Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Editoria infantile

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 19891
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 4:30 pm

No, non intendo editoria rivolta all'infanzia ma editori dal comportamento infantile

http://www.orizzontescuola.it/qual-primo-libro-un-bambino-due-anni/

"Cosa ci si aspetta che faccia un bambino sotto i due anni con un libro?"

Il bambino medio impara a camminare ad un anno, a parlare a due ed ad andare di corpo regolarmente nel water a tre.

Cosa ci si aspetta che faccia un bambino sotto i due anni con un libro ?

Leggerlo no, s' impara a leggere dopo i 5, magari dopo i 6.
Farselo leggere no, se non parla non capisce cosa gli si legge.
Pulirsi il sedere no, col pannolino non ce n'è bisogno.
Guardare le figure da solo no, i disegni per essere compresi necessitano del possesso di un vocabolario adeguato: il disegno di un leone non può essere compreso se non si sa cosa sia un leone, del resto il bimbo potrebbe strappare la pagina e mangiarsela.

Guardare le figure con la mamma od il papà ? Sì, OK, ma serve un libro per stare col proprio pupetto ?

Secondo me gli editori vogliono soldi; quella è l'età dei pupazzi di peluches, Si possono costruire libri di peluches, fatti di colori, forme, ed animali abbozzati, ma sono ancora libri o sono giocattoli a forma di libro ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 6:58 pm

Esistono libri cartonati rigidissimi e resistentissimi. I miei figli ci si sono sempre divertiti un mondo, quando erano piccoli, anche se ovviamente non leggevano. E stai sicuro che avevano anche i peluche, e comprendevano perfettamente la differenza.

E comunque, pensi davvero che un bambino di due anni non sappia riconoscere figure di animali, di giochi o di oggetti quotidiani, anche se stilizzati e fumettistici come sono rappresentati in quel genere di libri?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ludmilla72



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 7:13 pm

Assolutamente d'accordo con Paniscus.

Più parole il bambino ascolta, prima imparerà a parlare. I libri sono un ottimo supporto per i genitori attenti. Molti libri per bambini piccoli sono inoltre studiati per stimolare i sensi (non solo la vista, ma l'udito, il tatto...). Insomma, secondo me, prima si comincia, meglio è.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 7:37 pm

E comunque anche l'idea che un se bambino ancora "non parla", allora è automatico pensare che "non capisca niente", la trovo veramente risibile. Il bambino inizia a parlare DOPO essersi già fatto un'idea abbastanza consapevole di cosa significhino le parole dette dagli altri, o almeno di cosa significhi il meccanismo del linguaggio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 7:44 pm

Munari ha inventato i libri tattili, esistono anche i libri sonori, quelli di stoffa, quelli che si possono mettere nell'acqua della vasca... I libri cartonati sono perfettamente utilizzabili e "sfogliabili" da un bambino di un anno o poco più.
Qui da noi compriamo libri per bambini da quando il pupo è stato capace di mettere a fuoco le immagini.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 7:48 pm

Anch'io sono d'accordo con paniscus. Non è mai troppo presto per un primo contatto con la carta stampata. Anche ad un anno ed anche prima. Non è solo un modo per stare insieme, è abitudine alla confidenza con un oggetto molto importante, è uno stimolo. Mio figlio a circa un anno ha iniziato a parlare anche guardando librini per bambini e perfino i cataloghi dei punti esselunga dove poteva ritrovare oggetti che vedeva in casa, come piatti, bicchieri, posate ed altro. Gli mostravo l'immagine, l'oggetto e gli ripetevo il nome.
L'idea che un bambino piccolo non capisca perché non parla è un abominio. Il capire è un prerequisito del parlare.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 6245
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 7:49 pm

Oltre ai cartonati ne esistono anche plastificati di stoffa gonfiabili con sonagli e finestrelle, tattili.
Anche i miei bambini ci hanno sempre giocato e li hanno sempre graditi mentre odiano da sempre i peluches.
Sotto i due anni i bambini parlano e ripetono, riconoscono figure e situazioni. L'editoria per l'infanzia è quella che in questo momento merita maggiore considerazione. Ne esistono di veramente notevoli
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8565
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 8:16 pm

Quando mia figlia aveva due anni, l'ho beccata che aveva sistemato una decina di animali di peluche accomodati in fila sul divano, e lei stava davanti, con espressione serissima, con in mano uno dei suoi libretti cartonati, e balbettava ad alta voce sequenze di sillabe a caso, infilandoci dentro ogni tanto una delle poche parole autentiche che conosceva già, fingendo di leggere il libro alla platea di animaletti. Roba sul tipo di "ba-ba-la-gu...pappa...fu-fu-la-ba-ga...cane..." e via sfogliando le pagine.

Io mi schiantai dal ridere... il padre profetizzò che dopo madre, nonna ex preside, bisnonno materno direttore didattico, trisavola e perfino quadrisavola maestre tradizionali di una volta, una sesta generazione di insegnanti non ce la toglie nessuno.   : - )
Tornare in alto Andare in basso
Online
@melia

avatar

Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 8:27 pm

Io ricordo un libretto della mia nipotina: era di stoffa, molto colorato, ogni pagina era diversa al tatto, magnifico. E poteva andare anche in lavatrice.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19891
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Mer Mag 10, 2017 10:17 pm

geo&geo ha scritto:
Munari ha inventato i libri tattili, esistono anche i libri sonori, quelli di stoffa, quelli che si possono mettere nell'acqua della vasca... I libri cartonati sono perfettamente utilizzabili e "sfogliabili" da un bambino di un anno o poco più.
Qui da noi compriamo libri per bambini da quando il pupo è stato capace di mettere a fuoco le immagini.
Avete in mente una definizione molto ampia di libro, troppo per i miei gusti.

Ovviamente il libro per bimbi non può che essere un gioco, questo è chiaro, ma costruire un gioco in "lastre" che somigli ad un libro equivale a costruire un libro ?

I bambini più grandicelli possiedono automobili quando gli si offre un gruppo di macchinine con cui giocare ?

Per me il concetto di libro deve avere un insieme di caratteristiche minime tra cui l'essere di carta (cartone va benissimo) o di plastica (a mo' di foglio); contenere se non scritte almeno figure e non basso o altorilievi; essere un pezzo unico ma sfogliabile ovvero avere una qualche forma di rilegatura che ne mantenga l'interezza.

Se non è così allora del libro ha il nome e non altro.

Qualche esempio di libro lo avete fatto, ma altri direi che escono dalla definizione.

Forse ricordo male io cosa amasse fare mio figlio ad un anno, ma mi sembrava più avvezzo alle cose "spesse" che alle cose "sottili".
Tornare in alto Andare in basso
Online
Titti76



Messaggi : 473
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioTitolo: Re: Editoria infantile   Gio Mag 11, 2017 3:19 pm

Qualsiasi definizione tu dia di libro...
Prima il genitore comincia a leggerli al figlio meglio è! Ed il vantaggio è diverso rispetto a farci un qualsiasi altro gioco insieme.
Il bambino impara ad ascoltare: cioè a non fare altre mille cose mentre qualcuno parla, acquisisce via via sempre migliori capacità di attenzione e concentrazione. Il linguaggio ha dei vantaggi indubbi legati alla ripetizione dei termini ed alla scelta, il vocabolario viene infatti arricchito perché non sempre il genitore userebbe parole diversificate con bambini così piccoli.
Inoltre impara ad apprezzare il libro in quanto tale, cioè come oggetto dal quale aspettarci emozioni, scoperte o storie interessanti.
Tornare in alto Andare in basso
 
Editoria infantile
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» azoospermia causata da chemioterapia infantile
» Utero infantile
» "Aspetti psicologici della coppia e del bambino nella pma" di Piergiuseppina Fagandini, Alessia Nicoli, Marcello Paterlini, Maria Teresa Villani, Giovanni Battista La Sala
» una domanda sull'autismo
» problema molto imbarazzante

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: