Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sfida ai letterati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Sfida ai letterati   Gio Mag 04, 2017 10:02 pm

Promemoria primo messaggio :

Vi sottopongo questa sfida o letterati.

Per ragioni legate al tempo la tendenza è terminare il programma di letteratura italiana al Neorealismo o non molto più in là: vorrei chiedervi di indicare 5 autori che ritenete già classici e che hanno pubblicato le loro opere più importanti dal 1975 a oggi da sottoporre agli studenti; è unicamente una mia curiosità personale perchè da quella data in poi non saprei chi indicare.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
baustelle



Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioTitolo: Re: Sfida ai letterati   Ven Mag 05, 2017 10:16 pm

mi riferisco a Camilleri, Benni, De Luca. Canone è un insieme di opere imprescindibili, che è necessario conoscere perché hanno creato una nuova visione del mondo (sono infatti spesso rivoluzionarie o quanto meno innovative rispetto alla tradizione) che poi è stata accolta ed è entrata a far parte del nostro immaginario. E' un punto di riferimento e non un'idea da parrucconi a meno che non la si voglia sviluppare con mentalità parruccona. De Amicis e Collodi sono autori classici del genere per l'infanzia che è un genere minore e pertanto non può rientrare in un canone, infatti nelle letterature sono citati, ma come minori.
Tornare in alto Andare in basso
baustelle



Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioTitolo: Re: Sfida ai letterati   Ven Mag 05, 2017 11:09 pm

Preciso un po' meglio riguardo a Collodi e De Amicis: dice Franco 71 che entrambi sono classici della letteratura per l'infanzia ma Cuore non si legge più, Pinocchio invece sì. Collodi, infatti, arriva ancora al nostro animo e alla nostra mente perché ha trovato un modo universale di trattare temi universali, De Amicis invece tratta temi universali ma con un punto di vista troppo legato alla sua epoca che lo rende adesso inattuale e non più legato al nostro immaginario su cui lui non è riuscito a incidere e Collodi invece sì. Pertanto Collodi è in un certo senso più "classico" di De Amicis. Detto questo, in quanto autore di genere minore, difficilmente  è possibile dar spazio a Collodi nello studio della letteratura dell''800 a scuola (nel triennio) perché dovendo fare una selezione i generi minori vengono esclusi, mentre è cosa buona e giusta proporre la lettura di Pinocchio a bambini e ragazzi.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6228
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Sfida ai letterati   Sab Mag 06, 2017 8:43 am

Beh, ora non ci allarghiamo.
Il canone sarà anche imprescindibile, ma non è impermeabile a condizionamenti ideologici o propagandistici, anzi, si presta alla propaganda (l'Accademia d'Italia), si può imporre, tanto che nel caso di Croce si parla di "dittatura crociana". Per un bel po' di tempo il prestigio di questo grande intellettuale è stato tale che ciò che considerava un classico imprescindibile lo era per tutti, non parliamo poi di Bembo, dei vari classicismi che si sono succeduti e che hanno tutti imposto (questo è il verbo che regge la parola "canone" e non sarà un caso) un canone.
Per molto tempo le donne sono state escluse dal canone, così come si sono privilegiate zone geografiche su altre, correnti letterarie su altre. Oggi certo la situazione è molto più fluida, tanto che De Amicis diventa improponibile, mentre Pinocchio rimane, ma con una lettura e una collocazione diversa nel canone.
E' un riferimento culturale e dice molto della cultura che lo produce e lo eleva a modello.
Il tema è interessantissimo e imprescindibile per chi insegna. Vi consiglio gli atti di un convegno dell'ADI di diversi anni fa curato da A. Quondam "Il Canone e la Biblioteca. Costruzioni e decostruzioni della tradizione letteraria italiana". Pieno di spunti
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: Sfida ai letterati   Sab Mag 06, 2017 12:10 pm

letteratura industriale del Novecento

http://www.laterza.it/index.php?option=com_laterza&Itemid=97&task=schedalibro&isbn=9788858107584
Tornare in alto Andare in basso
Online
ludmilla72



Messaggi : 655
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Sfida ai letterati   Sab Mag 06, 2017 3:18 pm

lucetta10 ha scritto:


di questi direi solo Tondelli e Sanguineti.

Il criterio è che per essere classici bisogna essere morti? ;D

A parte gli scherzi, per me un classico è un autore che rappresenta ed illustra un periodo storico (che può essere anche solo un decennio).
Tornare in alto Andare in basso
 
Sfida ai letterati
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Per chi ama Poirot
» REGINA - La rapper italiana che sfida il vaticano
» Vicinissima alla prossima sfida
» Sfida fra pre: Shindo e Dissanayake prime impressioni

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: