Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La motivazione l'avrete persa voi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 11, 12, 13
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: La motivazione l'avrete persa voi   Lun Lug 10, 2017 4:47 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/stipendio-docenti-italiani-meno-pagati-deuropa-greci-dal-2004-al-2015-salari-scesi-del-7/

Nel focus, come riferito da Repubblica, si evidenzia che i salari hanno un impatto diretto su preparazione e motivazione dei docenti, persa quest’ultima da molti insegnanti del nostro Paese.

La motivazione non dipende dai soldi (anche se ho incontrato docenti anche di questo forum che la pensano così) ma si trova facendo il proprio lavoro seriamente e onestamente ogni giorno consapevoli dell'importanza del nostro ruolo.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Paolo Santaniello



Messaggi : 2449
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 4:34 pm

chicca70 ha scritto:

non si sceglie, è la dirigente che, il primo settembre, al collegio, ci fa trovare la lista dei coordinatori e dei verbalizzatori.

Le nomine dei coordinatori però sono soggette all'accettazione del docente.
Puoi chiedere a un qualunque sindacato per conferma, c'è perfino un precedente giuridico!

http://www.dirittoscolastico.it/tribunale-cosenza-sentenza-n-1830-2016-del-02-novembre-2016/
(Il Tribunale di Cosenza, in funzione del Giudice del Lavoro, ha annullato la sanzione disciplinare emessa dal Dirigente Scolastico di un liceo scientifico di Cosenza ai danni di una insegnante che aveva rinunciato alla nomina di Coordinatore del consiglio di classe.)

a maggior riprova che eventuali "ritorsioni" a chi rifiuta sono comunque da considerarsi abusi da parte del dirigente.

Lo so che al giorno d'oggi va tanto di moda la corsa alla "meritocrazia" (che ha la stessa etimologia di "meretrice", viene dal verbo latino "merere" che prevede una prestazione in cambio di una ricompensa, solitamente una forma di prostituzione)... ma si può pure prevedere un premio per chi fa più del suo dovere, senza necessariamente dover applicare una penalità a chi fa il suo dovere e basta.
Chi fa il suo dovere non dovrebbe essere penalizzato.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1571
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 4:36 pm

chicca70 ha scritto:

Io non mi sono mai dovuta lamentare dell'orario, ho sempre esattamente la cattedra che richiedo, nessuno si lamenta se chiedo permessi anche all'ultimo secondo e non con anticipo, non ho mai avuto scontri.

Spero ti renda conto della gravità di quello che stai sostenendo con questa frase.


Ultima modifica di comp_xt il Ven Lug 14, 2017 4:46 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4809
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 4:42 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
chicca70 ha scritto:

non si sceglie, è la dirigente che, il primo settembre, al collegio, ci fa trovare la lista dei coordinatori e dei verbalizzatori.

Le nomine dei coordinatori però sono soggette all'accettazione del docente.
Puoi chiedere a un qualunque sindacato per conferma, c'è perfino un precedente giuridico!

http://www.dirittoscolastico.it/tribunale-cosenza-sentenza-n-1830-2016-del-02-novembre-2016/
(Il Tribunale di Cosenza, in funzione del Giudice del Lavoro, ha annullato la sanzione disciplinare emessa dal Dirigente Scolastico di un liceo scientifico di Cosenza  ai danni di una insegnante che aveva rinunciato alla nomina di Coordinatore del consiglio di classe.)

a maggior riprova che eventuali "ritorsioni" a chi rifiuta sono comunque da considerarsi abusi da parte del dirigente.

Lo so che al giorno d'oggi va tanto di moda la corsa alla "meritocrazia" (che ha la stessa etimologia di "meretrice", viene dal verbo latino "merere" che prevede una prestazione in cambio di una ricompensa, solitamente una forma di prostituzione)... ma si può pure prevedere un premio per chi fa più del suo dovere, senza necessariamente dover applicare una penalità a chi fa il suo dovere e basta.
Chi fa il suo dovere non dovrebbe essere penalizzato.
Infatti e non ci vedo nulla di male se chi fa il coordinatore fa anche la domanda per il bonus che io, non avendo collaborato in nulla , mi sono ben guardata di fare
Tornare in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 5:14 pm

chicca70 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:


Questo al mio paese si chiama con una parola di 5 lettere,famoso articolo di esportazione che illustra nel mondo il genio italico.

Ti consta che in qualche altro Stato, diverso dall'Italia, si possa essere premiati per non aver collaborato nel lavoro?
Esiste un posto di lavoro in cui più strilli senza far nulla e più ottieni? In cui puoi fare sciopero bianco ogni santo giorno e ricevere per questo encomi solenni?
Collaborare non significa portare torte al dirigente o dipendere in toto dalla sua volontà. Significa fare qualcosa, quando si può, per aiutare la gestione di una struttura di cui, piaccia o meno, siamo parte anche noi.
Io non voglio fare le gite ma accetto il coordinamento e le supplenze; altri possono non voler coordinare ma portano gli studenti in gita e fanno supplenze. Non tutti siamo costretti a fare tutto, ma qualche cosa, per la casa comune, bisogna farla.

Non si tratta di essere premiati ,ma di non essere
penalizzati per essersi rifiutati di svolgere delle attività facoltative.Proprio non riesce ad entrarti in testa questa differenza.

Non fare quello che ti chiede il dirigente significa
per te strillare e non fare nulla?Ne prendo atto.

Non fai le gite?Lo scrivi e lo ribadisci come se fosse chissà quale manifestazione di indipendenza nei confronti dell'autocrazia diirigenziale.Non dubito che in caso di emergenza
faresti pure quelle, per il bene delle ragazze,ovviamente.

"Qualcosa per la casa comune bisogna farla".Parli come un politico.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2960
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 5:35 pm

balanzoneXXI ha scritto:
chicca70 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:


Questo al mio paese si chiama con una parola di 5 lettere,famoso articolo di esportazione che illustra nel mondo il genio italico.

Ti consta che in qualche altro Stato, diverso dall'Italia, si possa essere premiati per non aver collaborato nel lavoro?
Esiste un posto di lavoro in cui più strilli senza far nulla e più ottieni? In cui puoi fare sciopero bianco ogni santo giorno e ricevere per questo encomi solenni?
Collaborare non significa portare torte al dirigente o dipendere in toto dalla sua volontà. Significa fare qualcosa, quando si può, per aiutare la gestione di una struttura di cui, piaccia o meno, siamo parte anche noi.
Io non voglio fare le gite ma accetto il coordinamento e le supplenze; altri possono non voler coordinare ma portano gli studenti in gita e fanno supplenze. Non tutti siamo costretti a fare tutto, ma qualche cosa, per la casa comune, bisogna farla.

Non si tratta di essere premiati ,ma di non essere
penalizzati per essersi rifiutati di svolgere delle attività facoltative.Proprio non riesce ad entrarti in testa questa differenza.

Non fare quello che ti chiede il dirigente significa
per te strillare e non fare nulla?Ne prendo atto.

Non fai le gite?Lo scrivi e lo ribadisci come se fosse chissà quale manifestazione di indipendenza nei confronti dell'autocrazia diirigenziale.Non dubito che in caso di emergenza
faresti pure quelle, per il bene delle ragazze,ovviamente.

"Qualcosa per la casa comune bisogna farla".Parli come un politico.

Parlo come una persona sensata. Le gite non le ho mai fatte in 15 anni e non le farò mai, perché la responsabilità è eccessiva a fronte di pagamento zero. Ed il bene delle ragazze non è andare in gita.
Ci sono attività facoltative che si possono anche non fare ed attività facoltative che, per le loro caratteristiche, sono necessarie. Se stai bello tranquillo in sala insegnanti nell'ora buca ed entra il vicario che ti dice che c'è una classe scoperta e ti chiede se puoi andare (sostituzione retribuita come fosse un'ora di lezione), cosa fai? Rispondi "Non mi frega nulla, io sto bene qui"? È esattamente questo tipo di comportamento che viene penalizzato.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2960
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 5:38 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
chicca70 ha scritto:

non si sceglie, è la dirigente che, il primo settembre, al collegio, ci fa trovare la lista dei coordinatori e dei verbalizzatori.

Le nomine dei coordinatori però sono soggette all'accettazione del docente.
Puoi chiedere a un qualunque sindacato per conferma, c'è perfino un precedente giuridico!

http://www.dirittoscolastico.it/tribunale-cosenza-sentenza-n-1830-2016-del-02-novembre-2016/
(Il Tribunale di Cosenza, in funzione del Giudice del Lavoro, ha annullato la sanzione disciplinare emessa dal Dirigente Scolastico di un liceo scientifico di Cosenza  ai danni di una insegnante che aveva rinunciato alla nomina di Coordinatore del consiglio di classe.)

a maggior riprova che eventuali "ritorsioni" a chi rifiuta sono comunque da considerarsi abusi da parte del dirigente.

Lo so che al giorno d'oggi va tanto di moda la corsa alla "meritocrazia" (che ha la stessa etimologia di "meretrice", viene dal verbo latino "merere" che prevede una prestazione in cambio di una ricompensa, solitamente una forma di prostituzione)... ma si può pure prevedere un premio per chi fa più del suo dovere, senza necessariamente dover applicare una penalità a chi fa il suo dovere e basta.
Chi fa il suo dovere non dovrebbe essere penalizzato.

Tu confondi le ritorsioni con il "se devo aiutare qualcuno, aiuto un altro che si è dato da fare".
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8737
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 6:19 pm

chicca70 ha scritto:
Hai indovinato due cose: lavoro in un liceo prevalentemente femminile, da cui me ne andrò solo in pensione, e non vivo del mio stipendio, part time, tra l'altro.

Chicca, scusa, ma si può sapere per quale motivo ci tieni così tanto a evidenziare il fatto che sei benestante di famiglia e che non hai bisogno di uno stipendio per vivere, e a ricordarcelo in continuazione?

Ti sembra che questo rafforzi qualche affermazione che tu fai riguardo al lavoro, o che aggiunga o tolga qualcosa alle rivendicazioni (legittime) sulla tua professionalità? Voglio dire, pensi che questo cambi qualcosa nell'impressione (positiva o negativa) che i tuoi interlocutori possono avere di te quando parli di scuola e di didattica?

Francamente, l'effetto non è questo.

Alla lunga, diventa solo un'ostentazione di cattivo gusto (che peraltro condividi ampiamente con un altro personaggio ricorrente del forum, con cui non vai affatto d'accordo, e a cui è stato già fatto notare parecchie volte che è di cattivo gusto anche da parte sua).
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2449
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 6:24 pm

chi vive di rendita, e potrebbe fare a meno dello stipendio, farebbe bene a non accettare NESSUN incarico extra, in modo da lasciare a colleghi più bisognosi questa opportunità di guadagno, sia pur piccolo. Lavorare meno per lavorare tutti.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 6:27 pm

chicca70 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
chicca70 ha scritto:

non si sceglie, è la dirigente che, il primo settembre, al collegio, ci fa trovare la lista dei coordinatori e dei verbalizzatori.

Le nomine dei coordinatori però sono soggette all'accettazione del docente.
Puoi chiedere a un qualunque sindacato per conferma, c'è perfino un precedente giuridico!

http://www.dirittoscolastico.it/tribunale-cosenza-sentenza-n-1830-2016-del-02-novembre-2016/
(Il Tribunale di Cosenza, in funzione del Giudice del Lavoro, ha annullato la sanzione disciplinare emessa dal Dirigente Scolastico di un liceo scientifico di Cosenza  ai danni di una insegnante che aveva rinunciato alla nomina di Coordinatore del consiglio di classe.)

a maggior riprova che eventuali "ritorsioni" a chi rifiuta sono comunque da considerarsi abusi da parte del dirigente.

Lo so che al giorno d'oggi va tanto di moda la corsa alla "meritocrazia" (che ha la stessa etimologia di "meretrice", viene dal verbo latino "merere" che prevede una prestazione in cambio di una ricompensa, solitamente una forma di prostituzione)... ma si può pure prevedere un premio per chi fa più del suo dovere, senza necessariamente dover applicare una penalità a chi fa il suo dovere e basta.
Chi fa il suo dovere non dovrebbe essere penalizzato.

Tu confondi le ritorsioni con il "se devo aiutare qualcuno, aiuto un altro che si è dato da fare".

Quindi aiuto chi si e'  dato da fare. penalizzando chi non si e' dato da fare, cioè gli appioppo classi tremende e orari schifosi.Ma bene,ma brava...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 6:30 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
chi vive di rendita, e potrebbe fare a meno dello stipendio, farebbe bene a non accettare NESSUN incarico extra, in modo da lasciare a colleghi più bisognosi questa opportunità di guadagno, sia pur piccolo. Lavorare meno per lavorare tutti.

Io non accetto nessun incarico extra per un semplice motivo: perchè non mi pagano.

Quando mi troverò in una scuola dove mi pagheranno per quello che realmente farò (in più), poi se ne parlerà
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 6:41 pm

chicca70 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
chicca70 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:


Questo al mio paese si chiama con una parola di 5 lettere,famoso articolo di esportazione che illustra nel mondo il genio italico.

Ti consta che in qualche altro Stato, diverso dall'Italia, si possa essere premiati per non aver collaborato nel lavoro?
Esiste un posto di lavoro in cui più strilli senza far nulla e più ottieni? In cui puoi fare sciopero bianco ogni santo giorno e ricevere per questo encomi solenni?
Collaborare non significa portare torte al dirigente o dipendere in toto dalla sua volontà. Significa fare qualcosa, quando si può, per aiutare la gestione di una struttura di cui, piaccia o meno, siamo parte anche noi.
Io non voglio fare le gite ma accetto il coordinamento e le supplenze; altri possono non voler coordinare ma portano gli studenti in gita e fanno supplenze. Non tutti siamo costretti a fare tutto, ma qualche cosa, per la casa comune, bisogna farla.

Non si tratta di essere premiati ,ma di non essere
penalizzati per essersi rifiutati di svolgere delle attività facoltative.Proprio non riesce ad entrarti in testa questa differenza.

Non fare quello che ti chiede il dirigente significa
per te strillare e non fare nulla?Ne prendo atto.

Non fai le gite?Lo scrivi e lo ribadisci come se fosse chissà quale manifestazione di indipendenza nei confronti dell'autocrazia diirigenziale.Non dubito che in caso di emergenza
faresti pure quelle, per il bene delle ragazze,ovviamente.

"Qualcosa per la casa comune bisogna farla".Parli come un politico.

Parlo come una persona sensata. Le gite non le ho mai fatte in 15 anni e non le farò mai, perché la responsabilità è eccessiva a fronte di pagamento zero. Ed il bene delle ragazze non è andare in gita.
Ci sono attività facoltative che si possono anche non fare ed attività facoltative che, per le loro caratteristiche, sono necessarie. Se stai bello tranquillo in sala insegnanti nell'ora buca ed entra il vicario che ti dice che c'è una classe scoperta e ti chiede se puoi andare (sostituzione retribuita come fosse un'ora di lezione), cosa fai? Rispondi "Non mi frega nulla, io sto bene qui"? È esattamente questo tipo di comportamento che viene penalizzato.

Un comportamento lecito non andrebbe penalizzato in nessun caso.

Immagino che se il tuo collega accompagnatore desse forfait all'ultimo momento ,tu ,su richiesta del dirigente,da persona sensata e collaborativa qual sei,
ti sobbarcheresti la gita,E che diamine,c'è la penale ,per non parlare della delusione dei ragazzi,che già pregustavano chi i capolavori del Pinturicchio,chi notti bollenti e assatanate. Uno come me direbbe di no, ritrovandosi l'anno dopo con una ventina di diavoletti .
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2960
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 6:50 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Hai indovinato due cose: lavoro in un liceo prevalentemente femminile, da cui me ne andrò solo in pensione, e non vivo del mio stipendio, part time, tra l'altro.

Chicca, scusa, ma si può sapere per quale motivo ci tieni così tanto a evidenziare il fatto che sei benestante di famiglia e che non hai bisogno di uno stipendio per vivere, e a ricordarcelo in continuazione?

Ti sembra che questo rafforzi qualche affermazione che tu fai riguardo al lavoro, o che aggiunga o tolga qualcosa alle rivendicazioni (legittime) sulla tua professionalità? Voglio dire, pensi che questo cambi qualcosa nell'impressione (positiva o negativa) che i tuoi interlocutori possono avere di te quando parli di scuola e di didattica?

Francamente, l'effetto non è questo.

Alla lunga, diventa solo un'ostentazione di cattivo gusto (che peraltro condividi ampiamente con un altro personaggio ricorrente del forum, con cui non vai affatto d'accordo, e a cui è stato già fatto notare parecchie volte che è di cattivo gusto anche da parte sua).

Rispondevo a chi aveva fatto illazioni sulla mia vita e la mia provenienza
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2960
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 6:54 pm

balanzoneXXI ha scritto:
chicca70 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
chicca70 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:


Questo al mio paese si chiama con una parola di 5 lettere,famoso articolo di esportazione che illustra nel mondo il genio italico.

Ti consta che in qualche altro Stato, diverso dall'Italia, si possa essere premiati per non aver collaborato nel lavoro?
Esiste un posto di lavoro in cui più strilli senza far nulla e più ottieni? In cui puoi fare sciopero bianco ogni santo giorno e ricevere per questo encomi solenni?
Collaborare non significa portare torte al dirigente o dipendere in toto dalla sua volontà. Significa fare qualcosa, quando si può, per aiutare la gestione di una struttura di cui, piaccia o meno, siamo parte anche noi.
Io non voglio fare le gite ma accetto il coordinamento e le supplenze; altri possono non voler coordinare ma portano gli studenti in gita e fanno supplenze. Non tutti siamo costretti a fare tutto, ma qualche cosa, per la casa comune, bisogna farla.

Non si tratta di essere premiati ,ma di non essere
penalizzati per essersi rifiutati di svolgere delle attività facoltative.Proprio non riesce ad entrarti in testa questa differenza.

Non fare quello che ti chiede il dirigente significa
per te strillare e non fare nulla?Ne prendo atto.

Non fai le gite?Lo scrivi e lo ribadisci come se fosse chissà quale manifestazione di indipendenza nei confronti dell'autocrazia diirigenziale.Non dubito che in caso di emergenza
faresti pure quelle, per il bene delle ragazze,ovviamente.

"Qualcosa per la casa comune bisogna farla".Parli come un politico.

Parlo come una persona sensata. Le gite non le ho mai fatte in 15 anni e non le farò mai, perché la responsabilità è eccessiva a fronte di pagamento zero. Ed il bene delle ragazze non è andare in gita.
Ci sono attività facoltative che si possono anche non fare ed attività facoltative che, per le loro caratteristiche, sono necessarie. Se stai bello tranquillo in sala insegnanti nell'ora buca ed entra il vicario che ti dice che c'è una classe scoperta e ti chiede se puoi andare (sostituzione retribuita come fosse un'ora di lezione), cosa fai? Rispondi "Non mi frega nulla, io sto bene qui"? È esattamente questo tipo di comportamento che viene penalizzato.

Un comportamento lecito non andrebbe penalizzato in nessun caso.

Immagino che se il tuo collega accompagnatore desse forfait all'ultimo momento ,tu ,su richiesta del dirigente,da persona sensata e collaborativa qual sei,
ti sobbarcheresti la gita,E che diamine,c'è la penale ,per non parlare della delusione dei ragazzi,che già pregustavano chi i capolavori del Pinturicchio,chi notti bollenti e assatanate. Uno come me direbbe di no, ritrovandosi l'anno dopo con una ventina di diavoletti .

A me questo non può succedere perché fin dal primo consiglio di classe faccio mettere a verbale che non sono disponibile a fare uscite o gite e voto regolarmente contro ogni proposta. Quindi nessuno mi verrebbe mai a chiedere nulla. Inoltre nelle scuole serie non si approva una gita senza che vi siano, già stabiliti sin dall'inizio, due accompagnatori e due supplenti. Per questo molte classi rimangono a casa. I vari viaggi non sono vere esigenze del contesto scolastico e della delusione degli studenti, francamente, non mi importa nulla.


Ultima modifica di chicca70 il Ven Lug 14, 2017 6:58 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 982
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Ven Lug 14, 2017 6:54 pm

Concordo pienamente con Paolo e balanzone, non c'è assolutamente altro da aggiungere al riguardo...

Mi preoccupa solamente che questa mentalità "fantozziana" si va diffondendo sempre di più nelle scuole, "aggravata" dalla 107 renziana (ringraziamo anche di questo l'ex sindaco di Firenze...)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Sab Lug 15, 2017 4:44 am

Ire ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Ire ha scritto:
Non ce la farete mai.  Fino a quando ognuno di voi combatterà l'altro perchè non riesce a vedere oltre il proprio naso,  non ce la farete mai.  Nemmeno ad accordarvi per una richiesta di aumento di stipendio.

Vero... ma forse in una cosa ci siamo riusciti: a non parlare di DSA, BES e PDP in 11 pagine di thread.

Magari ora che l' ho detto qualcuno tirerà fuori il discorso...

nooooooooooooooooo,  non dovevi farlo!   :- D

Avevi perfettamente ragione....

Sai, di gente strana in questo mondo ed in questo forum ce n'è parecchia.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La motivazione l'avrete persa voi   Dom Lug 16, 2017 10:52 pm

mcricri ha scritto:
Magari si potesse solo stare in classe ad insegnare!

E perché non si può stare solo in classe a insegnare? I docenti quello sanno fare, possibile che il sindacato non possa far nulla per garantire ai docenti il diritto di insegnare e basta, senza doversi occupare di questioni burocratiche e pedagogiche?
Tornare in alto Andare in basso
 
La motivazione l'avrete persa voi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 13 di 13Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 11, 12, 13
 Argomenti simili
-
» mi sono persa con i calcoli...
» Ebrei
» Perdere la fede, ritrovarla, capire che e' una trappola, scappare.
» non mi sento una buona madre, mi sono persa
» Motivazione per far frequenze pre e post scuola

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: