatto qualcosa di brutto ma senza specificare che cosa.Ma a me consta che nel mandato di frittura c'è scritto perché sei fritto.Stiamo forse tornando alle lettres de cachet?
il dirigente che sospendesse un insegnante con la summenzionata formula commettetebbe a mio avviso un grave abuso di potere.
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 1556
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 9:52 pm

balanzoneXXI ha scritto:

Ma questa non è una motivazione!E' come se ti arrestassero dicendo che hai fatto qualcosa di brutto  ma senza specificare che cosa.Ma a me consta che nel mandato di frittura c'è scritto perché sei fritto.Stiamo forse tornando alle lettres de cachet?
il dirigente che sospendesse un insegnante con la summenzionata formula commettetebbe a mio avviso un grave abuso di potere.

Non è la motivazione, ma la casistica in cui il DS ritiene possa rientrare il comportamento contestato.
Detto in altri termini, per quel DS dare voti troppo bassi era ritenuto un "atto non conforme alla responsabilità, ai doveri e alla correttezza inerenti alla funzione docente".
Che in simili comportamenti ci sia un abuso di potere è evidente, la realtà è che questi megalomani restano impuniti anziché essere sbattuti in galera come meriterebbero.
Tornare in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1689
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: Il dovere del martirio   Mar Apr 25, 2017 10:18 pm

giobbe ha scritto:
comp_xt ha scritto:

Il nostro collega dice il vero quando afferma che se gli studenti avessero il voto che meritano a passare sarebbero davvero in pochi.
Mi pare però che sbagli clamorosamente quando pretende di attribuire ai docenti tutta la responsabilità della situazione, quasi che quel quieto vivere o quella personale convenienza che portano a sollevare i voti non sia in realtà imposto da un sistema che sanziona o colpevolizza i docenti che valutano correttamente.
Il collega non sbaglia nemmeno nel secondo caso. Ci sono docenti (non pochi) che elargiscono voti gonfiati un pò per indole un pò per salvare se stessi da un'indagine sul loro operato durante l'anno...
E' vero che c'è un sistema imposto dall'alto ma quando si è tutti uniti e con la coscienza a posto il sistema va a farsi fottere. Vallo a trovare però un corpo docente così.

In teoria concordo, ma il fatto di cambiare scuola ogni anno mi impedisce di mettere in pratica l'idea. All'inizio ho provato, ma ho capito che ci perdevo soltanto la salute. Quando fai di tutto per insegnare qualcosa, hai comunque metà classe insufficiente e ti viene detto durante lo scrutinio che non esistono gli obiettivi minimi, conviene continuare a lottare?
Tornare in alto Andare in basso
 
Il dovere del martirio
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: