Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Cosa faranno i vostri studenti di quinta?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Lun Giu 12, 2017 6:05 pm

Promemoria primo messaggio :

Nella mia quinta scienze applicate le scelte indicative sono queste:

10 ingegneria (prevalentemente meccanica).
13 tenteranno le facoltà paramediche (prevalentemente fisioterapia e infermieristica).
5 escludono di proseguire gli studi.
2 non hanno ancora deciso.

In generale prevale il senso di sfiducia sulle possibilità occupazionali future; com'è la situazione da voi?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 10:39 am

sconcertato_1 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Immagine tenerissima,in questo medioevo buio della maternità, di una ragazza che ancora "desidera fare figli "

Ah, certo, e (a meno di non essere fidanzata con un ragazzo con parecchi anni di più che ha già un lavoro stabile e sicuro, il che è improbabile), chi gliela mantiene la famigliola romantica, se lei non vuole né cercare lavoro né proseguire gli studi per avere prospettive di lavoro dopo, ma vuole solo fare la mamma casalinga?

Che con i ritmi modaioli di "vita liquida" che vanno per la maggiore adesso, tale ragazza tanto tenera e tanto idealista, nel giro di due o tre anni te la ritrovi separata, senza lavoro, senza titoli di studio decenti, con ex compagno che se ne frega del bambino, e costretta a tornare con la coda tra le gambe nella casa dei propri genitori, che dovranno mantenere la figlia e il nipotino almeno per i prossimi 10 anni.

Davvero augurabile a una figla, non c'è che dire...

Poi, mentre passeggia tranquilla nel parco le cadrà un albero in testa e quando sanguinante chiederà aiuto a qualche baldo giovane riceverà solo insulti sessisti e proposte oscene.
Decide quindi di tornare ancora una volta a casa da mamma e papà ma un cane le morde la gamba e rallenta la sua resa incondizionata e così esausta decide di sedersi ed attendere l'aiuto di un'altra disperata che aveva deciso di procreare dopo il diploma, consapevole che le altre sono troppo superiori per darle una mano. Nel frattempo, col cappello in mano, chiederà anche l'elemosina, tanto per potersi comprare un panino.
Ma ahimè, il destino è beffardo ed un fulmine a ciel sereno la colpisce in pieno. Elettrizzata e moribonda penserà: era meglio fare l'insegnante e lasciare ai migranti questo incauto lavoro di "mamma".

Che demenzialità! Guarda che le separazioni si verificano con molta frequenza, non sono rare e sfortunate coincidenze.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 10:39 am

Masaniello ha scritto:
Solitamente si trovano subito un altro che le mantiene. Solitamente riescono a dissanguare l ex marito con l assegno familiare.
Per grazia divina una recente sentenza della Corte Costituzionale ha messo fine a questo abuso ed abominio.
La colpa comunque è di questi pazzi masochisti di uomini che appongono la firma sull atto di matrimonio, firmando di fatto la propria condanna alla rovina.

D'altro canto... se la ragazza dopo il matrimonio, cui aveva intenzione di dedicare la vita, si trova ad avere a che fare con un personaggio che vede in lei solo un sollazzo e per il resto: silenzio e calzetta. Un personaggio razzista, omofobo e dedito ad altri vezzi neanderthaliani.

Possiamo condannarla?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 10:40 am

Masaniello ha scritto:
Solitamente si trovano subito un altro che le mantiene. Solitamente riescono a dissanguare l ex marito con l assegno familiare.
Per grazia divina una recente sentenza della Corte Costituzionale ha messo fine a questo abuso ed abominio.
La colpa comunque è di questi pazzi masochisti di uomini che appongono la firma sull atto di matrimonio, firmando di fatto la propria condanna alla rovina.

sono sempre meno. Sono pochi i matti disposti ancora a crederci.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 10:48 am

Preciso, ad onor di cronaca, che non sono mai stato sposato. Non sono né incattivito o frustrato in alcun modo. Sono felicemente separato di fatto, ho un ottimo rapporto sia con
la madre di mio figlio che con il suo convivente,
Rapporto ovviamente legato al bambino. Mai separazione fu più miracolosa. Chiaramente la mia razionalità ed intelligenza mi ha impedito di fare una scelta così pazza ed autodistruttiva come il matrimonio.
Tuttavia mi rattristisce vedere il numero di uomini, anche ex amici, rovinati, distrutti psicologicamente ed economicamente dopo il matrimonio.
Finalmente la corte costituzionale ha invitato le donne separate a mettere a frutto le incredibili doti intellettive che la fedeli predica, rimettendosi a lavorare e mantenendosi...
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 10:52 am

chicca70 ha scritto:


Che demenzialità! Guarda che le separazioni si verificano con molta frequenza, non sono rare e sfortunate coincidenze.

Forse non vi rendete conto quanto siete incattivite e prevenute dentro. Avete già dipinto un quadro di disperazione e desolazione causato da un maschio cattivo, sfruttatore, xenofobo e neandertaliano.

Sarebbe bastato semplicemente scrivere che forse la ragazza troverà pochi uomini disposti a mantenerla, e quei pochi disposti a farlo evidentemente la ameranno tantissimo.

Ma voi continuate pure con la vostra misandria.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:06 am

Ma infatti la norma è :uomo solo e vessato dalla ex moglie , minacciato sull affidamento dei figli e donna felicemente impegnata e mantenuta dal nuovo principer azzurro ed aguzzina dell ex marito.
Ma sai che il politicamente corretto non lo ammetterà mai...
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:08 am

sconcertato_1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:


Che demenzialità! Guarda che le separazioni si verificano con molta frequenza, non sono rare e sfortunate coincidenze.

Forse non vi rendete conto quanto siate incattivite e prevenute dentro. Avete già dipinto un quadro di disperazione e desolazione causato da un maschio cattivo, sfruttatore, xenofobo e neandertaliano.

Sarebbe bastato semplicemente scrivere che forse la ragazza troverà pochi uomini disposti a mantenerla, e quei pochi disposti a farlo evidentemente la ameranno tantissimo.

Ma voi continuate pure con la vostra misandria.

In me non esiste misandria ma solo realismo. Le separazioni esistono o no? La separazione non è colpa del maschio cattivo, ma deriva dal fatto che ben poche cose al mondo sono per sempre. Siamo tutti esseri umani e vincolarsi per la vita è molto difficile, a meno che non ci si rassegni ad essere infelici. Più si è giovani e più è facile che ci si penta del passo fatto.
È molto discutibile l'affermazione che i pochi uomini disposti a mantenerla l'ameranno moltissimo. L'uomo che ti ama moltissimo ti vuole vedere realizzata e contenta, l'uomo che accetta di mantenerti ha solo i soldi per poterlo fare e, magari (non è una regola) ha interesse ad escluderti da una vita sociale. Specialmente gli uomini che chiedono alla propria donna di non lavorare. Non è un caso che la maggior parte di vittime di violenza familiare siano casalinghe.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9801
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:11 am

per che motivo l'uomo è solo, in questo quadretto?

E per che motivo la donna è felicemente impegnata?

Forse perchè l'uomo non trova altra donna così stupida come la prima da innomorarsi di lui, forse perchè non si riesce a staccare dal suo neanderthal mentre lei, finalmente staccata, riesce a costruire con un nuovo compagno quel rapporto impossibile col primo?

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:12 am

Interromperei questo sbrodolamento di luoghi comuni e sessismo contro gli uomini e chiederei di tornare al tema.
Cosa faranno i vostri studenti di 5?
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:14 am

Mi chiedo sinceramente come sia possibile, oggi, di fronte ad una situazione occupazionale ben chiara, che ancora moltissimi studenti decidano da kamikaze di iscriversi a filosofia, scienze politiche , psicologia.
Eccetto ovviamente chi decide di insegnare in futuro...
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:23 am

chicca70 ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:


Che demenzialità! Guarda che le separazioni si verificano con molta frequenza, non sono rare e sfortunate coincidenze.

Forse non vi rendete conto quanto siate incattivite e prevenute dentro. Avete già dipinto un quadro di disperazione e desolazione causato da un maschio cattivo, sfruttatore, xenofobo e neandertaliano.

Sarebbe bastato semplicemente scrivere che forse la ragazza troverà pochi uomini disposti a mantenerla, e quei pochi disposti a farlo evidentemente la ameranno tantissimo.

Ma voi continuate pure con la vostra misandria.

In me non esiste misandria ma solo realismo. Le separazioni esistono o no? La separazione non è colpa del maschio cattivo, ma deriva dal fatto che ben poche cose al mondo sono per sempre. Siamo tutti esseri umani e vincolarsi per la vita è molto difficile, a meno che non ci si rassegni ad essere infelici. Più si è giovani e più è facile che ci si penta del passo fatto.

Le parole, di pura misandria, che ho riportato sono state usate o rappresentano la sintesi delle risposte di paniscus (a cui ha dato ragione) e Ire. Persone che evidentemente vedono nell'altro sesso il male assoluto.

chicca70 ha scritto:

È molto discutibile l'affermazione che i pochi uomini disposti a mantenerla l'ameranno moltissimo. L'uomo che ti ama moltissimo ti vuole vedere realizzata e contenta, l'uomo che accetta di mantenerti ha solo i soldi per poterlo fare e, magari (non è una regola) ha interesse ad escluderti da una vita sociale. Specialmente gli uomini che chiedono alla propria donna di non lavorare. Non è un caso che la maggior parte di vittime di violenza familiare siano casalinghe.

Appunto, la ragazza, da quanto si apprende, si sente realizzata nel fare la mamma.

Anche tu sei prevenuta, c'è poco da fare anche quando parli di "interesse all'esclusione sociale" o addirittura "violenza familiare". Guarda, mettici anche un po' di femminicidio e siamo al completo.

Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:28 am

Masaniello ha scritto:
Interromperei  questo sbrodolamento di luoghi comuni e sessismo contro gli uomini e chiederei di tornare al tema.
Cosa faranno i vostri studenti di 5?

Istituto tecnico del nord.

50% circa si iscrive all'università, l'altro 50% cercherà lavoro. Alcuni l'hanno già trovato e altri già fatto dei colloqui.

1 vuol fare il cantante.
Tornare in alto Andare in basso
francesco3



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 12.08.12
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:36 am

@melia ha scritto:
dei miei
6 ingegnerie varie
1 scienze motorie, e fa bene, è sportivo di nuoto a buon livello
1 scienze della formazione primaria
5 vari corsi della facoltà di scienze mfn (chimica, biologia, fisica, farmacia)
1 infermieristica
2 psicologia
1 odontoiatria
1 economia
1 non ricordo.



Farmacia non è inclusa fra i corsi di laurea della facoltà di scienze mfn
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:48 am

Masaniello ha scritto:
Mi chiedo sinceramente come sia possibile,  oggi, di fronte ad una situazione occupazionale ben chiara, che ancora moltissimi studenti decidano da kamikaze di iscriversi a filosofia, scienze politiche , psicologia.
Eccetto ovviamente chi decide di insegnare in futuro...

Mha, la situazione è molto più fluida di così; io ho 38 anni e ormai posso fare un bilancio del mio gruppo allargato di studenti di Filosofia e sul loro destino:

1) Io: ho fatto 3 anni di ssis/ssos, due anni di disoccupazione, 6 di sostegno e poi ho
raggiunto il mio obiettivo di insegnare filosofia.
2) Soggetto 2: si laurea a 25 anni, fa una tesi che gli apre il mondo della storia dell'occulto, magia e filosofia e trova impiego presso una casa editrice.
3) Soggetto 3: si laurea a 28 anni, svolge un master per due anni di informatica per le scienze umane (sempre legato all'editoria, ma da un punto di vista informatico) e trova impiego.
4) Soggetto 4: si laurea a 30 anni e trova impiego presso selezione del personale.
5) Soggetto 5: si laurea a 25 anni e passa i successivi 13 anni a fare lezioni private nei centri di lezione private.

In conclusione nessuno è rimasto disoccupato (anche se la scelta dell'ultimo l'ho sempre trovata pericolosa) e i vari percorsi erano praticamente imprevedibili, tranne il mio.

P.s. Sulla questione della ragazza vorrei dare la mia opinione. E' vero che è una scelta che trovo molto rischiosa sia per lei che per il futuro marito perchè saranno una famiglia monoreddito, ma è anche vero che è strano che una scelta simile sia vista in modo così negativo: segnale di una sfiducia generalizzata nei rapporti umani e nella visione di una realtà angosciante e distruttiva.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 11:54 am

Cantante....apparentemente una scelta azzardata. In realtà esiste un settore fiorente e remunerativo, cioè le band di musica liscio che girano per paesi e fiere. Essendo l Italia un Paese di anziani, molti in ottima salute e con il portafoglio pieno, i locali ed in generale l intrattenimento degli anziani è molto più remunerativo del corrispondente per giovani.
Un mio amico suona la tastiera in una band conosciuta in provincia. Il lavoro non manca mai.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 12:01 pm

Dal momento che si è parlato di poveri uomini separati a cui le donne sanguisughe hanno tolto tutto, naturalmente tutto per sentito dire e non suffragato da alcuna fonte, vi riporto alcuni dati della caritas da una indagine del 2014 che dice che a fare la fila presso le loro strutture non sono solo i poveri papà separati, ma anche le povere mamme separate, queste ultime in numero leggermente meggiore.

http://www.vita.it/it/article/2014/03/30/poverta-il-rapporto-caritas-2014/126498/

" Tra i separati/divorziati che si sono rivolti ai centri di ascolto della Caritas la gran parte è di nazionalità italiana (85,3%); in termini di genere c'è una leggera prevalenza delle donne (53,5%), rispetto agli uomini (46,5%) anche se si può parlare quasi di un'equa divisione. Il 42,9% è coinvolto in separazioni legali, il 28,1% in separazioni di fatto e il 22,8% in procedimenti di divorzio. "

Vi faccio anche notare che la ricerca è riportata da un sito che non si può certo definire femminista, anzi.

Se vi interessa vi ricerco anche le indagini dell'istat sugli assegni di mantenimento rivolti al coniuge, vedrete che i dati sfatano del tutto il luogo comune che a soffrire economicamente dopo una separazione siano soprattutto, o solamente, gli uomini. La realtà è che la separazione è più grave, statisticamente parlando, per una donna, perchè più fragile sul mercato del lavoro, spesso disoccupata o con lavoro parttime o comunque precario/instabile. La situazione si aggrava ulteriormente per donne con figli.
posso fornire tutti i dati di quello che dico. Potete dire altrettanto?

Tornando all'argomento principale, nella mia scuola, professionale moda, nessuno proseguirà gli studi, una indecisa su giurisprudenza, ma tutti/e cercheranno lavoro nelle aziende del territorio o freuqnteranno scuole professionali sempre del settore dell'indirizzo di studio. Spero che nessuna di queste ragazze pensi al matrimonio, spero vivamente che pensino prima alla loro indipendenza economica senza la quale non possono veramente autodeterminarsi.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 12:09 pm

Da enricat, che cita fondi della caritas (!!!!!!!), non ci si poteva aspettare un intervento differente, anche clamorosamente contrario alla realtà che sta davanti a nostri occhi.
Avanti il prossimo
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 12:12 pm

francesco3 ha scritto:

Farmacia non è inclusa fra i corsi di laurea della facoltà di scienze mfn
Vero, ma la ragazza era incerta tra Farmacia (lavoro in famiglia assicurato) e Chimica (la sua vera passione), mi sembrava che le due cose avessero una certa similitudine.
Tornare in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 884
Data d'iscrizione : 21.04.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 12:14 pm

liceo delle scienze umane: 2 a lingue 1 a matematica 2 a giurisprudenza 1 a scienze statistiche 3 scienze della formazione primaria 2 all'estero per 1 anno ( usa) 3 infermieristica 1 farmacia 1 economia e commercio 1 il pasticcere 1 spera di trovare lavoro in agenzie di viaggio ( farà il corso ) 1 scienze strategiche a Narni per fare l'investigatore privato 1 scienze politiche 1 filosofia 1 lettere 2 lavoro nell'azienda di papa'
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 12:16 pm

Tornando al tema (deo gratias), davvero le aziende del territorio sono tali da assorbire l elevato numero di diplomati in moda? Mi pare un altra scelta azzardata.
Che io sappia, ad esempio, nessuno dei diplomati della classe di grafico pubblicitario che avevo nel 2012 , diplomati da due anni, lavora.
Sono indirizzi terrificanti sotto il profilo occupazionale.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 12:39 pm

Masaniello ha scritto:
Solitamente si trovano subito un altro che le mantiene.
Dove sarebbero tutte queste famiglie in cui la donna "si fa mantenere" e una persona sola guadagna tanto da tirare avanti tutta la baracca, e addirittura nel benessere e nello scialo? Giuro che io ne vedo pochissime, normalmente si fa fatica a stare in pari anche lavorando a tempo pieno in due. E vale anche per le famiglie stabili che sono sempre state insieme, mica solo per i separati e riaccompagnati...
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 1:49 pm

Ire ha scritto:

D'altro canto... se la ragazza dopo il matrimonio, cui aveva intenzione di dedicare la vita, si trova ad avere a che fare con un personaggio che vede in lei solo un sollazzo e per il resto: silenzio e calzetta. Un personaggio razzista, omofobo e dedito ad altri vezzi neanderthaliani.

Possiamo condannarla?


Io non la condanno di certo, però sinceramente mi chiedo perchè mai se ne sia accorta solo dopo il matrimonio e non abbia mai avuto il minimo sospetto prima, nonostante avesse avuto ampia occasione di frequentare il giovanotto nel suo ambiente naturale precedente, abbastanza da convincersi che fosse l'uomo della sua vita... e quindi, abbia avuto ampia occasione di parlarci del più, del meno, e dei massimi sistemi, di conoscere le sue abitudini, i suoi interessi, le sue aspirazioni, le sue convinzioni morali, sociali e politiche, e di avere un'idea di che tipi fossero i suoi amici o i modelli in cui si identificava.

Voglio dire: la ragazza, parlando con l'innamorato del suo cuore e luce dei suoi occhi, ai tempi dell'idilliaco fidanzamento giovanile, non aveva avuto modo di accorgersi che era razzista, omofobo, maschilista e prepotente?

Lui l'aveva diabolicamente tenuto nascosto con lucidità maniacale, apposta per presentarsi a lei come diverso dalla realtà e ingannarla di proposito?

Oppure il punto è che la ragazza, essendo a sua volta parecchio immatura, e quindi concentrata solo sui sentimenti romantici immediati e non consapevole delle prospettive a lungo termine, SAPEVA benissimo delle idee e delle inclinazioni del fidanzato, solo che si trincerava dietro il mito ideale che "le differenze di idee e di interessi non contano, basta che ci sia tanto amore, e tutte le divergenze si superano per incanto"... oppure, ancora più classico, l'altro mito secondo cui "lo so che lui ha delle inclinazioni sbagliate, ma sicuramente col mio amore io lo convincerò e lo salverò"?

Proprio per questo si auspicherebbe che la scelta del compagno di vita definitivo (o almeno potenzialmente definitivo) sia fatta in un'età un po' più matura.

Personalmente, posso vantare i seguenti passi:

- se mi fossi messa definitivamente con quello che mi piaceva a 16 anni, mi sarei ritrovata pochi anni dopo a gestire uno squilibrato mentale grave, con TSO psichiatrici e amenità del genere; ovviamente la predisposizione ai problemi di squilibrio mentale ce l'aveva già quando lo frequentavo io a 16 anni, ma in quanto sedicenne non me ne accorgevo;

- se mi fossi messa definitivamente con quello che mi piaceva a 18 anni, mi sarei ritrovata a litigare dalla mattina alla sera con uno che umanamente è una gran brava persona e per nulla squilibrato mentalmente, ma che non ha assolutamente NIENTE in comune con me dal punto di vista di convinzioni di fondo, idee politiche, e criteri sull'educazione dei figli (e che sarebbe stato infelice anche lui, che oggettivamente non se lo meritava, e che infatti si è felicemente fatto una famiglia con una che la pensa come lui, e che è abissalmente diversa da me);

- se mi fossi messa definitivamente con quello che mi piaceva a 20 anni, sarei stata ad altissimo rischio di violenze, abusi e morbosità, magari non maltrattamenti fisici, ma sicuramente una vita di ricatti morali e sopraffazioni psicologiche che vi raccomando, oltre che alla frequentazione di un ambiente che per me sarebbe stato insopportabile (e infatti ebbi la fortuna di riuscire a mandarlo a quel paese prima di fare la Q*ZZATA GLOBBALE di sposarlo, di andarci a convivere, o di farci un figlio, e in definitiva prima di cambiare radicalmente la mia vita per lui).

Tutte riflessioni che mi sono fatta parecchi anni dopo.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Mar Giu 13, 2017 2:45 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 2:23 pm

Interessanti queste discussioni tra peppie che, completamente all oscuro delle dinamiche tra persone a loro completamente sconosciute, si lasciano andare a discorsi da mercato rionale sulla vita di persone che non conoscono minimamente.
Qualche altro intervento da portinaia?
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 2:25 pm

Finora ho rispettato la mammina ire. Le comunico comunque di pensare ai fattacci suoi, ai suoi figli e di non permettersi valutazioni sulla vita di altri perché nessuno gliele ha chieste. Mi chiedo con quale faccia tosta e senza vergogna la paladina del rispetto e della inclusione si permette di sentenziare ed insultare della vita privata di persone che non conosce nemmeno. Non mi aspetto scuse,data la figura ambigua, ma mi aspetto per lo meno che abbia la decenza di non intromettersi i maniera maleducata e cafona nelle vita privata degli altri utenti che esula dai contenuti del presente forum.
Con questo, , reitero l invito ad intervenire sul tema del post....


Ultima modifica di Masaniello il Mar Giu 13, 2017 2:31 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mar Giu 13, 2017 2:28 pm

Masaniello ha scritto:
Interessanti queste discussioni tra peppie

Fattene una ragione, sei un peppio anche tu.

Non ti lamentare se non riesci a rimorchiare le ventenni in discoteca  : - )
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Cosa faranno i vostri studenti di quinta?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» cosa posso regalare ho bisogno di consigli
» La vita non ti chiede mai di cosa hai voglia o no!
» Cosa desiderate?
» chi o cosa ha creato tutto
» Buona domenica:cosa cucinate oggi?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: