Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 presidente che interroga,corregge, valuta da sola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
mariella59



Messaggi : 554
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 12:25 pm

Sono in una commissione in cui la presidente,docente di italiano e latino, corregge gli scritti, fa rileggere le terze prove ai commissari, interni ed esterni abbassando la valutazione. Oggi, mi hanno riferito i colleghi, io sarò all'orale la settimana prossima,è intervenuta facendo domande in tutte le discipline, escluso matematica e fisica, decide da sola il voto finale. Quando farà l'orale la mia classe, farò un caos incredibile, bloccherò gli orali, pretenderò la presenza di un ISPETTORE, alle 11.30 erano a metà colloquio del II candidato!
Faccio esami di stato da 14 anni, ho conosciuto presidenti di tutte le tipologie, questa mi mancava. Amelia puoi postarmi un link che descriva compiti e ruolo del presidente? grazie
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1516
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 3:50 pm

Devi leggere l'ordinanza ministeriale di quest'anno
OM 257 del 4 maggio 2017
Lì sono descritte tutte le fasi dell'esame e i compiti di ciascuno.
Tornare in alto Andare in basso
precario_acciaio.



Messaggi : 916
Data d'iscrizione : 26.08.16

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 4:16 pm

Comunque correggetemi se sbaglio, ma il presidente può interrogare nelle discipline di cui ha abilitazione...
Tornare in alto Andare in basso
Online
mariella59



Messaggi : 554
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 4:20 pm

@melia ha scritto:
Devi leggere l'ordinanza ministeriale di quest'anno
OM 257 del 4 maggio 2017
Lì sono descritte tutte le fasi dell'esame e i compiti di ciascuno.
si Amelia,l'avevo letta,ma non riesco a trovare la parte relativa ai presidenti e alle loro competenze specifiche
Tornare in alto Andare in basso
mariella59



Messaggi : 554
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 4:24 pm

precario_acciaio. ha scritto:
Comunque correggetemi se sbaglio, ma il presidente può interrogare nelle discipline di cui ha abilitazione...
si,sono a conoscenza di questa norma,ma credimi,ha abbassato i voti in inglese,commissario esterno,quelli in filosofia e storia,e ha letto anche le terze prove di scienze
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1516
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 4:34 pm

Mi dispiace, ma non credo ci sia altro.
Tornare in alto Andare in basso
rita 76

avatar

Messaggi : 7548
Data d'iscrizione : 04.07.11
Località : CASA MIA

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 4:40 pm

Certo che ne succedono di situazioni "surreali"...
Tornare in alto Andare in basso
Online
@melia

avatar

Messaggi : 1516
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 6:20 pm

L'unica volta che da presidente ho interrogato alla maturità è stato con due ragazzi con pdp, e dopo aver chiesto il permesso della titolare di matematica, che è stata ben felice di cedermi le redini.
Tornare in alto Andare in basso
mariella59



Messaggi : 554
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 6:25 pm

La presidente in questione,invece non chiede nessun permesso!è onnipotente,va bene,siamo sempre noi
a non avere il coraggio di far sentire le nostre ragioni per timore di ritorsioni nei confronti dei ragazzi,e poi non studiamo bene il DM degli esami di stato
Tornare in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 7:43 pm

precario_acciaio. ha scritto:
Comunque correggetemi se sbaglio, ma il presidente può interrogare nelle discipline di cui ha abilitazione...
È difficile inculcare il concetto che il colloquio:
1) non è un'interrogazione
2) è multidisciplinare
3) deve essere collegiale, sia nella conduzione sia nella valutazione
Tornare in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 7:45 pm

mariella59 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Comunque correggetemi se sbaglio, ma il presidente può interrogare nelle discipline di cui ha abilitazione...
si,sono a conoscenza di questa norma,ma credimi,ha abbassato i voti in inglese,commissario esterno,quelli in filosofia e storia,e ha letto anche le terze prove di scienze
Ammesso che sia vero, come fai a conoscere questi particolari?
Tornare in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 7:51 pm

Tiria ha scritto:
mariella59 ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Comunque correggetemi se sbaglio, ma il presidente può interrogare nelle discipline di cui ha abilitazione...
si,sono a conoscenza di questa norma,ma credimi,ha abbassato i voti in inglese,commissario esterno,quelli in filosofia e storia,e ha letto anche le terze prove di scienze
Ammesso che sia vero, come fai a conoscere questi particolari?

Chiedo scusa, avevo capito male e ti avevo scambiato per una candidata e non per una commissaria. In ogni modo ci sono parecchi aspetti oscuri: la valutazione è collegiale, se la presidente ha "abbassato" dei voti è perché l'avete permesso voi, non capisco perché te ne lamenti.
Aggiungo che se ha letto "le terze prove di scienze" ha fatto il suo lavoro: tutti dovevate "leggere" le terze prove di scienze, dal momento che la correzione delle terze prove è collegiale e richiede la presenza della commissione al completo.
Tornare in alto Andare in basso
mariella59



Messaggi : 554
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 8:50 pm

Si, ci sono le sottocommissioni per ambiti disciplinari,lo abbiamo fatto,certo non ho letto le terze prove di fisica,non avrei competenze
Tornare in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Gio Giu 29, 2017 10:13 pm

mariella59 ha scritto:
Si, ci sono le sottocommissioni per ambiti disciplinari,lo abbiamo fatto,certo non ho letto le terze prove di fisica,non avrei competenze

Scusa la franchezza, ma hai le idee piuttosto confuse. Ti consiglio di leggere attentamente l'articolo 20 dell'ordinanza ministeriale di quest'anno (la 257) e, nel caso non la trovassi esplicita per quanto concerne la correzione della terza prova, una lettura dell'articolo 3 comma 5 del decreto ministeriale 429 del 2000.

Se non vuoi leggere, ti riassumo in due parole:
1) la suddivisione della commissione in sottocommissioni per ambiti disciplinari si applica solo per la correzione della prima e della seconda prova scritta. Fermo restando che la valutazione è comunque collegiale. In parole povere, il commissario di Italiano corregge la prima prova scritta, ma poi il voto lo stabilisce insieme al commissario di scienze, che mentre si correggeva la prova di italiano era impegnato ad assistere il commissario di matematica nella correzione della prova di matematica
2) la correzione (e a maggior ragione la valutazione) della terza prova è collegiale: che ci capisca qualcosa o no, non importa, la parte di fisica te la devi leggere e devi anche esprimere un giudizio senza facoltà di astensione, giudizio che ha lo stesso peso di quello espresso dal commissario di fisica.

Detto questo, è probabile che la tua presidente sfori un po' nella sua brama di protagonismo, ma leggendosi le "terze prove di scienze" interpreta sicuramente la norma meglio di quanto lo faccia tu.
Tornare in alto Andare in basso
mariella59



Messaggi : 554
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Ven Giu 30, 2017 1:26 am

Chiarissimo,G. D.bentornato, non ho riconosciuto, inizialmente toni e modi, che non ricordavo così saccenti
P.S. Giancarlo, leggo volentieri e sono in grado di riassumere


Ultima modifica di mariella59 il Mar Lug 04, 2017 7:51 am, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
kirserk



Messaggi : 209
Data d'iscrizione : 12.06.11

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Ven Giu 30, 2017 2:51 am

Tiria ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Comunque correggetemi se sbaglio, ma il presidente può interrogare nelle discipline di cui ha abilitazione...
È difficile inculcare il concetto che il colloquio:
1) non è un'interrogazione
2) è multidisciplinare
3) deve essere collegiale, sia nella conduzione sia nella valutazione

in riferimento al punto 1, esistono colloqui così fatti? e, se sì, come sono fatti?
perché io non l'ho ancora capito (e visto che ho cominciato ad insegnare nel millennio scorso...).

In quanto insegnante di matematica che dovrei/potrei chiedere? il teorema di Lagrange è abbastanza multidisciplinare? :-)

So bene quel che dice l'ordinanza (e lo copio sotto), ma la realtà è un'altra: è inutile che questi pedagogisti scrivano cose inattuabili solo perché rappresentano il loro ideale.

Il colloquio tende ad accertare la padronanza della lingua, la capacità di utilizzare le
conoscenze acquisite, di collegarle nell’argomentazione e di discutere ed approfon-
dire sotto vari profili i diversi argomenti. Esso si svolge su temi di interesse multidi-
sciplinare, attinenti alle Indicazioni Nazionali per i Licei e alle Linee guida per gli isti-
tuti tecnici e professionali, relativi alle  Indicazioni Nazionali e alle Linee Guida e a
lavoro didattico dell’ultimo anno di corso. Il colloquio si svolge in un'unica soluzione
temporale, alla presenza dell’intera commissione [...]
Il colloquio ha inizio con un argomento  disciplinare o pluridisciplinare, scelto  dal
candidato, anche riferito ad attività [...]. Pre-
ponderante rilievo deve essere riservato alla prosecuzione del colloquio, che, in con-
formità dell'articolo 1, capoverso articolo 3-comma 4, della legge 11 gennaio 2007,
n. 1, deve vertere su argomenti di interesse multidisciplinare e con riferimento co-
stante e rigoroso al lavoro didattico realizzato nella classe durante l'ultimo anno di
corso. Gli argomenti possono essere introdotti mediante la proposta di un testo, di
un documento, di un progetto o di altra questione di cui il candidato individua le
componenti culturali, approfondendole. Ẻ d’obbligo, inoltre, provvedere alla discus-
sione degli elaborati relativi alle prove scritte.
Tornare in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Ven Giu 30, 2017 2:20 pm

A kirserk.
Giusta osservazione. Ciò che chiede la norma è in realtà il più alto dei voli pindarici per diversi motivi. Ne cito alcuni fondamentali:

1) ammesso che esistano e mi auguro che ne esistano, sono pochissimi gli studenti in grado di affrontare un vero e proprio colloquio multidisciplinare. Per farlo devono avere una conoscenza adeguata dei contenuti propri delle discipline coinvolte nel colloquio, perché non puoi parlare con competenza di argomenti che non conosci. Devono avere una capacità di riflessione, di analisi, di sintesi, di collegamento, perché non puoi discorrere con degli interlocutori se non entri in modo pertinente nel merito delle questioni trattate senza avere il bagaglio di strumenti che ti consentono di strutturare la conoscenza in tuo possesso ed estrapolare gli elementi che la compongono assemblandoli in un contesto organico dove la conoscenza non si manifesta a compartimenti stagni. Devono avere capacità comunicative in termini di espressione, padronanza del linguaggio, comune e tecnico, interazione, confronto, elaborazione, ecc. Quanti sono i ragazzi in grado di farlo?

2) sono pochi gli insegnanti in possesso di un bagaglio culturale tale da poterli coinvolgere in uno scambio comunicativo multidisciplinare: il biologo che conosce il latino, l'ingegnere che conosce la letteratura, il letterato che ha una cultura scientifica, ecc. Sono gli elementi che permettono a queste persone di introdursi in uno scambio comunicativo restando nel merito dei contenuti sui quali si discorre. Un tempo la formazione di livello universitario curava molto l'evoluzione di una cultura generale, oggi è sempre più orientata sulla formazione ultraspecialistica che è un po' il preludio ad una forma celata di analfabetismo funzionale. La prova? Il sempre più manifesto disinteresse dei componenti di una commissione mentre un commissario "interroga" sulla "sua" materia. Vogliamo interrogarci sulle ragioni di questo disinteresse?

3) non ultimo, conoscenza e competenza in una disciplina richiedono necessariamente un'ampia trattazione (ovviamente con conseguente apprendimento) della disciplina nel percorso scolastico. Un colloquio che coinvolge una determinata materia, presuppone che quella materia sia stata ampiamente trattata nel percorso scolastico svolto, non certo limitata a 2-3 unità didattiche. Un colloquio che spazia sulla biologia non può definirsi tale se il candidato ha avuto solo la possibilità di studiare la cellula mentre su tutto il resto è ignorante.
Tornare in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Ven Giu 30, 2017 2:44 pm

kirserk ha scritto:

In quanto insegnante di matematica che dovrei/potrei chiedere? il teorema di Lagrange è abbastanza multidisciplinare? :-)

No, il teorema di Lagrange non è multidisciplinare, è un contenuto specifico di una singola disciplina. D'altra parte, il colloquio non è finalizzato a verificare se il candidato conosce il teorema di Lagrange. La prova d'esame deputata a questa verifica è la seconda prova scritta di matematica oppure la terza prova scritta.
Allora, cosa può chiedere il commissario di matematica al fine di coinvolgere la matematica nel colloquio? Un esempio può essere il ruolo di una branca della matematica (nella fattispecie trattata nell'ultimo anno di corso) per la costruzione di modelli di rappresentazione o di previsione di determinati fenomeni, come la demografia, la biologia, l'economia, ecc. Questo è un soggetto pluridisciplinare, che può coinvolgere nel colloquio il commissario di storia e italiano, il commissario di scienze, il commissario di matematica, ecc. Il candidato, a sua volta, può citare i contenuti specifici della disciplina per evidenziare degli esempi rappresentativi del soggetto del colloquio. Allora sarà lui, nel caso, a inserire il teorema di Lagrange come spunto a sostegno della sua argomentazione: è qui che si valuta la conoscenza del candidato, la sua capacità di estrapolare gli elementi che costituiscono la sua conoscenza e di inserirli in un'argomentazione multidisciplinare. E sarà il commissario di matematica, in sede di valutazione, a verificare che il candidato non solo conosce il teorema di Lagrange, ma è anche in grado di introdurlo, come risultato della sua capacità di analisi e di collegamento, in un colloquio multidisciplinare.
Mi sono spiegato?

Ma ritornando a monte del discorso: quanti candidati sono in grado di fare questo? E quanti commissari di matematica sono in grado di affrontare un colloquio che si concretizza in un confronto multidisciplinare che vada oltre il banale "dimostrami il teorema di Lagrange" seguito dal turno del commissario di italiano che fa la sua domanda sulla poetica del Manzoni?

Per fare un colloquio come si deve serve una scuola che funzioni come si deve, studenti che si applicano come si deve, insegnanti che insegnano come si deve, commissari che interagiscono in un colloquio multidisciplinare come si deve. Ma tutto questo, alla scuola italiana manca. Ed ecco che allora il "colloquio" si risolve nel deprimente quadretto del candidato che sposta la sua sedia di 40 cm davanti ad una tavolata di insegnanti annoiati e accaldati per rispondere al quesito della materia di turno.
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1516
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Ven Giu 30, 2017 4:20 pm

Ma per fare una cosa del genere non bastano certo i 50 - 60 minuti concessi per il colloquio.
Tornare in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Ven Giu 30, 2017 5:55 pm

@melia ha scritto:
Ma per fare una cosa del genere non bastano certo i 50 - 60 minuti concessi per il colloquio.

E perché no? tolti quei 10 minuti introduttivi e i 10-15 minuti di discussione delle prove scritte restano sì e no 30 minuti.

Primo caso: fermo restando che siamo nell'ambito dei voli pindarici, in 30 minuti si può fare un colloquio serio su un tema multidisciplinare che coinvolge tutte le materie? Teoricamente sì

Secondo caso: in 30 minuti si può fare una sequenza di mini-interrogazioni su almeno sette materie (il commissario di italiano è anche commissario di storia)? Vediamo, 30 diviso 7 fa 4, con resto di due minuti assorbiti dal rito dello spostamento laterale della sedia. Appurato questo, quanto si può ritenere serio un colloquio che, tra formulazione della domanda e risposta del candidato, tratta I Sepolcri nell'intervallo di 4 minuti riservati a letteratura? A meno che non ci si limiti a chiedere il nome dell'uccello che svolazza su per le croci nella funerea compagna. Allora c'è anche spazio per fare 4 o 5 quesiti di letteratura. E la dimostrazione del teorema di Lagrange o l'illustrazione del ciclo di Krebs si possono trattare in 4 minuti ciascuno?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8157
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Ven Giu 30, 2017 6:15 pm

In ogni caso, NON E' CREDIBILE che sei diversi colleghi, che si presumono essere dei professionisti con esperienza, obbediscano ciecamente ai capricci di una sola persona che ha funzioni di coordinamento del loro gruppo ma che non è il loro superiore gerarchico e che non ha alcun diritto di calare loro ordini dall'alto. Se il presidente "ordina di cambiare i voti degli scritti", basta dirgli di no, oppure chiedere che almeno si voti a maggioranza sulle diverse proposte, e che sia messo a verbale l'intero svolgimento della procedura.
Tornare in alto Andare in basso
mariella59



Messaggi : 554
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Ven Giu 30, 2017 7:36 pm

si in questo abbiamo sbagliato, far mettere tutto a verbale,non ha fatto obiezioni in matematica e fisica , anzi no, in fisica, la collega esterna che aveva valutato 3/15 la domanda della III prova , erano scritti solo due righi , ha fatto cambiare la valutazione in UNO. Mercoledì inizierò gli orali con la mia classe e gli atteggiamenti di prepotenza sul voto del colloquio non saranno concessi, si voterà a maggioranza
Tornare in alto Andare in basso
Mary T

avatar

Messaggi : 900
Data d'iscrizione : 25.10.15

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Sab Lug 01, 2017 5:31 am

Mi hanno riferito che il presidente della commissione che sta esaminando la mia quinta non concede di prendere visione dei voti.di ammissione. A me questa sembra una grande mancanza, visto che in sede di plenaria si verbalizza che "la.commissione prende visione del documento del 15 maggio ", e quindi anche dei quadri. La cosa probabilmente è stata fatta in quella sede, ma è lecito non consentire più alla commissione di riguardare la situazione di ammissione? Certo, i membri esterni avrebbero potuto prendere nota dei voti, ma non avendolo.fatto é legittimo che chiedano di dare un'ulteriore occhiata o ha ragione il presidente a negarlo?
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 1000
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Sab Lug 01, 2017 6:40 am

Scusami Mary T, che vuol dire "non concede di prendere visione dei voti"?
Il documento è a disposizione della commissione. Che fa, gli dice "no, professoressa, lei non li guarda"? E sei commissari adulti dicono "ah, ok, scusi"?

Lo stesso per i voti. La valutazione si decide in modo collegiale. Poi è magari il/la presidente, in nome di maggiore esperienza o solo perché è rompip..., insiste per mettere un voto diverso: ma ci sono i verbali di correzione. I candidati con valutazioni troppo basse potrebbero voler accedere agli atti per capire. E che gli dite, "io volevo ma la presidente ha ordinato"? In caso di ricorso, la commissione pensa di rispondere così?
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 1000
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioTitolo: Re: presidente che interroga,corregge, valuta da sola   Sab Lug 01, 2017 6:49 am

Sul colloquio, per riprendere quel che dice Tiria... ricordo il mio esame. Avevo voti molto alti e il commissario di matematica pensò di divertirsi un po'. La sua domanda fu: "a cosa serve la matematica?". Abbastanza multidisciplinare e poco interrogazione classica? ;-)

La presidente che "interviene nel colloquio" è la norma. Se è abilitata in materie letterarie in data non recentissima, come minimo può insegnare italiano, latino, storia, geografia, filosofia, storia dell'arte, e magari pure altro. Inglese, non so, magari lo sa molto bene. Io pure lo so bene ma mai, da commissaria, mi sono permessa di metter bocca, e ci mancherebbe anche. Però la "conduzione" del colloquio può essere interpretata in vari modi, magari qualcuno è più invadente e altri meno.
Ad ogni modo io temo che molto influisca il modo in cui le cose vengono raccontate.
Una commissione di persone adulte che hanno non solo autorità, ma una responsabilità, e che non riesce a farsi minimamente valere è poco credibile.
Non è che la presidente è intervenuta tipo "ma qui non possiamo alzare?/ ma complessivamente questo esame non è da 70, magari tolga un punto qui o lì.../ ma questo candidato era peggio del precedente, questo voto è eccessivo (se uno non spiccica parola a inglese, o non scrive una riga nella terza prova, anche se è una materia estranea un'idea ce la possiamo fare)", e alcuni colleghi o colleghe, suscettibili, se la sono presa (e magari questa presidente è davvero molto antipatica e si capisce che non la sopportino)?
Tornare in alto Andare in basso
 
presidente che interroga,corregge, valuta da sola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 6Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» OVODONAZIONE: meglio trasferire una sola BLASTOCISTI o due?
» L'ENDMETRIOSI PUO' REGREDIRE DA SOLA?
» sono di nuovo sola!!!!
» Sequestrati 23 milioni di euro dello Ior. Indagato il presidente
» io ho paura..

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Esami di stato-
Andare verso: