Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 PRESSIONI DELLA COLLEGA..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Lun Giu 05, 2017 9:13 pm

Promemoria primo messaggio :

L aspetto sarebbe di una severissima e non giovanissima (non le ho chiesto l età, ho utilizzato direttamente il metodo del Carbonio 14) professoressa di italiano d altri tempi. Quelle che ai miei tempi ti terorizzavano al solo entrare in classe.
e invece..... si è già esibita agli scrutini intermedi in incredibili filippiche a favore dei "poveri ragazzi fragili con brutti voti" invitando sostanzialmente tutti ad alzare sempre e comunque i voti..
Addirittura in pieno scrutinio
!era esibita in un numero da circo del tipo "siete sereni quando date dei brutti voti?ricordate che in Finlandia non esiste bocciatura e la scuola è migliore in europa"
Oggi mi chiama preoccupatissima a fine giornata e mi fa "devo parlarti di Pablo Escobar
Chi è Escobar? Alunno di quarta scienze applicate. Famiglia normale, fidanzata a scuola,apparentemente sereno,ha degli amici a scuola. NON FA NULLA. A differenza dei compagni,che se prendono un 4 corrono a recuperare, lui se ne fotte alla grande.mai chiesto di recuperare,non ha un voto superiore a 4 nella mia materia.
OVVIAMENTE FA DEI TEMI MERAVIGLIOSI (come non crederci...) Mistero di Stato come sia arrivato in quarta.
In sostanza,scrive i dati del problema di fisica, stop,dorme, consegna a fine ora.
Oggi l Esimia collega mi comunica che è un ragazzo fragile, depresso,che ha chiesto l incontro con la psicologa.
"Non è che ha che ne so un 4 mezzo almeno che vediamo un po allo scrutinio?"
"No"
"Sono preoccupata per lui,ho paura che bocciarlo gli faccia cadere il terreno sotto i piedi"
Non le rispondo, faccio spallucce.
(Non è bes, dsa, nulla. Ha insufficienze in molte materie)
"Vediamo se la psicologa,dott ssa xxyy mi prepara magari una relazione per gli scrutini, me riparliamo, mi dispiace che perda gli amici in classe.ho paura che crolli "
Ora,due ipotesi.
-è completamente fulminata e crede davvero in quello che dice.
-è immanicata con la vice, spinge all inverosimile per promuovere tutti?
Di sicuro io fottesega. Lo porto con 3.
Metto la mano sul fuoco che tuttavia riuscirà a condizionare a tal punto i colleghi che gli daranno due sole materie a settembre e poi via,promosso di nuovo anche con scena muta.
Ultima ipotesi. Essendo questo fenomeno di collega un ex (carica pubblica ) non vorrei che il pargolo sia figlio dellacugginadellamicadellassessore. ....
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
hypernova

avatar

Messaggi : 473
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Gio Giu 08, 2017 10:58 pm

Masaniello ha scritto:
RICORDIAMOCI CHE SIAMO PRIMA EDUCATORI, POI INSEGNANTI

Ma dicono tutti le stesse cose? Una collega ieri mi ha detto esattamente la stessa identica frase.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Gio Giu 08, 2017 11:01 pm

hypernova ha scritto:
Masaniello ha scritto:
RICORDIAMOCI CHE SIAMO PRIMA EDUCATORI, POI INSEGNANTI

Ma dicono tutti le stesse cose? Una collega ieri mi ha detto esattamente la stessa identica frase.

Io sapevo che l' objettivo fondamentale della scuola è l' istruzione e quello della famiglia è l' educazione
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 1:19 am

mac67 ha scritto:
Dec ha scritto:
ma non mi si venga a dire che si è più professionali perché si propone il voto intero.

Proporre mezzi voti ti sembra professionale? A me pare solo una ottusa media ottenuta con la calcolatrice.

Dipende dalla ragione per cui li si propone. Può essere perché si fa la media con la calcolatrice, ma anche perché si ritiene il livello dell'alunno diverso sia da chi ha 5 sia da chi ha 6 e ci si vuole davvero confrontare con i colleghi (al di là delle possibili pressioni) prima di decidere; la presunzione di decidere da soli senza nemmeno avere tutti gli elementi (i voti nelle altre materie) sicuramente non è professionale; a cosa serve fare gli scrutini senza discutere e solo per ratificare i voti?
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 1:20 am

Earnest ha scritto:
Dec ha scritto:
Ci sono anche Ds che invitano a mettere i mezzi voti proprio per evitare che tutti li alzino automaticamente a 6 e uno che ha 5,5 in tutte le materie (o quasi) risulti avere tutte sufficienze.

Vorrei conoscere un DS che abbia da ridire se i docenti portano i 5,5 a 6. Di solito hanno da ridire se non portano i 5 a 6 (e perché no, anche i 4 1/2). :-)

Io l'ho conosciuto:-)
Ammetto che sono rari.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 1:24 am

paniscus_2.0 ha scritto:
L'unico caso in cui i DS possono permettersi di mostrarsi indifferenti (o addirittura favorevoli) alle bocciature facili, è il caso di scuole che, per un motivo o per l'altro, hanno un potenziale bacino di utenza enorme, con potenzialità di turn-over infinite, e nessuna paura di perdere popolarità perché le richieste di iscrizioni saranno sempre altissime.

E questo non c'entra quasi niente con il carattere o l'ideologia personale del singolo preside.

Quando sono stata in un istituto tecnico dall'indirizzo molto specialistico, di cui ce n'era uno solo in tutta la provincia, e l'alternativa più vicina era a 50 chilometri, si bocciava senza pietà (e con più presidi diversi, quindi al di là dell'impronta personale), solo perché la paura di perdere iscrizioni non esisteva.

Da quando sono in un liceo di livello "medio-alto, ma non eccellente", con indirizzo di studio che esiste identico in almeno cinque o sei scuole molto vicine solo in città, e altrettante nei comuni limitrofi

(e che appunto è medio-alto, ma non eccellente, cioè tra le altre scuole che offrono gli stessi corsi nell'immediato circondario, ce ne sono due o tre ritenute più impegnative e selettive della nostra, ma ce ne sono sette o otto ritenute meno richiedenti e più facili)

...vedo che c'è una tale fobia di perdere iscrizioni perché la gente preferisce trasferirsi nelle scuole più facili, che l'idea di bocciare è considerata quasi un abominio.

Finché gli studenti bravi non preferiscono iscriversi altrove perché la tua scuola (parlo in generale) si è fatta una brutta fama. Non dimenticare che i dirigenti sono anche molto sensibili ai voti della maturità e agli esiti delle prove Invalsi (con tutti i limiti che possono avere) e imbarcare chiunque promettendogli la promozione facile è il modo più sicuro per peggiorare questi risultati.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 1:27 am

hypernova ha scritto:
Masaniello ha scritto:
RICORDIAMOCI CHE SIAMO PRIMA EDUCATORI, POI INSEGNANTI

Ma dicono tutti le stesse cose? Una collega ieri mi ha detto esattamente la stessa identica frase.

Infatti bisognerebbe educarli al senso di responsabilità.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19916
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 1:43 am

hypernova ha scritto:
Masaniello ha scritto:
RICORDIAMOCI CHE SIAMO PRIMA EDUCATORI, POI INSEGNANTI

Ma dicono tutti le stesse cose? Una collega ieri mi ha detto esattamente la stessa identica frase.
effetto Goebbels
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 11:49 am

Dec ha scritto:
mac67 ha scritto:
Dec ha scritto:
ma non mi si venga a dire che si è più professionali perché si propone il voto intero.

Proporre mezzi voti ti sembra professionale? A me pare solo una ottusa media ottenuta con la calcolatrice.

Dipende dalla ragione per cui li si propone. Può essere perché si fa la media con la calcolatrice, ma anche perché si ritiene il livello dell'alunno diverso sia da chi ha 5 sia da chi ha 6 e ci si vuole davvero confrontare con i colleghi (al di là delle possibili pressioni) prima di decidere; la presunzione di decidere da soli senza nemmeno avere tutti gli elementi (i voti nelle altre materie) sicuramente non è professionale; a cosa serve fare gli scrutini senza discutere e solo per ratificare i voti?

E fare la media con la calcolatrice è professionale? Proporre voti che non sono previsti dalla normativa è professionale?

Le idee, eventualmente confrontandosi con i colleghi, uno se le deve chiarire prima di proporre un voto, non dopo. Il che non vuol dire non essere disponibile a cambiarlo anche in sede di scrutini, ma almeno non ci siano i mezzi voti.

Immagina uno scrutinio in cui Pierino ha 6+ in italiano, 6- in matematica, 5 e mezzo in scienze, ecc. Un delirio.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 11:57 am

Mac, ho scritto che c'è chi fa la media con la calcolatrice e chi ha altre ragioni per proporli. Io sto parlando dei secondi e tu tiri in ballo ancora in primi.
La normativa dice che i voti finali sono espressi in decimi, non che le proposte di voto sono in decimi, come mi sembra sia già stato postato nel topic.
L'ultimo consiglio di classe noi l'abbiamo fatto ad aprile (e penso che sia così per tutti o quasi tutti). Al di là delle chiacchierate in corridoio o in sala insegnanti, che inevitabilmente sono con qualcuno e non con tutti, quando ci si dovrebbe confrontare con i colleghi?
Io ho parlato di mezzi voti, non di più e di meno. Ho provato l'uno e l'altro: i tempi si allungano di non più di 5-10 minuti e non c'è nessun delirio se il consiglio lavora bene e non ci si mette a litigare perché qualcuno ha proposto il mezzo voto o non ci perde in altre discussioni inutili. Sono ben altre le cose che allungano gli scrutini (verbale, modalità di recupero che si potrebbero inserire prima, sistema informatico che si impalla...) e che non dipendono dai mezzi voti.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 12:01 pm

Dec ha scritto:
Mac, ho scritto che c'è chi fa la media con la calcolatrice e chi ha altre ragioni per proporli. Io sto parlando dei secondi e tu tiri in ballo ancora in primi.
La normativa dice che i voti finali sono espressi in decimi, non che le proposte di voto sono in decimi, come mi sembra sia già stato postato nel topic.
L'ultimo consiglio di classe noi l'abbiamo fatto ad aprile (e penso che sia così per tutti o quasi tutti). Al di là delle chiacchierate in corridoio o in sala insegnanti, che inevitabilmente sono con qualcuno e non con tutti, quando ci si dovrebbe confrontare con i colleghi?
Io ho parlato di mezzi voti, non di più e di meno. Ho provato l'uno e l'altro: i tempi si allungano di non più di 5-10 minuti e non c'è nessun delirio se il consiglio lavora bene e non ci si mette a litigare perché qualcuno ha proposto il mezzo voto o non ci perde in altre discussioni inutili. Sono ben altre le cose che allungano gli scrutini (verbale, modalità di recupero che si potrebbero inserire prima, sistema informatico che si impalla...) e che non dipendono dai mezzi voti.

Una proposta di voto che deve essere modificata che proposta è? Dire che si possono proporre per lo scrutinio i mezzi voti mi sembra un ragionamento da azzeccagarbugli.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 12:16 pm

A me basta che non sia vietato dalla normativa, poi dipende da quello che si decide nelle singole scuole (in genere da quello che dice il Ds). Personalmente mi sembra molto più trasparente e veloce il mezzo voto piuttosto che scrivere quello intero per poi dire che però in realtà sarebbe un mezzo voto (e qualcuno magari è distratto e non sta ascoltando oppure poi si parla di altro e si finisce per dimenticarselo). Prendiamo atto che la pensiamo diversamente. Ti chiedo solo: hai mai provato a fare uno scrutinio con i mezzi voti o il tuo è solo un pregiudizio?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 12:31 pm

Dec ha scritto:
A me basta che non sia vietato dalla normativa, poi dipende da quello che si decide nelle singole scuole (in genere da quello che dice il Ds). Personalmente mi sembra molto più trasparente e veloce il mezzo voto piuttosto che scrivere quello intero per poi dire che però in realtà sarebbe un mezzo voto (e qualcuno magari è distratto e non sta ascoltando oppure poi si parla di altro e si finisce per dimenticarselo). Prendiamo atto che la pensiamo diversamente. Ti chiedo solo: hai mai provato a fare uno scrutinio con i mezzi voti o il tuo è solo un pregiudizio?

Il mio è un pre-giudizio, basato sul fatto che propongo un voto finale che deve essere intero.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 12:46 pm

E' quello che ho sempre pensato anch'io: quello che si presenta al consiglio di classe non è un "voto provvisorio" o un "voto approssimativo", ma è per legge una PROPOSTA di voto, ossia il voto che l'insegnante vorrebbe davvero dare a quello studente, e che potenzialmente è già pronto per poter essere confermato. Poi, in consiglio si può discutere se cambiarlo, ma a norma dovrebbe essere già espresso in una forma accettabile come definitiva. Che senso ha proporre un cinque e mezzo o un sette meno, sapendo in partenza che non sono voti validi?

Se prima di trascrivere il voto ci sono stati dei dubbi sull'arrotondamento, semplicemente se ne parla... se io presento col 5 uno che aveva 4 e mezzo, e i colleghi mi chiedono "ma quel cinque non lo si può passare a sei?", io rispondo che non è affatto una situazione prossima al 6, ma che era GIA' un 4 e mezzo e che è stato GIA' arrotondato per eccesso (poi se vogliono votare per cambiarlo a maggioranza, possono anche farlo, ma non esiste che lo faccia io spontaneamente). Oppure, al contrario, se c'è un 6 che in realtà era un quasi 7, lo dico esplicitamente e ribadisco che può essere portato a 7 senza problemi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 12:52 pm

mac67 ha scritto:
Dec ha scritto:
A me basta che non sia vietato dalla normativa, poi dipende da quello che si decide nelle singole scuole (in genere da quello che dice il Ds). Personalmente mi sembra molto più trasparente e veloce il mezzo voto piuttosto che scrivere quello intero per poi dire che però in realtà sarebbe un mezzo voto (e qualcuno magari è distratto e non sta ascoltando oppure poi si parla di altro e si finisce per dimenticarselo). Prendiamo atto che la pensiamo diversamente. Ti chiedo solo: hai mai provato a fare uno scrutinio con i mezzi voti o il tuo è solo un pregiudizio?

Il mio è un pre-giudizio, basato sul fatto che propongo un voto finale che deve essere intero.

Io sono una dei pochissimi che insiste a NON voler mettere i mezzi voti allo scrutinio, quasi tutti i miei colleghi lo fanno.

In realtà sono anche, probabilmente, condizionata dal fatto che per tutti i miei primi dieci anni di insegnamento sono sempre stata in scuole in cui il sistema informatico era settato in maniera da non accettare i mezzi punti nei tabelloni degli scrutini, quindi proprio non si era mai posto il problema; a me sembrava una cosa assolutamente ragionevole, proprio per i motivi che ho esposto sopra, e non avevo idea che in altre scuole si potesse. Soltanto quando sono arrivata nella scuola attuale ho scoperto, con una certa meraviglia, che la cosa fosse accettata, e anche molto diffusa.

Ma io ho persistito con le abitudini precedenti, appunto perché le trovo più ragionevoli : - )
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 12:53 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Se prima di trascrivere il voto ci sono stati dei dubbi sull'arrotondamento, semplicemente se ne parla...

In questo momento, ad esempio, ho una classe in cui ci sono quattro ragazzi esattamente tra il 5 e il 6, per due dei quali insisterò perchè si prendano l'esame di recupero, e per gli altri due invece sono più propensa a dare solo l'indicazione di studio individuale, ma senza esame. E non per differenze significative nel loro livello di preparazione, ma soprattutto per una questione di carattere personale e di voglia di lavorare: quelli da "graziare" sono ragazzi debolucci ma molto seri e volenterosi, e se ricevono un'indicazione di studio individuale anche senza esame, lo fanno davvero, gli altri due invece sono i tipi che se non aprirebbero libro se non si sentissero costretti, e quindi la prospettiva dell'esame è opportuna. Tuttavia, in prima battuta, ho intenzione di portarli in discussione tutti con il 5, non certo con il 5 e mezzo, o tantomeno dando direttamente 6 ai primi due e 5 agli altri. Sono favorevole che alcuni di quei 5 passino a 6 e altri no, ma in entrambi i casi voglio che risulti scritto sui verbali che la sufficienza piena non c'era e che il 6 è un voto di consiglio. La differenza è che in un caso sarei favorevole anch'io a passarlo a 6 senza nemmeno la necessità di votare, mentre nell'altro, se i colleghi dovessero insistere, pretenderei che si votasse a maggioranza e io voterei contro.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 1:47 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Dec ha scritto:
A me basta che non sia vietato dalla normativa, poi dipende da quello che si decide nelle singole scuole (in genere da quello che dice il Ds). Personalmente mi sembra molto più trasparente e veloce il mezzo voto piuttosto che scrivere quello intero per poi dire che però in realtà sarebbe un mezzo voto (e qualcuno magari è distratto e non sta ascoltando oppure poi si parla di altro e si finisce per dimenticarselo). Prendiamo atto che la pensiamo diversamente. Ti chiedo solo: hai mai provato a fare uno scrutinio con i mezzi voti o il tuo è solo un pregiudizio?

Il mio è un pre-giudizio, basato sul fatto che propongo un voto finale che deve essere intero.

Io sono una dei pochissimi che insiste a NON voler mettere i mezzi voti allo scrutinio, quasi tutti i miei colleghi lo fanno.

In realtà sono anche, probabilmente, condizionata dal fatto che per tutti i miei primi dieci anni di insegnamento sono sempre stata in scuole in cui il sistema informatico era settato in maniera da non accettare i mezzi punti nei tabelloni degli scrutini, quindi proprio non si era mai posto il problema; a me sembrava una cosa assolutamente ragionevole, proprio per i motivi che ho esposto sopra, e non avevo idea che in altre scuole si potesse. Soltanto quando sono arrivata nella scuola attuale ho scoperto, con una certa meraviglia, che la cosa fosse accettata, e anche molto diffusa.

Ma io ho persistito con le abitudini precedenti, appunto perché le trovo più ragionevoli : - )

Naturalmente sei libera di fare come credi, ma se ogni volta devi dire che il 6 in realtà era quasi un 7 secondo me si perde più tempo e i colleghi mentalmente qualche accidente te lo tirano, specialmente se loro fanno diversamente. Secondo me, è meglio che tutti agiscano nello stesso modo.
Tornare in alto Andare in basso
hypernova

avatar

Messaggi : 473
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 10:12 pm

rita 76 ha scritto:
Io sapevo che l'obiettivo fondamentale della scuola è l'istruzione e quello della famiglia è l'educazione
Esattamente!

Da noi agli scrutini hanno promosso una con 10 materie insufficienti solo perché secondo il parere di alcuni le avremmo rovinato l'autostima...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 10:19 pm

hypernova ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Io sapevo che l'obiettivo fondamentale della scuola è l'istruzione e quello della famiglia è l'educazione
Esattamente!

Da noi agli scrutini hanno promosso una con 10 materie insufficienti solo perché secondo il parere di alcuni le avremmo rovinato l'autostima...

La nostra autostima, evidentemente, è buona solo per incartare il pesce.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 10:34 pm

In INTERVALLO era sufficiente almeno?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 10:59 pm

Masaniello ha scritto:
In INTERVALLO era sufficiente almeno?

Ah ah!!! :-)
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8587
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 11:09 pm

hypernova ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Io sapevo che l'obiettivo fondamentale della scuola è l'istruzione e quello della famiglia è l'educazione
Esattamente!

Da noi agli scrutini hanno promosso una con 10 materie insufficienti solo perché secondo il parere di alcuni le avremmo rovinato l'autostima...

Se di autostima ce ne aveva ancora avendo 10 materie insufficienti, vuol dire che è un'autostima non di ferro ma di titanio, e che non sarebbe stata certo la bocciatura ad affossarla...
Tornare in alto Andare in basso
DammiUnaManu



Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 17.12.15

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 11:21 pm

Oggi ho assistito ad uno scrutinio che mi sembrava una farsa: tutti promossi... (richiesta esplicita della preside), anche quelli che durante l'anno non hanno fatto altro che grattarsi la pancia e scambiavano le lezioni per ore di ricreazione. Per tutto il tempo sentivo lo sciacquone del water sullo sfondo...un'anno intero di lavoro più la mia dignità professionale giù per il water, sono uscita da scuola avvilita e triste
Tornare in alto Andare in basso
hypernova

avatar

Messaggi : 473
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 11:23 pm

Quella affosserà quelli che l'hanno promossa il prossimo anno, se già quest'anno non ha fatto nulla il prossimo anno mi immagino cosa farà... In più continuavano a ripetere che dal prossimo anno la bocciatura sarà permessa solo in casi eccezionali.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19916
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Ven Giu 09, 2017 11:37 pm

hypernova ha scritto:
Quella affosserà quelli che l'hanno promossa il prossimo anno, se già quest'anno non ha fatto nulla il prossimo anno mi immagino cosa farà... In più continuavano a ripetere che dal prossimo anno la bocciatura sarà permessa solo in casi eccezionali.
Motivo in più per fare ora quel che non si potrà più fare.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: PRESSIONI DELLA COLLEGA..   Sab Giu 10, 2017 9:03 am

DammiUnaManu ha scritto:
Oggi ho assistito ad uno scrutinio che mi sembrava una farsa: tutti promossi... (richiesta esplicita della preside), anche quelli che durante l'anno non hanno fatto altro che grattarsi la pancia e scambiavano le lezioni per ore di ricreazione. Per tutto il tempo sentivo lo sciacquone del water sullo sfondo...un'anno intero di lavoro più la mia dignità professionale giù per il water, sono uscita da scuola avvilita e triste

Davanti a un cdc di docenti che hanno compreso il loro ruolo, nessun DS può imporre alcunché.

La colpa è solo vostra.
Tornare in alto Andare in basso
 
PRESSIONI DELLA COLLEGA..
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 7Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La settimana della passione (parlamentare)
» oggi la mia collega....
» Armonia della Perfezione

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: