Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 lettera della mamma di un bimbo dislessico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
ushikawa

avatar

Messaggi : 3488
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Mer Giu 07, 2017 6:03 am

Promemoria primo messaggio :

http://www.donnamoderna.com/news/societa/lettera-della-mamma-di-un-bambino-dislessico

Ci scrive in redazione la mamma di un bambino dislessico che, dopo infinite difficoltà con insegnanti incapaci e impreparati, ha vinto un prestigioso premio letterario

"Il mestiere del genitore è un lavoro complesso e ostico, per tutti. Ma per la mamma di un bambino con disturbi di apprendimento ancora di più.

Non voglio dire che sia il peggiore dei mali perché ci sono situazioni ben più drammatiche e difficili e famiglie la cui forza mi commuove al solo pensiero. Ma la dislessia e i suoi annessi sono come un disagio silente che ti isola e ti logora, non per le sue caratteristiche e per le limitazioni che impone a chi ne soffre ma per la mancanza di conoscenza e il pregiudizio che suscita nella gente.

Jean Paule Sartre diceva: “l’inferno sono gli altri”. Io mi permetto di aggiungere: gli altri ignoranti, nel senso di persone che ignorano perché non conoscono e non approfondiscono e giudicano e scherniscono chi è senza colpa, chi è già di suo vittima di uno stato di difficoltà.

Mio figlio ha iniziato il suo percorso scolastico manifestando sintomi di non allineamento agli standard di apprendimento dei bambini che entrano alle elementari: grande difficoltà di lettura, pagine costellate di correzioni a penna rossa, grafia quasi illeggibile, materiali tenuti in maniera indecorosa. Il tutto aggravato da un’ansia e un’irrequietezza che non gli consentivano di stare seduto composto e fermo e che lo portavano ad intervenire sempre a sproposito, oltre che ovviamente a distrarsi con estrema facilità. Ma Michelangelo possedeva una capacità espressiva, un eloquio e un’intelligenza che non consentiva di bollarlo come bambino poco sveglio.

Maestre sempre più colpevolizzanti lo avevano da subito etichettato apertamente davanti a tutti i compagni come svogliato, viziato, maleducato e lo inducevano a pensare che non avrebbe mai fatto niente di buono se non si fosse dato una grande regolata. Come l’antitesi di un portatore sano di malattia, continuava a manifestare sintomi di cui nessuno si accorgeva e, per ironia della sorte, pur non potendo contagiare nessuno veniva progressivamente allontanato e messo alla berlina da amici e genitori che temevano possibili infezioni o contaminazioni. Lui ogni sera piangeva e mi diceva "sono uno stupido" e io ogni sera gli dicevo "no, non lo sei, sei sensibile, intelligente, creativo" e lo accarezzavo e gli sorridevo cercando di infondergli tutta la fiducia che potevo. Poi andavo nella mia stanza e piangevo.

Alla fine della seconda elementare, io e il suo papà lo abbiamo portato a nostre spese in un centro specializzato dove, dopo una valutazione con una neuropsichiatra e una psicologa e batterie su batterie di test, è emersa una comorbilità importante. Dislessia ma anche disgrafia, disortografia e disturbo attentivo. A scuola hanno preparato un PDP (piano di studio personalizzato) ma nei fatti non è cambiato niente. Fino al termine del primo ciclo di studi ci siamo battuti per far capire che non andavano messe le note, non andavano corretti tutti gli errori di ortografia (per ovvie questioni di autostima), non andava punito togliendogli l’intervallo, non andava isolato da solo al primo banco o obbligato a sedersi durante i pasti solo in mezzo alle compagne di sesso femminile con temperamento quieto.

Siamo stati resilienti io e il mio bambino, abbiamo comunque resistito e continuiamo a farlo giorno dopo giorno perché, anche se alle medie le cose vanno meglio, in Italia oggi non c’è ancora una cultura davvero inclusiva e non si valorizza la diversità. Michelangelo l’anno scorso ha partecipato ad un laboratorio di scrittura creativa e ha prodotto uno scritto di tale bellezza e profondità che immediatamente ne ho capito il valore e l’ho candidato ad un premio letterario con una sezione per ragazzi. Un’emozione così forte per me che ho sentito il bisogno di metterla su bianco e nero anche io e candidarla al concorso #STORIEDICARTA, indetto da Comieco, per far capire ai ragazzi il valore della carta, non solo di quella che va nel cassonetto ma anche quella che rimane nel tempo, come un ricordo.

Ma il vero tuffo al cuore l’ho avuto il 27 maggio quando a Casalnuovo, in provincia di Napoli, durante la cerimonia di proclamazione dei vincitori del Premio Letterario "Una città che scrive" sotto l'Alto Patrocinio del Parlamento europeo è salito sul palco mio figlio e ha ricevuto il Primo Premio, con pubblicazione ed elargizione di 500€ per la sua poesia, proprio per la Sezione Scuola.

Eccola.

“Nella casa di mio padre esistono diverse dimore”

Dietro alla porta magica e sottovalutata c’è un mondo imbarazzante e divertente.

Buio negli angoli della casa. Una strada lunga e faticosa per arrivare alla sala dove ogni volta scrivo i miei giorni. Esperienza dopo esperienza.

Lontano dal mondo, chiuso al buio con una luce leggermente accennata, si cela un sentimento importante e delicato: la solitudine. Là dove posso sentirmi un topo e una montagna. Dove osservo la mia vita e la mia storia.

Una cosa triste e felice, nel silenzio totale, della paura di non avere più nessuno e non avere più qualcosa, di non essere come una volta. Come per giocare a nascondino, spunta una lacrima che si accende di rabbia, passione e desideri che mi porta a realizzare i miei sogni, che mi porta ansia e tensione.

Povero il mio cuore.
Michelangelo Coletti

(lettera di Gabriella Schiavone)"
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:14 pm

Dec per me  "normale"  è fare bene il proprio lavoro

encomiabile è qualcosa che si realizza quando si mettono insieme circostanze particolari non sempre raggiungibili.

Vergognoso... beh vergognoso è qualcosa che conoscete tutti, che grazie al cielo non vedo spessissimo ma diverse volte si.

Anche i bambini mentono, dec, ma ci sono segnali non verbali che invece è più difficile mistificare.
Così come è difficile mistificare colloqui personali tra adulti, falsi e di tutto un po'.

Sei qui per raccontare frottole e scaricare i tuoi denti avvelenati cercando di creare casino?

Non lo credo nemmeno se lo dici.

Nemmeno io sono qui per questo Dec.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57231
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:20 pm

Non mi intendo di segnali non verbali e cose del genere, perciò su questo taccio, ma ho visto tante situazioni "vergognose" nel mondo della scuola e non per colpa degli insegnanti.
Non credo di aver creato casino, ma non puoi nemmeno chiederci di crederti sulla parola quando descrivi in questo modo la classe docente italiana. Poi che ci siano alcune mele marce, come in tutte le categorie, lo sappiamo tutti e nessuno lo nega.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:23 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Dec ha scritto:
No, non mi interessa la tua esperienza personale, ma mi dispiace che tu tenda sempre a generalizzare. Anche in questo post scrivi "qualche volta cose encomiabili, diverse volte cose vergognose": possibile che tu non noti la differenza? Per te i docenti che fanno bene il proprio lavoro sono l'eccezione e la regola sono quelli che dovrebbero vergognarsi. Mi dispiace, ma non sono d'accordo e non solo perché appartengo alla categoria.
Come sai, io lavoro alle superiori e tu parli di bambini: in effetti sono situazioni molto diverse e può darsi (sinceramente non lo so) che un bambino non menta su certe cose. A prendere per oro colato quello che racconta un adolescente ai suoi genitori o ad un esperto esterno che potrebbe sostenerlo nelle sue rivendicazioni ci penserei due volte.
Poi rimane la mia obiezione sul fatto che, quando c'è una presenza esterna, né l'insegnante né gli alunni sono del tutto naturali, perciò quello che si vede e si sente è almeno in parte falsato.
Il punto peggiore è un altro.

Se si stesse parlando della forma del pianeta, è pur vero che alcuni pensano che la Terra sia piatta, ma è satato ampiamente verificato che non sia così, quindi è lecito esprimersi in quel modo per docenti che insegnano l'una o l'altra versione.

Non è stato invece dimostrato che sul lungo periodo la fuffodidattica, soprattutto la fuffodidattica dell'inclusione, sia efficace; per dirla tutta non è stato neanche dimostrato che non sia dannosa, quindi non inserire in quella frase un "secondo me" è arrogante, quanto l'uso del mio termine "fuffodidattica".

Ma io lo so di essere arrogante, lei no.


TI HO DETTO MILLE VOLTE DI NON GIRARE I CAPELLI CON LE DITA. MA SEI SCEMOOOOO?
FINISCILA SUBITOOOOOOOOOOOO

gridato di punto in bianco incombendo fisicamente sopra ad un bambino che con tanta fatica raccontava la sua esperienza su un argomento difficile.

Bambino piangente, racconto finito, silenzio tombale lavoro rovinato.


Questa non mi sembra una cosa vergognosa, questa é una cosa vergognosa.


Non ci credi? non so che farci.

Non è la prima. non è l'unica (anche se a questi livelli ci arriviamo poco, per fortuna) e non sarà l'ultima.

Non ci credi? non so che farci, davvero.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57231
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:27 pm

Fin qui siamo tutti d'accordo e almeno io credo che possa essere successo, ma appunto sono casi rari.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:27 pm

Dec ha scritto:
Non mi intendo di segnali non verbali e cose del genere, perciò su questo taccio, ma ho visto tante situazioni "vergognose" nel mondo della scuola e non per colpa degli insegnanti.
Non credo di aver creato casino, ma non puoi nemmeno chiederci di crederti sulla parola quando descrivi in questo modo la classe docente italiana. Poi che ci siano alcune mele marce, come in tutte le categorie, lo sappiamo tutti e nessuno lo nega.

Ne sono perfettamente consapevole.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Masaniello



Messaggi : 3164
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:30 pm

Cinque poliziotti in servizio erano rapinatori della uno Bianca. Ci sono stati casi di cronaca di dottori pedofili, marescialli dei carabinieri che scaricavano film pedoporno, finanzieri che spacciavano droga.
"Sono mele marce,può capitare "... mai visto marce contro queste categorie di persone.
Gli insegnanti NO.loro non possono sbagliare.non devono essere umani,non devono seguire la fisiologica casistica che uno su 10000 è marcio.
Secondo ire,è comune che un professore umili e insulti un dsa e un bambino.
Che invece sua 10000 volte più frequente il contrario non è menzionato..
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:32 pm

Dec ha scritto:
Fin qui siamo tutti d'accordo e almeno io credo che possa essere successo, ma appunto sono casi rari.


a questi livelli, in tanti anni, ci siamo arrivati due o tre volte. A livelli e modalità vergognose non sono rari.

Comunque, anche con i casi rari, anche se fosse uno
ci sono 25 bambini che vivono questa situazione
che la vivono per anni

che ricorderanno per molto molto tempo e alla quale reagiranno /e alla reazione purtroppo non sarà interessata solo quella docente/ nel modo che riusciranno a trovare
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
gugu

avatar

Messaggi : 30582
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:35 pm

Mi pare chiaro, ormai da anni, che lo scopo precipuo (neppure celato) di Ire sia quello di colpevolizzare i docenti per qualsiasi insuccesso degli studenti (escludo le storie qui raccontate che esulano dalla situazione didattica) o comunque di dire che non facciamo mai quello che dovremmo.
Detto questo non capisco cosa ci sia di male. Abbiamo a che fare tutti i giorni con genitori che difendono a spada tratta i proprio figli anche se non studiano nulla. Abbiamo ogni anno certificazioni che arrivano gli ultimi giorni di scuola per scampare la bocciatura o minacciare ricorsi.
Lei si espone molto sul forum, ci ha già fatto sapere che fa parte di una di quelle associazioni cui fanno capo psicologici e avvocati (correggimi se sbaglio), lei parla di situazioni aberranti che, sinceramente, in più di 10 anni di insegnamento non ho mai visto. Ma cosa dobbiamo fare? Ognuno racconta la propria esperienza e la propria visione delle cose.
Io, nel mio piccolo, da sempre rispetto tutto quello che viene indicato sul PDP e mi difendo da eventuali ricorsi. Che questo serva in realtà a far crescere o migliorare lo studente ho più di mille dubbi. Ma...studente promosso...genitore contento...ricorso scampato?
La vita continua per tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 12:57 pm

Masaniello ha scritto:
Cinque poliziotti in servizio erano rapinatori della uno Bianca. Ci sono stati casi di cronaca di  dottori pedofili, marescialli dei carabinieri che scaricavano film pedoporno, finanzieri che spacciavano droga.
"Sono mele marce,può capitare "... mai visto marce contro queste categorie di persone.
Gli insegnanti NO.loro non possono sbagliare.non devono essere umani,non devono seguire la fisiologica casistica che uno su 10000 è marcio.
Secondo ire,è comune che un professore umili e insulti un dsa e un bambino.
Che invece sua 10000 volte più frequente il contrario non è menzionato..

rispondo a questa cretinata per rispondere (con serietà e tranquillità) a gugu.


Quando mai, tu, Masaniello, hai messo in evidenza il lavoro di quei migliaia di appartenenti alle forze dell'ordine che con uno stipendio da fame e in necessità di pagarsi la benzina per i mezzi di servizio compiono il loro lavoro con senso di responsabilità e abnegazione?

Che ricordi io, mai.


Gugu. Non c'è tanto da dire a chi fa bene il suo lavoro . Qui, come in ogni dove, si parla soprattutto di problemi.

A parte il fatto che, tante volte, e anche nei giorni passati è successo, mi sono schierata al fianco di una utente che ha raccontato il suo problema con una ragazza dsa e la sua famiglia assicurandole che dal mio punto di vista lei ha fatto tutto quello che doveva fare e che deve stare tranquilla. Non pretendo tu legga tutto quello che scrivo ma se cerchi trovi non sto dicendo cose non vere : - )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75

avatar

Messaggi : 4793
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 1:10 pm

In realtà la collega non ha fatto quello che doveva fare, o meglio l'intero consiglio. Dati gli strumenti ad hoc, fatta una didattica inclusiva, la ragazza che non ha dimostrato di raggiungere la sufficienza va bocciata.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 1:16 pm

carla75 ha scritto:
In realtà la collega non ha fatto quello che doveva fare, o meglio l'intero consiglio. Dati gli strumenti ad hoc, fatta una didattica inclusiva, la ragazza che non ha dimostrato di raggiungere la sufficienza va bocciata.

non ho espresso giudizi sul consiglio.

La tua collega si è rifiutata di cambiare il suo voto.

Ha fatto quello che doveva il resto non dipende da lei.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Masaniello



Messaggi : 3164
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 1:17 pm

La famosa leggenda metropolitana che le ffoo devono pagarsi la benzina...nulla di più falso.
Ti dirò di più. La scorsa settimana in autogrill arriva una macchina della polizia stradale con alla guida una signora. Si dirige al SERVITO, dove un pieno costa anche 7-8 euro di più.
Tanto non pagano loro.
Tanto paga lo Stato.
Il vantaggio è che non hai il disturbo e la fatica di farti benzina da solo.
In tempo di tagli,mi chiedo perché le auto delle ffoo non siano tenute a farsi benzina al self con fatica minimale e risparmio per l intero Corpo di Polizia.
Chi le dice le cretinate? ??
Inoltre "stipendio da fame" per le ffoo oggi non direi proprio. Anzi direi dignitoso.
Sicuramente con I RISCHI E LA TENSIONE che vivevano negli anni 70 polizia e carabinieri, oggi sarebbero pochi i soldi che prendono.
Ma gli anni di piombo sono finiti,gli attentati di mafia e ndrangheta pure,quelli islamici per fortuna al momento non pervenuti.
Quindi direi stipendio adeguato. Chi si fa il mazzo, come antisommossa o pattuglie notturne in zone brutte penso ricevano più soldini in busta paga.
Per un carabiniere di stanza in tranquille e piccole località di mare,di montagna dove c è una sparatoria ogni 30 secoli,non penso siano necessari 5000 euro al mese.
E non lo penso nemmeno per un insegnante. ..
Tornare in alto Andare in basso
Online
ZiaPatty



Messaggi : 231
Data d'iscrizione : 24.06.16

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 2:19 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma che cosa cambia se l'errore è segnalato in rosso, in verde o in celeste? E siamo seri...

Ognuno usa le proprie strategie e per me il colore fa la differenza.
Segnare rosso significa mettere in evidenza e alcuni bambini fanno confusione così ricordano l'errore e lo perpetrano.


Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 2:53 pm

Ah, quindi se l'errore NON viene messo in evidenza, ossia la correzione viene tranquillamente confusa con lo scritto normale e il ragazzino non si rende nemmeno conto che gli è stato segnato un errore, allora INVECE il messaggio passa più chiaramente e l'errore non lo fa più?

Ma roba da chiodi...
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 3:35 pm

Ire ha scritto:
Non ci credi? non so che farci, davvero.
Chi ha detto che non ci credo ?

Era una maestra vecchia ? Doveva essere mandata in pensione !

Era una maestra giovane ? Doveva essere mandata a zappare !

Io però mi riferivo alla didattica.

Il poeta in erba doveva essere messo con le bambine noiose in modo che non avesse distrazioni, anche a costo della sua umiliazione o doveva essere lasciato con i bambini esagitati salvaguardando il suo amor proprio ma perdendo la sua attenzione ?

E' su questo che fuffofidatti e docenti non inclusivi si scontrano tutti i giorni; e su questo che ognuno dovrebbe iniziare le proprie frasi con un "secondo me".
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 3:41 pm

Masaniello ha scritto:
La famosa leggenda metropolitana che le ffoo devono pagarsi la benzina...nulla di più falso.
Ti dirò di più. La scorsa settimana in autogrill arriva una macchina della polizia stradale con alla guida una signora. Si dirige al SERVITO, dove un pieno costa anche 7-8 euro di più.
Ero convinto che avessero i loro distributori interni; io in 50 anni non ho mai visto un'auto della polizia far benzina per strada.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 3:48 pm

ZiaPatty ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma che cosa cambia se l'errore è segnalato in rosso, in verde o in celeste? E siamo seri...

Ognuno usa le proprie strategie e per me il colore fa la differenza.
Segnare rosso significa mettere in evidenza e alcuni bambini fanno confusione così ricordano l'errore e lo perpetrano.
Questa è proprio una delle cose che i fuffodidatti dicono senza prendersi il disturbo di dimostrarlo ed alcuni abboccano perchè suona bene o peggio perchè suona mieloso.

E' mai stata fatta una statistica a riguardo ? Si sono mai prese 10 classi nella stessa scuola 5 con la penna rossa e 5 con la penna turchese per vedere se dopo 3 anni i risultati ne risentivano ?

I bambini devono essere più stupidi degli animali ! Se prendi un animale a calci lui non si confonde la volta successiva quando deve decidere se avvicinarsi a te o scappare.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 3:57 pm

nemmeno un bambino se lo prendi a calci si confonde. Anche lui sa benissimo che non deve avvicinarsi a chi lo prende a calci.

E' per questo che l'apprendimento non funziona quando ci sono docenti indegni.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ZiaPatty



Messaggi : 231
Data d'iscrizione : 24.06.16

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 4:26 pm

avidodinformazioni ha scritto:
ZiaPatty ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma che cosa cambia se l'errore è segnalato in rosso, in verde o in celeste? E siamo seri...

Ognuno usa le proprie strategie e per me il colore fa la differenza.
Segnare rosso significa mettere in evidenza e alcuni bambini fanno confusione così ricordano l'errore e lo perpetrano.
Questa è proprio una delle cose che i fuffodidatti dicono senza prendersi il disturbo di dimostrarlo ed alcuni abboccano perchè suona bene o peggio perchè suona mieloso.

E' mai stata fatta una statistica a riguardo ? Si sono mai prese 10 classi nella stessa scuola 5 con la penna rossa e 5 con la penna turchese per vedere se dopo 3 anni i risultati ne risentivano ?

I bambini devono essere più stupidi degli animali ! Se prendi un animale a calci lui non si confonde la volta successiva quando deve decidere se avvicinarsi a te o scappare.

A dire la verità a me lo ha suggerito la psicologa che ci ha fatto il corso di aggiornamento sui dsa.
In ogni caso ho parlato di strategie personali
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 4:41 pm

ZiaPatty ha scritto:

Citazione :
ZiaPatty ha scritto:

Ognuno usa le proprie strategie e per me il colore fa la differenza.
Segnare rosso significa mettere in evidenza e alcuni bambini fanno confusione così ricordano l'errore e lo perpetrano.
A dire la verità a me lo ha suggerito la psicologa che ci ha fatto il corso di aggiornamento sui dsa.

Per te, o perché te l'ha suggerito la psicologa?

Che non sappia l'emisfero destro cosa fa il sinistro, mi raccomando...
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 5:05 pm

ZiaPatty ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
ZiaPatty ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma che cosa cambia se l'errore è segnalato in rosso, in verde o in celeste? E siamo seri...

Ognuno usa le proprie strategie e per me il colore fa la differenza.
Segnare rosso significa mettere in evidenza e alcuni bambini fanno confusione così ricordano l'errore e lo perpetrano.
Questa è proprio una delle cose che i fuffodidatti dicono senza prendersi il disturbo di dimostrarlo ed alcuni abboccano perchè suona bene o peggio perchè suona mieloso.

E' mai stata fatta una statistica a riguardo ? Si sono mai prese 10 classi nella stessa scuola 5 con la penna rossa e 5 con la penna turchese per vedere se dopo 3 anni i risultati ne risentivano ?

I bambini devono essere più stupidi degli animali ! Se prendi un animale a calci lui non si confonde la volta successiva quando deve decidere se avvicinarsi a te o scappare.

A dire la verità a me lo ha suggerito la psicologa che ci ha fatto il corso di aggiornamento sui dsa.
In ogni caso ho parlato di strategie personali
Non avevo dubbi.

Lo ha proposto come possibilità o come certezza ? E se l'ha proposto come certezza supportandolo con quali evidenze scientifiche ?

Non viene mai in mente che gli psicologi possano essere persone come tutte le altre, bisognose di stipendio e non sempre capaci di guadagnarselo ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 5:08 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
ZiaPatty ha scritto:

Citazione :
ZiaPatty ha scritto:

Ognuno usa le proprie strategie e per me il colore fa la differenza.
Segnare rosso significa mettere in evidenza e alcuni bambini fanno confusione così ricordano l'errore e lo perpetrano.
A dire la verità a me lo ha suggerito la psicologa che ci ha fatto il corso di aggiornamento sui dsa.

Per te, o perché te l'ha suggerito la psicologa?

Che non sappia l'emisfero destro cosa fa il sinistro, mi raccomando...
Se il meccanismo è: psicologa sa + psicologa dice = la cosa è vera, ecco che "me lo ha detto la psicologa" e "per me" diventano una cosa unica.

Lo ha detto la televisione !
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 5:11 pm

Ire ha scritto:
nemmeno un bambino se lo prendi a calci si confonde.  Anche lui sa benissimo che non deve avvicinarsi a chi lo prende a calci.

E' per questo che l'apprendimento non funziona quando ci sono docenti indegni.
Era una metafora (o voleva esserlo).

Sempre sfruttando l'imbecillità dei bambini (presunta dagli psicologi), se il rosso ha l'effetto contrario basta evidenziare in rosso le cose giuste no ?

Sono o non sono un genio ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 5:12 pm

Comunque lo dissi a suo tempo: sono pronto ad usare la penna che mi assegna la scuola, a sue spese, di qualsiasi colore sia.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: lettera della mamma di un bimbo dislessico   Dom Giu 11, 2017 5:14 pm

ZiaPatty ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma che cosa cambia se l'errore è segnalato in rosso, in verde o in celeste? E siamo seri...

Ognuno usa le proprie strategie e per me il colore fa la differenza.
Segnare rosso significa mettere in evidenza e alcuni bambini fanno confusione così ricordano l'errore e lo perpetrano.



Logica davvero zoppicante.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
lettera della mamma di un bimbo dislessico
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La giornata della mamma
» il pisellino più bello del mondo............
» Linea nigra.....
» Balbuzie bimba di 2 anni

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: