Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 a cosa servono i pedagogisti?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
comp_xt



Messaggi : 1571
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 1:57 pm

http://www.fisicamente.net/SCUOLA/index-622.htm

L'articolo è stato scritto ai tempi del ministro Moratti.

Leggerlo oggi ci fa capire non solo che l'autore ci aveva visto giusto ma anche che in futuro sarà sempre peggio, almeno fino a quando il corpo docente non la smetterà di adeguarsi passivamente a un certo pensiero psico-pedagogico e a un certo modo di intendere la scuola e inizierà a ribellarsi rivendicando principi culturali che siano in antitesi rispetto a questa visione.

E se nel 2004-2006 si assisteva alla dittatura di una pedagogia che riteneva possibile parlare di scuola a prescindere dai contenuti di insegnamento (che solitamente i pedagogisti ignorano), nella scuola di oggi spadroneggiano anche psicologi, neuropsichiatri e tecnocrati ignoranti e rancorosi amanti di relazioni, schemi, regolamenti e documenti privi di qualsiasi utilità concreta.
Tornare in alto Andare in basso
hypernova

avatar

Messaggi : 493
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 2:11 pm

Ho fatto un incontro per la formazione dell'anno di prova con un dirigente che si dichiarava un "pedagogista". L'incontro avrebbe dovuto fornirci strumenti per aumentare la nostra capacità di gestione delle classi problematiche. Il "pedagogista" in questione ci ha fatto fare un lavoro molto carino e divertente che però non aveva nulla a che fare con il lavoro che l'insegnante svolge normalmente in classe e non ci ha fornito nessuno strumento utile allo scopo dell'incontro.
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 2566
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 2:30 pm

la maggior parte svolge una attivita'

priva di qualsiasi collegamento reale col mondo della scuola

qualche altro lavora con serieta'

La didattica al lavoro. Analisi delle pratiche educative nell'Istruzione e formazione professionale

https://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_libro.aspx?ID=19826
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20223
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 2:57 pm

A cosa servono i pedagogisti ? Io proporrei di concimarci i campi; qualcosa si è visto nel film "la guerra dei mondi".
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2973
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 3:05 pm

Nella scuola non servono a niente. Magari in qualche orfanotrofio, in qualche comunità residenziale a qualcosa possono anche servire
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1571
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 4:18 pm

Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3629
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 6:02 pm

io sono d'accordo con voi, però:

- come dice Israel, non pensiamo che un certo pensiero pedagogico rappresenti tutto il pensiero pedagogico;
- non confondiamo la psicologia con la pedagogia; a differenza della prima, la seconda ha sempre storicamente avuto un ruolo nella scuola e nell'educazione.

Quello che però mi sembra espressione un po' di tutti i pedagogisti è l'idea che in fondo le discipline siano secondarie e quello che conti davvero è il modo di insegnarle, cioè la pedagogia; e quindi, secondo loro, almeno alle elementari e alle medie i docenti dovrebbero essere tutti laureati in scienze della formazione, al massimo con qualche corsetto sulle discipline da insegnare. Questa idea mi sembra da rigettare in toto. Soprattutto alle medie, ma anche alle elementari, la conoscenza disciplinare dell'insegnante è fondamentale. Un insegnante che non conosce la propria materia a fondo, che non ci ha sbattuto le corna, che non ha pensato potesse diventare il proprio lavoro, che in definitiva non la ama è inadatto a trasmettere dei (orrore) contenuti disciplinari tanto quanto lo è un insegnante che non abbia i minimi rudimenti, anche spontanei, sul modo di trasmettere quei contenuti disciplinari e con essi concetti educativi come impegno, studio, disciplina, rispetto, lealtà e così via.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1571
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 6:34 pm

ushikawa ha scritto:
io sono d'accordo con voi, però:

- come dice Israel, non pensiamo che un certo pensiero pedagogico rappresenti tutto il pensiero pedagogico;
- non confondiamo la psicologia con la pedagogia; a differenza della prima, la seconda ha sempre storicamente avuto un ruolo nella scuola e nell'educazione.

Quello che però mi sembra espressione un po' di tutti i pedagogisti è l'idea che in fondo le discipline siano secondarie e quello che conti davvero è il modo di insegnarle, cioè la pedagogia; e quindi, secondo loro, almeno alle elementari e alle medie i docenti dovrebbero essere tutti laureati in scienze della formazione, al massimo con qualche corsetto sulle discipline da insegnare. Questa idea mi sembra da rigettare in toto. Soprattutto alle medie, ma anche alle elementari, la conoscenza disciplinare dell'insegnante è fondamentale. Un insegnante che non conosce la propria materia a fondo, che non ci ha sbattuto le corna, che non ha pensato potesse diventare il proprio lavoro, che in definitiva non la ama è inadatto a trasmettere dei (orrore) contenuti disciplinari tanto quanto lo è un insegnante che non abbia i minimi rudimenti, anche spontanei, sul modo di trasmettere quei contenuti disciplinari e con essi concetti educativi come impegno, studio, disciplina, rispetto, lealtà e così via.

Sono d'accordo.
Quando ho parlato genericamente di pedagogia, l'ho fatto in riferimento alle correnti pedagogiche da tempo dominanti nella scuola italiana.
Non voglio poi assolutamente confondere la psicologia con la pedagogia, il discorso che facevo era semmai un altro: quando Bruno Renzetti scrisse l'articolo la scuola era oramai dominata da certe correnti pedagogiche.
Negli ultimi anni invece stiamo assistendo alla crescita del potere degli psicologi (oltre che dei tecnocrati amanti di griglie, schemi, relazioni, rapporti, atti di indirizzo, regolamenti e altre amenità inutili e ridondanti).
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8755
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 7:46 pm

comp_xt ha scritto:
Non voglio poi assolutamente confondere la psicologia con la pedagogia, il discorso che facevo era semmai un altro: quando Bruno Renzetti scrisse l'articolo la scuola era oramai dominata da certe correnti pedagogiche.

Roberto Renzetti, non "Bruno"

Scusa la pedanteria, ma conoscendolo anche di persona, ci tengo alla citazione corretta.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1571
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 7:52 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
Non voglio poi assolutamente confondere la psicologia con la pedagogia, il discorso che facevo era semmai un altro: quando Bruno Renzetti scrisse l'articolo la scuola era oramai dominata da certe correnti pedagogiche.

Roberto Renzetti, non "Bruno"

Scusa la pedanteria, ma conoscendolo anche di persona, ci tengo alla citazione corretta.

Giusto, chiedo scusa per il refuso.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20223
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 08, 2017 8:17 pm

comp_xt ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
Non voglio poi assolutamente confondere la psicologia con la pedagogia, il discorso che facevo era semmai un altro: quando Bruno Renzetti scrisse l'articolo la scuola era oramai dominata da certe correnti pedagogiche.

Roberto Renzetti, non "Bruno"

Scusa la pedanteria, ma conoscendolo anche di persona, ci tengo alla citazione corretta.

Giusto, chiedo scusa per il refuso.
Nessun re merita riguardo; AL ROGO !
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 22, 2017 3:32 pm

comp_xt ha scritto:


L'articolo è stato scritto ai tempi del ministro Moratti.

Leggerlo oggi ci fa capire non solo che l'autore ci aveva visto giusto ma anche che in futuro sarà sempre peggio, almeno fino a quando il corpo docente non la smetterà di adeguarsi passivamente a un certo pensiero psico-pedagogico e a un certo modo di intendere la scuola e inizierà a ribellarsi rivendicando principi culturali che siano in antitesi rispetto a questa visione.

E se nel 2004-2006 si assisteva alla dittatura di una pedagogia che riteneva possibile parlare di scuola a prescindere dai contenuti di insegnamento (che solitamente i pedagogisti ignorano), nella scuola di oggi spadroneggiano anche psicologi, neuropsichiatri e tecnocrati ignoranti e rancorosi amanti di relazioni, schemi, regolamenti e documenti privi di qualsiasi utilità concreta.

Ottimo commento. Mi sono chiesto se anche in passato (ad esempio negli anni '50 o '60) era presente tale dittatura psicopedagogica e se all'epoca i docenti erano costretti a seguire corsi sui BES o cose affini. Non so se avete letto le tracce delle prove suppletive del concorso docenti 2016 per la materia insegnata da Roberto Renzetti; vi riporto il quesito 6:

"Il candidato fornisca una panoramica delle tipologie di prove atte al rilevamento dei bisogni, dovuto
all'elevato numero di alunni stranieri in continuo aumento, in una classe di propria scelta"

Ma vi sembra giusto che un laureato in fisica, magari con dottorato di ricerca e valutazione eccellente, debba essere valutato con una domanda del genere? Nei concorsi a cattedra degli anni '50 erano presenti domande del genere?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Gio Giu 22, 2017 6:58 pm

comp_xt ha scritto:


Leggerlo oggi ci fa capire non solo che l'autore ci aveva visto giusto ma anche che in futuro sarà sempre peggio, almeno fino a quando il corpo docente non la smetterà di adeguarsi passivamente a un certo pensiero psico-pedagogico e a un certo modo di intendere la scuola e inizierà a ribellarsi rivendicando principi culturali che siano in antitesi rispetto a questa visione.


Magari certi docenti si ribellassero e chiedessero che venga chiesto loro solo di insegnare!


Ultima modifica di Rozukronis Sagendil il Ven Giu 23, 2017 9:51 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Ven Giu 23, 2017 11:56 am

Vedi sotto


Ultima modifica di Rozukronis Sagendil il Ven Giu 23, 2017 9:52 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Ven Giu 23, 2017 3:01 pm

L’istruzione (da Lo studio: passione o imposizione? del prof. Giuseppe Fioravanti)

Anche questo termine deriva dal latino, e precisamente dal verbo instruere, che ha molti significati, che
vanno da quello di edificare, allestire, disporre convenientemente, fino a quello più proprio (ma
contiguo agli altri), di istruire, ammaestrare, rendere abile.
Il suo derivato, instructio implica l’acquisizione di una o più abilità in un determinato campo specifico;
cosi come instrumentum rende molto bene l’idea del contenuto del processo di istruzione. Anche se
oggi la sede formale di conseguimento dell’istruzione è la scuola, occorre tenere presente che nel
mondo romano, nel quale questi concetti sono nati, non è esistito alcun tipo di scuola per ben quasi otto
secoli, (fino alla fine della repubblica, e il dato è estremamente significativo), perché i suoi fondamenti
venivano correttamente posti nell’ambito della famiglia.
Infatti le altre civiltà antiche (Cina, Egitto, Fenicia, ecc.) espressero sempre una istruzione come
trasmissione di conoscenze ed abilità a carattere tecnico, appannaggio di una casta, (gli scribi), che
aveva il compito di custodirle gelosamente e di metterle al servizio del potere. Nessuno si sogna di
pensare un mondo senza scuole, ma è anche vero che è sempre pericoloso trascurare le esperienze delle
civiltà precedenti, e in particolare quella romana, la cui cultura in Italia ha avuto una unica continuità,
senza variazioni di rilievo, fino al 1859; però occorre anche prendere atto del fallimento del
riduzionismo statalistico, perché l’istruzione è conseguenza del parallelo sviluppo di una qualità umana,
la studiositas, che a sua volta trova fondamento nel primo movimento della volontà, che è il desiderio.
Non è certo un caso che studium in latino significhi appunto desiderio, e vale la pena misurare la
distanza che corre fra il concetto romano (e umano) di desiderio e quello statalistico di obbligo, che
tuttora fregia la nostra scuola governativa.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Ven Giu 23, 2017 4:58 pm

Rozukronis Sagendil ha scritto:
Rozukronis Sagendil ha scritto:

Consiglio a tutti gli appassionati di storia della scuola la visione del video (però che non siano cardiopatici, alcune notizie potrebbero sconvolgerli).

Tutti cardiopatici su questo forum?
ushikawa ha scritto:

Cambierà radicalmente la figura del docente, che dovrà perdere buona parte del suo tempo per accumulare crediti, per ingraziarsi i presidi e in una quantità sempre maggiore di attività burocratiche volte a limitare sempre più la sua libertà di insegnamento; sarà invece costretto a rinunciare ad almeno una parte delle attività funzionali finalizzate alla didattica di classe (correzioni, preparazione lezioni, studio, riflessione individuale ecc.). Insomma il perfetto soldatino che esegue e zitto ogni direttiva ministeriale.

Ma insomma come state messi con il cuore? L'aveto visto o no il video del professor Giuseppe Fioravanti?

Vi elenco due frasi del video, magari vi incuriosisco:

"Le prime scuole degli invasori savoiardi vennero messe nelle caserme."
"1000000 di insegnanti è controllato da 400 000 funzionari che non hanno mai insegnato e che però devono dire agli insegnanti quello che devono fare."


Ultima modifica di Rozukronis Sagendil il Ven Giu 23, 2017 9:47 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Ven Giu 23, 2017 7:15 pm

Rozukronis Sagendil ha scritto:
Ma insomma come state messi con il cuore? L'aveto visto o no il video del professor Giuseppe Fioravanti?

il problema sanitario, nel vedere il video dell'esimio professore, non è il cuore, è l'orchite
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Ven Giu 23, 2017 7:26 pm

geo&geo ha scritto:
Rozukronis Sagendil ha scritto:
Ma insomma come state messi con il cuore? L'aveto visto o no il video del professor Giuseppe Fioravanti?

il problema sanitario, nel vedere il video dell'esimio professore, non è il cuore, è l'orchite

AH AH AHA A AH AH! Quante risate mi sono fatto! Questo commento è troppo bello! Ma che c'entrano i testicoli con l'insigne pedagogista in questione? Avrei capito se si fosse trattato di uno dei video di Sabrina Salerno che piacciono ad avido (non avidodiapparizioni, quello sarà in andropausa da tempo), non credo che l'esimio insigne prof. Fioravanti faccia infiammare l'interno dello scroto!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Ven Giu 23, 2017 9:50 pm

comp_xt ha scritto:


Leggerlo oggi ci fa capire non solo che l'autore ci aveva visto giusto ma anche che in futuro sarà sempre peggio, almeno fino a quando il corpo docente non la smetterà di adeguarsi passivamente a un certo pensiero psico-pedagogico e a un certo modo di intendere la scuola e inizierà a ribellarsi rivendicando principi culturali che siano in antitesi rispetto a questa visione.


Sentite un po' che dice questo professore romano de Roma al minuto 24:50



"un milione di insegnanti è controllato da 400 000 funzionari che non hanno mai insegnato e che però devono dire agli insegnanti quello che devono fare, perché l'ha detto il Ministero, l'ha detto l'Unesco, l'ha detto l'OCSE, l'ha detto Pinco Pallino"

Consiglio a tutti gli appassionati di storia della scuola la visione del video (però che non siano orchitici, alcune notizie potrebbero infiammare l'interno del loro scroto!).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Ven Giu 23, 2017 10:51 pm

Ecco un altro video dell'esimio docente di storia della scuola e della pedagogia, forse il miglior pedagogista d'Italia!

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: a cosa servono i pedagogisti?   Mar Ott 17, 2017 1:08 pm

Vedi sopra (e comunque anche questo topic era stato bloccato e ora è nuovamente in funzione!)
Tornare in alto Andare in basso
 
a cosa servono i pedagogisti?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Evoluzione.
» ho bagnato mutande e pantaloni di un liquido
» cerotti per eterologa
» Calze elastiche e anti-trombo
» ATTENZIONE VALUTAZIONE PUNTI PRESTIGIO

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: