Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9, 10, 11  Seguente
AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 866
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Lun Mag 29, 2017 3:17 pm

Promemoria primo messaggio :

Oggi ho interrogato una mia alunna DSA (dislessia associata a discalculia) e sapeva tutto a memoria, perfettamente, senza nemmeno consultare le mappe: quando si trattava però di entrare nel ragionamento, nel perché delle cose, ecco che crollava miseramente ed era necessario aiutarla con vari indizi, tuttavia questo è in contraddizione con quanto si dice sui DSA, secondo cui essi difettano di memoria e non sanno mettere le informazioni in sequenza. Non è così?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:28 pm

cha ha scritto:

A me interessa l'impatto che tali teorie hanno sull'istruzione in generale, SIA su quella dei ragazzi con dsa, SIA su tutti gli altri e sulla società intera.

L'impatto è devastante, come sa bene qualsiasi docente che vede anno dopo anno proliferare le diagnosi che diventano sempre più generiche, confuse, incomprensibili.
Alcuni argomenti e metodologie didattiche si evitano proprio se in classe c'è un alto numero di alunni certificati; gli apprendimenti diminuiscono per tutti.
Spesso alle elementari in un'ottica di malintesa prevenzione dei disturbi di apprendimento, che in realtà è solo un mettere la polvere sotto il tappeto, si allungano, si banalizzano, si semplificano e in definitiva si riducono gli apprendimenti.

E' un cane che si morde la coda. Ad esempio il corsivo non si insegna più con la determinazione e il tempismo di una volta per paura che emergano problemi di disgrafia o per paura di non essere inclusivi nei confronti dei disgrafici; il risultato è che aumenta esponenzialmente il numero di alunni con una grafia disordinata e poco leggibile, anche se non c'è alcun problema neurobiologico o di altro tipo.

Allo stesso modo si evitano come la peste i riassunti, sia perché sono il retaggio di una scuola antica e demonizzata, sia perché potrebbero far emergere borderline cognitivi.

La stessa cosa vale anche per il calcolo e le tabelline: si insiste poco, ci sono i discalculici. Anche se ce n'è uno su venti, alla fine imparano meno tutti e venti; al limite si dà la calcolatrice.

Gli errori di ortografia e grammatica, poi... tanto ci sono i correttori automatici: che senso ha quindi insistere col rischio di discriminare la povera stella che scrive ho senz'acca?

Per non parlare dello studio in generale sui libri... tanto c'è internet, che senso ha discriminare tra uno che ha buona memoria e genitori che l'aiutano a fare i compiti e uno che non ha nessuna delle due cose?

L'impatto della normativa e delle prassi sui DSA e dell'inclusione in genere è distruggere la possibilità di quella vera meritocrazia, sancita anche in costituzione, per cui anche il figlio del mitico bracciante può tentare una propria ascesa sociale attraverso le proprie capacità (e non perché è ricco o ben nato o raccomandato).

Chi non ha nulla da perdere dall'abbassamento dell'asticella sono proprio i ben nati, i figli di famiglie ricche o influenti o colte. Che poi sono proprio quelli che affrontano faticosi e costosi iter per far certificare il proprio figlio: perché ha diritto al meglio e non sia mai se qualcuno lo fa sentire un po' stupidotto, come forse è davvero.
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4796
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:29 pm

Ire ha scritto:
Ire ha scritto:
cha ha scritto:
carla75 ha scritto:

vorrei avere il diritto, dopo aver bocciato gli alunni dsa che non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati, di fare ricorso ai genitori che, fregandosene del pdp, non hanno mai provveduto ad aiutare nello studio il loro figlio dsa, decretandone così la bocciatura.  

mi piace...
ohcomemipiace



Si chiama incuria.

però... magari facciamo una azione comune contro chi, ad esempio, nega l'indennità di frequenza che aiuterebbe le famiglie a sostenere le spese, tante, necessarie per un aiuto efficace.

Però, magari, facciamo una azione comune anche contro chi ha previsto le nozze coi fichi secchi a scuola

Sono tutti problemi reali, carla,  di cui però i dsa non hanno alcuna colpa
Ci sono famiglie che hanno figli borderline a cui non è riconosciuto nulla . ci sono famiglie con figli disabili gravi a cui vengono riconosciute solo parzialmente cure o protesi . a me sinceramente l'idea che lo Stato debba pagare le ripetizioni a un ragazzo che ha delle difficoltà circoscritte ed evolutive non va giù . ci sono tanti genitori che pagano le ripetizioni ai propri figli che vanno male a scuola . lo possono fare anche i genitori dei ragazzi con DSA. Mi chiedo invece come spendono questi soldi i genitori che l'indennità ce l'hanno e a chi rendicontano queste spese
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:33 pm

Ire ha scritto:
Ire ha scritto:
cha ha scritto:
carla75 ha scritto:

vorrei avere il diritto, dopo aver bocciato gli alunni dsa che non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati, di fare ricorso ai genitori che, fregandosene del pdp, non hanno mai provveduto ad aiutare nello studio il loro figlio dsa, decretandone così la bocciatura.  

mi piace...
ohcomemipiace



Si chiama incuria.

però... magari facciamo una azione comune contro chi, ad esempio, nega l'indennità di frequenza che aiuterebbe le famiglie a sostenere le spese, tante, necessarie per un aiuto efficace.

Però, magari, facciamo una azione comune anche contro chi ha previsto le nozze coi fichi secchi a scuola

Sono tutti problemi reali, carla,  di cui però i dsa non hanno alcuna colpa

A proposito di nozze con i fichi secchi: chi è che trasforma alunni fino all'anno prima con sostegno in alunni con DSA e PdP?
Chi è che crea una serie di gabbie normative e psicologiche per cui l'alunno con DSA non si può bocciare?
Chi è che prevede classi sovraffollate con più di tre o quattro alunni certificati?
Chi è che demanda ai soli docenti il successo formativo degli alunni con DSA, escludendo ogni altro tipo di assistenza e deresponsabilizzando la famiglia?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9802
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:36 pm

no. Sei fregata!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:37 pm

carla75 ha scritto:

Ci sono famiglie che hanno figli borderline a cui non è riconosciuto nulla . ci sono famiglie con figli disabili gravi a cui vengono riconosciute solo parzialmente cure o protesi . a me sinceramente l'idea che lo Stato debba pagare le ripetizioni a un ragazzo che ha delle difficoltà circoscritte ed evolutive non va giù . ci sono tanti genitori che pagano le ripetizioni ai propri figli che vanno male a scuola . lo possono fare anche i genitori dei ragazzi con DSA. Mi chiedo invece come spendono questi soldi i genitori che l'indennità ce l'hanno e a chi rendicontano queste spese

Ho degli alunni senza alcuna diagnosi o certificazione più gravi di alunni certificati per DSA a loro volta più gravi di alunni con sostegno. Il mondo alla rovescia.
Il mondo delle diagnosi per sostegno e delle certificazioni per DSA è tutt'altro che lineare.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9802
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:44 pm

carla75 ha scritto:
Ire ha scritto:
Ire ha scritto:
cha ha scritto:
carla75 ha scritto:

vorrei avere il diritto, dopo aver bocciato gli alunni dsa che non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati, di fare ricorso ai genitori che, fregandosene del pdp, non hanno mai provveduto ad aiutare nello studio il loro figlio dsa, decretandone così la bocciatura.  

mi piace...
ohcomemipiace



Si chiama incuria.

però... magari facciamo una azione comune contro chi, ad esempio, nega l'indennità di frequenza che aiuterebbe le famiglie a sostenere le spese, tante, necessarie per un aiuto efficace.

Però, magari, facciamo una azione comune anche contro chi ha previsto le nozze coi fichi secchi a scuola

Sono tutti problemi reali, carla,  di cui però i dsa non hanno alcuna colpa
Ci sono famiglie che hanno figli borderline a cui non è riconosciuto nulla . ci sono famiglie con figli disabili gravi a cui vengono riconosciute solo parzialmente cure o protesi . a me sinceramente l'idea che lo Stato debba pagare le ripetizioni a un ragazzo che ha delle difficoltà circoscritte ed evolutive non va giù . ci sono tanti genitori che pagano le ripetizioni ai propri figli che vanno male a scuola . lo possono fare anche i genitori dei ragazzi con DSA. Mi chiedo invece come spendono questi soldi i genitori che l'indennità ce l'hanno e a chi rendicontano queste spese

torniamo a parlare di art. 3 della costituzione?

torniamo a dire che i ragazzi che vanno male a scuola e non hanno diagnosi (o meglio non hanno dsa) non hanno alcun impedimento a compiere le funzioni proprie dell'età.

La rendicontazione è preventiva in quanto a parte i discorsi diversi l'indennità viene concessa (con il contagocce) a chi dimostri che oltre alla frequenza scolastica si avvale di corsi, percorsi, tutor e varie.

Una ripetizione per un semplice andare male a scuola può finire presto. Un supporto efficace per un dsa deve essere continuativo e difficilmente è sufficiente utilizzare ragazzi universitari o delle superiori che fanno prezzi contenuti. Le spese per un buon lavoro, necessario, sono spese importanti, molto. Con tutta la buona volontà del mondo c'è chi davvero non se lo può permettere
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:49 pm

Io vedo famiglie di alunni con DSA svenarsi per pagare assistenti allo studio specializzati nei disturbi senza ottenere alcun miglioramento. C'è anche da dire che esiste un mondo che sui dsa ci campa e non sempre i titoli corrispondono a reali competenze. Anche perché, essendo molto fragili le basi scientifiche di tutta la materia, chiunque può inventare un proprio protocollo di trattamento magari inutile, spacciando acque fresche per panacee.
Anzi quasi quasi invento il protocollo Ushikawa e mi butto sul mercato. M'zzat'!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9802
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:50 pm

ushikawa ha scritto:
carla75 ha scritto:

Ci sono famiglie che hanno figli borderline a cui non è riconosciuto nulla . ci sono famiglie con figli disabili gravi a cui vengono riconosciute solo parzialmente cure o protesi . a me sinceramente l'idea che lo Stato debba pagare le ripetizioni a un ragazzo che ha delle difficoltà circoscritte ed evolutive non va giù . ci sono tanti genitori che pagano le ripetizioni ai propri figli che vanno male a scuola . lo possono fare anche i genitori dei ragazzi con DSA. Mi chiedo invece come spendono questi soldi i genitori che l'indennità ce l'hanno e a chi rendicontano queste spese

Ho degli alunni senza alcuna diagnosi o certificazione più gravi di alunni certificati per DSA a loro volta più gravi di alunni con sostegno. Il mondo alla rovescia.
Il mondo delle diagnosi per sostegno e delle certificazioni per DSA è tutt'altro che lineare.

su questo ci troviamo d'accordo
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 9802
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 5:52 pm

ushikawa ha scritto:
Io vedo famiglie di alunni con DSA svenarsi per pagare assistenti allo studio specializzati nei disturbi senza ottenere alcun miglioramento. C'è anche da dire che esiste un mondo che sui dsa ci campa e non sempre i titoli corrispondono a reali competenze. Anche perché, essendo molto fragili le basi scientifiche di tutta la materia, chiunque può inventare un proprio protocollo di trattamento magari inutile, spacciando acque fresche per panacee.
Anzi quasi quasi invento il protocollo Ushikawa e mi butto sul mercato. M'zzat'!


Anche su questo mi trovi d'accordo
(se non altro, abbastanza d'accordo)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 6:35 pm

ushikawa ha scritto:
Io vedo famiglie di alunni con DSA svenarsi per pagare assistenti allo studio specializzati nei disturbi senza ottenere alcun miglioramento. C'è anche da dire che esiste un mondo che sui dsa ci campa e non sempre i titoli corrispondono a reali competenze. Anche perché, essendo molto fragili le basi scientifiche di tutta la materia, chiunque può inventare un proprio protocollo di trattamento magari inutile, spacciando acque fresche per panacee.

La migliore di tutte quelle che mi sono capitate, tra questi presunti esperti, fu una tizia che si presentava come tutor di apprendimento professionista (cioè, negava di essere semplicemente un'insegnante di ripetizioni private, ma sosteneva di avere un titolo professionale apposito), nonché ultraspecializzata proprio in aiuto in matematica e nelle materie scientifiche per ragazzi con dsa o con altre problematiche particolari.

Incuriosita, le chiesi se avesse fatto studi universitari di matematica, e rispose candidamente che aveva iniziato con l'iscriversi a matematica, ma che dopo due anni aveva mollato perché trovava quel corso troppo rigido e troppo specialistico, e aveva preferito passare a scienze dell'educazione.

Cioè, il suo presunto titolo professionale per considerarsi proprio il massimo del profilo adatto per aiutare i ragazzi con difficoltà in matematica, consisteva nel NON ESSERE RIUSCITA a laurearsi in matematica ed essere scappata a studiare tutt'altro...  : - )


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Mer Mag 31, 2017 9:14 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19916
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 7:03 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Cioè, il suo presunto titolo professionale per considerarsi proprio il massimo del profilo adatto per aiutare i ragazzi con difficoltà in matematica, consisteva nel NON ESSERE RIUSCITA a laurearsi in matematica ed essere scappata a studiare tutt'altro...  : - )
E ti sembra un fatto grave ? Il grave è che c'è chi abbocca !
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4796
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 8:08 pm

Ire ha scritto:
carla75 ha scritto:
Ire ha scritto:
Ire ha scritto:
cha ha scritto:
carla75 ha scritto:

vorrei avere il diritto, dopo aver bocciato gli alunni dsa che non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati, di fare ricorso ai genitori che, fregandosene del pdp, non hanno mai provveduto ad aiutare nello studio il loro figlio dsa, decretandone così la bocciatura.  

mi piace...
ohcomemipiace



Si chiama incuria.

però... magari facciamo una azione comune contro chi, ad esempio, nega l'indennità di frequenza che aiuterebbe le famiglie a sostenere le spese, tante, necessarie per un aiuto efficace.

Però, magari, facciamo una azione comune anche contro chi ha previsto le nozze coi fichi secchi a scuola

Sono tutti problemi reali, carla,  di cui però i dsa non hanno alcuna colpa
Ci sono famiglie che hanno figli borderline a cui non è riconosciuto nulla . ci sono famiglie con figli disabili gravi a cui vengono riconosciute solo parzialmente cure o protesi . a me sinceramente l'idea che lo Stato debba pagare le ripetizioni a un ragazzo che ha delle difficoltà circoscritte ed evolutive non va giù . ci sono tanti genitori che pagano le ripetizioni ai propri figli che vanno male a scuola . lo possono fare anche i genitori dei ragazzi con DSA. Mi chiedo invece come spendono questi soldi i genitori che l'indennità ce l'hanno e a chi rendicontano queste spese

torniamo a parlare di art. 3 della costituzione?

torniamo a dire che i ragazzi che vanno male a scuola e non hanno diagnosi (o meglio non hanno dsa) non hanno alcun impedimento a compiere le funzioni proprie dell'età.
un ragazzo borderline che va male a scuola ha diritto a qualche indennità? eppure è sicuramente più problematico di un dsa
La rendicontazione è preventiva in quanto a parte i discorsi diversi l'indennità viene concessa   (con il contagocce) a chi dimostri che oltre alla frequenza scolastica si avvale di corsi, percorsi, tutor e  varie.
questo proprio non mi risulta, tanto che una volta una mamma candidamente mi disse che ci pagava il dentista

Una ripetizione per un semplice andare male a scuola può finire presto. Un supporto efficace per un dsa deve essere continuativo e difficilmente è sufficiente utilizzare ragazzi universitari o delle superiori che fanno prezzi contenuti. Le spese per un buon lavoro, necessario, sono spese importanti, molto.  Con tutta la buona volontà del mondo c'è chi davvero non se lo può permettere
e questo tu lo dici a me? dovevi chiedertelo prima di andare a Roma con associazione varie per l'approvazione della legge 170, che ha tolto il diritto al sostegno a quei ragazzi che non si possono permettere uno specialista.
fosti proprio tu per prima ad affermare, e questo fu motivo di tanti confronti (non solo con me), che i ragazzi con Dsa non hanno bisogno del sostegno.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1552
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Mer Mag 31, 2017 8:45 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Incuriosita, le chiesi se avesse fatto studi universitari di matematica, e rispose candidamente che aveva iniziato con l'iscriversi a matematica, ma che dopo due anni aveva mollato perché trovava quel corso troppo rigido e troppo specialistico, e aveva preferito passare a scienze dell'educazione.


Questo esempio chiarisce la situazione più di mille pagine di analisi e discussioni.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9802
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 7:12 am

carla75 ha scritto:
Ire ha scritto:
carla75 ha scritto:
Ire ha scritto:
Ire ha scritto:
cha ha scritto:
carla75 ha scritto:

vorrei avere il diritto, dopo aver bocciato gli alunni dsa che non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati, di fare ricorso ai genitori che, fregandosene del pdp, non hanno mai provveduto ad aiutare nello studio il loro figlio dsa, decretandone così la bocciatura.  

mi piace...
ohcomemipiace



Si chiama incuria.

però... magari facciamo una azione comune contro chi, ad esempio, nega l'indennità di frequenza che aiuterebbe le famiglie a sostenere le spese, tante, necessarie per un aiuto efficace.

Però, magari, facciamo una azione comune anche contro chi ha previsto le nozze coi fichi secchi a scuola

Sono tutti problemi reali, carla,  di cui però i dsa non hanno alcuna colpa
Ci sono famiglie che hanno figli borderline a cui non è riconosciuto nulla . ci sono famiglie con figli disabili gravi a cui vengono riconosciute solo parzialmente cure o protesi . a me sinceramente l'idea che lo Stato debba pagare le ripetizioni a un ragazzo che ha delle difficoltà circoscritte ed evolutive non va giù . ci sono tanti genitori che pagano le ripetizioni ai propri figli che vanno male a scuola . lo possono fare anche i genitori dei ragazzi con DSA. Mi chiedo invece come spendono questi soldi i genitori che l'indennità ce l'hanno e a chi rendicontano queste spese

torniamo a parlare di art. 3 della costituzione?

torniamo a dire che i ragazzi che vanno male a scuola e non hanno diagnosi (o meglio non hanno dsa) non hanno alcun impedimento a compiere le funzioni proprie dell'età.
un ragazzo borderline che va male a scuola ha diritto a qualche indennità? eppure è sicuramente più problematico di un dsa
La rendicontazione è preventiva in quanto a parte i discorsi diversi l'indennità viene concessa   (con il contagocce) a chi dimostri che oltre alla frequenza scolastica si avvale di corsi, percorsi, tutor e  varie.
questo proprio non mi risulta, tanto che una volta una mamma candidamente mi disse che ci pagava il dentista

Una ripetizione per un semplice andare male a scuola può finire presto. Un supporto efficace per un dsa deve essere continuativo e difficilmente è sufficiente utilizzare ragazzi universitari o delle superiori che fanno prezzi contenuti. Le spese per un buon lavoro, necessario, sono spese importanti, molto.  Con tutta la buona volontà del mondo c'è chi davvero non se lo può permettere
e questo tu lo dici a me? dovevi chiedertelo prima di andare a Roma con  associazione varie per l'approvazione della legge 170, che ha tolto il diritto al sostegno a quei ragazzi che non si possono permettere uno specialista.
fosti proprio tu per prima ad affermare, e questo fu motivo di tanti confronti (non solo con me), che i ragazzi con Dsa non hanno bisogno del sostegno.


No, questo è inaccettabile!

Prima della 170 i ragazzi con dsa (parlo di dsa non di altro) non avevano alcun sostegno perchè la valutazione del profilo di funzionamento non evidenziava certo ritardi ascrivibili a qualche deficit per cui non erano certo ragazzi dal 104. Erano i fancazzisti o quelli non tagliati per la scuola.

Ancora sostengo che il ragazzo con dsa non abbia bisogno di sostegno, non sicuramente di sostegno per l'inclusione, non sicuramente delle sei ore condivise con la classe perchè poi alla fin fine il docente di sostegno soprattutto in un caso in cui non ci siano necessità legate alla convivenza è questo che è Sostegno al docente curricolare per tutti i bisogni che ci sono in classe. No grazie.

Il ragazzo con dsa avrebbe bisogno in alcuni casi, non infrequenti, di un tutor dell'apprendimento pensato molto diversamente dal sostegno così come è inteso ora.

Poi, chi di noi ha sollecitato Roma perchè fosse riconosciuta l'esistenza di una condizione neurobiologica che contrasta parecchio con il modo di fare scuola e di verificare l'apprendimento, che rende necessario compensare alcune, anche importanti, difficoltà con l'utilizzo di strumenti e strategie diversi dal convenzionale, chi di noi ha voluto la legge (maledetta) l'ha voluta per i dsa non per tutto quello che poi per una serie di ragioni è diventato dsa.

Con questa sistematica distruzione della scuola voluta a livello politico per una ottusa visione delle priorità sociali, con la crisi, se vuoi, anche se non ci fosse la 170 si sarebbero spostati i limiti del riconoscimento del diritto al sostegno.

Quindi, per quanto tu abbia fatto una brutta esperienza con un caso di dsa quest'anno, non perdere la razionalità e non attribuire le brutture del mondo al riconoscimento sacrosanto dell'esistenza di una struttura cerebrale e di un fisiologico funzionamento diverso da quello fino a quel momento conosciuto sul quale si è impostato il modo di fare scuola.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 8:43 am

Resta il fatto che la presenza di 1/3 - 1/4 di alunni con pdp in una classe non aiuta nessuno: né i portatori di disturbi specifici ex170, né quelli di disturbi aspecifici rimessi dentro le diagnosi dalle circolari, né gli alunni con bisogni educativi speciali, né gli alunni in difficoltà senza alcuna diagnosi e certificazione né soprattutto gli alunni con prestazioni normali.
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4796
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 9:42 am

evidentemente io e i miei colleghi in tutt'Italia, per anni, abbiamo lavorato con dei fantasmi. non ho mai seguito ragazzi dsa, borderline, con disturbi del comportamento. Ok

ed evidentemente i genitori sanno quello che succede dentro la scuola, cos'è il sostegno, come si lavora, come si declina il lavoro a seconda delle esigenze degli allievi e delle loro patologie o difficoltà.

l'insegnate di sostegno evidentemente è quello che accompagna il ragazzo disabile in bagno. siamo molto avanti.

dal prossimo anno mi limiterò a fare questo. e quando i colleghi mio chiederanno collaborazione, o il ragazzo dsa mi guarderà chiedendo pietà, gli chiederò se deve andare in bagno.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 9:47 am

In bagno lo accompagna il personale ata mi pare
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6245
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 10:39 am

ushikawa ha scritto:
carla75 ha scritto:

Ci sono famiglie che hanno figli borderline a cui non è riconosciuto nulla . ci sono famiglie con figli disabili gravi a cui vengono riconosciute solo parzialmente cure o protesi . a me sinceramente l'idea che lo Stato debba pagare le ripetizioni a un ragazzo che ha delle difficoltà circoscritte ed evolutive non va giù . ci sono tanti genitori che pagano le ripetizioni ai propri figli che vanno male a scuola . lo possono fare anche i genitori dei ragazzi con DSA. Mi chiedo invece come spendono questi soldi i genitori che l'indennità ce l'hanno e a chi rendicontano queste spese

Ho degli alunni senza alcuna diagnosi o certificazione più gravi di alunni certificati per DSA a loro volta più gravi di alunni con sostegno. Il mondo alla rovescia.
Il mondo delle diagnosi per sostegno e delle certificazioni per DSA è tutt'altro che lineare.


Sono assolutamente d'accordo, e aggiungo che vivendo a Roma, posso testimoniare di certificazioni che provengono da centri diversi (anche di eccellenza) e non solo dall'unico centro di zona.
Le diagnosi sono ormai troppo fumose per costruire una programmazione seria. Quando non sono lacunose o generiche, ripropongono sempre gli stessi schemi, alla faccia della personalizzazione del DSA! Indulgono sugli strumenti compensativi/dispensativi che non sarebbero di loro competenza, omettono invece i dati relativi ai test, oppure certificano come se i risultati dei test non ci fossero (e addirittura in contrapposizione ai risultati).
L'impressione insomma, anche rispetto alle certificazioni che arrivavano qualche anno fa, è quella di una grande faciloneria e sciatteria, che confonde anche le famiglie, che non capiscono dove sia il problema del figlio e quindi lo fanno rientrare in generici calderoni di disturbo che li porta a chiedere tutto, come se si dovesse aspirare a un pacchetto completo in una spa.
E questo è un effetto della legge, come è un effetto la nascita di un indotto del DSA poco edificante, non c'è dubbio. Magari non era prevedibile (ma forse si) e certamente per questo non si può abrogare la legge o il principio che afferma, ma prima o poi bisognerà occuparsene, se non vogliamo che lo sfaticato/dsa di una volta risulti alla fine più preparato del dsa certificato di oggi!
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4796
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 1:52 pm

Chiudendo il discorso. Il ragazzo dsa ha diritto agli strumenti previsti dalla legge. Ed è l'applicazione pratica sella,stessa che vale. Non riconoscono le indennità di frequenza ? e' la famiglia che deve provvedere a fare studiare ragazzo. dati i suoi diritti se non raggiunge gli obiettivi perdera' l'anno esattamente come gli altri.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9802
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 4:14 pm

lucetta10 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
carla75 ha scritto:

Ci sono famiglie che hanno figli borderline a cui non è riconosciuto nulla . ci sono famiglie con figli disabili gravi a cui vengono riconosciute solo parzialmente cure o protesi . a me sinceramente l'idea che lo Stato debba pagare le ripetizioni a un ragazzo che ha delle difficoltà circoscritte ed evolutive non va giù . ci sono tanti genitori che pagano le ripetizioni ai propri figli che vanno male a scuola . lo possono fare anche i genitori dei ragazzi con DSA. Mi chiedo invece come spendono questi soldi i genitori che l'indennità ce l'hanno e a chi rendicontano queste spese

Ho degli alunni senza alcuna diagnosi o certificazione più gravi di alunni certificati per DSA a loro volta più gravi di alunni con sostegno. Il mondo alla rovescia.
Il mondo delle diagnosi per sostegno e delle certificazioni per DSA è tutt'altro che lineare.


Sono assolutamente d'accordo, e aggiungo che vivendo a Roma, posso testimoniare di certificazioni che provengono da centri diversi (anche di eccellenza) e non solo dall'unico centro di zona.
Le diagnosi sono ormai troppo fumose per costruire una programmazione seria. Quando non sono lacunose o generiche, ripropongono sempre gli stessi schemi, alla faccia della personalizzazione del DSA! Indulgono sugli strumenti compensativi/dispensativi che non sarebbero di loro competenza, omettono invece i dati relativi ai test, oppure certificano come se i risultati dei test non ci fossero (e addirittura in contrapposizione ai risultati).
L'impressione insomma, anche rispetto alle certificazioni che arrivavano qualche anno fa, è quella di una grande faciloneria e sciatteria, che confonde anche le famiglie, che non capiscono dove sia il problema del figlio e quindi lo fanno rientrare in generici calderoni di disturbo che li porta a chiedere tutto, come se si dovesse aspirare a un pacchetto completo in una spa.
E questo è un effetto della legge, come è un effetto la nascita di un indotto del DSA poco edificante, non c'è dubbio. Magari non era prevedibile (ma forse si) e certamente per questo non si può abrogare la legge o il principio che afferma, ma prima o poi bisognerà occuparsene, se non vogliamo che lo sfaticato/dsa di una volta risulti alla fine più preparato del dsa certificato di oggi!

Concordo, Lucetta.

Tu poni l'accento su Roma e seguo il tuo discorso:  c'è una disparità incredibile tra le diagnosi: vedo in alcuni territori diagnosi fatte alla perfezione, diagnosi dalle quali io che sono una profana, riesco a ricostruire il profilo di un bambino mentre altre diagnosi sono drammatiche.

La nascita di un indotto non proprio etico sui dsa è effetto della legge, ma di quella del mercato:  dove c'è un bisogno c'è qualcuno che trova il modo di guadagnarci su. Sta a chi ha quel bisogno il compito di non farsi raggirare prendendo come primo e forse unico principio di base la consapevolezza che  i miracoli non li fa nessuno su questa terra.

Bisogna riguardare il tutto?  assolutamente sì.


Carla, non mi sembra tu abbia detto qualcosa che possa chiudere il discorso.  Vogliamo parlare di strumenti?  Sono tre: compensativi, dispesnsativi e didattici.  I primi due con qualche fatica vengono concessi, più o meno    i terzi c'è qualcuno che si impegna, abbiamo esempi grandiosi di ottimi insegnanti che si sono messi in cammino per cambiare.   Abbiamo anche esempi di chi proprio è fermo lì.  Quindi il tuo discorso è la partenza non la conclusione


Ultima modifica di Ire il Gio Giu 01, 2017 4:21 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 4:16 pm

gli strumenti didattici quali sarebbero?
A me hanno detto che faccio una didattica a misura di dsa; non l'ho presa come un complimento.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19916
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 4:20 pm

ushikawa ha scritto:
gli strumenti didattici quali sarebbero?
A me hanno detto che faccio una didattica a misura di dsa; non l'ho presa come un complimento.
Mi piaci quando fai il bastardo !
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19916
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 4:26 pm

Ire ha scritto:
 dove c'è un bisogno c'è qualcuno che trova il modo di guadagnarci su. Sta a chi ha quel bisogno il compito di non farsi raggirare prendendo come primo e forse unico principio di base la consapevolezza che  i miracoli non li fa nessuno su questa terra.
Di che bisogno parli ? Non abbiamo tutti gli stessi bisogni; c'è chi sente il bisogno di istruirsi e chi di farsi promuovere; i professionisti a cui ti riferisci fanno miracoli, con due paroline ben piazzate trasformano una sfilza di 4 in una sfilza di 6; matematica, italiano ed inglese 666

Sei cristiana ? Spero tu abbia colto la sottigliezza.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19916
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 4:32 pm

Ire ha scritto:
Sono tre: compensativi, dispesnsativi e didattici.  I primi due con qualche fatica vengono concessi, più o meno    i terzi c'è qualcuno che si impegna, abbiamo esempi grandiosi di ottimi insegnanti che si sono messi in cammino per cambiare.   Abbiamo anche esempi di chi proprio è fermo lì.  Quindi il tuo discorso è la partenza non la conclusione
Per strumenti didattici intendi didattica inclusiva ? Intendi didattica che non faresti se fossero tutti ben dotati in quanto ritieni che con la didattica che fai si impara di più (se sei ben dotato) ?
Intendi che per fare imparare di più quelli dotati poco bisogna fare imparare di meno a chi è ben dotato ?

GIAMMAI ! Quando sarà obbligatorio per legge io violerò la legge; nel modo più furbesco possibile, attaccandomi ad ogni cavillo e mentendo ogni volta servisse, con lo scopo di farla franca per il mio tentativo di obiezione di coscienza.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Gio Giu 01, 2017 4:57 pm

avidodinformazioni ha scritto:
matematica, italiano ed inglese 666

Sei cristiana ? Spero tu abbia colto la sottigliezza.

Occhio, che il 666, anche nelle fonti cristiane, è sempre stato definito (enigmisticamente) come "numero della Bestia", e non come "numero del diavolo" o "numero del male".

Io in certi casi tenderei a interpretare la "bestia" non in senso demoniaco, ma proprio in senso zootecnico.
Tornare in alto Andare in basso
 
Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 11Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9, 10, 11  Seguente
 Argomenti simili
-
» perché i cristiani quando ti devono controbattere citano a memoria i versi della bibbia???
» Ce li scambiamo o no?
» Mi hanno detto che....
» Hanno vinto loro
» La testa dice basta ma il cuore non vuole :-(

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: