Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La motivazione l'avrete persa voi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 4:47 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/stipendio-docenti-italiani-meno-pagati-deuropa-greci-dal-2004-al-2015-salari-scesi-del-7/

Nel focus, come riferito da Repubblica, si evidenzia che i salari hanno un impatto diretto su preparazione e motivazione dei docenti, persa quest’ultima da molti insegnanti del nostro Paese.

La motivazione non dipende dai soldi (anche se ho incontrato docenti anche di questo forum che la pensano così) ma si trova facendo il proprio lavoro seriamente e onestamente ogni giorno consapevoli dell'importanza del nostro ruolo.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 6249
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 10:00 pm

gugu ha scritto:
Ma poi scusa, tu insegni filosofia al liceo.
Vuoi mettere con la fatica di insegnare in un professionale?

Io piuttosto chiederei una rivisitazione degli stipendi in base alla scuola.

Dai 900 euro del liceo ai 2500 euro dei professionali.

Si limiterebbe molto anche la mobilità.


Io andrei oltre: istituiamo delle sedi disagiate e copriamo d'oro i colleghi che si smazzano le rogne vere, sarei per attribuire anche doppio punteggio.
Non sarebbe nemmeno una cosa così innovativa: in magistratura per esempio, si fa da sempre
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 10:12 pm

precario_acciaio. ha scritto:
http://www.orizzontescuola.it/stipendio-docenti-italiani-meno-pagati-deuropa-greci-dal-2004-al-2015-salari-scesi-del-7/

Nel focus, come riferito da Repubblica, si evidenzia che i salari hanno un impatto diretto su preparazione e motivazione dei docenti, persa quest’ultima da molti insegnanti del nostro Paese.

La motivazione non dipende dai soldi (anche se ho incontrato docenti anche di questo forum che la pensano così) ma si trova facendo il proprio lavoro seriamente e onestamente ogni giorno consapevoli dell'importanza del nostro ruolo.
Per quanto mi riguarda la motivazione la divido in due filoni:

1) quanta qualità metto nel mio lavoro, strettamente correlata a quanto impegno mettono i miei studenti.

2) quanta quantità (si può dire ?) metto nel mio lavoro correlata sia all'impegno dei miei studenti che allo stipendio che mi danno.

Parliamoci chiaro, se prendo 1450 €/mese ed ho la possibilità di scegliere tra impegnare un pomeriggio in lezioni private o in preparazione della lezione il giorno dopo, tranquilli che scelgo la prima.

Fra due anni forse manderò mio figlio a concludere gli studi alla Bocconi; lo farò con i 1450 della scuola ?

La Bocconi deve essere vietata ai figli dei docenti ?

Se esiste un minimo di ereditarietà nell'intelligenza, se i docenti fossero un po' più intelligenti della media, la Bocconi deve essere aperta solo agli imbecilli figli di imbecilli ? E no cazzo !

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 10:14 pm

gugu ha scritto:
Ma poi scusa, tu insegni filosofia al liceo.
Vuoi mettere con la fatica di insegnare in un professionale?

Io piuttosto chiederei una rivisitazione degli stipendi in base alla scuola.

Dai 900 euro del liceo ai 2500 euro dei professionali.

Si limiterebbe molto anche la mobilità.
Io mi muoverei di nuovo
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 30620
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 10:20 pm

Infatti dico che limiterebbe, non che bloccherebbe.
E in ogni caso decideresti di guadagnare 900 euro, un altro docente ne guadagnerebbe 2500 e poi potrebbe muoversi anche lui.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 10:21 pm

Masaniello ha scritto:
Filosofe? Tipo?
Ammesso che i filosofi abbiano avuto la tendenza a dire cose intelligenti, per secoli nessuno ha mai avuto voglia di ascoltare le donne, nè quando avevano da dire cazzate nè quando avevano da dire cose intelligenti.

Non ci sono (o ce ne sono poche) donne filosofe famose come ci sono poche (o nessuna) stronze, delinquenti, oche famose.

Le donne non venivano cagate a prescindere.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1368
Data d'iscrizione : 15.07.12
Località : Porzione settentrionale della Padania più profonda

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 10:47 pm

Ire ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Pitt ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
http://www.orizzontescuola.it/stipendio-docenti-italiani-meno-pagati-deuropa-greci-dal-2004-al-2015-salari-scesi-del-7/

Nel focus, come riferito da Repubblica, si evidenzia che i salari hanno un impatto diretto su preparazione e motivazione dei docenti, persa quest’ultima da molti insegnanti del nostro Paese.

La motivazione non dipende dai soldi (anche se ho incontrato docenti anche di questo forum che la pensano così) ma si trova facendo il proprio lavoro seriamente e onestamente ogni giorno consapevoli dell'importanza del nostro ruolo.

Allora rinuncia al tuo stipendio. Perchè no?

Giustamente due interventi fantozziani ci stavano; quanto vorreste, o incomparabili colleghi, per ritrovare voglia ed entusiasmo? I 3000 sacchi del ministro?

non sarebbero sufficienti.  Non sarebbero lo stimolo.   Si direbbe:  guadagno 3000, nessuno mi manda via, la scuola fa schifo, chi me lo fa fare di sbattermi?

Non sono i soldi la motivazione o meglio,  a parere mio, non sono i non tanti soldi la non motivazione.

Quanto poi a chiederti di rinunciare allo stipendio:  a che pro?  Il lavoro serve per vivere, e dello stipendio non si può fare a meno.  La motivazione serve per vivere bene, invece.  E chi non ce l'ha, a mio parere, nel lungo periodo mostra  i sintomi della sua vita un po' triste

Continuate pure a ragionare in questa maniera ed avrete una scuola fatta solo di due categorie di persone:

a) Liberi professionisti che usano la scuola come passatempo.

b) Mamme alla ricerca di un par time ben remunerato e non troppo impegnativo.

Con gli stipendi attuali TUTTI gli insegnanti di questa nazione DEVONO cercare una fonte di reddito alternativa alla scuola. Non farlo significa vivere nella più nera indigenza, al limite della povertà, in una condizione in cui il tuo reddito è appena sufficiente per garantirti la sopravvivenza giorno per giorno ma non basta ne a consentirti di progettare un futuro ne a fronteggiare un imprevisto.

Personalmente non conosco un solo insegnante che campi con il solo stipendio di insegnante. E non me ne sorprendo.

Ma il vero problema, per chi non fosse sufficientemente arguto per vederlo, non è tanto il fatto che gli stipendi siano bassi e obblighino i docenti italiani a cercarsi un secondo lavoro (che, fatalmente, finisce con il sottrarre tempo ed impegno alla scuola) quanto il fatto che GLI STIPENDI BASSI ALLONTANINO PROGRESSIVAMENTE I MIGLIORI DALL'INSEGNAMENTO.

I migliori, quelli che si laureano con ottimi voti, quelli che hanno carte da giocarsi, escludono a priore l'ipotesi di fare l'insegnante. Ed hanno ragione. Perché mai un brillante laureato dovrebbe adattarsi a svolgere un lavoro che ti conferisce l'imprinting sociale del "fallito" e che ti garantisce un reddito mensile inferiore a quello di un operaio generico? Progressivamente coloro che sceglieranno di fare gli insegnanti saranno, sempre di più, quelli "scarsi", con poco entusiasmo, che mirano al "posto fisso" etc etc... Poi vi sorprendete se alle selezioni per il TFA vengono segati nove candidati su dieci? Poi vi sorprendete se nelle prove del concorso ci sono strafalcioni grammaticali che neppure in quinta elementare?

Svegliatevi. If you pay nuts, you get monkeys. Continuate pure a pagare due lire agli insegnanti perché tanto "l'insegnamento è una missione". Alla fine non potrete che avere un corpo insegnante che vale, mediamente, due lire, in cui, magari, spiccherà qualche eccezione ma che, complessivamente, sarà lo specchio dello stipendio che ci date.

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 11:45 pm

Lenar ha scritto:
Personalmente non conosco un solo insegnante che campi con il solo stipendio di insegnante. E non me ne sorprendo.

Io invece ne conosco parecchi.

Proprio perché, a differenza di quello che gira tra i luoghi comuni dell'opinione pubblica...

...per la maggior parte degli insegnanti che svolgono seriamente il proprio lavoro, il tempo per fare un'altra attività mantenendo la lucidità mentale necessaria, non c'è proprio, specialmente per chi ha impegni familiari normali (non dico problemi specifici, ma proprio impegni normali della vita di tutti i giorni).


Citazione :
Poi vi sorprendete se nelle prove del concorso ci sono strafalcioni grammaticali che neppure in quinta elementare?

Su qyuesto punto, invece, obietterei che questo problema non riguarda affatto SOLO i concorsi per insegnanti, ma qualsiasi selezione lavorativa sia pubblica che privata degli ultimi 10 anni, e che negli anni prossimi andrà solo a peggiorare.

Se per decenni, in nome dell'inclusività, della "prevenzione del disagio", della "salvaguardia dell'autostima", non si è mai più bocciato quasi nessuno e si è consentito di diplomarsi e di laurearsi senza problemi a persone che commettono strafalcioni grammaticali mostruosi senza che nessuno glieli abbia mai corretti, cosa c'è di strano se questi arrivano ad accedere ai concorsi pubblici o anche alle selezioni private, essendo convintissimi di essere bravi (perché finora li avevano sempre promossi senza ostacoli), e senza avere la più pallida idea della loro oggettiva scarsità di livello culturale e comunicativo?

Non succede mica solo nei concorsi per insegnanti... anche in quelli per la magistratura, per la pubblica amministrazione in generale, o per l'iscrizione agli albi professionali di avvocati, ingegneri, e quant'altro, che riguardano comunque libere professioni private!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Lenar



Messaggi : 1368
Data d'iscrizione : 15.07.12
Località : Porzione settentrionale della Padania più profonda

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 12:14 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Lenar ha scritto:
Personalmente non conosco un solo insegnante che campi con il solo stipendio di insegnante. E non me ne sorprendo.

Io invece ne conosco parecchi.

Proprio perché, a differenza di quello che gira tra i luoghi comuni dell'opinione pubblica...

...per la maggior parte degli insegnanti che svolgono seriamente il proprio lavoro, il tempo per fare un'altra attività mantenendo la lucidità mentale necessaria, non c'è proprio, specialmente per chi ha impegni familiari normali (non dico problemi specifici, ma proprio impegni normali della vita di tutti i giorni).



Quelle che conosci tu si chiamano "mamme". E non è affatto vero che non svolgono un secondo lavoro al di fuori della scuola. Anzi.

Tra le mamme ci sono poi quelle fortunate, che possono contare su un'ulteriore fonte di reddito proveniente dal partner e che consente alla famiglia di vivere decentemente, e ci sono quelle sfortunate, che dovendo far quadrare i conti con le due lire che percepiscono dallo stato vivono, come detto sopra, nell'indigenza più nera.

In un caso o nell'altro, sia le mamme fortunate che quelle sfortunate, non vengono messe dallo stato nella condizione migliore per svolgere la professione di insegnante nella maniera ottimale. Forse, con uno stipendio decente, le cose andrebbero un po' diversamente.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 12:36 am

Indigenza più nera è esagerato; 1500€ se sei solo non sono un gran che ma la povertà è un'altra cosa, idem se si hanno 2500 in due o 3.

Certo mantenere la famiglia con un reddito unico di 1500 € non va più bene, quella è povertà, anche se non la più nera.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 12:51 am

Soliti piagnistei alla italiana....
"5 milioni di italiani sotto la soglia di povertà " ,e poi su 8000 km di coste, piene zeppe di motoscafi e yacht, alberghi, resort e campeggi 4 stelle sono full fino a metà settembre.
"Pensionati costretti a cercare cibo nei cassonetti "
Certo,magari se non buttassero 30 euro al giorno alle macchinette e gratta e vinci andrebbe meglio.
"1500 euro al.mese povertà più assoluta"
Si,forse rispetto a richard Branson. ....che devi mantene ' er Colosseo?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 2411
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 7:56 am

"Non si fa mica per i soldi, è questione di passione"
"bravo, ben detto"
"applausi!"
e quindi, il messaggio che arriva a chi ci governa è: non è necessario dargli più soldi a questi, lo fanno per passione.
E' stato così per decenni, anzi guarda siamo così appassionati e bravi nel nostro mestiere che dall'anno prossimo lo facciamo gratis. Tanto la crisi, la povertà, i bisogni materiali, sono bufale.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 8:14 am

Paolo Santaniello ha scritto:
E' stato così per decenni, anzi guarda siamo così appassionati e bravi nel nostro mestiere che dall'anno prossimo lo facciamo gratis.

Io certamente NON lo faccio! :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 8:51 am

Finora io ho conosciuto:
1) Alcuni ITP di cucina che avevano un secondo lavoro nella ristorazione.
2) Una docente A19 avvocato.
3) Almeno due di educazione fisica che al pomeriggio lavoravano in palestra.
4) Un IRC che lavorava come coltivatore diretto.

Detto ciò, onestamente, dire che tutti i docenti abbiano un secondo lavoro, è una bufala.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 10:01 am

precario_acciaio. ha scritto:
Finora io ho conosciuto:
1) Alcuni ITP di cucina che avevano un secondo lavoro nella ristorazione.
2) Una docente A19 avvocato.
3) Almeno due di educazione fisica che al pomeriggio lavoravano in palestra.
4) Un IRC che lavorava come coltivatore diretto.

Detto ciò, onestamente, dire che tutti i docenti abbiano un secondo lavoro, è una bufala.
Certo che no, molti docenti se non fossero entrati a lavorare nella scuola, magari senza alcuna selezione, sarebbero morti disoccupati.

Se nessuno li prende possono fare gli splendidi e dire che si dedicano solo alla scuola.
Questo depone a loro favore o contro ?

Quanto detto sopra è vero, non c'è da girargli intorno: 800000 docenti non sono facili da trovare, non se li vuoi buoni; se li paghi poco coloro che possono perchè sono ottimi intellettuali, preferiranno fare altro; non è che tutti i docenti siano persone di serie B, ma c'è una naturale tendenza a che le persone di serie B si concentrino tra i docenti.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1558
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 10:12 am

avidodinformazioni ha scritto:

La Bocconi deve essere vietata ai figli dei docenti ?

La Bocconi, oltre ad essere sopravvalutata riguardo alla qualità della formazione fornita, andrebbe rasa al suolo per l'ideologia che veicola (per capirci, la stessa che produce i vari Mario Monti).

Opinione personale, ovviamente.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9810
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 10:21 am

Lenar ha scritto:
Ire ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Pitt ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
http://www.orizzontescuola.it/stipendio-docenti-italiani-meno-pagati-deuropa-greci-dal-2004-al-2015-salari-scesi-del-7/

Nel focus, come riferito da Repubblica, si evidenzia che i salari hanno un impatto diretto su preparazione e motivazione dei docenti, persa quest’ultima da molti insegnanti del nostro Paese.

La motivazione non dipende dai soldi (anche se ho incontrato docenti anche di questo forum che la pensano così) ma si trova facendo il proprio lavoro seriamente e onestamente ogni giorno consapevoli dell'importanza del nostro ruolo.

Allora rinuncia al tuo stipendio. Perchè no?

Giustamente due interventi fantozziani ci stavano; quanto vorreste, o incomparabili colleghi, per ritrovare voglia ed entusiasmo? I 3000 sacchi del ministro?

non sarebbero sufficienti.  Non sarebbero lo stimolo.   Si direbbe:  guadagno 3000, nessuno mi manda via, la scuola fa schifo, chi me lo fa fare di sbattermi?

Non sono i soldi la motivazione o meglio,  a parere mio, non sono i non tanti soldi la non motivazione.

Quanto poi a chiederti di rinunciare allo stipendio:  a che pro?  Il lavoro serve per vivere, e dello stipendio non si può fare a meno.  La motivazione serve per vivere bene, invece.  E chi non ce l'ha, a mio parere, nel lungo periodo mostra  i sintomi della sua vita un po' triste

Continuate pure a ragionare in questa maniera ed avrete una scuola fatta solo di due categorie di persone:

a) Liberi professionisti che usano la scuola come passatempo.

b) Mamme alla ricerca di un par time ben remunerato e non troppo impegnativo.

Con gli stipendi attuali TUTTI gli insegnanti di questa nazione DEVONO cercare una fonte di reddito alternativa alla scuola. Non farlo significa vivere nella più nera indigenza, al limite della povertà, in una condizione in cui il tuo reddito è appena sufficiente per garantirti la sopravvivenza giorno per giorno ma non basta ne a consentirti di progettare un futuro ne a fronteggiare un imprevisto.

Personalmente non conosco un solo insegnante che campi con il solo stipendio di insegnante. E non me ne sorprendo.

Ma il vero problema, per chi non fosse sufficientemente arguto per vederlo, non è tanto il fatto che gli stipendi siano bassi e obblighino i docenti italiani a cercarsi un secondo lavoro (che, fatalmente, finisce con il sottrarre tempo ed impegno alla scuola) quanto il fatto che GLI STIPENDI BASSI ALLONTANINO PROGRESSIVAMENTE I MIGLIORI DALL'INSEGNAMENTO.

I migliori, quelli che si laureano con ottimi voti, quelli che hanno carte da giocarsi, escludono a priore l'ipotesi di fare l'insegnante. Ed hanno ragione. Perché mai un brillante laureato dovrebbe adattarsi a svolgere un lavoro che ti conferisce l'imprinting sociale del "fallito" e che ti garantisce un reddito mensile inferiore a quello di un operaio generico? Progressivamente coloro che sceglieranno di fare gli insegnanti saranno, sempre di più, quelli "scarsi", con poco entusiasmo, che mirano al "posto fisso" etc etc... Poi vi sorprendete se alle selezioni per il TFA vengono segati nove candidati su dieci? Poi vi sorprendete se nelle prove del concorso ci sono strafalcioni grammaticali che neppure in quinta elementare?

Svegliatevi. If you pay nuts, you get monkeys. Continuate pure a pagare due lire agli insegnanti perché tanto "l'insegnamento è una missione". Alla fine non potrete che avere un corpo insegnante che vale, mediamente, due lire, in cui, magari, spiccherà qualche eccezione ma che, complessivamente, sarà lo specchio dello stipendio che ci date.


c'è da trovarlo quel lavoro dove ti pagano tantissimo.

e c'è pure da tenerselo con prestazioni SEMPRE elevate.

Un lavoro dipendente che garantisca il lusso non esiste, un lavoro libero professionale anche sì ma generalmente è a progetto.  E' a fluttuazione di mercato.  E' a concorrenza spietata di altri che se lo vogliono accaparrare, e non è detto che non riescano.
Capita che un anno si guadagni 100 e che l'anno successivo si guadagni 50.

Capita di lavorare e dover rincorrere il debitore per il saldo della parcella.

Sono tutti problemi, caro lenar, che voi non avete:  ogni 27 del mese il piccolo sicuro stipendio ce l'avete.  Con quella certezza potete programmare. Al giorno d'oggi questo è quasi un lusso.

Indigenza più nera con uno stipendio è veramente un insulto.   Te tu mi sembri Briatore.

Che ha fatto una scelta di vita diversa... perchè non la facevi anche tu?


Ultima modifica di Ire il Mar Lug 11, 2017 10:22 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 10:22 am

comp_xt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

La Bocconi deve essere vietata ai figli dei docenti ?

La Bocconi, oltre ad essere sopravvalutata riguardo alla qualità della formazione fornita, andrebbe rasa al suolo per l'ideologia che veicola (per capirci, la stessa che produce i vari Mario Monti).

Opinione personale, ovviamente.
Opinione rispettabile che non intacca il concetto: esistono cure mediche, assistenze agli anziani, corsi d'istruzione e formazione molto costosi e fuori dalla nostra portata; esistono oggetti fuori dalla nostra portata che portano con sè maggiore sicurezza rispetto ad oggetti di tipologia simile ed alla nostra portata, le automobili più sicure costano di più; un docente deve rischiare la vita di più rispetto ad un altro laureato ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 10:25 am

Ire ha scritto:
Che ha fatto una scelta di vita diversa... perchè non la facevi anche tu?
Perchè siamo persone di serie B; quelle di serie A le hai fatte scappare, se fai scappare anche noi poi passi a quelle di serie C; io non tirerei troppo la corda.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 10:29 am

avidodinformazioni ha scritto:
Indigenza più nera è esagerato; 1500€ se sei solo non sono un gran che ma la povertà è un'altra cosa, idem se si hanno 2500 in due o 3.

Certo mantenere la famiglia con un reddito unico di 1500 € non va più bene, quella è povertà, anche se non la più nera.

Conta molta anche il fatto di avere o non avere la casa di proprietà.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9810
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 10:43 am

Citazione :
Continuate pure a ragionare in questa maniera ed avrete una scuola fatta solo di due categorie di persone:

a) Liberi professionisti che usano la scuola come passatempo.

b) Mamme alla ricerca di un par time ben remunerato e non troppo impegnativo.


Se le persone "a" usano la scuola come passatempo, delle due l'una: o sono masochiste che si divertono a passare il tempo in un posto che li qualifica come falliti

o sono appassionati di insegnamento quindi fanno le cose per bene. E alla scuola questo fa bene.


Più verosimilmente sono liberi professionisti che non guadagnano abbastanza con il loro lavoro qualificante e sono ben contenti di stare a scuola perchè si fanno la pensione, perchè lo stipendio è certo, perchè quel posto non glielo toglie nessuno.


Allora però decade sia il discorso che i liberi professionisti guadagnano tanto e se la ridono di voi.
e decade anche che il vostro lavoro sia mal pagato perchè, quelli sono benefits non da poco.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 10:58 am

Ire ha scritto:
Più verosimilmente sono liberi professionisti che non guadagnano abbastanza con il loro lavoro qualificante e sono ben contenti di stare a scuola perchè si fanno la pensione, perchè lo stipendio è certo, perchè quel posto non glielo toglie nessuno.


Allora però decade sia il discorso che  i liberi professionisti guadagnano tanto e se la ridono di voi.
e decade anche che il vostro lavoro sia mal pagato perchè, quelli sono benefits non da poco.
Già, liberi professionisti che non guadagnano abbastanza.

Ghedini farebbe mai l'insegnante ? Ghedini ha due palle come due cocomeri e non sprecherebbe un minuto in aula a scuola.

L'insegnante lo può fare un laureato meno blasonato; di quelli che come lui ce ne sono quanti ne vuoi; di quelli che se  si accontentano bene, altrimenti pedalare; di quelli che nello studio hanno pochi casi da trattare, tanto da occupare solo 3 ore al giorno (e 3 ore di stipendio al giorno).

Se la scuola pagasse 10 milioni di euro al mese arriverebbe anche Ghedini; ovvio che questo non potrà mai succedere, ma magari con 2000 qualcosa di meglio otterresti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 11:08 am

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Più verosimilmente sono liberi professionisti che non guadagnano abbastanza con il loro lavoro qualificante e sono ben contenti di stare a scuola perchè si fanno la pensione, perchè lo stipendio è certo, perchè quel posto non glielo toglie nessuno.


Allora però decade sia il discorso che  i liberi professionisti guadagnano tanto e se la ridono di voi.
e decade anche che il vostro lavoro sia mal pagato perchè, quelli sono benefits non da poco.
Già, liberi professionisti che non guadagnano abbastanza.

Ghedini farebbe mai l'insegnante ? Ghedini ha due palle come due cocomeri e non sprecherebbe un minuto in aula a scuola.

L'insegnante lo può fare un laureato meno blasonato; di quelli che come lui ce ne sono quanti ne vuoi; di quelli che se  si accontentano bene, altrimenti pedalare; di quelli che nello studio hanno pochi casi da trattare, tanto da occupare solo 3 ore al giorno (e 3 ore di stipendio al giorno).

Se la scuola pagasse 10 milioni di euro al mese arriverebbe anche Ghedini; ovvio che questo non potrà mai succedere, ma magari con 2000 qualcosa di meglio otterresti.

Il tuo ragionamento è totalmente illogico: se nella scuola venissero pagati 2000 euro credi che quelli che dipingi "di serie B" si ritirerebbero in bell'ordine?
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 11:52 am

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Che ha fatto una scelta di vita diversa... perchè non la facevi anche tu?
Perchè siamo persone di serie B; quelle di serie A le hai fatte scappare, se fai scappare anche noi poi passi a quelle di serie C; io non tirerei troppo la corda.

Il bello è che vi siete arrabbiati con precario.acciaio e con chiunque osi dire che non fa questo lavoro per arricchirsi per difendere la professionalità e la dignità degli insegnanti contro chi vorrebbe farli passare da missionari (cosa che nessuno ha mai detto e che è solo una vostra ossessione) e siete arrivati alla conclusione che gli insegnanti sono persone di serie B. Se la smettessimo noi per primi di classificare le persone in base a quanto guadagnano, forse saremmo meno frustrati.
Quando mi sono diplomato con il massimo dei voti, erano tutti disperati perché iscrivendomi a lettere avrei potuto fare solo l'insegnante e avrei fatto la fame, mentre secondo loro avrei potuto ambire a ben altro. Io non ho mai messo i soldi al primo posto e ho fatto la mia scelta ben consapevole che non mi sarei mai arricchito in questo modo e non mi sento per niente una persona di serie B rispetto a chi ha fatto altre scelte. Mi sembra strano che qualcuno invece pensasse che fosse un mestiere con cui si guadagnava bene, visto che è risaputo dalla notte dei tempi che gli insegnanti guadagnano poco.
Se oggi (qualche volta) sono demotivato, non è certo per quello e mi offende che qualcuno lo insinui o lo dica apertamente. Ovviamente non rifiuterei un aumento di stipendio e non aspiro a lavorare gratis, ma mi sembra che nessuno abbia detto questo.
E adesso ricominciate pure con la solita solfa dell'insegnante missionario e delle Madri Teresa di Calcutta. Eviterò di rispondervi.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 12:28 pm

Dec ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Che ha fatto una scelta di vita diversa... perchè non la facevi anche tu?
Perchè siamo persone di serie B; quelle di serie A le hai fatte scappare, se fai scappare anche noi poi passi a quelle di serie C; io non tirerei troppo la corda.

Il bello è che vi siete arrabbiati con precario.acciaio e con chiunque osi dire che non fa questo lavoro per arricchirsi per difendere la professionalità e la dignità degli insegnanti contro chi vorrebbe farli passare da missionari (cosa che nessuno ha mai detto e che è solo una vostra ossessione) e siete arrivati alla conclusione che gli insegnanti sono persone di serie B. Se la smettessimo noi per primi di classificare le persone in base a quanto guadagnano, forse saremmo meno frustrati.
Quando mi sono diplomato con il massimo dei voti, erano tutti disperati perché iscrivendomi a lettere avrei potuto fare solo l'insegnante e avrei fatto la fame, mentre secondo loro avrei potuto ambire a ben altro. Io non ho mai messo i soldi al primo posto e ho fatto la mia scelta ben consapevole che non mi sarei mai arricchito in questo modo e non mi sento per niente una persona di serie B rispetto a chi ha fatto altre scelte. Mi sembra strano che qualcuno invece pensasse che fosse un mestiere con cui si guadagnava bene, visto che è risaputo dalla notte dei tempi che gli insegnanti guadagnano poco.
Se oggi (qualche volta) sono demotivato, non è certo per quello e mi offende che qualcuno lo insinui o lo dica apertamente. e46 non rifiuterei un aumento di stipendio e non aspiro a lavorare gratis, ma mi sembra che nessuno abbia detto questo.
E adesso ricominciate pure con la solita solfa dell'insegnante missionario e delle Madri Teresa di Calcutta. Eviterò di rispondervi.

Eviterai di risponderci?Pazienza!

Sono tempi grami, questi, e quindi tutte le lezioncine edificanti che voi bravi prof vi compiacere di elargirci possono infastidire.

E' stato il filosofo a cominciare..
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Mar Lug 11, 2017 12:37 pm

Ma quelli che si lamentano per i soldi sono liberi di licenziarsi e di cambiare lavoro.

In fondo siamo gli unici ad avere due mesi di vacanza in estate e non diciamo che non è vero perché quasi nessuno va a scuola d' estate oltre le ferie.

La maggior parte dei ds non arriva a fare questo sebbene possa sbagliare in altre cose come tutti noi, del resto.

Conosco persone (architetti, ecc.) che hanno cambiato lavoro e sono venute ad insegnare perché le ore di lavoro erano esagerate rispetto allo stipendio (di gran lunga inferiore al nostro).
Tornare in alto Andare in basso
 
La motivazione l'avrete persa voi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 13Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Seguente
 Argomenti simili
-
» mi sono persa con i calcoli...
» Ebrei
» Perdere la fede, ritrovarla, capire che e' una trappola, scappare.
» non mi sento una buona madre, mi sono persa
» Motivazione per far frequenze pre e post scuola

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: