Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Oggi resto sul Vago. E voi?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mar Mag 16, 2017 8:32 pm

Promemoria primo messaggio :

Ritengo che il rettore Vago abbia ragione: il numero aperto a Filosofia ha creato una sacca di laureati di livello infimo e la mancanza di selezione ha portato a una gigantesca disoccupazione intellettuale; l'unica cosa assurda è che si lamenta del forte abbandono, mentre di questo fatto dovrebbe essere contento perchè significa che qualcosa di simile a una valutazione c'è.

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_maggio_15/vago-il-numero-chiuso-da-qualita-non-mia-imposizione-dall-alto-3864d746-3932-11e7-8def-9f1d8d7aa055.shtml?refresh_ce-cp
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 7:29 pm

avvocatodeldiavolo ha scritto:
enricat ha scritto:
Per me in questo modo ci sarebbe la violazione del diritto allo studio dello studente mediocre. Avrà anche lui/lei il diritto di iscriversi all'Università, non avrà tutti 30 e lode, ma non possiamo essere tutti/e eccellenti.

Il problema è che in questo sistema NON meritocratico ma che funziona a membro di segugio, lo studente "mediocre" è molto probabile fotterà il posto di lavoro a quello eccellente.

Anche lo studente mediocre ha diritto di lavorare. Ha diritto di studiare. Ha diritto a passare gli esami con il minimo. Per questo schifo la meritocrazia e sono dalla parte dello studente mediocre.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 7:42 pm

c'è anche da aggiungere che questa logica è funzionale a una visione dell'Università come luogo esclusivamente professionalizzante e non come luogo anche di sapere, di cultura.
Le ragioni di questo numero chiuso sono eslusivamente economiche, mancano spazi, professori ecc... la soluzione è più spazi, più finanziamenti, no meno studenti! Ma basta far passare il numero ridotto di studenti per merito e qualità e tutti/e se la bevono. Io sarò pure stata una studentessa mediocre, di quelle brave ma non bravissime, di filosofia, ma ci provo a decostruirle alcune categorie, come quella di merito ad esempio.
Tornare in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 884
Data d'iscrizione : 21.04.16

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 7:48 pm

basterebbe dire : alla fine del primo anno bisogna essere in linea con gli esami, chi non lo è va fuori, meritocrazia! al primo anno i laboratori non ci sono , è al secondo che iniziano i problemi, indi per cui selezione alla fine del primo anno, chi merita va avanti, per i ricchi nulla facenti c'è la cepu, ecc ecc tanto loro comunque un posto ce l'hanno indipendentemente dalla laurea. test d'ingresso? solo per quelli che durante il quinquennio delle superiori sono stati rimendati o bocciati, per chi esce con una votazione tra il 90 e il 100 l'accesso dovrebbe essere libero, ci sarebbero così meno schifezze e raccomandazioni per passare ai test
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 7:56 pm

enricat ha scritto:
c'è anche da aggiungere che questa logica è funzionale a una visione dell'Università come luogo esclusivamente professionalizzante e non come luogo anche di sapere, di cultura.

Passare un esame col minimo dei voti al quarto o quinto tentativo, e ripetere una sceneggiata del genere per parecchi esami diversi è segnale di cultura, e di amore disinteressato per il sapere? Non mi risulta.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 8:00 pm

donadoni ha scritto:
basterebbe dire : alla fine del primo anno bisogna essere in linea con gli esami, chi non lo è va fuori, meritocrazia! al primo anno i laboratori non ci sono , è al secondo che iniziano i problemi, indi per cui selezione alla fine del primo anno, chi merita va avanti, per i ricchi nulla facenti c'è la cepu, ecc ecc tanto loro comunque un posto ce l'hanno indipendentemente dalla laurea. test d'ingresso? solo per quelli che durante il quinquennio delle superiori sono stati rimendati o bocciati, per chi esce con una votazione tra il 90 e il 100  l'accesso dovrebbe essere libero, ci sarebbero così meno schifezze e raccomandazioni per passare ai test

L'unico risultato, nella scuola superiore attuale, sarebbe quello di indurre i consigli di classe a non rimandare più nessuno e a far uscire tutti con voti altissimi (non solo all'esame finale, ma per tutto il corso di studi, almeno a partire dalla terza) in base al principio del "non vorremo mica fare una carognata così brutta come penalizzare i nostri ragazzi nell'accesso all'università?"
Tornare in alto Andare in basso
Online
avvocatodeldiavolo



Messaggi : 1111
Data d'iscrizione : 22.01.12

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 8:18 pm

enricat ha scritto:
avvocatodeldiavolo ha scritto:
enricat ha scritto:
Per me in questo modo ci sarebbe la violazione del diritto allo studio dello studente mediocre. Avrà anche lui/lei il diritto di iscriversi all'Università, non avrà tutti 30 e lode, ma non possiamo essere tutti/e eccellenti.

Il problema è che in questo sistema NON meritocratico ma che funziona a membro di segugio, lo studente "mediocre" è molto probabile fotterà il posto di lavoro a quello eccellente.

Anche lo studente mediocre ha diritto di lavorare. Ha diritto di studiare. Ha diritto a passare gli esami con il minimo. Per questo schifo la meritocrazia e sono dalla parte dello studente mediocre.

Siamo messi bene....proprio bene.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 8:25 pm

avvocatodeldiavolo ha scritto:
enricat ha scritto:
avvocatodeldiavolo ha scritto:
enricat ha scritto:
Per me in questo modo ci sarebbe la violazione del diritto allo studio dello studente mediocre. Avrà anche lui/lei il diritto di iscriversi all'Università, non avrà tutti 30 e lode, ma non possiamo essere tutti/e eccellenti.

Il problema è che in questo sistema NON meritocratico ma che funziona a membro di segugio, lo studente "mediocre" è molto probabile fotterà il posto di lavoro a quello eccellente.

Anche lo studente mediocre ha diritto di lavorare. Ha diritto di studiare. Ha diritto a passare gli esami con il minimo. Per questo schifo la meritocrazia e sono dalla parte dello studente mediocre.

Siamo messi bene....proprio bene.
In passato c'è stato chi diceva "guerra sola igiene del mondo"; pensavo fosse una puttanata, ma enricat comincia a farmi ricredere.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 8:44 pm

Nelle facoltà umanistiche, fino a pochissimi anni fa, NON ESISTEVANO esami passati con il minimo.

I voti partivano automaticamente dal 27 in su.

Quelli più bassi non venivano nemmeno rifiutati dallo studente (che preferiva ritirarsi e riprovare in seguito), ma proprio non venivano mai nemmeno proposti dai docenti, non erano nemmeno contemplati. Siccome il voto di laurea dipendeva fortemente dalla media degli esami precedenti, andava a finire che tutti arrivavano alla tesi con la media altissima, e che quasi tutti prendevano il massimo, l'unica differenza era tra chi prendeva anche la lode e chi no.

A differenza delle facoltà scientifiche in cui era normale usare tutta la scala ed era anche normale accettare un voto molto basso pur di sfangarsi quell'esame che altrimenti si sarebbe dovuto ripetere altre quattro o cinque volte, e in cui le lauree con 110 (per non parlare della lode) erano un'eccezione rarissima.

Mi dite che adesso è cambiato?

Che a lettere, a filosofia, a storia dell'arte, esiste anche chi passa gli esami con 18, con 20, con 21 o con 22, e chi si laurea con 100, con 102 o con 105, o addirittura con 90? 

E come mai ci hanno messo 25 anni di più ad arrivare a questa innovazione rivoluzionaria, mentre a matematica, a fisica, a ingegneria era già normale decenni fa?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 8:52 pm

Anche lo studente mediocre ha diritto ad entrare gratis alle serate universitarie in discoteca..
Anche lo studente mediocre ha diritto di andare in coma etilico a Formentera con i compagni di corso.anche lo studente mediocre ha diritto di spararsi un bel cannone di maria sui muretti davanti alla facoltà. .la cultura e i Saperi sono anche questi..
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Mer Mag 17, 2017 9:00 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Nelle facoltà umanistiche, fino a pochissimi anni fa, NON ESISTEVANO esami passati con il minimo.

I voti partivano automaticamente dal 27 in su.

Quelli più bassi non venivano nemmeno rifiutati dallo studente (che preferiva ritirarsi e riprovare in seguito), ma proprio non venivano mai nemmeno proposti dai docenti, non erano nemmeno contemplati. Siccome il voto di laurea dipendeva fortemente dalla media degli esami precedenti, andava a finire che tutti arrivavano alla tesi con la media altissima, e che quasi tutti prendevano il massimo, l'unica differenza era tra chi prendeva anche la lode e chi no.

A differenza delle facoltà scientifiche in cui era normale usare tutta la scala ed era anche normale accettare un voto molto basso pur di sfangarsi quell'esame che altrimenti si sarebbe dovuto ripetere altre quattro o cinque volte, e in cui le lauree con 110 (per non parlare della lode) erano un'eccezione rarissima.

Mi dite che adesso è cambiato?

Che a lettere, a filosofia, a storia dell'arte, esiste anche chi passa gli esami con 18, con 20, con 21 o con 22, e chi si laurea con 100, con 102 o con 105, o addirittura con 90? 

E come mai ci hanno messo 25 anni di più ad arrivare a questa innovazione rivoluzionaria, mentre a matematica, a fisica, a ingegneria era già normale decenni fa?
Gioia cara ! Imparare tutte quei numeri richiede tempo !
Tornare in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Oggi resto sul Vago. E voi?   Ven Mag 19, 2017 3:21 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Nelle facoltà umanistiche, fino a pochissimi anni fa, NON ESISTEVANO esami passati con il minimo.

I voti partivano automaticamente dal 27 in su.

Non so a quali atenei tu ti riferisca. Leggenda metropolitana. Che nella facoltà umanistiche i voti siano, e fossero, in media più alti è vero ma da qui a dire che non si è mai visto un voto al di sotto del 27...
Tornare in alto Andare in basso
 
Oggi resto sul Vago. E voi?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» oggi resto col dubbio del tsh
» Oggi al posto al sole
» Oggi il mio piccolo compie 3 mesi
» oggi mi sento felice!!!!!
» Buona domenica:cosa cucinate oggi?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: