Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 bocciature scuola media

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: bocciature scuola media    Gio Giu 15, 2017 12:32 am

Promemoria primo messaggio :

Una mia amica mi ha detto che nella scuola (media) hanno bocciato più degli altri anni perché hanno una DS veramente in gamba che non ha ostacolato più di tanto oltre che per tutto il resto

E pare sia una persona molto corretta anche agli esami come presidente perché non influisce sui voti

Beh, ce ne fossero di DS così...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Ven Giu 16, 2017 8:30 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Karmacoma ha scritto:
Avidodinformazioni, sei dunque una testa quadra?
Al massimo cuba.

Mi hai fatto riflettere sul fatto che "essere quadrati" è onorevole mentre "avere la testa quadra" è disonorevole;


Indovinello enigmistico:


Citazione :
COLLABORATORI INAFFIDABILI

Sono sfacciati, sono teste quadre,
e dure, sì, ma ci si può contare?
Pur avendo dei numeri,
son proprio da buttare!
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Ven Giu 16, 2017 8:36 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Karmacoma ha scritto:
Avidodinformazioni, sei dunque una testa quadra?
Al massimo cuba.

Cuba è un'isola caraibica elevata alla terza, no?
Tornare in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Ven Giu 16, 2017 11:45 pm

Ai miei tempi le teste quadre erano i tedeschi.Almeno cosi' venivano chiamati nei fumetti di guerra.
Tornare in alto Andare in basso
Dubia



Messaggi : 98
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 12:08 am

Citazione :
Scusa ma quello che affermi può essere corretto da un punto di vista normativo e delle prassi ma è totalmente inaccettabile. Ma ti pare che lo studente che non fa una mazza debba essere promosso perché la scuola ha mancato qualcuno dei passi che hai citato, che sappiamo tutti essere dei passi soltanto formali???
Puoi anche chiamarle formalità, ma l'informazione alle famiglie è contemplata dal contratto nazionale. Le famiglie che vogliono il successo facile possono accedere agli strumenti giuridici che consentono i ricorsi, dai quali ci si difende ottemperando ai propri doveri di informazione e di trasparenza della valutazione. Se fossi un dirigente, su questo sarei intransigente.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 12:14 am

I dadi?
Tornare in alto Andare in basso
Dubia



Messaggi : 98
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 1:22 am

Citazione :
Stiamo parlando di ragazzini che non ci arrivano o di ragazzini che non intendono partire ?
Posso immaginare che dal punto di vista di un docente del secondo grado che ha avuto esperienze in una "scuola zoo" la domanda possa avere un senso. Tuttavia la scuola (e quindi noi insegnanti) dovrebbe mettersi nell'ottica di compensare, nei limiti del possibile, le carenze dell'educazione familiare, altrimenti rischia (come in effetti accade) di diventare classista. Un ragazzino che vive in un contesto familiare nel quale la cultura e l'istruzione non sono tenuti in alcuna considerazione, si comporterà di conseguenza. Spesso il lieve deficit cognitivo è legato alle situazioni di deprivazione culturale di cui si parlava sopra e, quando anche non c'è deficit, c'è l'oceano dell'ignoranza e della "ineducazione".  Le azioni della scuola non sono promosse nel nome di un principio cristiano egualitario e missionario. Questo è il nostro dovere di insegnanti ed è l'attuazione dei principi costituzionali.
Citazione :
Sì, servirebbe un raccordo migliore: lo Stato va lì, li strappa alle famiglie di merda che hanno e se ne fa carico in toto.
Rousseau pensava una cosa del genere. Mi pare difficilmente attuabile.
Abbiamo le armi spuntate di fronte a queste situazioni, soprattutto se in una classe sono numerose o sono la regola. Qui, però, quella pedagogia comunemente chiamata "fuffa" su questo forum (alla quale sarebbe sufficiente coniugare il buon senso) è l'unica arma di cui i docenti dispongano.
Citazione :
Anche nei casi disperati: ma ti pare che l'inclusione si realizzi regalando le promozioni, anche a fronte di serie mancanze nelle abilità di base?
Il discorso sulle bocciature è secondario, mentre resta di primaria importanza riuscire a trovare il modo di attivare un processo di apprendimento proprio in quegli alunni "deboli" che non studiano e disturbano soltanto le lezioni. L'inclusione non si realizza "promuovendo" gratis, ma nemmeno si può pensare che una bocciatura che non sia stata preceduta da adeguati interventi di supporto possa sortire effetti di qualche utilità. L'attivazione di un processo di apprendimento è già un risultato, che non va assolutamente "bruciato".
In alcune situazioni di frontiera è certamente difficile, se non impossibile, intervenire. Occorrerebbero una dirigenza attenta e consapevole e docenti motivati e preparati, che andrebbero adeguatamente valorizzati. Ma parliamo dell'iperuranio. Per risanare i professionali ma anche le scuole secondarie di primo grado (forse anche la Primaria) in contesti difficili e a forte rischio dispersione si potrebbe sperimentare uno stipendio significativamente maggiorato per coloro che in queste scuole decidono di operare.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3529
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 7:26 am

Dubia, quanto affermi è già in larga parte stato realizzato, con esiti disastrosi.

Non è la scuola a poter invertire destini già segnati per altri motivi. Se uno ha la sfortuna di essere nato in un contesto di deprivazione sociale, culturale e soprattutto economica difficilmente potrà essere aiutato dalla scuola, a meno che per un suo atto consapevole e unilaterale non decida di accettare la scuola come istituzione e le sue regole.

Inoltre spesso si ragiona come se nella scuola fossero possibili rapporti educativi uno a uno, da precettore ad allievo. Invece le dinamiche, sia positive che negative, si esprimono all'interno di un contesto classe nel quale la personalizzazione diventa una chimera e spesso è anche inopportuna sia rispetto a una forma di pari trattamento tra tutti gli alunni, sia rispetto agli apprendimenti.

Gli esperimenti didattici inclusivi a favore dei disturbatori nullafacenti generalmente non funzionano, e non è una questione di preparazione pedagogica o di motivazione degli insegnanti.

Ogni anno ci si danna l'anima per tentare di includere, inserire, coinvolgere, convincere, blandire gli alunni più problematici, dando loro anche attenzione, disponibilità, flessibilità sia didattica che docimologica, addirittura preparando ad hoc dei progetti molto lontani da qualcosa di scolastico... si cerca cioè di stringere un patto educativo molto vantaggioso per gli alunni; ma sono loro stessi che tradiscono il patto, sono loro stessi che riportano a scuola quelle contraddizioni insanabili che vivono all'esterno.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 8:07 am

geo&geo ha scritto:
I dadi?
ok!
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 9:37 am

ushikawa ha scritto:
Ogni anno ci si danna l'anima per tentare di includere, inserire, coinvolgere, convincere, blandire gli alunni più problematici, dando loro anche attenzione, disponibilità, flessibilità sia didattica che docimologica, addirittura preparando ad hoc dei progetti molto lontani da qualcosa di scolastico... si cerca cioè di stringere un patto educativo molto vantaggioso per gli alunni; ma sono loro stessi che tradiscono il patto, sono loro stessi che riportano a scuola quelle contraddizioni insanabili che vivono all'esterno.
E li diffondono all'interno.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 10:10 am

Dubia ha scritto:
 rischia (come in effetti accade) di diventare classista.
Classista è una scuola dove un volenteroso ricco ed un volenteroso povero vengono trattati in maniera tale che il secondo raggiunge risultati inferiori (all'estero spesso è così).
Qui stiamo parlando di una scuola dove un nullafacente (a causa della sua povertà) raggiunge risultati inferiori; per me è normalissimo.

Le persone sono povere per tante ragioni, che si sommano e concorrono al "risultato"; la povertà non è come i diamanti, non è per sempre, ci sono i poveri che si arricchiscono ed i ricchi che si impoveriscono, tutto è legato ad un mix di fortuna e di qualità mentali.

Statisticamente i poveri sono più stupidi e più svogliati dei ricchi; quando ad un povero nasce un figlio intelligente e volenteroso, questo tendenzialmente migliorerà la propria posizione sociale (tendenzialmente, perchè un po' di fortuna serve sempre).
Lo so che è brutto scriverlo, ma non per questo è falso: spesso (non sempre) i poveri "meritano" la propria povertà.

Le virgolette sul "meritano" si riferiscono al fatto che nascere stupidi non dovrebbe portare a povertà vera, profonda; nascere fancazzisti però sì.

Dubia ha scritto:
Rousseau pensava una cosa del genere. Mi pare difficilmente attuabile.
Abbiamo le armi spuntate di fronte a queste situazioni, soprattutto se in una classe sono numerose o sono la regola. Qui, però, quella pedagogia comunemente chiamata "fuffa" su questo forum (alla quale sarebbe sufficiente coniugare il buon senso) è l'unica arma di cui i docenti dispongano.
C'è da andare in guerra contro gli USA; l'unica arma di cui disponi è la fionda, che fai combatti con tutte le tue energie visto che l'arma è debole ed inadeguata (con un chiaro tentativo di compensare l'inadeguatezza dell'arma con il tuo valore) o ti arrendi incondizionatamente ?
Io sono ingegnere, sono quindi molto pragmatico: se ritengo che l'arma non sia adeguata mi arrendo.

La pedagogia non ha mai dimostrato di valere quel che autoreferenzialmente sostiene di valere, ecco perchè viene bollata come fuffa.
Quando si promuove un bambino/ragazzino/ragazzo che era bisognoso di intervento pedagogico ed al quale è stato applicato l'intervento pedagogico si evidenziano solo due possibilità:

1) il soggetto ha raggiunto gli obiettivi come gli altri, allora la pedagogia ha avuto successo
2) il soggetto non ha raggiunto gli obiettivi come gli altri, allora la pedagogia non ha avuto successo

Quel che genera il successo non è la strada percorsa ma la meta raggiunta, qualunque cretino è capace di camminare su una strada, il valore sta nel percorrerla fino in fondo e giungere alla meta.

Dubia ha scritto:
resta di primaria importanza riuscire a trovare il modo di attivare un processo di apprendimento proprio in quegli alunni "deboli" che non studiano e disturbano soltanto le lezioni.
Questo è giusto, ma come verifichi che lo hai attivato ? E' sempre questo il punto, come definisci se hai avuto successo o no ?

Arrivato in terza media se sei riuscito a "sedare" il ragazzo e lo hai convinto che deve stare attento e studiare, posso anche capire che tu possa promuoverlo; poi sarà difficile per gli insegnanti delle superiori partire da sottozero e portarlo a livello degli altri, ma con tanta fatica, operando su "materiale volenteroso" si può fare.
Se però alle superiori ti ritrovi il solito stronzetto fancazzista ed arrogante anche se i docenti delle medie "si sono tanto impegnati" non si può non dire che non abbiano fallito, ed a quel punto le strade sono solo 2
1) continuare nelle regalie (perchè le promozioni ad un fancazzista arrogante cronico non sono altro che regalie)
2) presentargli il conto e rinviarlo nella casella sociale che "merita"

Dubia ha scritto:
Per risanare i professionali ma anche le scuole secondarie di primo grado (forse anche la Primaria) in contesti difficili e a forte rischio dispersione si potrebbe sperimentare uno stipendio significativamente maggiorato per coloro che in queste scuole decidono di operare.
No, non per coloro che decidono di operare, ma per coloro che operano (che la decisione sia loro o no non ha importanza) con successo.

Ti affido un alunno riconosciuto come problematico, me lo "tiri su", gli faccio un esame finale (io, non tu) e se me lo hai trasformato meriti un premio; se me lo restituisci testa di cazzo come te l'ho dato ti prendi lo stipendio solito e pace.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 3:15 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Classista è una scuola dove un volenteroso ricco ed un volenteroso povero vengono trattati in maniera tale che il secondo raggiunge risultati inferiori (all'estero spesso è così).
Qui stiamo parlando di una scuola dove un nullafacente (a causa della sua povertà) raggiunge risultati inferiori; per me è normalissimo.

Le persone sono povere per tante ragioni, che si sommano e concorrono al "risultato"; la povertà non è come i diamanti, non è per sempre, ci sono i poveri che si arricchiscono ed i ricchi che si impoveriscono, tutto è legato ad un mix di fortuna e di qualità mentali.

Statisticamente i poveri sono più stupidi e più svogliati dei ricchi; quando ad un povero nasce un figlio intelligente e volenteroso, questo tendenzialmente migliorerà la propria posizione sociale (tendenzialmente, perchè un po' di fortuna serve sempre).
Lo so che è brutto scriverlo, ma non per questo è falso: spesso (non sempre) i poveri "meritano" la propria povertà.

Le virgolette sul "meritano" si riferiscono al fatto che nascere stupidi non dovrebbe portare a povertà vera, profonda; nascere fancazzisti però sì.

Dai fuffodididattipedagogisti pretenderesti affermazioni scientifiche, esperimenti riproducibili, risultati corredati di intervalli di confidenza e deviazioni standard... e poi fai queste affermazioni (in neretto) ad canis penem...
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 3:28 pm

geo&geo ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Classista è una scuola dove un volenteroso ricco ed un volenteroso povero vengono trattati in maniera tale che il secondo raggiunge risultati inferiori (all'estero spesso è così).
Qui stiamo parlando di una scuola dove un nullafacente (a causa della sua povertà) raggiunge risultati inferiori; per me è normalissimo.

Le persone sono povere per tante ragioni, che si sommano e concorrono al "risultato"; la povertà non è come i diamanti, non è per sempre, ci sono i poveri che si arricchiscono ed i ricchi che si impoveriscono, tutto è legato ad un mix di fortuna e di qualità mentali.

Statisticamente i poveri sono più stupidi e più svogliati dei ricchi; quando ad un povero nasce un figlio intelligente e volenteroso, questo tendenzialmente migliorerà la propria posizione sociale (tendenzialmente, perchè un po' di fortuna serve sempre).
Lo so che è brutto scriverlo, ma non per questo è falso: spesso (non sempre) i poveri "meritano" la propria povertà.

Le virgolette sul "meritano" si riferiscono al fatto che nascere stupidi non dovrebbe portare a povertà vera, profonda; nascere fancazzisti però sì.

Dai fuffodididattipedagogisti pretenderesti affermazioni scientifiche, esperimenti riproducibili, risultati corredati di intervalli di confidenza e deviazioni standard... e poi fai queste affermazioni (in neretto) ad canis penem...

Ingegneris ne ultra cannonem
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3529
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 3:58 pm

quello che è certo è che statisticamente i poveri sono più poveri dei ricchi
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 4:29 pm

geo&geo ha scritto:
Dai fuffodididattipedagogisti pretenderesti affermazioni scientifiche, esperimenti riproducibili, risultati corredati di intervalli di confidenza e deviazioni standard... e poi fai queste affermazioni (in neretto) ad canis penem...
Albert Einstein, al quale non intendo paragonarmi, fece affermazioni scientifiche semplicemente supportato dal ragionamento, argomentando i propri convincimenti e prefigurando esperimenti, senza realizzarli perchè non erano alla sua portata tecnologica; altri li realizzarono per lui quando fu possibile; umilmente (bugia) tenterò di fare altrettanto.

Ci sono due modi per essere ricchi: ereditare ricchezza ed arricchirsi.

Chi eredita ricchezza non ha meriti propri ma un suo avo li ha avuti; qualcuno in famiglia si è arricchito.

Per arricchirsi bisogna "saperci fare"; questa frase ha tantissime declinazioni, dal più nobile "inventare il teletrasporto" al più vergognoso "creare il più vasto mercato di droga", ma senza alcun dubbio nessuno scemo è in grado di fare faville. Un esempio può essere il nostro Berlusca: è partito quasi da zero ed è stato l'uomo più ricco d'Italia; possiamo discutere se sia onesto o no, possiamo discutere se sia da prendere ad esempio o no, ma chi di voi definirebbe il Berlusca un emerito coglione ?

Dunque abbiamo indizi che l'intelligenza talvolta porta ricchezza.

Sappiamo anche che l'intelligenza ha una doppia origine, biologica (in certa misura ereditaria) ed esperenziale.

Se in famiglia c'è stato un arricchito allora in famiglia c'è stato un intelligente, da questo possiamo presumere una tendenza (faccio un discorso statistico, ovvio) a trasmettere per via ereditaria la componente biologica e possiamo anche presumere che i figli faranno esperienze più ricche, giovandosi anche della seconda componente.

Naturalmente la ricchezza si può perdere, per lo più ad opera di un ricco imbecille ed ecco che tale più recente componente di stupidità avrà ripercussioni più forti sull'intelligenza (stupidità) dei discendenti.

Passiamo ai poveri: a tutti nella vita si presenta qualche opportunità, dalla possibilità di studiare, a quella di fare un lavoro, a quella di decidere se emigrare o no a quella di scegliere se fumare o drogarsi, se comprare l'iphone o una bicicletta; le persone più stupide faranno le scelte sbagliate, confermando la propria situazione di povertà, le più intelligenti faranno la scelta giusta e saliranno un gradino nella scalinata verso la ricchezza.

Sono il primo a dire che difficilmente un povero può diventare ricco in una generazione, ma se l'intelligenza si ritrova in 2 o 3 generazioni consecutive allora è inevitabile che il nipote finisca con l'essere molto più ricco del nonno.

In definitiva, non si può prendere un povero a caso e definirlo imbecille, nè si può prendere un ricco a caso e definirlo genio, ma se (e qui prefiguro l'esperimento fuori dalla mia portata) si misura il QI a tutta la popolazione e se lo si correla (in senso statistico) con il reddito ritengo che si possa trovare un indice di correlazione maggiore di zero.

Se stabiliamo un reddito al di sopra del quale consideriamo che la gente è ricca e se facciamo la media dei QI (che per la popolazione globalmente è 100 per definizione) secondo me troveremo per i ricchi un 110 e per i poveri un 90.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 4:33 pm

I dinosauri imperversavano e soppiantarli era difficile, ma quando un meteorite ha rimescolato le carte la partita la potevano vincere i topi o gli scarafaggi e l'hanno vinta i topi; periodicamente ci sono sconvolgimenti economici che offrono opportunità e periodicamente qualcuno si rivela topo e qualcuno scarafaggio.

Darwin docet.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 8:42 pm

screeek.... screeek... screeeeeeeeek.....
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 9:52 pm

avidodinformazioni ha scritto:
In definitiva, non si può prendere un povero a caso e definirlo imbecille, nè si può prendere un ricco a caso e definirlo genio, ma se (e qui prefiguro l'esperimento fuori dalla mia portata) si misura il QI a tutta la popolazione e se lo si correla (in senso statistico) con il reddito ritengo che si possa trovare un indice di correlazione maggiore di zero.

1) Ma nessuno a ingegneria vi ha mai detto che "correlation is not causation"? E' uno dei concetti base della statistica.
Se però vuoi un bell'indice di correlazione, puoi cercarlo tra quanto spendono in USA per scienza, spazio tecnologia ed il numero di morti per soffocamento, impiccagione e strangolamento: 0.99789126!!!!

http://tylervigen.com/spurious-correlations

2) Hai una visione della vita alquanto strana, e anche una visione della biologia molto fantasiosa.

3) Al tuo amico Albert Einstein è stata attribuita la frase: due sono le cose infinite, l'universo e la stupidità umana, e dell'universo non sono ancora davvero sicuro. Ma, pur essendo convinto delle infinite sfumature della stupidità umana, una frase del tipo: statisticamente i (inserisci una categoria sociale a tua scelta) sono più stupidi di (un'altra categoria sociale a tua scelta), sono sicuro che non l'ha mai detta. Lui faceva parte, a sentire le idee che circolavano allora, della categoria degli stupidi :-O
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 10:26 pm

Perdonami, sei d'accordo con me che essere ricchi è più bello che essere poveri ?
Sei d'accordo con me che chi riesce a diventare ricco lo fa ?
Sei d'accordo con me che un colpo di culo prima o poi capita a tutti e un colpo di sfiga prima o poi capita a tutti ?
Sei d'accordo con me che all'interno dei colpi di culo e di sfiga, chi è più intelligente pian pianino tende ad arricchirsi e chi è più scemo tende ad impoverirsi ?

Non mi risulta che oggi il Re d'Italia sia discendente di Giulio Cesare ed ancor meno che sia discendente di Pdor figlio di Kmer; oggi in Italia non c'è un Re perchè l'ultimo ha avuto molta sfiga e molta inettitudine; da scemo quale era è tornato ad occupare la casella che meritava (non ancora ma fra un paio di secoli ....).
Al suo posta abbiamo avuto Berlusconi, la cui famiglia 100 anni fa non se la cagava nessuno.

Vuoi dire che è stato l'unico rimescolamento degli ultimi 100 anni ? No, è solo stato il più appariscente.

Dunque perchè l'intelligenza media dovrebbe essere totalmente scorrelata (indice 0) dalla ricchezza media ?

Non ho detto che tutti i poveri sono scemi nè che tutti gli scemi sono poveri; ho detto che mediamente tra i poveri c'è più stupidità
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 10:52 pm

geo&geo ha scritto:
http://tylervigen.com/spurious-correlations
Interessante link; posso usarlo a scuola per mostrare ai miei allievi come i grafici possano essere manipolati e come i rapporti causa effetto possano essere evanescenti ma esistenti.

spese tecnologiche - suicidi il grafico sembra essere composto da due linee parallele, in realtà in uno la variaione è da 15 a 30 (+100%) e nell'altro da 4000 a 10000 (+250%); questo significa che non c'è proporzionalità diretta ma legame lineare.
Perchè si spende sempre di più in tecnologia ? Perchè lo si può fare, ovvero perchè lo stato si sta arricchendo.
Perchè la gente si suicida di più ? Perchè è sempre più frequente che perda la voglia di vivere; come mai ? Ha provato una vita migliore e poi una peggiore e non ha voglia di tornare indietro; questo succede quando lo stato si sta arricchendo.

Affogati - Film di Cage Un grafico varia da 80 a 140 (+75%), l'altro da 0 a 6 (infinito%); come se non bastasse il secondo è costituito da numeri che sono 1 o 2 o 3 o 4; in quella scala il secondo è un grafico costante con piccole variazioni assolute (ed enormi variazioni relative), dette fluttuazioni statistiche; il primo è un grafico costante con costante statisticamente più rilevante; correlazione ? La popolazione degli USA è più o meno costante e la probabilità di affogamento lo è di conseguenza; la potenzialità che ha Cage di fare film è anche essa costante e lui lavora a spron battuto. Dunque abbiamo scoperto che due fenomeni che sottendono entrambi un potenziale costante si traducono in esiti costanti.

Nel terzo caso il taroccamento delle scale è scandaloso; uno è un grafico costante, con variazioni dal 10 % (solo fluttuazioni statistiche), l'altro un grafico che raddoppia.

Concordo che la correlazione di per sè non significa che una delle due sia la causa e l'altro l'effetto e concordo anche che apparenti correlazioni possono essere interamente casuali, fallocchie, ma io ho fornito qualche giustificazione riguardo la mia tesi no ?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9810
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 10:53 pm

avido credo che tu non prenda affatto in considerazione la possibilità che ci siano persone che non hanno affatto voglia di diventare ricche, che danno la priorità a cose diverse. che desiderano vivere senza doversi preoccupare di dichiarazione di redditi, eredità, parenti serpenti, lavoro cannibale e compagnia bella-

Forse per te sono stupidi............. forse per loro sono stupidi gli altri.

Non credo affatto si possa valutare l'intelligenza con il parametro dell'abbienza
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 10:54 pm

Comunque torniamo al problema originale: ci sono degli intelligentissimi ragazzi poveri ed io che sono uno stupidissimo statale che tutti i mesi prende lo stipendio, c'è un motivo perchè un coglione come me si debba prendere cura di quei geniacci ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Sab Giu 17, 2017 10:56 pm

Ire ha scritto:
avido credo che tu non prenda affatto in considerazione la possibilità che ci siano persone che non hanno affatto voglia di diventare ricche, che danno la priorità a cose diverse. che desiderano vivere senza doversi preoccupare di dichiarazione di redditi, eredità, parenti serpenti, lavoro cannibale e compagnia bella-

Forse per te sono stupidi............. forse per loro sono stupidi gli altri.

Non credo affatto si possa valutare l'intelligenza con il parametro dell'abbienza
Non sono stupidi sono stronzi egoisti.

Se hanno le palle per diventare ricchi e se a loro la ricchezza non interessa, possono diventare ricchi (grazie alle loro eccezionali doti) e regalare tutto ai poveri.

Egoisti e stronzi !
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Dom Giu 18, 2017 12:35 am

Vedi, la frase che tu stai difendendo per me è talmente assurda che faccio proprio fatica ad entrare nelle categorie che mi proponi.
Citazione :
sei d'accordo con me che essere ricchi è più bello che essere poveri ?
Cosa vuol dire ricco? Reddito? Quantificare, please. Cultura? Status sociale?
Cosa vuol dire povero? Il contrario di ricco? Il contrario di benestante? Per l'ISTAT esiste la povertà assoluta e relativa, tu a quale ti riferisci?
Cosa vuol dire "è più bello"? Che si cerca di passare dall'altra parte? Che è naturale desiderare di essere ricchi? Che nella vita ci vuole  ambizione? Desiderare di non essere poveri è la stessa cosa di desiderare di essere ricchi? Secondo Calvino la ricchezza è il segno della grazia divina. Intendi qualcosa di simile? Dobbiamo tutti tendere idealmente a diventare sempre più ricchi?
Citazione :
Sei d'accordo con me che chi riesce a diventare ricco lo fa ?
Che ne so io di cosa fanno quelli che possono diventare ricchi? Magari dovranno rinunciare a qualcosa, dovranno fare le loro valutazioni...Ma sopratutto, stiamo parlando dei nostri alunni, mi sembra un po' prematuro pensare a come si comporteranno, potendo diventare ricchi
Citazione :
Sei d'accordo con me che un colpo di culo prima o poi capita a tutti e un colpo di sfiga prima o poi capita a tutti ?
Ti dirò, tendo a pensare che i colpi di culo si concentrino in po' troppo da una parte e i colpi di sfiga si concentrino prevalentemente dall'altra. Ma forse è che ho trascorso l'infanzia in un ambiente un po' cattocomunista
Citazione :
Sei d'accordo con me che all'interno dei colpi di culo e di sfiga, chi è più intelligente pian pianino tende ad arricchirsi e chi è più scemo tende ad impoverirsi ?
Cosa vuol dire intelligente? Non lo sa nessuno in realtà. Si può essere intelligenti per un aspetto e completamente stupidi su altri fronti, ci sono geni che sono incapaci di allacciarsi le scarpe o di allacciare rapporti con altre persone. Parli di fattori "biologici" e "esperienziali", che dipendono dall'ambiente in cui cresci. Se devi tener conto anche dei fattori ambientali, il tuo grafico ti dirà sostanzialmente questo: "se assumiamo che I = intelligenza sia la capacità di rispondere con successo a stimoli nuovi e se assumiamo che un ambiente di ricchezza R stimoli moltissimo l'individuo in molte nuove situazioni, vediamo che i punti del grafico I vs. R si dispongono intorno a una retta con pendenza positiva".  Come direbbe Diego Bianchi: hai vinto il premio GAC.

Quindi, alla fine, no, non sono d'accordo con te. La frase non ha senso, non è scientifica (nonostante le arrampicate sugli specchi), e secondo me è anche un po' pericolosa
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Dom Giu 18, 2017 12:42 am

avidodinformazioni ha scritto:

spese tecnologiche - suicidi il grafico sembra essere composto da due linee parallele, in realtà in uno la variaione è da 15 a 30 (+100%) e nell'altro da 4000 a 10000 (+250%); questo significa che non c'è proporzionalità diretta ma legame lineare.
Non l'ho capita
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: bocciature scuola media    Dom Giu 18, 2017 12:35 pm

geo&geo ha scritto:
Vedi, la frase che tu stai difendendo per me è talmente assurda che faccio proprio fatica ad entrare nelle categorie che mi proponi.
Citazione :
sei d'accordo con me che essere ricchi è più bello che essere poveri ?
Cosa vuol dire ricco? Reddito? Quantificare, please. Cultura? Status sociale?
Cosa vuol dire povero? Il contrario di ricco? Il contrario di benestante? Per l'ISTAT esiste la povertà assoluta e relativa, tu a quale ti riferisci?
Cosa vuol dire "è più bello"? Che si cerca di passare dall'altra parte? Che è naturale desiderare di essere ricchi? Che nella vita ci vuole  ambizione? Desiderare di non essere poveri è la stessa cosa di desiderare di essere ricchi? Secondo Calvino la ricchezza è il segno della grazia divina. Intendi qualcosa di simile? Dobbiamo tutti tendere idealmente a diventare sempre più ricchi?
Citazione :
Sei d'accordo con me che chi riesce a diventare ricco lo fa ?
Che ne so io di cosa fanno quelli che possono diventare ricchi? Magari dovranno rinunciare a qualcosa, dovranno fare le loro valutazioni...Ma sopratutto, stiamo parlando dei nostri alunni, mi sembra un po' prematuro pensare a come si comporteranno, potendo diventare ricchi
Citazione :
Sei d'accordo con me che un colpo di culo prima o poi capita a tutti e un colpo di sfiga prima o poi capita a tutti ?
Ti dirò, tendo a pensare che i colpi di culo si concentrino in po' troppo da una parte e i colpi di sfiga si concentrino prevalentemente dall'altra. Ma forse è che ho trascorso l'infanzia in un ambiente un po' cattocomunista
Citazione :
Sei d'accordo con me che all'interno dei colpi di culo e di sfiga, chi è più intelligente pian pianino tende ad arricchirsi e chi è più scemo tende ad impoverirsi ?
Cosa vuol dire intelligente? Non lo sa nessuno in realtà. Si può essere intelligenti per un aspetto e completamente stupidi su altri fronti, ci sono geni che sono incapaci di allacciarsi le scarpe o di allacciare rapporti con altre persone. Parli di fattori "biologici" e "esperienziali", che dipendono dall'ambiente in cui cresci. Se devi tener conto anche dei fattori ambientali, il tuo grafico ti dirà sostanzialmente questo: "se assumiamo che I = intelligenza sia la capacità di rispondere con successo a stimoli nuovi e se assumiamo che un ambiente di ricchezza R stimoli moltissimo l'individuo in molte nuove situazioni, vediamo che i punti del grafico I vs. R si dispongono intorno a una retta con pendenza positiva".  Come direbbe Diego Bianchi: hai vinto il premio GAC.

Quindi, alla fine, no, non sono d'accordo con te. La frase non ha senso, non è scientifica (nonostante le arrampicate sugli specchi), e secondo me è anche un po' pericolosa
Madonna Santa !
Stabilisci tu un parametro ! Se stabilisci che ricco è chi ha un milione di euro in banca, è preferibile avere un milione ed un euro o 999999 € ? E' una questione di principio, più ne hai meglio è, se ti fanno schifo li regali !

No, non parliamo dei nostri alunni ma delle loro famiglie che sono famiglie povere e non riescono a curarsi dei figli come vorrebbero (a detta di Dubia). Non confondiamo le acque; io ho detto che a famiglie povere corrispondono mediamente persone più sceme e più fancazziste che a famiglie ricche; lo so che è politicamente scorretto, lo che fa schifo leggerlo, lo so che fa schifo leggerlo scritto da un docente, ma se è vero è vero e se è falso è falso, indipendentemente da quanto schifo faccia.
Io l'ho argomentato.

La frase è molto pericolosa, quindi ? Per me conta solo se sia falsa o vera

Dici che è lapalissiano che un ricco faccia esperienze che lo arricchiscono ? E allora se è lapalissiano perchè stupirsi ?
Tornare in alto Andare in basso
 
bocciature scuola media
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» riprodurre i file mkv Matroska Media File (.mkv)
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: