Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Cosa faranno i vostri studenti di quinta?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Lun Giu 12, 2017 6:05 pm

Promemoria primo messaggio :

Nella mia quinta scienze applicate le scelte indicative sono queste:

10 ingegneria (prevalentemente meccanica).
13 tenteranno le facoltà paramediche (prevalentemente fisioterapia e infermieristica).
5 escludono di proseguire gli studi.
2 non hanno ancora deciso.

In generale prevale il senso di sfiducia sulle possibilità occupazionali future; com'è la situazione da voi?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
sconcertato_1



Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 3:23 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Aggiungo, anche se non dovrebbe nemmeno esserci bisogno di dirlo perché è del tutto OVVIO, che i casi clamorosi di ripicche tra fantamiliardari mediatici (che vengono sbattute in prima pagina a puri fini di  intrattenimento del lettore gonzo, come se fossero telenovelas, e non certo per informazione seria) non sono rappresentative della vita reale della gente normale.

Io personalmente di donne separate ne conosco tante, ma non ne conosco veramente NESSUNA che riceva dal marito un assegno di mantenimento per sé. Se hanno l'affidamento prevalente dei figli, ricevono un contributo di mantenimento per i figli, se invece l'affidamento è congiunto ed è veramente organizzato alla pari, nemmeno quello, perché ognuno paga la sua parte indipendentemente.

Io invece conosco diverse donne, senza figli, che ricevono l'assegno e vivono con altri uomini attente a non risposarsi per non perdere il vitalizio. Tutto questo mentre l'ex fa i sacrifici per campare.

Conosco altre con figli, tra cui due ex di miei colleghi (insegnanti tutte e quattro), che ricevono i soldi per il mantenimento (uno di 200 euro e l'altro di 300 euro) pur avendo l'affido condiviso. Soldi che cadono dal cielo perché i padri devono cmq partecipare alle spese ordinarie e hanno in affido i figli per 15gg su 30 al mese.

Non ti nascondo le difficoltà di questi padri mentre le donne se la godono. Ma per favore.


Ultima modifica di sconcertato_1 il Mer Giu 14, 2017 3:25 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 3:23 pm

sconcertato_1 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Se il coniuge economicamente più debole è quasi sempre la donna, magari qualche riflessione più generale sul perchè sarebbe opportuno farsela.

Questa riflessione dovreste farla soprattutto voi donne, comunque i tempi cambiano e non è sempre così.

La questione di fondo è sempre la stessa, se la donna (o se preferisci coniuge debole) guadagnava meno prima del matrimonio, perché la fine del matrimonio dovrebbe garantirle un vitalizio?

Scusa se mi ripeto: credi davvero che ci siano tante donne separate che incassano un vitalizio (intendendo per se stesse, e non per i figli)? Ti assicuro che io non ne conosco manco una.

Sul fatto che "i tempi cambino e non sia sempre così", bene, benissimo: vuol dire che in tali casi il problema non si pone. Se non è vero che la donna è economicamente debole, e se lo status economico dei due è alla pari, vorrà dire che il problema del presunto vitalizio non esiste. Quindi, di che ti lamenti?
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 3:30 pm

Certo.ma il calo delle nascite non sono ufi.
È una realtà drammatica che ci espone aspetto una sostituzione etnica con popolazioni apportatrici di preziose culture locali.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 3:42 pm

E il calo delle nascite dipende solo dalle femmine?

I maschi, invece, non vedono l'ora di disseminare ovunque e comunque, e di occuparsi tutti i giorni della progenie risultante?
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:02 pm

È cambiata la società,  uomini e donne non sono più disposti a sacrificarsi, per motivi diversi ma che portano allo stesso risultato.

Chi annuncia che è disposto a farlo viene ampiamente criticato, questo thread ne è la prova.


Ultima modifica di sconcertato_1 il Mer Giu 14, 2017 4:05 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:05 pm

Diventare insegnante sarà molto dura e anche chi lo è da poco presto dovrà preoccuparsi di inseguire quei pochi alunni rimasti.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:19 pm

sconcertato_1 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

Potresti per favore citare, con tutti i numeri di codice delle fonti giuridiche necessari per individuarla senza ambiguità, quale sarebbe la norma di legge che prevede il vitalizio per la donna?
art 156 CC

C'è scritto letteralmente che quel provvedimento è riservato solo alle donne, per il solo fatto di essere femmine?

A me risulta che si faccia riferimento al coniuge economicamente più debole, o al coniuge che non abbia redditi propri, e non al  "coniuge di sesso femminile". 

Se il coniuge economicamente più debole è quasi sempre la donna, magari qualche riflessione più generale sul perchè sarebbe opportuno farsela.

Questa riflessione dovreste farla soprattutto voi donne, comunque i tempi cambiano e non è sempre così.

La questione di fondo è sempre la stessa, se la donna (o se preferisci coniuge debole) guadagnava meno prima del matrimonio, perché la fine del matrimonio dovrebbe garantirle un vitalizio?

Ti rendi conto, vero, che tutto ciò è in contrasto con la precedente esaltazione della casalinga madre? Se per te è giusto che una donna si dedichi a casa e figli, devi anche essere disposto a passarle questo vitalizio, più fantomatico che reale. Io, invece, ritengo che nessuna donna dovrebbe fare la casalinga, che tutte dovrebbero mantenere se stesse ed i figli al 50%, e che, pertanto, tale vitalizio (ripeto, più fantomatico che reale) non debba essere corrisposto a nessuna.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:35 pm

chicca70 ha scritto:


Ti rendi conto, vero, che tutto ciò è in contrasto con la precedente esaltazione della casalinga madre?  Se per te è giusto che una donna si dedichi a casa e figli, devi anche essere disposto a passarle questo vitalizio, più fantomatico che reale. Io, invece, ritengo che nessuna donna dovrebbe fare la casalinga, che tutte dovrebbero mantenere se stesse ed i figli al 50%, e che, pertanto, tale vitalizio (ripeto, più fantomatico che reale) non debba essere corrisposto a nessuna.

Non commettiamo l'errore di fare confusione e fare tutta erba un fascio.

Quando ci sono figli e di concerto,  donna e uomo, hanno deciso di sacrificare l'aspetto lavorativo per i figli allora è chiaro: le tutele sono giuste, finché i figli sono piccoli e, dopo, finché la donna non trova una occupazione degna. Ecco perché ho detto che in quel caso, l'uomo che decideva di sostenere tale onere avrebbe avuto un amore immenso per lei.

Discorso diverso per donne senza figli, o donne con figli ormai grandi ma che continuano a non voler lavorare (come se nulla fosse successo) o donne che conducono una vita agiata per la presenza di altri uomini e che approfittano del vitalizio dell'ex senza una reale necessità.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:41 pm

Ma dove stanno (nella vita reale) le donne senza figli che non lavorano e che ricevono il vitalizio dall'ex marito a oltranza? Eddaje, in giro nella vita reale non ci sono, e basta. Forse ci prova qualche "socialite" (pronunciato all'inglese) degli ambienti di elite, e basta, ma di donne normali proprio non se ne vedono!
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:44 pm

sconcertato_1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:


Ti rendi conto, vero, che tutto ciò è in contrasto con la precedente esaltazione della casalinga madre?  Se per te è giusto che una donna si dedichi a casa e figli, devi anche essere disposto a passarle questo vitalizio, più fantomatico che reale. Io, invece, ritengo che nessuna donna dovrebbe fare la casalinga, che tutte dovrebbero mantenere se stesse ed i figli al 50%, e che, pertanto, tale vitalizio (ripeto, più fantomatico che reale) non debba essere corrisposto a nessuna.

Non commettiamo l'errore di fare confusione e fare tutta erba un fascio.

Quando ci sono figli e di concerto,  donna e uomo, hanno deciso di sacrificare l'aspetto lavorativo per i figli allora è chiaro: le tutele sono giuste, finché i figli sono piccoli e, dopo, finché la donna non trova una occupazione degna. Ecco perché ho detto che in quel caso, l'uomo che decideva di sostenere tale onere aveva un amore immenso per lei.

Discorso diverso per donne senza figli, o donne con figli ormai grandi ma che continuano a non voler lavorare (come se nulla fosse successo) o donne che conducono una vita agiata per la presenza di altri uomini ma che approfittano del vitalizio dell'ex senza una reale necessità.

Ripeto. Te l'ha mai detto nessuno che, senza un titolo di studio, ormai non si fa altro che la badante? Te l'ha mai detto nessuno che una donna che, senza aver lavorato da giovane, comincia a cercare lavoro a 50 anni, non lo trova (se non forse presso amici o parenti) perchè l'esperienza è il requisito più richiesto? Mi sembra che tu viva sulle nuvole.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:45 pm

In Italia in sostanza si può stare quasi un anno in maternità e conservare il.posto di lavoro.
No excuse.
Occorrono interventi urgenti per favorire la maternità, che devono partire innanzitutto dalla demolizione di queste mode perverse e masochiste secondo cui meglio un cucciolo di un figlio,meglio la carriera (ma quale carriera poi).
Mass media,televisione e soprattutto i social network influenzano i giovani purtroppo nella dimensione opposta,presentato uno stereotipo di donna indipendente,arrogante,maschiaccia che disprezza la maternità e i bambini e si lega ad un uomo firmando una bella famiglia di merda fatta da uomo donna e gatto/cane.
Ovviamente chi spinge le menti dementi verso la natalità zero sono gli stessi criminali che ad alti livelli manovrano per l invasione etnica dai paesi del terzo mondo per ridurre le Europa ad un miscuglio ignorante,eterogeneo, senza cultura e consapevolezza e quindi schiavo.
Per quanto mi guarda ,da anni ho recepito questo cambiamento nelle donne. La mia intelligenza, prudenza e cultura giuridica sufficiente mi hanno finora permesso di frequentare donne (ci mancherebbe. ..) senza mai farmi fregare, denunciare, sottomettere,umiliare. Contemporaneamente ho provveduto ad assolvere il mio dovere primario di essere umano , cioè riprodurmi ed accudire la prole.
Purtroppo almeno due miei conoscenti non sono stati altrettanto accorti con le donne. Si sono rovinati, economicamente o psicologicamente. L uomo OGGI deve essere consapevole che genitori e figli sono l unica cosa che dura per sempre e a cui dare davvero valore. Fidarsi delle donne, basare la propria vita su di loro per non essere soli,essere gelosi o ancora peggio COINTESTARE CONTI CORRENTI O BENI IMMOBILI,comprare l auto alla moglie sono il modo migliore per martellarsi le palle da soli ed in ultima istanza rovinarsi la vita.
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:54 pm

Sono molto stanca di sentir parlare di vitalizio. Non sono divorziata quindi non ho un'onorabilità personale da difendere ma conosco tante donne separate e nessuna di queste riceve vitalizi, anche se gli ex mariti stanno economicamente meglio di loro. Qualcuna riceve qualche centinaio di euro per i figli, ma cifre che non consentirebbero certo il mantenimento della madre se non, forse, a pane e acqua. La ex moglie di mio marito non riceve nulla per sè; per il figlio (17 anni) le spese sono suddivise ma in modo irregolare, non ci sono cifre fisse: quando si presenta la necessità paga chi c'è e le spese più consistenti si dividono a metà, più o meno. Ma nessuno fa drammi per il denaro. Se ci sono io, a volte pago io, con il denaro mio personale.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 4:56 pm

Maneggiare donne oggi è come Maneggiare esplosivo al plastico ad alto potenziale. ..un momento di distrazione e...BOOM.!
vivere sereni e liberi non ha prezzo. Si scambino atti di affetto con le donne,ma usando precauzioni ed attenzioni. E non parlo del preservativi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
sconcertato_1



Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 5:01 pm

chicca70 ha scritto:


Ripeto. Te l'ha mai detto nessuno che, senza un titolo di studio, ormai non si fa altro che la badante? Te l'ha mai detto nessuno che una donna che, senza aver lavorato da giovane, comincia a cercare lavoro a 50 anni, non lo trova (se non forse presso amici o parenti) perchè l'esperienza è il requisito più richiesto? Mi sembra che tu viva sulle nuvole.

Perché il lavoro da badante non è degno? Non è rispettabile? Credi che tutti gli uomini siano professionisti affermati che girano il mondo? Se ti guardi in giro noterai che ci sono più operai, operatori ecologici, facchini e muratori che tutti i giorni alzano centinaia di chili sulle spalle per portare il pane a casa.

O i sacrifici li deve fare solo l'uomo perché è il macho addetto alla caccia così come stabilito da Neanderthal memoria?

Anche gli uomini che a 50 anni perdono il lavoro si organizzano per cercarne un altro, anche chiedendo a parenti e amici. Se si tratta di portare il pane a casa, soprattutto per o figli, si fa questo e altro.

E poi ho detto che finché non trova un lavoro degno, ma basta iniziare prima o poi esce. Oppure la donna può rimanere a casa vita natural durante a vedere le soap in tv?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 5:11 pm

Masaniello ha scritto:
L uomo OGGI deve essere consapevole che genitori e figli sono l unica cosa che dura per sempre e a cui dare davvero valore.

Solo l'uomo nel senso di maschio? Per la donna invece è diverso?
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 5:18 pm

Beh.sul fatto che gli operai nelle gallerie autostradali che sistemano la volta in inverno siano tutti uomini non mi stupisce.
La parità, i diritti delle donne le quote rosa valgono selettivamente per i lavori comodi,prestigiosi, non stancanti dove non si usano utensili pericolosi e non si respira polvere di cemento. Quindi via libera a sindache, poliziotte,ministre, direttrici ecc.
I lavoracci no..quelli li facciano gli uomini
.noi donne siano così fragiliiii
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 5:50 pm

sconcertato_1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:


Ripeto. Te l'ha mai detto nessuno che, senza un titolo di studio, ormai non si fa altro che la badante? Te l'ha mai detto nessuno che una donna che, senza aver lavorato da giovane, comincia a cercare lavoro a 50 anni, non lo trova (se non forse presso amici o parenti) perchè l'esperienza è il requisito più richiesto? Mi sembra che tu viva sulle nuvole.

Perché il lavoro da badante non è degno? Non è rispettabile? Credi che tutti gli uomini siano professionisti affermati che girano il mondo? Se ti guardi in giro noterai che ci sono più operai, operatori ecologici, facchini e muratori che tutti i giorni alzano centinaia di chili sulle spalle per portare il pane a casa.

O i sacrifici li deve fare solo l'uomo perché è il macho addetto alla caccia così come stabilito da Neanderthal memoria?

Anche gli uomini che a 50 anni perdono il lavoro si organizzano per cercarne un altro, anche chiedendo a parenti e amici. Se si tratta di portare il pane a casa, soprattutto per o figli, si fa questo e altro.

E poi ho detto che finché non trova un lavoro degno, ma basta iniziare prima o poi esce. Oppure la donna può rimanere a casa vita natural durante a vedere le soap in tv?

Chi perde il lavoro ha esperienza da spendere, uomo o donna che sia. Chi non ha mai lavorato non può mettere nel curriculum lavaggio piatti e cambio pannolini? Proprio per questo la soluzione non è farsi mantenere ma studiare e poi lavorare sempre.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 7:10 pm

chicca70 ha scritto:


Chi perde il lavoro ha esperienza da spendere, uomo o donna che sia. Chi non ha mai lavorato non può mettere nel curriculum lavaggio piatti e cambio pannolini? Proprio per questo la soluzione non è farsi mantenere ma studiare e poi lavorare sempre.

Su questo concordo con te anche se in italia trovare lavoro grazie alle conoscenze è spesso l'unica via a prescindere dalle esperienze fatte.

Senza volersi ripetere, è per questo che ho dichiarato giusta la tutela per coloro che hanno sacrificato, di comune accordo, il lavoro per i figli.

Trovo ingiusto disprezzare o cmq non degnamente valutare il lavoro di mamma a tempo pieno e quello di mestieri, per cosi dire poco nobili come la badante.

Un modello societario basato su una piramide al rovescio, dove tutti sono manager e/o impiegati d'ufficio non funziona. La piramide casca giù. Pertanto bisogna culturalmente ritenere sempre utili, degni e rispettabili tutti i lavori, come badante, muratori, contadini etc.. etc..
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 7:34 pm

sconcertato_1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:


Chi perde il lavoro ha esperienza da spendere, uomo o donna che sia. Chi non ha mai lavorato non può mettere nel curriculum lavaggio piatti e cambio pannolini? Proprio per questo la soluzione non è farsi mantenere ma studiare e poi lavorare sempre.

Su questo concordo con te anche se in italia trovare lavoro grazie alle conoscenze è spesso l'unica via a prescindere dalle esperienze fatte.

Senza volersi ripetere, è per questo che ho dichiarato giusta la tutela per coloro che hanno sacrificato, di comune accordo, il lavoro per i figli.

Trovo ingiusto disprezzare o cmq non degnamente valutare il lavoro di mamma a tempo pieno e quello di mestieri, per cosi dire poco nobili come la badante.

Un modello societario basato su una piramide al rovescio, dove tutti sono manager e/o impiegati d'ufficio non funziona. La piramide casca giù. Pertanto bisogna culturalmente ritenere sempre utili,  degni e rispettabili tutti i lavori, come badante, muratori, contadini etc.. etc..

Il lavoro di mamma non è un lavoro, è una cosa che facciamo tutte. Altrimenti diventa lavoro anche essere moglie, figlia ed, estremizzando, perfino il lavarsi. Lavoro è ciò per cui si viene retribuiti e basta.
Se poi le casalinghe allevassero figli perfetti... Invece solitamente i loro figli hanno comportamento e rendimento scolastico inferiori ai figli delle madri lavoratrici.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8554
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 9:13 pm

Appunto, non ho mai capito per quale motivo il "fare la mamma" assurge alla dignità di lavoro con enorme valenza sociale e morale solo se lo si fa a tempo pieno, non si svolge alcun'altra attività e non si è economicamente indipendenti... mentre se lo si fa lo stesso pur svolgendo un'altra professione retribuita, allora non se lo fila nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1367
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 10:02 pm

Masaniello ha scritto:
In Italia in sostanza si può stare quasi un anno in maternità e conservare il.posto di lavoro.
No excuse.
Occorrono interventi urgenti per favorire la maternità, che devono partire innanzitutto dalla demolizione di queste mode perverse e masochiste secondo cui meglio un cucciolo di un figlio,meglio la carriera (ma quale carriera poi).
Mass media,televisione e soprattutto i social network influenzano i giovani purtroppo nella dimensione opposta,presentato uno stereotipo di donna indipendente,arrogante,maschiaccia  che disprezza la maternità e i bambini e si lega  ad un uomo firmando una bella famiglia di merda fatta da uomo donna e gatto/cane.
Ovviamente chi spinge le menti dementi verso la natalità zero sono gli stessi criminali che ad alti livelli manovrano per l invasione etnica dai paesi del terzo mondo per ridurre le Europa ad un miscuglio ignorante,eterogeneo, senza cultura e consapevolezza e quindi schiavo.
Per quanto mi guarda ,da anni ho recepito questo cambiamento nelle donne. La mia intelligenza, prudenza e cultura giuridica sufficiente mi hanno finora permesso di frequentare donne (ci mancherebbe. ..) senza mai farmi fregare, denunciare, sottomettere,umiliare. Contemporaneamente ho provveduto ad assolvere il mio dovere primario di essere umano , cioè riprodurmi ed accudire la prole.
Purtroppo almeno due miei conoscenti non sono stati altrettanto accorti con le donne.  Si sono rovinati, economicamente o psicologicamente. L uomo OGGI deve essere consapevole che genitori e figli sono l unica cosa che dura per sempre e a cui dare davvero valore. Fidarsi delle donne, basare la propria vita su di loro per non essere soli,essere gelosi  o ancora peggio COINTESTARE CONTI CORRENTI O BENI IMMOBILI,comprare l auto alla moglie sono il modo migliore per martellarsi le palle da soli ed in ultima istanza rovinarsi la vita.

Di grazia, sapresti indicare caro camerata, qùali provvedimenti urgenti bisognerebbe
adottare per favorire la maternità? Si dovrebbe tornare a proibire l' aborto e addirittura le pratiche anticoncezionali? Il sesso ludico andrebbe dunque  proscritto?Comminiamo multe salatissime a single e coppie senza figli? Aboliamo le unioni civili? Dici che si deve estirpare il modello della donna maschiaccia , che odia la maternità. Allora potremmo riempire le citta' di manifesti ritraenti le veneri primitive, che con le loro forme opime simboleggiavano la fertilita'.
Nella Romania " socialista" Ceausescu aveva proibito l' aborto; nella romanità imperiale
in cartongesso della Buonanima le famiglie numerose erano premiate con coccarde sgargianti e generose provvidenze, tanto che il mio nonno materno ( dieci figli) al di fuori del talamo non aveva bisogno di lavorare.Che esempi preclari, camerata aeromodellista!


Ultima modifica di balanzoneXXI il Mer Giu 14, 2017 10:21 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 10:11 pm

Penso si tratti di una caramellina consolatoria per far sentire importante chi, in realtà, non fa nulla che non facciano anche le madri lavoratrici.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 10:23 pm

Non puoi proibire l aborto. Non puoi costringere ste donnacce di facili costumi da aperitivo e discoteca a mettere al mondo un bambino. Che vita farà sto bimbo con una madre di merda che non lo vuole?
La maternità deve essere consapevole e deve tornare ad essere un obiettivo ,un successo per le coppie.
Piuttosto incentivi e deduzioni fiscali per coppie con bambini. E tasse e salassi per le coppie senza. Un bel bollo da 700 euro per il possesso di un cane o gatto,se la coppia non ha figli ed ha più di 30 anni.
Questo in un mondo perfetto.
La realtà viscida e perversa piuttosto è un altra. I nostri burattini a roma non fanno nulla per incentivare la maternità, che viene sistematicamente attaccata su ogni media e in rete, su ordine di Qualcuno che intende sostituire la civiltà europea con un meticciato senza origini ,cultura ,unità. .
Tornare in alto Andare in basso
Online
ludmilla72



Messaggi : 656
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 10:53 pm

Masaniello ha scritto:

Piuttosto incentivi e deduzioni fiscali per coppie con bambini. E tasse e salassi per le coppie senza. Un bel bollo da 700  euro per il possesso di un cane o gatto,se la coppia non ha figli ed ha più di 30 anni.

Non ti prendo a parolacce per netiquette, ma te lo meriteresti proprio! Quindi tu tasseresti le coppie che magari desiderano un figlio da anni e non riescono ad averlo: evidentemente non hai la minima idea della frustrazione e della depressione che si provano. Ed in più vorresti anche tassare cani e gatti, che molto spesso sono antidepressivi naturali, praticamente un'ottima, economica alternativa alla terapia analitica!!!
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3188
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Cosa faranno i vostri studenti di quinta?   Mer Giu 14, 2017 11:11 pm

...fammi finire. I proventi del "bollo sul cane" andrebbero a costituire fondi per la fecondazione assistita o incentivi per l adozione.
Non prendiamoci in giro. La maggior parte delle donne che oggi non hanno figli non li vogliono. Aride, secche come un albero morto,tristi e destinate ad una vecchiaia isolata ed angosciante. ..
Le donne che non riescono ad averli invece devono godere della massima assistenza medica gratuita per dare una mano.questo è il rispetto per un popolo e una nazione.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Cosa faranno i vostri studenti di quinta?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» cosa posso regalare ho bisogno di consigli
» La vita non ti chiede mai di cosa hai voglia o no!
» Cosa desiderate?
» chi o cosa ha creato tutto
» Buona domenica:cosa cucinate oggi?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: