Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Basta con i promessi sposi?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Basta con i promessi sposi?   Ven Mag 19, 2017 2:26 pm

Promemoria primo messaggio :

http://m.orizzontescuola.it/proposta-pagina-99-liberiamo-gli-studenti-dai-promessi-sposi-cosa-ne-pensi/

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Ven Mag 19, 2017 11:57 pm

In sette volumi ? Come Harry Potter !
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 12:02 am

Masaniello ha scritto:
Un esempio di frase incomprensibile dei ps?
......che volge a mezzogiorno.....

Volge ? Dunque vediamo, se "rivolge" significa "gli parla una volta sola" e se "ri" significa "una volta in più", allora "volge" significa "gli parla zero volte", ovvero "sta zitto"

Mezzogiorno ? Ora legale o solare ? Bisogna essere chiari perdindirindina !
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 12:03 am

Per iniziare ad immergerti nelle atmosfere proustiane prova a leggere "Dalla parte di Swann", magari dopo aver visto l'omonimo film con la Muti, che è un gran bel vedere...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 12:04 am

udl ha scritto:
Per iniziare ad immergerti nelle atmosfere proustiane prova a leggere "Dalla parte di Swann", magari dopo aver visto l'omonimo film con la Muti, che è un gran bel vedere...
Tu sai come allettarmi !
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2020
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 12:06 am

:-)
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 12:34 am

Leggenda narra che i ragazzini che osavano guardare vhs della Muti, oltre che ciechi diventavano pure muti,e di avambraccio destro forzuti. . .
Tornare in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 12:13 pm

comp_xt ha scritto:
Erodoto ha scritto:

L'italiano di Manzoni non è esattamente quello del 2017 eh!
Mettici che in certe classi dei tecnici la dimestichezza con l'italiano standard è già scarsina di suo e che il vocabolario medio è poverissimo di parole. Mettici i Bes (...)

E qui casca l'asino, caro mio.

I bes dovrebbero raggiungere gli stessi risultati dei non bes ma con piani didattici personalizzati.

Questo viene detto per giustificare il fatto che il diploma degli studenti bes vale come quello di tutti gli altri.

Il fatto, caro mio, è che pure gli studenti che bes non sono fanno fatica a seguire alcuni passaggi. Che il lessico di Manzoni sia sorpassato e che pure la sintassi sia a tratti ostica è un fatto.
Tra un po' mi verrete a dire che pure la sintassi del Decameron, che è latina nel profondo, è una comune sintassi italiana.

Il problema non è non far leggere nulla, come leggo in alcuni interventi, ma far leggere altro. Romanzi d'autore s'intente. Magari i sette libri della "Recherce" sono un po' troppo impegnativi ma anche un D'Annunzio potrebbe servire alla bisogna se non vi aggradano Svevo e Pirandello. Detto che ci sarebbe pure Calvino, tanto per restare sul classico.

Nella mia esperienza Dante sconta meno l'ostacolo linguistico o forse esso è notevolmente attenuato dal fatto che la trama e la situazione narrativa sono così stimolanti e avvincenti che un teenager si fa conquistare da esse. L'Inferno piace ai più, ho trovato pochi studenti che ne fossero refrattari. Devo dire che è una grande soddisfazione.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 12:24 pm

Perché occorrerebbe bandire dalla scuola tutto ciò che è "ostico "?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1558
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 1:26 pm

Erodoto ha scritto:

Il fatto, caro mio, è che pure gli studenti che bes non sono fanno fatica a seguire alcuni passaggi. Che il lessico di Manzoni sia sorpassato e che pure la sintassi sia a tratti ostica è un fatto.
Tra un po' mi verrete a dire che pure la sintassi del Decameron, che è latina nel profondo, è una comune sintassi italiana.

Il problema non è non far leggere nulla, come leggo in alcuni interventi, ma far leggere altro. Romanzi d'autore s'intente. Magari i sette libri della "Recherce" sono un po' troppo impegnativi ma anche un D'Annunzio potrebbe servire alla bisogna se non vi aggradano Svevo e Pirandello. Detto che ci sarebbe pure Calvino, tanto per restare sul classico.

Nella mia esperienza Dante sconta meno l'ostacolo linguistico o forse esso è notevolmente attenuato dal fatto che la trama e la situazione narrativa sono così stimolanti e avvincenti che un teenager si fa conquistare da esse. L'Inferno piace ai più, ho trovato pochi studenti che ne fossero refrattari. Devo dire che è una grande soddisfazione.

Continuo a chiedermi quale dovrebbe essere il ruolo della scuola, perché se qui passa l'idea che tutto ciò che è ostico (o semplicemente difficile) vada bandito dalla scuola e sostituito con qualcosa di più abbordabile, allora possiamo pure abbassare la saracinesca e dedicarci ad altro.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 1:57 pm

Nel caso specifico, non si stava dicendo che i Promessi Sposi debbano essere banditi perché "troppo difficili", ma perché non più attuali e non più significativi come in passato, per la formazione culturale di un adolescente, né da un punto di vista linguistico né storico. Non c'entra niente la difficoltà (e peraltro, anch'io sono convinta che l'osservazione fatta sopra sia vera, ossia che la lettura di Dante sia più significativa e più capace di comunicare qualcosa a un giovane, rispetto a quella del Manzoni).
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1558
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 2:18 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Nel caso specifico, non si stava dicendo che i Promessi Sposi debbano essere banditi perché "troppo difficili", ma perché non più attuali e non più significativi come in passato, per la formazione culturale di un adolescente, né da un punto di vista linguistico né storico. Non c'entra niente la difficoltà (e peraltro, anch'io sono convinta che l'osservazione fatta sopra sia vera, ossia che la lettura di Dante sia più significativa e più capace di comunicare qualcosa a un giovane, rispetto a quella del Manzoni).

Abbi pazienza, ma Erodoto ha parlato chiaramente di scarsa dimestichezza di molti studenti con l'italiano standard, del problema dei bes e degli immigrati, di lessico sorpassato, di sintassi ostica etc etc.

Qual è l'alternativa? Fare finta che la letteratura italiana sia iniziata nel XX secolo?

Io non voglio fare la difesa a oltranza del Manzoni, ci tengo a ribadire però che è giusto che a scuola si trattino certi contenuti perché )a meno che all'università non facciano studi specialistici) sarà l'unica occasione della loro vita in cui potranno cimentarsi con essi.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 2:25 pm

Ma noooo. ..il punto è che i promessi sposi rappresentano la nostra cultura ,la nostra tradizione scolastica....
Oggi la buona scuola deve essere progressista, arcobaleno,globalizzata. ..
Quindi nel cesso la cultura tradizionale europea,la nostra storia, il nostro passato.
Ben vengano argomenti molto piu edificanti e radical chic.
Basterebbe modificare i promessi sposi per renderli piu appetibili al miur, ai pedagoghi, ai progressisti dirigenti scolastici.
Ad esempio:"su quel lato del lago Tanganica che volge al Congo, tra due catene ininterrotte di profughi che fuggono dalle guerre. .." e via dicendo. .
Poi ci mettiamo un protagonista, ovviamente gay perché in fondo tutti gli studenti sono gay ed è bene che la loro natura venga fuori, del Gambia, e una coprotagonista femmina del Cameroun, che è vittima di violenza da parte del padre.
Alla fine ,dopo lunghe traversie, i due riescono ad arrivare in Libia dove vengono caricati da una nave Ong e portati in Italia, dove potranno finalmente passare il resto dei loro giorni in albergo a bighellonare, partecipando ogni tanto a qualche manifestazione folcloristica contro il razzismo della polizia e per il no borders. .
Sarebbe un best sellers, la fedeli darebbe 50 euro ad ogni "studentessa e studente italiano ,perché possano finalmente dimenticare l orribile letteratura europea,così discriminatoria e chiusa, in favore di una nuova e stimolante cultura globalizzata inclusiva e no borders. .
Tornare in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 3:25 pm

comp_xt ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Nel caso specifico, non si stava dicendo che i Promessi Sposi debbano essere banditi perché "troppo difficili", ma perché non più attuali e non più significativi come in passato, per la formazione culturale di un adolescente, né da un punto di vista linguistico né storico. Non c'entra niente la difficoltà (e peraltro, anch'io sono convinta che l'osservazione fatta sopra sia vera, ossia che la lettura di Dante sia più significativa e più capace di comunicare qualcosa a un giovane, rispetto a quella del Manzoni).

Abbi pazienza, ma Erodoto ha parlato chiaramente di scarsa dimestichezza di molti studenti con l'italiano standard, del problema dei bes e degli immigrati, di lessico sorpassato, di sintassi ostica etc etc.

Scusa ma fai finta di non capire o cosa? Oppure anche tu fatichi con l'italiano standard? Detto senza offesa si intende!

Che nei tecnici e nei professionali si faccia fatica a leggere un testo, anche semplice è un fatto o no?
Che le statistiche dicano da anni che un adolescente medio e pure gli adulti facciano fatica a leggere pure un articolo di giornale è un fatto o no?
Che in Italia il 57% degli italiani non legga nemmeno un libro all'anno sarà vero? Le statistiche dicono di sì e da quello che vedo in classe credo di poter concordare.

Stante questa situazione è così sorprendente che la lettura de I promessi sposi possa dare qualche problema? E se lo dà a uno studente senza particolari problemi possa darne di più a un bes o a uno di recente immigrazione?

Se vogliamo che li studenti leggano forse dovremmo cominciare a far leggere loro qualcosa di accessibile, nell'arco di un quinquennio il tempo per alzare progressivamente l'asticella ci sarà. Se in terza leggono Dante in quarta magari qualche brano di Manzoni lo potrai proporre. Ma se al biennio li sottoponi lettura monografica de I promessi sposi, a meno che tu non sia al classico o allo scientifico, dubito che svilupperai chissà che amore per la lettura.

PS: dove avrei scritto che Manzoni è da "bandire"? Così, giusto per sapere. Io che alcuni anni fa l'avrei sostituito, in un biennio pedagogico, con letture da Il nome della rosa non fosse che ero troppo giovane per potermi permettere certe rivoluzioni e i colleghi più anziani mi guardavano per lo più inorriditi. Il nome della rosa, mica Noi siamo infinito o la Tre metri sopra il cielo!
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 3:26 pm

Erodoto ha scritto:
comp_xt ha scritto:
Erodoto ha scritto:

L'italiano di Manzoni non è esattamente quello del 2017 eh!
Mettici che in certe classi dei tecnici la dimestichezza con l'italiano standard è già scarsina di suo e che il vocabolario medio è poverissimo di parole. Mettici i Bes (...)

E qui casca l'asino, caro mio.

I bes dovrebbero raggiungere gli stessi risultati dei non bes ma con piani didattici personalizzati.

Questo viene detto per giustificare il fatto che il diploma degli studenti bes vale come quello di tutti gli altri.

Il fatto, caro mio, è che pure gli studenti che bes non sono fanno fatica a seguire alcuni passaggi. Che il lessico di Manzoni sia sorpassato e che pure la sintassi sia a tratti ostica è un fatto.
Tra un po' mi verrete a dire che pure la sintassi del Decameron, che è latina nel profondo, è una comune sintassi italiana.

Il problema non è non far leggere nulla, come leggo in alcuni interventi, ma far leggere altro. Romanzi d'autore s'intente. Magari i sette libri della "Recherce" sono un po' troppo impegnativi ma anche un D'Annunzio potrebbe servire alla bisogna se non vi aggradano Svevo e Pirandello. Detto che ci sarebbe pure Calvino, tanto per restare sul classico.

Nella mia esperienza Dante sconta meno l'ostacolo linguistico o forse esso è notevolmente attenuato dal fatto che la trama e la situazione narrativa sono così stimolanti e avvincenti che un teenager si fa conquistare da esse. L'Inferno piace ai più, ho trovato pochi studenti che ne fossero refrattari. Devo dire che è una grande soddisfazione.

Manzoni è interessante come lettura per un adulto, ma quando sono costretta a leggerlo in classe è uno strazio. Allo scientifico utilizzavo un escamotage: facevo una sintetica presentazione del capitolo e poi lo facevo leggere a casa. La settimana successiva ne parlavamo insieme. Ora, alle scienze umane, nell'unica seconda che ho avuto, ho dovuto leggere il romanzo in classe. Purtroppo è cominciata male perché della descrizione iniziale le ragazze non capivano quasi nulla senza una parafrasi parola per parola, il che significava leggere una pagina in due ore. Ho risolto lacerando il romanzo e facendo leggere solo alcune parti, per lo più dialogiche, e collegando i passi letti tramite il racconto mio.
Il Decameron è molto meno problematico perché si lavora su una misura più contenuta e le novelle suscitano un tale interesse che porta ad un facile superamento delle difficoltà.
Secondo me i "Promessi sposi" potrebbero benissimo essere letti a livello antologico durante il triennio ed essere sostituiti al biennio da romanzi diversi. Io proporrei De Roberto "I Vicerè" che assegno sempre come lettura domestica e che appassiona molto. Escluderei invece D'Annunzio, i cui romanzi mi paiono soporiferi.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 3:37 pm

Anche secondo me I promessi sposi non sono intoccabili, anzi. Io li sostituirei con le Operette morali di Leopardi.

Ci andrei un po' cauta con la libertà nella sostituzione concessa ai/alle docenti di lettere. Essendo di sostegno e quindi in copresenza ho visto citare e cosigliare la lettura di libri osceni, primi fra tutti Fabio Volo e Alessandro D'Avenia, che tra l'altro ha ultimamente scritto un libro proprio su Leopardi. POvero Leopardi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 3:48 pm

comp_xt ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Nel caso specifico, non si stava dicendo che i Promessi Sposi debbano essere banditi perché "troppo difficili", ma perché non più attuali e non più significativi come in passato, per la formazione culturale di un adolescente, né da un punto di vista linguistico né storico. Non c'entra niente la difficoltà (e peraltro, anch'io sono convinta che l'osservazione fatta sopra sia vera, ossia che la lettura di Dante sia più significativa e più capace di comunicare qualcosa a un giovane, rispetto a quella del Manzoni).

Abbi pazienza, ma Erodoto ha parlato chiaramente di scarsa dimestichezza di molti studenti con l'italiano standard, del problema dei bes e degli immigrati, di lessico sorpassato, di sintassi ostica etc etc.

Quello che infatti stavo cercando di sottolineare è che l'italiano del Manzoni non è più "italiano standard" per un normale madrelingua italiano di oggi.

E sia chiaro che non parlo del coatto troglodita che sa leggere solo i messaggi di whatsapp, o del figlio di famiglia sottoproletaria di provincia arretrata che vive nella marginalità e che si esprime solo in dialetto... parlo di un generico giovane medio madrelingua italiano, anche di quelli che studiano, e che sanno esprimersi decentemente in italiano corrente

La lingua utilizzata da Manzoni non gli sembra la stessa sua, tutto lì: è un dato di fatto e non ci si può fare niente.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1558
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 3:53 pm

Erodoto ha scritto:

Scusa ma fai finta di non capire o cosa? Oppure anche tu fatichi con l'italiano standard? Detto senza offesa si intende!

Che nei tecnici e nei professionali si faccia fatica a leggere un testo, anche semplice è un fatto o no?
Che le statistiche dicano da anni che un adolescente medio e pure gli adulti facciano fatica a leggere pure un articolo di giornale è un fatto o no?
Che in Italia il 57% degli italiani non legga nemmeno un libro all'anno sarà vero? Le statistiche dicono di sì e da quello che vedo in classe credo di poter concordare.

Stante questa situazione è così sorprendente che la lettura de I promessi sposi possa dare qualche problema? E se lo dà a uno studente senza particolari problemi possa darne di più a un bes o a uno di recente immigrazione?

Se vogliamo che li studenti leggano forse dovremmo cominciare a far leggere loro qualcosa di accessibile, nell'arco di un quinquennio il tempo per alzare progressivamente l'asticella ci sarà. Se in terza leggono Dante in quarta magari qualche brano di Manzoni lo potrai proporre. Ma se al biennio li sottoponi lettura monografica de I promessi sposi, a meno che tu non sia al classico o allo scientifico, dubito che svilupperai chissà che amore per la lettura.

PS: dove avrei scritto che Manzoni è da "bandire"? Così, giusto per sapere. Io che alcuni anni fa l'avrei sostituito, in un biennio pedagogico, con letture da Il nome della rosa non fosse che ero troppo giovane per potermi permettere certe rivoluzioni e i colleghi più anziani mi guardavano per lo più inorriditi. Il nome della rosa, mica Noi siamo infinito o la Tre metri sopra il cielo!

I ragazzi arrivano in seconda superiore dopo nove anni di scuola dell'obbligo.
Il tempo per leggere qualcosa di più accessibile prima di comentarsi coi Promessi Sposi mi sembra che ci sia stato.
Il problema è che tu stai cercando di giustificare l'esistente adattandosi ad esso, io invece penso che abbassare l'asticella non è mai stato, né mai potrà essere, una valida soluzione al problema.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 4:00 pm

Fatico a credere che Dante sia più digeribile di Manzoni, ma facciamo che sia così.

Dunque abbiamo il problema che alcune tipologie di ragazzi necessitano di letture più semplici ? Bene, la scuola non è granitica, ai ragazzi di merda delle scuole di merda si propongano libri di merda (Geronimo Stilton); ai ragazzi qualificati delle scuole qualificate si proporranno libri qualificanti (Promessi Sposi) se non li capiscono si prende atto che sono ragazzi di merda in scuole qualificate e li si riorienta.

SE IO CHE SONO UN BUZZURRO DELL'ITIS HO LETTO I PROMESSI SPOSI E LI HO PURE FINITI PERCHE' MI PIACEVANO, CHE CAVOLO è SUCCESSO IN QUESTI VENTI ANNI CHE IMPEDISCE AI NUOVI LICEALI DI LEGGERLI E CAPIRLI ?

Quando i 600 dicono che la scuola elementare e media va rifondata perchè qualcuno di voi vi si oppone ?

Santo cielo non state dicendo che ora i Promessi Sposi sono percepiti come noiosi ma che non sono capiti !
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 4:22 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Fatico a credere che Dante sia più digeribile di Manzoni, ma facciamo che sia così.

Dunque abbiamo il problema che alcune tipologie di ragazzi necessitano di letture più semplici ? Bene, la  scuola non è granitica, ai ragazzi di merda delle scuole di merda si propongano libri di merda (Geronimo Stilton); ai ragazzi qualificati delle scuole qualificate si proporranno libri qualificanti (Promessi Sposi) se non li capiscono si prende atto che sono ragazzi di merda in scuole qualificate e li si riorienta.


La situazione non è così netta. Oltre alle scuole qualificate ed alle scuole di merda, e relativi studenti, esiste una fascia border line, ovvero quella dei licei minori, tipo scienze umane e linguistico (dopo la riforma, prima era una buona scuola con buona utenza). Con questo tipo di alunni siamo in una terra di mezzo, che non riesce a leggere i promessi sposi ma che può leggere un altro tipo di letteratura non deteriore. Le mie alunne leggono tranquillamente le tragedie di Shakespeare o Mastro don Gesualdo o le opere di Italo Svevo.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5581
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 5:18 pm

avidodinformazioni ha scritto:


SE IO CHE SONO UN BUZZURRO DELL'ITIS HO LETTO I PROMESSI SPOSI E LI HO PURE FINITI PERCHE' MI PIACEVANO, CHE CAVOLO è SUCCESSO IN QUESTI VENTI ANNI CHE IMPEDISCE AI NUOVI LICEALI DI LEGGERLI E CAPIRLI ?

TV dalla mattina alla sera fin da piccoli e da qualche anno il cellulare. Un uragano, in termini di abitudini quotidiane. Una mia collega ha coniato un'espressione che mi piace molto: "figli da appartamento". Non si sono mai sbucciati un ginocchio, per dire. La loro infanzia, in molti casi, non ha molto in comune con la nostra.
Tornare in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 5:22 pm

comp_xt ha scritto:

Il problema è che tu stai cercando di giustificare l'esistente adattandosi ad esso, io invece penso che abbassare l'asticella non è mai stato, né mai potrà essere, una valida soluzione al problema.

Io credo semplicemente di rilevare un problema che, a quanto leggo, pare essere diffuso. Posso ignoralo e incaponirmi a far leggere I promessi sposi in ogni classe seconda di ogni indirizzo di studio oppure trovare delle valide alternative. Valide alternative, per me, non vuol dire affatto abbassare l'asticella.

Detto questo sono altrettanto convinto che il "canone" non può essere difeso a spada tratta sempre e comunque come non può restare valido e immutabile in saecula saeculorum. Manzoni 150 anni fa aveva specifico enorme ora ne ha meno, credo sia una cosa da poter accettare serenamente.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 5:29 pm

chicca70 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Fatico a credere che Dante sia più digeribile di Manzoni, ma facciamo che sia così.

Dunque abbiamo il problema che alcune tipologie di ragazzi necessitano di letture più semplici ? Bene, la  scuola non è granitica, ai ragazzi di merda delle scuole di merda si propongano libri di merda (Geronimo Stilton); ai ragazzi qualificati delle scuole qualificate si proporranno libri qualificanti (Promessi Sposi) se non li capiscono si prende atto che sono ragazzi di merda in scuole qualificate e li si riorienta.


La situazione non è così netta. Oltre alle scuole qualificate ed alle scuole di merda, e relativi studenti, esiste una fascia border line, ovvero quella dei licei minori, tipo scienze umane e linguistico (dopo la riforma, prima era una buona scuola con buona utenza). Con questo tipo di alunni  siamo in una terra di mezzo, che non riesce a leggere i promessi sposi ma che può leggere un altro tipo di letteratura non deteriore. Le mie alunne leggono tranquillamente le tragedie di Shakespeare o Mastro don Gesualdo o le opere di Italo Svevo.
libri di mezzo per terre di mezzo.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1558
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 5:34 pm

Erodoto ha scritto:
comp_xt ha scritto:

Il problema è che tu stai cercando di giustificare l'esistente adattandosi ad esso, io invece penso che abbassare l'asticella non è mai stato, né mai potrà essere, una valida soluzione al problema.

Io credo semplicemente di rilevare un problema che, a quanto leggo, pare essere diffuso. Posso ignoralo e incaponirmi a far leggere I promessi sposi in ogni classe seconda di ogni indirizzo di studio oppure trovare delle valide alternative. Valide alternative, per me, non vuol dire affatto abbassare l'asticella.

Detto questo sono altrettanto convinto che il "canone" non può essere difeso a spada tratta sempre e comunque come non può restare valido e immutabile in saecula saeculorum. Manzoni 150 anni fa aveva specifico enorme ora ne ha meno, credo sia una cosa da poter accettare serenamente.

Forse non sono stato chiaro, io non sto affatto sostenendo che Manzoni sia insostituibile, trovo assurdo però che il motivo per trovare delle alternative sia che "i ragazzi non capiscono la lingua dei Promessi Sposi".

Che poi questa sia la realtà dei fatti siamo d'accordo, ciò non toglie che sia una realtà malata.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 5:36 pm

Erodoto ha scritto:
comp_xt ha scritto:

Il problema è che tu stai cercando di giustificare l'esistente adattandosi ad esso, io invece penso che abbassare l'asticella non è mai stato, né mai potrà essere, una valida soluzione al problema.

Io credo semplicemente di rilevare un problema che, a quanto leggo, pare essere diffuso. Posso ignoralo e incaponirmi a far leggere I promessi sposi in ogni classe seconda di ogni indirizzo di studio oppure trovare delle valide alternative. Valide alternative, per me, non vuol dire affatto abbassare l'asticella.

Detto questo sono altrettanto convinto che il "canone" non può essere difeso a spada tratta sempre e comunque come non può restare valido e immutabile in saecula saeculorum. Manzoni 150 anni fa aveva specifico enorme ora ne ha meno, credo sia una cosa da poter accettare serenamente.
se dici che Manzoni ce l'ha fatta a fette o se dici che dopo 150 anni qualcuno meglio di Manzoni è nato, ha scritto ed è morto, posso concordare con te.

Se dici che Manzoni è inadatto ad alcuni ragazzi (ed implicitamente adatto ad altri) allora per quei ragazzi stai abbassando l'asticella; non so cos'altro significherebbe quell'espressione se non il proporre un libro più facile.

Non dico che non si debba fare, dico che sia giusto differenziare le azioni: esseri superiori libri superiori, esseri inferiori libri inferiori; dalla loro inferiorità tireranno fuori la punta della testa che è sempre meglio che non tirar fuori nulla; ma cazzo agli esseri superiori si diano in pasto libri capaci di farli volare !

Smettiamola di essere inclusivi e di operare al ribasso.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 657
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Basta con i promessi sposi?   Sab Mag 20, 2017 5:52 pm

Riprendo la discussione dopo qualche giorno e rispondo a un po' di cose.

1. Adoro la Recherche: è meravigliosa! L'unico difetto (lo diceva Gide, mi pare) è che Proust ha dedicato ai suoi lettori tutta la sua vita e vuole essere ricambiato della stessa moneta. E' un libro ciclico, che si può ricominciare da capo ogni volta che si finisce. Se entrate nel loop, non ne uscite più. Eh eh!

2. Chi ha detto che D'Annunzio è più moderno di Manzoni e che il suo linguaggio riuscirebbe meno difficile? Ma per favore!

3. Premesso che ogni libro può piacere o non piacere, perché il gusto è soggettivo ed anzi può anche mutare con gli anni, trovo che i Promessi Sposi siano un buon compromesso (si possono leggere a tanti livelli). Secondo me, uno dei motivi per cui se ne vuole abolire la lettura è che sono alcuni colleghi di Lettere a non amarli e per questo non riescono a trasmettere entusiasmo.
Tornare in alto Andare in basso
 
Basta con i promessi sposi?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» La testa dice basta ma il cuore non vuole :-(
» Scherzi agli sposi!
» basta progesterone basta leucorrea?
» quando dire basta
» alla fine arriva mamma?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: