Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano Contatti
Ultimi argomenti
» Controllino calcolo punteggio graduatoria interna
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 10:01 pm Da michetta

» Aumenti stipendiali, riflessioni
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 9:59 pm Da gugu

» Rientro a disposizione e 104
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 9:44 pm Da Gianfranco

» Insegnante sostegno e di materia su stessa classe
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 9:44 pm Da Quine

» Allattamenti
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 9:11 pm Da giulia boffa

» Diritti genitore
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 9:05 pm Da charman

» Ricongiungimento
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 8:47 pm Da charman

» revoca domanda di passaggio
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 8:39 pm Da marirosa

» Aiuto urgente per concorso 2018
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyOggi alle 8:38 pm Da Delfi.1

Link sponsorizzati
Condividi
 

 Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano

Andare in basso 
AutoreMessaggio
settembrina



Messaggi : 523
Data d'iscrizione : 04.10.09

Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano Empty
MessaggioTitolo: Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano   Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyVen Giu 16, 2017 1:41 pm

Ieri si è svolta la prova Invalsi di Italiano. Leggendo i quesiti mi sono chiesta perchè inserire un esercizio sull'ortografia (indicare se le parole elencate "andavano scritte con l'accento, con l'apostrofo, oppure senza alcun segno grafico") quando in classe ci potrebbero essere (come nel mio caso) alunni certificati con una grave dislessia e per i quali si consiglia di non tener in considerazione, nella valutazione, degli errori ortografici.
Alcuni miei alunni, di fronte al quesito
"Leggi il seguente periodo '...........' Quante frasi ci sono in tutto?",
si sono trovati in difficoltà poichè pensavano fosse una domanda-trabocchetto, si chiedevano infatti se non fosse stato meglio chiedere "quante proposizioni in tutto".
In effetti il periodo è una frase complessa e le sue parti sono le proposizioni, la frase minima e semplice sono poi costruzioni diverse....
Mi piacerebbe condividere con voi queste riflessioni. Che cosa ne pensate?
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 66081
Data d'iscrizione : 23.08.10

Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano Empty
MessaggioTitolo: Re: Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano   Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano EmptyVen Giu 16, 2017 1:54 pm

1) E quindi anche tutti gli altri sono esonerati dal conoscere l'ortografia?
2) Al di là della terminologia usata dalle varie grammatiche, frase viene di solito usato come sinonimo di proposizione (termine più difficile; immagino che chi ha preparato la prova volesse "aiutare"), non come sinonimo di periodo. Io sostengo che tutte le grammatiche (e le antologie) dovrebbero usare gli stessi termini nella stessa accezione, ma questo non dipende da chi prepara una prova ministeriale o Invalsi. A mio parere, è l'insegnante che dovrebbe spiegare che in altri libri si usano termini diversi.
Torna in alto Andare in basso
 
Riflessioni sulla prova Invalsi Italiano
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Esami di stato-
Vai verso: