Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 8, 9, 10, 11  Seguente
AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 859
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Lun Mag 29, 2017 3:17 pm

Promemoria primo messaggio :

Oggi ho interrogato una mia alunna DSA (dislessia associata a discalculia) e sapeva tutto a memoria, perfettamente, senza nemmeno consultare le mappe: quando si trattava però di entrare nel ragionamento, nel perché delle cose, ecco che crollava miseramente ed era necessario aiutarla con vari indizi, tuttavia questo è in contraddizione con quanto si dice sui DSA, secondo cui essi difettano di memoria e non sanno mettere le informazioni in sequenza. Non è così?
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
comp_xt



Messaggi : 1551
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 12:41 pm

avidodinformazioni ha scritto:


2) non esiste modo per diagnosticare il DSA, si diagnostica un problema di apprendimento e lo si imputa al DSA; è come quando dici "il mondo esiste e quindi esiste Dio che l'ha creato"; è lecito credere in Dio e chi ci crede non è per questo uno stupido; chi invece fa quella affermazione è un coglione e non merita risposta.

Prendiamo un dolore addominale.
Potrebbe trattarsi di un'appendicite, di una colica epatica, di una colica renale, di un infarto o anche di una banalissima indigestione.

Con i dsa invece si fa la diagnosi a partire da delle difficoltà rilevate con dei test, difficoltà che potrebbero essere dovute a una miriade di cause diverse.
Alle elementari avevo dei compagni  con difficoltà di lettura.
La maestra insisteva per farli leggere, sia a casa che in classe a voce alta e davanti a tutti.
Oggi probabilmente avrebbero avuto una diagnosi di dislessia, con tanto di dispensa dalla lettura.
Sei dislessico, non potrai mai leggere bene, rinuncia a farlo. Chi mai potrebbe opporsi alla verità rivelata dagli esperti?
Negli anni ottanta però la mia maestra, che aveva fatto solo le magistrali, si era resa conto che solo con l'esercizio quei suoi alunni avrebbero potuto superare le difficoltà. E infatti in quinta elementare tutti sapevamo leggere in maniera adeguata, anche quei compagni che nel quinquennio avevano mostrato maggiori difficoltà.
Ma possibile che la scuola italiana debba restare prigioniera di teorie assurde secondo cui certe difficoltà non potranno mai essere superate ma solo "compensate" o attutite tramite "dispense"?
Ci sono specialisti del nulla che stabiliscono che un bambino di 9 anni non potrà mai leggere bene e che quindi non bisogna pretendere che legga. Ma è ovvio che questo bambino leggerà sempre peggio e, cosa ancora più grave, non potrà mai studiare con profitto.
Il problema non è dei singoli docenti, che alla fine sono costretti ad adeguarsi, ma di una categoria professionale  incapace di imporre una propria visione culturale e di opportsi a questa barbarie.


Ultima modifica di comp_xt il Dom Giu 04, 2017 12:42 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 12:42 pm

comp_xt ha scritto:
Ire ha scritto:

Quelli con gli occhiali non hanno bisogno di pdp il loro strumento compensativo è autorizzato. Possono essere anche presi in giro ma non sbattono la testa perchè nessuno si sogna di impedire loro l'uso degli occhiali come avviene per il dsa

La similitudine che fai, oltre che essere abusata, è anche errata perché gli occhiali non sono uno strumento compensativo ma correttivo.

E soprattutto è errata perchè non viene richiesto direttamente all'insegnante di prescrivere gli occhiali, di costruirli, di verificare che siano proprio quelli giusti in maniera personalizzata, e di sentirsi in colpa ogni volta che lo studente, nonostante gli occhiali, prende un'insufficienza lo stesso, e quindi di doversi affrettare a modificare le caratteristiche degli occhiali giorno per giorno finché non si arriva alla sufficienza.

Ed è errata anche per un altro motivo sostanziale, che peraltro è stato fatto notare più volte ma è stato sistematicamente ignorato: la differenza plateale tra gli occhiali e gli strumenti compensativi per i dsa è che i primi sono compensativi SOLO per chi ne ha bisogno davvero, e non c'è nessun vantaggio nell'usarli lo stesso anche se non se ne ha bisogno... mentre i formulari, le mappe, i riassunti, le verifiche ridotte e le interrogazioni programmate e spezzettate farebbero comodo anche a chiunque altro, e mi pare ovvio che possano causare forme di invidia o aspirazioni imitative, o anche solo "essere viste come facilitazioni".

Per il semplicissimo motivo che di fatto LO SONO, delle facilitazioni, anche se questa parola non piace.

Se nessuno è così scemo da invidiare il compagno miope perchè quello ha diritto agli occhiali e lui no, non mi pare certo che si possa dire la stessa cosa per gli strumenti compensativi didattici.

Non è un pregiudizio o una convinzione ingiusta, è un dato di fatto, e non ci si può fare niente... e di certo l'insistenza esagerata su questo ritornello annoso del "paragone con gli occhiali" non aiuta a dissipare l'equivoco.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9792
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 1:15 pm

Citazione :
Io gli do 90 minuti perchè così lo promuovo e gli offro la possibilità di proseguire negli studi (proficuamente), che con i 60 minuti non avrebbe, ma comunque lui è inferiore agli altri perchè lui ha un freno a mano tirato che gli altri non hanno.


bravo, dagli i 90 minuti.

Tra te e te giustifica come ti pare questa strategia e non ti preoccupare se lui sia o non sia inferiore agli altri preoccupazione che non ti riguarda.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19844
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 1:23 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Io gli do 90 minuti perchè così lo promuovo e gli offro la possibilità di proseguire negli studi (proficuamente), che con i 60 minuti non avrebbe, ma comunque lui è inferiore agli altri perchè lui ha un freno a mano tirato che gli altri non hanno.


bravo, dagli i 90 minuti.

Tra te e te giustifica come ti pare questa strategia e non ti preoccupare se lui sia o non sia inferiore agli altri preoccupazione che non ti riguarda.
Infatti me ne frego
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9792
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 1:45 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Citazione :
Io gli do 90 minuti perchè così lo promuovo e gli offro la possibilità di proseguire negli studi (proficuamente), che con i 60 minuti non avrebbe, ma comunque lui è inferiore agli altri perchè lui ha un freno a mano tirato che gli altri non hanno.


bravo, dagli i 90 minuti.

Tra te e te giustifica come ti pare questa strategia e non ti preoccupare se lui sia o non sia inferiore agli altri preoccupazione che non ti riguarda.
Infatti me ne frego


meglio così
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 1:54 pm

Ire, basta intendersi su cosa si pensa dell'analisi del risultato e delle sue dirette conseguenze: se il ragazzo continua a prendere l'insufficienza anche se gli si danno 90 minuti invece di 60, cosa si dovrebbe fare? Dargliene 120? E se continua ancora ad avere risultati scarsi, la volta successiva bisogna dargliene ancora di più, e così via all'infinito?

O dopo aver constatato che non riesce a fare nemmeno in 4 ore un compito da un'ora, allora è finalmente concesso di dargli unl'insufficienza, pur di sentirsi mooooltooooooooooo in colpa?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9792
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 1:59 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
Ire ha scritto:

Quelli con gli occhiali non hanno bisogno di pdp il loro strumento compensativo è autorizzato. Possono essere anche presi in giro ma non sbattono la testa perchè nessuno si sogna di impedire loro l'uso degli occhiali come avviene per il dsa

La similitudine che fai, oltre che essere abusata, è anche errata perché gli occhiali non sono uno strumento compensativo ma correttivo.

E soprattutto è errata perchè non viene richiesto direttamente all'insegnante di prescrivere gli occhiali, di costruirli, di verificare che siano proprio quelli giusti in maniera personalizzata, e di sentirsi in colpa ogni volta che lo studente, nonostante gli occhiali, prende un'insufficienza lo stesso, e quindi di doversi affrettare a modificare le caratteristiche degli occhiali giorno per giorno finché non si arriva alla sufficienza.

Ed è errata anche per un altro motivo sostanziale, che peraltro è stato fatto notare più volte ma è stato sistematicamente ignorato: la differenza plateale tra gli occhiali e gli strumenti compensativi per i dsa è che i primi sono compensativi SOLO per chi ne ha bisogno davvero, e non c'è nessun vantaggio nell'usarli lo stesso anche se non se ne ha bisogno... mentre i formulari, le mappe, i riassunti, le verifiche ridotte e le interrogazioni programmate e spezzettate farebbero comodo anche a chiunque altro, e mi pare ovvio che possano causare forme di invidia o aspirazioni imitative, o anche solo "essere viste come facilitazioni".

Per il semplicissimo motivo che di fatto LO SONO, delle facilitazioni, anche se questa parola non piace.

Se nessuno è così scemo da invidiare il compagno miope perchè quello ha diritto agli occhiali e lui no, non mi pare certo che si possa dire la stessa cosa per gli strumenti compensativi didattici.

Non è un pregiudizio o una convinzione ingiusta, è un dato di fatto, e non ci si può fare niente... e di certo l'insistenza esagerata su questo ritornello annoso del "paragone con gli occhiali" non aiuta a dissipare l'equivoco.

gli occhiali erano stati nominati solo perchè mac mi chiedeva se allora non esiste più che la classe prenda in giro l'occhialuto. (se andate a leggere magari ricostruite il discorso)

Non sono comunque strumenti correttivi perchè non correggono assolutamente nulla: un intervento chirurgico è correttivo se eliminia il problema. Gli occhiali compensano le difficoltà di vista.

Gli alunni con dsa hanno diritto ai loro compensativi esattamente come chi ne ha bisogno ha diritto ai suoi occhiali. Non è colpa di nessuno se il compensativo per dsa potrebbe fare comodo ad altri. Ad altri farebbe comodo (forse) al dsa è indispensabile. C'è un tanticchio di differenza e non sono problemi del dsa il fatto che qualcuno lo invidi. Diventano suoi problemi se qualcuno lo ingiuria per questo, diventano suoi problemi se non gli vengono garantiti.

Se tu fossi stata un oculista ti saresti dovuta occupare degli occhiali e del prefezionamento dell'indicazione del tipo di lente da usare fino a trovare quella giusta per il problema del tuo paziente.

Sei una docente ti devi occupare di apprendimento e del perfezionamento delle modalità didattiche e strategiche fino ad arrivare a quella giusta per il tuo alunno. Non è compito tuo la diagnosi, non è compito tuo la certificazione. Il tuo lavoro è altro, lo sapevi quando hai accettato di farlo. Avresti potuto fare l'oculista o il precettore privato, in questo secondo caso ti saresti potuta scegliere l'allievo. Nella scuola pubblica dove lavori il tuo lavoro è di insegnare a tutti per come sono questi tutti non per quello che decidi tu.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 2:27 pm

Il tuo lavoro ,caro docente italiano,è fare il servetto ad ogni studente, esaudire i suoi desideri ,garantirgli promozione,vita facile e fare da scudo umano per ogni fallimento o difficoltà
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 2:32 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ire, basta intendersi su cosa si pensa dell'analisi del risultato e delle sue dirette conseguenze: se il ragazzo continua a prendere l'insufficienza anche se gli si danno 90 minuti invece di 60, cosa si dovrebbe fare? Dargliene 120? E se continua ancora ad avere risultati scarsi, la volta successiva bisogna dargliene ancora di più, e così via all'infinito?

O dopo aver constatato che non riesce a fare nemmeno in 4 ore un compito da un'ora, allora è finalmente concesso di dargli unl'insufficienza, pur di sentirsi mooooltooooooooooo in colpa?

L'allungamento dei tempi della verifica è di circa il 20 %, quindi 10-15 minuti, non di più. Concesso questo, sui tempi siamo in regola. Tra l'altro quasi nessuno li utilizza, per quanto ho potuto vedere.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 2:36 pm

Ire ha scritto:

... e non sono problemi del dsa il fatto che qualcuno lo invidi.

Fino a poco fa l'alunno con dsa era un fragile essere bistrattato, deriso, quasi bullizzato. Ora ha una pellaccia da coccodrillo. Mah!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19844
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 2:38 pm

chicca70 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ire, basta intendersi su cosa si pensa dell'analisi del risultato e delle sue dirette conseguenze: se il ragazzo continua a prendere l'insufficienza anche se gli si danno 90 minuti invece di 60, cosa si dovrebbe fare? Dargliene 120? E se continua ancora ad avere risultati scarsi, la volta successiva bisogna dargliene ancora di più, e così via all'infinito?

O dopo aver constatato che non riesce a fare nemmeno in 4 ore un compito da un'ora, allora è finalmente concesso di dargli unl'insufficienza, pur di sentirsi mooooltooooooooooo in colpa?

L'allungamento dei tempi della verifica è di circa il 20 %, quindi 10-15 minuti, non di più. Concesso questo, sui tempi siamo in regola. Tra l'altro quasi nessuno li utilizza, per quanto ho potuto vedere.
Quando non hai tempo in più da concedere si riduce il numero di esercizi; quello lo utilizzano tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9792
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 2:50 pm

mac67 ha scritto:
Ire ha scritto:

... e non sono problemi del dsa il fatto che qualcuno lo invidi.

Fino a poco fa l'alunno con dsa era un fragile essere bistrattato, deriso, quasi bullizzato. Ora ha una pellaccia da coccodrillo. Mah!

mac......................

leggi due righe, o forse due parole dopo:

non sono problemi suoi se qualcuno lo invida
diventa problema suo se qualcuno a causa di questa invidia lo ingiuria


se tu sei bellissimissimo e vinci tutti i concorsi di bellezza e non c'è storia per gli altri, gli altri saranno sicuramente invidiosi di te ma...... sei bellissmo e non è problema tuo che gli altri perdano tutto, non credo ti si possa chiedere di non partecipare......

se uno dei perdenti che ti invidia decide di farti una passatina di acido in viso così da farti essere meno bello, automaticamente la sua invidia diventa problema tuo
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa

avatar

Messaggi : 3498
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 2:52 pm

Ire ha scritto:
Per formare qualcuno su come risolvere il problema bisogna:
1) stabilire che il problema esiste
2) riconoscere quando c'è e quando non c'è
3) deve esistere la soluzione
4) qualcuno deve conoscere la soluzione
5) quel qualcuno deve essere disponibile a diffondere la conoscenza
6) chi deve acquisire la conoscenza deve essere disposto a farlo
7) chi trae vantaggio da questo carrozzone deve sostenerne le spese

1 e 2 sono già fatti: c'è una legge e c'è un protocollo diagnostico riconosciuto in un accordo con lo Stato..

3  si sa perfettamente che non esiste la soluzione.  Non è malattia, non c'è cura.  Esiste però la possibilità di fare ugualmente

4 non essendoci soluzione serve solo che gli esperti di didattica ascoltino di esperti di diagnosi e le indicazioni e si mettano lì a trovare cosa si possa fare

5 c'è chi è disponibile a diffondere,  purtroppo viene contestato spesso ma c'è e andrebbe ascoltato con le orecchie aperte non con il fucile puntato

6  se chi la deve acquisire non è disposto a farlo vada a casa perchè il suo lavoro è quello,  se non lo fa non rispetta il contratto che ha sottoscritto

7 è la società stessa che trae vantaggio da una scuola migliore e volendo o no, ognuno di noi è società

.

Ire evidenzia tutte le contraddizioni della legge e delle prassi.

1 e 2 I protocolli diagnostici sono diversi in ogni regione, c'è quella più larga di manica e quella meno: già questo inficia la scientificità del tutto. Non è possibile che se sono di Tarquinia non ho la certificazione e se sono di Montalto 5km più a nord me la danno.

3 Se una cosa viene diagnosticata è evidentemente uno stato patologico, cioè una malattia, anche perché rappresenta una compromissione di facoltà ritenute standard. Ma se non c'è cura né soluzione né spiegazione allora c'è qualcosa che non funziona: mi ritorna in mente l'isteria femminile diagnosticata a ogni più sospinto a fine '800. Una malattia inesistente, una malattia sociale, una malattia inventata dai medici.

4 la soluzione alla malattia inesistente esiste, se solo si smettesse di considerarla una malattia. E' non è una, sono tante soluzioni o meglio strategie che i pedagoghi di ogni epoca hanno adottato per trasmettere il proprio sapere anche ad alunni ostici. E' quello che si faceva trent'anni fa, era quel prendersi cura dell'alunno che è stato spazzato via da una serie di fattori tra cui la 170, era quella ostinazione a volere che l'alunno imparasse, che raggiungesse il più possibile i risultati di tutti gli altri, o anche migliore. Poi è arrivata l'inclusione (che è l'opposto dell'integrazione) e la medicalizzazione.

5 a me pare che sia l'esatto contrario di ciò che afferma Ire: il docente che pensasse di "lavorare" sulle difficoltà scolastiche in maniera tradizionale, cioè verso il recupero delle facoltà compromesse e non verso la loro ulteriore compromissione, viene osteggiato dalle figure di potere all'interno della scuola che gli preparano un bel mucchietto di carte inutili e dannose da riempire con scemenze sotto forma di crocette, mucchietto che prende il nome di PDP e che sostanzialmente dice: facilita la vita a 'sto ragazzo, chiedigli meno roba, insegnagli meno roba. (tanto i genitori sono benestanti)

6 il problema della formazione dei docenti è molto più ampio della sola conoscenza della legge 170 ed andrebbe affrontato con risorse adeguate e attraverso misure formative e non punitive. Il docente che sclera in classe ma soprattutto quello che insulta gli alunni -con o senza dsa- andrebbero ri-formati perché rappresentano un problema, un fare male il proprio lavoro, un po' come le ditte di costruzioni che risparmiano sui materiali del cemento.

7 è fuor di dubbio che i docenti debbano essere pagati per formarsi, mentre non si può sperare che lo facciano per volontariato né costringerli a farlo a proprie spese. Ma in tutto ciò si dovrebbe ritrovare un po' di serietà anche nell'organizzazione e nei contenuti dei corsi. La maggior parte di questi corsi tra l'altro sono proprio sui DSA e sono veramente scadenti: o informazione legislativa, alla quale auspicherei che un docente possa adempiere in proprio, oppure propaganda ideologica su quanto sia bello certificare ed essere certificati e di quanto siano utili le inutili misure contenute in un pdp

A monte di tutto ciò si dovrebbe riorganizzare un po' tutta la scuola in modo che al docente possano rimanere spazi, tempi ed energie per dedicarsi anche agli alunni in difficoltà. Per esempio riducendo il numero di alunni per classe, riducendo il carico di lavoro burocratico inutile oppure evitando tutte quelle interruzioni inessenziali della didattica, dai progettini alle gite; tutta roba che fa contenti i genitori di chi va bene, ma che danneggiano in primis chi avrebbe bisogno di recuperare.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 3:06 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Quando non hai tempo in più da concedere si riduce il numero di esercizi; quello lo utilizzano tutti.

No, io non lo utilizzo manco per il cavolo, per il semplicissimo motivo che agli esami finali NON AVRANNO alcuna possibilità di avere il compito ridotto, e che non si può pretendere che sappiano affrontare un compito di esame ordinario dopo essere stati abituati per cinque anni ad avere il compito ridotto.

Non ho MAI, in assoluto, proposto compiti ridotti a nessun alunno certificato per dsa o per bes di altro tipo, e giuro che nessuno si è mai lamentato di questa mia decisione, nemmeno i presidi più stucchevolmente inclusivi, o i genitori più incazzosi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9792
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 3:06 pm

@ ushikawa i protocolli diagnostici sono uguali in ogni regione.

Quello che è diverso è il sistema di certificazione

Che mi risulti esiste solo una regione, la Sardegna, che non ha individuato centri privati accreditati, non ha istituito equipe diagnostiche asl e non ha nemmeno attivato commissioni di validazione.

In Sardegna è un discreto casino che crea parecchie difficoltà ma anche i dsa sardi hanno diritto alle tutele da 170.

Il titolo quinto della nostra costituzione sai cosa ha fatto ed ogni regione è libera di organizzare le sue proprie modalità, risulta piuttosto antipatico che da una parte ci sia una situazione e da un'altra la situazione sia nettamente diversa ma così è.

Si era già detto, comunque, che non è un mondo lineare quello dei dsa.  l'avevi detto tu e io ero stata d'accordo con te.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 3:09 pm

Ire ha scritto:
Gli alunni con dsa hanno diritto ai loro compensativi esattamente come chi ne ha bisogno ha diritto ai suoi occhiali.  Non è colpa di nessuno se il compensativo per dsa potrebbe fare comodo ad altri.

E infatti il senso del mio discorso precedente era proprio: "PIANTATELA di paragonare gli strumenti compensativi per i dsa agli occhiali", perché il paragone non regge proprio, e perché le due cose sono abissalmente diverse.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 3:36 pm

avidodinformazioni ha scritto:
chicca70 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ire, basta intendersi su cosa si pensa dell'analisi del risultato e delle sue dirette conseguenze: se il ragazzo continua a prendere l'insufficienza anche se gli si danno 90 minuti invece di 60, cosa si dovrebbe fare? Dargliene 120? E se continua ancora ad avere risultati scarsi, la volta successiva bisogna dargliene ancora di più, e così via all'infinito?

O dopo aver constatato che non riesce a fare nemmeno in 4 ore un compito da un'ora, allora è finalmente concesso di dargli unl'insufficienza, pur di sentirsi mooooltooooooooooo in colpa?

L'allungamento dei tempi della verifica è di circa il 20 %, quindi 10-15 minuti, non di più. Concesso questo, sui tempi siamo in regola. Tra l'altro quasi nessuno li utilizza, per quanto ho potuto vedere.
Quando non hai tempo in più da concedere si riduce il numero di esercizi; quello lo utilizzano tutti.

Lo faccio anch'io. Tolgo la domanda più facile, quella di cui mi importa relativamente. Questo perché sono malvagia.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1551
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 4:19 pm

Ire ha scritto:
[

gli occhiali erano stati nominati solo perchè mac mi chiedeva se allora non esiste più che la classe prenda in giro l'occhialuto. (se andate a leggere magari ricostruite il discorso)

Non sono comunque strumenti correttivi perchè non correggono assolutamente nulla: un intervento chirurgico è correttivo se eliminia il problema.  Gli occhiali compensano le difficoltà di vista.


Qualsiasi oculista, dovendo fare una relazione su un paziente con vizi di rifrazione (miopia, ipermetropia o astigmatismo), parlerà di visus naturale e visus corretto o con correzione.

Con la correzione infatti la persona affetta da difetto di rifrazione, raggiungerà la stessa acuità visiva di un individuo che non ha quel problema.

Gli oculisti invece parlerlano di strumenti compensativi riguardo a pazienti affetti da patologie visive non correggibili (ad esempio un soggetto ipovedente utilizzerà ausili ottici come lenti di ingrandimento o sistemi telescopici che lo aiuteranno a fare certe azioni, ma che non risolvono il suo problema.

Ad ogni modo, a parte le discussioni terminologiche, mi sembra che tu non voglia cogliere la questione centrale: il miope che utilizza le lenti della giusta gradazione risolve il suo problema alla perfezione, mentre che le difficoltà dei dsa possano essere sempre risolte utilizzando strumenti compensantivi e dispensativi è invece un dogma ideologico mai dimostrato e spesso smentito dalla realtà dei fatti.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9792
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 5:53 pm

,
Citazione :
mentre che le difficoltà dei dsa possano essere sempre risolte utilizzando strumenti compensantivi e dispensativi è invece un dogma ideologico mai dimostrato e spesso smentito dalla realtà dei fatti.

solo chi ha davvero bisogno di formazione, ma formazione di base può arrivare con una dichiarazione del genere.

Mettere un ragazzo nelle condizioni degli altri dandogli gli strumenti di cui ha bisogno significa soltanto farlo giocare alla pari. Deve giocare, lui e voi, a partire da lì affinchè avvenga l'apprendimento esattamente come tutti gli altri.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 6:02 pm

E quello che stiamo cercando di spiegarti da anni è che nella stragrande maggioranza dei casi non è vero che questi ragazzi raggiungano livelli di apprendimento "esattamente uguali a quelli di tutti gli altri".

Al massimo raggiungono la promozione (che spesso è anche regalata, non sempre, ma spesso sì), ma non vuol dire che abbiano appreso come gli altri.

Hanno appreso molto meno, ma si chiude un occhio e li si promuove lo stesso.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3498
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 6:16 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
E quello che stiamo cercando di spiegarti da anni è che nella stragrande maggioranza dei casi non è vero che questi ragazzi raggiungano livelli di apprendimento "esattamente uguali a quelli di tutti gli altri".

Al massimo raggiungono la promozione (che spesso è anche regalata, non sempre, ma spesso sì), ma non vuol dire che abbiano appreso come gli altri.

Hanno appreso molto meno, ma si chiude un occhio e li si promuove lo stesso.

Se la metti su questo piano attribuisci ai docenti gran parte della responsabilità
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19844
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 6:17 pm

Ire ha scritto:
,
Citazione :
mentre che le difficoltà dei dsa possano essere sempre risolte utilizzando strumenti compensantivi e dispensativi è invece un dogma ideologico mai dimostrato e spesso smentito dalla realtà dei fatti.

solo chi ha davvero bisogno di formazione, ma formazione di base può arrivare con una dichiarazione del genere.

Mettere un ragazzo nelle condizioni degli altri dandogli gli strumenti di cui ha bisogno significa soltanto farlo giocare alla pari.  Deve giocare, lui e voi, a partire da lì affinchè avvenga l'apprendimento esattamente come tutti gli altri.
Penso che intendesse che per molti DSA (ragazzi con certificazione DSA indipendente dal vero problema che hanno ovvero DSA, QIlimite, fancazzismo) l'elenco canonico di misure compensative e dispensative risulti essere inutile.

Penso alla misura "può prendere appunti al PC" applicata a matematica e fisica e mi viene da dargli ragione.
Penso alla misura "può usare il formulario" applicata a fisica (ma anche matematica) e mi viene da dargli ragione.
Penso alla misura "può usare la calcolatrice" applicata al liceo e mi viene da dargli ragione.

Certo che qualcosa si può fare, ma poco, raramente si può RISOLVERE.

Mi viene il dubbio che si possa risolvere solo quando c'era un finto problema, ma è un'ipotesi.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1551
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 6:21 pm

Ire ha scritto:
,
Citazione :
mentre che le difficoltà dei dsa possano essere sempre risolte utilizzando strumenti compensantivi e dispensativi è invece un dogma ideologico mai dimostrato e spesso smentito dalla realtà dei fatti.

solo chi ha davvero bisogno di formazione, ma formazione di base può arrivare con una dichiarazione del genere.

Mettere un ragazzo nelle condizioni degli altri dandogli gli strumenti di cui ha bisogno significa soltanto farlo giocare alla pari.  Deve giocare, lui e voi, a partire da lì affinchè avvenga l'apprendimento esattamente come tutti gli altri.

Davvero sarei io che avrei bisogno di formazione?

Ma davvero credi che un formulario possa risolvere le difficoltà in matematica?

O viceversa pensi che le difficoltà in matematica di gran parte degli studenti diagnosticati dsa siano azzerabili con il formulario o che dipendano dall'impossibilità di utilizzarlo?

Ma voi psicologi quando vi rapportate con dei docenti laureati e con una certa esperienza di insegnamento siete forse convinti di parlare con degli scolaretti in attesa del verbo rivelato che uscirà dalle vostre bocche?

Ti assicuro che se mi azzardo a parlare di dsa lo faccio avendo approfondito la questione, sforzandomi di capire e di riflettere.
Tu invece quanta matematica hai studiato nella tua vita per avere una visione così distorta di questa disciplina?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1551
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 6:27 pm

E comunque, a scanso di equivoci, io consento l'utilizzo del formulario, della calcolatrice, della tavola pitagorica, delle mappe concettuali etc etc
Come mai spesso il problema persiste e si risolve solo pretendendo di meno?
Eppure secondo l'Ire pensiero con formulari, calcolatrici, tavole pitagoriche, mappe concettuali, schemi vari etc etc, i dsa dovrebbero essere alla posti alla pari degli altri.
Perbacco, lo dice la scienza psicologica e chi ignora ciò ha bisogno di formazione.
Ripeto, come mai il più delle volte il problema persiste?
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1359
Data d'iscrizione : 15.07.12
Località : Porzione settentrionale della Padania più profonda

MessaggioTitolo: Re: Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?   Dom Giu 04, 2017 6:54 pm

Ire ha scritto:
,

Mettere un ragazzo nelle condizioni degli altri dandogli gli strumenti di cui ha bisogno significa soltanto farlo giocare alla pari.

Forse, mi chiedo, il problema è il concetto di "parità". Il dogma della "parità", dell' "uguaglianza". Che poi, assurdamente, stride violentemente col dogma della personalizzazione... Siccome siamo tutti diversi, per renderci tutti uguali, dobbiamo personalizzare. Ma perché dovremmo essere tutti uguali se non lo siamo? Non sarebbe più giusto chiedere una scuola che sappia valorizzare i talenti di ognuno piuttosto che una scuola che si ostina a fare di tutti esperti di fisica, di matematica o di letteratura?
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Perché si dice che i DSA non hanno sufficiente memoria?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 9 di 11Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 8, 9, 10, 11  Seguente
 Argomenti simili
-
» perché i cristiani quando ti devono controbattere citano a memoria i versi della bibbia???
» Ce li scambiamo o no?
» Mi hanno detto che....
» Hanno vinto loro
» La testa dice basta ma il cuore non vuole :-(

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: